Vai al contenuto

Foto

Agomelatina ( Valdoxan )


  • Per cortesia connettiti per rispondere
112 risposte a questa discussione

#61 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 27 ottobre 2010 - 01:30:22

Grazie Romy!
Ma costa davvero 100 euro?
Come mai due nomi commerciali?


Due nomi diversi perchè due società diverse a metterlo sul mercato,100,00 euro non saprei,ma così sembra.Spero comunque in qualche nota per gli Italiani,pagando un po di ticket.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#62 vogliodormirebene

vogliodormirebene

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 97 messaggi

Inviato 31 ottobre 2010 - 18:28:03

Non hai capito bene,la depressione non è un mia preoccupazione ne problema,il psicofarmaco nuovo lo provo per altri motivi,tra cui quello principale di migliorare la qualità del sonno,perchè solo cosi si puo'guarire,tutte queste patologie e sintomi tipo dolori,memoria stanchezza fisica e mentale,ecc.ecc.,dipendono da un cattivo sonno,se si trova un farmaco capace di aumentare la fase 3 e 4 NREM del sonno,tempo poche settimane e si ritorna come prima,le mie ricerche già da anni mi hanno portato a questa considerazione,almeno nel mio caso,ma non penso che i vostri siano diversi.Romy

Sono d'accordo con te, Romy. Io sono quasi 13 anni che ho un sonno non ristoratore e so che se la notte il mio cervello venisse rigenerato, i miei problemi si dimezzerebbero. Vorrei provare anch'io questo nuovo prodotto di cui ho sentito parlare in tv giorni fa. Ciao. Laura

#63 vogliodormirebene

vogliodormirebene

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 97 messaggi

Inviato 31 ottobre 2010 - 18:32:00

Se puoi tienimi informato sul commercio del farmaco, mi ci vorrebbe davvero, mi sono rotto di stare in dormiveglia per 12 ore, come minimo, e raggiungere il rem solo nell'ultima fase, in tarda mattinata, bleah !
Sarebbe interessante andare ad un centro del sonno, ma ora non mi è possibile, troppo lontano anche Milano.

Ciao

Zac

Anni fa, al centro del sonno San Raffaele a Milano, mi hanno detto che è un fatto psicologico!!!

#64 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 31 ottobre 2010 - 23:59:41

A proposito di sonno,sempre dalle mie riflessioni di tanti anni di osservazione,ho capito che sul sonno ristoratore si dicono un sacco di cose inesatte,esempio, che il sonno REM sia la panacea per una buona qualità del sonno,per un buon ristoro e per una buona memoria e lucidità.In effetti lo è,ma solo in parte,se distribuito,in modo fisiologico,regolarmente nei vari cicli di sonno,e non messo,in abbondanza alla fine della dormita,esempio,verso le ultime due ore,in tal caso,e penso sia il caso di molti di noi,ci si alza al pari di uno zombi a livello mentale,ed anche con dolori,che sono l'espressione di una durata maggiore di sonno Rem,prima del risveglio,per il semplice fatto che durante questo tipo di sonno,chiamato sonno Paradosso,il cervello è in attività massima,con grande consumo di energie,ed i muscoli sono in uno stato di contrazione e rigidità massima,cio'per evitarci di farci male,e non è raro che ci si svegli con gli occhi arrossati.
Rifletteteci su su questi due aspetti,se sogniamo per lungo tempo,alla fine della dormita,finisce che ci alziamo stanchi,anche perchè non ne abbiamo molte di energie mentali,che vengono recuperate solamente durante il sonno profondo di 3°e 4° fase,inoltre mantenere per lungo tempo,una contrazione totale con rigidità muscolare,come da sonno REM,comporta di conseguenza,svegliarsi con dolori.Logico che il tutto è graduale, da caso a caso,dipende dalla gravità della disfunzione dei cicli del sonno.Che poi tale disfunzione,come hanno detto al S.Raffaele,possa dipendere da un discorso psicologico,non sposta di una H il risultato,e si aprirebbe una lunga discussione,che non mi trova d'accordo,perchè,ho le prove di persone molto disturbate a livello psicologico,ma che dormono e si svegliano OK,mentre anche un aumento di certe Citokine in circolo,o ormoni,sbilanciano di molto la qualità del sonno.L'argomento è talmente vasto,studiato,ma poco considerato,e ricordatevi che non centra per nulla l'insonnia o la quantità di sonno,bensì la qualità,nel senso che pure 4 ore di sonno,ma fatte bene,secondo fisiologia,sono molto meglio di 8 ore, fatte tutte sballate,come nel mio caso.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#65 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 01 novembre 2010 - 16:34:05

Si Romy,
non solo il REM è importante, ma anche tutte le altre fasi, dove si producono gli ormoni e si svolgono tante altre funzioni importantissime.
Come mi ha detto anni fa un BUON medico "come credi di stare con un sono cosi ?, vedrai tra qualche anno che esami alterati avrai, sopratutto quelli ormonali..", aveva ragione :(
Che poi il sonno non ristoratore sia dovuto ad un fatto psicologico o altro, il risultato non cambia, e poi.. che vuol dire psicologico ? non dormire perchè sei stato licenziato o perchè un tuo caro sta male è psicologico ?
Spesso si dice "è psicologico" e quindi che facciamo ? che vuol dire ? vuol dire che non ci possiamo far nulla o che somatizziamo troppo ? colpa nostra e se ne lavano le mani ? spesso è cosi.. :(

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#66 Barby74

Barby74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 278 messaggi
  • Location:Firenze

Inviato 03 novembre 2010 - 13:49:33

Sono pienamente d'accordo...
Non è che quando dormo meglio stia bene!Ma sicuramente meglio!
Ed in questo periodo non è facile..
Ho provato anche a cambiare materasso perchè mi svegliavo continuamente per i dolori al collo e alla schiena!
Adesso ne ho preso uno che sinceramente permette alla mia muscolatura di rilassarsi un po' di più..(il memory)...ma in compenso non riesco a dormire perchè faccio la sauna!forse per la poca traspirazione!Anche questo non è indicato,ma da l'idea di prendere fuoco!Qualcuno di voi ha provato il lattice?Troverò un materassoche mi permetta di riposare?
grazie!

