Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Soluzione Per La Fibromialgia?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
168 risposte a questa discussione

#31 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 13 luglio 2010 - 14:23:36

Quali probiotici? i fermenti lattici probiotici sono acidofili, per sopravvivere al'ambiente acido dello stomaco, quindi difficilmente attecchiscono nell'ambiente più basico dell'intestino. Il componente salutistico dello yogurt sono le fibre insolubili che si formano durante la fermentazione del latte.
Come probiotico ti consiglio l'alfa-lattoalbumina (Serplus), inoltre integra con fibre insolubili, es yogurt, succo di aloe vera, frutta e verdura.
Aumenta l'apporto di grassi, riduci i carboidrati.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#32 gatta

gatta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 334 messaggi

Inviato 13 luglio 2010 - 14:47:10

Quindi dovrei mangiare più carne e pesci grassi?!?

Una cosa strana, sono praticamente dipendente dal latte la mattina, però non riesco a digerire lo yogurt... ho sempre mangiato molta pasta, ho diminuito da un pò, anche rinunciando in alcuni giorni...

Sono in cura dal Dott. Cavallino con l'omeopatia di risonanza...leggendo i tuoi post sull'intestino ho deciso di chiamarlo per farmi consigliare dei probiotici che non prendo mai, mi ha consigliato ACRONELLE caps 2 volte al g.

Per quanto riguarda l'alimentazione sono molto accurata, scelgo cibi sani, mangio già molta frutta e verdura...il mio è un forte stress...anche da bambina avevo il colon irritabile e almeno 2 volte all'anno soffrivo di tremende coliche intestinali che mi curavano con il BUSCOPAN...
Pensi sia utile a me il serplus, e che non possa interferire con la mia cura?!?

Grazie!

#33 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 13 luglio 2010 - 15:50:21

Usa olio di oliva extravrgine i grassi vegetali sono più insaturi di quelli animale.
L'acronelle è ottima per il suo contenuto in inositolo, magnesio stearato, vitamine del gruppo B, acido folico.
Aggiungerei anche lo zinco, il Serplus e fibre insolubili,es succo di aloe vera.
La niancina viene sintetizzata nel ns corpo a partire dal triptofano, da essa si forma la nicotinammide precursore della NAD. Queste reazioni sono facilitate dall'esposizione al sole. Anche la sintesi della serotonina à aiutata dal sole.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#34 gatta

gatta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 334 messaggi

Inviato 13 luglio 2010 - 20:00:34

E questo spiega il fatto che nel periodo estivo sto meglio...al mare sto bene...anche se mi stanca un pò.
Nel periodo invernale per me è tragico...è come se avessi una sorta di allergia al freddo con perenne influenza, non riesco mai a capire quando realmente
contraggo quel virus...
Sono anche fibromialgica, penso atipica, ho dolori solo lato cervicale destro e spalle...

Complimenti per la tua preparazione...
e ti ringrazio per la disponibilità...

#35 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 13 luglio 2010 - 20:13:49

paolo sei un tesoro :), grazie..

ma veramente, fammi un favore fai un esperimento..fallo per non buttare al vento "le mie tesi", e quelle di Romy..ma, non solo, anche quelle di Pfeiffer..fallo per ottimizzare il tuo lavoro ed il tuo prodotto!!!
valuta scientificamenti la tesi dell'istamina...
accertati con esame istamina, se il "gruppo" che corrisponde più positamente al Serplus, dunque alla serotonina, possa corrispondere a persone con istamina alta o bassa!!

perchè le risposte nulle o negative per me dipendono dal fatto che la serotonina possa aumentare istamina a già istadelici!!

se leggi Pfeiffer i soprametilati hanno bisogno di niacina...
i sottometilati abbisognano di B6 e metionina...di abbassare istamina che è alta...e la serotonina è bassa! (vedi al punto 3..del documento sotto al link)

scusa se insisto...
ti metto due documenti di pfeiffer che ti aiutano a capirci qualcosa e che non sono "fusa"..sono difficili, lo so..ma abbi pazienza...ora con sto fatto che hai fatto anche tu degli esami dell'istamina...dacci dentro..secondo me, lì si basa la medicina del futuro, l'ortomolecolare!
http://www.genitoric...d=99&lang=it_IT

e tutta la teoria di Pfeiffer sui "terapia ortomolecolare per i disturbi mentali"
http://www.pforster.....htm#Istapenia1

#36 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 13 luglio 2010 - 21:00:37

volevo aggiungere solo una cosa...
non è che non abbia capito che, secondo te, l'istamina derivi dalla decarbossilazione che dipende dalla permeabilità intestinale..ma io credo che derivi anche da un fatto genetico, se non epigenetico (ossia che il difetto abbia imput da ftto mentale/spirituale/energetico)..insomma anche l'istamina è il prodotto di multifattori di un organismo nella sua globalità..ma voglio dire...tanto per aiutare quel poco o tanto che si può aiutare, per definire nel miglior modo il ruolo della serotonina in un individuo..anzi in quel gruppo di individui sottometilati o sovrametilati della moderna scienza ortomolecolare..

#37 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 13 luglio 2010 - 21:54:30

