Vai al contenuto

Auguri di Buone Feste
Foto

Agomelatina ( Valdoxan )


  • Per cortesia connettiti per rispondere
112 risposte a questa discussione

#1 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 febbraio 2009 - 00:47:52

Agomelatina, un antidepressivo melatonergico

Agomelatina ( Valdoxan ) è il primo antidepressivo melatoninergico.
L’efficacia terapeutica del farmaco è stata dimostrata nel trattamento dei disturbi depressivi maggiori alla dose di 25mg/die.

Per il suo profilo farmacologico, Agomelatina non induce gli effetti indesiderati tipici di altre terapie, come gli inibitori selettivi del riassorbimento della serotonina ( es. disturbi gastrointestinali, aumento di peso, sindrome serotoninergica ed insonnia ).

Uno studio controllato con placebo nei pazienti con disturbo depressivo maggiore, che ha confrontato gli effetti di Agomelatina con quelli di Venlafaxina ( Effexor/Efexor ) sulla disfunzione sessuale, ha mostrato un profilo molto favorevole per Agomelatina.
Inoltre l’Agomelatina ha dimostrato di essere efficace quanto la Venlafaxina.

Uno studio controllato con placebo ha valutato l’effetto della brusca cessazione del trattamento, evidenziando l’assenza di sintomi da interruzione con l’Agomelatina, a differenza di quanto osservato con la Paroxetina ( Paxil; in Italia, Sereupin/Seroxat ).

Agomelatina ha, inoltre, mostrato di influenzare positivamente i ritmi circadiani alterati nei pazienti depressi, migliorando in modo significativo tutte le fasi del sonno disturbato e la qualità del sonno, con favorevole impatto sulla vigilanza nell’arco della giornata.

I dati degli studi clinici finora compiuti indicano che l’Agomelatina rappresenta un nuovo approccio al trattamento della depressione, associando all’efficacia un favorevole profilo di tollerabilità e di regolazione del sonno.

Questo è un mio vecchio post del 16 maggio 2007,ho avuto notizia che dopo un diniego,l'Europa ha dato l'assenso alla commercializzazione del farmaco,dovrebbe essere in farmacia per marzo,è un antidepressivo veramente diverso,questo lo provo anche io,ci spero molto.Non è un SSRI ma anzi è un antagonista parziale della serotonina e agonista della melatonina ,stimola e migliora il sonno,aumenta notevolmente il sonno ristoratore, sonno NREM stadio 4,ovvero sonno profondo.Se mantiene quello che promette,c'è solo un po'di problemi per il fegato,ma si vedrà,ma non al livello della duloxetina.Ripeto ci spero molto,forse hanno inventato l'antidepressivo anche per me.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#2 nessunnome

nessunnome

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.223 messaggi

Inviato 20 febbraio 2009 - 19:56:33

ma mio caro...perchè dici di essere depresso???
piuttosto avrai degli "squilibri" come tutti...stai attento con il fegato..in tutti i trattati "alternativi" si parla del fegato come l'organo re dell'energia del corpo e, non a caso, tutte le malattie del fegato sono associabili a "stanchezza"...mi ha stupito in modo positivo invece il fatto che ho letto qui, che il samyr è un disintossicante del fegato (forse è per questo , non per altrii motivi che "fa bene"!)..immagino che l'avrai già provato...
non sottovalutare una buona cura con l'iperico, sembra erbetta, ma ho letto molte cose esaltanti su esso..acqua fresca dirai..
sì, prova anche questo nuovo farmaco..credici!non vorrei essere io a togliere l'effetto importante che si basa sulla tua fiducia in esso..
e che sia per un motivo o per l'altro spera ti faccia bene!!poi ci saprai dire..

#3 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 febbraio 2009 - 02:02:01

ma mio caro...perchè dici di essere depresso???
piuttosto avrai degli "squilibri" come tutti...stai attento con il fegato..in tutti i trattati "alternativi" si parla del fegato come l'organo re dell'energia del corpo e, non a caso,  tutte le malattie del fegato sono associabili a "stanchezza"...mi  ha stupito in modo positivo invece il fatto che ho letto qui, che il samyr è un disintossicante del fegato (forse è per questo , non per altrii motivi che "fa bene"!)..immagino che l'avrai già provato...
non sottovalutare una buona cura con l'iperico, sembra erbetta, ma ho letto molte cose esaltanti su esso..acqua fresca dirai..
sì, prova anche questo nuovo farmaco..credici!non vorrei essere io a togliere l'effetto importante che si basa sulla tua fiducia in esso..
e che sia per un motivo o per l'altro spera ti faccia bene!!poi ci saprai dire..