#67 Franco

Franco

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 2 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Parma

Inviato 09 novembre 2010 - 10:19:20

Ciao

Prendo valdoxan da circa un mese, vengo da una esperienza molto-molto negativa con altri psicofarmaci ssri. Visto che ormai lo psichiatra che mi segue da 2 anni mi ha fatto provare di tutto.. e avendo avuto solo risultati catastrofici (ovviamente parlo di me) come ultima soluzione mi ha chiesto di provare la agomelatina. Ora a distanza di qualche settimana posso dire che qualche miglioramento c'è stato : una forte diminuzione dello stato d'ansia che per me era veramente insopportabile, al limite del panico, che mi bloccava ogni prospettiva di futuro. La diminuzione del blocco provocato dall’angoscia mi permesso di ricominciare a fare qualche progetto nel miglioramento della mia situazione di vita. Purtroppo al momento non ho avuto miglioramento per quanto riguarda la stanchezza, la fibromialgia e la confusione mentale se non modesto (sempre meglio di niente).
Franco
P.S il farmaco è a pagamento ma la stuttura mi passa i campioni gratuiti che danno ai medici e per il momento non ho speso nulla

#68 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 10 novembre 2010 - 22:14:40

Sono pienamente d'accordo...
Non è che quando dormo meglio stia bene!Ma sicuramente meglio!
Ed in questo periodo non è facile..
Ho provato anche a cambiare materasso perchè mi svegliavo continuamente per i dolori al collo e alla schiena!
Adesso ne ho preso uno che sinceramente permette alla mia muscolatura di rilassarsi un po' di più..(il memory)...ma in compenso non riesco a dormire perchè faccio la sauna!forse per la poca traspirazione!Anche questo non è indicato,ma da l'idea di prendere fuoco!Qualcuno di voi ha provato il lattice?Troverò un materassoche mi permetta di riposare?
grazie!


Barby,sicuramente il lattice è il migliore per dormirci a livello meccanico,io l'ho comprato ed era ok,pero'lo passato a mia figlia,perchè?una storia complicata.Nonostante l'abbia pagato una bella cifra,mi hanno consegnato una mezza truffa,nel napoletano è facile caderci dentro,che ordini una cosa e poi ti rendi conto che ti danno una cosa diversa,e nel mio caso,avendolo preso via internet,la società si è volatilizzata,e poi l'energia di fare storie legali,non ci sono state,per cui ho accettato la mezza truffa.Diciamo che il lattice vero 100% non esiste come materasso,sono tutti combinati,vulcanizzati, con sostanze chimiche+schiuma di lattice.Quello che avevo ordinato io,doveva essere di tipo medicale,di solito viene venduto nelle farmacie,fornite di tutte le certificazioni del caso,per cui è anche possibile detrarne il 19%dalle tasse,nei casi,previsti dalla legge,tipo pazienti che soffrono di piaghe da decubito ed altri casi.Comunque,tali materassi,emanano sempre,chi più e chi meno, sostanze volatili tossiche,specialmente al contatto con il nostro sudore notturno,c'è una lunga lista di sostanze tossiche volatili,specialmente in quelli dozzinali.Nei soggetti sensibili, come noi,alle sostanze tossiche,ed io lo sono,a differenza di mia figlia,anche se, fosse stato per me,l'avrei buttato,ma lei ha insistito che gli andava bene,lo stesso,ha preferito cambiarlo con il suo vecchio materasso,e dice che ci dorme da regina.Non ti voglio fare una lezione di chimica sulle varie sostanze in gioco,ma se devi comprare un materasso di lattice,devi pretendere una certificazione che per noi e di vitale importanza.La certificazione è :OEKO Test 100 di classe 1,che è il migliore,perchè è per la pelle dei bambini al di sotto dei 36 mesi,quindi il max della non tossicità.Ti dico pure che di classi ne esistono ben 4,la 1 è il meglio e la 4 è il peggio del buono,ma siamo sempre nel campo del sicuro.Quelli che di solito si vendono,non hanno il superamento di tale Test,che poi non è l'unico,ma il più importante,se ce questo test-certificato, ci sono anche gli altri.Logico che poi costa qualcosa di più,e di solito,li producono quelle poche ditte all'avanguardia in questo settore.Anche per gli altri prodotti,tipo memory form,waterlily,ecc,ecc pretendere sempre questa certificazione,e chi non la conosce,allora è un improvvisato del settore,scappare lontano.

Messaggio modificato da romy, 10 novembre 2010 - 22:30:37

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#69 Barbara Capras

Barbara Capras

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi

Inviato 19 novembre 2010 - 16:51:39

Ciao

Prendo valdoxan da circa un mese, vengo da una esperienza molto-molto negativa con altri psicofarmaci ssri. Visto che ormai lo psichiatra che mi segue da 2 anni mi ha fatto provare di tutto.. e avendo avuto solo risultati catastrofici (ovviamente parlo di me) come ultima soluzione mi ha chiesto di provare la agomelatina. Ora a distanza di qualche settimana posso dire che qualche miglioramento c'è stato : una forte diminuzione dello stato d'ansia che per me era veramente insopportabile, al limite del panico, che mi bloccava ogni prospettiva di futuro. La diminuzione del blocco provocato dall’angoscia mi permesso di ricominciare a fare qualche progetto nel miglioramento della mia situazione di vita. Purtroppo al momento non ho avuto miglioramento per quanto riguarda la stanchezza, la fibromialgia e la confusione mentale se non modesto (sempre meglio di niente).
Franco
P.S il farmaco è a pagamento ma la stuttura mi passa i campioni gratuiti che danno ai medici e per il momento non ho speso nulla

Quindi hai notato una riduzione di questi problemi? Io ho comprato il Thymanax...è la stessa cosa no?
Hai riscontrato altri benefici? Quando tempo hai dovuto aspettare per notare i primi miglioramenti?

