Vai al contenuto

Docufilm sulla ME/CFS "UNREST", per la prima volta in Italia!
Le informazioni sull'evento sono QUI
Foto

Romy-pensiero......


  • Per cortesia connettiti per rispondere
636 risposte a questa discussione

#571 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 09 aprile 2015 - 11:29:06

Di recente hanno sottoposto a trials clinici, una nuova sostanza con potenzialità antidepressive: http://en.wikipedia....wiki/Delucemine e chissà forse anche per altro. Inizialmente era stata sviluppata per l'ictus, ma in seguito l'hanno indagata per potenzialità antidepressive.

 

La particolarità è che unisce l'inibizione del reuptake della serotonina degli antidepressivi SSRI a un'azione come antagonista dell'NMDA che hanno invece sostanze studiate per le loro potenzialità antidepressive come la ketamina o neuroprotettive come la memantina.

 

Insomma dalle ricerche sugli antiNMDA in futuro ci saranno molte novità per diversi disturbi, dall'Alzheimer alla depressione.


Messaggio modificato da sniper, 09 aprile 2015 - 11:37:45


#572 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 18 aprile 2015 - 20:40:16

sniper, on 09 Apr 2015 - 12:29 PM, said:

Di recente hanno sottoposto a trials clinici, una nuova sostanza con potenzialità antidepressive: http://en.wikipedia.org/wiki/Delucemine e chissà forse anche per altro. Inizialmente era stata sviluppata per l'ictus, ma in seguito l'hanno indagata per potenzialità antidepressive.

 

La particolarità è che unisce l'inibizione del reuptake della serotonina degli antidepressivi SSRI a un'azione come antagonista dell'NMDA che hanno invece sostanze studiate per le loro potenzialità antidepressive come la ketamina o neuroprotettive come la memantina.

 

Insomma dalle ricerche sugli antiNMDA in futuro ci saranno molte novità per diversi disturbi, dall'Alzheimer alla depressione.[/quote]

 

 

 

 

Sniper,vedo solo adesso 18/4-ore 19,55 che hai postato quì,hai scritto cose interessanti,a cui mi farebbe molto piacere poter rispondere con più profondità,anche se sono concetti e farmaci di cui ho già parlato in passato,tu conosci bene il mio pensiero,tutte le peggiori patologie neurodegenerative,e ci metto anche la depressione e tutto cio’ che è iper-funzionamento sono dovuti alla neurotossicità,sia la serotonina,che il glutammato creano danni specialmente in quelli che non hanno bisogno di ulteriore stimolazione,ripeto il concetto che questo è un settore in cui la psico-farmacologia funziona in modo diverso a secondo dell’età,questo è uno dei motivi per cui non si arriva al farmaco per tutti,giovani e meno giovani.Sono oltre dieci anni che seguo la ricerca in questo settore della memoria,mio tallone di achille,troppi studi che dicono tutto ed il loro contrario.Di farmaci ce ne sono molti in commercio,ma ad ognuno manca sempre qualcosa o ha quell'effetto collaterale in più di solito a livello dei recettori adrenergici,che nel tempo è pericoloso per il cuore e quindi la vita,la ricerca bisognerebbe che scavasse dalla parte della dopamina e dei recettori GABA-B,e si dimenticasse un po' della solita Serotonina,che ha lasciato il tempo che ha trovato in questi 50 anni.Verrebbe da dire ho sempre giocato,ho sempre vinto e vedete come sono dipinto.....per dire che le strade attuali non spuntano da nessuna parte.

Apprendo ogni giorno cose brutte,

https://www.ccdu.org...ck-psicofarmaci

ma potrei mitragliare per mesi su tali argomenti,ho cartelle zeppe di ricerche e notizie per pochi eletti,che quando mi arrivano nei miei Aggregatori,non le leggo nemmeno più,anche per fatica mia personale,ma anche perchè è inutile informare allo stato in cui siamo arrivati.In passato c'erano dei farmaci,che agivano da agonista della dopamina, che avrei preferito non eliminassero dal commercio.

Poi c'è tutta la famosa diatriba,sempre per la cognitività,memoria ecc.ecc.sul cAMP,prima si diceva che bisognava aumentare questo secondo messaggero,specialmente con inibitori della fosfodiesterasi di tipo 4,poi si è ritenuto che le problematiche che rasentono la demenza,siano il risultato di un suo forte aumento nella bio-chimica del cervello a livello di sinapsi ecc.ecc.,cio' creerebbe problemi e blocchi di trasmissioni tra i neuroni,e quindi agire con sostanze agoniste selettive o meno alfa 2 adrenergici,tipo guanfacine o clonidina e altre,che servirebbero a ridurre le sostanze stimolanti come la Noradrenalina ecc.ecc.grazie all’agonismo portato sugli autorecettori,ovvero  pre-sinaptici di tali sostanze,che se attivati con farmaco ne diminuisce la quantità in loco.Insomma c'è da perderci la testa,ma una cosa l'ho capita di sicuro,certe patologie sono figlie del progresso in atto, si affacciano quando c'è una iper-stimolazione di qualche recettore,non è detto che in tali casi,anche il meccanismo (LTP) o di potenziamento di lungo termine,che è alla base della cognitività,memoria ed apprendimento marcato NMDA ed altri Recettori,sia la panacea per la buona cognitività ecc.ecc.,ed ecco il motivo per cui i recettori del Glutammato,vuoi NMDA,vuoi AMP,vuoi Kainato,più si tengono a freno e meglio si vive(IMHO).Io lo faccio da una vita o ci tento,penso che me la sono cavicchiata da qualche decennio a tutt’ora,ma che oggi mi ritrovo,e già da qualche anno a sperimentarmi nella terra di nessuno,anche se fatico sempre più,ma non per mia colpa.

Inizio ad aver sentore,nonostante che di farmaci ad Hoc c'è una buona carenza,che su quei pochi che si possono usare off-label,c'è il pericolo che arrivi la mannaia,già leggo di strani studi a riguardo di certe sostanze.Mi fermo quì,ma in un certo modo non ho resistito al tuo assist per ripetere il mio pensiero in merito,e si sà che poi la lingua batte dove il dente duole.Romy


Messaggio modificato da romy, 18 aprile 2015 - 20:44:40

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#573 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 19 aprile 2015 - 04:49:15

 

Apprendo ogni giorno cose brutte,

https://www.ccdu.org...ck-psicofarmaci

ma potrei mitragliare per mesi su tali argomenti,ho cartelle zeppe di ricerche e notizie per pochi eletti,che quando mi arrivano nei miei Aggregatori,non le leggo nemmeno più,anche per fatica mia personale,ma anche perchè è inutile informare allo stato in cui siamo arrivati.In passato c'erano dei farmaci,che agivano da agonista della dopamina, che avrei preferito non eliminassero dal commercio.

 

Inizio ad aver sentore,nonostante che di farmaci ad Hoc c'è una buona carenza,che su quei pochi che si possono usare off-label,c'è il pericolo che arrivi la mannaia,già leggo di strani studi a riguardo di certe sostanze.Mi fermo quì,ma in un certo modo non ho resistito al tuo assist per ripetere il mio pensiero in merito,e si sà che poi la lingua batte dove il dente duole.Romy

 

 

 

Il sito che hai linkato, ccdu.org, non lo prenderei troppo sul serio, infatti appartiene alla "nuova religione" americana Scientology http://it.wikipedia....i_diritti_umani  http://it.wikipedia....iki/Scientology , che molti definiscono una "setta religiosa", quella a cui è nota l'appartenenza di alcune star hollywoodiane come Tom Cruise e John Travolta. In particolare per quest'ultimo ci fu uno scandalo attorno alla morte del figlio, perché Travolta gli avrebbe negato le cure della medicina tradizionale. Avrebbe attribuito la causa della malattia del figlio, autistico e con la sindrome di kawasaki, alle "tossine ambientali", ai detersivi chimici, ai pesticidi e ai germi, negando al figlio le cure farmacologiche di cui necessitava.

 

Per quanto riguarda le sostanze che starebbero cercando di demonizzare, non so di cosa parli esattamente ma credo tu sai bene che tutte le sostanze che agiscono sulla dopamina possono creare potenzialmente dipendenza, e questo ne rende complicato l'utilizzo e controversa l'utilità.


Messaggio modificato da sniper, 19 aprile 2015 - 05:00:24


#574 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 19 aprile 2015 - 23:09:28

 

 

 

Il sito che hai linkato, ccdu.org, non lo prenderei troppo sul serio, infatti appartiene alla "nuova religione" americana Scientology http://it.wikipedia....i_diritti_umani  http://it.wikipedia....iki/Scientology , che molti definiscono una "setta religiosa", quella a cui è nota l'appartenenza di alcune star hollywoodiane come Tom Cruise e John Travolta. In particolare per quest'ultimo ci fu uno scandalo attorno alla morte del figlio, perché Travolta gli avrebbe negato le cure della medicina tradizionale. Avrebbe attribuito la causa della malattia del figlio, autistico e con la sindrome di kawasaki, alle "tossine ambientali", ai detersivi chimici, ai pesticidi e ai germi, negando al figlio le cure farmacologiche di cui necessitava.

 

Per quanto riguarda le sostanze che starebbero cercando di demonizzare, non so di cosa parli esattamente ma credo tu sai bene che tutte le sostanze che agiscono sulla dopamina possono creare potenzialmente dipendenza, e questo ne rende complicato l'utilizzo e controversa l'utilità.

In relazione al sito scientology,non è che mi interessa tanto,io non prendo per oro colato quello che leggo su internet,sia chiaro,ma sui psicofarmaci,credimi,qualcosina l'ho compresa e ti posso assicurare che ci vogliono le pa... con tali terapie,per quando riguarda la dipendenza,è un rischio da correre,qualora un farmaco ti aiuta a vivere meglio o bene e anche logico e conseguenziale che comporti dipendenza,specialmente psicologica ed anche fisica,solo quelli che ti fanno peggiorare o non ti fanno nulla di che, non danno alcuna dipendenza e li elimini come e quando vuoi e dalla sera alla mattina,io ho eliminato un antidepressivo,che usavo da 2 anni,in off-label,dalla sera alla mattina senza problemi alcuni,logico che ho potuto poterlo fare,ma se qual farmaco fosse stato per me la panacea,difficilmente avrei potuto farlo.Non siamo tutti uguali di fronte ai farmaci,di fronte ai psico-farmaci tale regola è potenziata di moltissimo.Ti parlo per esperienza diretta,infatti io una dipendenza fisica ad una sostanza la posseggo,ho detto fisica e non psicologica,perchè spessissimo mi dimentico di prendere quella sostanza e dopo ore ed ore me ne accorgo a mie spese.Romy


Messaggio modificato da romy, 19 aprile 2015 - 23:12:44

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#575 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 aprile 2015 - 12:12:36

Allarme in Nigeria,

misteriosa malattia uccide in 24 ore: già 18 morti.