Visualizza Messaggio


Non hai capito bene,la depressione non è un mia preoccupazione ne problema,il psicofarmaco nuovo lo provo per altri motivi,tra cui quello principale di migliorare la qualità del sonno,perchè solo cosi si puo'guarire,tutte queste patologie e sintomi tipo dolori,memoria stanchezza fisica e mentale,ecc.ecc.,dipendono da un cattivo sonno,se si trova un farmaco capace di aumentare la fase 3 e 4 NREM del sonno,tempo poche settimane e si ritorna come prima,le mie ricerche già da anni mi hanno portato a questa considerazione,almeno nel mio caso,ma non penso che i vostri siano diversi.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#4 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.832 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 21 febbraio 2009 - 17:03:38

Se puoi tienimi informato sul commercio del farmaco, mi ci vorrebbe davvero, mi sono rotto di stare in dormiveglia per 12 ore, come minimo, e raggiungere il rem solo nell'ultima fase, in tarda mattinata, bleah !
Sarebbe interessante andare ad un centro del sonno, ma ora non mi è possibile, troppo lontano anche Milano.

Ciao

Zac

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#5 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 21 febbraio 2009 - 21:49:04

Se puoi tienimi informato sul commercio del farmaco, mi ci vorrebbe davvero, mi sono rotto di stare in dormiveglia per 12 ore, come minimo, e raggiungere il rem solo nell'ultima fase, in tarda mattinata, bleah !
Sarebbe interessante andare ad un centro del sonno, ma ora non mi è possibile, troppo lontano anche Milano.

Ciao

Zac

Visualizza Messaggio

Non è privo di effetti secondari. Se fossi in te proverei il Serplus, molto più sicuro e già disponibile.

#6 Visitatore_aly_883_*

Visitatore_aly_883_*
  • Visitatori

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:22:11

Non è privo di effetti secondari. Se fossi in te proverei il Serplus, molto più sicuro e già disponibile.

Visualizza Messaggio

Tu hai provato il Serplus?
Se si con quali risultati?
Ci sono altre persone che l'hanno provato?

#7 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:25:50

Se puoi tienimi informato sul commercio del farmaco, mi ci vorrebbe davvero, mi sono rotto di stare in dormiveglia per 12 ore, come minimo, e raggiungere il rem solo nell'ultima fase, in tarda mattinata, bleah !
Sarebbe interessante andare ad un centro del sonno, ma ora non mi è possibile, troppo lontano anche Milano.

Ciao

Zac

Visualizza Messaggio


Zac,non c'è problema,dovrebbe arrivare al max entro la fine di marzo.lo dobbiamo provare a piccole dosi s'intende.Ciao.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#8 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:32:45

Non è privo di effetti secondari. Se fossi in te proverei il Serplus, molto più sicuro e già disponibile.

Visualizza Messaggio


Akela gli effetti collaterali ci sono ma sono minimi,comunque il Serplus và sempre sperimentato,a chi funziona è un toccasana,altrimenti perchè lo avrei consigliato sul forum.
Comunque per il Valdoxan,ti metto un po'd'informazioni in più,e per chi non tollera la serotonina potrebbe andare bene:

Si tratta di un farmaco completamente diverso dai precedenti: non è un SSRI ma anzi è un antagonista parziale della serotonina (recettori 5-HT2B e 5-HT2C) e agonista della melatonina (M1 e M2).

Questa molecola (chimicamente simile alla melatonina) ha alcuni effetti molto interessanti: stimola e migliora il sonno senza dare sonnolenza e sopratutto, e questa è la cosa che credo possa interessarci di più, aumenta notevolmente il sonno ristoratore (stadio 4 ad onde lente). Non ha effetti avversi di tipo sessuale (cosa invece comune agli SSRI) e non ha mostrato effetti avversi in fase di sospensione del trattamento (altra grossa differenza rispetto agli SSRI).
I lati negativi sono sostanzialmente:
- minore efficacia degli altri antidepressivi (una differenza statistica col placebo si è avuta solamente nel 50% degli studi)
- può essere molto "pesante" per il fegato (sono stati segnalati casi di epatite indotta dal farmaco durante gli studi).qui' cautela

Effetti collaterali: mal di testa, sonnolenza, insonnia, cefalea, nausea, diarrea, costipazione, dolore addominale, iperidrosi, mal di schiena, fatica, ansia, anormalità nella funzionalità epatica (aumento delle transaminasi).Le solite cose che poi bisogna sempre verificare

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#9 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:32:52

Tu hai provato il Serplus?
Se si con quali risultati?
Ci sono altre persone che l'hanno provato?

