Vai al contenuto

Auguri di Buone Feste
Foto

Lancet, Nuovo studio: "i malati ME/CFS hanno paura dell'esercizio fisico"

CBT;GET; APT; Studio; esercizio fisico; ME/CFS; The Lancet Psychiatry;

  • Per cortesia connettiti per rispondere
13 risposte a questa discussione

#1 KIO

KIO

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 650 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Svizzera - Ticino

Inviato 22 gennaio 2015 - 20:21:11

Ma li lasciamo dire???

Vi posto

un articolo che riporta lo studio di The Lancet Psychiatry pubblicato online il 13 gennaio 2015 Link al The Lancet: http://www.thelancet...0069-8/abstract ,

la traduzione automatica,  

un paio di siti in italiano che ne parlano acriticamente...

Con frasi chiave penso che pure voi troverete altre citazioni dello stesso studio.

 

Se, o anche se non ;) , qualcuno ha voglia, cercateli e segnalate l'errore (orrore della cosa), tutto sommato parlano di noi!!! 


Messaggio modificato da KIO, 22 gennaio 2015 - 20:32:21

KIO :)
 

#2 KIO

KIO

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 650 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Svizzera - Ticino

Inviato 22 gennaio 2015 - 20:23:49

http://theargusrepor...rome-sufferers/

 

ME/CFS Research UK Slams Lancet Psychiatry Report Advocating Exercise for Chronic Fatigue Syndrome Sufferers

By PENNY SWIFT

ME Research UK has slammed an analytical report published in the latest The Lancet Psychiatry that claims ME/CFS patients have “fear avoidance beliefs” that exercise will exacerbate their symptoms. This, the report maintains, is a major negative factor that perpetuates both fatigue and disability in Chronic Fatigue Syndrome (CFS) sufferers.

In other words, the report is claiming that because ME/CFS patients are generally afraid to exercise, they are reducing their chances of recovery.

But the truth is:

We all know that ME patients are highly motivated to get well, and more than willing to do whatever activity or exercise is appropriate for their personal circumstances, from a short walk to sitting up in bed. ME Research UK

A medical research body, ME Research UK was set up in 2000 to both commission and fund biomedical (scientific) investigations into the cause of Myalgic Encephalomyelitis (ME) and CFS, which are currently controversially referred to internationally as ME/CFS. The illness (ME/CFS) – or illnesses, since there is a growing school of thought that they are quite different from one another – is debilitating and widespread worldwide. In the UK alone as many as a quarter million people are affected, and there is no known cure.

In a statement titled 50 Shades of Avoidance published late yesterday on its FaceBook page, the research organization said that while the report might fascinate “professional cognitive-behavioural theorists,” the idea of fear avoidance in this context was both “inappropriate and absurd.”

The report is the sixth that has been based on the much publicized UK Medical Research Council’s (MRC) 2011 PACE trial – the largest ever study to focus on ME/CFS treatments. But, says ME Research, it is “difficult to understand” because it uses very sophisticated statistical analysis processes. While the psychosocial approaches suggested do have some effect, according to the original PACE trial data they benefit only 10 to 15 percent of ME/CFS patients. Most patients are not helped using the techniques suggested, “a fact confirmed time and time again when ME charities survey their members.” Quite simply, most people suffering from ME/CFS do not get any benefit from “these interventions.”

But the real tragedy, ME Research believes, is that whenever a new PACE trial analysis is published, “a rash of media stories trumpet its arrival.”

Their statement cites three media reports published yesterday, all which have “little or no relevance to the real, lived experience of ME patients.”

  1. The Independent declared: Chronic fatigue syndrome sufferers ‘can benefit from exercise’ 
  2. The Daily Mail announced: Chronic fatigue victims ‘suffer fear of exercise’: Patients are anxious activities such as walking could aggravate the condition
  3. The Daily Telegraph stated: ME: fear of exercise exacerbates chronic fatigue syndrome, say researchers 

While the new report published in The Lancet Psychiatry deals with “rehabilitative therapies for chronic fatigue syndrome,” previous analyses covered cost-effectiveness, pain, so-called recovery, adverse effects of the illnesses, and statistical methods used in research.

Interestingly, ME Research UK maintains that this sixth report is the most complicated of all six because it deals with so-called “mechanisms” that might “underpin the effect of cognitive behavioral therapies (CBT) or graded exercise.” They also point out that the use of this very sophisticated statistical analysis further complicates the issue, making it even more difficult to follow the logic.

