Vai al contenuto

Foto

Amalgame - questa si che è paranoia vera....


  • Per cortesia connettiti per rispondere
104 risposte a questa discussione

#1 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 17:08:22

...altrochè.
E io che mi credevo che, già con la questione CFS, avessi
infranto ogni tipo di record, di paranoia appunto, immergendomi per
ore e ore nei più vari link (che poi sono i soliti ma che io non
mi ero mai azzardato ad affrontare seriamente), ed uscendone
umanamente e moralmente distrutto chiedendomi il perchè, perchè IO,
perchè NOI.....perchè in giro c'è un tale viscidume e perchè
deve essere sempre così tutto complicato anche se così semplice.
Il mercurio fa male? Ok dentisti, fatevi un bell'esame di coscenza,
avete toppato, vostro malgrado per carità, agendo in buona fede,
non sia mai detto, ma ora che lo si sà perchè non vi unite, anche per il
vostro stesso bene, sotto la verde bandiera del "Hg-free"?
E invece no, uno sembra che per farsi fare un lavoro come si deve
debba andare in Germania perchè...
perchè....?
Perchè solo li sembra che siano più intelligenti (non credo) o forse non so,
siano più civilizzati (non credo) oppure chissà, forse hanno solo più voglia
di capire e rimettersi in gioco....
La questione dell'ortopanoramica....
possibile che secondo Lorenzo Acerra non ci sia un dentista italiano in grado
di capire, in base alla lettura corretta di questo esame radiologico dentale,
se esistono osteiti o foci dentali (i focus, i denti infetti, infiammazioni batteriche
croniche) punto cruciale del tutto, senza l'individuazione e cura dei quali
una rimozione anche seppure iperprotetta, risulterebbe quasi (dico quasi)
inutile?
E la questione dei materiali?
Possibile che io debba spendere, prima di spenderne una barca per recarmi
qualche mese in Germania, una barca di quattrini per inviare con complicatissima
procedura, rifacendomi al nominativo di tizio caio e sempronio per spedire
(in ghiaccio secco !!!!) alcune provette col mio sangue dalle quali, poi,
un laboriatorio USA mi debba poi mandare l'elenco dei materiali a me più
idonei?
In Italia, no?
In Italia che siamo, il paese dei Catanga? ;)


Sono sempre più imparanoiato ragazzi, scusatemi.... :)

http://www.omeolink....es/rimozion.htm

Messaggio modificato da Johnny, 02 agosto 2007 - 17:12:23


#2 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 02 agosto 2007 - 18:50:20

Caro Johnny,tutto vero ed anche peggio quello che hai detto,ci son passato prima di te,posso dichiarare senza ombra di smentita che l'Italia,a livello di cura dei denti è paragonabile ad una Repubblica delle banane.Lo posso affermare perchè Io stesso sono una vittima eccellente di questi buffoni Italiani che si fanno chiamare dentisti.Se sanno osservare una panoramica?ci sono dentro in questo,2 panoramiche fatte+una tac dentoscan+un'altra tac da fare a giorni ed i vari dentisti litigano tra loro sulla mia pelle,c'è chi ci vede qualcosa ma non si sbilancia e chi niente,e chi dice sono ombre della lastra,fatto stà che io sono impantanato da anni e non c'è verso di sapere se sotto i miei denti ci sono foci o cavitazioni,sai perchè,perchè i nostri dentisti sono a digiuno di quello che dice il Dott.Acerra ed ha pienamente ragione quando afferma che in Italia non esiste un dentista a livello,solo per fare milioni a palate,aggiungo Io.Ll'ultimo l'ho mandato a quel paese perchè pericoloso ed incompetente, e dovete sapere che è considerato il migliore della nostra zona.Sui medici dentisti Tedeschi ho incontrato chi si è arrogato il diritto di dire che in Germania non hanno capito nulla,poveri Noi e povera Italia,siamo alla frutta con i nostri dentisti,ed io ci ho rimesso quel poco di salute che mi rimaneva,sono fermo dal 2003,soldi buttati e sofferenza a iosa,improvvisazione,incompetenza,ladri,presuntuosi,se c'è un dentista valido in Italia si faccia avanti per risolvere i miei problemi di protesi,ma lo dovremo fare alla luce del sole,voi indicate le tecniche da mettere in campo,ma poi vi assumete i rischi del risultato,per il pagamento? dieci volte il giusto dovuto.Quando mi piacerebbe potervi sputtanare in pubblico su internet,fatevi sotto,sono qui'che vi attendo,ma attendero'invano,perchè siete dei conigli,e sapete benissimo che il vostro è un grande bluff,che state ammazzando la razza umana con i vostri materiali non compatibili biologicamente con le mucose orale.E per i calcoli che fate,negli articolatori,li'fate proprio ridere,sbagliate bersaglio che è un amore,e poi i poverini devono compensare i vostri errori,ma capita che la natura a volte dice NO.Ciao,avevo bisogno di questo sfogo.Romy[/size]

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#3 danis

danis

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.026 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 19:14:37

Caro johnny, lo sai qual è la paranoia vera?

La paranoia vera è rendersi conto che qualcuno sta facendo un pessimo lavoro con te e correre da un dentista che sembra faccia tutto un altro lavoro sui denti, pagare ancora dopo aver già dato anche quello che non avevi al precedente, scoprire che per poter rimettere insieme la tua bocca dove ti hanno riscontrato 4 foci che pare siano il tuo problema principale, 3 amalgame da rimuovere, cinque devitalizzazioni da rifare, ti servono ancora 3.750 euro, senza contare un ponte per il quale non hai il coraggio di farti fare il preventivo e il byte per poter sistemare una malaocclusione che può essere stata una delle basi di tutto.

La paranoia vera è dover tornare dal dentista precedente che “non crede” alla pericolosità delle amalgame, che dice che ti limerà i pochi denti sani perché altrimenti i denti non chiuderanno come si deve, che si è già intascato più di metà di quanto ti costerà farti mettere in bocca ancora altri materiali sconosciuti che chissà cosa ti porteranno.

La paranoia vera è non poter nemmeno pensare di andare in germania, se per quello nemmeno a roma, o a san marino, o dovunque ci sia un dentista naturopata che per farti una devitalizzazione come si deve intasca 400 euro a dente.

La paranoia vera è lasciare che ti intossichino ancora perché rimanere con un ponte provvisorio sarà forse peggio e dovere anche inventarti qualche altra capriola economica per poter pagare il tuo aguzzino.

Scusate, punto dolente per molti, ho paura.

