Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Romy-pensiero......


  • Per cortesia connettiti per rispondere
636 risposte a questa discussione

#511 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 23 febbraio 2014 - 18:39:07

Ricordate la famosa frase "Eppur si muove"che alcuni attribuiscono a Galileo Galilei,e che rende bene il concetto sotteso.Romy

 

Salute: malattie neurosviluppo bimbi legate a prodotti chimici

 

17:55 17 FEB 2014

(AGI) - Washington, 17 feb. - Uno studio della Harvard School of Public Health pubblicato su 'Lancet Neurology' sostiene che il recente aumento di malattie del neurosviluppo come autismo, deficit di attenzione e iperattivita' e dislessia, che si e' verificato tra i bambini potrebbe essere legato a sostanze tossiche usate a livello industriale in pesticidi e solventi.
  In particolare, i ricercatori si sono soffermati su sostanze come manganese, fluoro, Ddt, tetracloroetilene (un solvente) e i ritardanti di fiamma. Il manganese e' stato associato con problemi motori e riduzione della funzione intellettuale; i solventi sono stati legati a iperattivita' e comportamento aggressivo e alcuni tipi di pesticidi possono causare ritardi cognitivi. Secondo i ricercatori e' cruciale controllare l'uso di questi prodotti chimici per proteggere lo sviluppo del cervello dei bambini a livello globale, magari attraverso la formazione di gruppi internazionali per la valutazione della neurotossicita' di queste sostanze. (AGI) .

 

p.s.

 

Come si puo' ben notare alla fin-fine viene fuori il mio vecchio concetto relativo alla Trimurti per ogni tipo di patologia,il famoso stress cronico,le tossine che spesso diventano anche neuro-tossine,poi l'ossigeno,considerato da due angolazioni diverse,quella della scarsa ossigenazione ai tessuti,gran problema,e quello della produzione dei radicali liberi,idem come problema non da poco.Ho lasciato fuori i batteri,virus ed altri microganismi patogeni volutamente,non perchè non fanno danni........o non sono pericolosi,ma perchè non li fanno sempre i danni,infatti un buon Sistema Immunitario e quindi buone difese organiche bastano a tenerli buoni e metterli al cappio e quindi a tacere,per cui,questi,non rappresentano la regola bensì l'eccezione in relazione alle patologie,spero mi sia ben spiegato,altrimenti chiedo scusa.Romy


Messaggio modificato da romy, 23 febbraio 2014 - 18:52:46

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#512 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 27 febbraio 2014 - 23:15:18

E per lo stress cronico vi do questa notizia,che dovrebbe chiudere il discorso che porto avanti da 13 anni.Romy

 

Lo stress cronico aumenta l’insorgenza di alcune patologie, ma come funzioni esattamente il meccanismo che collega il disagio psicologico a quello organico restava finora poco chiaro.

Un recente studio ha messo in evidenza che livelli eccessivi di stress cambiano l’attività dei geni nei globuli bianchi, preparandoli a combattere contro un’infezione o un trauma che in realtà non esiste, il che provoca un eccesso di infiammazione che causa svariati problemi di salute, come malattie cardiovascolari, diabete e obesità.

Gli effetti dello stress sulle cellule del sistema immunitario sono stati studiati sui topi dai ricercatori della Ohio State University e sull’uomo dalla University of California.
Nel primo caso i topi sono stati stressati introducendo nel gruppo un maschio aggressivo in modo da indurre una frustrazione sociale: i topi stressati presentavano il quadruplo dei leucociti nel sangue e nella milza. E un’analisi del genoma ha evidenziato come oltre 3.000 geni erano alterati rispetto alla norma.
Lo studio sull’uomo invece ha coinvolto gruppi di maschi adulti con uno stato socio economico sia basso che alto.

Gli uomini affetti da stress cronico (quelli che vivevano in condizioni economicamente difficili) presentavano un’alterazione dell’espressione di 387 geni di natura pro-infiammatoria, similmente a quanto accadeva nei topi.

Lo studio quindi conferma il fatto che uno stress cronico può avere effetti sull’espressione genetica e farci dunque ammalare.

 

Fonte

http://www.theblazon...-genetica/76689


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#513 abbonu

abbonu

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 743 messaggi

Inviato 28 febbraio 2014 - 11:02:31

Si, ho capito, però è molto generica la cosa. Diciamo che, in pratica, per la nostra situazione non spiega nulla. 



#514 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 01 marzo 2014 - 09:29:25

@ romy.... nel tuo articolo sopra......  

(AGI) - Washington, 17 feb. - Uno studio della Harvard School of Public Health pubblicato su 'Lancet Neurology' sostiene che il recente aumento di malattie del neurosviluppo come autismo, deficit di attenzione e iperattivita' e dislessia, che si e' verificato tra i bambini potrebbe essere legato a sostanze tossiche usate a livello industriale in pesticidi e solventi.

  In particolare, i ricercatori si sono soffermati su sostanze come manganese, fluoro, Ddt, tetracloroetilene (un solvente) e i ritardanti di fiamma. Il manganese e' stato associato con problemi motori e riduzione della funzione intellettuale; i solventi sono stati legati a iperattivita' e comportamento aggressivo e alcuni tipi di pesticidi possono causare ritardi cognitivi. Secondo i ricercatori e' cruciale controllare l'uso di questi prodotti chimici per proteggere lo sviluppo del cervello dei bambini a livello globale, magari attraverso la formazione di gruppi internazionali per la valutazione della neurotossicita' di queste sostanze. (AGI) .

 

sai  che il mio bimbo piccolo,  appena nato la pediatra mi ha dato delle pastigliette di fluoro per proteggere i denti futuri e rinforzarli....  gli ha fatto un effetto reattivo già all'assunzione dopo qualche giorno, si riempiva di brufolini in volto ..... ho sospeso 10 giorni poi riprovato, stessa cosa......  la dottoressa  quando le ho posto il problema della sospensione la risposta netta " è impossibile che sia il fluoro" ... in quel momento prendeva solo il mio latte ....... comunque l'ho sospeso  se ci sono cresciuta io,  gli altri due figli che ho  senza, fa senza anche lui.....

e così purtroppo per altre sostanze che ho scoperto poi intollerante e allergico e tenendo una certa dieta ... non ferrea  .......... sta bene e non gli  vengono più i problemi che aveva da piccolo " era costantemente sotto cortisone.." da quando era nato per cinque anni....