io non penso che ci sia una causa effetto tra serotonina e istamina, ci sono persone che hanno bassi livelli di serotonina e alti livelli di istamina, come persone che hanno bassi livelli di serotonina e bassi livelli di istamina. Dipende dai ceppi alterati di flora batterica intetsinale, Se prevale la disbiosi el trp avremo bassi livelli cerebrali di serotonina e bassi livelli di NPY, se prevale la disbiosi dell'istidina avremo elevati livelli di istamina. Ognuno di questi neurotrasmettitori e neuropeptidi è responsabile di qualche effetto. A noi piace raggruppare i sintomi e catalogare, sepraiamo chi ha gli occhi azzuri e i capelli biondi da chi ha gli occhi azzuri e i capelli neri, ma le 2 caratteristiche sono indipendenti. Chi è carente di serotonina sarà depresso, o epilettico o avrà disturbi del sonno, chi ha troppa istamina sarà cefalgico. Se uno ha sia poca serotonina ed elevata istamina sarà fibromialgico, ma la sua emicrania è identica a quella degli emicranici, la scarsa serotonina significa anche scarso NPY quindi avrà anche una bassa soglia del dolore, quindi della fatica. Questo non è diverso dal senso di fatica della sclerosi multipla, certo nelle SM ci sono le placche di amiloide, in quanto oltre ad una disbiosi del trp, dimostrata da monaco e mutani nel 1979, c'è anche una elevata permeabilità intestinale che scatena una risposta anticorpale.
Se iniziassimo a curare i sintomi, invece delle patologie, sarebbe molto più semplice.
la scarsa serotonina nei fibromialgici porta a crisi epilettiformi, nell'autsimo è elevata l'incidenza di epilessia, negli epilettici è elevata la depressione, maggiore non reattiva allo stato di salute.
Nella FBm è elevata l'incidenza di IBS, curioso, mr Parkinson nel suo lavoro originale descrive che tutti i pazienti da lui osservati avevano problemi gastrointetsinali. Il 65% dei depressi ha problemi gastrointestinali, nell'autismo il ruolo dell'intestino è evidente. Se andiamo ad esaminare le co-morbidità scopriamo che casi "puri" sono rari, ognuno ha una gamma di co-morbidità. Un depresso epilettico o un epilettico depresso, un cefalgico insonne o una insonnia con cefalea...
Le cose si complicano perchè in base all'etichetta scelta si cambia medico, l'esperto dei disturbi del sonno non cura le cefalee, l'epilettologo non cura la depressione, anche se spesso ricorrono agli stessi farmaci: gli antidepressivi sono anche anticomiziali e viceversa. Facendo il grande salto cervello intestino ci accorgiamo che gli stessi farmaci efficaci nel cervello, vengono largamente usati per problemi intestinali. Ma i farmaci hanno una F molto grande, nessuno si stupisce di un loro effetto panacea, se la fluoxetina viene prescritta sia per fermare la diarrea che come antidepressivo nessuno ci fa caso.
In realtà anche il signor farmaco, nonsoatnte sia stato così accuratamente studiato per finire dritto dritto nel cervello, agisce a livello intestinale
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#38 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 13 luglio 2010 - 22:20:44

Un naso lungo, le orecchie a sventola, l'altezza, la corporatura, sono tutti fattori trasmessi geneticamente. Così anche l'architettura cerebrale, le zone deboli verranno trasmesse geneticamente. Nel momento che il supporto di neurotrasmettitori e di neuropeptidi diminuirà il cervello andrà in uno stato di sofferenza, non sarà più in grado di autoripararsi e le zone più fragili saranno le prime a rompersi. così genitori cefalgici avranno figli cefalgici, genitori depressi figli depressi, etc.

Il funzionamento del cerevllo non dipende dal numero di neuroni, ma dal numero di circuitazioni. LA maggior parte di queste si formano nei primi giorni di vita. La serotonina cerebrale raggiunge il massimo di concentrazione intorno ai 5 anni, poi cala sino al 50% nell'adulto. nell'autismo, invece, continua sempre a salire, ma non raggiunge mai nemmeno il livello dell'adulto.
dato il legame con il trp a bassi livelli di serotonina corrisponderanno bassi livelli di NPY, che à l'elettricista del ns cervello, responsabile di realizzare le circuitazioni. I primi giorni di vita il ns cervello esprime il massimo della sua neuroplasticità, il bambino conosce il mondo che lo circonda, fissa ricordi elabora immagini (per questo dorme tanto, il sonno rappresenta il momento delle elaborazioni dell'esperienze vissute, indispensabili per poter associare il concetto di cane sia ad un mastino che ad un carlino). Una volta svolto il grosso del lavoro al ns elettricista rimane solo la manutenzione, sostituire qualche neurone danneggiato sintetizzarne di nuovi.
Se volete stupirvi con il serplus proponetelo ad uno che abbia avuto, da poco, un ictus, il recupero sarà favoloso.

Molti riportano l'inzio della patologia con un fatto accidentale. E' dimostrato che un trauma cranico produca, dopo 3 giorni, il collasso della membrana intestinale, quindi elevata permeabilità intestinale e processi infiammatori. E' soprendennte come un danno cerebrale possa provocare un danno intetsinale sia funzionale (permeabilità) che fisico. Il 95% delle informazioni tra i 2 cervelli vanno dall'intestino al cervello. E' possibile, allora, che un danno intestinale produca un danno cerebrale?
In un esperimento sono state provocate ulcere nello stomaco di animale con HCl ed è stato visto che la quantità di ulcere che si formano dipende dalla dose di sostanza epilettogena iniettata nel cervello. In un altro esperimento è stato osservato che produrre una infiammazione intestinale con un olio urticante abbassa la soglia convulsiva in animali sottoposti a modelli di epilessia.
Per anni abbiamo studiato i ns organi come avulsi dal corpo, il futuro è comprendere precisi meccansimi di controllo endogeno e trovare dove sono i tasti per attivarli.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#39 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 14 luglio 2010 - 09:27:22

ok.. paolo..
io continuo a "ragionare" con te (sperando che non pensi il contrario...:))..non perchè io abbia alcuna sicurezza, anzi, ma per capirci di più..
ma hai letto qui..penso proprio ci siano studi scientifici su qs affermazione di Pfeiffeer..di cui al numero 3:
"La prima fonte di methyl e' l'aminoacido methionine , un costituente delle proteine dietetiche . Nonostante l'assunzione dalla dieta , ci sono pazienti con una tendenza verso la sottometilazione .Questa condizione sembra essere associata con alcune o tutte le seguenti caratteristiche :
1 ) storia di allergie stagionali , perfezionismo , e/o tendenze ossessivo-compulsive
2 ) abbassata misurazione di homocysteine
3 ) basso livello di seratonina , come determinato da una storia di risposte positive a farmaci SSRI e
4 ) sovraccarico di acido folico , come determinato da una soria di risposte negative a dosi terapeutiche di acido folicoù

Poiche' la sottometilazione puo' andare a finire in poverta' di homocysteine e cystathione per il problema del sulfur , cio' puo' portare ad una sottoproduzione di glutathione, cysteine, e metallothionein,che sono necessarie per proteggere dal mercurio , piombo , cadmio , ROS , e altre forme di stress ossidativo , uno stato che noi crediamo esistere nei pazienti autistici "

Ecco io volevo tu stimassi il fatto che, certo un emicranico può avere certi sintomi sia se ha istamina alta che bassa, e lo stesso vale per altri malati di malattie croniche .ma, a parte i sintomi, io credo si debba valutare la propria propensione metabolica/genetica.,.