Visualizza Messaggio

Io ho intenzione di provarlo, lunedì lo ordino. Ma ci vuole almeno un mese per vedere i risultati e bisogna prenderlo lontano dai pasti proteici.

#10 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:35:26

Akela gli effetti collaterali ci sono ma sono minimi,comunque il Serplus và sempre sperimentato,a chi funziona è un toccasana,altrimenti perchè lo avrei consigliato sul forum.
Comunque per il Valdoxan,ti metto un po'd'informazioni in più,e per chi non tollera la serotonina potrebbe andare bene:

Si tratta di un farmaco completamente diverso dai precedenti: non è un SSRI ma anzi è un antagonista parziale della serotonina (recettori 5-HT2B e 5-HT2C) e agonista della melatonina (M1 e M2).

Questa molecola (chimicamente simile alla melatonina) ha alcuni effetti molto interessanti: stimola e migliora il sonno senza dare sonnolenza e sopratutto, e questa è la cosa che credo possa interessarci di più, aumenta notevolmente il sonno ristoratore (stadio 4 ad onde lente). Non ha effetti avversi di tipo sessuale (cosa invece comune agli SSRI) e non ha mostrato effetti avversi in fase di sospensione del trattamento (altra grossa differenza rispetto agli SSRI).
I lati negativi sono sostanzialmente:
- minore efficacia degli altri antidepressivi (una differenza statistica col placebo si è avuta solamente nel 50% degli studi)
- può essere molto "pesante" per il fegato (sono stati segnalati casi di epatite indotta dal farmaco durante gli studi).qui' cautela

Effetti collaterali: mal di testa, sonnolenza, insonnia, cefalea, nausea, diarrea, costipazione, dolore addominale, iperidrosi, mal di schiena, fatica, ansia, anormalità nella funzionalità epatica (aumento delle transaminasi).Le solite cose che poi bisogna sempre verificare

Visualizza Messaggio

Siccome l'alfalattoalbumina (Serplus) di effetti avversi non ne ha del tutto io preferisco provare quello.

#11 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:37:18

Io ho intenzione di provarlo, lunedì lo ordino. Ma ci vuole almeno un mese per vedere i risultati e bisogna prenderlo lontano dai pasti proteici.

Visualizza Messaggio


Per un miglior risultato mettici vicino anche un po'di vitamine B3 e B6 e vit C. e magnesio.Romy

Messaggio modificato da romy, 22 febbraio 2009 - 21:33:13

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#12 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 21 febbraio 2009 - 22:46:11

Per un miglior risultato mettici vicino anche un po'di vitamine gruppo b e vit c.Romy

Visualizza Messaggio

Sì, già prendo l'ascorbato di potassio, a cicli.

#13 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 febbraio 2009 - 23:14:04

Zac, leggi qui' sempre sull'Agomelatina,se non ci fà dormire bene questo l'ammazzo.

Agomelatina, un antidepressivo melatoninergico

Agomelatina ( Valdoxan ) è il primo antidepressivo melatoninergico.
L’efficacia terapeutica del farmaco è stata dimostrata nel trattamento dei disturbi depressivi maggiori alla dose di 25mg/die.

Per il suo profilo farmacologico, Agomelatina non induce gli effetti indesiderati tipici di altre terapie, come gli inibitori selettivi del riassorbimento della serotonina ( es. disturbi gastrointestinali, aumento di peso, sindrome serotoninergica ed insonnia ).

Uno studio controllato con placebo nei pazienti con disturbo depressivo maggiore, che ha confrontato gli effetti di Agomelatina con quelli di Venlafaxina ( Effexor/Efexor ) sulla disfunzione sessuale, ha mostrato un profilo molto favorevole per Agomelatina.
Inoltre l’Agomelatina ha dimostrato di essere efficace quanto la Venlafaxina.