 

http://www.palermoma...-morti&id=72109


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#576 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 21 aprile 2015 - 12:17:12

Medici, stipendio tagliato se prescrivono esami “inutili”? E’ rivolta: pronti alle barricate

http://www.online-ne...alle-barricate/


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#577 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 23 aprile 2015 - 13:13:23

Ottima iniziativa,ma è solo una goccia nel mare della Sanità,comunque ben vengano iniziative del genere,in fondo essere pazienti si resta comunque una persona umana,idem per un medico.Romy

 

http://www.doctor33....PCCPXTLCYCSPXLV

 

Relazione medico-paziente, Slow medicine lancia hashtag per migliorarla

"#buongiornoiosono...". Non è solo un hashtag ma anche il nome di un'iniziativa varata di recente da Slow Medicine, associazione per una medicina più sobria, rispettosa, giusta. Obiettivo: migliorare la relazione tra medici e pazienti in ospedale, attraverso l'invito - rivolto ai primi - a presentarsi con i propri nome e qualifica, e ai secondi di ricordare all'interlocutore il proprio nome qualora si sentano trattati in modo impersonale. «La campagna originale è nata in Inghilterra» spiega Silvana Quadrino, Responsabile comunicazione e relazioni esterne Slow medicine e promotrice dell'iniziativa in Italia «quando una dottoressa, ammalatasi, da ricoverata si rese conto che tra professionista e paziente non succede quello che accade in tutti gli scambi civili fra persone, cioè non ci si presenta». E ciò cosa determina? «Nella nostra civiltà, basata sulla parola, l'identità è legata al nostro nome e al nostro ruolo. I pazienti, specialmente in ospedale, di fronte a operatori che non si qualificano provano un intenso disorientamento che è una delle cause principali di malessere in situazioni non note. Tutti abbiamo bisogno di sicurezza e di poterci orientare». C'è insomma la necessità, secondo Quadrino, «non solo di un'educazione al rapporto ma di un cambiamento profondo dello stile della relazione, cambiamento che trae origine proprio dal recupero, da parte sia dei medici che dei pazienti, della consapevolezza di essere persone che hanno di fronte persone». La campagna inglese era più diretta al paziente, esortandolo a chiedere di essere trattato con il proprio nome. Slow medicine, ritenendo i valori dell'iniziativa in linea con i propri, l'ha adottata in parte modificandola, puntando più sui medici. «Abbiamo realizzato un cartello stampabile, scaricabile dal sito www.slowmedicine.it e dalla pagina Facebook #buongiornoiosono, che riporta l'hashtag e l'invito a presentarsi con nome e qualifica». L'iniziativa sta avendo un riscontro molto positivo, come testimoniato dai numerosi commenti sulla pagina Fb e dall'intensa attività del gruppo Facebook SlowMedicineitalia su questo argomento. «Ora vorremmo far usare il cartello in tutti gli ospedali che intendono aderire alla rete ospedali Slow (il primo è quello di Cuneo), proponendo ai professionisti attenzione a pratiche inappropriate e formazione alla comunicazione con i pazienti». Del resto, sottolinea Quadrino «il 90% delle denunce ai medici nasce proprio da errori di comunicazione. È noto infatti che se l'assistito si sente rispettato è propenso a tollerare l'errore umano». Attenzione però: lo stile "io sono" non è uno slogan al quale aderire in modo superficiale, avverte Quadrino che, per evitare equivoci, ha già lanciato un nuovo hashtag: "#slowmedicinenonèmaquillage".
Arturo Zenorini


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#578 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 16 maggio 2015 - 21:06:11

Oggi ho letto un articolo che mi intriga molto,che collima con l'idea che mi sono fatto di certe patologie,lo metto quì perchè lo ritengo il migliore degli articoli fatti ad oggi per la cura di patologie gravi e gravissime,se volete leggerlo fatelo con cura e lentezza e meditateci sopra,parola per parola,poi valutate,se anche questa chiave di lettura terapeutica,poco dispendiosa,sparisce negli anni,come è accaduto per decine e decine di altri studi,in questo caso mi riferisco,all'Alzheimer,patologia che temo molto.Romy

 

Il sangue giovane può riparare gli organi Studi sull’Alzheimer in Giappone e Usa. C’è chi teme che ringiovanire le cellule e forzarle a dividersi provochi tumori. di Giuseppe Remuzzi

 

 
 
age-kshG-U43080692976635s8E-1224x916@CorLo scambio di plasma aiuta a ringiovanire gli organi
 
 
 
 
 
 
 

A metà del Seicento certi dottori in Inghilterra avevano l’idea che un vecchio cane lo si potesse ringiovanire con il sangue di uno giovane. Così i medici più illuminati della British Royal e dell’Académie Française fecero a gara a chi sarebbe riuscito per primo a trasfondere sangue da un animale all’altro. Non ci riuscirono. Ma quella vecchia idea potrebbe tornare d’attualità. Lavori recentissimi fanno vedere che sangue giovane può ringiovanire organi e tessuti danneggiati dall’età. Possibile? Sì, e per dimostrarlo gli scienziati sono ricorsi a una tecnica di moda 35 anni fa che si usava per studi di immunologia e biologia dei tumori e che poi è stata abbandonata.

 

Parabiosi

Si chiama parabiosi, due topi uniti attraverso suture sulla cute che si scambiano sangue un po’ come succede in utero in due animali con una sola placenta. Da qualche tempo però la tecnica della parabiosi torna a essere utilizzata, in pochi laboratori - per adesso - per studi sull’invecchiamento. Se nel torrente circolatorio di un ratto vecchio arriva sangue giovane, cuore, cervello, muscoli e in pratica tutti gli altri organi esaminati paiono ringiovanire e l’animale è più forte e più svelto, più sano insomma. Adesso si tratta di capire che cosa c’è nel sangue degli animali giovani che ringiovanisce gli organi.

 

 

Dubbi

C’è chi è critico, Amy Wagers studiosa di cellule staminali dell’Università di Harvard dice a Nature che «non si tratta di ringiovanire organi di animali vecchi, ma di aiutarli a riparare i danni» anche perché finora nessuno è riuscito a dimostrare che il sangue giovane allunga la vita. Certo che riparare i danni dell’età è comunque una conquista, il sangue di un bambino proteggerà gli anziani dall’Alzheimer un giorno? Chissà. Intanto gli scienziati hanno visto che con il sangue di animali giovani le poche cellule staminali rimaste nei muscoli e nel fegato di vecchi ratti (vecchie anche loro) riprendono a dividersi. Anche il cuore è un muscolo e con il sangue giovane lo spessore delle sue pareti - che aumenta con il progredire dell’età - comincia a ridursi. Il sangue giovane fa bene anche al cervello, al punto che si formano nuovi neuroni e animali vecchi con danni del midollo spinale li riparano spontaneamente se nel loro sangue circola sangue giovane. In altri studi scienziati di Stanford hanno dimostrato che topi vecchi in cui circola il sangue di topi giovani riacquistano la capacità di apprendere e la memoria. Come dire che quel sangue contiene qualcosa che rallenta l’invecchiamento, certo, ma cosa sarà?

 

 

Il Gdf 11

Ci sarebbero due possibilità piuttosto promettenti da esplorare, l’attivazione del gene Notch che favorisce la divisione cellulare o la de-attivazione del sistema del TGF-beta che blocca la divisione cellulare. E c’è anche di più. Lavorando con Richard Lee, cardiologo di Harvard, Amy Wagers ha cominciato a vedere quali sono le proteine del sangue giovane che spariscono quando uno invecchia. Una è di grande interesse, si chiama growth differentiation factor 11 , GDF 11 dicono gli scienziati per brevità. Se questa proteina viene iniettata in animali vecchi le cellule staminali dei loro muscoli cominciano a dividersi e riparano i danni al Dna. E non basta, chi soffre di Alzheimer ha bassi livelli di questa proteina e questo conferma i risultati ottenuti nei topi.

 

 

Studi sull’Alzheimer

Da qui a trasfondere plasma di soggetti giovani in ammalati di Alzheimer il passo è stato breve, l’hanno fatto in Giappone e sembra che il primo paziente sia migliorato. Adesso in California stanno avviando uno studio controllato per trattare malati di Alzheimer con plasma giovane, poi faranno esami fisici e di laboratorio e le risonanze magnetiche più sofisticate per vedere se il cervello migliora. Tutto rose e fiori? No, c’è chi teme che ringiovanire le cellule staminali e forzarle a dividersi possa provocare tumori. Anche se negli ultimi cento anni sono state fatte in tutto il mondo milioni di trasfusioni di sangue senza che ci siano stati problemi. D’altra parte, tutti i tentativi fatti finora di rallentare l’invecchiamento sono sostanzialmente falliti. Sembrava lo si potesse fare con la restrizione calorica, ma gli studi sulle scimmie hanno dimostrato che non è così. C’è un farmaco, si chiama rapamicina, si utilizza per il rigetto del trapianto, hanno provato a usarlo ma è tossico. Il sangue giovane avrebbe sicuramente meno effetti negativi ma è una cosa da studiare perché, nonostante la strada sia promettente, l’evidenza che questo possa allungare la vita non c’è per adesso nemmeno negli animali. Vedremo come va a finire, si tratta di aspettare probabilmente molti anni.

 

 

11 maggio 2015 | 11:48
 
Fonte:

 

 

 

 

 

 

 


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#579 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 18 maggio 2015 - 23:45:25

Metto quì anche questo mio post riassuntivo perchè lo ritengo di una certa importanza quando si parla di stress.Romy

 

 

 

 Cielo,quella è solo una delle possibili strade battute dallo stress per portare alle patologie di cui alcune finiscono con il diventare misteriose,perchè si autoalimentano,nel senso che stress chiama sintomo e sintomo chiama ancora stress.A tal livello ti metto un po' d'informazioni sullo stress,di cui ho parlato sin dai tempi di Salutemed,raccomando di leggere con lentezza che alla fine il tutto diventa logico.Romy

 

L'errore solito che ho spesso commesso,scrivendo su questo forum,è stato quello di dare per scontato che chi legge è a conoscenza o ricorda informazioni e concetti importanti su cui ho postato o discusso in passato.Su questo forum c'è chi afferma che lo stress è una cosa mentre le intossicazioni sono altro,allora cosa controbbattere a costoro se non che ci posso fare poco se mancano certe conoscenze.Una delle più importanti è lo stress in relazione al monossido di carbonio,eppure mi ci sono sgolato,sin dai tempi di Salutemed e rimesso più volte anche su CFSITALIA,lo so' che è difficile digerirlo,ma ogni tipo di stress,alla fine non è altro che una intossicazione endogena lieve ma costante nel tempo,come la goccia che ti buca la roccia.Questo concetto lo conoscono anche dalle parti dei medici dell'associazione "AMICA",sono in netta minoranza i medici che ne sono al corrente,anzi io nella mia vita non ne ho mai incontrato uno che conoscesse tale relazione e da quì a cascata,la scarsa importanza allo stress organico e psichico cronico,capace di spiazzare l'ossigeno dall'emoglobina,quindi le possibili ipossie,ovvero poco ossigeno agli organi,compreso il cervello?,poi finisce che ti attacchi al tram,con centinaia di sintomi,che ti metti a girare come una trottola per medici e terapie,che altro non fai se non aumentare lo stress cronico a dismisura,pensavo che queste cose erano state digerite dal nostro forum,ecco che capisco che non è stato compreso nemmeno il discorso della Meditazione,unico presidio contro lo stress cronico e quindi l'intossicazione endogena lieve ma costante da Monossido di Carbonio.Vuoi che ti rimetto i passaggi della teoria di base?a tal riguardo,per te è chi altro non ha ancora inteso cosa significa lo stress per il nostro organismo.