IO CREDO, CHE "DEBOLEZZE" DEL ,METABOLISMO SE SI SBAGLIA DIETA O SI DIVENTA DISBIOTICI, AGGRAVINO IL QUADRO..O MEGLIO CHE IL DIFETTO STESSO, COME DICEVI , SIANO ANCHE A ORIGINE DELLA DISBIOSI...
PER CUI, SI', DARCI DENTRO CON I NEUROTRASMETTITORI "BUONI" COME SEROTONINA, MA NEL CONTEMPO AIUTARE UN DEBOLE METABOLISMO (VEDI PFEIFER) O MEGLIO TENDENZA CHE ANDREBBE GIÀ MIGLIORATO SOLO CON DIETA SE UNO SAPESSE BENE A COSA È INTOLLERANTE..(nn solo il contrario come dici tu;)::)..o magari le due tesi possono complementarsi e compenetrarsi..un po' e un po'..e di conseguenza, si possono trovare modi per agevolare sia la tendenza innata, sia quella acquisita..

per me esistono persone a cui fa bene carne e a chi fa bene carbo, o latticini..e dipende dal fatto di essere più o meno metilati, dall'istamina..forse dal gruppo sanguigno..

non solo da inserire SEROTONINA...
purtroppo la malattia è globale..come la salute..

tu dicevi che non ci sono correlazioni occhi/capelli, ok..io non sono una biologa.anzi;)..ma penso che i "caratteri" esterni abbiano un foglietto embrionali diverso da quelli interni ( che poi non so cosa sia un "foglietto genetico"..)..e poi, certo, che la genetica si modifica con l'epigenetica, con la tua mente e con gli stili di vita, l'aspetto cognitivo, dunque anche educativo (se non karmico) con cui si approccia alla vita e l'incidenza di un trauma e della propria sensibilità sui fatti della vita...

ma quello che voglio capire è ok...CURARE LA DISBIOSI È FONDAMENTALE..
...ma, spiegami un po'...
tu parlavi di decarbossillazione di aminoacidi!!!! che provoca disbiosi..
mi interessa questo fenomeno...capirci di più..
la dercabossillazione cos'è??! è legata solo alla permeabilità intestinale o a un fatto di metabolismo??!
o meglio, ok...la tua posizione ho capito che è quella..che prima, tra uovo e gallina, viene il Serpus :) e la disbiosi..da carenza da serotonina..io, non voglio dire che non è così..voglio sapere se sia possibile appunto anche una componenente genetica, su cui poter intervenire per aiutare "il tutto" a ripristinarsi...

sto rendendomi sempre più conto che la Nostra salute dipende da un grandioso insieme di frecce...in orizzontale...e la salute è l'equilibrio tra il loro orientamento: se si hanno più frecce verso il basso :MALATTIA....al contrario, più verso l'alto: SALUTE!

direttore di orchestra sono la psiche , lo spirito..."sotto direttori "che aiutano il lavoro principale, l'INTESTINO/NUROTRASMETTITORI (curare disbiosi, eviatere cibi a cui si è intolleranti- almeno finchè non si cura disbiosi, disintossicarsi dai METALLI PESANTI...che creano disbiosi...)..ma nella DISINTOSSICAZIONE entra in ballo anche la genetica ed il metabolismo..per cui agire a favore, della propria tendenza genetica che grida alcuni bisogni (vedi Pfeifer)...di alcune sostanze fisiologiche: medicina ortomolecolare..

un'altra domanda..
tu parlavi di barriera intestinale che cade con trauma cervello..io direi di più: qualsiasi grande trauma, anche di natura psicologica ( non so se l'abbiano mai studiato scientificamente, come nel caso, del trauma cerebrale) può fare cadere la barriera!!????
poi, ti volevo chiedere..ma la "BARRIERA EMATOENCEFALICA"..è simile a quella intestinale??!

Noi ME/CFS/FM..e autoimmuni, neuropatologici vari..non abbiamo solo la barriera intestinale a pezzi ma anche quella ematoencefalica!ed una volta "rotta" la ematoencefalica, che mi sa, può cadere all'improvviso..(magari per trauma e forte stress, al limite vitale, più o meno a seconda dei sintomi), come quella gastrointestinale..una volta caduta succede che il cervelllo si infiamma ( a vari gradi) in modo disseminato (in america la me/cfs è comparabile alla SM, ma a differenza della sm, che ha infiammazioni definite, localizzate, acute..Noi abbiamo, una encefalite disseminata.
é comparabile ad una colite nell'intestino!!!;), abbiamo una "encefalite" : infiammazione cerebrale, più o meno forte...
il che, tu dici, dipende dal "primo cervello" che è l'intestino!!
ok, non hai torto...e come nell'intestino può cadere per traumi e stress, lo stesso accade ne cervello...??!!!per me sì..poi ci saranno tossinee di ogni tipo appunto, partite dai scaricatori di "materiale tossico" dall'intestino....caduta la prima difesa, può partire anche la seconda..
ma spiegami, per favore, cos'è la bartriera ematoencefalica.??è comparabile a quella gastrica...
e quando diventa permeabile la barriera del cervello, basta curare quella dell'intestino immagino..
ma non ci sono alimenti buoni che nutrono anche la barriera emato...come esistono quelli per la gastro...
..
scusa la mia ignoranza;)

#40 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 14 luglio 2010 - 11:23:30

tu parlavi di decarbossillazione di aminoacidi!!!! che provoca disbiosi..

no è la disbiosi che provoca una eccessiva ecrabossilazione degli ammino acidi. Gli ammino acidi sono molecole che possiedono 2 gruppi funzionali, un gruppo ammino -NH2 e un gruppo acido -COOH il gruppo acido viene chiamato carbossilico, nella decarbosilazione si trasforma in CO2, lasciando alla molecola il solo gruppo amminico.

La barriera ematoencefalica è molti simile a quella intestianle, in quella cerebrale le tight junctions, ovvero le giunzioni cellulari sono ancora più strette, quindi consentono un maggior controllo delle sostanze ceh entrano, chiaramente se sono integre.
Entrambi sono una specie di filtro che fa passare solo ciò che ritiene utile. Mentre nell'intetsino alcune sostanze possono passare per diffusione attraverso il doppio strato lipidico, in quella cerebrale il passaggio avviene mediante sitemi di trasporto attivo che riconsocono un elemento e lo trasposrtano dentro le cellule cerebrali.