Uno studio controllato con placebo ha valutato l’effetto della brusca cessazione del trattamento, evidenziando l’assenza di sintomi da interruzione con l’Agomelatina, a differenza di quanto osservato con la Paroxetina ( Paxil; in Italia, Sereupin/Seroxat ).

Agomelatina ha, inoltre, mostrato di influenzare positivamente i ritmi circadiani alterati nei pazienti depressi, migliorando in modo significativo tutte le fasi del sonno disturbato e la qualità del sonno, con favorevole impatto sulla vigilanza nell’arco della giornata.

I dati degli studi clinici finora compiuti indicano che l’Agomelatina rappresenta un nuovo approccio al trattamento della depressione, associando all’efficacia un favorevole profilo di tollerabilità e di regolazione del sonno.

Messaggio modificato da romy, 22 febbraio 2009 - 21:34:46

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#14 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 febbraio 2009 - 23:22:53

In più non fà ingrassare,anzi il contrario,nonostante l'antagonismo sul recettore 5-HT2C,sarà perchè è di tipo parziale.Romy

Prospettive terapeutiche degli agonisti ed antagonisti melatoninergici: depressione e obesità

La melatonina, un neurormone sintetizzato dalla ghiandola pineale durante i periodi di oscurità, è essenziale per il mantenimento dei ritmi circadiani e dei ritmi biologici stagionali.

Fisiologicamente la melatonina regola l’alternanza sonno/veglia, ed influenza diverse funzioni metaboliche, endocrine, ed immunitarie.

L’alterata secrezione della melatonina endogena è associata a disturbi dell’umore e comportamentali, tra cui l’aumento del peso corporeo.

I pazienti con grave depressione esibiscono secrezione di melatonina ridotta e non sincronizzata, e marcati disturbi del sonno.
La somministrazione di Melatonina esogena può ripristinare i livelli plasmatici di questa sostanza.

Nei soggetti obesi è stata osservata un’alterazione della secrezione della melatonina.

Negli studi preclinici, l’agonista melatoninergico, Agomelatina ( Valdoxan ), ha mostrato una potente attività antidepressiva ed ansiolitica.
Questi dati sono stati confermati negli studi clinici che avevano coinvolto pazienti con depressione maggiore.
L’Agomelatina ha anche mostrato di agire come un antagonista competitivo dei recettori della serotonina, e per le sue caratteristiche farmacologiche è stato definito un farmaco MASSA ( Melatonin Agonist and Selective Serotonin Antagonist ).
Uno studio, controllato e randomizzato, ha mostrato che l’Agomelatina 25 mg/die è efficace quanto l’antidepressivo Paroxetina ( Sereupin, Seroxat, Eutimil ) nel trattamento dei pazienti con disturbo depressivo maggiore.

L’antagonista melatoninergico S 20928 ha mostrato, invece, di limitare il guadagno di peso stagionale in un modello murino.

Lo sviluppo di agonisti ed antagonisti melatoninergici potrebbe rappresentare un nuovo approccio al trattamento della depressione e dell’obesità

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#15 Barby74

Barby74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 278 messaggi
  • Location:Firenze

Inviato 22 febbraio 2009 - 00:09:24

Bene Romy tienici informati appena esce dovro' convincere il medico a farmi la ricetta e se ci riesco poi lo provero'!
Ma per il Serplus ci vuole ricetta?E si trova in farmacia ?
Ciao Barbara

#16 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 22 febbraio 2009 - 00:13:34

Bene Romy tienici informati appena esce dovro' convincere il medico a farmi la ricetta e se ci riesco poi lo provero'!
Ma per il Serplus ci vuole ricetta?E si trova in farmacia ?
Ciao Barbara

Visualizza Messaggio

Per il Serplus non ci vuole nessuna ricetta. Si ordina per telefono allo 010 381651.

#17 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 22 febbraio 2009 - 21:37:10

Per il Serplus non ci vuole nessuna ricetta. Si ordina per telefono allo 010 381651.

Visualizza Messaggio


Oppure si ordina dal sito on line.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#18 Barby74

Barby74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 278 messaggi
  • Location:Firenze

Inviato 23 febbraio 2009 - 10:39:03

Grazie!!!