 

Cielo,seguimi e vale anche per gli altri se vogliono seguire:

 

L'emoglobina, contenuta nei globuli rossi, è una molecola che lega l'ossigeno. I globuli rossi, quindi, in condizioni normali, trasportano emoglobina ricca di ossigeno e permettono a quest'ultimo di arrivare a tutti i tessuti. Il monossido di carbonio presenta un'affinità per l'emoglobina 200-300 volte maggiore rispetto all'ossigeno. Quando c'è in circolazione il CO, questo si lega all'emoglobina (sostituendo l'ossigeno) ed ai tessuti non arriva più ossigeno. Le conseguenze più gravi sono a carico dei principali organi (cervello, cuore, etc..).

Il corpo umano modifica anche alcune sostanze chimiche inspirate e ingerite in monossido di carbonio, tra cui diclorometano onnipresente (un solvente comune presente specialmente negli svernicianti e utilizzato come propellente nei prodotti di consumo nelle bombolette spray).

Do' per scontato i fiumi di parole scritte sulla pericolosità del monossido di carbonio,o invito chiunque a ricercare con motore google o altro sull'argomento monossido di carbonio.

Ma,lo voglio ripetere ancora una volta,pochi conoscono,compreso una buona percentuale di medici,il rapporto che c'è tra lo stress,specie quello cronico ed inconscio,ed il monossido di carbonio,quindi la regina delle intossicazioni,che a seconda l'intensità,comporta o la morte o centinaia di sintomi e quadri patologici........

 

Adesso inizia una parte un po' tecnica,ma serve per poter capire e nel contempo contestare.

 

Fonti di Monossido di Carbonio endogene(ovvero proveniente dall'interno del nostro organismo).

 

Stress di qualsiasi genere producono un aumento della produzione di eme ossigenasi-1 (HO-1), il cosiddetto “enzima da stress universale” trovato in tutto il corpo, che si decompone dalle proteine eme in ferro, biliverdina (che è quindi convertita poi in bilirubina, un potente antiossidante) e monossido di carbonio. Gli stress che causano la produzione di HO-1 negli animali e negli esseri umani includono il calore, la luce, il suono, gli odori, i campi elettromagnetici, le infezioni, i traumi fisici e la tensione mentale o psicologica. Lo stress cronico in uno qualunque di questi ambiti porta così alla distruzione cronica dell’eme e all’avvelenamento cronico da bassi livelli di monossido di carbonio. La capacità di così tanti tipi di stress fisici e biologici, chimici e mentali di produrre HO-1 spiega perché i sintomi principali da stress cronico sono così simili all’avvelenamento da monossido di carbonio indipendentemente dagli agenti stressanti. L’attività dell’HO-1 indotto da stress e l’attività relativamente costante di un altro isoenzima, HO-2, che non rispondono allo stress, incidono insieme per almeno il 75% della produzione di monossido di carbonio del corpo umano. Altre sorgenti di monossido di carbonio includono l’auto ossidazione dei fenoli, dei flavenoidi e alometani, la foto-ossidazione di composti organici e la perossidazione lipidica dei lipidi della membrana.

 

 

SINTOMI DI AVVELENAMENTO CRONICO DA BASSI LIVELLI DI MONOSSIDO DI CARBONIO

 

Che sia di origini esogene o endogene, il monossido di carbonio nel corpo umano può essere utilizzato o conservato in vari modi fino a quando infine viene espulso. Il monossido di carbonio si lega molto più aggressivamente dell’ossigeno a tutte le proteine eme, specialmente all’emoglobina (Hb). Nel fare questo, riduce il numero di Hb collegati e disponibili per trasportare l’ossigeno. Nei muscoli, il monossido di carbonio si lega in modo più aggressivo dell’ossigeno alla mioglobina (la proteina principale eme nel muscolo) e interferisce così con l’uso dell’ossigeno durante l’attività, specialmente nel muscolo cardiaco.

 

Il passaggio seguente collima anche con la teoria di Martin Pall del perossinitrito.

 

Il monossido di carbonio attiva cyclase guanilico, che produce GMP ciclico e ossido nitrico sintase, che fa NO (ossido nitrico), ma danneggia anche il metabolismo dell’energia mitocondriale e la funzione dei citocromi, necessarie per la disintossicazione. Il monossido di carbonio innesca anche uno stress vascolare ossidativo (per produzione di cellule endoteliane di NO e di perossinitrito) e perossidazione dei lipidi del cervello. Molto significativamente, il monossido di carbonio agisce come un neurotransmettitore gassoso nella modulazione di molte funzioni critiche tra cui la frequenza della respirazione, del battito cardiaco, la vasodilatazione,l’apprendimento, la memoria e l’adattamento durevole agli stimoli sensoriali (es. odori).

 

Come puoi ben vedere ci sono tutti gli incredienti,che alimentano i nostri sintomi,o molti di essi.

 

Poiché l’avvelenamento cronico da bassi livelli di monossido di carbonio danneggia l’ossigenazione dei tessuti, qualsiasi organo può essere interessato, insieme al cervello, al cuore e ai polmoni poiché sono i più sensibili agli effetti del monossido di carbonio. I sintomi più comuni dell’avvelenamento cronico da monossido di carbonio sono in effetti gli stessi di quelli dell’avvelenamento acuto, salvo che possono variare notevolmente nel tempo siccome si acutizzano e diminuiscono in risposta alle esposizioni da monossido di carbonio, non solo esogene, ma anche in risposta a qualsiasi stimolo cronicamente stressante, poiché tutti questi stimoli producono HO-1 per rompere le proteine eme in monossido di carbonio.

 

10 sintomi comuni dell’avvelenamento da monossido di carbonio(Ricordare sempre che parlare di Stress e come parlare anche di monossido di carbonio esogeno,che tra di loro sono direttamente proporzionali).

 

1. Cefalea
2. Fatica, debolezza
3. Dolori muscolari, crampi
4. Nausea, vomito
5. Disturbi allo stomaco, diarrea
6. Confusione, perdita della memoria
7. Vertigine, incoordinazione
8. Dolore al torace, tachicardia
9. Respiro difficile o superficiale
10. Alterazioni dell’udito, della vista, dell’olfatto, del gusto o del tatto.

 

Logico che prendere in considerazione l'intossicazione da monossido di carbonio è come prendere in considerazione gli stress di ogni tipo,visto che questi creano CO,da quì la mia idea che dobbiamo tutto il peggio allo stress.

 

Lo stress fa veramente male,anche ad altre trecento cosucce..........,pensavo fosse cosa nota,io quando parlo di stress non alludo e non ho mai alluso a malattie mentali,del tipo"E' tutto nella tua testa",Ansia,depressione o peggio a forme di malattie mentali,per me lo stress è una cosa organica,anzi organicissima,peggiore dei microrganismi patogeni,che per colpire hanno bisogno di trovare un terreno adatto ed a loro congeniale,mentre lo stress,che colpisce anche silente,considerandone i vari tipi,non guarda in faccia a nessuno e danneggia sempre a tutte le latitudini e longitudini.Per me lo stress è alla base della non guarigione e peggioramento di ogni patologia,quelle che chiamiamo croniche,la CFS/ME è una sindrome cronica,alla cui base ci sono i vari tipi di stress,che si autoalimentano in un ciclo vizioso senza fine,anche i virus agiscono in organismi stressati ed a loro volta aumentano lo stress,è la sommatoria degli insulti che fa l'intensità del problema,ovvero l'intossicazione organica.Spero sia più chiaro adesso,ma ho scritto queste cose molte volte ed in salse diverse.Questa è l'ultima volta,almeno spero.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#580 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 19 maggio 2015 - 12:04:00

Anche il tabagismo porta a introiettare giornalmente del monossido di carbonio attraverso il fumo della combustione.



#581 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 19 maggio 2015 - 20:02:29

Anche il tabagismo porta a introiettare giornalmente del monossido di carbonio attraverso il fumo della combustione.

 

Si anche.........,questo è anche il motivo per cui ho smesso di fumare alcuni anni fa,ecco perchè la mia massima è che "la somma che fa il totale"poi ho scritto che il tutto è in proporzione diretta,più stress =più monossido,fumo =altro monossido,altre decine di motivi= altro monossido esogeno ed endogeno.Quindi nessuno saprà mai quando accadrà che la sua goccia farà traboccare il suo vaso della salute.Nel mio caso,conosco con matematica certezza,la goccia, il periodo ed il motivo di quando è iniziata la mia problematica(famoso grilletto),in seguito,qualche annetto dopo, ci fù anche una strana febbre opportunista che non voleva passare in nessun modo,ma questa fu solo un fatto secondario e successivo,io conosco me stesso,la mia fisiologia,potrei metterci la firma,sul mio caso personale,che di sicuro è diverso dagli altri casi,ma che comunque lo rigiri lo stress,non è mai una buona cosa.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#582 Filippo d.

Filippo d.

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 40 messaggi

Inviato 20 maggio 2015 - 09:36:56

Se la teoria dello stress...che riguarda un po tutto. Aria inquinata.cibi avvelenati.stress psicologici e ogni forma di " stress"; fosse vera ...statisticamente dovrebbero esserci 80/90% di persone malate gravemente ...visto che mangiamo e respiriamo le stesse cose e la stessa aria. E nessuno può non dirsi stressato dalla vita ( io ero felicissimo ma mi sono ammalato lo stesso)...quindi rimane un problema interessante ma la statistica non lo conferma. È vero che ci sono molte persone malate di altre patologie ma la vita media si è comunque alzata.
Anche nelle cause del Parkinson qlc crede alla tesi dell' esposizione al monossido di carbonio...ma rimane il dato che a parità di vita in contesto inquinato( lavoro in un garage...ad esempio) si ammala una persona su 1000.... insomma la statistica non perdona.