I folati sono indispensabili in quanto da essi dipende l'ultima difesa immunitaria nel fegato. se l'intestino diventa troppo permeabile il lavoro dei folati nel fegato aumenta, sin tanto che non ce la fanno più.

tu parlavi di barriera intestinale che cade con trauma cervello

non cade, collassa. le giunzioni strette si allargano, l'intestino diventa un colabrodo, perde la capacità di controllare ciò che entra.

certo anche lo stress agisce sull'intetsino, modifica la flora batterica. I primirisultati sono stati ottenuti sui cosmonauti sovietici, lo stress da volo alterava la loro flora.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#41 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 14 luglio 2010 - 12:10:17

grazie...
certo che tu sei criptico..mi tocca dedurre le cose..con il cervello "provato" che ho sono guai per me;)
allora...tu vuoi dire che oltrepassano la barriera emato solo le sostanze che vengono "riconosciute" come buone???..e dunque basta curare disbiosi e prima "difesa" consistente nella barriera GI così al cervello arrivano solo le "cose buone"!!
ma le sostanze tossiche allora perchè entrano e infiammano i cervello??non vengono riconosciute??!
o più facile che si formino già da sole alchemicamente e che mangiando male arrivino dall'intestino alla barriera emato, quelle sostanze cattive che a queel punto quel cervello già malato "riconoscerà"??!!per cui meglio in ogni caso curare intestino per non aggravare la situazione...
????...............................che difficile capirci qualcosa!d'altronde se fosse facile la cosa non staremo qui a discuterne..

#42 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 14 luglio 2010 - 14:37:55

L'intestino, con i suoi 300 m2 di superficie, rappresenta una ns seconda pelle, interna. Ha principalmente il compito di proteggerci, come la pelle, le sue cellule sono molto simili a quelle della pelle.

Il 95% delle risposte anticorpali sono nell'intestino, siamo in trincea! Se qualcosa riesce a passare c'è il fegato, che filtra il sangue, poi siamo nel sangue, quindi in tutti i tessuti, tranne il cervello.A sua difesa c'è ancora una membrana, la barriera ematoencefalica. Già il nome barriera fa capire la selettività di questa membrana.

Se fosse così facile, o meglio se fosse stato così facile, invadere il ns corpo saremo già estinti da secoli.

Se l'intestino diventa un colabrodo non svolge più il suo lavoro protettivo, aggravando il lavoro del fegato (nel quale sono fondamentali i folati). Se anche questo getta la spugna rimane solo la blood brain barrier (BBB), ma se un danno cerebrale, un trauma cranico, mi bucherella la membrana intestinale, un danno intestinale mi può allentare le strette giunzioni della BBB.
Quando piove, per non bagnarsi, si può cercare di passare tra una goccia e l'altra, oppure aprire l'ombrello.
Si può vivere cercando di evitare tutto, oppure ripristinare le ns difese.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#43 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 14 luglio 2010 - 20:09:17

certo...la cosa è CHIARA, finalmente!grazie!

#44 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 15 luglio 2010 - 09:44:23

x romy...studio che avvale tesi ruolo DOPAMINA in FM
http://www.xapedia.i...&w=Fibromialgia

caro dottore..ho detto una bugia:) perchè non volevo più "disturbarlo"..ancora la cosa non mi è chiara..:)

Lei dice che gli emicranici hanno serotonina bassa..a me risulta che l'abbiano alta!!e visto che hanno facilmente (come da suoi studi) istamina alta..ho ragione io a dire che istamina alta=serotonina alta...dunque ISTADELICI con bisogno di metilare ..di composti sulfurei....PREVALE DISBIOSI TRIPTOFANO (per cui bisogna evitarlo)

mentre per fibromialgici la cosa è al contrario..con serotonina bassa e istamina bassa..dunue sovrametilati..che devono evitare composti sulfurei e prendere niacina e SEROTONINERGICI (anche Serplus)!..PREVALE DISBIOSI ISTIDINA

questo è ciò che ho dedotto...

però è anche vero che tutto parte da disbiosi che favorisce decarbossilazione...ma a mio avviso per i sottometilati con serotonina alta introdurre serotonina non è buono..per cui ci vorrebbe altro modo per curare DISBIOSI/DECARBOSSIlAZIONE...esiste???
continua a credere che il 20% che non rispondono a Serplus sono SOTTOMETILATI con ISTAMINA, dunque SEROTONINA già alta!!

ora...quello che non capisco..
ci sono altri modi, buoni modi (magari con BETA- LATTO ALBUMINA??!!) per curare disbiosi/decarbossilazione..per i sottometilati che non possono assumere serotoninergici..

sta mia teoria DUALE è semplicistica, ma mi sembra la più buona..o è, o non è...o SOTTOMETILATI o SOVRAMMETILATI..e le tendenze generali dell'essere umano sono due o YIN o YIANG ..(tant'è che i due gruppi hanno o eccesso o difetto di rame...ecceesso indica "donna"=YIN, allora...i sottometilati sono YIANG..che hanno rame alto..e i sovrametilati sono YIN, perchè hanno rame basso!!)

insomma, a mio avviso, il SUO prodotto è buonissimo per i SOVRAMETILATI con istamina BASSA!!!..che in generale sono la maggioramza della popolazione (quelli con folati bassi e omocisteina alta..dunque, solo quelli che hanno bisogno di ACIDO FOLICO, come leiconsiglia, ..ma un sottometilato ha già folati alti e non deve aggiungerne!!)

io ad es. ho folati alti e omocisteina bassa..in teoria sono sottometilata...ma finche non riesco a far questi cavoli dei esami per dosaggio istamina non ne vengo fuori!! (...non ho trovato laboratorio privato di geenova che la dosa..purtroppo..se può aiutarmi..)
mi sono ripromessa di provare lo stesso il suo prodotto, senza pregiudizi..anzi..con il desiderio enorme di curare la disbiosi intestinale (e di qs siamo certi..un po' meno degli effetti sui miei neurotrasmettitori..ammesso e concesso che abbia capito qualcosa di essi!)

infine...mi spieghi una cosa...se i sottometilati hanno bisogno dopamina..la dopamina deriva anche dalla serotonina..tant'è che qui è ben descritto