The Lancet Psychiatry Article

Titled Rehabilitative therapies for chronic fatigue syndrome: a secondary mediation analysis of the PACE trial, The Lancet Psychiatry article was funded by the UK MRC, England’s Department of Health, and various other UK research and health organizations. It is available free to all subscribers.

It maintains that when CBT is added to specialist medical care (SMC) or graded exercise therapy (GET), fatigue is more effectively reduced and physical function is improved.

Their main finding was that “fear avoidance beliefs” were the primary problem: “The results support a treatment model in which both beliefs and behaviour play a part in perpetuating fatigue and disability in chronic fatigue syndrome.”

The PACE Study

Based on the experiences of a mere 640 patients from England and Scotland attending hospital clinics for treatment of ME/CFS, the PACE trial study is understood to be the largest ever of its kind – certainly in the UK.

What the study did was to assess the safety and effectiveness of four different treatments and to the surprise of many, it found that GET and CBT were the most effective. As a result, it was suggested by these researchers that these treatments – both of which have come under huge international attack over time – should be offered to all ME/CFS patients.

Response From ME and CFS Sufferers

In a word: ANGER!

FaceBook exploded yesterday when people who have experienced ME/CFS firsthand read about The Lancet Psychiatry report.

  • the treatment of us as patients is abhorrent
  • awful press yet again meantime we continue to suffer alone
  • about time the researchers changed the record
  • they keep toying with us, like a cat with a mouse
  • All picked up on a regurgitated research from 4 years ago. Wonder how many more… And when will it make it to USA

And lastly, a stance that most sufferers endorse:

The whole idea you can take a disease like this and exercise your way to health is foolishness. It’s insane.

 

 

 


KIO :)
 

#3 KIO

KIO

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 650 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Svizzera - Ticino

Inviato 22 gennaio 2015 - 20:25:51

tradotto automaticamente:

ME / CFS Research UK Slam Lancet Psichiatria Relazione di sostenere Esercizio per Sindrome della Fatica Cronica Malati

By PENNY SWIFT

ME Research UK ha sbattuto una relazione analitica pubblicato sull'ultimo The Lancet Psychiatry che sostiene pazienti ME / CFS hanno "paura credenze evitamento", che esercitano sarà esacerbare i loro sintomi. Questo, il rapporto sostiene, è un importante fattore negativo che perpetua sia la stanchezza e la disabilità nella sindrome di affaticamento (CFS) i malati cronici.

In altre parole, il rapporto sostiene che poiché pazienti ME / CFS sono generalmente paura di esercitare, si stanno riducendo le loro possibilità di recupero.

Ma la verità è:

Sappiamo tutti che i pazienti ME sono molto motivati ​​per guarire, e più che disposti a fare qualsiasi attività o esercizio è adeguato per le loro circostanze personali, da una breve passeggiata a sedersi sul letto.  ME Research UK

Un centro di ricerca medica, ME Research UK è stato istituito nel 2000 per quella della Commissione e del fondo biomediche indagini (scientifiche) nella causa di Encefalomielite mialgica (ME) e CFS, che sono attualmente polemicamente denominato internazionale come ME / CFS. La malattia (ME / CFS) - o malattie, poiché non vi è una scuola sempre più di pensiero che sono molto diversi tra loro - è debilitante e diffusa in tutto il mondo. Nel solo come molti come un quarto di milione di persone nel Regno Unito sono colpite, e non c'è cura conosciuta.

In una dichiarazione dal titolo 50 Shades of Avoidance pubblicato ieri in tarda serata sulla sua pagina di Facebook , l'istituto di ricerca ha detto che mentre il rapporto potrebbe affascinare "i teorici cognitivo-comportamentali professionali," l'idea della paura evasione in questo contesto, è stato sia "inappropriato e assurda."

Il rapporto è il sesto che si è basata sul (MRC) 2011 processo PACE UK Medical Research Council molto pubblicizzato - il più grande mai studio per concentrarsi su di me / trattamenti CFS. Ma, dice ME Research, è "difficile da capire" perché utilizza molto sofisticati processi di analisi statistica. Mentre gli approcci psicosociali suggerite hanno qualche effetto, secondo i dati di prova PACE originale beneficiano solo dal 10 al 15 per cento dei pazienti ME / CFS. La maggior parte dei pazienti non vengono aiutati con le tecniche suggerite, "un dato di fatto confermato più e più volte quando mi beneficenza sondaggio i loro membri." Molto semplicemente, la maggior parte delle persone che soffrono di ME / CFS non si ottiene alcun beneficio da "questi interventi."

