Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Neuro RM rileva le anomalie cerebrali nei pazienti con CFS (Sindrome Fatica Cronica)

RM CFS anomalie cerebrali

  • Per cortesia connettiti per rispondere
37 risposte a questa discussione

#1 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.859 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 24 ottobre 2015 - 14:48:26

Fonte: http://www.milanopos...fatica-cronica/

 

Studio della Stanford University School of Medicine.

 

Neuro RM rileva le anomalie cerebrali nei pazienti con CFS (Sindrome Fatica Cronica)

 

 
risonanza-magnetica-del-cervello.jpg
 

Milano 24 Ottobre – Nella Fig. 1  in alto l’esempio di un’immagine RMI del cervello di un soggetto del gruppo controllo e in basso quella di un paziente affetto da sindrome da fatica cronica (CFS).

Nell’immagine del paziente affetto da CFS si notano ventricoli cerebrali ingranditi, minor materia bianca e una microstruttura su un lato della materia bianca.

(foto: dottor Michael Zeineh, Stanford University, UK

Fig-0-Sindrome-CFS.jpg

Fig. 1

Radiologi ricercatori hanno scoperto che i cervelli dei pazienti che manifestano sindromi di fatica cronica (CFS) hanno sia riduzione di materia bianca sia anomalie strutturali.

Per esaminare i cervelli di quei pazienti che manifestavano quella sindrome e quelli di persone sane, è stata utilizzata una tecnica di neuro-imaging, scoprendo così notevoli differenze fra i due gruppi.

 

I ricercatori dottor Michael Zeineh e colleghi della  Scuola di medicina dell’Università Stanford (CA, USA) hanno scoperto chiare differenze tra i cervelli dei pazienti con sindrome cronica di fatica e quelli di persone sane.

 

La scoperta potrebbe portare a diagnosi più conclusive sulla sindrome e potrebbe anche indicare un meccanismo sottostante nel processo della malattia. Non è inusuale che i pazienti con CFS debbano fronteggiare alcune  improprie caratterizzazioni della loro condizione, o addirittura sospetti di ipocondria, prima di avere diagnosticata la CFS.

 

L’anomalia identificata dallo studio, pubblicato dalla rivista Radiology,potrebbe aiutare a risolvere quelle ambiguità, come sostiene l’autore principale dottor Michael Zeineh, PhD, assistente professore di radiologia. “Impiegando una terna di metodi sofisticati d’imaging, abbiamo trovato che i cervelli dei pazienti CFS sono diversi di quelli dei soggetti sani, almeno in tre diversi modi”: dice il dottor Zeineh.

 

La CFS affligge fra uno e quattro milioni d’ individui negli Stati Uniti e altri milioni nel resto del mondo. Mentre tutti i pazienti CFS hanno in comune un sintomo – affaticamento continuativo che dura sei mesi o più a lungo – i sintomi addizionali possono differire da un paziente all’altro e sovrapporsi frequentemente a quelli di altre condizioni.

 

 “La CFS costituisce una delle maggiori sfide scientifiche e mediche”, dice il dottor Jose Montoya, medico e professore di malattie infettive e medicina geografica. “I suoi sintomi comprendono spesso non solo l’affaticamento opprimente, ma anche dolore alle articolazioni e alla muscolatura, mali di testa inabilitanti, intolleranze alimentari, mali di gola, rigonfiamento dei linfonodi, problemi gastrointestinali, episodi di pressione sanguigna e frequenza cardiaca fuori norma, ipersensibilità a luce, rumore ed altri sensi”.

 

La combinazione dei sintomi può devastare la vita di un paziente per 10, 20 e anche 30 anni, continua il dottor Montoya, che, nel tentativo d’identificare i meccanismi sottostanti le sindromi, ha seguito per alcuni anni 200 pazienti CFS. Il clinico spera che la scoperta velocizzerà lo sviluppo di terapie più efficaci di quelle oggi disponibili. “ Oltre alla potenzialità di fornire il marcatore diagnostico CFS-specifico che abbiamo disperatamente cercato per decenni, queste scoperte mantengono la promessa dell’identificazione della o delle aree cerebrali dove la malattia ha attaccato il sistema nervoso centrale”, dice il dottor Montoya.