#70 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 19 novembre 2010 - 21:35:39

Quindi hai notato una riduzione di questi problemi? Io ho comprato il Thymanax...è la stessa cosa no?
Hai riscontrato altri benefici? Quando tempo hai dovuto aspettare per notare i primi miglioramenti?


Barbara,il Thymanax,è la copia conforme del Valdoxan,ma dimmi,dove l'hai comprato e a che prezzo?

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#71 Barbara Capras

Barbara Capras

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi

Inviato 22 novembre 2010 - 16:32:34

In farmacia...una confezione da 28 pastiglie a 59,80 euro...ma sono l'unica ad averlo comprato?

#72 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 24 novembre 2010 - 02:42:17

Effettivamente sembra si tratti di un farmaco particolare,non si discute che ha incontrato molti ostacoli sulla sua strada,e poi metterlo in fascia C,non mi convince,se trattasi di antidepressivo.A guardare la sua formula,ha una somiglianza,incredibile con quella della Melatonina.Dovrebbe svolgere la sua azione antidepressiva,senza agire sul reuptake della Serotonina,quì si corona il mio sogno di una vita,che è di tipo duplice,perchè ho sempre sostenuto che la depressione non sempre deriva da bassa serotonina a livello di sinapsi,come pure,ho sempre sostenuto,che sarebbe stato meglio agire sulla Dopamina,in molti casi di depressione.Stando così le cose,quelli della Servier,hanno esaudito le mie aspettative,adesso bisogna verificare se funziona,almeno,nel mio caso.Non è che ci sono molti studi a favore,ma sembrerebbe che l'aumento di Dopamina e Noradrenalina,sia il risultato del blocco dei recettori serotinergici,ed il miglioramento del sonno,dovrebbe arrivare dall'agonismo con i 2 recettori della melatonina.Tale farmaco ha una lontana somiglianza di meccanismo, con un paio di farmaci di tipo NASSA,come la Mirtazapina e la Mianserina,per quanto riguarda il non aumento della Serotonina per l'assenza sul blocco del Reuptake,inoltre l'aumento della Dopamina e Noradrenalina,sarebbe dovuta al blocco dei recettori 5-HT2C ed 5-HT2B,mentre l'azione sedativa ed ipnotica,nel caso dell'Agomelatina,dovrebbe derivare dall'Agonismo MT1 e MT2 melatoninergici,mentre nei Nassa sull'azione antagonista dei recettori H-1 istaminergici.Come pura potrebbe trattarsi di una semplice melatonina,usata ad alte dosi,staremo a vedere?sperando che gli effetti collaterali,siano diversi da quelli dei NASSA suddetti,che nel mio caso,non sono abbordabili.

Messaggio modificato da romy, 24 novembre 2010 - 03:12:05

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#73 Franco

Franco

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 2 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Parma

Inviato 24 novembre 2010 - 11:42:30

Quindi hai notato una riduzione di questi problemi? Io ho comprato il Thymanax...è la stessa cosa no?
Hai riscontrato altri benefici? Quando tempo hai dovuto aspettare per notare i primi miglioramenti?

La cosa fondamentale (per ora) è che non ho riscontrato effetti collaterali e già questo non è poco...
I miglioramenti li ho avuti molto presto: nel giro di una settimana. Dopo 15 gg ho deciso di prendermi una vacanza (incredibile era 15 anni che non lo facevo!!)
Certo niente di difficoltoso.. una settimana in albergo 5 stelle sul mar rosso..(in offerta last minut con poche centinaia di euro della mia futura tredicesima di pensione d'invalidità) solo pochi gg prima di prendere il farmaco avevo molte difficoltà solamente ad andare a fare la spesa in auto (distanza del conad da casa mia 400 metri)oltre che svegliarmi la mattina alle 5 in preda al panico divorato dall'ansia per il futuro.
Comunque permane la confusione mentale(anche se decisamente migliorata) la marcata amnesia(senza miglioramento) l'umore è decisamente migliore e per quanto riguarda i dolori muscolari .. sono diminuiti (ma li ho ancora)..
Diciamo che su una scala 1-10 se prima ero 3 ora sto a 6- - -

La molecola del valdoxan (o thymanax) è simile alla melatonina .. ma simile non è uguale.. il mio psichiatra dice che il funzionamento nell'organismo è completamente diverso.
Saluti Franco

#74 Barbara Capras

Barbara Capras

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi

Inviato 07 dicembre 2010 - 10:21:28

La cosa fondamentale (per ora) è che non ho riscontrato effetti collaterali e già questo non è poco...
I miglioramenti li ho avuti molto presto: nel giro di una settimana. Dopo 15 gg ho deciso di prendermi una vacanza (incredibile era 15 anni che non lo facevo!!)
Certo niente di difficoltoso.. una settimana in albergo 5 stelle sul mar rosso..(in offerta last minut con poche centinaia di euro della mia futura tredicesima di pensione d'invalidità) solo pochi gg prima di prendere il farmaco avevo molte difficoltà solamente ad andare a fare la spesa in auto (distanza del conad da casa mia 400 metri)oltre che svegliarmi la mattina alle 5 in preda al panico divorato dall'ansia per il futuro.
Comunque permane la confusione mentale(anche se decisamente migliorata) la marcata amnesia(senza miglioramento) l'umore è decisamente migliore e per quanto riguarda i dolori muscolari .. sono diminuiti (ma li ho ancora)..
Diciamo che su una scala 1-10 se prima ero 3 ora sto a 6- - -

La molecola del valdoxan (o thymanax) è simile alla melatonina .. ma simile non è uguale.. il mio psichiatra dice che il funzionamento nell'organismo è completamente diverso.
Saluti Franco


Franco, la tua risposta poteva essere la mia!
Anche a me con il Thymanax si sono ridotti tantissimo gli effetti collaterali...a te non è migliorata la capacità di dormire e prendere sonno? A me sì...è la prima volta che ho benefici simili con un farmaco...