#515 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 03 marzo 2014 - 23:20:14

Aggiungo quì,come sempre questo mio post per i posteri,un concetto molto importante collegato allo stess cronico,che quasi nessuno conosce.Romy

 

 

 

 

 

Abbonu,mai sottovalutare lo stress,specie se cronico,ogni patologia prende spunto in grande percentuale dallo stress,non c'è patologia,che una volta istauratosi,specie a livello cronico,non alimenti altro stress cronico.Essere sotto stress cronico anche se lieve e continuo equivale ad intossicarsi ogni giorno di più per la produzione endemica di monossido di carbonio,da quì la cattiva ossigenazione ai tessuti ed al cervello.Secondo te perchè ebbi a coniare il termine Trimurti,molti anni fa.......tossine e neurotossine,stress cronico con scarsa ossigenzione tessutale,visto che il monossido di carbonio spiazza in modo vincente l'ossigeno nei confronti dell'emoglobina.Non tutti sanno che L'emoglobina presenta una affinità per il monossido di carbonio,210volte maggiore rispetto a quella per l'ossigeno e di conseguenza tende a legare più stabilmente il monossido di carbonio che risulta così in grado di spiazzare l'ossigeno stesso. La progressiva formazione di COHb( carbossiemoglobina)

dipende dalla durata di esposizione al CO, dalla concentrazione del gas inalato, e dalla ventilazione alveolare.In questo modo l'emoglobina non è più in grado di captare e trasportare l'ossigeno: il risultato è il manifestarsi dell'ipossia anemica. Inoltre, la carbossiemoglobina influenza il rilascio fisiologico dell'ossigeno da parte della restante frazione normale di emoglobina che manifesta minore tendenza a rilasciare O2.Ti sembra poco tutto questo,sempre a partenza dello stress e mi piacerebbe sapere quanti sono a conoscera di quest'aspetto fisiologico dello stress,su cui mi sono sgolato negli anni passati,come su tante altre cose,inconsapevole che non potevo essere seguito,oggi sono consapevole di cio',anche se non ho più le abilità di una volta.Mi verrebbe di dirti la verità a cui sono giunto dopo tanti anni,ma a che servirebbe?a nulla.Ciao Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#516 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 10 marzo 2014 - 15:23:48

Metto quì anche questa informazione,postata da me altrove,Romy

 

 

Non ho visto ancora il filmato da Le Iene ,ma per me non è una gran sorpresa o una novità a 360°,nel mondo stanno avanzando nuove concetture sulla salute e patologie,piano piano ed  a fatica,ma avanzano sempre più,e vanno sempre più ad affiancare la Scienza Ufficiale,e credetemi non si puo' fermare il mare con le mani.Romy

 

La storia di Antonio


tumore-1.jpgNel 2003 gli viene diagnosticato un tumore al polmone destro. Viene operato e tutto sembra essere a posto, finchè nel 2009 non compare un nuovo tumore al polmone sinistro. Un nuovo intervento e un ciclo di chemioterapia fanno regredire anche questo tumore. Ma nel 2011 si scopre la presenza di metastasi nel cervello.

Nonostante la radioterapia la metastasi regredisce, ma non scompare. Gli viene pertanto prescritto un nuovo ciclo di chemioterapia. Il precedente ciclo però l'ha segnato profondamente, e pertanto decide di rifiutare le cure.

Suo figlio cerca in rete soluzioni alternative: scopre gli studi del dott. T. Colin Campbell, illustrati nel libro The China Study; scopre che un'alimentazione vegana può contribuire a contrastare e far regredire malattie anche molto gravi, come i tumori. Antonio supera le sue resistenze iniziali e si avvia lungo questa strada: non lo sa, ma nel giro di 3 mesi la sua vita, e quella del suo tumore, cambieranno radicalmente.

depetris.jpgSi fa seguire da un medico professionista, specializzato in nutrizione oncologica, la Dottoressa Michela De Petris, che gli prepara un programma alimentare bilanciato, basato su cibi vegetali. In un primo momento la sua alimentazione si basa soprattutto sui succhi vegetali, in modo da attuare una radicale disintossicazione. In un secondo momento riprende a mangiare anche i vegetali cotti. Inoltre beve molta acqua alcalina. Antonio dimagrisce: da oltre 90 chili passa a 79 chili, ma nonostante il calo di peso si sente con molta più energia in corpo di quanta non ne abbia mai avuta.

Al termine del percorso alimentare prescritto dalla Dottoressa De Petris, Antonio torna in oncologia per una TAC. Il responso stupefacente: il tumore è scomparso!

L'ultima speranza che la medicina aveva dato ad Antonio era stata l'ennesima chemioterapia. Ma pare che una semplice rivoluzione dello stile alimentare abbia permesso ad Antonio di raggiungere gli stessi risultati.

Naturalmente non è dato sapere quanto la guarigione di Antonio sia stata causata dall'onda lunga della radioterapia, e quanto sia stata favorita dall'alimentazione di Antonio.

Quello che è certo è che Antonio è guarito senza sottoporsi ad un ulteriore ciclo di chemioterapia.

Oggi Antonio e la sua famiglia sono soddisfatti della loro scelta vegana: in casa loro non mancano mai il gusto a tavola, la salute, e il buon umore.

Le conclusioni

succhi.jpgUn caso come quello raccontato da Le Iene ( qui puoi vedere il filmato sul loro sito), è la dimostrazione che la scienza deve trovare il coraggio di aprirsi al tema dell'alimentazione, sempre più evidentemente importante nel trattamento dei tumori. La dottoressa De Petris lo ha sottolineato nel servizio: è in atto una rivoluzione, in quanto sempre più si parla del rapporto tra alimentazione e malattia e il merito di questa rivoluzione, molto spesso, è dei pazienti, che arrivano con "questi libri" sulle scrivanie dei medici, dando loro l'opportunità di aggiornarsi.

Non esiste certezza che la sola dieta sia stata la causa della guarigione di Antonio e non è certo al 100% che tutti possano vivere con successo il medesimo percorso di guarigione.

E' però un segnale di apertura e di speranza: gli studi come The China Study dimostrano come l'alimentazione influisca sui tumori, e come un regime vegano possa aiutare specialmente in fase di prevenzione. E questa è una risorsa molto importante per chi vuole guardare con consapevolezza oltre la malattia, verso la guarigione.