"Il sistema dopaminergico, ed in particolare i recettori della dopamina D2, sono implicati nel meccanismo della gratificazione. . L'effetto dell'interazione dei neurotrasmettitori nella regione del cervello mesolimbica induce "gratificazione" quando la dopamina (DA) è liberata dai neuroni e interagisce con i recettori D2 della dopamina.
The sequenza di gratificazioni include il rilascio della serotonina, che a sua volta stimola l'encefalina che a sua volta inibisce il GABA nella sostanza nera, che a sua volta mette a punto la quantità di DA . Si sa che in situazioni normali la DA agisce per mantenere il nostro normale funzionamento. Di fatto la DA è stata soprannominata la molecola del piacere o molecola antistress.
Quando la dopamina è liberata nelle sinapsi, stimola un certo numero di recettori D1 e D5 il che porta ad un generale stato di benessere e ad una riduzione dello stress.
La letteratura sull'argomento ci dice che quando c'è una disfunzione nella meccanismo della gratificazione nel cervello, che può essere causata da varianti genetiche (poligeniche), specialmente nel sistema DA , laddove ci sia una condizione ipodopaminergica , il cervello di questa persona ha necessità di maggiore DA per stare bene. Questa è ad esempio alla base della ricerca sulla assuefazione alle droghe.
Questo perché alcol,cocaina,eroina,marijuana,nicotina,caffeina e glucosio , tutte queste sostanze attivano la liberazione neuronale della DA del cervello, che può raggiungere livelli anormali. Dopo 10 anni di studi possiamo dire che i trasportatori dei recettori DAD2 A1 allele compromettono i recettori D2.
Di conseguenza, una diminuzione dei recettori D2 fa sì che l'individuo sia soggetto a comportamenti compulsivi, impulsivi, come alcolismo, uso di cocaina, marijuana, nicotina, abbuffate del glucosio, mania di scommesse patologica, tossicodipendenza sessuale, ADHD, sindrome di Tourette, autismo, comportamento violento, disordine da stress posttraumatico, comportamenti schizoidi, comportamenti antisociali.

La dopamina circola in quelli che nel nostro cervello sono i centri del piacere. Quest'area del cervello è quella che permette di gioire della vita. Quando lo stress interferisce con la funzione della dopamina, il centro del piacere diventa inattivo. Le normali attività che ci davano piacere non ci danno piacere. Nel caso di grave malfunzionamento della relazione dopamina/endorfine, la vita diventa un incubo, non c'è più piacere .
Un riscontro diretto documento il dimezzamento dei livelli di dopamina nel sistema motorio involontario di individui che assumono Prozac (che inibisce la serotonina). Questa non è una novità: non si può pensare di agire su un solo gruppo di neurotrasmettitori senza intaccare l'intero sistema.
I beta -bloccanti bloccano i recettori beta che rendono nulla l'azione stimolante delle norepinefrine. Vengono ridotti forza e velocità del batto cardiaco. Il fattore di bilanciamento naturale della norepinefrina è la dopamina. "

al link interessantissimo di studi nutrizionali in america per bimbi autistici
http://www.emergenza...ent/view/74/48/

MA ALLORA QUELLO CHE VOGLIO CAPIRE...MA LA SEROTONINA PRODUCE E REGOLA ANCHE LA DOPAMINA..E ALLORA FA BENE ANCHE A CHI HA DECARBOSSILAZIONE DEL TRIPTOFANO...OSSIA FA MALE ALL'INIZIO FINCHÈ SI È DISBBIOTICI E LA SEROTONINA NON ARRIVA AL CERVELLO PER CONVERTIRSI IN DOPAMINA..MA SOLO VA PER IL SANGUE COME UN'AMINA TOSSICA, O MI SBAGLIO??E SOLO DOPO, PASSATA DISBIOSI DIVENTA SEROTONINA UTILIZZABILE??E CONVERTIBILE IN DOPAMINA...

PER CUI BEN VENGA SEROTONINA CHe SI TRASFORMA ANCHE IN DOPAMINA, MA È COME UN CANE CHE SI MANGIA LA CODA FINCHÈ C'È LA DISBIOSI..FA SOLO MALE..ACCIDENTI...
È COME DICEEVA rOMY..UNA QUESTIONE NEUROTRASMETTITORIALE INFINETESIMALE, ED È IMPOSSIBILE GESTIRLA O AVREMO SCOPERTO IL sANTO gRAAL...

CHE DIFFICILE...

"NON MI MANDI A QUEL PAESE;)"





certo a tutti farà bene curare disbiosi intestino

#45 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 15 luglio 2010 - 21:19:09

Cara enrica,

accidenti che confusione!

La serotonina non si tarsforma in dopamina, la dopamina deriva dalla tirosina, come la serotonina dal triptofano. Tirosina e triptofano sono entrambi ammino acidi essenziali, cioè derivano solo dalla dieta. Chi ha poca dopamina avrà elevati livelli di tiramina, decarbossilazione della tirosina, chi ha poca serotonina avrà poco triptofano e tanto indolo e scatolo nelle urine.

Nonostante non sia un suo prodotto di sintesi, la serotonina ha un ruolo gerarchico superiore, controlla tutti i sistemi monoaminergici, compreso quello della dopamina. Il controllo inizia dal momento della formazione del cervello, il primo neurotrasmettitore è la serotonina, che controlla la formazione e lo sviluppo degli altri sistemi.

Questo è quanto riportato sui libri, io mi spingo un po oltre. Il livello cerebrale di serotonina è linearmente correlato con quello di NPY, alto uno sarà alto anche l'altro. Infatti la serotonina è sintetizzata dal trp captato nel cerevllo, la quantità captata dipende da quanto ce n'è nel sangue (in rapporto agli altro LNAAs), ma tanto più c'è ne nel sangue più stimolata sarà la sintesi cerebrale di NPY. In realtà questa funzione di controllo non è della serotonina, ma dell'NPY. In letteratura ci sono misure indirette che confermano il ruolo dell'NPY nella neuroplasticità.

Di acido folico nella dieta c'è ne in abbondanza (nelle foglie delle verdure), inoltre in base ad una moda americana di aggiungere nella dieta, essi sono aggiunti ai cereali, quelli fortificati. L'acido folico va in crisi quanto l'intestino fa passare troppi clandestini nel fegato. Hai presente la diga olandese con il buco che il bambino tappa con un dito. Togli il dito e mettici un secchiello che raccoglie l'acqua e la ributta in mare. Aumenta i buchi e aumenta i secchielli, ma ad un certo punto al diga crolla. Aggiungere folati è come aggiungere secchielli, non riparano la diga.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#46 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 15 luglio 2010 - 23:40:26

ok..grazie ancora...
chissà se mi verranno altri dubbi..o domande da farti...
anzi ..eccola...
poichè molti i Noi hanno problemi anche di disglicemia e tendono a mangiare zuccheri..sicuramente per il fatto della sregolazione del cortisolo o serotonina che sia..è una cattiva idea usare il cromo GFT (il fattore trasporto glucosio) come integratore o andrebbe a interagire con il triptofano?!
e comunque integratori come compleso B, molta B3 e B6, vitam C, E, oli di boraggine, di lino, lecitina...vanno ad interagire col Serplus?aminoacidi come metionina o cisteina?
e erbe lassative (senna, cassia, rabarbaro..)?(in teoria non dovrebbero servire..ma..in caso..)?
e
penso di aver finito..
almeno fino a...
(come avrai capito, mi piace andare a fondo degli argomenti..anche se, poi, è l'esperienza quella che conta..)