Messaggio modificato da Filippo d., 20 maggio 2015 - 09:38:30


#583 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.368 messaggi

Inviato 20 maggio 2015 - 23:06:30

Se la teoria dello stress...che riguarda un po tutto. Aria inquinata.cibi avvelenati.stress psicologici e ogni forma di " stress"; fosse vera ...statisticamente dovrebbero esserci 80/90% di persone malate gravemente ...visto che mangiamo e respiriamo le stesse cose e la stessa aria. E nessuno può non dirsi stressato dalla vita ( io ero felicissimo ma mi sono ammalato lo stesso)...quindi rimane un problema interessante ma la statistica non lo conferma. È vero che ci sono molte persone malate di altre patologie ma la vita media si è comunque alzata.
Anche nelle cause del Parkinson qlc crede alla tesi dell' esposizione al monossido di carbonio...ma rimane il dato che a parità di vita in contesto inquinato( lavoro in un garage...ad esempio) si ammala una persona su 1000.... insomma la statistica non perdona.

giusto ....bravo



#584 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 maggio 2015 - 23:08:09

Filippo e ci aggiungo anche falco,la differenza tra un organismo ed un altro,stà nella potenza della propria difesa organica e naturale di ognuno,ci sono diversi poteri di disintossicazione e scavengers personali.L'organismo umano è fatto di cellule intelligenti,che si organizzano contro i problemi in generale che incontrano nel loro divenire dinamico,la prova di cio' è nella selezione delle razze,continua a vivere e progredire solo chi ci riesce,grazie al bagaglio naturale e le funzioni di adattamento,l'Epigenetica che,spesso sconfigge la Genetica.Di sicuro alcuni organismi umani sono più forti di altri,ma è anche una questione di fortuna,trovarsi nel momento sbagliato sotto la sommatoria di insulti molteplici e deleteri e la felicità a sua volta si enumera tra gli stress se veramente essa è una forte felicità.Ecco che ti scatta la riserva,l'adattamento di ognuno ai propri eventi stressogeni potrebbe saltare,la retrazione negativa(se ricordo bene) non funzionare come dovrebbe, da quì mettici anche l'eventuale susseguirsi di errori continui,anche terapeutici,con sviluppo di altre sintomatologie iatrogene che si sommano in un giro senza sosta.Da quì inizia quella giostra che è sotto gli occhi di tutti,da cui è molto difficile scendere,se potesse essere facile scendere da tale giostra,allora difficilmente si sarebbe messa in moto una tale giostra.Io penso che sulla pelle di molti,la natura progredisce e si organizza per un futuro di migliore  salute.Questo sempre IMHO.Romy


Messaggio modificato da romy, 20 maggio 2015 - 23:08:56

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#585 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 30 maggio 2015 - 15:05:55

Vorrei riproporre un vecchio post della mia carissima amica Lele63,dai tempi di Salutemed.Concetto di cui si è interessato Cheney a suo tempo in relazione alla respirazione nei pazienti CFS,che poi,secondo me trova riscontro in cio' che sostiene lo studio,la teoria e la respirazione di Buteyko,che si base sull'effetto "Verigo Bohr" forse dimenticato da molti?.Da tali concetti s'introduce una forma particolare di respirazione per i pazienti di cfs/me,da quì la sua somiglianza alla tecnica Buteyko ed alla teoria sulla CO2 ed iperventilazione,come dire,che spesso non è la presenza o meno dell'ossigeno il problema,ma il suo scambio tissutale,per cui anche l'anidride carbonica ha la sua importanza,nel senso che spesso bisogna fare in modo che la si debba alzare,da quì anche tutto il concetto collegato al 2,3 DPG (2,3 difosfoglicerato) di cui al seguito.

 

Per KIO se ti leggi la discussione ci trovi anche quella parte di cui ti ho scritto ultimamente in relazione alla mia scomparsa dal forum Salutemed dell'epoca,fine 2003,la tua richiesta di farmi vivo almeno per gli auguri di Natale,cosa che feci.

La mia scomparsa effettivamente fu dovuta alla mia guarigione,ma poi per la contentezza mi feci prendere la mano e mi sottoposi a migliorare la mia persona,quì caddi in una trappola mortale,con cui combatto ancora oggi,che mi fece rientrare nello stress e quindi nella sintomatologia tutta e con gli interessi,come spesso ho scritto in seguito.Praticamente la mia sintomatologia,sempre a causa degli stress vari, uscì dalla porta per poi rientrare dalla finestra

 

Metto quì un mio vecchio appunto,che presi,lo ripeto dal post di Lele63 che,stampai a suo tempo e che conservo da circa 12 anni.

 

La fonte non da più riscontro ad oggi,ma nel 2003 era:http://www.cfsresear...cheney/17nf.htm

 

Vi si leggeva:

 

Uno dei problemi che “affliggono” i malati di CFS è la bassa quantità nel sangue di una sostanza chiamata 2,3 DPG (2,3 difosfoglicerato).
Il 2,3 DPG viene prodotto dai globuli rossi e regola il trasferimento dell’ossigeno dal sangue ai tessuti che ne hanno bisogno.
Se il 2,3 DPG è basso, il sangue cede troppo poco ossigeno, con effetti negativi a tutti i livelli, sia sugli organi , sia sul cervello e sistema nervoso, sia sui muscoli dove il poco ossigeno non permette di utilizzare il metabolismo aerobico.
Inoltre agenti patogeni come la candida e i funghi in generale sono avvantaggiati dalla scarsità di ossigeno.

All’inizio Cheney ha tentato di migliorare l’ossigenazione dei suoi pazienti facendo inalare loro maggiori quantità di ossigeno tramite una mascherina.
Questa terapia dava effetti splendidi per circa sei mesi, poi di colpo c’era un crollo e i pazienti ritornavano a tutti i loro problemi.
Cosa succedeva? Quando l’organismo si rendeva conto di respirare ossigeno in quantità superiore al solito, a poco a poco per equilibrare il sistema, diminuiva proprio la produzione di 2,3 DPG!
L’effetto contrario a quello che si voleva ottenere!

In effetti nei malati di CFS il problema non è l’approvvigionamento di ossigeno, infatti i nostri polmoni sono perfettamente sani e funzionanti, bensì il corretto utilizzo dell’ossigeno inalato e circolante nel sangue dentro all’emoglobina.(Collegare quì anche tutto il discorso sugli stress e la lieve ma costante intossicazione da Monossido di Carbonio endogeno e da stress,di cui ho scritto ultimamente)

Che fare? L’idea è venuta dall’osservazione degli atleti che partecipano alla maratona di Boston. Cheney ha riflettuto sul fatto che i vincitori sono sempre atleti del Kenia.
Questi atleti vivono e si allenano tutto l’anno ad altitudini elevate. Riescono a correre come saette anche ad un’altitudine di 3.500 metri.
Poiché a queste quote l’ossigeno è più rarefatto, il corpo compensa utilizzando fino in fondo il poco ossigeno che riesce a respirare. In che modo? Producendo più 2,3 DPG, così il sangue riesce a trasferire più ossigeno ai tessuti.
Così quando questi atleti si trovano a correre al livello del mare, il loro corpo, regolato sul 2,3 DPG delle alte quote, riesce ad utilizzare maggiori quantità di ossigeno rispetto agli altri atleti, e quando gli altri sono già scoppiati da un pezzo loro sono ancora freschi.

Ma i malati di CFS non possono certo trasferirsi periodicamente in alta montagna per “allenare” il loro 2,3DPG.
Bisognava trovare un modo per ingannare il corpo, fargli credere di trovarsi in alta montagna per stimolare la produzione di 2,3 DPG.

E qui interviene la medicina Ayurvedica. Già da 3.000 anni questa disciplina ha sviluppato un semplice esercizio di respirazione che se ripetuto per 5 minuti ogni giorno abitua il sangue a rilasciare più ossigeno. Nella medicina Ayurvedica questa respirazione viene utilizzata per tutte le malattie croniche, portando notevoli benefici, e ora ci sono anche 30 anni di ricerca medica che confermano la sua efficacia.

Ecco come si fa:

- inalare lentamente attraverso il naso per quattro secondi;

- trattenere il fiato per sette secondi;

- espirare dalla bocca però tenendo le labbra strettamente unite, lasciando uscire l’aria da una stretta fessura, creando quindi della pressione all’interno (si deve sentire il rumore dell’aria che esce). Questo deve durare otto secondi.

Il ciclo descritto qui sopra, che in tutto dura 19 secondi, va ripetuto per otto volte di fila, per un totale di circa due minuti e mezzo.

L’intero esercizio va ripetuto due volte al giorno.

All’inizio può risultare molto difficile; se otto volte di fila sono troppe perché comincia a girare la testa, basta farlo solo il numero di volte che si riesce, e pian pianino col tempo aumentare fino a otto volte. Il fatto che l’esercizio risulta faticoso è una conferma del pessimo stato di ossigenazione dell’organismo.

Perché funziona questa respirazione?
Trattenendo il fiato ad un ritmo regolare, l’ingresso di ossigeno nell’organismo diminuisce in modo regolare. Viene indotto uno stato che i medici chiamano desaturazione.
Durante i 5 minuti di desaturazione giornaliera, l’organismo va nel panico. E’ convinto di trovarsi in un luogo con l’ossigeno molto rarefatto (es: alta montagna!) e quindi per tutto il resto della giornata cerca di compensare, producendo più 2,3 DPG.

Dagli studi fatti, ci vogliono da alcune settimane a alcuni mesi per spostare i livelli di 2,3 DPG.
Man mano che il livello di 2,3 DPG sale, noi facciamo meno fatica a trattenere il fiato; quindi se ci sembra che gli esercizi di respirazione stiano diventando via via più facili, vuol dire che stiamo ottenendo il risultato desiderato.

Cheney raccomanda questa respirazione a tutti i suoi pazienti.

In passato qualcuno aveva scritto sul forum che si era sentito molto meglio a seguito di terapia con l’ozono.
Ebbene ho trovato due pagine web (in italiano icon_smile.gif ) dove si dice che l’ozono innalza il livello di 2,3 DPG nel sangue!!!
Cioè proprio come la respirazione ayurvedica che uno si può fare tranquillamente seduto sul divano di casa sua!!
Devo ancora leggere bene queste due pagine, di cui vi riporto gli indirizzi:

http://www.ossigenoo...in_medicina.htm

http://www.barcoline...i_del_ozono.htm

Accidenti spero che Romeo ci stia leggendo, lui era veramente interessato alla faccenda ossigeno!

Un abbraccio a tutti
Lele

 

http://www.salutemed...c=530&forum=4

 

Quì ci potete trovare l'accostamento fatto da me in relazione a Buteyko.