 “ Se non si capisce quale sia la malattia, è come lanciare freccette da bendato”, dice il dottor Zeineh. “ Noi ci siamo chiesti se l’imaging del cervello avrebbe potuto trasformarsi in qualcosa di concreto che facesse distinguere i cervelli dei soggetti affetti da CFS da quelli delle persone sane. E , molto interessante, lo fece.”

 

I ricercatori della Stanford hanno comparato le immagini cerebrali di quindici pazienti CFS scelti nel gruppo dei pazienti seguiti da Montoya con quelle di quattordici volontari sani con lo stesso rapporto maschi/femmine, senza anamnesi di affaticamento o di altre condizioni che dessero sintomi simili a quelli della CFS. Secondo i ricercatori, le analisi hanno portato a tre risultati significativi.

Primo, l’imaging con una scansione a risonanza magnetica (MRI) rivela che il contenuto complessivo di materia bianca contenuto nel cervello dei pazienti, comparato con quello dei soggetti sani, è minore.

 

Le zone di materia grigia sono specializzate nell’elaborazione dei dati, mentre le precedenti hanno il compito di convogliare le informazioni da una parte ad un’altra del cervello.

I risultati della ricerca non erano del tutto inattesi, dice il dottor Zeineh. Si ritiene che la CFS coinvolga un’infiammazione cronica, come un responso immunologico protratto e dovuto ad una finora non specificata infezione virale.  Tale infiammazione è nota come causa di danni alla materia bianca.

 

 Tuttavia era del tutto imprevisto un secondo risultato: usando una tecnica RMI innovatrice detta diffusion-tensor imaging (DTI)( rivela il processo di diffusione di molecole, specialmente acqua, nei tessuti biologici. N.d.T.)particolarmente adatta a valutare l’integrità della materia bianca, il dottor Zeineh e i suoi colleghi hanno identificato una notevole anormalità in una particolare parte di un tratto di nervo nell’emisfero destro dei cervelli dei soggetti affetti da CFS. Tale tratto, che connette le due regioni cerebrali del cervello chiamate lobo frontale e lobo temporale, è chiamato fascicolo arcuato destro, e nei pazienti CFS assume un’apparenza anomala.

In più, si nota una rilevante correlazione fra l’indice di anormalità del fascicolo arcuato destro e la severità delle condizioni del paziente, come riscontrato dalle prestazioni di un test psicometrico standard impiegato per valutare l’affaticamento.

 

Per quanto la funzione del fascicolo arcuato destro sia ancora abbastanza inafferrabile, è stato per contro studiata in modo intensivo quella della sua controparte nell’emisfero destro. Il fascicolo arcuato sinistro connette due aree del linguaggio critiche della parte cerebrale sinistra, chiamate area del Wernicke e area del Broca, che sono strutture di materia grigia che distano qualche centimetro.

Queste due strutture sono importanti per, rispettivamente, comprendere e per generare il linguaggio. Negli individui destrimani l’organizzazione del linguaggio risiede , quasi sempre, esclusivamente nella parte sinistra del cervello, mentre la sede esatta (destra o sinistra) e l’area di generazione e comprensione non sono così chiare nei mancini. Potrebbe portare perciò a incomprensioni il mescolare immagini cerebrali di destrimani con quelle di mancini. Oltre a ciò, l’aver trovato un’anormalità nel fascicolo arcuato destro di un paziente fra i pazienti destrimani creò un interrogativo fin a che le immagini di due pazienti mancini e dei quattro destrimani nel gruppo di controllo sano furono escluse dall’ analisi. “Questo studio è un inizio che ci mostra ove guardare”.