Ma la vera tragedia, ME Research crede, è che ogni volta che una nuova analisi processo PACE viene pubblicato, "una valanga di storie multimediali tromba il suo arrivo."

La loro dichiarazione cita tre notizie di stampa pubblicate ieri, tutto quello che hanno "poca o nessuna rilevanza per il vero, ha vissuto l'esperienza di ME pazienti."

  1. The Independent ha dichiarato: cronica soffre di sindrome di affaticamento "possono beneficiare di esercizio ' 
  2. Il Daily Mail ha annunciato: vittime stanchezza cronica 'soffrono la paura di esercizio': i pazienti sono ansiosi attività come camminare potrebbe aggravare la condizione
  3. Il Daily Telegraph ha dichiarato: ME: la paura di esercizio fisico aggrava la sindrome da stanchezza cronica, dicono i ricercatori 

Mentre il nuovo rapporto pubblicato in The Lancet offerte Psichiatria con "terapie riabilitative per la sindrome da fatica cronica," analisi precedenti coperti costo-efficacia, il dolore, la cosiddetta ripresa, gli effetti negativi delle malattie, e metodi statistici utilizzati nella ricerca.

È interessante notare che, ME Research UK sostiene che questa sesta relazione è il più complicato di tutti e sei, perché si tratta di cosiddetti "meccanismi" che potrebbero "essere alla base l'effetto delle terapie cognitivo-comportamentali (CBT) o di esercizio graduale." Essi sottolineano inoltre che l'uso di questo molto sofisticate analisi statistica complica ulteriormente il problema, il che rende ancora più difficile seguire la logica.

The Lancet Psichiatria articolo

Intitolato terapie riabilitative per la sindrome da stanchezza cronica: un'analisi di mediazione secondario dello studio PACE , L'articolo Lancet psichiatria è stato finanziato dal MRC britannico, Dipartimento della Salute inglese, e varie altre organizzazioni di ricerca e di salute nel Regno Unito. E 'disponibile gratuitamente per tutti gli abbonati.

Essa sostiene che quando CBT si aggiunge alle cure medico specialista (SMC) o terapie di esercizi graduali (GET), la fatica è più efficacemente ridotto e la funzione fisica è migliorata.

La loro scoperta principale è stata che "paura credenze evitamento" erano il problema principale: "I risultati supportano un modello di trattamento in cui entrambe le credenze e comportamenti hanno un ruolo nel perpetuare la fatica e la disabilità in sindrome da stanchezza cronica."

Lo studio PACE

Sulla base delle esperienze di soli 640 pazienti provenienti da Inghilterra e Scozia che frequentano le cliniche ospedaliere per il trattamento della ME / CFS, lo studio prova PACE è inteso per essere il più grande del suo genere - certamente nel Regno Unito.

Ciò che lo studio ha fatto è stato quello di valutare la sicurezza e l'efficacia di quattro diversi trattamenti e la sorpresa di molti, ha trovato che GET e CBT sono stati i più efficaci. Di conseguenza, è stato suggerito da questi ricercatori che questi trattamenti - entrambi i quali sono venuti sotto enorme attacco internazionale nel corso del tempo - dovrebbe essere offerta a tutti i pazienti ME / CFS.

Risposta da me e CFS soffre

In una parola: RABBIA!

FaceBook è esplosa ieri, quando le persone che hanno sperimentato ME / CFS di prima mano leggere su Il rapporto Lancet Psychiatry.

  • il trattamento di noi come pazienti è ripugnante
  • premere ancora una volta terribile frattempo noi continuiamo a soffrire da solo
  • ora che i ricercatori hanno modificato il record
  • continuano a giocare con noi, come un gatto con un topo
  • Tutto raccolto in una ricerca rigurgitato da 4 anni fa. Mi chiedo quanti altri ... E quando ce la farà a USA

E, infine, una posizione che la maggior parte dei malati di approvare:

L'idea che si può prendere una malattia come questa ed esercitare il tuo modo di salute è stoltezza. E 'folle.


KIO :)
 

#4 KIO

KIO

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 650 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Svizzera - Ticino

Inviato 22 gennaio 2015 - 20:26:53

un paio che ne parlano acriticamente....

 

 

KIO :)
 

#5 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.833 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 23 gennaio 2015 - 18:24:24

Potrei fargli vedere il pratica che non è vero prendendoli a calci nel fondoschiena? Anche se mi costerebbe parecchio lo farei fino allo sfinimento, sempre che sia considerato esercizio fisico.