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#517 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 09 aprile 2014 - 23:53:30

Siamo alle solite,anzi ai soliti tutto ed il suo contrario:quali sono gli antidepressivi più letali per gli adulti over 65,spece se con qualche acciacco,che per un qualsiasi motivo ne dovrebbero fare uso?.Anni addietro si affermava,tra gli addetti ai lavori, che fossero i tri-ciclici i peggio specie a livello di cuore,e per la loro spiccata anti-colinergicità i peggiori a 360°,cio' in onore degli antidepressivi più moderni che si affacciavano sul palcoscenico delle cure per gli stati di sofferenza mentale,ecc.ecc.,ovvero gli SSRI,i famosi inibitori del Reuptake della Serotonina,sempre osannati per decenni.Oggi non è più così,oggi si scopre,ogni giorno che passa, che sono gli SSRI ed altri moderni farmaci antid.ad essere più letali dei vecchi antidepressivi tri-ciclici,in me la confusione regna sovrana,come sempre,essendo io un over 65.Poi con la calma vi metto gli studi e le ricerche che dovrebbero chiarire il problema.Romy


Messaggio modificato da romy, 09 aprile 2014 - 23:57:23

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#518 Piera.F

Piera.F

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 387 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 10 aprile 2014 - 10:37:31

Romy..hai visto la trasmissione in onda su Rai 3 sabato scorso "il sesto senso"? Parlavano del collegamento intestino-cervello con un passaggio interessantissimo sulla serotonina. Vorrei contattare il neurobiologo che parlava...ma non so l'inglese. Poi c'era un altro medico francese che parlava della relazione tra Parkinson e intestino. Se non hai visto la puntata puoi riguardarla su Rai replay..dal minuto più o meno 33..



#519 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 aprile 2014 - 21:00:00

Siamo alle solite,anzi ai soliti tutto ed il suo contrario:quali sono gli antidepressivi più letali per gli adulti over 65,spece se con qualche acciacco,che per un qualsiasi motivo ne dovrebbero fare uso?.Anni addietro si affermava,tra gli addetti ai lavori, che fossero i tri-ciclici i peggio specie a livello di cuore,e per la loro spiccata anti-colinergicità i peggiori a 360°,cio' in onore degli antidepressivi più moderni che si affacciavano sul palcoscenico delle cure per gli stati di sofferenza mentale,ecc.ecc.,ovvero gli SSRI,i famosi inibitori del Reuptake della Serotonina,sempre osannati per decenni.Oggi non è più così,oggi si scopre,ogni giorno che passa, che sono gli SSRI ed altri moderni farmaci antid.ad essere più letali dei vecchi antidepressivi tri-ciclici,in me la confusione regna sovrana,come sempre,essendo io un over 65.Poi con la calma vi metto gli studi e le ricerche che dovrebbero chiarire il problema.Romy

http://www.psichiatr...per-gli-anziani

http://www.mediexplo.../articolo/15575

Messaggio modificato da romy, 20 aprile 2014 - 21:23:10

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#520 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 aprile 2014 - 22:07:07

Romy..hai visto la trasmissione in onda su Rai 3 sabato scorso "il sesto senso"? Parlavano del collegamento intestino-cervello con un passaggio interessantissimo sulla serotonina. Vorrei contattare il neurobiologo che parlava...ma non so l'inglese. Poi c'era un altro medico francese che parlava della relazione tra Parkinson e intestino. Se non hai visto la puntata puoi riguardarla su Rai replay..dal minuto più o meno 33..

 

Non l'avevo visto,l'ho fatto oggi,ma in fondo tutte cose che già si conoscevano o che si supponevono,nulla o quasi di cui ci possiamo servire praticamente,ad esclusione dell'agopuntura addominale,ma sfido a trovare in italia un medico che la pratica.Il discorso sulla Serotonina è molto complesso,dipende da dove si localiza la stessa,presenta una certa positività se all'interno della cellula neuronale,problemi se localizzata tra gli spazi intracellulari,ed anche la mediazione a livello intestinale,tra la stipsi e la diarrea non è di semplice comprensione,infatti i farmaci per la stipsi e colite spastica del passato che si basavano sulla serotonina intestinale al fine di modificarne la peristalsi,poi non hanno reso il concetto e non hanno avuta fortuna,insomma tra il dire ed il fare poi ci passa il mare.Io ci credo che nella pancia ci abbiamo un altro cervello,ma si conosce veramente poco a riguardo,forse per le generazioni future................Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#521 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 08 settembre 2014 - 19:39:49

Dopo circa 5 mesi riprendo a scrivere sul mio Topic,ho pensato di riportarvi tutte quelle ricerche o studi di cui vengo a conoscenza,compreso quelle notizie che effettivamente fanno notizie in qualunque senso,ricerche o studi che spesso mi fanno riflettere e dedurre di essere su di una grande giostra che ora gira in un senso ora in un'altro.Ho deciso di non essere più solo a lambiccarmi il cevello davanti a certi articoli-notizie,da fonti di un certo credito scientifico,ma di farlo insieme a chi mi legge.Il lavoro sarà anche di una certa utilità pratica,potrebbe riempire le molte lacune mnemoniche,di cui soffriamo. Logico che il topic è aperto anche a tutti i vostri contributi,che,volendo,ci potete postare le ricerche,studi e notizie-informazioni,che ritenete di un certo interesse,evitando di postarci doppioni e non dimenticarsi,quando è possibile,di accludere la fonte.Romy

 

Inizio:

 

Sono un bevitore di caffè,mi piace molto berlo,spesso si è detto molto male del caffè,su questo forum c'è una lunga discussione sul caffè non in senso benevole,l'ultima che ho potuto leggere dice:

 

           CAFFE'

 

Negati gli effetti negativi del consumo di caffè.

Uno studio su 130mila persone in 24 anni negano la correlazione tra il consumo di caffè e tumore o malattie cardiovascolare.

 

Niente pericoli nella tazzina di caffè. Anzi. Un consumo regolare al mattino di questa bevanda riduce, seppure lievemente, i rischi di mortalità. La riabilitazione di questo protagonista delle 'pause' più apprezzate nei diversi angoli del mondo arriva dagli esperti di nutrizione dell'università di Harvard, che hanno analizzato i dati medici di 130mila persone su un periodo di 24 anni.
Ebbene, non esiste alcun legame tra consumo di caffè e morti per tumore o per malattie cardiovascolari, come era stato ipotizzato da alcune ricerche negli ultimi anni.