 

Il terzo risultato ha contribuito al rafforzamento delle osservazioni prodotte: dal confronto con le immagini di controllo è stato scoperto che i pazienti CFS hanno un ispessimento di materia grigia nelle due aree cerebrali connesse dal fascicolo arcuato destro. La sua corrispondenza con l’anormalità osservata nella materia bianca che le unisce rende improbabile che i due fossero risultati casuali dice il dottor Zeineh, che aggiunge:   “Sebbene questi risultati siano piuttosto consistenti, sono da confermare”. I ricercatori della Stanford stanno ora pianificando un prossimo studio sostanzialmente più esteso. Il lavoro pubblicato è stato sostenuto dalla GE Cure mediche (Chalfont St. Giles, UK) e dalla CFS Fund, agente in Stanford.

 

Stanford University School of Medicine E Medimaging International  


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#2 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 24 ottobre 2015 - 15:39:31

Grazie Zac,
ho trovato gli estremi dello studio originale su pubmed. Non sono riuscita ad accedere al testo completo perchè è a pagamento.
Questo però è l'indirizzo mail dell'autore mzeineh@stanford.edu

Eventualmente si può provare a richiederglielo.

 
 
Radiology. 2015 Feb;274(2):517-26. doi: 10.1148/radiol.14141079. Epub 2014 Oct 29.
Right arcuate fasciculus abnormality in chronic fatigue syndrome. Abstract PURPOSE:

To identify whether patients with chronic fatigue syndrome (CFS) have differences in gross brain structure, microscopic structure, or brain perfusion that may explain their symptoms.

MATERIALS AND METHODS:

Fifteen patients with CFS were identified by means of retrospective review with an institutional review board-approved waiver of consent and waiver of authorization. Fourteen age- and sex-matched control subjects provided informed consent in accordance with the institutional review board and HIPAA. All subjects underwent 3.0-T volumetric T1-weighted magnetic resonance (MR) imaging, with two diffusion-tensor imaging (DTI) acquisitions and arterial spin labeling (ASL). Open source software was used to segment supratentorial gray and white matter and cerebrospinal fluid to compare gray and white matter volumes and cortical thickness. DTI data were processed with automated fiber quantification, which was used to compare piecewise fractional anisotropy (FA) along 20 tracks. For the volumetric analysis, a regression was performed to account for differences in age, handedness, and total intracranial volume, and for the DTI, FA was compared piecewise along tracks by using an unpaired t test. The open source software segmentation was used to compare cerebral blood flow as measured with ASL.

RESULTS:

In the CFS population, FA was increased in the right arcuate fasciculus (P = .0015), and in right-handers, FA was also increased in the right inferior longitudinal fasciculus (ILF) (P = .0008). In patients with CFS, right anterior arcuate FA increased with disease severity (r = 0.649, P = .026). Bilateral white matter volumes were reduced in CFS (mean ± standard deviation, 467 581 mm(3) ± 47 610 for patients vs 504 864 mm(3) ± 68 126 for control subjects, P = .0026), and cortical thickness increased in both right arcuate end points, the middle temporal (T = 4.25) and precentral (T = 6.47) gyri, and one right ILF end point, the occipital lobe (T = 5.36). ASL showed no significant differences.

CONCLUSION:

Bilateral white matter atrophy is present in CFS. No differences in perfusion were noted. Right hemispheric increased FA may reflect degeneration of crossing fibers or strengthening of short-range fibers. Right anterior arcuate FA may serve as a biomarker for CFS.