#19 passenger59

passenger59

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 10 marzo 2009 - 18:30:44

Perchè usare un antidepressivo quando è possibile usare direttamente la melatonina per i disturbi di sonno?
Il segreto della melatonina

Cari amici, alcuni di voi hanno sperimentato la potenza dei farmaci in psichiatria: essi, quando siamo fortunati possono aiutarci a superare i momenti di crisi, quasi sempre però, determinano pesanti effetti collaterali. Voglio riferirmi in particolare all'insonnia che alcuni sonniferi o antipsicotici possono procurare dopo la sospensione di una lunga terapia (1,2 anni).
Stiamo finalmente bene o non ne possiamo più, sospendiamo la terapia, ma ci sovviene l'insonnia, non dormiamo più come prima, proviamo altri farmaci più blandi, come sonniferi e benzodiazepine e se non basta ritorniamo nervosi, cadiamo nello sconforto e ritorniamo cronicamente all'uso di sostanze psicotrope con le conseguenze che ciò comporta: dipendenza, assuefazione, tolleranza.
In altri rari casi vi può essere un'insonnia primaria, non determinata da ansia, stress, depressione,psicosi, uso pregresso di psicofarmaci.
Vorrei darvi in questo particolare caso una speranza, se siete in queste condizioni sappiate che l'uso della melatonina può aiutarvi, ma non subito: ci vogliono settimane, mesi a volte, e finalmente ritroverete un sonno ristoratore, sano e naturale.
Non voglio dilungarmi sulle proprietà di questa sostanza naturale ed innocua, ne troverete su internet molti articoli ( su google cercate melatonina, Pierpaoli e avrete molte notizie interessantissime), solo un fattore,ESSENZIALE, va considerato: all'inizio prendetene dosi minime (meno di 1mg) e 7,8 ore prima di andare a letto ! , non come consigliato nelle confezioni o dai medici, 1 ora prima di coricarsi...Questo è il segreto della melatonina...
Dopo un paio di mesi potrete prenderla 6,7 ore prima, fino gradualmente arrivare a prenderla, come prescritto nelle confezioni, un paio d'ore prima di coricarvi dopo orientativamente 5,6 mesi.
Già agli inizi dovreste avere qualche giovamento specie nel caso di scarsi livelli di melatonina endogena.
Perchè funziona subito per risolvere i problemi di jet lag? Perchè la si assume quando in circolo, nell' organismo, la melatonina è ancora a basso livello, in quanto la assumiamo lontano dall'orario in cui vi sono i picchi verso l'alto di melatonina.
Ad esempio di come picchi eccessivi ed improvvisi di melatonina o dei suoi precursori ,come la serotonina,provochino effetti paradossi, riporto l'estratto di un articolo di”La Repubblica”: ”L'alternarsi irregolare e ravvicinato delle ondate di freddo e di caldo aumenta le patologie respiratorie e fa crescere la presenza di serotonina (ndr. e quindi di melatonina), un ormone che aiuta ad affrontare gli sbalzi climatici ma in dosi eccessive,provoca insonnia, mancanza di concentrazione e mal di testa”. Allo stesso modo un eccesso improvviso di melatonina,derivato della serotonina, anzicchè favorire il sonno lo disturba.
Perchè? L' organismo già possiede questa sostanza, che naturalmente aumenta prima del momento del riposo notturno, ma, un suo aumento repentino ed eccessivo di dosi in circolo cerebrale ha quasi sempre un effetto di rimbalzo, e allora dobbiamo abituarci pian piano, come per molti farmaci, a questo surplus di melatonina, aumentarne le dosi ( fino a tre mg) gradatamente ed eventualmente passare, dopo alcuni mesi, se l'insonnia è terminale, ad un preparato a rilascio prolungato(retard): provare per credere.
In bocca al lupo!