 

http://buteykoitalia.../drbuteyko.html


Messaggio modificato da romy, 30 maggio 2015 - 15:34:56

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#586 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 16 giugno 2015 - 19:02:37

Metto quì questi miei ultimi post,ce ne sono a centinaia sparsi per il forum,ma andrebbero messi tutti quì.Romy

 

 

 

Sniper,mi trovi d'accordo,ho appena preso un tè verde.Ma la vedo comunque in salita,perchè con il recettore del glutammato è come svuotare il mare con un bicchiere,ma come si dice meglio poco che niente.Poi c'è un altro problema che mi pongo,essendo la teanina un derivato dell’acido glutammico,con questi ha una somiglianza strutturale che fa sì che essa(Teanina) possegga un’elevata affinità nei confronti dei recettori del glutammato, anche se tale affinità risulta notevolmente inferiore a quella manifestata dal suo precursore(Glutammato).Ecco mi pongo la domanda cosa avviene nel medio/lungo periodo in relazione al principio della Regulation Recettoriale,di cui non si conosce nulla a tal riguardo?non è escluso che quello che potrebbe fare bene all' inizio?,almeno supposto tale,poi possa diventare come buttare benzina sul fuoco della iperstimolazione NMDA,Kainato ed AMPA,con ulteriore morte di Neuroni,e quindi peggioramento dei sintomi neurotossici e sviluppi personali di vario genere.Questo è il vero motivo per cui nel dubbio mi sono astenuto nell'ultimo decennio,io sono già caduto in una trappola a tal riguardo,con i recettori GABA-A,e ti assicuro che non è una cosa da nulla,un secondo errore,non potrei permettemelo.

Poi giusto per meglio chiarire il mio caso,che poi potrebbe essere anche quello di altri.

Il glutammato viene rilasciato in misura eccessiva in alcune condizioni patologiche come la demenza cerebrovascolare o in seguito a lesioni cerebrali. Un importante filone di ricerca riguarda il potenziale ruolo che potrebbe rivestire la teanina nella protezione dei neuroni dall’eccesso di glutammato.Idem come gli anti-epilettici,le benzodiazepine e tante altre decine di sostanze,capaci di ligare ai recettori del glutammato.Ma poi alla lunga distanza cosa accade?

Adesso mi chiedo: chi è quel paziente di vera cfs/me che non presenta lesioni cerebrali?.Infatti le lesioni si ricercano con le R.M. e TAC,ma questi sono esami soggettivi in relazione all'operatore che le esegue,infatti si trova quello che si ricerca,io chiesi di ricercarle e mi furono trovate le lesioni,in gergo si chiamato iperintensità T2 Flair e si trovano sotto forme di cicatrici ben isolate dalle cellule Gliali del cervello che si addensate sul posto per fare da diga alla cicatrice stessa(GLIOSI TISSUTALI),che oggi sono più di una e nel tempo aumentano come un cane che si morde la coda,e sono facililmente riscontraboli nei referti dei casi di CFS/ME vere e diverse dalle depressioni,cio' non proprio all'inizio dello stare male,ma dopo un certo lasso di anni.Logico che tali cicatrici le trovi anche in ogni forma di patologia,neurodegenerative o meno....in fondo cosa è una CFS/ME se non una specie di anticamera,anche se non per tutti,di un futuro ben più problematico.La velocità di cio',secondo un mio modesto parere,dipende dal glutammato e dalla sua ricaduta fisiologica d'iperstimolazione,ma anche dai tanti errori terapeutici,sempre possibili e sempre in agguato,ecco perchè spesso uso la parolina"Iatrogena"quando parlo della CFS/ME.

Spero di essermi spiegato bene,ma questo non toglie che bisogna provare e riprovare,ma con intelligenza e lentezza,doti che ho ben scorto in te.Romy

 

P.S.

Tutti i farmaci e sostanza per funzionare nel nostro organismo,possono farlo perchè capaci di ligare a dei recettori,come chiavi con le loro serrature,cio'crea il risultato biologico o fisiologico che desideriamo.Ma nell'organismo ci sono migliaia di sostanze e recettori a noi non ancora noti,che si ligano tra loro,con risultati che non conosciamo ancora.Tali recettori liga oggi liga domani,non rimangono statici,anzi si trasformano come qualità e quantità,da quì la misteriosa funzione della Down-UP Regulation,che in breve significa,oggi usi il farmaco o la sostanza,nel breve è possibile che è ok,ma non potrai mai sapere cosa combini nel medio/lungo periodo,per la dinamicità dei recettori,che altro non è che la reazione della natura stessa,appunto il concetto "iatrogeno",mica c'è le spiegano queste cose?e come potrebbero?.

 

 

 

 

 

 

E' da qualche decennio che ritengo che la maggior parte dei nostri sintomi è dovuta alla scarsa qualità del sonno,in breve ho scritto in passato che durante il sonno ci si ammala di tutto e di più e sempre durante il sonno si guarisce,a patto di aver una buona qualità del nostro sonno,quindi pensare di migliorarlo ad ogni costo, il resto serve a poco.

Oggi prendo informazioni ulteriori,dopo decine e decine di studi analoghi,che collegano il sonno scadente a tutto e di più,anche se non si spiegano il motivo di cio',che a dire il vero mi sembra un po' strano tale affermazione.Romy

 

La soglia del dolore si abbassa se si soffre d'insonnia

Esiste un legame tra le difficoltà del sonno e la soglia del dolore. Ne sono convinti i ricercatori norvegesi guidati da Børge Sivertsen del Norvegian institute of public health di Bergen che hanno recentemente pubblicato sulla rivista Pain i risultati di uno studio da loro condotto sull'argomento.

«I disturbi del sonno e il dolore sono due dei principali problemi di salute pubblica ma l'associazione tra queste condizioni non è stata studiata in modo approfondito» dice l'autore che ha coinvolto nella ricerca oltre 10mila uomini e donne di età media pari a 58 anni. Lo scopo principale dell'analisi, basata anche sui dati riferiti dai partecipanti, era valutare tramite appositi test la sensibilità al dolore, per poi identificare l'eventuale associazione con le caratteristiche del sonno tenendo conto anche di altri parametri come presenza di dolore cronico, depressione e ansia.

«Le persone coinvolte nello studio hanno fornito informazioni su durata del sonno, tempo impiegato per addormentarsi, qualità del sonno e frequenza e gravità dell'insonnia» dice Sivertsenche ha sottoposto i partecipanti a test per definire la soglia del dolore, uno dei quali consisteva nel tenere la mano in acqua fredda per 106 secondi. E i dati raccolti dimostrano che tutti i parametri legati al sonno, ad eccezione della durata del sonno stesso, sono associati a modifiche nella soglia del dolore.

«Maggiori sono la frequenza e la gravità dei problemi di sonno, meno si tollera il dolore e inoltre la difficoltà ad addormentarsi e l'efficacia del sonno sono legate a una maggiore sensibilità al dolore in modo dose-dipendente» precisa l'autore. Lo si è visto nel test utilizzato, durante il quale circa un terzo dei partecipanti è riuscito a tenere la mano nell'acqua fredda per tutta la durata della prova: il 42 per cento di chi soffriva di insonnia ha tolto la mano dall'acqua prima della fine rispetto al 31 per cento di chi non aveva problemi di sonno.

«In caso di dolore cronico la probabilità di essere più sensibili al dolore quasi raddoppia» aggiunge Sivertsen ricordando che lo studio non dimostra che i problemi del sonno sono la causa dell'abbassamento della soglia del dolore, ma mette in luce solo l'esistenza di un'associazione. «L'esistenza del legame è chiara, ma le ragioni non lo sono altrettanto» conclude l'autore ricordando che fattori psicologici, ma anche differenze nei livelli del neurotrasmettitore dopamina potrebbero essere alla base di questo legame.

 

http://www.dica33.it...e-dinsonnia.asp


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#587 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 07 luglio 2015 - 17:21:33

Metto quì questo mio post,preso da una discussione in cui si parlava di Apnee e Russamento con sniper.Faccio cio' anche perchè ne ravvedo un motivo,nel senso che non è detto che ogni male viene solo per nuocere.Nell'affermare quanto sopra,chiedo di rileggere questo post http://www.cfsitalia...e-20#entry58775

Romy

 

 

Sniper,come dire meglio tardi che mai,comunque ti ringrazio per le tue informazioni,io a russamento sto' messo male,di conseguenza ci scappano molte apnee con risvegli continui e nicturia(quì si apre un capitolo infinito a parte),faccio uso da alcuni mesi di benzodiazepine anche prima di andare a letto,non per l'insonnia che penso di non avere in modo classico,ma per la dipendenza fisica con sviluppo di tolleranza,questo ha fatto si che è aumentato il russamento,per gli ovvi motivi e di conseguenze il numero delle mie apnee,logico che durante i risvegli o la mattina accuso anche una certa fatica o dolenzia al petto.Attualmente è questo il mio problema nel problema.Ma per fortuna non tutti i giorni ho sonnolenza,vero marker delle apnee deleterie,diciamo ho sonnolenza di tanto in tanto,e questo da qualche mese,inoltre ho messo sù qualche chilo per la mia sedentarietà ma niente di esagerato al momento,al collo ho il grande problema dei noduli alla Tiroide di cui uno è esageratamente grande,della grandezza di un mandarancio per intenderci.Parliamo di apnee notturne,vedo se trovo delle mie vecchie immagini e te le posto.Romy

 

p.s.

 

In effetto l'idea  e che le apnee ed ipoapnee in fondo potrebbero essere,anche e non solo, lo stratagemma messo su dal medico Naturale che abbiamo dentro,al fine d'ingannare il cervello,per far si venga aumentata la quantità d'ossigeno ceduta ai tessuti,come da post di cui al link di sopra,ossia grazie all'aumento del 2,3 DPG (2,3 difosfoglicerato).Così non fosse non avrei la spiegazione del perchè non ho la sonnolenza di giorno,che dovrebbe essere il primo sintomo di chi soffre di apnee ed ipoapnee notturne.Le mie le conosco benissimo,perchè sono registrate ogni notte da me medesimo.