"La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Immagine inserita


"tu cerchi la risposta, ma non devi cercare fuori la risposta, la risposta è dentro di te, e però è sbagliata!" Quelo

#4 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 02 agosto 2007 - 19:33:57

Cara Danis,ti capisco un mondo,credimi anche pagando non avrai mai un buon lavoro da nessuno,sono sicuro di quello che dico,lo posso provare,ma dovremmo far diventare il nostro forum, il forum odontoiatra e non è il caso.
Una cosa devo anche dirti,i dentisti che praticano il molaggio selettivo sono degli assassini,scappa lontano da loro.La bocca con i denti,chi poteva supporlo che ci avrebbero messo in croce come Gesù Cristo.Sto' quasi sul punto di togliere tutto,chissà non fosse il minore dei mali.Ciao.Romy

Messaggio modificato da romy, 02 agosto 2007 - 19:35:11

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#5 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 19:59:43

Cara Danis,ti capisco un mondo,credimi anche pagando non avrai mai un buon lavoro da nessuno,sono sicuro di quello che dico,lo posso provare,ma dovremmo far diventare il nostro forum, il forum odontoiatra e non è il caso.
Una cosa devo anche dirti,i dentisti che praticano il molaggio selettivo sono degli assassini,scappa lontano da loro.La bocca con i denti,chi poteva supporlo che ci avrebbero messo in croce come Gesù Cristo.Sto' quasi sul punto di togliere tutto,chissà non fosse il minore dei mali.Ciao.Romy

View Post



Facevo meglio a starmi zitto.... ;)


#6 brici@

brici@

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 65 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 20:55:33


Facevo meglio a starmi zitto.... ;)

View Post


Ciao a tutti..
forse ho buone notizie..
il mio doc,omotossicologo, ha il vostro stesso stato d'animo verso l'incompetenza dei dentisti...è scrupoloso, molto informato,mi ha dato un nome, è un tedesco che lavora qui a brescia, scrive articoli su autorevole pubblicazione, il suo nome è
DR: HANNO RETTMER, c'è anche un suo sito internet..fa chelazioni di mercurio prima e dopo la rimozione delle amalgame, ho un suo articolo che parla proprio dell'inefficacia della rimozione se non si provvede alla chelazione dei vapori di mercurio..dice anche che la diga è inutile o parzialmente utile (solo A NON FAR INGOIARE PEZZI)...perchè in realtà il gran problema è il VAPORE del mercurio, non i pezzi..

#7 danis

danis

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.026 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 20:56:02


Facevo meglio a starmi zitto.... ;)

View Post


.....forse io.... :)

:D
"La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Immagine inserita


"tu cerchi la risposta, ma non devi cercare fuori la risposta, la risposta è dentro di te, e però è sbagliata!" Quelo

#8 brici@

brici@

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 65 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 21:47:12

A chi può interessare, riporto ciò che è scritto del dott. Rettmer sotto la firma del suo articolo sulle amalgame

Il Dott Rettmer è laureato in odontostomatologia e protesi dentale all'università di Hannover, diplomato in Organometria funzionale (EAV), sia con l' AMIDEAV sia con la Società internazionale di EAV..dal 2001 svolge l'attività di docente per la scuola di AMI-DEAV e dell'AIOT relativamente all'odontoiatria olistica ed alla medicina sistemica.

Per chi volesse c' è indirizzo postale ed elettronico..se sono autorizzata magari lo scrivo sul forum, se non in privato

Ciao!

Messaggio modificato da brici@, 02 agosto 2007 - 21:47:36


#9 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 02 agosto 2007 - 22:08:32

.....forse io....  ;)

:)

View Post


Stare zitti o parlare è la stessa cosa ,in molti casi sto'zitto anche Io,onde non soffocare l'effetto placebo che inducono i medici ed i farmaci,ma con i problemi ai denti e compagnia bella l'effetto placebo non esiste,in tale settore o si è ultra bravi e si conoscono i materiali e le tecniche varie o sono problemi seri,ed è il settore più costoso .Per cui inutile nascondersi dietro un dito,se le cose stanno come stanno con l'odontostomatologia in Italia,anzi bisognerebbe gridarlo ai sette venti..Ciao.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#10 mariano

mariano

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 14 messaggi

Inviato 03 agosto 2007 - 07:31:14

ciao brici, mi inserisco in questo forum un pò così...anche io sto cercando un dentomane in grado di valutare e risolvere in sicurezza il problema amalgame. ho cercato il sito del dott. rettner ma senza successo, puoi dare l'indirizzo? grazie


Ciao a tutti..
forse ho buone notizie..
il mio doc,omotossicologo, ha il vostro stesso stato d'animo verso l'incompetenza dei dentisti...è scrupoloso, molto informato,mi ha dato un nome, è un tedesco che lavora qui a brescia, scrive articoli su autorevole pubblicazione, il suo nome è
DR: HANNO RETTMER, c'è anche un suo sito internet..fa chelazioni di mercurio prima e dopo la rimozione delle amalgame, ho un suo articolo che parla proprio dell'inefficacia della rimozione se non si provvede alla chelazione dei vapori di mercurio..dice anche che la diga è inutile o parzialmente utile (solo  A NON FAR INGOIARE PEZZI)...perchè in realtà il gran problema è il VAPORE del mercurio, non i pezzi..

View Post



#11 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 03 agosto 2007 - 09:25:41

Stare zitti o parlare è la stessa cosa ,in molti casi sto'zitto anche Io,onde non soffocare l'effetto placebo che inducono i medici ed i farmaci,ma con i problemi ai denti e compagnia bella l'effetto placebo non esiste,in tale settore o si è ultra bravi e si conoscono i materiali e le tecniche varie o sono problemi seri,ed è il settore più costoso .Per cui inutile nascondersi dietro un dito,se le cose stanno come stanno con l'odontostomatologia in Italia,anzi bisognerebbe gridarlo ai sette venti..Ciao.Romy

View Post


No, in effetti non bisogna stare zitti....
Facevo meglio a stare zitto io, cercando di sfogarmi almeno in modo
diverso, più "sano" e meno drammatico, alimentando così, per reazione
a catena, anche i vostri malumori che sò essere enormi....
Cerchiamo di mettere da parte il nostro disagio il quale essendo
appunto enorme ci impedisce di fare un quadro chiaro della
situazione, anche per chi di amalgame non ha mai sentito,
e di mettere ordine in quello che è il giusto e lo sbagliato
in questo punto cruciale (o no, non lo si riesce a capire) verso
la via di una (ipotetica) guarigione.

Questo è ciò che posso dirvi io, per quel poco che ho potuto
indagare sul campo. Prima alle amalgame non avevo mai pensato,
come tutti, seppure in bocca abbia un'autentico cimitero e i problemi
stomatologici siano sempre stati per me all'ordine del giorno.
Eri ignorante, ora lo sono un pò meno, ma sempre ignorante
mi reputo, troppo ignorante perchè abbia la possibilità di non cadere
in trappola.
Ho cominciato ad occuparmi della questione in giugno, poi,
convinto da chi mi cura che il problema mercurio altro non consisteva
di un forse il 5% delle reali problematiche che mi causano
tutta la sintomatologia CFS, ho desistito, temporaneamente.
Giugno, dicevo, la prima visita dentistica da un professionista
che opera rimozioni protette. Dice che la mia bocca è messa male.
Tante amalgame, alcune ossidate in maniera rilevante e belle grosse.
Capsule in ceramica con metallo sotto...
Perni e devitalizzazioni a go go....
Usa l'amperometro.
Mi fa notare che in bocca è come se avessi la batteria di un cellulare acceso... :(
Bisogna fare al più presto qualcosa. Inizialre già da luglio.
Togliere anche due o tre o quattro amalgame per volta..... :D
In studio c'è tutto ciò che occorre per una corretta rimozione.
Mi viene spiegata ogni cosa, anche che si necessita una adeguata
preparazione pre-rimozione (dieta, integratori, ecc.)
Ma alla domanda: che materiale intende usare per sostituire le
amalgame?
Mi viene risposto "un composito".... :D
Ma come, un materiale così, qualsiasi, senza neanche aver testato
lo stesso sulla mia biocompatibilità ad esso? ;)