P.S. Perchè nessun medico lo sa?... perchè la melatonina non è un farmaco e non costa niente...
:D

#20 Barby74

Barby74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 278 messaggi
  • Location:Firenze

Inviato 10 marzo 2009 - 18:59:41

Diciamo che non so,forse hai ragione o forse no.
Sicuramente non per tutti funziona,sicuramente non l'ho assunta secondo le modalità che descrivi.
Ti spiego,ho iniziato ad avere disturbi col sonno con l'insorgere della fibromialgia.
Diciamo che tutti i dolori sono scoppiati verso febbraio 2008 e i disturbi del sonno sono arrivati verso giugno..
Quindi la mia reumatologa mi ha consigliato la melatonina,quella a rilascio graduale perchè i miei problemi non erano ad addormentarmi ma mi svegliavo di continuo e dopo 4 o 5 ore non mi addormentavo più.
Sono partita subito da 3 mg 1 ora prima di coricarmi..(se lo avessi saputo prima!!!)
Diciamo che da subito sono stata meglio ma il mio sonno va a cicli...
Magari un mese megli,due peggio...poi ancora dormo tranquilla qualche mese e poi no..
Insomma non capisco se questa melatonina possa farmi bene,sicuramente si ma non capisco come regolarla e perchè il mio sonno faccia questi sbalzi.
Ormai sono + di 8 mesi che la uso!
Altra cosa che faccio durante il sonno tormentato,sudo!Si mi faccio lunghissime sudate fredde!
E' terribile avere il sonno così!!
Ciao Barbara

#21 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 10 marzo 2009 - 19:32:16

Diciamo che non so,forse hai ragione o forse no.
Sicuramente non per tutti funziona,sicuramente non l'ho assunta secondo le modalità che descrivi.
Ti spiego,ho iniziato ad avere disturbi col sonno con l'insorgere della fibromialgia.
Diciamo che tutti i dolori sono scoppiati verso febbraio 2008 e i disturbi del sonno sono arrivati verso giugno..
Quindi la mia reumatologa mi ha consigliato la melatonina,quella a rilascio graduale perchè i miei problemi non erano ad addormentarmi ma mi svegliavo di continuo e dopo 4 o 5 ore non mi addormentavo più.
Sono partita subito da 3 mg 1 ora prima di coricarmi..(se lo avessi saputo prima!!!)
Diciamo che da subito sono stata meglio ma il mio sonno va a cicli...
Magari un mese megli,due peggio...poi ancora dormo tranquilla qualche mese e poi no..
Insomma non capisco se questa melatonina possa farmi bene,sicuramente si ma non capisco come regolarla e perchè il mio sonno faccia questi sbalzi.
Ormai sono + di 8 mesi che la uso!
Altra cosa che faccio durante il sonno tormentato,sudo!Si mi faccio lunghissime sudate fredde!
E' terribile avere il sonno così!!
Ciao Barbara

Visualizza Messaggio

La melatonina ingerita non fa assolutamente nulla. Gli ultimi lavori di ricerca lo confermano.

#22 passenger59

passenger59

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 10 marzo 2009 - 19:37:40

Cara amica come hai riscontrato la melatonina utilizzata con le modalità convenzionali(errate!) ha un effetto paradosso: disturba il sonno.
Col passare del tempo, presa nelle corrette modalità, specie se le quantità di melatonina endogene sono scarse per vari motivi (età avanzata, abuso di psicofarmaci...), il suo effetto è rilevante, ma se la causa dell'insonnia è dovuta ad un malessere fisico o dolori di vario genere da sola può non bastare: o si cura la causa o ,con moderazione, si usano antidolorifici...Gli stessi tranquillanti che lei avrà provato abbassano la percezione del dolore.
Comunque complessivamente in questi 8 mesi la melatonina l'ha sempre presa? Dorme male anche quando non ha disturbi fisici?Sta meglio oppure no?
Se si, come probabile, continui a prenderla, dovrebbe migliorare ancora...

Messaggio modificato da passenger59, 10 marzo 2009 - 20:18:09


#23 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 10 marzo 2009 - 20:03:51

La melatonina ingerita non fa assolutamente nulla. Gli ultimi lavori di ricerca lo confermano.

Visualizza Messaggio

I dati indicano che l'80-85% viene escreta con le feci, solo il 0.05% raggiunge il cervello dopo mezz'ora dalla somministrazione, ma dopo un'ora non ce n'è più traccia.

#24 passenger59

passenger59

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 10 marzo 2009 - 20:26:50

Se "non fa niente" provate a prenderne una tantum 5-10 mg un'ora prima di andare a letto alla solita ora...al 90% non dormirete o dormirete malissimo!
Lo scettico deve accettare la sfida dell'esperienza...

#25 Cocci

Cocci

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.285 messaggi

Inviato 10 marzo 2009 - 22:29:29

non vorrei fare il bastian contrario o deludervi ma quì ci vorrebbe Joseph.
cosa diceva:

.....IL Prozac aumenta il rilascio di NO. L'effexor e la venlafaxina DIMINUISCONO il rilascio di NO.