 

Allega File(s)


Messaggio modificato da romy, 07 luglio 2015 - 17:38:43

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#588 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 26 luglio 2015 - 22:04:38

Chi mi conosce sa con precisione che il sintomo che più odio tra tutti e quel deciso calo delle abilità cognitive e di memoria a breve e di lavoro,che ti disarmano anche nei confronti dei più inutili esseri umani,specie quelli che aprono la bocca per dargli aria,fu per questo che svariati anni fa chiamai questa patologia una sporca vigliacca,che colpiva al centro del proprio essere,rendendoci invalidi nel fisico,per le scarse energie e l'impossibilità di fare attività fisica,da quì la sedentarietà.......e sue ricadute ............ ed invalido nella mente con il pericolo di cadere alla mercè di chicchessia,anche di un emerito cretino.Io ne ho avuto la prova evidente,una persona di famiglia che per tutta la vita ha avuto sempre molto timore nel dire la sua quando nei paraggi c'ero anche io,oggi si sente un saccente nei miei confronti,facendomi faticare molto e quasi sempre inutilmente,con tutto lo stress che ne deriva,perchè ok la malattia,posso capire,ma non posso gettare alle ortiche la dignità di una vita e vedere una capra che si atteggia a sapientone,creando solo danni a lui ed altri in famiglia,anche di tipo economico,considerando la legislazione vigente sulla fattispecie dei coeredi nelle successioni e tutto quello che ne consegue,che sarebbe l'ora mettere mano a tal capitolo.Finito questo piccolo sfogo,per quanti hanno compreso,passo a mettere su questo topic alcuni miei vecchi appunti,validi o meno validi e chi puo' dirlo?che mi spuntano di quà e di là ogni tanto,tra le pieghe dei miei vecchi HD.Romy

 

Gli anziani che fanno uso di anticolinergici presentano un più elevato rischio di declino cognitivo e demenza


Lunedì 13 Settembre 2010 - Nonostante l’alta assunzione di farmaci con proprietà anticolinergiche da parte delle persone anziane, gli effetti sul declino cognitivo e la demenza sono stati valutati solo raramente.

Hanno preso parte allo studio condotto da Ricercatori dell’Università di Montpellier in Francia, 4.128 donne e 2.784 uomini di età uguale o superiore ai 65 anni di una coorte reclutata in 3 città francesi.

La performance cognitiva, la diagnosi clinica di demenza e l’uso di anticolinergici sono stati valutati al basale e dopo 2 e 4 anni.

Il 7.5% dei partecipanti faceva uso di anticolinergici al basale.

La regressione logistica mutivariata ha indicato che le donne che avevano riferito di far uso di farmaci anticolinergici al basale mostravano maggior declino cognitivo sui 4 anni nei punteggi di fluidità del linguaggio ( odds ratio [ OR ]: 1.41 ) e nella funzionalità cognitiva globale ( OR: 1.22 ), rispetto alle donne che non facevano uso di tali farmaci.

Negli uomini è stata osservata un’associazione con il declino cognitivo nella memoria visiva ( OR: 1.63 ) e in misura minore nella funzione esecutiva ( OR: 1.47 ).

Interazioni degne di nota sono state osservate nelle donne tra uso di farmaci anticolinergici ed età, apolipoproteina E o terapia ormonale.

Un rischio più alto di 1.4-2 volte di declino cognitivo è stato osservato per le persone che avevano fatto uso continuo di anticolinergici, ma non per quelle che ne avevano fatto un uso interrotto.

Anche il rischio di demenza incidente nei 4 anni di follow-up è aumentato negli utilizzatori continui ( hazard ratio [ HR ]: 1.65 ), ma non in quelli che avevano interrotto l’assunzione dei farmaci anticolinergici ( HR: 1.28 ).

In conclusione, le persone anziane che assumono farmaci anticolinergici hanno un maggior rischio di declino cognitivo e demenza.
Interrompere il trattamento con farmaci anticolinergici è risultato associato a una diminuzione del rischio.
I medici dovrebbero fare molta attenzione alla prescrizione di farmaci anticolinergici alle persone anziane, specialmente in quelle molto anziane e in quelle ad alto rischio genetico di disturbi cognitivi. ( Xagena Medicina )

Fonte: Arch Intern Med, 2009


Messaggio modificato da romy, 26 luglio 2015 - 22:09:12

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#589 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 26 luglio 2015 - 22:30:05

Lo stress danneggia l'ippocampo, la memoria e le facoltà cognitive

 

I danni sono causati da alti livelli dell'ormone cortisolo, prodotto dall'organismo in condizioni di stress

Già da metà degli anni '80 alcuni scienziati, tra cui Robert Sapolsky e Bruce McEwen, avevano scoperto che nel macaco lo stress provoca un danno all'ippocampo e Sapolsky, neurobiologo con formazione antropologica ipotizzò che fosse il cortisolo, prodotto sotto stress, a danneggiare l'ippocampo. Questa ipotesi fu poi confermata da molti studi successivi.
Successivamente nel 1997 si è avuta la prima dimostrazione che lo stress causa il blocco della produzione di cellule staminali nell'ippocampo di un individuo adulto. La ricerca era stata effettuata da una scienziata americana esperta nello studio della neurogenesi, Elizabeth Gould. Tutte queste ricerche sono state condotte sul cervello dei macachi, che è molto simile a quello dell'uomo.
Nel 1998 si è avuta la dimostrazione sull'uomo che la produzione eccessiva e prolungata di cortisolo, come avviene nelle situazioni di stress cronico, causa una riduzione dell'ippocampo e dei danni alla memoria e alle abilità cognitive.

Quest'ultimo studio, guidato da Sonia J. Lupien, del laboratorio di ricerca sullo stress della canadese McGill University, dimostra che in uomini in buona salute, che registrano livelli elevati di cortisolo, dopo 5 anni dalle prime rilevazioni, si osserva una riduzione dell'ippocampo del 14% oltre che una diminuzione della memoria e delle facoltà cognitive.
Inseguito la stessa Sonia J. Lupien, ha condotto una ricerca su anziani con un'età tra i 60 e gli 87 anni, monitorandoli per alcuni anni. In caso di un aumento moderato di cortisolo, si riesce ad impedire i danni all'ippocampo con un farmaco che riduce la sintesi dell'ormone; il farmaco però non agisce nelle persone che hanno da molto tempo livelli molto alti di cortisolo.
La ricercatrice ha osservato che per contrastare la diffusione delle demenze, è necessario intervenire nel periodo centrale della vita delle persone per regolare l'eccessiva produzione dell'ormone dello stress. Questo si può fare anche senza farmaci, imparando a tenere sotto controllo lo stress.
Recenti studi hanno confermato un effetto protettivo del deidroepiandrosterone (DHEA), un ormone prodotto dal cervello e dalla corteccia delle surrenali (come il cortisolo). Questo ormone androgeno svolge un'azione antistress e contrasta l'effetto del cortisolo. Il DHEA stimola la neurogenesi, a differenza del glutammato (contenuto in alcuni cibi), che è un neurotrasmettitore eccitatorio.
Redazione MolecularLab.it (03/05/2007)

 

Una piccola mia riflessione a cio',che poi è l'eccezione che conferma la regola,è il fatto che con CFS/ME acclarata a deficere è proprio il Cortisolo,vedersi il concetto di biofeedback della Retrazione Negativa nei casi del troppo stress........,ecco la mano tesa della natura quando meno te l'aspetti,non è che ti risolve il problema,ma almeno ti rallenta la fine.Vivere con tale patologia si dovrebbe fare incetta continua di stress enorme ogni giorno,ma questo avviene solo relativamente,proprio grazie al guaritore che tutti hanno dentro di se,ovvero la pezza che ci mette la Madre Natura,su questo si potrebbe parlare per mesi e mesi,non c'è settore della salute,non c'è patologia che non coinvolge,in senso positivo ed almeno in minima parte,il medico di ognuno che è dentro di noi,concetto molto difficile ad esporsi,anche perchè è figlio della filosofia di vita del momento e non solo.Romy


Messaggio modificato da romy, 26 luglio 2015 - 22:32:27

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#590 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 26 luglio 2015 - 22:57:44

Memoria messa in relazione con denti e gengive.(Nella mia storia infinita ai denti ed al mio cavo orale,nulla da eccepire).Romy

 

Una ricerca svedese, riferita dall’Agence France-Presse, avrebbe identificato un legame diretto tra i denti e la memoria, tale da far perdere una parte dei propri ricordi ogni volta che il dentista strappa via un dente malato. Test con animali avevano già dimostrato come un’estrazione taglia collegamenti nervosi col cervello. (Fonte) http://www.news.com.au/

Secondo una ricerca americana, avere una buona salute orale aiuta a man­tenere intatte le capacità cognitive nella popolazione anziana. I ricercatori del Colum­bia College of Physiciaris and Surgeons di New York sostengono che le malat­tie gengivali potrebbero influenzare il funziona­mento del cervello a causa di infiammazioni che pos­sono costituire un fattore di rischio nella perdita del funzionamento delle facol­tà mentali.

Effettuato su adulti di sessant’anni di età e oltre, lo studio ha accertato che chi era affetto da seri sintomi gengivali aveva una proba­bilità tre volte superiore di avere problemi nel ricordare una a sequenza di tre paro­le dopo un certo periodo di tempo. La ricerca ha anche rive­lato che adulti con i più alti livelli di patogeni, causa di malattie gengivali, ave­vano una probabilità due volte maggiore di fallire un test basato su una sot­trazione inversa a tre cifre, una probabilità circa tre volte superiore di aver dif­ficoltà con tesi di memoria verbale e due di fallire pro­ve basate su ricordi verbali e sottrazioni.

Lo studio si basa su oltre 2550 uonii­ni e donne che, nell’ambito di un sondaggio raziona­le, si erano sottoposti a controlli per parodontiti e completato vari test di abi­lità cognitive.


Messaggio modificato da romy, 26 luglio 2015 - 23:00:55

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#591 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 26 luglio 2015 - 23:06:05

Alzheimer, terapia genica blocca nei topi l'erosione della memoria

Nuove speranze per il trattamento del morbo di Alzheimer dai risultati di una serie di esperimenti genetici condotti in America su topolini da laboratorio. I test realizzati al Massachusetts Institute of technology (Mit) con l'uso di una doppia versione del gene 'SIRT1', sono riusciti a bloccare l'erosione della memoria in un gruppo di ratti ai quali era stato indotto il morbo di Alzheimer. L'analisi della materia grigia degli animali ha inoltre rivelato la presenza di meno infiammazioni e meno placche amiloidi nei topi trattati con la nuova terapia genica, rispetto a quanto riscontrato in altri ratti, colpiti dal morbo ma non sottoposti al trattamento.


Lo studio - Pubblicato sulla rivista specializzata Cell, il rapporto spiega che i ricercatori hanno inserito nel primo gruppo di topi un secondo gene SIRT1. Chiamato da alcuni il 'gene della longevita'', il SIRT1 produce la proteina 'sirtuina uno' che aiuterebbe la memoria e la prevenzione della formazione delle placche amiloidi che si accumulano nel cervello dei pazienti colpiti dall' Alzheimer. Secondo lo studio, SIRT1 sembra controllare la produzione dei frammenti devastanti della proteina, i peptidi A-beta. Si è mostrato inoltre come nei topi ingegnerizzati per sviluppare le placche e i sintomi dell’Alzheimer, i deficit di apprendimento e di memoria migliorassero quando SIRT1 era sovraespresso nel cervello e viceversa peggiorassero quando il gene SIRT1 era inattivato.