 

L'elaborazione della vasta mole di dati - coordinata da Rob van Dam - ha indicato che i consumatori abituali, e anche i forti bevitori (fino a oltre un litro, considerando i caffè americani) possono contare su effetti positivi, soprattutto con il consumo al mattino grazie, molto probabilmente, all'elevato numero di antiossidanti presenti.
Ma il via libera alla tazzina non è proprio per tutti. I ricercatori ricordano che ci sono alcuni casi in cui è meglio essere prudenti: le donne incinte, ad esempio, per le quali sono stati indicati rischi di aborto con dosi elevate; gli insonni, le persone che hanno un ritmo cardiaco alterato o chi ha un tasso di colesterolo 'cattivo' elevato. In questo ultimo caso il problema è legato ad un componente presente nei grani del caffè (cafestol) che aumenterebbero il rischio di problemi legati al colesterolo.

Fonte: Aduc (02/09/2014 16:00:19)
Pubblicato in Medicina e Salute


Messaggio modificato da romy, 08 settembre 2014 - 19:44:57

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#522 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 08 settembre 2014 - 20:38:46

_20140830_Yoshiki_Sasai.jpg

 

Il Giappone,che in passato fu la Patria del codice d'onore dei Samurai,ancora ai tempi di oggi,alcuni suoi figli non se ne discostano,onore per il ricercatore Sasai Yoshiki,che Dio l'abbia in gloria,astenendomi da ogni giudizio personale.Romy

 

Il ricercatore giapponese Sasai Yoshiki non ha retto il rifiuto di Nature all'articolo sulla creazione di cellule Stap, staminali pluripotenti ottenuto da uno stimolo esterno.

 

C'è un evento al quale un giapponese difficilmente riesce a resistere: la perdita della reputazione. Ed è proprio a questo che Yoshiki Sasai, uno dei più importanti biologi nipponici, pare non aver resistito: l'hanno trovato - secondo quanto raccontano oggi i media locali - impiccato in quello che con ogni evidenza appare essere un suicidio.
Sasai, negli ultimi mesi, è stato spesso sulle prime pagine dei giornali per uno scandalo che ha scosso la comunità scientifica: il ritiro da parte della prestigiosa rivista scientifica Nature di uno studio sulle cosiddette cellule Stap firmato dalla giovane scienziata Haruko Obokata, di cui Sasai era il supervisore (e, in quanto tale, co-firmatario della ricerca).
Era gennaio di quest'anno quando un team di ricerca del Centro Riken per la biologia, di cui Sasai era uno dei vicedirettori, annunciava di aver sviluppato un metodo per produrre cellule staminali pluripotenti attraverso uno stimolo che poteva essere l'esposizione a batteri o a particolari condizioni ambientali. Il significato della sigla Stap, appunto, è "Stimulus Triggered Acquisition of Plutipotency".
La notizia rappresentava una svolta epocale per la biologia cellulare, perché dava la possibilità di produrre cellule staminali pluripotenti in maniera più efficiente, semplice e meno eticamente sensibile rispetto ai metodi attualmente conosciuti, compreso quello Ips, "a induzione", sviluppato tra gli altri da un altro importante ricercatore nipponico, il premio Nobel Shinya Yamanaka.

 

Dopo la pubblicazione dello studio, tuttavia, i tentativi di duplicare l'esperimento fallirono e furono evidenziati errori, mentre venivano lanciate nei confronti di Obokata accuse di falsificazione. Questo portò il centro Riken ad aprire una sua inchiesta interna che fu conclusa ad aprile con un esito pesante per Obokata. La ricercatrice fu accusata di gravi violazioni nella conduzione della ricerca, mentre ai co-autori - tra i quali Sasai - furono addebitate gravi responsabilità di mancato controllo. Fu così che tra giugno e luglio Obokata dovette accettare il ritiro dell'articolo. Sasai, 52 anni, non deve aver resistito al peso di quella responsabilità. "Yoshiaki Sasai è stato scoperto impiccato stamani mattina all'interno di uno degli edifici del centro di ricerca Riken. Dopo essere stato inviato in ospedale, è stato dichiarato morto. La polizia sta investigando sul caso come un sospetto suicidio", ha dichiarato un portavoce della polizia di Kobe. Accanto al corpo sono stati rinvenuti due biglietti d'addio, uno dei quali - secondo la televisione nipponica Nhk - è diretto ad Haruko Obokata.
La morte di Sasai ha gettato nello sconforto il mondo della ricerca giapponese. Lo scienziato era una delle punte di diamante della ricerca molecolare e, secondo quanto scrive il sito internet del quotidiano Yomiuri shimbun, la sua scomparsa potrebbe portare a una pesante battuta d'arresto nella ricerca sulle cellule staminali pluripotenti e sullo sviluppo delle cellule Stap. "E' una cosa particolarmente spiacevole", ha commentato il potavoce del governo Yoshihide Suga. "Il dottor Sasai - ha aggiunto - era uno dei principali protagonisti nel campo della medicina rigenerativa". Il suicidio di Sasai, che formalmente non era direttamente responsabile delle pecche nel report di Obokata, s'inquadra in una tradizione che vede l'autoannientamento come una possibilità per mondarsi dalla vergogna. Lo era nel Giappone medievale, continua a esserlo ancora oggi. Negli ultimi anni ci sono stati casi di famosi di suicidio, a partire dall'ex ministro dell'Agricoltura Toshikatsu Matsuoka, il quale s'è impiccato a Tokyo nel 2007 dopo uno scandalo. Oppure il numero uno delle ferrovie dell'Hokkaido, che si tolse la vita nel 2011 dopo un incidente ferroviario in cui sono rimaste ferite 40 persone. Questo sistematico ricorso al suicidio "è un orrore - ha scritto il Wall Street Journal tempo fa - che potrebbe apparire folle ai politici o ai manager negli Stati uniti. Tuttavia il Giappone è il Paese in cui i lavoratori sono leali alla loro compagnia per tutta la vita e in cui i presidenti delle aziende si dimettono assumendosi la responsabilità di reati aziendali o di incidenti coi quali loro non hanno nulla a che fare personalmente".

Fonte: Aduc (03/09/2014 09:30:17)
Pubblicato in Biotecnologie


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#523 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 08 settembre 2014 - 21:10:53

Vorrei chiarire un concetto per me molto importante,io faccio parte di quella schiera di persone,nel mio caso,molto nel piccolo s'intende,che ritengono l'organismo umano dotato di facoltà tali da mettere in campo auto-sistemi a ripetizione per autoguarirsi di continuo ed in ogni sua parte organica.La stessa selezione della razza umana,dalla notte dei tempi è stata favorita da tale facoltà d'intelligenza insita nell'organismo stesso,alcuni parlano di Epigenetica,ma di una cosa sono convinto,l'organismo umano ha in se stesso la voglia ed i mezzi per difendersi  dai vari insulti di ogni tipo,spessissimo ci riesce,che nemmeno ci s'immagina di quando e di quanto cio' avviene.Quando cio' non avviene più,anche servendosi di varie terapie,ecc.ecc.,allora si è davanti al vero capolinea della vita,ma il nostro organismo è molto forte,duro a morire e non si arrende facilmente,di questo ne sono più che sicuro.Romy

 

La mutazione che protegge dalle ischemie

Individuata una variante genetica che riesce a ridurre i livelli di trigligeridi nel sangue il 40% in meno, prevenendo possibili cardiopatie ischemiche.