Un giorno mi incontro con un medico di mia conoscenza, omotossicologo,
e gli faccio presente il mio problema amalgame.
Mi valuta la situazione e dice che si, in effetti la situazione non è buona,
a vista.
Dice che conosce alcuni dentisti che effetuano rimozioni protette e come
che lazione usano flebo di EDTA.... :o
Flebo di EDTA?
Ma il mercurio rimosso con questa autentica valanga di chelante dopo dove va a finire? :)

Stesso dicasi per un altro dentista (flebo di EDTA). :10:

Poi, ieri, incontro pre strada una amico dentista (regolare).
Gli chedo e lui mi dice che sono balle e che ho più possibilità
ad intossicarmi da Hg facendo una mangiata di pesce che dalla
fuoriuscita dalle amalgame...
E dire che non è uno degli ultimi arrivati....
E i focus? :(

Necessariamente, negli ultimi giorni, ho dovuto aggiornarmi.
Sul web c'è scritto tutto ed il contrario di tutto.
Troppa confusione sulla rimozione e soprattutto sulla chelazione.
Ognuno ha le sue idee ma questo non è affatto rassicurante.
Perchè ad esempio scegliere un medico che fa chelazione prima?
Perchè scegliere un medico che fa chelazione dopo?
Perchè sceglier un medico che fa chelazione prima e dopo?
Chi ha ragione di questi?
Lorenzo Acerra (che tra l'altro non riesco a contattare per email)
ammirevole studioso della questione, da dei precisi consigli su
come deve essere scelto un medico dentista che rimuove in modo protetto.
Anche il solo mancare di UNO di questi requisiti deve farci scappare.
Ottimo.
Ma Acerra dice il vero?
Oppure è un po troppo pignolo?
Io credo che Acerra sia super partes, che interesse avrebbe a
consigliare questo piuttosto che l'altro?
Sta di fatto che secondo lui ci sono 5 e non più di 5 dentisti in italia
(ho scritto di proposito senza la I maiuscola) che rispondono a tutte
e 5 le caratteristiche necessarie ed imprescindibili.
Poi mi dice che però non sanno leggere un'ortopanoramica.
Perbacco... ;) Hai detto niente....

Marco (che saluto) si è tolto 10 amalgame su 13.
Non è andato da nessuno di questi 5 dentisti iperquotati.
Marco vive sereno e credo sia migliorato nei sintomi.
Non si è ancora chelato ma posso capire, a me ad esempio mi è stato detto dal
medico omotossic che mi ha in cura che...beh, lasciamo stare.

Quindi, rimuovere e chelare?
Rimuovere e non chelare?
Non rimuovere e non chelare?
L'unica certezza sembra sia quella che non bisogna chelare senza avere rimosso.

Ma chi rinuove?
Ma chi chela?
Farsi rimuovere in italia e chelarsi in DE?
Farsi rimuovere in DE e farsi chelare in italia?

Boh....


(Romy, Danis, comprendo la vostra soffernza e vi sono vicino col cuore
e coi pensieri, vi abbraccio)

Messaggio modificato da Johnny, 03 agosto 2007 - 12:44:47


#12 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 03 agosto 2007 - 14:28:35

Caro Johnny, prendo la palla al balzo dal momento che mi hai "tirato in ballo" per dare qualche risposta a qualcuna delle domande che hai posto, in base alla mia esperienza e dopo aver letto e sentito e anche "provato" diverse cose.

Innanzitutto per quello che riguarda il sottoscritto io già da tempo ho rimosso tutte le mie 13 amalgame; esattamente l'ultima l'ho rimossa il 18 Settembre 2006, quindi quasi un anno fa.

Anche io ho sentito in più di un occasione il dott. Lorenzo Acerra e lui, prima ancora di iniziare la rimozione protetta delle amalgame, mi ha dato il nominativo di un dentista "bravo" della mia città (ma non so se è uno di quei 5.....). Ci sono andato, ma poi ho optato per andare da un altro dentista (non suggeritomi da Acerra, ma dal naturopata che mi segue) un pò più distante, ma molto molto più economico come tariffe. Alla fine posso dire di essere molto soddisfatto della scelta presa, perchè a parte qualche problema avuto a livello fisico dopo la rimozione delle prime 2 amalgame (certamente perchè il mio fisico si doveva ancora abituare) dopo non ho avuto nessun tipo di problema.
Per quanto riguarda quello che dice il Dott. Acerra a proposito della rimozione delle amalgame, posso dire che ciò che dice è sostanzialmente vero, però dico anche che lui è molto, molto RADICALE su questo punto e, in base alla mia esperienza, posso dire che sono ben più di 5 i dentisti da cui si può andare in assoluta fiducia in Italia.

Sempre riguardo me, io ho intrapreso già da molto tempo la chelazione chimica con DMSA (un potente chelante che lega la molecola del mercurio) fatta con dosi bassissime e con molta molta cautela, mentre tra poco inizierò la chelazione più "profonda", quella che va stanare il mercurio dentro la cellula (il DMSA non lo fa).
Per quanto riguarda la chelazione, non esiste un solo metodo valido per chelare, ma ci sono diversi modi e tutti hanno i suoi pro e i suoi contro. Ma una cosa è assolutamente importante sapere, e cioè che la chelazione VA FATTA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DOPO AVER RIMOSSO TUTTE LE AMALGAME. Chi dice il contrario non sa assolutamente nulla di chelazione!
Faccio presente una cosa molto importante: io sto parlando di CHELAZIONE, non di DISINTOSSICAZIONE. Sono 2 cose molto diverse. I disintossicanti si possono prendere anche prima e durante la rimozione delle amalgame, i chelanti (che sono prodotti che, come detto, legano la molecola del mercurio o di altri metalli) NO! Questo perchè se ci fossero ancora le amalgame, tali chelanti si legherebbero innanzitutto al mercurio presente ancora nei denti, creando una fuoriuscita di mercurio super-massiccia che il fisico umano faticherebbe a tollerare con probabilissime gravi ripercussioni sulla propria salute.

Non bisogna essere esageratamente pessimisti per quanto riguarda la situazione in Italia..... E' vero che in Germania sono più avanti in questo genere di problemi, ma ora anche in italia ci sono dei dentisti e degli specialisti a cui ci si può rivolgere con una certa sicurezza e per la rimozione delle amalgame e per la chelazione-disintossicazione.
Io ho sentito molte persone che si sono disintossicate dal mercurio, seguendo anche procedimenti diversi tra loro (tra cui anche quello menzionato da Johnny, con EDTA per via flebo) e pare che i risultati siano buoni, anche se le strade percorse diverse.
L'unica cosa che mi sento di raccomandare a tutti è.... LA PRUDENZA. Per ogni cosa che si intraprende all'inizio, sopratutto per quanto riguarda la disintossicazione, è bene sempre partire con dosi bassissime per testare ogni possibile reazione avversa su sè stessi.... poi, se si vede che le cose vanno bene, aumentare un pò le dosi, fin quando si capisce di aver trovato la dose giusta per sè stessi.
E' giusto, anzi necessario, farsi seguire da specialisti esperti nel campo, ma il "tocco" finale deve sempre essere il nostro, perchè nessuno specialista, per quanto bravo possa essere, potrà mai sapere con esattezza ciò che quella cosa o quel prodotto potrà mai fare su ognuno di noi. Ognuno è un mondo a sè stante e quindi ognuno necessita di una "via" personalizzata e di dosi, modi e tempi diversi.