Topi trattati hanno una memoria "normale" - Gli animali trattati hanno evidenziato "capacità di apprendimento, funzionalità generale ed una memoria non degenerata", si legge nello studio. Un secondo gruppo di ratti invece, anch'essi con l' Alzheimer, ma nei quali non era stata aggiunta una seconda versione del SIRT1, ha mostrato un 'declino deciso' della memoria e delle capacità cognitive". “I risultati - ha spiegato Leonard Guarente, professore di biologia del Mit che ha coordinato la ricerca - inducono a ipotizzare che i farmaci che attivano SIRT1 possano rappresentare una strategia promettente per combattere l’Alzheimer”.


Una scoperta che potrebbe migliorare la vita di milioni di persone - I ricercatori del prestigioso istituto americano hanno mostrato come il SIRT1 attivi la produzione di un enzima capace di scindere le amyloid precursor protein (APP) in frammenti innocui invece che nei peptidi amiloidi associati all’Alzheimer.


26 luglio 2010


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#592 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 27 luglio 2015 - 16:15:48

Attento ai Fans

 

 

I pazienti che assumono farmaci antinfiammatori non-steroidei, ad esclusione dell’Aspirina, hanno una più alta probabilità di essere colpiti da infarto miocardico o da ictus

La FDA ( Food and Drug Administration ) sta rafforzando l’avvertenza riguardo all’aumentato rischio di infarto del miocardio o di ictus dall’assunzione di farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ), con l’esclusione della Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ).

Sulla base della revisione globale delle nuove informazioni di sicurezza, l’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA, sta richiedendo aggiornamenti alle schede tecniche di tutti gli antinfiammatori non-steroidei di prescrizione.

Le schede tecniche dei farmaci antinfiammatori non-steroidei venduti come over-the-counter ( OTC ) già contengono l’informazione sul rischio di infarto del miocardio e sul rischio di ictus.

Il rischio di infarto miocardico o di ictus può verificarsi già a partire dalle prime settimane di utilizzo di un farmaco anti-infiammatorio non-steroideo.
Il rischio può aumentare con l'uso prolungato dei FANS e con i dosaggi più alti.

In precedenza si riteneva che tutti i FANS potessero avere un rischio simile.
Informazioni più recenti non chiariscono se il rischio di infarto miocardico o di ictus sia simile per tutti i FANS.
Questa nuova informazione non è sufficiente a determinare se il rischio di un particolare antinfiammatorio sia decisamente superiore o inferiore a quello di qualsiasi altro particolare farmaco antinfiammatorio non-steroideo.

I FANS possono aumentare il rischio di infarto del miocardio o di ictus nei pazienti con o senza malattia cardiaca o fattori di rischio per le malattie cardiache.
Un gran numero di studi è a sostegno di queste conclusioni, con diverse stime di quanto aumenti il rischio, in base ai farmaci e alle dosi studiate.

In generale, i pazienti con malattie cardiache o fattori di rischio possono avere una maggiore probabilità di infarto miocardico o ictus dopo l'uso di FANS rispetto ai pazienti senza questi fattori di rischio perché hanno un rischio più elevato al basale.

I pazienti trattati con FANS a seguito di un primo infarto miocardico hanno una maggiore probabilità di morire nel primo anno dopo l'infarto miocardico, rispetto ai pazienti che non sono stati trattati con i FANS dopo il loro primo infarto miocardico.
Vi è inoltre un aumento del rischio di insufficienza cardiaca con l'uso dei farmaci antinfiammatori non-steroidei.

Il rischio di infarto miocardico e di ictus con i FANS, con possibile esito fatale, è stato descritto nel 2005 nelle sezioni Boxed Warning e Warnings and Precautions delle schede tecniche dei farmaci.
Da allora, l’Agenzia regolatoria statunitense ha recensito una varietà di nuove informazioni sulla sicurezza degli antinfiammatori di prescrizione e OTC.

Raccomandazione

I pazienti e gli operatori sanitari devono prestare attenzione agli effetti a livello cardiaco per tutto il periodo di tempo di assunzione dei farmaci antinfiammatori.
I pazienti che assumono FANS devono rivolgersi immediatamente al medico in caso di sintomi come dolore al petto, mancanza di respiro o difficoltà respiratorie, debolezza in una parte o su un lato del corpo, o difficoltà a parlare. ( Xagena2015 )

Fonte: FDA, 2015

Reuma2015 Med2015 Neuro2015 Cardio2015 Farma2015


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#593 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 27 luglio 2015 - 16:31:24

Spesso capita che certe notizie ed informazioni cadono nel dimenticatoio.SSR e sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore.

 

 

Uso per breve periodo degli inibitori della ricaptazione della serotonina e rischio di sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore

L’uso a breve termine di farmaci SSRI ( inibitori della ricaptazione della serotonina ), anche per appena 7 giorni, ha aumentato il rischio di sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore, soprattutto nei pazienti di sesso maschile.
Proprio come con i farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ) e l’Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ), si devono monitorare attentamente i pazienti per questo effetto collaterale.

L'associazione tra farmaci SSRI e rischio di sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore rimane controverso.
Studi precedenti hanno generalmente valutato il problema per circa 3 mesi, anche se l'inibizione mediata dai farmaci SSRI delle concentrazioni di serotonina piastrinica avviene entro 7-14 giorni.

È stato esaminato il rischio di sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore dopo esposizione di breve periodo a farmaci SSRI.

I dati dei pazienti psichiatrici con sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore sono stati recuperati dal database Taiwan National Health Insurance ( 1998-2009 ).

I tassi di utilizzo di antidepressivi sono stati confrontati per periodi di casi e controlli con finestre temporali di 7, 14 e 28 giorni ed è stata determinata l'associazione tra uso di farmaci SSRI ed emorragia del tratto gastrointestinale superiore.

In totale, sono stati arruolati 5.377 pazienti con sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore.

L'odds ratio aggiustato ( aOR ) per il rischio di sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore dopo l'esposizione a farmaci SSRI è stato pari a 1.67 per la finestra di 7 giorni, 1.84 per la finestra di 14 giorni e 1.67 per la finestra di 28 giorni.

Gli SSRI ad alta e media, ma non bassa, affinità per il trasportatore della serotonina sono stati associati con sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore.

Un elevato rischio di emorragia del tratto gastrointestinale superiore dopo esposizione a farmaci SSRI è stato osservato in pazienti di sesso maschile, ma non in quelli di sesso femminile.

In conclusione, l'uso per un breve periodo di farmaci SSRI ( 7-28 giorni ) è significativamente associato al sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore.
Possono esistere differenze di genere nella relazione tra uso di SSRI e sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore.
I medici dovrebbero monitorare attentamente i segni di sanguinamento del tratto gastrointestinale superiore, anche dopo esposizione di breve periodo a SSRI, come si fa abitualmente con i farmaci anti-infiammatori non-steroidei e con l'Aspirina. ( Xagena2014 )

Wang YP et al, Am J Psychiatry 2014;171:54-61

Psyche2014 Gastro2014 Farma2014


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#594 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 14 agosto 2015 - 22:08:47

Sul Gadolinio come mezzo di contrasto.Romy

 

Risonanza magnetica: l’FDA sta valutando il rischio dei depositi cerebrali con l'uso ripetuto dei mezzi di contrasto a base di Gadolinio

La FDA ( Food and Drug Administration ) sta indagando riguardo al rischio dei depositi cerebrali dopo uso ripetuto dei mezzi di contrasto a base di Gadolinio ( GBCA ) per la risonanza magnetica ( MRI ).
Pubblicazioni recenti nella letteratura medica hanno riferito che i depositi dei mezzi di contrasto con Gadolinio rimangono nel cervello di alcuni pazienti che si sottopongono a quattro o più scansioni MRI con agente di contrasto, per lungo tempo dopo l'ultima somministrazione.
Non è noto se questi depositi di Gadolinio siano dannosi o possano causare effetti negativi sulla salute.

L’FDA, compreso il Centro Nazionale per la ricerca tossicologica ( NCTR ), studierà ulteriormente questo possibile rischio.
L’FDA sta lavorando assieme alla Comunità scientifica per comprendere il meccanismo di ritenzione del Gadolinio e per determinare se vi siano potenziali effetti negativi sulla salute.

In questo momento, l’FDA non ha richiesto ai produttori di modificare le schede tecniche degli agenti di contrasto basati sul Gadolinio.

Dopo essere stati somministrati, i mezzi di contrasto a base di Gadolinio sono per lo più eliminati dall’organismo tramite i reni.
Tuttavia, tracce di Gadolinio possono rimanere per un lungo periodo nel corpo dei pazienti.
Recenti studi condotti su persone e su animali hanno confermato che il Gadolinio può rimanere nel cervello, anche in individui con funzione renale normale.

Ad oggi, le informazioni disponibili non hanno permesso di identificare eventuali effetti negativi sulla salute.

Raccomandazione

Per ridurre il potenziale accumulo di Gadolinio, gli operatori sanitari devono limitare l’uso degli agenti di contrasto basati sul Gadolinio solo nei casi necessari.
Gli operatori sanitari sono inoltre invitati a rivalutare la necessità dell’uso ripetitivo della risonanza magnetica per immagini con agenti di contrasto basati sul Gadolinio nei protocolli di trattamento definiti.

Questo problema riguarda solo i mezzi di contrasto a base di Gadolinio; non si applica ad altri tipi di agenti di scansione utilizzati per altre procedure di imaging, come quelle che si basano su Iodio o su radioisotopi. ( Xagena2015 )

Fonte: FDA, 2015

Diagno2015 Neuro2015 Farma2015

 

 

http://www.diagnosti...se-di-gadolinio


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#595 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 18 agosto 2015 - 02:03:24

Permettetemi una pausa,oggi sono stato preso da una forte emozione,non so' come sono capitato su di un forum,dove a suo tempo per incoraggiare i forumisti di quelle discipline "Meditazioni e dintorni" ebbi a scrivere un mio unico post,si tratta di 15/16 anni fa con l'esattezza,internet conserva quasi tutto,non tutto ma quasi.Romy

 

Questo il mio post di 15/16 anni fa,già allora erano cambiate tante cose nella mia vita,lascio immaginare a come è cambiata la mia situazione ad oggi che rimembro quella emozione,ma nel profondo di me esiste un qualcosa,come una vocina che nei momenti più cupi si fa avanti e mi sprona a non mollare,a crederci ancora ed andare avanti,mi ricorda che io ho uno scopo in questa mia vita che devo portare a termine.

