Vai al contenuto

Foto

Approfondimento vaccini a rischio

vaccini antrace gulf war syndrome CFS

  • Per cortesia connettiti per rispondere
13 risposte a questa discussione

#1 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 28 gennaio 2016 - 01:04:54

Ancora non riesco a togliermi dalla testa la sindrome della guerra del Golfo e che i sintomi che la caratterizzano sono praticamente gli stessi di molti in questo forum.

Spesso nei casi di GWS si parla di contagiosità famigliare.

Le terapie provate sono praticamente le stesse utilizzate nella CFS.

La causa di questa sindrome non sta in una semplice intossicazione da pesticidi, metalli o altro: le intossicazioni non si trasmettono alla famiglia.

Rimane l'ultimo imputato: il vaccino contro l'antrace, che sembra aver dato non pochi problemi.

Il vaccino in questione proviene da batteri attenuati, acapsulati, ritenuti non virulenti. Ha dato effetti collaterali quasi da subito.

Alcuni puntano il dito verso la somministrazione concomitante di altri vaccini: il vaiolo, la peste, la tularemia...

La questione è tuttora aperta.

A molti reduci della guerra del golfo , dopo anni di battaglie, è stata assegnata un'invalidità.

 

 

Volevo chiedervi appunto se qualcuno aveva mai pensato a questa patologia (l'antrace), se ha fatto esami a riguardo...

So che è una malattia generalmente letale, ma in forma attenuata o mutata...

 

Ho cominciato ad approfondire un po' e ho trovato che le tossine vanno ad interferire con la capacità delle membrane cellulari, con alcune popolazioni di linfociti e cellule dendritiche, che consumano un sacco di atp (energia), creano problemi mitocondriali e altri vari squilibri compatibili con i nostri disturbi.

 

Ci vorrebbe un medico o un biologo per rispondere alla tonnellata di domande che mi si ammucchiano nella mente... ma chi ti prende sul serio?

Possibile che qui non ce ne sia uno??



#2 cielo

cielo

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 295 messaggi

Inviato 01 febbraio 2016 - 13:26:39

Garth Nicolson prof. di biologia molecolare sostiene che una percentuale di casi da sindrome era causata da un batterio il Micoplasma incognitus, un batterio geneticamente modificato.

Mi sembra di aver letto che un'ipotesi era che il batterio fosse stato modificato per farne un'arma batteriologica e in qualche modo abbia poi infettato materiale per vaccini.

Il campo di studio e ricerca di Nicolson era il cancro, ma dopo che sua figlia (veterana del golfo) e successivamente anche la moglie si ammalarono della sindrome comicio' a studiarla. E trovo appunto quest'eziologia di tipo infettivo.

La cura e' relativamente semplice, seppur non facile perche' il batterio e' ostico da rimuovere, e si basa su antibiotici a lungo termine. Oltre a suoi familiari anche diversi veterani sono stati curati con il suo protocollo.

Nicolson sostiene che in successive ricerche di aver riscontrato infezioni da micoplasma oltre che ad altre infezioni croniche (Lyme, coxiella ecc.) anche in soggetti con ME/CFS.

 

https://en.wikipedia...rth_L._Nicolson

 

 

http://www.ncf-net.o...m/nicholson.htm



#3 milos

milos

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 55 messaggi

Inviato 01 febbraio 2016 - 14:01:18

@cielo e' un retovirus o questo micoplasma incognitus ? e se e' cosi' perche' non veniamo curati ?


Messaggio modificato da milos, 01 febbraio 2016 - 14:03:36


#4 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 01 febbraio 2016 - 22:04:15

I sintomi che ho riscontrato nelle persone che conosco interessano distretti nervosi specifici (cioè i sintomi sono limitati all'area innervata da un nervo, ad esempio nervo trigemino, pudendo...), peggiorano col sole, sotto stress e col cortisone.

Per questo ho pensato a una componente virale, non per forza un virus intero, pensavo piuttosto a vettori virali, quelle parti di virus che, inattivati, vengono usati nei vaccini, ma anche nella terapia genica e nell'ingegneria genetica. Questi vettori possono portare anche a fenomeni di autoimmunità e a mutazioni genetiche, ricombinazioni con virus endogeni e conseguenti riattivazioni, altre manifestazioni spesso riportate da persone con il nostro tipo di patologie.

Inoltre ho pensato ai problemi nello smaltimento delle tossine (metalloproteine che non funzionano...) e nelle proteine implicate nell'adesione cellulare (permeabilità delle membrane)... ho controllato il meccanismo di azione dell'antrace e qualcosa torna, anche se ancora ho approfondito troppo poco.