Messaggio modificato da enrica2010, 15 luglio 2010 - 23:44:05


#47 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 16 luglio 2010 - 07:12:19

la fame nervosa, bulima, è una disperata ricerca di aumentare la serotonina cerebrale. Vediamo come:

introducendo carboidrati, i bulimici sono anche detti divoratori di snacks, si stimolala risposta insulinica, il livello di insulina plasmatica sale e sposta nei tessuti il glucosio, in questo modo la glicemia scende ed anche l'insulinemia di coonseguenza. L'insulina oltre al glucosio sposta nei tessuti anche i LNAAs, ma in modo differenziato. Vuoi perchè il trp è l'unico LNAAs ad essere legato alle proteine plasmatiche, l'azione dell'insulina sui LNAAs avrà come risultato un aumento del rapporto plasmatico trp/LNAAs, da cui dipende la captazione cerebrale di triptofano, da cui dipende la sintesi cerebrale di serotonina.

Questa è l'azione serotoninergica dei carboidrati, che risultano pertanto essere antidepressivi, migliorare l'umore, anti ansia, il loro effetto collaterale è la bilancia.

L'alfa-lattoalbumina produce lo stesso risultato della risposta insulinica, cioè l'aumento del rapproto plasmatico trp/LNAAs. Inoltre questo non è dovuto al trp contenuto nell'alfa-lattoalbumina, ma ad un'azione pre-biotica dell'alfa-lattoalbumina alivello intestinale che consente di ripristinare un corretto assorbimento del trp, dalla ns dieta, riducendo lo spreco dovuto alla decarbossilazione da parte di flora disbiotica. Questa è la pecularietà dell'alfa-lattoalbumina rispetto anceh ad altre proteine ricche di trp, queste non sono pre-biotiche, il loro apporto di trp finisce per essere decarbossilato, è come aggiungere paglia a un fuoco.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#48 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 16 luglio 2010 - 08:45:54

sì..grazie..
ma si possono prendere altri itegratori, non ci sono problemi, vero?!
esistono vitamine o aminoacidi che decarbossilizzino???

NB: se non ne può più i rispondere, basta che me lo dica;)...
purtroppo in qs mia realtà, mi è sparito il senso della vergogna..e faccio più che posso per arrivare a qualcosa, anche al di là della mia dignità
..e sa chi mi ha costretto a divenire così.?..la classe medica...che mi ha sempre chiesto tempo, energie e soldi..e dato il minimo, anzi di "peggio"..

..ma Lei non è un medico..è un chimico, si vede..:)

#49 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 16 luglio 2010 - 09:35:55

può assumere tutti gli integratori che vuole, ma in un intestino disbiotico subiranno processi assorbitivi/fermentativi diversi, anomali, alterati rispetto ad un intestino sano.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#50 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 16 luglio 2010 - 10:48:44

Oltre alla solita disbiosi di noi cfssini, io ho anche la candida intestinale (in seguito all'assunzione di antibiotici per questioni dentistiche), che non mi va via in alcun modo. Ho provato tutti i fermenti possibili e immaginabili. Ho preso anche il serplus, per sei mesi, aloe, etc, ma non è successo niente, non è passata nè la candida nè la disbiosi.

#51 enrica2010

enrica2010

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.768 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:veneto

Inviato 16 luglio 2010 - 14:32:26

mi dispiace...

hai provato con lo SPORANOX??!

#52 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 16 luglio 2010 - 14:52:35

mi dispiace...

hai provato con lo SPORANOX??!

 

No, sono un po' diffidente, qualcuno è peggiorato. Il mio medico ha detto che dipende dal fatto che il mio sistema immunitario è depresso.

#53 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 16 luglio 2010 - 15:16:53

Caro Akela,

coprendo il tuo sconforto. E' proprio la disbiosi a provocare la candidosi, cioè patologie legate alla candida. In realtà la candida, che è un micete (fungo) è presente in tutti noi, praticamente dalla nascita, e svolge un ruolo simbiotico nella fermentazione degli zuccheri. La candida è dimorfica, cioè si presenta in due forme una simbiotica e l'altra patogena.

E' noto che l'uso di antibiotici faciliti la manifestazione della candida, proprio per l'azione aggressiva degli antibiotici a livello intestinale.
I rimedi naturali per la candida sono:


1) The use of Garlic as either a supplement or rubbing it on the infected area.

2) Eat yogurt. This acts like as an immunization by adding the bacteria into your system. You can also add yogurt right to the infected area.

3) The use of herbal anti-fungals and probiotics. These contain beneficial bacteria which treats Candida.

4) Strict Candida diet involving the elimination of processed sugars, white starches and foods containing yeast while adding more foods enriched with Omega-3 oils.

5) Increase your fiber intake. Fiber supplements can be taken with water and consumed twice daily for optimal benefits.

6) The use of Probiotics help boost the immune system, form vitamins and nutrients in the body and offer beneficial bacteria that works to kill the yeast causing the infection.

Il problema dei probiotici è che non solo devono arrivare vivi nel colon, e questa è già difficile dato i processi digestivi, ma devono avere una possibilità non solo di attecchire, ma di proliferare una vota raggiunto il colon.

Come ben riportato da Gibson et al su una review su J of nutrition july 15 2010, 1402-1412 i probiotici arriveranno, se arrivano vivi, nel colon abbastanza mal presi dopo aver subito i processi digestivi, inoltre troveranno un ambiente a loro poco favorevole e saranno in competizione con altri batteri per i siti su cui attecchire. Questi saranno anche pochi in quanto l'intestino è farcito di centinaia di migliaia di ceppi batterici.

Diversi sono i prebiotici, questi non necessitano di dover essere vivi, ma sono nutrimenti che stimolano una corretta flora intestinale, una volta giunti a destinazione.

I più noti prebiotici sono i polisaccaridi indigeribili, cioè che non vengono scissi dagli enzimi digestivi e arrivano integri nel colon dove fermentano, qualche proteina o petiptide. Tra le proteine c'è l'alfalattoalbumina. Sul sito www.serplus.eu è scaricabile una scheda sulle azioni a livello intestinale, non credo che esistano sostanze con tali azioni a livello intestinale.