Un caro saluto a tutti.


;)

Messaggio modificato da Marco, 04 agosto 2007 - 00:42:02


#13 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 03 agosto 2007 - 15:42:32

Necessariamente, negli ultimi giorni, ho dovuto aggiornarmi.
Sul web c'è scritto tutto ed il contrario di tutto.
Troppa confusione sulla rimozione e soprattutto sulla chelazione.
Ognuno ha le sue idee ma questo non è affatto rassicurante.
Perchè ad esempio scegliere un medico che fa chelazione prima?
Perchè scegliere un medico che fa chelazione dopo?
Perchè sceglier un medico che fa chelazione prima e dopo?
Chi ha ragione di questi?
Lorenzo Acerra (che tra l'altro non riesco a contattare per email)
ammirevole studioso della questione, da dei precisi consigli su
come deve essere scelto un medico dentista che rimuove in modo protetto.
Anche il solo mancare di UNO di questi requisiti deve farci scappare.
Ottimo.
Ma Acerra dice il vero?
Oppure è un po troppo pignolo?
Io credo che Acerra sia super partes, che interesse avrebbe a
consigliare questo piuttosto che l'altro?
Sta di fatto che secondo lui ci sono 5 e non più di 5 dentisti in italia
(ho scritto di proposito senza la I maiuscola) che rispondono a tutte
e 5 le caratteristiche necessarie ed imprescindibili.
Poi mi dice che però non sanno leggere un'ortopanoramica.
Perbacco... :) Hai detto niente....

Marco (che saluto) si è tolto 10 amalgame su 13.
Non è andato da nessuno di questi 5 dentisti iperquotati.
Marco vive sereno e credo sia migliorato nei sintomi.
Non si è ancora chelato ma posso capire, a me ad esempio mi è stato detto dal
medico omotossic che mi ha in cura che...beh, lasciamo stare.

Quindi, rimuovere e chelare?
Rimuovere e non chelare?
Non rimuovere e non chelare?
L'unica certezza sembra sia quella che non bisogna chelare senza avere rimosso.

Ma chi rinuove?
Ma chi chela?
Farsi rimuovere in italia e chelarsi in DE?
Farsi rimuovere in DE e farsi chelare in italia?

Boh....
[/B]

;)

#14 brici@

brici@

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 65 messaggi

Inviato 04 agosto 2007 - 12:13:26

ciao brici, mi inserisco in questo forum un pò così...anche io sto cercando un dentomane in grado di valutare e risolvere in sicurezza il problema amalgame. ho cercato il sito del dott. rettner ma senza successo, puoi dare l'indirizzo? grazie

View Post


Ciao mariano, benvenuto!
ti mando subito un messaggio privato, scusa, ho letto solo ora,
ciao :unsure:
brici

#15 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 04 agosto 2007 - 13:26:35

Caro Johnny, prendo la palla al balzo dal momento che mi hai "tirato in ballo" per dare qualche risposta a qualcuna delle domande che hai posto, in base alla mia esperienza e dopo aver letto e sentito e anche "provato" diverse cose.

Innanzitutto per quello che riguarda il sottoscritto io già da tempo ho rimosso tutte le mie 13 amalgame; esattamente l'ultima l'ho rimossa il 18 Settembre 2006, quindi quasi un anno fa.

Anche io ho sentito in più di un occasione il dott. Lorenzo Acerra e lui, prima ancora di iniziare la rimozione protetta delle amalgame, mi ha dato il nominativo di un dentista "bravo" della mia città (ma non so se è uno di quei 5.....). Ci sono andato, ma poi ho optato per andare da un altro dentista (non suggeritomi da Acerra, ma dal naturopata che mi segue) un pò più distante, ma molto molto più economico come tariffe. Alla fine posso dire di essere molto soddisfatto della scelta presa, perchè a parte qualche problema avuto a livello fisico dopo la rimozione delle prime 2 amalgame (certamente perchè il mio fisico si doveva ancora abituare) dopo non ho avuto nessun tipo di problema.
Per quanto riguarda quello che dice il Dott. Acerra a proposito della rimozione delle amalgame, posso dire che ciò che dice è sostanzialmente vero, però dico anche che lui è molto, molto RADICALE su questo punto e, in base alla mia esperienza, posso dire che sono ben più di 5 i dentisti da cui si può andare in assoluta fiducia in Italia.

Sempre riguardo me, io ho intrapreso già da molto tempo la chelazione chimica con DMSA (un potente chelante che lega la molecola del mercurio) fatta con dosi bassissime e con molta molta cautela, mentre tra poco inizierò la chelazione più "profonda", quella che va stanare il mercurio dentro la cellula (il DMSA non lo fa).
Per quanto riguarda la chelazione, non esiste un solo metodo valido per chelare, ma ci sono diversi modi e tutti hanno i suoi pro e i suoi contro. Ma una cosa è assolutamente importante sapere, e cioè che la chelazione VA FATTA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DOPO AVER RIMOSSO TUTTE LE AMALGAME. Chi dice il contrario non sa assolutamente nulla di chelazione!
Faccio presente una cosa molto importante: io sto parlando di CHELAZIONE, non di DISINTOSSICAZIONE. Sono 2 cose molto diverse. I disintossicanti si possono prendere anche prima e durante la rimozione delle amalgame, i chelanti (che sono prodotti che, come detto, legano la molecola del mercurio o di altri metalli) NO! Questo perchè se ci fossero ancora le amalgame, tali chelanti si legherebbero innanzitutto al mercurio presente ancora nei denti, creando una fuoriuscita di mercurio super-massiccia che il fisico umano faticherebbe a tollerare con probabilissime gravi ripercussioni sulla propria salute.

Non bisogna essere esageratamente pessimisti per quanto riguarda la situazione in Italia..... E' vero che in Germania sono più avanti in questo genere di problemi, ma ora anche in italia ci sono dei dentisti e degli specialisti a cui ci si può rivolgere con una certa sicurezza e per la rimozione delle amalgame e per la chelazione-disintossicazione.
Io ho sentito molte persone che si sono disintossicate dal mercurio, seguendo anche procedimenti diversi tra loro (tra cui anche quello menzionato da Johnny, con EDTA per via flebo) e pare che i risultati siano buoni, anche se le strade percorse diverse.
L'unica cosa che mi sento di raccomandare a tutti è.... LA PRUDENZA. Per ogni cosa che si intraprende all'inizio, sopratutto per quanto riguarda la disintossicazione, è bene sempre partire con dosi bassissime per testare ogni possibile reazione avversa su sè stessi.... poi, se si vede che le cose vanno bene, aumentare un pò le dosi, fin quando si capisce di aver trovato la dose giusta per sè stessi.
E' giusto, anzi necessario, farsi seguire da specialisti esperti nel campo, ma il "tocco" finale deve sempre essere il nostro, perchè nessuno specialista, per quanto bravo possa essere, potrà mai sapere con esattezza ciò che quella cosa o quel prodotto potrà mai fare su ognuno di noi. Ognuno è un mondo a sè stante e quindi ognuno necessita di una "via" personalizzata e di dosi, modi e tempi diversi.

Un caro saluto a tutti.