L'ipotesi che volevo sottoporvi era proprio questa: non potrebbe essere un vaccino contro l'antrace con vettori virali, o qualche altro problema dato da vaccinazioni multiple o contaminate da virus animali (xmrv)?



#5 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 02 febbraio 2016 - 01:32:10

Oggi e da svariati giorni si stanno toccando,nella nostra Società,moltissimi argomenti interessanti,tra cui le vaccinazioni,ecc.ecc.,che riflettendoci sopra,non ci vuole una grandissima preparazione......mi sono ricordato del "Mito della Caverna di Platone"Mito su cui,William W.Atkinson scrisse un grande libro di crescita interiore nel 1971 dal titolo"Nuovo Pensiero",libro bellissimo da leggere anche tra le righe e studiarlo parola per parola come feci io a suo tempo,quel libro mi diede tanta felicità e serenità,che mi sgorgo' da una Consapevolezza maggiore della vita che lievito' automaticamente in me.Romy

 

Per meglio capire le cose della vita........

Il mito della Caverna di Platone

Nella caverna si trovavano uomini incatenati con il volto rivolto verso una delle sue pareti, sulla quale i loro aguzzini proiettavano con l'ausilio di un fuoco ombre di oggetti e statuine.
Tale proiezione rappresentava per gli schiavi il mondo di sempre, non avendo mai conosciuto realtà diversa oltre a quella proiettata di fronte a loro.
Un giorno uno degli schiavi riuscì a liberarsi dalle catene fuggendo così dalla caverna dirigendosi verso l'esterno, dove fu travolto dall'estrema bellezza e luminosità di una nuova realtà: nonostante l'impatto con questa nuova luce fosse doloroso, la natura e il mondo libero là fuori gli apparvero in tutta la loro veridicità.
Decise quindi di tornare indietro per aiutare e liberare i suoi compagni schiavi; quando però si trovò a raccontargli quello che aveva visto, ovvero che la realtà che conoscevano era una finzione, essi reagirono deridendolo e minacciandolo, rifiutando il suo aiuto e preferendo rimanere in quella condizione.


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#6 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 02 febbraio 2016 - 07:01:24

Romy.. che verità hai voluto far presente.. rispecchia benissimo ciò che sta succedendo in questa società'...continuamente.. noi siamo purtroppo minoranza..
E così vale anche per i pochi scienziati che vogliono veramente aiutarci....

#7 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 03 febbraio 2016 - 19:07:53

Ma nessuno conosce qualche biologo o medico?

Io non mi sono ancora arresa e appena posso chiedo, ma in genere i medici che incontro o non hanno tempo nè interesse ad approfondire o ti prendono poco sul serio, quando non ti danno quasi apertamente della "fissata"! E non è che vado da loro come una pazza, convinta, spiegando come la penso, porto referti, faccio domande, espongo i fatti e cerco di portarli a seguire i miei ragionamenti, ma niente!

 

Romy, speriamo che qualcuno scelga la luce!



#8 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.368 messaggi

Inviato 04 febbraio 2016 - 00:01:10

Romy.. che verità hai voluto far presente.. rispecchia benissimo ciò che sta succedendo in questa società'...continuamente.. noi siamo purtroppo minoranza..
E così vale anche per i pochi scienziati che vogliono veramente aiutarci....

penso ke Romy abbia voluto dire(una volta quand'ero grande interpretavo i sogni ^_^  ) ke gli schiavi incatenati rappresentano noi malati di cfs,fm,mcs

le ombre sono le convinzioni che ognuno cerca di costruirsi per difendersi/capire/accettare la malattia..(lo stress,i geni,l'inquinamento...,i carcerieri sono i "potenti" : i governanti, gli scienziati,le assicurazioni sanitarie e le multinazionali del farmaco.....cioè quelli a cui "conviene" per diversi motivi tenerci schiavi.....

quello che è uscito fuori ed ha conosciuto la verità(la liberazione è solo mentale naturalmente...) sono io :wacko:......ma voi non volete credermi ,mi evitate e mi combattete

perchè volete credere alle vostre amate ombre :o.......



#9 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 04 febbraio 2016 - 09:30:41

Falco.. non dice però che via ha scelto colui che ha visto l'altra realtà. ...
Se poi soccombe o no...
Spero abbia scelto di riscappare!!
Voglio interpretarlo così...

#10 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 05 febbraio 2016 - 18:08:45

Falco.. non dice però che via ha scelto colui che ha visto l'altra realtà. ...
Se poi soccombe o no...
Spero abbia scelto di riscappare!!
Voglio interpretarlo così...

Per Platone la ricerca della verità è la via da seguire per migliorare la condizione umana.