Concludendo, mi spiace per l'insuccesso, ma per risolvere la candida deve risolvere la disbiosi. Forse dovrà identificare il tipo di fibra giusta per il suo intestino, es fruttoolgosaccaridi o galattoligosaccaridi, o...., ma la strada è questa.

In una altra review veniva speculato che se le sostanze ad azione intestinale sono così tante e diverse dal punto di vista molecolare, questo indica un ampio spettro d'azione, come se ogni molecola agisca in zone intestinali diverse.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#54 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 16 luglio 2010 - 15:38:11

Caro Akela,

coprendo il tuo sconforto. E' proprio la disbiosi a provocare la candidosi, cioè patologie legate alla candida. In realtà la candida, che è un micete (fungo) è presente in tutti noi, praticamente dalla nascita, e svolge un ruolo simbiotico nella fermentazione degli zuccheri. La candida è dimorfica, cioè si presenta in due forme una simbiotica e l'altra patogena.

E' noto che l'uso di antibiotici faciliti la manifestazione della candida, proprio per l'azione aggressiva degli antibiotici a livello intestinale.
I rimedi naturali per la candida sono:
1) The use of Garlic as either a supplement or rubbing it on the infected area.

2) Eat yogurt. This acts like as an immunization by adding the bacteria into your system. You can also add yogurt right to the infected area.

3) The use of herbal anti-fungals and probiotics. These contain beneficial bacteria which treats Candida.

4) Strict Candida diet involving the elimination of processed sugars, white starches and foods containing yeast while adding more foods enriched with Omega-3 oils.

5) Increase your fiber intake. Fiber supplements can be taken with water and consumed twice daily for optimal benefits.

6) The use of Probiotics help boost the immune system, form vitamins and nutrients in the body and offer beneficial bacteria that works to kill the yeast causing the infection.

Il problema dei probiotici è che non solo devono arrivare vivi nel colon, e questa è già difficile dato i processi digestivi, ma devono avere una possibilità non solo di attecchire, ma di proliferare una vota raggiunto il colon.

Come ben riportato da Gibson et al su una review su J of nutrition july 15  2010, 1402-1412 i probiotici arriveranno, se arrivano vivi, nel colon abbastanza mal presi dopo aver subito i processi digestivi, inoltre troveranno un ambiente a loro poco favorevole e saranno in competizione con altri batteri per i siti su cui attecchire. Questi saranno anche pochi in quanto l'intestino è farcito di centinaia di migliaia di ceppi batterici.

Diversi sono i prebiotici, questi non necessitano di dover essere vivi, ma sono nutrimenti che stimolano una corretta flora intestinale, una volta giunti a destinazione.

I più noti prebiotici sono i polisaccaridi indigeribili, cioè che non vengono scissi dagli enzimi digestivi e arrivano integri nel colon dove fermentano, qualche proteina o petiptide. Tra le proteine c'è l'alfalattoalbumina. Sul sito www.serplus.eu è scaricabile una scheda sulle azioni a livello intestinale, non credo che esistano sostanze con tali azioni a livello intestinale.

Concludendo, mi spiace per l'insuccesso, ma per risolvere la candida deve risolvere la disbiosi. Forse dovrà identificare il tipo di fibra giusta per il suo intestino, es fruttoolgosaccaridi o  galattoligosaccaridi, o...., ma la strada è questa.

In una altra review veniva speculato che se le sostanze ad azione intestinale sono così tante e diverse dal punto di vista molecolare, questo indica un ampio spettro d'azione, come se ogni molecola agisca in zone intestinali diverse.

 

-uso aglio crudo schiacciato (schiacciato non dà problemi) su molti cibi
-mangio yoghurt
-niente dolci e pochissimo zucchero
-poco pane e poca pasta
-frutta e verdura in abbondanza

non ho grandissimi disturbi, ma mi è venuta una pancia gonfia che sembro incinta

sono rimasta delusa dal mancato effetto del serplus, nonostante ci avessi aggiunto aloe, zinco e magnesio

sugli antimicotici ho dei dubbi
per probiotici e prebiotici ho capito che ci sono problemi di scelta
poi non ho capito se vanno presi da alimenti naturali o come integratori

#55 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 16 luglio 2010 - 18:31:02

può assumere tutti gli integratori che vuole, ma in un intestino disbiotico subiranno processi assorbitivi/fermentativi diversi, anomali, alterati rispetto ad un intestino sano.

 



Dott.Mainardi è un piacere leggerti per la tua competenza,mi posso considerare uno dei più vecchi sofferenti di Disbiosi e candida,che penso di aver risolto,o almeno minimizzato di molto,anche se mi ritengo sempre a rischio,anche perchè portatore di una maledetta protesi ai denti.Mi hai fatto ricordare,quando,alcuni anni fa espressi un parere analogo al tuo,parlando degli integratori che non funzionavano più come i vecchi tempi nei sofferenti del nostro Club.
Fino a poche settimane fa l'ho portavo scritto,anche nella mia lunga firma di questo forum:Vi potrà sembrare una baccianata,ma molti dei farmaci ed integratori non funzionano su organismi in sofferenza,funzionano sù organismi sani,e come chiedere i prestiti alle banche,ti vengono concessi, solo se stai già bene a quattrini.

Volevo anche ringraziarti per i complimenti fattomi insieme al nostro grande ZAC,che saluto con affetto.Ma a riguardo devo ammettere che ho perso molto del mio sapere,a causa della memoria deficitaria,la cosa che più mi manca e che ho perso in buona parte anche la logica che usavo per la sintesi delle cose che apprendevo leggendo le varie ricerche.Dote che vedo riflessa nei tuoi post.Ciao Romy

Messaggio modificato da romy, 16 luglio 2010 - 18:31:49

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#56 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 16 luglio 2010 - 18:52:26

Oltre alla solita disbiosi di noi cfssini, io ho anche la candida intestinale (in seguito all'assunzione di antibiotici per questioni dentistiche), che non mi va via in alcun modo. Ho provato tutti i fermenti possibili e immaginabili. Ho preso anche il serplus, per sei mesi, aloe, etc, ma non è successo niente, non è passata nè la candida nè la disbiosi.