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#6 manga neko

manga neko

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.557 messaggi
  • Gender:Female
  • Interests:manga, manhwa, dylan dog, gatti+coniglietti+acquario, scrivere, cucinare, tv, musica, videogiochi...

Inviato 05 febbraio 2015 - 14:09:01

Zac sto con te! Ti va bene per i primi di marzo? La mia gamba destra deve rimettersi per la biopsia....

#7 Risorgerei

Risorgerei

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 16 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 24 settembre 2015 - 20:12:03

Come ho già scritto altrove in questo forum, la cosa ridicola è che se si è sostenitori della genesi psicosomatica delle malattie, bisogna crederci a tutto campo, ossia ritenere che una componente psicologica esista per TUTTE le patologie, dal raffreddore al carcinoma, sebbene anche altri fattori come quelli genetici o ambientali possano benissimo entrare in gioco.
Sostenere che esistano malattie di origine psicosomatica ed altre che non lo sono, è una palese contraddizione, che dimostra esclusivamente la totale ignoranza in materia di chi usa quel termine solo per coprire le inadeguatezze della medicina, o le sue.
Personalmente, prima di ammalarmi di fibromialgia, facevo passeggiate anche di 10 km al giorno, e per lavoro frequentavo spesso cantieri, poi adoravo ballare e nuotare anche sott'acqua.
Perciò, che di botto mi sia venuta la paura di muovermi, che ora è solo la logica conseguenza dei dolori costanti che ho, e del fatto che se abuso anche solo un poco delle mie scarse forze poi la pago, è solo l'ennesima idiozia che sento in merito a questa malattia, che a quanto pare catalizza un numero impressionante di medici rozzi e imbecilli.

Messaggio modificato da Risorgerei, 24 settembre 2015 - 20:12:52


#8 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 24 settembre 2015 - 21:23:01

Come ho già scritto altrove in questo forum, la cosa ridicola è che se si è sostenitori della genesi psicosomatica delle malattie, bisogna crederci a tutto campo, ossia ritenere che una componente psicologica esista per TUTTE le patologie, dal raffreddore al carcinoma, sebbene anche altri fattori come quelli genetici o ambientali possano benissimo entrare in gioco.
Sostenere che esistano malattie di origine psicosomatica ed altre che non lo sono, è una palese contraddizione, che dimostra esclusivamente la totale ignoranza in materia di chi usa quel termine solo per coprire le inadeguatezze della medicina, o le sue.
Personalmente, prima di ammalarmi di fibromialgia, facevo passeggiate anche di 10 km al giorno, e per lavoro frequentavo spesso cantieri, poi adoravo ballare e nuotare anche sott'acqua.
Perciò, che di botto mi sia venuta la paura di muovermi, che ora è solo la logica conseguenza dei dolori costanti che ho, e del fatto che se abuso anche solo un poco delle mie scarse forze poi la pago, è solo l'ennesima idiozia che sento in merito a questa malattia, che a quanto pare catalizza un numero impressionante di medici rozzi e imbecilli.

 

Quando si asseriscono stupidaggini del genere io non li leggo nemmeno,come pure ritengo come te che non c'è dubbio che in ogni patologia s'insinui anche la parte psichica e mentale per il concetto unitario della persona umana,chi puo' negare che esiste l'adattamento personale agli stress,la legge del placebo e del nocebo,ma in questa sindrome c'è qualcosa di più,qualcosa che ha finito come ad esaurire,o così sembra,le mie risorse,un po' come la teoria orientale degli orgasmi...........Ho perso il conto dei sintomi che ho superato,negli ultimi 2 decenni, senza alcuna terapia degna di questo nome,ma solo usando,nel tempo, la pazienza ed il pensiero in un certo modo,ormai una cosa diventata automatica nel mio caso,ma con questa stanchezza o meglio questo sfiancamento fisico e mentale e la sua conseguenziale ricaduta sulla memoria ed abilità cognitive,di cui tu non soffri e quì mi pongo una seria domanda?,a dire il vero c'era anche un'altra forumista che come te non aveva deficit cognitivi?..........Per me resta un dilemma questa sindrome,per cui se fosse solo un problema psicosomatico me l'avrei mangiata già da anni,per il semplice fatto che se la mente è capace di farci ammalare,è lo è di sicuro,allora è vero anche il contrario,ovvero guarire con il potere della mente......mica ci vuole il mago per intenderlo?Romy


Messaggio modificato da romy, 24 settembre 2015 - 21:30:31

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#9 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.368 messaggi

Inviato 24 settembre 2015 - 22:49:40

Sono pienamente d'accordo sulla stupidità\ignorante
Di ki ha fatto lo studio....
Anche sull'origine psicologica delle malattie in generale....