Io penso che, al di là di come la pensa ognuno di noi, ricercare la verità sulle nostre malattie, capire quali siano i meccanismi sottostanti, non è solo una scelta filosofica ma l'unica alternativa che abbiamo se  vogliamo avere una speranza di cura o guarigione... o perlomeno per non far ammalare qualcun altro.



#11 cielo

cielo

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 295 messaggi

Inviato 06 febbraio 2016 - 13:31:58

I micoplasma sono batteri, mi sembra i piu' piccoli che ci siano. Alcune specie come l'incognitus non sono facili da debellare ma si curano con antibiotici a lungo termine. Antibiotici di basso costo.

@cielo e' un retovirus o questo micoplasma incognitus ? e se e' cosi' perche' non veniamo curati ?

Credo il problema sia prima di tutto di mancanza di studi che dimostrino che presenza reale ci sia di queste infezioni. Un po' come la Lyme. Per cui esami specifici per rilevarne la presenza non vengono fatti di norma.

Hanno comunque un effetto deprimente del sistema immunitario per cui possono aggravare o riattivare infezioni virali. Ricordo alcuni studi dove si associava la presenza di certe specie di micoplasma ad un'accelerazione della progressione dell'HIV.


Messaggio modificato da cielo, 06 febbraio 2016 - 13:32:42


#12 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 08 febbraio 2016 - 00:16:03

I micoplasma sono batteri, mi sembra i piu' piccoli che ci siano. Alcune specie come l'incognitus non sono facili da debellare ma si curano con antibiotici a lungo termine. Antibiotici di basso costo.

@cielo e' un retovirus o questo micoplasma incognitus ? e se e' cosi' perche' non veniamo curati ?

Credo il problema sia prima di tutto di mancanza di studi che dimostrino che presenza reale ci sia di queste infezioni. Un po' come la Lyme. Per cui esami specifici per rilevarne la presenza non vengono fatti di norma.

Hanno comunque un effetto deprimente del sistema immunitario per cui possono aggravare o riattivare infezioni virali. Ricordo alcuni studi dove si associava la presenza di certe specie di micoplasma ad un'accelerazione della progressione dell'HIV.

I micoplasmi, sono stati riscontrati in molti pazienti cfs e gws, ma non in tutti. In alcuni si trovano borrelia, rickettsia ecc.

Secondo me l'aumentata sensibilità a queste infezioni è una conseguenza di un malfunzionamento delle barriere dell'organismo (potrebbe essere un'aumentata permeabilità membranaria così come un deficit immunitario o entrambi) secondario ad un altro fattore.

Sul forum ci sono persone che si sono curate con i protocolli per micoplasma, Lyme, ecc. ma non sono mai guarite. Alcune sono addirittura peggiorate. Perchè?

Come si spiegano i fenomeni di autoimmunità?

E la diffusione dei sintomi per "distretti" nervosi? Ho pensato con le riattivazioni virali, ma se gli esami di virosi in atto o recente sono negativi?!Qualcosa non torna!

Secondo me c'è dell'altro.


Messaggio modificato da Tina.B, 08 febbraio 2016 - 00:17:30


#13 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.368 messaggi

Inviato 09 febbraio 2016 - 00:06:52

Io penso ke un virus lento o retrovirus lento potrebbe spiegare tutto...

#14 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 09 febbraio 2016 - 18:25:23

Io penso ke un virus lento o retrovirus lento potrebbe spiegare tutto...

Potrebbe essere un qualche tipo di virus mutato, ma i virus in genere sono più aggressivi...

Mi viene piuttosto da pensare alle sperimentazioni di vaccini con vettori virali (retrovirus e virus adenoassociati) che in teoria dovrebbero essere inattivi ma che tendono a ricombinarsi  con i virus latenti nel nostro organismo (Herpes, hbv, cmv...), creando virus attivi, o ad interagire con il nostro dna creando mutazioni (vedi casi di gente che oltre a cfs e fibro, scopre di avere malattie genetiche di cui prima non aveva mai manifestato sintomi).

Inoltre questo tipo di vettori, integrandosi nelle nostre cellule, da origine a fenomeni autoimmuni.

Naturalmente questi vettori si portano dietro dna, batterico nel caso dei vaccini...

E quando danno origine a complessi attivi, sono contagiosi.

Trovo assurdo che non si riesca a trovare un medico che si ponga il problema di ragionare sopra questa ipotesi.

Mi sembra che ci siano un po' tante coincidenze... 

Magari mi sbaglio, ma vorrei qualcuno che mi dicesse dove e perchè!

 

E poi tutti quei veterani della guerra del Golfo con i nostri stessi sintomi... la faccenda è troppo sporca!

Mi rifiuto di pensare che i medici non sappiano più di quello che vogliono farci credere!







0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.