Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Un esame completo dei pazienti gravemente malati di ME/CFS


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Amministrazione

Amministrazione

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 569 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 30 settembre 2021 - 12:25:05

Riceviamo da GIada Da Ros, Presidente CFS/ME Onlus Associazione Italiana, e pubblichiamo:

 

 

È stato pubblicato oggi un nuovo articolo (Chang et al.) dal team della Open Medicine Foundation e colleghi. Fra gli autori ci sono Ron Davis, Wenzhong Xiao, Raeka Aiyar e Linda Tennanbaum.

 

Qui il link allo studio: https://www.mdpi.com...2/9/10/1290/htm

Sotto la traduzione dell’abstract

 

UN ESAME COMPLETO DEI PAZIENTI GRAVEMENTE MALATI DI ME/CFS

 

Abstract

Si stima che un paziente su quattro con encefalomielite mialgica/sindrome da fatica cronica (ME/CFS) sia colpito in modo grave dalla malattia, e questi pazienti costretti a casa o a letto sono attualmente poco studiati. Qui riportiamo un esame completo dei sintomi e dei test clinici di laboratorio di una coorte di pazienti gravemente malati e di controlli sani. La qualità di vita notevolmente ridotta dei pazienti era negativamente correlata alla depressione clinica. I sintomi più problematici includevano fatica (85%), dolore (65%), deterioramento cognitivo (50%), intolleranza ortostatica (45%), disturbi del sonno (35%), malessere post-sforzo (30%) e disturbi neurosensoriali (30%). I profili del sonno e i test cognitivi hanno rivelato menomazioni distintive. Nei pazienti sono stati osservati un livello di cortisolo mattutino più basso e alterazioni del suo ritmo diurno, e le misurazioni degli anticorpi e degli antigeni non hanno mostrato prove di infezioni acute da parte di comuni agenti patogeni virali o batterici. Questi risultati evidenziano l'urgente necessità di sviluppare test diagnostici molecolari per la ME/CFS. Inoltre, c'era una sorprendente somiglianza nei sintomi tra il COVID-lungo e la ME/CFS, cosa che suggerisce che gli studi sul meccanismo e il trattamento della ME/CFS possono aiutare a prevenire e trattare il COVID-lungo e viceversa.

 

 

 

 


Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.