 

Scrissi:

 

Ho 62 anni,ed a 18 già ero un appassionato di tali tecniche,le ho provate tutte,in passato,queste tecniche, o non avevano nome o avevano nomi diversi da oggi.Quello che voi chiamate ThetaHealing,la tengo su di una vecchia musi-cassetta,insieme a tante altre tecniche,tutte piene di polvere abbandonate nella mia libreria.Non so' come sono capitato su questo forum,non so' cosa sia la TNAS,ma lo suppongo, sono un vecchio iniziato alla MT con tanto di rito iniziatorio,allora si faceva con un fazzoletto pulito ed una mela in compagnia del proprio istruttore,avevo 20 anni,tecnica che oggi uso in un modo tutto diverso e personale,al fine di prendere sonno in modo immediato la sera e quando mi sveglio la notte.Ebbi anche la fortuna di automatizzare alcune forme di AT(Autogeno Traning),cosa che ho abbandonato,ma non avrei problema a riprodurmi gli effetti e le sensazioni,perchè sono rimaste nel mio inconscio.Oltre a tutto cio'fui cultore di Yoga,sia pratico che mentale,e per molti anni mi alimentai solamente ed esclusivamente secondo la macrobiotica,questa si' che fà la differenza,nel caso vogliate sperimentare una qualche forma di Consapevolezza superiore o forma d'Illuminazione.Ebbene io ci cascai dentro senza nemmeno accorgemene,e mi sentivo da Dio,il mio viso sembrava deperito,ma avevo energie da vendere,mi mancava solamente l'arte di volare,non so' cosa diventai,un Asceta,o di più,so' solamente che mi si aprirono doti e possibilità infinite,i pensieri delle gente non erano un mistero per me,contattai la mia anima una sera,feci esperienze al limite del paranormale,che non elenco,mi allontanai dalla vita materialistica,e le persone che soffrivano,chi per un motivo chi per altro,mi cercavano,perchè dicevano che in mia compagnia,solo parlando con me, le loro angoscie sparivano.Cio'divento'una specie di problema,ma io non ne ho mai sofferto a dire la verità,ma queste persone mi cercavano e venivano a bussare alla mia porta,anche in piena notte,perchè avevano bisogno di me,alcuni anche per problema di droga,anche se non me lo dicevano,ma io lo sapevo.Io li accoglievo,con tanto garbo ed amicizia,li facevo accomodare nel mio salotto ed offrivo loro uno dei miei Thè orientali.Non so'cosa accadde in seguito con esattezza,son passati tanti anni,e la mia memoria oggi ha qualche problema,ma ricordo che fù una mia scelta voluta,tornare nella vita normale,quella materialistica di tutti i giorni,ed anche in questa esagerai,ma lasciamo perdere.Non so cosa mi sia rimasto di tutte quelle esperienze,ma di una cosa sono certo al 100%,è tutto vero,tramite le tecniche mentali che voi sperimentate,potete raggiungere mete che non si possono spiegare a parole,ma occorre un piccolo particolare,essere buoni dentro,ed alimentarsi di buone letture e mangiare non da Occidentali,ma cibi macrobiotici.Non so' perchè vi ho raccontato la mia storia passata o alcune mie esperienze,ma lo ripeto,entrare in quella dimensione,significa assenza totale di malattia ,anche se si avesse la peggiore delle patologie sulla carta,questa si dilegua come neve al sole.Io feci la scelta di tornare,non so' perchè?ma ricordo che fù tutto molto bello,e quei ricordi appannati,sono la mia forza anche oggi,nonostante le brutture a cui sono andato incontro.Vi saluto con affetto,e credeteci,siete sulla buona strada.

 

Non so chi mi rispose:

 

Mi piace pensare che sei qui per portare un contributo alla ricerca di alcune risposte che agitano la nostra vita.

Trovo molto interessante il monito che lanci circa la necessita' di mantenere una corretta alimentazione. Sembra per altro del tutto naturale visto che il nostro apparato digerente e' cosi' tanto innervato da essere chiamato secondo cervello. Ma troppo spesso la componente alimentazione non viene citata con la dovuta importanza quando si parla di meditazione e consapevolezza superiore.
Personalmente sono frastornato dalle infinite tecniche che oggi giorno si rendono disponibili per la ricerca spirituale o "semplicemente" meditativa. Ma credo di essere in buona compagnia.
Nella tua esperienza qual'e' stata la tecnica che ti ha dato maggiori risultati ?

Per me e' strano sentire che qualcuno che ha raggiunto delle vette cosi' alte di consapevolezza e progresso spirituale, possa ritornare a vivere una vita "comune". Non ho mai avuto prima d'ora contatti con persone che abbiano fatto un' esperienza avanzata di meditazione e quindi mi ero creato un'idea di una vita completamente cambiata in modo definitivo. Dalla tua esperienza mi sembra di poter creare un parallelismo tra l'allenamento fisico e quello mentale. Mi pare di capire che come un atleta di altissimo livello una volta lasciati gli allenamenti e con l'avanzare dell'eta' perde completamente le sue strabiglianti capacita' fisiche, anche un meditatore estremamente avanzato se abbandona la meditazione, l'alimentazione e un determinato stile di vita, perde i suoi "poteri".

Ancora piu' strano per me e' che una persona arrivata a tali vette prenda la decisione volontaria di abbandonare lo stato di risvegliato e lasciare scorrere la vita da "addormentato".
Forse ho un'idea sbagliata dello stato d'illuminazione o degli stati ad esso prossimi. Forse non sono cosi' desiderabili ed appaganti come me li sono sempre figurati.

Nella speranza di leggerti ancora, ti ringrazio per aver condiviso con noi la tua esperienza.

Saluti.

 

 

Non scrissi mai più su quel forum,non potetti spiegare il motivo per cui fui risucchiato nella vita materialista e mai potrei spiegarne il motivo di cio',dico solo che esiste lo stato di Coscienza Superiore o Consapevolezza o chiamatela come volete,ma anche in quella vige il libero arbitrio,e quando si sbaglia bisogna scontare anche una eventuale giusta punizione,e rimanere in attesa........


Messaggio modificato da romy, 18 agosto 2015 - 02:07:58

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#596 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 12 ottobre 2015 - 16:46:29

A proposito di indennità varie riconosciute o meno,di invalidità non riconosciute ai tanti pazienti di sindromi,sicuramente, invalidanti tipo CFS/ME,FM,MCS,ecc.ecc.poi ti capita di leggere un articolo del tipo:

 

asl-670x274.jpg Condannato per peculato, va in depressione: ottiene la pensione d’invalidità

sabato 10 ottobre 2015 - 14:48

 

Succede di tutto in Italia. La burocrazia dieci ne pensa e cento ne fa. Ad Asti l’incredibile storia di un dirigente pubblico condannato che però viene gratificato dalla burocrazia delle Asl. Ha patteggiato 4 anni e 2 mesi, senza fare un solo giorno di carcere, con l’accusa di peculato. Ora, però, avrà la pensione di invalidità per una grave forma di ansia e depressione. È la storia di un ex direttore dell’Agenzia territoriale per la casa di Asti condannato per essersi intascato, in dieci anni, 8,5 milioni di euro prelevandoli dalle casse dell’istituto che gestisce circa duemila alloggi popolari nell’Astigiano. A giugno l’ex dirigente condannato, come riporta La Stampa, ha presentato all’Asl di Torino, dove risiede, domanda per la pensione di invalidità. La commissione medica gli ha riconosciuto, sempre secondo il quotidiano, l’80% che gli dà diritto ad un assegno mensile di 280 euro. Il caso continua a far discutere ad Asti, dove nel pomeriggio un Comitato di cittadini chiederà a tutti gli astigiani “depressi perché senza lavoro” di compilare una domanda per la pensione di invalidità. Quando si dice l’appartenenza a una casta… Senonché, in questo caso, non è un ex assessore, un ex consigliere regionale o un ex parlamentare a ottenere un incredibile privilegio, ma un burocrate. E si sa che la vera casta degli intoccabili non sono i politici ma i dirigenti dell’amministrazione pubblica, sia statale sia locale. La depressione non guarda in faccia a nessuno e rende tutti uguali. Solo che c’è sempre qualcuno che risulta più uguale degli altri.

 

http://www.secolodit...utm_campaign=nl

 

 

http://www.ilfattoqu...polari/2116109/

 

 

Dal fatto quotidiano............omississ......Questo strumentale riconoscimento dell’invalidità civile offende le moltissime persone che nel nostro Paese sono effettivamente affette da handicap fisici e psichici e che ogni giorno combattono contro indifferenza, burocrazia e risorse pubbliche insufficienti”.

 

Come non condividere.......


Messaggio modificato da romy, 12 ottobre 2015 - 17:05:43

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#597 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 12 ottobre 2015 - 19:41:31

romy... tutto è possibile... solo per alcuni...........  che schifo dove siamo arrivati.... comunque queste notizie non arrivano alla maggioranza della gente.. 



#598 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 13 ottobre 2015 - 00:11:45

romy... tutto è possibile... solo per alcuni...........  che schifo dove siamo arrivati.... comunque queste notizie non arrivano alla maggioranza della gente.. 

 

Gabry,tramite i classici Mass-media arrivano solo una parte delle notizie,ma è anche vero che farle arrivare tutte cambierebbe poco la situazione,oramai siamo abituati a tutto e forse da una parte è anche meglio non conoscere tutte le cose sotto il sole,almeno si vive un po' meglio con meno pessimismo e non è poca cosa.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#599 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 13 ottobre 2015 - 06:08:26

hai ragione romy, saperle tutte  logora il sangue ai più sensibili... ma a non saperle siamo arrivati a questo punto... nascondi.. nascondi e intanto l'italia va a rotoli ...

e la gente crede che certe persone siano li a far del bene  dato che i giornali non danno informazioni giuste.... mentre sotto sotto... il sistema non cambia... il marcio rimane e anzi in un certo senso sembra che peggiori e si allarghi sempre più... :(



#600 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 16 ottobre 2015 - 23:45:57

hai ragione romy, saperle tutte  logora il sangue ai più sensibili... ma a non saperle siamo arrivati a questo punto... nascondi.. nascondi e intanto l'italia va a rotoli ...

e la gente crede che certe persone siano li a far del bene  dato che i giornali non danno informazioni giuste.... mentre sotto sotto... il sistema non cambia... il marcio rimane e anzi in un certo senso sembra che peggiori e si allarghi sempre più... :(

 

Gabry,non mi invitare a parlare su questo settore,che è il settore dove sono più esperto,molto ma molto di più delle cose di salute,non ci crederai ma avevo 14 anni quando ho iniziato o diciamo sono stato iniziato al mondo della politica,poi in seguito ho coltivato l'hobby dello studio dell'economia dei mercati,le due branche vanno a braccetto,e credimi,ho visto e conosco cose che per voi mortali......... è meglio non conoscere.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.