Appunto io l'ho sempre detto ke ki si ammala di ebola lo fa
Perché è stressato o depresso....., per quelli ke vanno a kurarli poi
Non servono le tute e le masckerine, ma basterebbe una buona meditazione...
Giusto Romy?

#10 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 25 settembre 2015 - 00:01:05

Sono pienamente d'accordo sulla stupidità\ignorante
Di ki ha fatto lo studio....
Anche sull'origine psicologica delle malattie in generale....

Appunto io l'ho sempre detto ke ki si ammala di ebola lo fa
Perché è stressato o depresso....., per quelli ke vanno a kurarli poi
Non servono le tute e le masckerine, ma basterebbe una buona meditazione...
Giusto Romy?

 

Ci sono patologie da virus?di cui si conosce molto poco,e ci sono in giro anche molte dicerie a riguardo?,e comunque per quanto affermo non è valido sempre e comunque ed in ogni occasione,pensa che anche nello stato in cui mi trovo mi viene impossibile e  difficile meditare,ma stai certo che la meditazione fa la differenza,a sentire molte università di prestigio internazionali.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#11 Risorgerei

Risorgerei

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 16 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 25 settembre 2015 - 08:37:52

Sono d'accordo con Romy e Falco sul fatto che la mente possa fare cose incredibili, il punto però è, chi è in grado di usarla sfruttando le sue potenzialità? Pochissimi credo...
Certo, alle cure della medicina ufficiale io cerco da molto tempo di affiancare alcune di quelle alternative, od anche la semplice psicoterapia, che dunque sono orientate allo spirito ed alla mente, oltre che al corpo.
Ma quello non è un percorso facile, e per me è lunghissimo, mentre alcune tendenze di oggi illudono la gente facendo credere che "l'illuminazione" si possa raggiungere in un batter d'occhio, perché sono l'interpretazione superficiale e commerciale di pratiche spesso orientali e molto antiche, finora per lo più screditate nella mentalità corrente occidentale; di buono c'è comunque che almeno le cose stanno cambiando e un numero crescente di persone le sta prendendo in considerazione.
Quanto ai problemi cognitivi, dato che non ne ho di evidenti, credo che forse questa sia una questione di terreno; io penso che l'organismo si può ammalare, in risposta allo stress, di preferenza nelle aree che ha più costituzionalmente deboli, e personalmente ho notato che quasi non so cosa sia un mal di testa, mai avuto uno in vita mia (in compenso, altre parti di me sono fragili, ad esempio la pelle, le ossa soggette a reumi, eccetera). Però in effetti recentemente tendo ad avere qualche gap di memoria, ossia non ricordo per esempio il nome di qualcosa o qualcuno che non frequento spesso, ma se mi calmo dopo un po' quello mi torna in mente; non so se questo dipenda dal fatto che tutte le malattie che ho (sclerodermia e fibromialgia) mi stanno logorando, sarebbe umano, che diamine.
In ogni caso ribadisco che in base alla mia esperienza, in ogni situazione di malattia il fattore psicosomatico c'è, eccome, ma non è certo il solo, ce ne vogliono tanti per far cedere il fisico, le predisposizioni genetiche, i virus, l'ambiente, ed altri.
Le patologie sono fatti complessi, ed i medici che si limitano ad una visione parziale della psicosomatica esprimono meno ampiezza di pensiero di quella del cervello di un pollo, per cui penso che proprio noi che vediamo le nostre vite tanto condizionate dalla Cfs dovremmo opporci con tutte le nostre residue forze a questa clamorosa cecità culturale.

#12 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 25 settembre 2015 - 12:04:29

altre parti di me sono fragili, ad esempio la pelle, le ossa soggette a reumi, eccetera

 

 

risorgerei, questa frase che hai scritto per me ha un significato.. però mi posso sbagliare.. è solo un consiglio..

 

hai provato a guardare la patologia dell'ehler danlos che porta questi ( sintomi ) che hai scritto.

gabry



#13 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 25 settembre 2015 - 21:45:09

Sono d'accordo con Romy e Falco sul fatto che la mente possa fare cose incredibili, il punto però è, chi è in grado di usarla sfruttando le sue potenzialità? Pochissimi credo...