Messaggio modificato da Barbara Capras, 07 dicembre 2010 - 10:30:25


#75 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 08 dicembre 2010 - 01:25:00

La cosa fondamentale (per ora) è che non ho riscontrato effetti collaterali e già questo non è poco...
I miglioramenti li ho avuti molto presto: nel giro di una settimana. Dopo 15 gg ho deciso di prendermi una vacanza (incredibile era 15 anni che non lo facevo!!)
Certo niente di difficoltoso.. una settimana in albergo 5 stelle sul mar rosso..(in offerta last minut con poche centinaia di euro della mia futura tredicesima di pensione d'invalidità) solo pochi gg prima di prendere il farmaco avevo molte difficoltà solamente ad andare a fare la spesa in auto (distanza del conad da casa mia 400 metri)oltre che svegliarmi la mattina alle 5 in preda al panico divorato dall'ansia per il futuro.
Comunque permane la confusione mentale(anche se decisamente migliorata) la marcata amnesia(senza miglioramento) l'umore è decisamente migliore e per quanto riguarda i dolori muscolari .. sono diminuiti (ma li ho ancora)..
Diciamo che su una scala 1-10 se prima ero 3 ora sto a 6- - -

La molecola del valdoxan (o thymanax) è simile alla melatonina .. ma simile non è uguale.. il mio psichiatra dice che il funzionamento nell'organismo è completamente diverso.
Saluti Franco



Franco, la tua risposta poteva essere la mia!
Anche a me con il Thymanax si sono ridotti tantissimo gli effetti collaterali...a te non è migliorata la capacità di dormire e prendere sonno? A me sì...è la prima volta che ho benefici simili con un farmaco...



Cari Franco e Barbara,potete scrivere dettagliatamente a che ore prendete il farmaco la sera,se prima o dopo cena,e dopo quando andate a dormire?verso che ora?vi svegliate di notte?avete notato se sognate di più o di meno?

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#76 ninin

ninin

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 4 messaggi

Inviato 11 gennaio 2011 - 19:43:18

Salve a tutti, mi sono iscritto oggi e racconterò la mia storia "sul sonno" controllato a periodi con l'uso di benzodiazepine per finire con l'utilizzo del nuovo farmaco Valdoxan che, consigliatomi dallo psichiatra, ingerisco dal 13 ottobre 2010 (costo del farmaco 59,80 euro). Inizio il racconto della mia battaglia ansia-insonnia (fattore solo ansiogeno? ancora non sono sicuro), ansia registrata per la prima volta nel lontanissimo luglio 1991 (al mio dolce rientro dal viaggio di nozze per banale e piccola tachicardia) e dell'ansia-insonnia maturata nel giugno del 1992 dopo una notte trascorsa nell'allucinante bianco totale. Il "binomio" è maggiorenne e il prox anno, poichè sono sicuro che da questi distrurbi non si guarisce mai completamente, compie 20 anni e mi preparo al meglio per i festeggiamenti!!!
Rivivo "trepidante" quei mesi infernali, dello scoppio di questa fantastica arma biochimica che sconquassa il pensiero e si ripercuote in psico-somatizzazioni straordinarie dall'effetto varicolore: scatti e incredibile irrequitezza motoria, parlare ridondante, inverosimile turbinio di paura cardio-cirolatoria (fase di concentrazione durata oltre 10 anni) e terrore nella luce del giorno successivo, dopo notte insonne o tormentato addormentamento alle 6 del mattino, di affrontare una notte sicura di non sonno. Allora usavo scaricare un pò le mie pene ripercorrendo le mie "bellissime" giornate in un'agenda che tutt'oggi conservo.
Fine parte 1

#77 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 11 gennaio 2011 - 21:19:07

Ninin, attendo con ansia il continuo della tua storia,e come ti è andata con l'Agomelatina.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#78 Barbara Capras

Barbara Capras

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi

Inviato 13 gennaio 2011 - 17:12:17

Cari Franco e Barbara,potete scrivere dettagliatamente a che ore prendete il farmaco la sera,se prima o dopo cena,e dopo quando andate a dormire?verso che ora?vi svegliate di notte?avete notato se sognate di più o di meno?

Io sono sempre stata una sognatrice! :) Per cui non so dirti se sogno di meno, uguale o di più...ma posso dirti che prendo Thymanax dopo cena...e che dopo un'oretta al massimo vado a dormire. Tu Franco?

#79 Marialuisa

Marialuisa

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 892 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 15 gennaio 2011 - 17:49:54

In ogni caso e tante volte è stato già detto che, il "fai-da-te" con psicofarmaci ( antidepressivi,ansiolitici ecc. ) è sconsigliabile sotto tutti i punti di vista ed anche rischioso.

Cio' che puo' far bene ad un individuo, puo' nuocere all'altro...! :(

I preparati di questo tipo dovrebbero essere sempre assunti sotto stretto controllo medico/specialistico, "ad personam" .

Per contrastare i numerosi stressor derivanti dalle sindromi CFS e Fibromialgia, non è utile solo un farmaco che si chiami in un modo o nell'altro, di vecchia o di nuova generazione, ma una serie di "interventi" sul proprio corpo, uno stile di vita consono alla problematica che ne emerge ed al modo in cui le sindromi si sono evidenziate.

Ad esempio, per quanto riguarda il sonno, anche il prof. Cheney, il "papà" della CFS, raccomanda un tipo di vita molto regolare, respirazioni controllate e rilassamenti , qualche esercizio fisico "mirato" e consigliato da terapisti che conoscano il problema e, soprattutto, non oltrepassare le h. 23 per andare a riposare.