 

Identificata la mutazione genetica che protegge dalla cardiopatia ischemica. La scoperta, pubblicata sul "New England Journal of Medicine", è frutto del lavoro di un Consorzio internazionale di ricerca coordinato dall'Università di Harvard di cui fa parte l'Università di Verona. Il gruppo è quello della Cattedra di Medicina Interna B di Oliviero Olivieri del dipartimento di Medicina diretto da Antonio Lupo e composto da Domenico Girelli e Nicola Martinelli.

Secondo lo studio i soggetti portatori di queste varianti genetiche hanno un livello di trigliceridi nel sangue pari al 40% in meno dei non-portatori e un corrispondente 40% di rischio in meno di sviluppare patologie cardiache. Una caratteristica genetica che appartiene a una persona ogni 150. L'importanza della ricerca è stata messa in risalto anche dal New York Times con un articolo pubblicato il 4 luglio.

Dallo studio è emerso che solo una specifica frazione dei trigliceridi è pericolosa, quella costituita dalla proteina chiamata apolipoproteina C3 (Apo C3) che sta sulla superficie delle micelle lipidiche e che impedisce ad un enzima "spazzino" di ripulire il siero dalle micelle lipidiche stesse.

 

Infatti, quando ognuno di noi mangia, dopo il pasto dall'intestino arriva al sangue una grande quantità di lipidi che devono essere eliminati dal circolo, captati dal fegato e rielaborati. Questo avviene nel giro di circa due ore grazie all'azione dello spazzino il cui nome scientifico è Lipoprotein-lipasi (LPL). Tuttavia vi sono dei sistemi di freno e di stimolo della macchina LPL. Apo C3 ha la funzione di "freno" e quando è elevata inibisce la funzione dello spazzino, mentre quando ve ne è geneticamente poca, come nei portatori delle varianti identificate nello studio, lo spazzino lavora al massimo e i livelli di trigliceridi si riducono significativamente.

Questo lavoro conferma, inoltre, il ruolo causale dei trigliceridi nella malattia vascolare arteriosclerotica. I risultati della ricerca rispondono infatti ai dubbi di molti studiosi che, negli ultimi anni, hanno contestato questo ruolo in quanto spesso alti livelli di trigliceridi si accompagnano a bassi valori di colesterolo "buono" (o HDL) e ad alti valori di colesterolo "cattivo" (o LDL).

La ricerca apre nuove prospettive terapeutiche della malattia coronarica. Finora la base fondante di tale terapia è rappresentata dalle Statine, farmaci in grado di abbassare drasticamente il colesterolo e in particolare il colesterolo LDL. Benché esse siano farmaci efficaci nel ridurre gli attacchi cardiaci, molti loro utilizzatori mantengono elevati livelli di trigliceridi e vanno incontro comunque alla coronaropatia. Lo studio identifica così un nuovo bersaglio terapeutico, i trigliceridi ricchi di apoliproteina C3 che possono essere considerati un killer alla stregua del colesterolo LDL. Potrebbero essere definiti anche "l'altro colesterolo" in quanto sono micelle che rimangono più a lungo in circolo favorendo così il danno allo stesso modo del colesterolo. Farmaci innovativi, come oligonucleotidi anti-senso anti-Apo C3, sono già stati sperimentati sugli animali e su volontari sani con risultati incoraggianti per il prossimo futuro. L'abbattimento dei valori di Apo C3 porterebbe a simulare la stessa condizione genetica osservata nei portatori delle varianti genetiche dello studio, ampliando quindi il numero di soggetti protetti dalla cardiopatia ischemica.

Redazione MolecularLab.it (14/07/2014 17:00:29)
Pubblicato in Genetica, Biologia Molecolare e Microbiologia

 

Mia Nota

 

Praticamente,l'uomo spia l'organismo nel modo di auto-difendersi,ne capisce il meccanismo e si adopera per mettere in campo sistemi e terapie per imitarlo.Il discorso è valido,specialmente se porta i suoi frutti sperati?.


Messaggio modificato da romy, 08 settembre 2014 - 21:25:27

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#524 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 09 settembre 2014 - 16:23:57

Non è tanto importante l'attività fisica,se non si diminuisce il tempo in cui si resta seduti,al fine della lunghezza dei Telomeri e quindi della longevità,questa è una ricerca che mi va tutta contro,essendo io diventato il re dei sedentari o il seduto per eccellenza come mi chiamano a casa.Quindi la parola d'ordine è: Passeggiare.Romy

 

Stare in piedi protegge il Dna e allunga la vita

(AGI) - Londra, 4 set. - La migliore strategia per combattere l'invecchiamento e' stare in piedi. Secondo uno studio del Karolinska University Hospital di Stoccolma, pubblicato sul 'British Medical Journal', stare in piedi proteggerebbe il Dna.
  Al contrario, invece, stare troppo seduti accorcerebbe i telomeri, quei "cappucci" che si trovano alla fine dei cromosomi. I telomeri corti sono infatti associati all'invecchiamento precoce, a malattie e a morte precoce.
  Tuttavia, fare esercizio fisico non sembra avere alcun impatto sulla lunghezza dei telomeri. "Noi ipotizziamo per le perone anziane a rischio che una riduzione del tempo trascorso seduti e' di maggior importanza rispetto all'aumento del tempo trascorso a fare esercizio fisico", ha detto Mai-Lis Hellenius, autore dello studio. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno esaminato 49 adulti in sovrappeso e sedentari dai 60 anni d'eta' e hanno misurato la lunghezza dei telomeri nelle cellule del sangue. La meta' ha fatto parte di un programma di esercizi che e' durato sei mesi. I livelli di attivita' fisica sono stati valutati utilizzando un diario e un contapassi. La quantita' di tempo trascorso seduti, invece, e' stato elaborato attraverso un questionario. Dai risultati e' emerso che se le persone che hanno fatto piu' esercizio fisico tendevano a essere piu' sane, il fattore piu' importante e' stata la quantita' di tempo trascorso seduti. In pratica, gli scienziati hanno scoperto che meno tempo una persona ha trascorso seduta, piu' lunghi sono i telomeri e maggiore, quindi, la sua possibilita' di vivere piu' a lungo.