Questo non vuol dire che ai pazienti affetti da dis-regolazione del ciclo No/ONOO si debbano sommnistrare o Prozac o Effexor e venlafaxina.

Gli ME/CFS "veri" stanno peggio, ma molto peggio, dopo l'asunzione di Prozac o Venlafaxina. Tutt'al piu' tollerano il Prozac per unasettimana. Poi cominiiano i guai seri.

L'effetto sull'asse e colinergico (rilascio od inibizione) di questi composti si manifesta con tremori , debolezza muscolare, pulsazione delle vene, erezione diffcile o dolorosa, ecc. Eiaculazione spontanea (prozac) od impedita e/o dolorosa: venlafaxina, effexor.

A livello intestinale diarrea, ecc, ecc.

Si potrbbe scrivre un trattato di almeno 1000 pagine.....
di più
http://www.cfsitalia...eaded&pid=17502

------------------------
Depressione
L'aumento di ossido nitrico nel cervello

Disturbi del sonno
Prodotto da elevati livelli di citochine infiammatorie, l'aumento di ossido di azoto e una maggiore attività di NF-kB

e vari protocolli
http://translate.goo...2fpall_main.htm
"una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo ,perchè non contempla il solo Paese al quale l'umanità approda di continuo.E quando vi getta l'ancora ,la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela"
Oscar Wilde

#26 passenger59

passenger59

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 11 marzo 2009 - 10:49:06

Vorrei concludere il mio intervento rimarcando il fatto che esso è indirizzato a coloro che pur avendo avuto la convinzione che la melatonina potesse aiutarli, nel momento di sperimentarla su se stessi, ne sono rimasti delusi. Io ne ho scoperto la causa: Il segreto della melatonina

Cari amici, alcuni di voi hanno sperimentato la potenza dei farmaci in psichiatria: essi, quando siamo fortunati possono aiutarci a superare i momenti di crisi, quasi sempre però, determinano pesanti effetti collaterali. Voglio riferirmi in particolare all'insonnia che alcuni sonniferi o antipsicotici possono procurare dopo la sospensione di una lunga terapia (1,2 anni).
Stiamo finalmente bene o non ne possiamo più, sospendiamo la terapia, ma ci sovviene l'insonnia, non dormiamo più come prima, proviamo altri farmaci più blandi, come sonniferi e benzodiazepine e se non basta ritorniamo nervosi, cadiamo nello sconforto e ritorniamo cronicamente all'uso di sostanze psicotrope con le conseguenze che ciò comporta: dipendenza, assuefazione, tolleranza.
In altri rari casi vi può essere un'insonnia primaria, non determinata da ansia, stress, depressione,psicosi, uso pregresso di psicofarmaci.
Vorrei darvi in questo particolare caso una speranza, se siete in queste condizioni sappiate che l'uso della melatonina può aiutarvi, ma non subito: ci vogliono settimane, mesi a volte, e finalmente ritroverete un sonno ristoratore, sano e naturale.
Non voglio dilungarmi sulle proprietà di questa sostanza naturale ed innocua, ne troverete su internet molti articoli ( su google cercate melatonina, Pierpaoli e avrete molte notizie interessantissime), solo un fattore,ESSENZIALE, va considerato: all'inizio prendetene dosi minime (meno di 1mg) e 7,8 ore prima di andare a letto ! , non come consigliato nelle confezioni o dai medici, 1 ora prima di coricarsi...Questo è il segreto della melatonina...
Dopo un paio di mesi potrete prenderla 6,7 ore prima, fino gradualmente arrivare a prenderla, come prescritto nelle confezioni, un paio d'ore prima di coricarvi dopo orientativamente 5,6 mesi.
Già agli inizi dovreste avere qualche giovamento specie nel caso di scarsi livelli di melatonina endogena.
Perchè funziona subito per risolvere i problemi di jet lag? Perchè la si assume quando in circolo, nell' organismo, la melatonina è ancora a basso livello, in quanto la assumiamo lontano dall'orario in cui vi sono i picchi verso l'alto di melatonina.
Ad esempio di come picchi eccessivi ed improvvisi di melatonina o dei suoi precursori ,come la serotonina,provochino effetti paradossi, riporto l'estratto di un articolo di”La Repubblica”: ”L'alternarsi irregolare e ravvicinato delle ondate di freddo e di caldo aumenta le patologie respiratorie e fa crescere la presenza di serotonina (ndr. e quindi di melatonina), un ormone che aiuta ad affrontare gli sbalzi climatici ma in dosi eccessive,provoca insonnia, mancanza di concentrazione e mal di testa”. Allo stesso modo un eccesso improvviso di melatonina,derivato della serotonina, anzicchè favorire il sonno lo disturba.
Perchè? L' organismo già possiede questa sostanza, che naturalmente aumenta prima del momento del riposo notturno, ma, un suo aumento repentino ed eccessivo di dosi in circolo cerebrale ha quasi sempre un effetto di rimbalzo, e allora dobbiamo abituarci pian piano, come per molti farmaci, a questo surplus di melatonina, aumentarne le dosi ( fino a tre mg) gradatamente ed eventualmente passare, dopo alcuni mesi, se l'insonnia è terminale, ad un preparato a rilascio prolungato(retard): provare per credere.