Con metodo e costanza il proprio corpo "impara" quando, quanto e come dormire , favorendo la regolarizzazione dei propri ritmi circadiani.

La mia non è teoria ma esperienza vissuta sulla "pelle" , dopo anni e anni di malattia e , conseguentemente, di sonno tuttaltro che ristoratore: ora dormo tranquillamente sia la notte( circa 7 ore) che il pomeriggio(circa 2 ore ), risvegliandomi ristorata. :rolleyes:

Ho una linea terapeutica sotto controllo medico/specialistico da anni, che non cito per la privacy che anche sul forum andrebbe rispettata onde evitare rincorse al "fai-da-te" ed ora , sia CFS che Fibro mi permettono una vita piu' che soddisfacente, dopo anni e anni di sofferenze, ricerche e rimedi ma, soprattutto lo ripeto, favorendo pratiche fisiche che sono consigliate anche dagli specialisti in materia di cfs e fms.

Buona vita a tutti!

Luisa :)



Se vuoi visitare il mio sito web: clicca qui:

#80 Barbara Capras

Barbara Capras

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi

Inviato 10 febbraio 2011 - 15:45:50

Grazie Maria Luisa!
Spero che il riferimento al fai-da-te non fosse relativo a me...
;)

#81 ninin

ninin

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 4 messaggi

Inviato 11 febbraio 2011 - 19:53:14

ehi là scusate il ritardo. Forse è inutile continuare la mia storia in dettaglio. Solo per dire che in 19 anni i distrubi d'ansia associata ad insonnia sono stati episodici e per brevi giorni.
dal 27 agosto 2010 (forse un periodo si stress lavorativo) l'ansia mi ha abbattuto tant'è che per dormire mi sono recato per 4 volte all'ospedale dove mi hanno somministrato 2,5 mg di EN tramite flebo. Dopo la dormita nei giorni successivi ero frizzante e normalissimo in grado di lavorare senza segni minimi di stanchezza. Come dicevo poichè IL DISTURBO RICORRENTE MI PARALIZZAVA sono ricorso da uno specialista primario di pschiatria il quale mi raccomandava di assumere il nuvissimo e miracoloso Valdoxan, una pasticca prima di coricarmi. Senza interruzioni e raddoppiando, sotto consiglio dello pschiatra, la dose nell'ultimo periodo usato (rafforzato da benzodiazepine di 3 mg), sono arrivato alla conclusione di abbandonarlo. 3 mesi e mezzo di pasticche senza risultato minimo apprezzabile. Praticamente sono oltre 20 giorni che non uso valdoxan e, tranne in 2-3 occasioni di sonno all'ultima ora, dormo quasi regolarmente, cioè dormo 6-8 ore con un solo risveglio notturno ma è normale alla mia età. Sono ottimista di poter uscire dal tunnel insonnia-ansia, di non guarire ma di poter vivere. giudizio finale sull'effetto personale di VALDOXAN: non serve a NULLA. ognuno esprime la propria valutazione su valdoxan per poter trarre conclusioni.
saluti

#82 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 12 febbraio 2011 - 02:04:56

ehi là scusate il ritardo. Forse è inutile continuare la mia storia in dettaglio. Solo per dire che in 19 anni i distrubi d'ansia associata ad insonnia sono stati episodici e per brevi giorni.
dal 27 agosto 2010 (forse un periodo si stress lavorativo) l'ansia mi ha abbattuto tant'è che per dormire mi sono recato per 4 volte all'ospedale dove mi hanno somministrato 2,5 mg di EN tramite flebo. Dopo la dormita nei giorni successivi ero frizzante e normalissimo in grado di lavorare senza segni minimi di stanchezza. Come dicevo poichè IL DISTURBO RICORRENTE MI PARALIZZAVA sono ricorso da uno specialista primario di pschiatria il quale mi raccomandava di assumere il nuvissimo e miracoloso Valdoxan, una pasticca prima di coricarmi. Senza interruzioni e raddoppiando, sotto consiglio dello pschiatra, la dose nell'ultimo periodo usato (rafforzato da benzodiazepine di 3 mg), sono arrivato alla conclusione di abbandonarlo. 3 mesi e mezzo di pasticche senza risultato minimo apprezzabile. Praticamente sono oltre 20 giorni che non uso valdoxan e, tranne in 2-3 occasioni di sonno all'ultima ora, dormo quasi regolarmente, cioè dormo 6-8 ore con un solo risveglio notturno ma è normale alla mia età. Sono ottimista di poter uscire dal tunnel insonnia-ansia, di non guarire ma di poter vivere. giudizio finale sull'effetto personale di VALDOXAN: non serve a NULLA. ognuno esprime la propria valutazione su valdoxan per poter trarre conclusioni.
saluti

Quindi a te il Valdoxan ha dato buca,comunque per dormire prendi qualcosa?,tipo Benzodiazepina o niente?I psicofarmaci sono farmaci molto personali,agiscono sui recettori cerebrali,e considera che i recettori sono come le impronte digitali,ogni essere umano ce le ha diverse,è un vecchio discorso di cui abbiamo parlato molte volte.Inutile riparlarne.Resta interessante,a mio vedere,il risultato che hai avuto con flebo da 2,5 di EN.Ciao