:unsure:

View Post


Ciao carissimo Marco.... :) ti ringrazio per essere intervenuto in modo
così esauriente riguardo la tua esperienza e mi scuso per averti "tirato in
ballo" magari infischiandomene di educazione e privacy (ho il garante della
quale già sotto casa che mi sta aspettando con la mazza da baseball :D ).
Ma tant'è. La tua testimonianza come quella di romy e danis, sono assai
importanti per chi deve intraprendere questo penoso cammino irto di trappole
ed insidie in ogni dove (e con la salute non si scherza, specie poi con quella
di chi ne ha già poca).
Ti chiedo però alcune delucidazion, in pubblico, cosicchè anche tutti gli interessati
possano giovarsene.

Innanzitutto la cosa più importante:
dopo avere completato le rimozioni hai notato effettivi miglioramenti
nel tuo stato di salute?
Il dentista che ti ha curato soddisfava TUTTI i radicali ma sembra imprescindibili
requisiti-Acerra nel protocollo di rimozione?

Parlavi di differnza tra DISINTOSSICAZIONE e CHELAZIONE:
puoi spiegarti meglio? cioè, in cosa consiste la prima? che sostanze si usano?
Disintossicante può essere ad es. una cura a base di Glutatione?
Tu hai effettuato prima una disintossicazione e poi una chelazione?
O solo la chelazione?

Hai già fatto il DMSA:
vero che va preso ogni 3 ore? anche di notte? tua moglie ti ha lasciato, vero? :D
Hai riscontrato miglioramenti (divorzio a parte :D ) dopo la chelazione?

Un'ultima e gravosa questione B) :
che materiali hai usato per sostituire le amalgame?
Li hai testati prima?
Quanto ti ha detto che durano?

Scusami nuovamente, non voglio sembrare un'impiccione, ma credo che la tua
testimonianza, come quella di tutti quelli che vorranno GENTILMENTE raccontare
la loro, è di ENORME interesse per chi è ignorante (cioè io in primis).

Ciao carissimo... :D


#16 brici@

brici@

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 65 messaggi

Inviato 04 agosto 2007 - 14:34:40

Johnny ti ho mandato mail con il documento del dott.rettmer, parla anche di chelazione,DMPS, EDTA, pro e contro....non parla delle sue cure, però il mio doc dice che dovrebbe trattarsi di alghe tipo chlorella..io la sto usando come prevenzione prima della rimozione..mi parlano benissimo anche della spirulina, altra alga con alto potere assorbente di metalli pesanti e assolutamente innocua...e anche dell'aloe...
Tutti prodotti che non vengono pubblicizzati in quanto non sono un business...

#17 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 04 agosto 2007 - 14:48:15

johnni cos'è il DMSA????

#18 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 04 agosto 2007 - 15:12:01

Vi riporto velocemente la mia esperienza in materia di amalgame: 3 anni fa mi sono ammalata di cfs e dopo qualche mese iniziai ad avere anche fm. dopo 6 mesi di malattia andai da un'omotossicologa che mi consigliò di rimuovere le mie 2 amalgame che avevo in 2 molari da 20 anni.
tolsi le amalgame a distanza di 2 settimane l’una dall’altra. Tolta la prima nessun effetto né in posit. né in negativo (se non ricordo male). Usarono la diga e ci misero 40 ora. Composito nuovo diamont crown (consigliato dall’omotossic).
La seconda amalgama la tolsi da 1 altro dentista perchè ritenevo che il primo non me l'avesse tolta bene, infatti rimase una punta di mercurio sul dente. Insomma il secondo dentista ci mise 1 ora a sostituire l'amalgama e sempre con la diga; composito nuovo nn so di che materiale fosse. Gradualmente iniziai a star sempre peggio. Torno dall’omot. che mi da farmaco omeopatico toxex da prendere 10 gocce tutte le sere...mi dava sempre una sensazione strana alla testa mai provata prima. Al quinto giorno stavo crepando. Sospendo tutto. Periodo allergie, per cui mi viene anche allergia ai pollini. Collasso totale a letto. Ricovero a chieti ( dove mi fecero anche il test al buspirone che mi fece stare malissimo…lo sconsiglio a chiunque; oltretutto non si capisce a cosa serva esattamente…credo a nulla se non per qualche loro strana ricerca :unsure: ). Dopo tutto ciò notai che mentre prima avevo alti e bassi e potevo andare in giro da sola, dopo non mi mossi + dal divano/letto per parecchio. Solo ora dopo 2 anni ricomincio 1 po’ a stare “meglio”. Ma sinceramente nn so se la sostituzione delle amalgame contribuì al peggioramento.
Sostituzione amalgame+allergia+test buspirone+stress= collasso…. Credo sia andata così- :)

#19 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 05 agosto 2007 - 02:37:59

Caro Johnny non ti preoccupare, ogni tanto essere tirato in ballo fa bene, sopratutto se si possono dare ulteriori delucidazioni (in base alla mia esperienza personale) che possono servire anche ad altre persone.

Allora ti dirò che al termine della rimozione delle mie 13 amalgame ho notato sì qualche migliorameno, ma molto lievi, non grandissimi miglioramenti comunque..... La persona che mi segue e pure il dentista che mi ha rimosso le amalgame mi hanno detto che i possibili eventuali miglioramenti dopo la rimozione protetta delle amalgame variano molto da individuo a individuo e possono essere da poco o anche nulla a miglioramenti anche assai marcati. Anche in questo ognuno fa storia a sè stante.

Il dentista che mi ha rimosso le amalgame ha seguito per filo e per segno il "protocollo" Acerra? No, ti dico, non proprio in tutto. Per esempio lui ha utilizzato solo in parte e dove ha potuto la tecnica della "enucleazione", ovverossia la rimozione della amalgama che avviene per sezione lungo l'interfaccia tra otturazione e dente, tanto cara al dott. Acerra..... questo perchè se l'avesse utilizzata sempre, anche dove avevo le amalgame più grandi, alla fine di dente ci sarebbe rimasto ben poco! B) Inoltre secondo il mio dentista per operare bene con questa tecnica bisogna avere a disposizione il microscopio, in caso contrario non si riesce a fare un lavoro fatto bene, e lui questo microscopio non ce l'ha.
Altra cosa che al mio dentista mancava secondo il protocolllo Acerra è lo ionizzatore, cioè quello strumento che serve per mantenere l'aria presente nello studio di lavoro sempre ben filtrata. Non avendocelo il mio dentista si limitava ad aprire le finestre del suo studio per creare comunque un ricambio d'aria naturale.
Mi pare che nel protocollo Acerra fosse anche consigliata la somministrazione endovenosa di vitamina c al termine della rimozione delle amalgame, in quanto pare che la vitamina c prevenga il passaggio del mercurio dal sangue ai tessuti. Anche questo ovviamente non lo abbiamo fatto (ma quali sono i dentisti che fanno una cosa del genere....?); comunque sapendo di questa precauzione io prendevo della vitamina c in compresse il giorno della rimozione.
Per tutto il resto (cioè le cose più importanti, credo io) il mio dentista ha applicato il protocollo di Lorenzo Acerra, dalla diga, al doppio aspiratore, alla benda umida per gli occhi, all'ossigeno (importantissimo...... guai a stare senza!) ecc.... Naturalmente anch'io ho fatto la mia parte in tutto questo seguendo una dieta adeguata e assumendo carbone vegetale il giorno della rimozione.
Considerando che dal mineralogramma io ero risultato super intossicato da mercurio e considerato le reazioni avverse alla rimozione piuttosto contenute (limitate solo ai primi 2 denti e al primo dente devitaliazzato), ne deduco che le precauzione tenute dal mio dentista siano state più che sufficienti per garantire una adeguata sicurezza di intervento. Oh intendiamoci...... se ci sono dentisti che sono ancora più scrupolosi, ben venga...... meglio il più che il meno in casi delicati come questo.... :D .