Scusate se mi sono ripetuto, ma spero che il mio intervento possa dare sollievo a qualcuno, ricordando che la melatonina è l'ormone,naturalmente prodotto dalla ghiandola pineale , che tra le tante proprietà,ha quella di indurre naturalmente il sonno e che senza di essa semplicemente non dormiremmo.

#27 Barby74

Barby74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 278 messaggi
  • Location:Firenze

Inviato 11 marzo 2009 - 11:44:57

Per passenger:
Dunque,io la melatonina l'ho sempre presa,ogni sera.
I miei dolori fisici purtroppo non sembrano rispondere agli antidolorifici però di solito non sono la causa dei miei risvegli.
Sono stata un po' meglio questo si,ma a periodi.
Alcuni periodi non mi sveglio 50 volte,altri mi sveglio qualche volta ma mi riaddormento,altri mi sveglio e non mi riaddormento.
Visto che sei così esperto sul discorso melatonina puoi darmi qualche consiglio su come assumerla (visto che sono già 8 mesi che l'assumo con le modalità che ti ho indicato).
Grazie

#28 passenger59

passenger59

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 11 marzo 2009 - 13:10:20

Se la prendi da otto mesi ti consiglio di continuare a prenderla come al solito se ti addormenti in fretta. Se non succede anticipa un po' la sua assunzione e se permane una insonnia terminale, per quanto ti possa sorprendere, ti consiglio di utilizzare un preparato "normale", non-retard per intenderci, tipo "melatonina diet". Osserva come reagisci: se migliori o non dovessero esserci differenze di rilievo, continua così: potrai provare a riutilizzare il preparato retard tra alcuni mesi e vedere che succede; se dovessi invece peggiorare la situzione ritorna sicuramente al tuo vecchio preparato, vuol dire che lo hai già metabolizzato. In occasione di nottate particolarmente agitate potresti chiedere al tuo medico curante la prescrizione di un antistaminico ipnotico come il Nopron, che, se usato occasionalmente, è assai indicato nelle insonnie terminali e senza effetti collaterali di rilievo(lo si usa anche per i bambini piccoli).
Voglio comunque rimarcare, per esperienza diretta, che 5-6 ore di sonno"naturale"(come quello indotto dalla melatonina) sono da preferire alle 7-8 ore con aggiunta di farmaci psicotropi troppo aggressivi o usati per periodi molto prolungati.

#29 Barby74

Barby74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 278 messaggi
  • Location:Firenze

Inviato 11 marzo 2009 - 15:11:18

Ok grazie per i consigli...
Buona giornata

#30 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.068 messaggi

Inviato 11 marzo 2009 - 22:14:06

[FONT=Arial][COLOR=purple]
[SIZE=7]Ciao Barby, anch'io ho problemi di risvegli frequenti, difficoltà ad addormentarmi, ultimamente anch'io prendo la melatonina, un'ora prima di coricarmi. Mi aiuta un pò, se non altro riesco a dormire 4-5 ore ininterrotte! Poi però mi sveglio e fatico molto a riaddormentarmi. Il Nopron io lo avevo preso per un pò di tempo, ma mi intontiva molto, mi lasciava i muscoli più doloranti e più stanca . Non so, magari a te non fa gli stessi effetti . Ciao Grazia[FONT=Arial]





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.