Messaggio modificato da romy, 12 febbraio 2011 - 02:06:46

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#83 ninin

ninin

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 4 messaggi

Inviato 15 febbraio 2011 - 14:23:29

Caro romy, da quando ho chiuso con valdoxan in 3 occasioni ho usato benzodiazepine in quantità 2,5 e 3 mg dopo che non prendevo sonno e non prima di coricarmi. In genere mi sono comportato così. In verità sono scettico sull'effetto su di me di queste pasticche (EN, SONGAR, lexotan, lorazepam ecc) pasticche) poichè in parecchie occassioni, se riuscivo a dormire accadeva dopo 4 o 5 ore la somministrazione (puntualmente dopo l'ultima crisi iniziata ad agosto 2010). Secondo te ha senso credere all'induzione dopo tutto il tempo sveglio? Non ho mai abusato e non mi sento dipendente dalle benzodiazepine, la somministrazione per me è sempre stato un "tocco e fuga". Mai somministrato farmaci per lungo periodo, max una settimana di continuo o alternando senza prendere nulla. Ho interrrotto sempre di scatto mai gradualmente, nessuna conseguenza postuma. Concludendo, in 25 giorni ho utilizzato per 3 volte le pasticche i restanti giorni ho preso sonno da solo.
Differente quando mi sono recato in ospedale nei giorni di massima criticità, il farmaco nella flebo mi calmava e mi addorentava. Il medicinale in endovena è tutt'altro l'effetto l'ho percepito piacevolmente e senza effetti collaterali.
Saluti

#84 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 23 febbraio 2011 - 15:44:52

Caro romy, da quando ho chiuso con valdoxan in 3 occasioni ho usato benzodiazepine in quantità 2,5 e 3 mg dopo che non prendevo sonno e non prima di coricarmi. In genere mi sono comportato così. In verità sono scettico sull'effetto su di me di queste pasticche (EN, SONGAR, lexotan, lorazepam ecc) pasticche) poichè in parecchie occassioni, se riuscivo a dormire accadeva dopo 4 o 5 ore la somministrazione (puntualmente dopo l'ultima crisi iniziata ad agosto 2010). Secondo te ha senso credere all'induzione dopo tutto il tempo sveglio? Non ho mai abusato e non mi sento dipendente dalle benzodiazepine, la somministrazione per me è sempre stato un "tocco e fuga". Mai somministrato farmaci per lungo periodo, max una settimana di continuo o alternando senza prendere nulla. Ho interrrotto sempre di scatto mai gradualmente, nessuna conseguenza postuma. Concludendo, in 25 giorni ho utilizzato per 3 volte le pasticche i restanti giorni ho preso sonno da solo.
Differente quando mi sono recato in ospedale nei giorni di massima criticità, il farmaco nella flebo mi calmava e mi addorentava. Il medicinale in endovena è tutt'altro l'effetto l'ho percepito piacevolmente e senza effetti collaterali.
Saluti

Un buon sonno serale,sta nella sua preparazione già durante l'intera giornata,e specialmente nelle 5 o 6 ore precedenti.Un mio amico psichiatra-neurologo ha sempre ritenuto,che le benzodiazepine non inducono il sonno,al pari dei sonniferi,ma lo preparano,per cui,vanno preso nel pomeriggio per arrivare al facile sonno della sera.Tale cosa,l'ho sperimentata personalmente,e posso dire che funziona.
Comunque il discorso è più articolato,ma con persone che non hanno dipendenza o tolleranza alcuna,come nel tuo caso,le Benzodiazepine funzionano con più celerità,ma comunque,andrebbero prese qualche ora prima di andare a letto,per aiutare la calma generale,e quindi il sonno che verrà.
Ricorda che sul sonno,incide molto,la nostra attività di pensiero,ed il cosidetto effetto placebo,le nostre aspettative sullo stesso,tutto cio'al 90%,l'altro 10%è relativo a momenti di vera insonnia nervosa,che esiste,ma è molto rara,spesso la conseguenza di un qualcosa in particolare che si è mangiato.Poi esiste una forma d'insonnia dovuta allo stress dei lavori,che non sono stati smessi,ma portati a letto,con stress evidente mentale,negli ultimi giorni,mi sta capitando,anche questo,ma a tutto c'è rimedio.

Il sistema di prenderle ad intermittenza,ogni tanto,è il miglior sistema,l'ho verificato in un decennio di vita,poi ti consiglio di non aver tanto timore di tali farmaci,che poi non sono il peggio.Mi fermo quì,altrimenti ci sarebbe da parlare un mese,sui tanti aspetti,positivi o negativi degli stessi.

Ritorniamo all'oggetto del topic,che è l'Agomelatina,nuovo antidepressivo,su cui si è aperta una discussione,nel mondo dei pazienti e degli addetti ai lavori.

In riferimento alla domanda di loryds,sull'agomelatina,

http://www.cfsitalia...dpost__p__35525

Cerchero' di rispondere quì.Ciao

Messaggio modificato da romy, 23 febbraio 2011 - 15:49:21

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#85 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 23 febbraio 2011 - 16:26:59

Allora,facciamo il punto su questa nuova molecola.

Ricordiamo che l'agomelatina è stata approvata nel 2009 per tutta l'Unione Europea considerando l'aspetto innovativo del farmaco, a condizione che la terapia venga accompagnata da controlli degli enzimi epatici. Negli Stati Uniti sono in corso altri studi clinici e una decisione della Food and Drug Administration non è aspettata prima del 2012.

Infine, l'agomelatina è inserita nell'elenco dei farmaci sottoposti a monitoraggio intensivo delle sospette reazioni avverse di cui al decreto del 21 novembre 2003 (GU 01/12/2003) e successivi aggiornamenti; al termine della fase di monitoraggio intensivo vi sarà la rimozione del medicinale dal suddetto elenco.

Tale molecola,agisce in modo diverso dai soliti antidepressivi.

Infatti,l'Agomelatina agisce stimolando i recettori della melatonina (MT1 e MT2) e inibendo un tipo di recettore della serotonina: ne conseguirebbe quindi, efficacia più rapida, con sollievo di alcuni sintomi fin dalla prima settimana di trattamento, migliore risposta rispetto ai farmaci e assenza degli effetti collaterali e della sindrome da interruzione.

Ancora meglio: Valdoxan, l’agomelatina,agisce in due modi: stimolando i recettori MT1 e MT2, di norma attivati dalla melatonina, e bloccando i recettori 5-HT2C, di norma attivati dal neurotrasmettitore 5-idrossitriptamina (noto anche come “serotonina”). Si ritiene che ciò porti ad un aumento dei livelli di dopamina e noradrenalina tra le cellule nervose nelle zone del cervello, coinvolte nel controllo dell’umore. Si ritiene che ciò contribuisca ad alleviare i sintomi della depressione. Valdoxan potrebbe inoltre essere usato per normalizzare le fasi del sonno del paziente.