Questione disintossicazione-chelazione. I disintossicanto sono prodotti generici che disintossicano un pò da tutto, anche dal mercurio naturalmente, ma non sono specifici e non "legano" la molecola del mercurio come ad esempio fanno i chelanti.
Disintossicanti sono, per esempio, quelli nominati da brici, hanno un potere "assorbente", ma non "legante" e quindi si possono prendere anche prima o durante la rimozione. Non ti so dire del glutatatione, comunque di disintossicanti ce ne sono tanti in commercio; io ad esempio ne prendevo (e prendo ancora) 2 alternati tra loro che mi ha consigliato il mio "tutor bio-dentistico".
Sì, Johnny, io ho affrontato prima una disintossicazione e poi una chelazione. E tutt'ora ancora prendo questi disintossicanti nei periodi di "stacco" della chelazione; questo perchè vedo che questi prodotti mi aiutano a recuperare meglio gli sforzi, probabilmente perchè aiutano a smaltire le tossine che noi ammalati accumuliamo in grande quantità e facciamo fatica a smaltire.

Il DMSA lo assumo ogni 4 ore, notte compresa (questo è il motivo principale dei miei strani orari e perchè il mio riposo è spezzato in 2 parti). Ti informo anche che non essendo sposato, non ho ancora avuto problemi di divorzi & C. :)
Se ho notato miglioramenti in questo periodo di chelazione (fatta molto, molto prudentemente a dosi bassissime e a lunghi intervalli, perche con i chelanti chimici non si scherza)? Sì, posso risponderti con una certa sicurezza di sì. Mi sembra di avere avuto più miglioramenti in questo periodo di chelazione che non nel precedente periodo di rimozione..... e il più lo devo ancora fare! Tra poco infatti inizierò a prendere l'acido alfa lipoico e inizierò la chelazione "profonda", cioè quella dentro la cellula, che è la più importante e necessaria in quanto il mercurio passa la barriera cellulare e si va a stanare proprio all'interno della cellula stessa. Vi saprò quindi dire come andranno le cose anche sotto questo aspetto.

Per quanto riguarda i materiali che ho utilizzato in sostituzione delle amalgame il mio "tutor" mi ha detto che differiscono assai poco tra di loro e che di norma, salvo rare eccezzioni (che ci possono comunque sempre essere), non danno problemi. Sì, li potevo anche testare ma non l'ho fatto.... sempre su consiglio del mionaturopata, perchè se avessi avuto dei problemi di intolleranze me ne sarei accorto subito. Ora non mi ricordo il nome del materiale utilizzato dal dentista..... quello che so con sicurezza è che si tratta di materiale "metal free". Ora il mio dentista è in ferie (buon per lui).... magari al suo ritorno mi informo e posto il nome del tipo di materiale da lui utilizzato.


Bene spero di aver risposto abbastanza esaurientemente al tuo 6° grado (scherzo...... anzi se hai altre domande fai pure..... di cose da dire ce ne sarebbero ancora tantissime.....)

Per Silvias:
se hai avuto tutta questa serie di peggioramenti dopo le rimozioni delle amalgame, mi pare molto probabile che il tuo dentista non abbia utilizzato sufficienti precauzioni.
Purtroppo la maggior parte dei dentisti crede ancora che sia sufficiente utilizzare la diga di gomma per fare una rimozione in tutta sicurezza.... NIENTE DI PIU' FALSO! In realtà la diga, sebbene comunque ci voglia, è il meno..... molto più importante è L'aria (o ossigeno) da dare al paziente durante la rimozione protetta. Questa precauzione non deve mancare ASSOLUTAMENTE.
Altra cosa..... gli eventuali problemi post-rimozione da amalgama di solito non si sentono immediatamente.... questi problemi in genere si fanno sentire da 2-3 giorni dopo a 20 giorni dopo, a seconda da persona a persona. Questo per la precisione!

Un saluto a tutti..... e grazie per la pazienza dimostrata a chi avrà voluto leggere tutto. :D


:unsure:

#20 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 05 agosto 2007 - 08:50:30

Si Marco, evidentemente il dentista da cui sono stata non mi ha fatto una rimozione completamente protetta. ma io che ne sapevo...il nominativo me l'aveva dato l'omotossicologa dicendomi che lavorava bene. e poi io ero ancora ingenua...mi fidavo dei medici. ora chiaramente uno sbaglio così non lo farei +. ho totale sfiducia dei medici.
cmq. ora che ho letto il tuo post ricordo che usarono un microscopio (occhiale con microscopio), doppia aspirazione e finestre aperte ma ossigeno assolutamente no. e tra l'altro niente carbone vegetale e cose varie prima della rimozione. solo dopo quel prodotto del c... che poi sospesi.
ma io mi chiedo...se questi fumi di mercurio che si sprigionano rimuovendo le amalgame fanno cosi male allora tutti i dentisti che rimuovo senza nessuna protezione (anche senza diga...ce ne sono, lo so per certo) dovrebbero stare male ogni volta?!
:unsure:

#21 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 05 agosto 2007 - 10:46:43

johnni cos'è il DMSA????

View Post


Questo link riporta (in inglese :unsure: ) alcune delle principali
risposte alle principali domande che ci si può porre (FAQ)
ed a rispondere è Andy Cutler, uno dei maggiori esperti
mondiali nel campo....

http://home.earthlin....html#chelation

Questo invece ti dà l'idea approssimativa di come si svolge
una chelazione (per quanto ho capito) MA BADA BENE, è solo
per darti un'idea, PERCHE UNA CHELAZIONE SIA CON DMSA ALA
OPPURE EDTA DEVE ESSERE SVOLTA SOLAMENTE SOTTO STRETTO
CONTROLLO DI UN PROFESSIONISTA ESPERTO, NON E' UN FAI-DA-TE....

IN GENERALE:

TUTTI i metodi di chelazione e TUTTI i chelanti comportano un certo grado di rischio.
Prestate attenzione al vostro bambino o a voi stessi e alle vostre reazioni. I vostri risultati hanno la precedenza su qualsiasi teoria riguardo a ciò che potrebbe o dovrebbe accadere..
Se qualcosa vi procura effetti negativi INTERROMPETELA
NON cercate di chelare il mercurio se voi o il vostro bambino avete otturazioni contenenti amalgama.