 

http://www.agi.it/sa...323-hpg-rsa1027

 

http://www.si24.it/2...nga-vita/64521/

 

http://www.tgcom24.m...o_2066153.shtml


Messaggio modificato da romy, 09 settembre 2014 - 16:24:32

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#525 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 13 settembre 2014 - 18:41:37

Questa notizia in generale non è nuova in relazione alla stimolazione del cervello come terapie varie senza farmaci,oggi applicata anche all'Ippocampo per i deficit di memoria,come si dice mi fa venire l'acqualina in bocca,ma bisogna vedere quando diventerà un fatto pratico da noi in Italia?Romy

 

Memoria: una scossa (all'ippocampo)per migliorarla.

 

Le stimolazioni elettromagnetiche dell’ippocampo aiutano a contrastarne i deficit.

 

Su Science

 

Stimolazioni elettromagnetiche dell’ippocampo per migliorare la memoria: secondo un gruppo di ricercatori Usa della Northwestern University potrebbe essere questa la nuova frontiera per migliorare la memoria e combatterne i deficit. Lo studio, pubblicato su Science, è stato per ora condotto su soli 16 volontari, ma i risultati lasciano ben sperare per la messa a punto di terapie future. 

 

Gli autori dello studio spiegano che il dispositivo funziona emettendo un forte campo elettromagnetico a impulsi rapidi in grado di generare una corrente elettrica nelle fibre nervose che, a sua volta, simula la normale attività elettrica cerebrale. Nel corso dello studio i volontari sono stati sottoposti a una sessione di stimolazione elettromagnetica da 20 minuti l’una al giorno per 5 giorni consecutivi, in seguito a ciascuna delle quali hanno fatto registrare una riduzione di errori nei test di memoria del 30%. 

 

Come spiega Joel Voss, primo autore dello studio, "abbiamo dimostrato per la prima volta che è possibile cambiare specificatamente le funzioni di memoria negli adulti senza chirurgia e senza ricorrere a farmaci. Questa stimolazione non invasiva ha un enorme potenziale per il trattamento dei disturbi della memoria”. I ricercatori sono ora al lavoro per cercare di capire se questa innovativa metodica possa risultare utile per contrastare la perdita di memoria in età avanzata.

di Miriam Cesta (11/09/2014)

 

http://salute24.ilso...arla?refresh_ce


Messaggio modificato da romy, 13 settembre 2014 - 18:43:22

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#526 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 13 settembre 2014 - 19:34:05

Questa ricerca o studio o supposizione l'amo molto poco,non è detto che non ci debba ritornare,una volta in possesso di altri elementi per spiegarmi meglio la cosa.Io ritengo che un po' tutti i psicofarmaci,e non solo le Benzodiazepine, buttino giù la memoria nel tempo ed avvicinno a danni cognitivi,ma da quì a parlare di Alzheimer ce ne corre,specialmente se le benzodiazepine sono usate dagli anziani.Ma tutto puo' essere,anche perchè siamo in zone inesplorate quando si parla di uso a lungo termine.Romy

 

 

Uso a lungo termine di benzodiazepine aumenta il rischio di Alzheimer

 

Le benzodiazepine, soprattutto se utilizzate per lunghi periodi, possono aumentare il rischio di insorgenza di malattia di Alzheimer.

 

A parlarne è uno studio caso-controllo realizzato in Quebec, Canada, e pubblicato sul British medical journal, a firma di un gruppo di ricercatori di Francia e Canada. Sono 36 milioni le persone nel mondo con demenza e viene previsto un raddoppio ogni 20 anni, arrivando a 115 milioni entro il 2050. E se le benzodiazepine sono considerate responsabili dell’aumento il rischio di demenza in chi le usa, non è chiaro il tipo di associazione. I ricercatori hanno coinvolto nel loro studio quasi 1.800 persone con una diagnosi di malattia di Alzheimer seguite per almeno 6 anni e poi abbinate (per sesso, gruppo di età e durata del follow up) a quasi 7.200 controlli. I partecipanti avevano un’età superiore a 66 anni e vivevano in comunità nel periodo 2000-2009. Questi i risultati: è stata osservata un’associazione tra l’utilizzo passato di benzodiazepine per tre mesi o più e un aumentato rischio di malattia di Alzheimer che non veniva sostanzialmente modificato dalla correzione ulteriore per ansietà, depressione e insonnia. Inoltre, la forza dell’associazione aumentava con l’aumento della durata dell’utilizzo e con l’uso di benzodiazepine a lunga durata. Concludono i ricercatori: «L'associazione più forte osservata per esposizioni prolungate rafforza il sospetto di una possibile associazione diretta, anche se l'uso di benzodiazepine potrebbe anche essere un marker precoce di una condizione associata a un aumentato rischio di demenza. L’utilizzo ingiustificato a lungo termine di questi farmaci dovrebbe essere considerato come un problema di salute pubblica». Kristine Yaffe, della university of California, San Francisco, e Malaz Boustani, dell’Indiana university center for aging research, in un editoriale di accompagnamento ricordano che le benzodiazepine erano fra le tre classi di farmaci con effetti collaterali cognitivi incluse nell’aggiornamento nel 2012 dall’American geriatrics society nella lista di farmaci inappropriati per adulti più anziani e aggiungono: «Attualmente non esiste un approccio standardizzato per aiutare a identificare e monitorare gli effetti collaterali cognitivi di trattamenti farmacologici. Quindi, le potenziali conseguenze a lungo termine di farmaci come le benzodiazepine rimangono nascoste e contribuiscono ad aumentare il carico di deterioramento cognitivo tra gli adulti più anziani». 