Che l'agomelatina,aumenti la dopamina e la noradrenalina,per la verità,c'è un solo studio a riguardo,le cui conclusioni:In conclusion. In contrast to melatonin, agomelatine behaves as an antagonist at 5-HT2B and 5-HT2C receptors: blockade of the latter reinforces frontocortical adrenergic and dopaminergic transmission.

I farmaci antidepressivi tradizionali invece, agiscono aumentando le monoamine (noradrenalina e serotonina) nel cervello; le classi di farmaci che oggi vengono prescritti al paziente più frequentemente sono, appunto, gli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) e gli SNRI (inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina).

Fino a quì, parte della teoria,ma come si è comportato il farmaco concretamente sul campo?Ho raccolto alcune testimonianze sul forum,sempre da prendere con le pinze,e ricordandosi sempre che questi farmaci hanno un comportamento diversificato,da paziente a paziente.Ma almeno per farci una idea.

Alcune testimonianze e commenti raccolti,che riporto integralmente,compreso gli errori di grammatica o altro.

"sento una certa "diffidenza" tra voi psichiatri a sperimentare sui pazienti agomelatina che peraltro (forse uno dei motivi di resistenza) è disponibile qui in italia da 1 mese: la motivazione più frequente è legata al sospetto che sia una nuova manovra commerciale. per quel che mi riguarda sono molto incuriosita, avendo già guardato la letteratura a riguardo. credo che tutta questa pubblicità dovrebbe comunque essere ridimensionata, proprio per proteggere i nostri pazienti da aspettative di una nuova "pillola magica". sono fermamente convinta che a loro vada sempre dedicata di una valutazione sempre più accurata, caso per caso dove spesso non esiste IL farmaco, ma anche PIU farmaci se necessario. attendo curiosa!"

"mia moglie ha iniziato questo farmaco da 3 settimane. Era molto depressa e dormiva male da quasi un anno, ha il diabete, parkinson e pressione alta. aveva provato tanti farmaci diversi. Ha cominciato a dormire meglio dalla prima sera e dopo 10 giorni ha detto di sentirsi un pò meglio di umore. speriamo che sia la volta buona"

"io la sto usando da solo una settimana e gia’ mi sento molto meglio, sono sparite le paure e i pensieri negativi. il solo problema è il prezzo."

"ho preso per 10 anni efexor ,poi da sei mesi sono passato al valdoxan ,be' ,e' tutta un'altra storia ,provare per credere."

"Ciao a tutti , anche io prendo agomelatina 25 mg da 15 giorni e mi sento molto megli anche se ho avuto nervosismo e ansiia la prima settimana , poi dopo sta andando tutto bene!"

"penso che all'inizio molti farmaci sono definiti SPETTACOLARI poi il caso si sgonfia e vengono fuori gli effetti negativi..si pesni solo al PROZAC che quando usci' fu definito miracoloso la pillola della felicita' etcetc"

"anche il prozac quando usci' in commercio fu definito la pillola della felicita'la storia si ripete"

"il prozac ha fatto e continua a fare piu' vittime di tutte le guerre messe insieme sopratutto fra i giovani ,per i suoi effetti collaterali ,e non sono da meno i suoi compari.io credo che con l'agomelatina si salvera' molta gente da questa subdola malattia ."

"Sapete darmi qualche indicazione in più sull'agomelatina? "Provare per credere" vuol dire che funziona davvero? E' consigliato a qualche paziente in particolare? Grazie!"

"l'agomelatina e' un risincronizzatore dei cicli circandiani ,in pratica ti fa' dormire di notte e ti tiene sveglio e vigile di giorno.devi prenderlo prima di coricarti."

"Buongiorno, io lo sto' prendendo thymalax da due giorni e me lo ha prescritto il neurologo a seguito di parestesie laterali che lui ha definito un fatto emotivo. Per adesso mi da' solo un sonno piu' profondo ma è molto presto per dire se funziona. Vi faro' sapere."

"Dopo nove anni di cure più o meno efficaci,proviamo anche questa.Ho iniziato il Valdoxan da due giorni.L'ansia sta leggermente aumentando ma questo era previsto, speriamo solo che non ci metta molto a dare risultati positivi (sempre che li dia). Fatemi sapere a voi come va. In bocca al lupo a tutti."

"QUALCUNO PUO' AGGIUNGERE ALTRI DATI SU QUESTO NUOVO FARMACO? TIPO I FARMACI CHE USAVA FINO AL GIORNO PRIMA DI USARE AGOMELATINA, POI ALTRE COSE SE LO USATE INSIEME AD ANSIOLITICI (NOME ANSIOLITICO), PIU INFORMAZIONI SPECIFICATE E MEGLIO E' PER TUTTI. ANCHE IO DA QUI A BREVE VORREI PROVARLO MA HO PAURA DI FARE UN'ALTRO BUCO NELL'ACQUA "

"Io lo prendo da 10 giorni e mi sento peggio...speriamo agisca presto."

"Io lo prendo da 12 giorni. Nei primi 7 giorni i sintomi sono aumentati esponenzialmente. L'ansia aveva raggiunto livelli molto pesanti, una stanchezza immotivata mi impediva di fare qualsiasi cosa e infine crisi di pianto e senso di inutilità mi hanno fatto cadere in uno stato depressivo che francamente prima non avevo (a quei livelli intendo dire).Ora ,al dodicesimo giorno, sono tornata alla situazione pre-farmaco. Dunque,per il momento, non posso dire che ci sia stato un miglioramento essendo la situazione rimasta immutata.Però prima di decretare l'inutrilità di questo farmaco aspetto circa un mese poi vedremo......Fammi sapere come va a te, se i tuoi sintomi migliorano."