Quali chelanti usare:
Si tratta di un argomento complesso, e non esiste una risposta standard che vada bene per tutti. Comunque, riassumendo, Andy sostiene che:

DMSA da solo, seguito da DMSA + ALA è un’opzione ragionevole.
Così come lo è il DMPS da solo, seguito da DMPS + ALA.
Tra i chelanti comunemente utilizzati, ALA è l’unico che attraversi la barriera emato-encefalica, quindi, per eliminare il mercurio presente nel cervello, a un certo punto occorrerà utilizzare ALA.
La capacità di ALA di attraversare la barriera emato-encefalica comporta rischi specifici. Il rischio è maggiore se ALA viene utilizzato a breve distanza dall’esposizione al mercurio (ad esempio poco dopo aver rimosso amalgama). Ciò andrebbe tenuto in considerazione nel decidere quando utilizzare ALA.
ALA tende a causare una diminuzione nell’ escrezione di rame.--- quindi coloro che utilizzano ALA potrebbero veder aumentare i propri livelli di rame. Questo può rappresentare un problema per coloro che già presentano livelli alti di rame (che è tossico). Ciò andrebbe tenuto in considerazione nel decidere quando utilizzare ALA.
DMSA peggiora la funzionalità epatica, mentre ALA la aiuta.
ALA contiene zolfo. (Questa è una ” buona” notizia per alcuni, “cattiva” per altri. Se i vostri livelli di zolfo sono già alti, potreste dover diminuire la dose di ALA e/o fare attenzione ai cibi che contengono zolfo durante la chelazione con ALA)

Frequenza di somministrazione:
DMSA: ogni 4 ore, anche di notte
ALA: ogni 3 ore, anche di notte. (Per non disturbare troppo il vostro sonno, potete dare la dose notturna ogni 4 ore, ma tornate a darla ogni 3 ore durante la giornata).
DMSA + ALA (insieme): come per l’ ALA, ogni 3 ore, anche di notte. (Per non disturbare troppo il vostro sonno, potete dare la dose notturna ogni 4 ore, ma tornate a darla ogni 3 ore durante la giornata.)
DMPS: ogni 8 ore
DMPS + ALA (insieme): come per l’ ALA, ogni 3 ore, anche di notte. (Per non disturbare troppo il vostro sonno, potete dare la dose notturna ogni 4 ore, ma tornate a darla ogni 3 ore durante la giornata). Dimezzare la dose di DMPS.
Se vi è più comodo, è generalmente accettabile anticipare la somministrazione di una dose. Ad esempio, tra una dose di ALA e quella successiva possono passare 2,5 ore invece che 3. In questo caso, ricordatevi che la dose seguente va presa dopo 3 ore. (L’aver somministrato una dose in anticipo potrebbe confondervi e portarvi a somministrare quella successiva dopo 3,5 ore). Tutte queste indicazioni si riferiscono agli INTERVALLI MASSIMI tra una dose e l’altra. Intervalli minori vanno bene.

Dosaggio:
DMSA (da solo o usato in combinazione con ALA): da 1/8 a 1/2 mg di DMSA per libbra di peso corporeo, per dose (da 0,275 mg a 1,1 mg di DMSA per kg di peso, per dose)
ALA (da solo o usato in combinazione con DMSA): da 1/8 a 1/2 mg di ALA per libbra di peso corporeo, per dose (da 0,275 mg a 1,1 mg di DMSA per kg di peso, per dose)
DMPS (utilizzato da solo): da 1/4 a 1 mg di DMPS per libbra di peso corporeo, per dose (ogni 8 ore) (da 0,55 mg a 2,2 mg di DMPS per kg di peso corporeo, per dose) (ogni 8 ore)
DMPS (se utilizzato in combinazione con ALA, va somministrato con frequenza doppia rispetto a quando viene utilizzato da solo): utilizzare metà dose (da 1/8 a 1/2 mg di DMPS per libbra di peso corporeo, per dose, cioè da 0,275 a 1,1 mg di DMPS per kg di peso corporeo, per dose) ogni 3-4 ore

Rapporto DMSA/ ALA (se vengono utilizzati contemporaneamente):
Un rapporto 1:1 sembra dare buoni risultati. Il miglior rapporto è quello compreso tra 1:2 e 2:1

Durata dei cicli (on=giorni in cui viene utilizzato il chelante, off=giorni di pausa):
Il chelante va utilizzato per almeno qualche giorno consecutivamente (giorni ON). La fase ON raccomandata è di tre giorni consecutivi; 2,6 giorni consecutivi è accettabile (3 giornate intere e le due notti nel mezzo =2,6 giorni) (Oppure, da Venerdì, all’uscita da scuola, fino a Lunedì mattina = 2,6 giorni.) Questa è la durata minima della fase ON , non è consigliato ridurla.
I giorni di pausa (giorni OFF) devono essere almeno tanti quanti i giorni ON.
Non esiste un ciclo standard che vada bene per tutti. Tutte queste sono alternative ragionevoli: 3 giorni ON, 4 giorni OFF. Oppure 3 giorni ON e 11 giorni OFF. Esistono molte altre opzioni ragionevoli.
I giorni di chelazione consecutivi(ON) non devono superare le due settimane.

Quanto tempo aspettare tra la rimozione delle amalgama e l’inizio della chelazione:
Se utilizzate DMSA: almeno 4 giorni
Se utilizzate ALA: almeno 3 mesi. ALA comporta rischi particolari perchè attraversa la barriera emato-encefalica. Il rischio è maggiore se viene utilizzato a poca distanza dall’esposizione al mercurio (ad esempio poco dopo aver rimosso le amalgama), e ciò andrebbe tenuto in considerazione nel decidere quando utilizzare ALA.


Per Marco: perchè l'ac. lipoico lo prendi SOLO ora?


Grazie ancora Marco, illuminante.... :)

Messaggio modificato da Johnny, 05 agosto 2007 - 10:48:43


#22 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 05 agosto 2007 - 12:16:23

Johnny ti ho mandato mail con il documento del dott.rettmer, parla anche di chelazione,DMPS, EDTA, pro e contro....

View Post


Grazie Brici, spero si riesca a leggere..... :unsure:

....non parla delle sue cure, però il mio doc dice che dovrebbe trattarsi di alghe tipo chlorella..io la sto usando come prevenzione prima della rimozione..mi parlano benissimo anche della spirulina, altra alga con alto potere assorbente di metalli pesanti e assolutamente innocua...e anche dell'aloe...

View Post


Spirulina? Allora anche la Klamath dovrebbe avere le stesse caratteristiche....

Aloe? Bisogna essere sicuri di non avere la candida.
L'aloe in genere è un'ottimo integratore ma non per tutti
E' controindicata in portatori di malatt. infiamm. croniche intestinali
quali rettocolite ulc. e Crohn, nelle diverticoliti ed emorroidi.

Messaggio modificato da Johnny, 05 agosto 2007 - 12:16:49


#23 brici@

brici@

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 65 messaggi

Inviato 05 agosto 2007 - 21:40:22

Grazie Brici, spero si riesca a leggere..... :unsure:
Spirulina? Allora anche la Klamath dovrebbe avere le stesse caratteristiche....

Aloe? Bisogna essere sicuri di non avere la candida.
L'aloe in genere è un'ottimo integratore ma non per tutti
E' controindicata in portatori di malatt. infiamm. croniche intestinali
quali rettocolite ulc. e Crohn, nelle diverticoliti ed emorroidi.

View Post

Ciao Johnny
Posso informarmi meglio per i dettagli, ma il mio erborista - che ha studiato farmacia fino alla laurea- mi ha assicurato che l'aloe non ha controindicazioni se si sospende ogni tanto, circa ogni mese per una settimana...ne ha esaminate diverse e mi ha consigliato quella della Zuccari, la più pura...c'è anche il loro sito e rispondono prontamente se scrivi per chiedere informazioni...