BMJ 2014; 349. doi: http://dx.doi.org/10.1136/bmj.g5205  
BMJ 2014; 349 doi: http://dx.doi.org/10.1136/bmj.g5312


Messaggio modificato da romy, 13 settembre 2014 - 19:35:06

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#527 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 13 settembre 2014 - 20:50:14

Insomma sui problemi mnemonici e cognitivi se ne scopre una al minuto,adesso è arrivato anche il turno delle Statine,che si usano per combattere il colesterolo in esubero,specie quello cattivo LDL.Il discorso non è poca roba,se si pensa che nel mondo un miliardo di persone assumono statine.Romy

 

Le referenze per tale informazione si possono assumere in abbondanza da questo link:

 

http://www.medical-h...38-2/references

 

L'estratto al discorso si rileva da questo link:

 

http://www.medical-h...0238-2/abstract

 

La cui traduzione in inglese maccheronico:

 

Idealmente, i benefici della terapia con statine a lungo termine dovrebbero superare i rischi in tutte le popolazioni. Tuttavia, alcuni dati suggeriscono che la terapia con statine a lungo termine potrebbe favorire cerebrale malattia dei piccoli vasi e ridurre la mielinizzazione, forse derivante dalla deplezione di colesterolo e gli effetti pleiotropici sul metabolismo amiloide-β e la funzione degli oligodendrociti. Le conseguenze cliniche possono essere problematico e hanno un impatto negativo sulla qualità della vita. Le domande sono proposti e le risposte devono essere trovati da analisi di studi prospettici randomizzati specificamente indagando gli effetti della terapia con statine sulla struttura e la funzione del cervello. Tali prove non devono essere finanziati da aziende farmaceutiche e gli inquirenti non devono avere legami finanziari con l'industria farmaceutica. La rilevanza del suddetto è amplificato alla luce dei nuovi orientamenti cardiovascolari che potrebbero culminare in più di un miliardo di persone che ricevono la terapia con statine in tutto il mondo.

 

Metto anche il sito EUROSALUS che ha commentato la notizia,con un po' d'ironia.

 

http://www.eurosalus...to-del-cervello


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#528 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 15 settembre 2014 - 20:00:43

In effetti in passato ho parlato della "fatica centrale" abbinandola all'aumento della Serotonina,e mi sembra che quest'articolo dica la stessa cosa.Ho molti pdf che collegano la serotonina alla fatica centrale,ma volendo si trovano anche in questa discussione,andando a ritroso.Romy

 

http://gaianews.it/s...sico-36720.html

 

omississ.............“La nostra scoperta contribuisce a mettere in luce il paradosso che è stato a lungo oggetto di discussione da parte dei ricercatori. Abbiamo sempre saputo che il neurotrasmettitore serotonina viene rilasciato quando si fa esercizio, e in effetti, ci aiuta ad andare avanti. Ora sappiamo che è anche la serotonina a farci smettere. In altre parole, la serotonina funziona come un acceleratore, ma anche come un freno quando la tensione diventa eccessiva”, spiega il professore associato Jean-François Perrier del Dipartimento di Neuroscienze e Farmacologia, che ha guidato la nuova ricerca.....omississ........


Messaggio modificato da romy, 15 settembre 2014 - 20:24:00

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#529 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 15 settembre 2014 - 20:35:02

Molto più indietro scrivevo la tesi che molta serotonina nelle sinapsi non era un affare al fine della fatica,lucidità,ecc.ecc.,alchè Sun mi fece una domanda esplicita a cui risposi----Romy

 

 

http://www.cfsitalia...e-15#entry47114

 

http://www.cfsitalia...e-14#entry41895


Messaggio modificato da romy, 15 settembre 2014 - 20:43:24

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#530 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 15 settembre 2014 - 21:22:17

Sopra abbiamo detto della troppa Serotonina libera che passa nel cervello durante l'attività fisica,ancora abbiamo detto dell'aumento del rapporto Serotonina/Dopamina.

Per quanto riguarda l'Eziologia dolorosa della Fibromialgia recentemente si è dimostrato un ruolo centrale per la neurotrasmissione dopaminergica nella percezione del dolore, quindi ad una diminuzione di dopamina nella persona probabilmente contribuisce al nascere dei sintomi dolorosi che si presentano nella fibromialgia.Se andate dietro vedrete che parlai anche di questo.Se proprio vogliamo farci un favore,1)allora incrementiamoci la dopamina e non la serotonina,2)evitiamoci l'iperstimolazione dei recettori del glutammato,specialmente NMDA,ecc.ecc.ecc.Vedi Cheney;Pall ed altri.Sarebbe molto semplice,ma diventa molto difficile dover cambiare i "magnificat" della Serotonina degli ultimi decenni.

Di farmaci,calibrati allo scopo, in giro non se ne trovano ancora,perchè prima bisognerebbe modificare le teorie e poi produrre i farmaci adatti.Io nel frattempo mi son dovuto arranciare negli ultimi 15 anni,peccato che nei primi due anni di questi commisi un grande errore,ovvero lo commise il mio medico di allora,ma ci fù anche una mia grande distrazione,a cui debbo l'incrinazione seria ed iniziale della mia salute,il resto è venuto in seguito,come si dice,scivolando su di un piano inclinato,con ogni tipo di stress,che potrei scrivere un romanzo,se solo avessi più energia.........Romy


Messaggio modificato da romy, 15 settembre 2014 - 21:33:21

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#531 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 15 settembre 2014 - 22:06:03

Io ho raddoppiato il mirapexin e sospeso trittico. Vedremo.

#532 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 17 settembre 2014 - 23:43:23

Io ho raddoppiato il mirapexin e sospeso trittico. Vedremo.

Il motivo che ti ha spinto a fare cio' ?,cosa che condivido,ma bisogna sapere di più.Romy


Messaggio modificato da romy, 17 settembre 2014 - 23:44:42

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#533 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 18 settembre 2014 - 06:40:57

Il motivo è che il mirapexin è stato l' unico farmaco che mi ha dato una leggera energia in più. Mentre il trittico oltre ad essere piuttosto vecchio ( a dire di un amico psichiatra) alla lunga non vedo effetti. Usare questi farmaci senza un motivo valido..se posso provo a toglierli prima di avere anche gli effetti collaterali. Mi han detto che il cipralex è migliore ed ha meno effetti collaterali. Per ora sto cosi e vedo. La dieta rimane ad oggi il rimedio più efficace che ho provato.

#534 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 19 settembre 2014 - 17:57:09

Dici bene,Filippo,quando parli di effetti collaterali da evitare,specie in relazione agli SSRI ,tra cui,pochi sanno,che c'è anche il probabile allungamento dell'intervallo QT,e di una grave aritmia chiamata Torsione di Punta,di cui ho già parlato sul forum,che si accompagna ad ipopotassemia ed ipomagnesia,cosa ancora più probabile in base alla qualità  dei cibi di cui ci alimentiamo,ed altri farmaci che spingono nella stessa direzione,gli scaffali delle farmacie sono pieni di farmaci e sostanze che comportano la perdita di potassio e magnesio.Quasi nessuno si pone un tale problema nel tempo,poi molte morti fulminanti per Torsione di Punta,quando arrivano....significa che dovevano arrivare per altri motivi,quasi mai si nomina la mortale Torsione di punta,quasi come se non esistesse,specialmente nei confronti degli anziani e malati da tempo.Romy

 

P.S.