"Ho preso Paroxetina per tanti anni, alternando periodi di stop ma ogni volta aveva sempre meno effetto... Sono molto tentato a provare con questo nuovo farmaco ma mi spaventano molto gli effetti collaterali delle prime settimane"

Continua........

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#86 ninin

ninin

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 4 messaggi

Inviato 23 febbraio 2011 - 21:57:20

Caro/a romy ho letto con attenzione la risposta al mio post. e' opportuno prendere la pasticca di bendodiazepina quando si è in ansia e 5-6 ore prima di coricarsi. I sonniferi?? ma quali sono, scusa per la profonda ignoranza, sono ad effetto più immediato e si può ingerirli quando il tentativo di dormire senza prendere nulla e svanito? Sono d'accordissimo con te che il non dormire risiede nella mente che formula pensieri micidiali di negatività (indotto da molteplici fattori e dalla formementis individuae). Cosa si può prendere per ridurre l'angoscia quando ti trovi negli stati di alterazione acuta? In quei momenti non riesco a rilassarmi, una fatica e una concentrazione enorme per stendermi sul divano e riuscire a stare fermo, in casa un continuo circolare senza potermi fermare, nessun interesse: giornale, TV, le persone più care, i miei hobby, il sapore della vita. Tutto è annientato. Nella mente resta inchiodata la paura e la fissità del pensiero. Ho invocato anche la morte e alcune volte ho sbattutto i pugni o la fronte sul muro (non violentemente) per allentare la presa dei tentacoli del male oscuro.
Avevo intuito dell'effetto placebo ritorcendo con l'inganno il male opprimente (mi è capitato alcune volte). Quindi tutto risiede nella ragnatela intricata della materia grigia.
Un'ultima considerazione sul Valdoxan e sull'effetto collaterale più insidioso: sfasamento degli enzimi epatici. Nella somministrazione di Valdoxan ho eseguito per 2 volte le analisi sugli enzimi e non ho riscontrato alterazioni, valori nella norma. Nessun effetto collaterale ho mai percepito includendo la delicata fase della prima settimana. Nè bene nè male. NIENTE nel mio caso ma ogni caso è a se.
Saluti

#87 Barbara Capras

Barbara Capras

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi

Inviato 24 febbraio 2011 - 15:48:56

Che bilancio ne trai Romy? Dico dal tuo post in cui hai racchiuso alcuni dei nostri interventi...
Grazie

#88 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 01 marzo 2011 - 02:00:43

Che bilancio ne trai Romy? Dico dal tuo post in cui hai racchiuso alcuni dei nostri interventi...
Grazie


Capras,devo ancora terminare il tragitto,sto'ancora monitorando le notizie a riguardo,ma ti diro',non mi aspetto nulla di trascendentale,qualche cosina in più,lo voglio ripetere,i psicofarmaci sono farmaci particolari,non basta che vengono presi passivamente,il paziente ci deve anche dialogare con gli stessi,e per farlo li devi conoscere.Sono farmaci,che vanno presi,poi smessi al momento opportuno,e ripresi nei momenti del bisogno,non sono curativi,ma servono a sparigliare le situazioni insostenibili,a sparare nel mucchio,come si suol dire,ma poi se spari troppo,finisce che il fucile fa cilecca,ecc.ecc.Ne sfornano a bizzeffe di psicofarmaci,con nomi diversi,ma si tratta spesso delle stesse molecole più o meno,vedi anche l'agomelatina,tutto sommato,la si puo'paragonare alla melatonina,ma presa a più ampio dosaggio ed a carissimo prezzo,vedremo come andrà a finire?.

Messaggio modificato da romy, 01 marzo 2011 - 02:02:21

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#89 asterix

asterix

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 4 messaggi

Inviato 19 maggio 2011 - 16:55:55

Salve a tutti, ho letto alcuni post in questo forum e vorrei portare la mia testimonianza,
in breve vi dico che sono tre anni che soffro di dolori alle gambe continui non riesco a stare in piedi e camminare più di 10 minuti che devo sedermi perchè mi fanno male.
Trovo sollievo solo se sono a letto con le gambe rilassate.
Sono stato da a visita da ortopedico, neurologo, reumatologo ma niente di fatto analisi buone tutto ok, ma i dolori li ho.
Ultimamente mi sono recato da uno psichiatra psicoterapeuta il quale mi ha prescritto thymanax da assumere la sera 2 pasticche da 25mg.
Sono rinato i dolori quasi spariti e sono solo 15 giorni di cura!!!!!
Che ne pensate ??????? e tu Romy???

#90 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 19 maggio 2011 - 21:21:32

Salve a tutti, ho letto alcuni post in questo forum e vorrei portare la mia testimonianza,
in breve vi dico che sono tre anni che soffro di dolori alle gambe continui non riesco a stare in piedi e camminare più di 10 minuti che devo sedermi perchè mi fanno male.
Trovo sollievo solo se sono a letto con le gambe rilassate.
Sono stato da a visita da ortopedico, neurologo, reumatologo ma niente di fatto analisi buone tutto ok, ma i dolori li ho.
Ultimamente mi sono recato da uno psichiatra psicoterapeuta il quale mi ha prescritto thymanax da assumere la sera 2 pasticche da 25mg.
Sono rinato i dolori quasi spariti e sono solo 15 giorni di cura!!!!!
Che ne pensate ??????? e tu Romy???


Asterix,che ne penso?,che ti fa un buon effetto.Pero' non conosco di cosa soffri veramente,non so di che tipo di dolore si tratta,e poi ricordati di fare la controprova,per alcuni giorni non prendi il farmaco,e non farti ritornare i dolori con il pensiero anzi usalo a tuo favore il pensiero,questo perchè non puoi prendere per lungo tempo mesi e anni il farmaco,per la problematica del down-regulation,che è sempre un terno al lotto.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.