Idem per la spirulina, migliore delle altre alghe secondo lui in quanto a facilità di assimilazione o completezza di elementi nutritivi e assorbenti..è l'alga piu indicata anche per coprire ogni tipo di carenza alimentare, ottimo integratore quindi..oltre che eccezionale assorbente di metalli...Anche della spirulina però bisogna accertarsi della provenienza...in alcuni casi è coltivata in aree a rischio inquinamento..la migliore pare sia quella della bioearth (www.bioearth.it)
Altro elemento utile per assorbire mercurio e altri metalliè l'argento colloidale in granuli omeopatici
Per concludere pare che con questi 3 elementi, aloe,spirulina,argento, ci si possa assicurare il miglior apporto di sostanze per il nutrimento e l'integrazione e la disintossicazione dai metalli...
Logicamente ci vuole pazienza e tempo, però non ci sono effetti collaterali...
E dopo un periodo con questi elementi si può anche valutare meglio la chelazione con EDTA o altro..

Grazie a marco e a tutti per le personali esperienze utilissime e per le informazioni
accurate :)
ciao
marina

P.s. il mio omotossicologo ha la possibilità di testare tutti gli elementi chimici usati dai dentisti per vedere se ci sono intolleranze..questo per sapere quali materiali usare dopo la rimozione..

Messaggio modificato da brici@, 05 agosto 2007 - 21:55:42


#24 brici@

brici@

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 65 messaggi

Inviato 05 agosto 2007 - 21:51:41

incollo la mail della ditta zuccari a proposito dell'aloe

::::::::
la ringrazio per l’interesse verso i nostri prodotti.



I problemi all’origine della sindrome da affaticamento cronico sono da imputare ad una problematica generale, piuttosto che ad un particolare aspetto tipo onde elettromagnetiche e metalli pesanti: in questo caso l’aloe è sempre molto indicata.

Infatti il corteo di sintomi che costituisce la sindrome viene efficacemente trattato dai numerosi micronutrienti (vitamine, minerali, enzimi) che compongono il succo d’aloe; inoltre l’effetto depurativo generale favorisce la rigenerazione dell’organismo, a partire dal livello cellulare, che è necessaria per ristabilire l’equilibrio organico di cui ha bisogno.

Per avere risultati più evidenti e veloci, può associare al trattamento con aloe il trattamento con papa.ya 5000, un complesso di antiossidanti concettualmente innovativo, una compressa e una bustina prima di colazione.



Se è interessata ad approfondire la conoscenza sull’argomento aloe, può comunque consultare il nostro “Il grande libro dell’Aloe” ed. Zuccari; se desidera approfondire l'argomento antiossidanti, c’è "Il grande libro della papaya" ed. Zuccari.

I testi sono reperibili in libreria o presso le farmacie ed erboristerie che distribuiscono i nostri prodotti, oppure richiedendoli direttamente qui in azienda.



Cordiali saluti,

dott. Carlo DELUCCA
Direttore Tecnico
carlo.delucca@zuccari.com (MSNOnline)


Zuccari s.r.l.
Via del Commercio 66 / 68 - 38100 Trento - Italy
Tel. + 39 0461 420527 - Fax + 39 0461 820620
info@zuccari.com

#25 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 06 agosto 2007 - 02:11:55

Ciao Johnny.

Giusta osservazione la tua..... perchè l'acido alfa lipoico (ALA) lo adopero solo ora? Ho preferito aspettare ad assumerlo proprio perchè Andy Cutler suggerisce che esso venga assunto quando si è chelato l'80% del mercurio extra-cellulare. Quindi..... prima fare una bella ripulita "fuori" e poi passare a ripulire "dentro". Naturalmente io non so se mi sono ripulito dell'80% del mercurio extra-cellulare, tuttavia per questa ragione ho preferito aspettare.
Convengo tuttavia che forse ho aspettato anche troppo..... comunque prima di utilizzare l'ALA bisogna aspettare (secondo Andy Cutler) almeno 3 mesi dalla rimozione completa delle amalgame.


:unsure:


#26 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 06 agosto 2007 - 12:36:50

Io lo stavo prendendo da un mese, prescrittomi da chi tu sai di parma.
L'ho smesso solo l'altro giorno dopo aver letto.
E naturalmente le mie amalgame le ho ancora tutte, altro che 80% :o
Se in grado di dirmi che tipo di danno ulteriore questa assunzione
mensile mi avrebbe provocato?


:unsure:

#27 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 06 agosto 2007 - 12:49:24

Brici, non mi è arrivato niente.... :unsure:

Ti mando in pvt un'altro indirizzo email...

Messaggio modificato da Johnny, 06 agosto 2007 - 13:51:17


#28 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 06 agosto 2007 - 18:21:30

Io lo stavo prendendo da un mese, prescrittomi da chi tu sai di parma.
L'ho smesso solo l'altro giorno dopo aver letto.
E naturalmente le mie amalgame le ho ancora tutte, altro che 80%  :o
Se in grado di dirmi che tipo di danno ulteriore questa assunzione
mensile mi avrebbe provocato?


:unsure:

View Post


mi rispondo da solo....

INTEGRATORI:

Alcuni come GLUTATIONE (che io da mesi faccio in flebo e ora in iniezione :o ) e Selenio sono incolpati di CAUSARE RIDISTRIBUZIONE DI MERCURIO NEL CERVELLO... (AZZO... :angry: )

ALA:

Acido Lipoico a Alfa Lipoico. Molto efficace per mobilizzare (non chelare) il mercurio (anche chelare arsenico) DALL'INTERNO DELLA CELLULA. Usato insieme ad un chelante permette di avere elevati risultati senza ridistribuzione del mercurio.

Quindi praticamente ora ho il mercurio ridistribuito dal glutatione e mobilizzato
all'ALA in giro, non si sa bene dove, nell'attesa di essere chelato...
Senza che nessuno lo cheli....
Senza che nessuno me lo abbia detto....
Sono alla mercee del mercurio....
Aiuto...
Qualcuno mi cheli... :o



http://www.toxkeeper...id=21&Itemid=44


La situazione è grottesca e paradossale.... :huh:

Messaggio modificato da Johnny, 06 agosto 2007 - 18:25:53


#29 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 06 agosto 2007 - 19:12:10

mi rispondo da solo....

INTEGRATORI:

Alcuni come GLUTATIONE (che io da mesi faccio in flebo e ora in iniezione  :o ) e Selenio sono incolpati di CAUSARE RIDISTRIBUZIONE DI MERCURIO NEL CERVELLO... (AZZO... :o )

ALA:

Acido Lipoico a Alfa Lipoico. Molto efficace per mobilizzare (non chelare) il mercurio (anche chelare arsenico) DALL'INTERNO DELLA CELLULA. Usato insieme ad un chelante permette di avere elevati risultati senza ridistribuzione del mercurio.

Quindi praticamente ora ho il mercurio ridistribuito dal glutatione e mobilizzato
all'ALA in giro, non si sa bene dove, nell'attesa di essere chelato...
Senza che nessuno lo cheli....
Senza che nessuno me lo abbia detto....
Sono alla mercee del mercurio....
Aiuto...
Qualcuno mi cheli... :unsure:

http://www.toxkeeper...id=21&Itemid=44
La situazione è grottesca e paradossale.... :o

View Post




:o :huh: :angry:

#30 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 07 agosto 2007 - 18:02:59

La situazione è sempre più paradossalen und grotteschen
(sto già cominciando a familiarizzare col tedesco)

Da pdf inviatomi caramente da una "collega"
sembra che il glutatione invero faccia bene....!!!!!

:unsure:

Non so più che pesci pigliare....
Di sicuro non quelli di mare..... :o





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.