 


Nessuno meglio di me sa che la candida non si sconfigge con i probiotici di scarsa qualità,postai un lungo lavoro a riguardo,concetto ripreso anche dal dott.Mainardi,devi sapere che molti dei probiotici che compriamo in farmacia sono già morti sugli scaffali delle stesse,e tra quelli che non lo sono,solo pochi riescono ad arrivare vivi e vitali nell'intestino,dovendo superare vari scogli nel loro lungo cammino.Postai un lavoro ad hoc,dovrebbe stare da qualche parte sul forum,dove si erano studiati i ceppi più resistenti,capaci di arrivare vivi e di svolgere il giusto compito nell'intestino.
In relazione agli anti-micotici di ogni categoria è tempo perso,anzi questi farmaci,alla fine della corsa,rendono i funghi più virulenti e resistenti di prima,ricordo che trovai un concetto del genere anche tra le ricerche ufficiali su PUBMED.Per cui la candida è una brutta bestia da domare.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#57 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 16 luglio 2010 - 22:13:48

Caro Romy,

mi spiace leggere tra le tue righe una accettazione della tua malattia, la perdita della voglia di combattere.
Hai ragione, quando il ns disequilibrio è piccolo, basta poco a riequilibrarci, se diventa grande le cose si complicano.
Io non mi sento in possesso di alcuna verità, mi sembra solo di aver intuito dove guardare. Anche questo può essere importante se si è al buio completo sapere dove dirigersi per cercare la luce.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#58 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 16 luglio 2010 - 22:30:41

Scrive Romy:
Nessuno meglio di me sa che la candida non si sconfigge con i probiotici di scarsa qualità,postai un lungo lavoro a riguardo,concetto ripreso anche dal dott.Mainardi,devi sapere che molti dei probiotici che compriamo in farmacia sono già morti sugli scaffali delle stesse,e tra quelli che non lo sono,solo pochi riescono ad arrivare vivi e vitali nell'intestino,dovendo superare vari scogli nel loro lungo cammino

Questa è la sintesi della review che cito nel mio post, review del 2010!
Aggravata dal fatto che, se anche arrivassero vivi, hanno pochissime possibilità di attecchire.

Gli enormi interessi economici fanno si che rimedi inutili siano largamente proposti sulla base di campagne pubblicitarie. Questo,a mio avviso, è giocare sulla sofferenza di chi è malato.
Ripeto che non mi sento insignito di alcuna verità, mi considero un manovale della ricerca. Oggi posso affermare solo di aver capito cosa curare, l'intestino, il come non è semplice. Gli stessi gastroenterologi non hanno compreso l'importanza dell'organo oggetto dei loro studi. Somministrare antibiotici per lunghi periodi uccide il ns intestino, somministrare inibitori della pompa protonica nel reflusso gastroesofageo impedisce la realizzazione di un corretto pH acido che è fondamentale per l'attacco enzimatico al cibo. Il reflusso non è un problema dello stomaco, ma dell'intestino la cui flora alterata produce per fermentazione un eccesso di gas, tra cui idrogeno.

Ho individuato una sieroproteina che un vero prebiotico, ma è già noto che in intestini infiammati fa fatica a lavorare, anche se è in grado di prevenire infiammazioni in un intestino sano. Quindi hai ragione con l'esempio delle banche.

Come sempre è più facile prevenire che curare.

Io sono abbastanza contrario all'idrocolonterapia, è come demolire una casa per effettuare piccoli lavori di restauro, ma qualcuno di voi l'ha mai provata?
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova

#59 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 16 luglio 2010 - 22:44:21

Scrive Romy:
Nessuno meglio di me sa che la candida non si sconfigge con i probiotici di scarsa qualità,postai un lungo lavoro a riguardo,concetto ripreso anche dal dott.Mainardi,devi sapere che molti dei probiotici che compriamo in farmacia sono già morti sugli scaffali delle stesse,e tra quelli che non lo sono,solo pochi riescono ad arrivare vivi e vitali nell'intestino,dovendo superare vari scogli nel loro lungo cammino

Questa è la sintesi della review che cito nel mio post, review del 2010!
Aggravata dal fatto che, se anche arrivassero vivi, hanno pochissime possibilità di attecchire.

Gli enormi interessi economici fanno si che rimedi inutili siano largamente proposti sulla base di campagne pubblicitarie. Questo,a mio avviso, è giocare sulla sofferenza di chi è malato.
Ripeto che non mi sento insignito di alcuna verità, mi considero un manovale della ricerca. Oggi posso affermare solo di aver capito cosa curare, l'intestino, il come non è semplice. Gli stessi gastroenterologi non hanno compreso l'importanza dell'organo oggetto dei loro studi. Somministrare antibiotici per lunghi periodi uccide il ns intestino, somministrare inibitori della pompa protonica nel reflusso gastroesofageo impedisce la realizzazione di un corretto pH acido che è fondamentale per l'attacco enzimatico al cibo. Il reflusso non è un problema dello stomaco, ma dell'intestino la cui flora alterata produce per fermentazione un eccesso di gas, tra cui idrogeno.

Ho individuato una sieroproteina che un vero prebiotico, ma è già noto che in intestini infiammati fa fatica a lavorare, anche se è in grado di prevenire infiammazioni in un intestino sano. Quindi hai ragione con l'esempio delle banche.

Come sempre è più facile prevenire che curare.

Io sono abbastanza contrario all'idrocolonterapia, è come demolire una casa per effettuare piccoli lavori di restauro, ma qualcuno di voi l'ha mai provata?

 

Allora questo è il motivo del fallimento del Serplus nel mio caso?
Io ho preso antibiotici per un ascesso dentale, e non a lungo, altre volte mi era venuta la candida sulla lingua dopo antibiotici ma era andata subito via alla sospensione.
Io ho reflusso gastroesofageo ma per una ragione meccanica: un'ernia jatale.

#60 paolomainardi

paolomainardi

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 139 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Italy
  • Interests:neurochemistry

Inviato 16 luglio 2010 - 22:54:34

Si akela,

per quello consiglio l'assunzione di fibre insolubili, per la loro potente azione antinfiammatoria intestinale. L'ernia iatale è un cedimento di tessuti, non è detto che sia la causa meccanica del reflusso, molti hanno il reflusso senza ernia.

Ci sono diversi dati in letteratura che mostrano come l'ALAC sia in grado di proteggere lo stomaco dalle ulcere prodotte da stress o da alcool, vi rinvito a scaricare la scheda serplus i disturbi intestinali.

Nel tuo caso occorre cercare per prima cosa di ridurre questo reflusso.
dott.Paolo Mainardi
Chimico (Neurochimico)
Centro Epilessia Università di Genova
Centro di Nutraceutica Appllicata 392 5143779
c/o laboratorio Albaro Genova




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.