Risorgerei,Falco ha scherzato,Io e Falco siamo agli antipodi in relazione al concetto di patologia,quindi non puoi essere d'accordo con lui e con me.Io per meglio farti capire il mio pensiero ti metto il filmato che è la sintesi allargata al mio post di sopra.Falco crede solo nei microrganismi capaci di fare ammalare,non crede nel concetto di terreno ecc.ecc.rappresenta il meterialismo puro calato nella scientificità ufficiale.Romy

 

https://www.youtube....1&v=QDxgGPTE-Fs


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#14 Risorgerei

Risorgerei

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 16 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 26 settembre 2015 - 01:11:57

Dato che ancora non vi conosco, essendo nuova al forum, non avevo capito che Falco stava scherzando.
Grazie del filmato, carino, chiaro e fatto bene.
Vedi Romy, io credo al potere che è in noi per un fatto preciso: una volta da ragazza dovevo sostenere un esame difficilissimo, e dopo mesi di studio massacrante, la mattina della prova ho urtato un piede contro lo spigolo del frigorifero in cucina, facendomi tanto male da urlare, e temendo che per quello avrei dovuto rinunciare ad uscire; però dopo poco il dolore è svanito, e allora io sono andata a dare l'esame, e l'ho passato felicemente; ma, appena tornata a casa, proprio nel momento esatto in cui ho varcato la soglia, il dolore è tornato, tanto forte da ricominciare a strillare, e non solo, il piede, che era stato normalissimo tutta la mattina, si è di colpo gonfiato a dismisura, obbligandomi a stare a letto per diversi giorni.
Ora, mi pare chiaro che qualcosa in me, sia pure a livello non cosciente, dopo tanta fatica, aveva talmente voglia di liberarsi di quell'esame per non doverci pensare più, che il mio corpo è stato in grado di sopprimere completamente il dolore e la grave tumefazione al piede per tutto il tempo necessario.
Ho sentito dire che ad alcuni soldati in battaglia accade qualcosa di analogo, ossia che non si accorgono di essere stati feriti anche gravemente fino alla fine del combattimento, cosa che probabilmente permette loro di avere maggiori possibilità di sopravvivere.
Da allora non ho smesso di studiare questo genere di cose, ma ripeto che non sono facili, né immediate come si vorrebbe oggi, ci vuole una vita per sperimentarle e conoscerle nell'unico modo valido, non in teoria ma in pratica.
Poi, certo che i bacilli ed altri fattori patogeni esistono, tuttavia non potrò mai dubitare che se tutti noi sapessimo come fare, potremmo ottenere cose stupefacenti, anche per la nostra salute.
Il problema è che se persone come noi due che sanno che queste facoltà umane esistono senza ombra di dubbio, sono comunque malati, questo significa che nonostante tutto ancora non sono andate abbastanza in profondità nella conoscenza di sé stessi, percorso che in ogni caso dura una vita intera.
Quello che mi dispiace è sentirti descrivere le tue esperienze in merito come una fase del passato, perché secondo me anche se possono esistere fasi di stasi o scoraggiamento, anche lunghe, chi è portato o destinato a quelle ricerche non dovrebbe mollare mai.
Tutto ciò, fermo restando che la tendenza di alcuni medici a strumentalizzare il concetto di psicosomatica restringendolo per loro comodo alle sole malattie di cui non capiscono un accidente, mentre quelle che sanno curare per loro avrebbero cause fisiche ed organiche, è stupidissimo, perché ovviamente nega l'idea dell'unità psicofisica che è alla base della psicosomatica stessa, ed ha conseguenze molto pericolose per noi malati di patologie rare, che ci sentiamo spesso non capiti e trascurati.
Se si smettesse di polemizzare tipo Guelfi e Ghibellini, tra idee antitetiche, come fa chi crede nelle poco esplorate grandi facoltà umane, in contrapposizione a chi invece le nega e crede solo al materialismo, e si ammettesse invece che la realtà ha molte facce, e che le malattie hanno molteplici cause, saremmo tutti più vicini a quel poco di verità che a noi umani è dato conoscere.

Messaggio modificato da Risorgerei, 26 settembre 2015 - 01:23:29






Anche taggato con CBT;GET;, APT;, Studio;, esercizio fisico;, ME/CFS;, The Lancet Psychiatry;

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.