 

Per me è imperativo evitare tutti i farmaci,nel lungo periodo, e tutte le sostanze che puntano a far eliminare potassio e magnesio in un qualsiasi modo,quindi occhio ai foglietti illustrativi dei farmaci,e ricercare con google.


Messaggio modificato da romy, 19 settembre 2014 - 18:08:55

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#535 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 19 settembre 2014 - 18:13:07

Tra l' altro ci sono anche forti controindicazioni sull' uso prolungato...ma spesso il tempo passa e si continua per anni. Nelle comunità psichiatriche ci sono farmaci che hanno scritto chiaramente di non usare oltre 2/3 mesi e sono usati per 20/30 anni ...poi arriva la morte. In psichiatria la vita media è molto bassa....chissà perché.! Comunque diventa davvero un fai da te poco divertente che dà la dimensione della condizione che dobbiamo affrontare. Ma questo è e con questo ci tocca fare.

#536 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 19 settembre 2014 - 22:43:49

Filippo,fino a qualche anno fa,avevo le forze e le abilità di badare a me stesso senza problemi e sforzi alcuno,poi è peggiorata il disturbo di memoria e con esso la fatica a ricordare le cose,a fare sintesi tra le varie cose apprese nel tempo e a pianificare il meglio per me stesso a livello di terapie,diciamo il "fai da te" con competenza.Già da qualche anno mi ritrovo naufrago in un mare pieno di insidie/mine vaganti,passo la vita ad evitare tali insidie,ma nonostante cio',spesso mi è esplosa una mina in pieno volto,potrei farne un lungo elenco,ma mi limito al settore Cardio e Dentistico,dove ultimamente ho subito alcuni danni che mi hanno fatto perdere ogni fiducia.

Il motivo principale dipende dal fatto che abbiamo sintomi che somigliano ai sintomi classici di moltissime patologie note,specie in campo cardiologico ma anche in tanti altri settori,patologie che si conoscono molto bene e di cui c'è un discreto armamentario per affrontarle con discreti risultati.Ma noi nonostante denunciamo quei sintomi non apparteniamo a tali patologie classiche,il nostro organismo mima tali sintomi,cosa che crea confusione diagnostica,li mima solo per compensazione,per difesa strenua,perchè non vuole perire,ecco perchè siamo pazienti naufraghi in un mare di cui si conosce molto  poco,ed il mio motto di vita è stato:"Nell'incertezza astieniti",noi siamo pazienti speciali,che a farci una ricerca seria ed approfondita ci sarebbe da uscire pazzi........ma ci vorrebbero settimane e mesi di studi sul singolo paziente per capirci quasi uguale a zero e dove lo trovi chi da ascolto anche al nostro parere e si mette a buttare tanto tempo per noi?.Poi una cosa importantissima e direttamente proporzionale all'età dei pazienti in odore di mistero,tienila sempre presente,tu che sei un operatore della parola e che quindi non puoi danneggiare alcuno,con l'armamentario della farmacologia moderna,chimica e materialistica,commettere errori su di noi,sarebbero errori che non ci possiamo permettere a secondo della nostra età,a differenza dei pazienti classici o normali,che hanno una resistenza diversa dalla nostra,questa resta una mia idea personale,che ho fatto mia nel corso di tutti questi anni e che più volte ho enunciato.Quindi "Nel dubbio meglio astenersi" o usare terapie blande e non tossiche,conscio che oggi è un bel problema anche questo.Romy


Messaggio modificato da romy, 19 settembre 2014 - 22:46:45

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#537 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 20 settembre 2014 - 08:36:31

Si inizio a capire la situazione che descrivi molto bene e cercherò di farne tesoro. Grazie.

#538 Lordz

Lordz

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 213 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 20 settembre 2014 - 13:54:17

"Mamma non tollero gli odori"

.."allora hai un problema neurologico"

"puo essere"

.."ti faccio ricoverare in neurologia allora"

"perché?"

.."cosi trovano il problema poi sei magro e non riesci a mangiare certe cose ti ricovero anche in gastroenterologia"

"madre non trovano nulla, è tutto aposto, per loro son sanissimo, te l'ho gia detto..."

 

situazione che personifica ciò che esprimi romy..parole sagge



#539 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 settembre 2014 - 21:49:42

Cannabis terapeutica: dal 2015, prime coltivazioni a Firenze A stabilirlo un accordo del Ministero della Salute e della Difesa, per garantire maggiore accesso ai farmaci e ridurre i costi di importazione.
A stabilirlo un accordo del Ministero della Salute e della Difesa, per garantire maggiore accesso ai farmaci e ridurre i costi di importazione.
ap64990477.jpg?itok=RLvX1O9-

Non sarà più di importazione ma verrà coltivata entro le frontiere nazionali: il via libera definitivo è arrivato oggi, con la sigla di un accordo di collaborazione tra il Ministero della Salute e della Difesa per garantire maggiore accesso alla cannabis terapeutica a prezzi decisamente inferiori e in tempi ridotti. A sostenere la produzione statale sarà lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze.

«Per l'importazione oggi si spendono 15 euro al grammo; al contrario, producendo in Italia la sostanza ed il principio attivo, tale costo sarà molto inferiore», ha dichiarato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, sottolineando che i farmaci a base di marijuana verranno distribuiti nel canale delle farmacie e quelle ospedaliere e l’impegno ministeriale non rappresenta certo «il primo passo per permettere l’autocoltivazione da parte dei malati».

«Nonostante ci sia un problema molto serio legato al consumo di cannabis tra i giovanissimi, ne fa uso 1 su quattro tra i minori - ha concluso il ministro - dobbiamo sfatare un mito dicendo che drogarsi fa male mentre l'uso delle sostanze a fine terapeutici è un'altra cosa ed è nell'interesse dei pazienti». Entro il 31 ottobre dovrà essere costituito un gruppo di lavoro per definire in un protocollo operativo la quantificazione dei fabbisogni rispetto alle malattie.


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#540 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 21 settembre 2014 - 23:35:10

Pazzesco la totale campagna contro l' hashish ....mentre mezzo mondo si distrugge con alcool e le altre droghe pesanti. Da troppi anni assist o a questo paradosso con grande amarezza.
Proibire sarà sempre un fallimento.
E l' alcool uccide più di ogni altra droga...spesso anche chi non ne USA ( vedi incidenti stradale o risse varie).
Storie vecchie... che si ripetono.




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi


    Ahrefs (1)

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.