#3 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 25 ottobre 2015 - 22:58:37

Cari Zac e Barbaratina,spesse volte ritornano,la notizia è vecchia di circa un anno,su pub-med è del 29 ottobre 2014,poi battuta su più siti della rete il 30 ottobre 2014,spesso il mondo delle informazioni delle ricerche funziona come una giostra che gira-gira e si ripete negli anni ma che non si procede di un metro in quanto a benefici concreti per i pazienti,a livello teorico,siamo schiacciati sotto tonnellate e tonnellate di congetture eziologiche,farmaci previsti per questo o quello che non arrivano mai,io non ci faccio più caso ed ho perso,quasi,ogni speranza.Romy

 

http://www.lastampa....gina.html?ult=1

 

 

http://www.agi.it/sa...301-hpg-rsa1016


Messaggio modificato da romy, 25 ottobre 2015 - 23:05:21

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#4 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.859 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 26 ottobre 2015 - 18:54:38

Ciao Romy :)

per noi che non abbiamo la possibilità di essere aggiornati sulla ricerca mondiale su CFS e ME ogni notizia è "fresca", poi sappiamo che tra la presentazione di uno studio e la sua pubblicazione passano mesi e mesi.
Nel frattempo nel nostro paese non si fanno scansioni SPECT o RM mirate, come in questo caso, gli studi sono a zero, i luminari sono spenti, le associazioni non si sa cosa facciano, le diagnosi di Lyme aumentano sopratutto nei pazienti con diagnosi e sintomi di CFS, sembra che la CFS sia sparita, e che anche i malati siano spariti ;)

Ho trovato uno studio con lo stesso nome della ricerca, lo allego.
 

Allega File(s)


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#5 cristiana

cristiana

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 200 messaggi

Inviato 28 ottobre 2015 - 15:40:36

Scusate Vi chiedo un'opinione in base alle vostre esperienze: secondo voi un tecnico radiologo saprebbe rilevare queste anomalie in una RMN senza conoscere la cfs o queste anomalie?

#6 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 28 ottobre 2015 - 23:25:06

Scusate Vi chiedo un'opinione in base alle vostre esperienze: secondo voi un tecnico radiologo saprebbe rilevare queste anomalie in una RMN senza conoscere la cfs o queste anomalie?

Secondo me sì. Anche se in genere è il medico che valuta, un buon tecnico, magari con dell'esperienza,  può rilevare anomalie strutturali e segni di deterioramento che si discostano da un immagine normale, al di la di quale sia la causa.



#7 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.374 messaggi

Inviato 29 ottobre 2015 - 11:07:18

A vari utenti del forum e' capitato che
Nei referti veniva indicato lieve anomalia
Magari per ipoperfusione di alcune zone del cervello
Ma niente di più...
Se il radiologo non conosce la malattia e quindi
Non sa cosa deve cercare nel cervello è molto probabile
Che faccia passare per normale quella RM

#8 cristiana

cristiana

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 200 messaggi

Inviato 29 ottobre 2015 - 11:23:27

Allora io nella prima angiorisonanza avevo un puntino bianco chiaramente visibile, due neurologi mi dissero che da una specie di cicatrice e che spesso era presente in bambini che alla nascita erano stati tirati fuori col forcipe, ma non era il mio caso.Chiesi se si sarebbe poi col tempo riassorbita e mi dissero di no che sarebbe rimasta lì per tutto il resto della mia viata, ma che non era niente di rilevante e che non era la causa dei miei sintomi...oraa dis5anza di 7 anni faccio la risonanza con contrasto e non cc'è più... Hanno sbagliato la prima volta?hanno sbagliato la seconda volta? quel puntino bianco che si vedeva chiaramente che diavolo era?

#9 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.859 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 29 ottobre 2015 - 19:23:42

Come dice Falco, il problema principale è la conoscenza, se un Neurologo non conosce una malattia magari vede qualcosa di anomalo ma non riesce a far diagnosi.
Un dr endocrinologo mi ha mandato dal miglior (?) neurologo della mia città, un tipo curioso, aperto, in contatto con ricercatori ecc ecc, non gli ho assolutamente detto di aver diagnosi di cfs & c., dopo quasi un ora di visita e aver guardato l'unica RM che ho fatto nella mia vita mi dice che non vede nulla di anomalo e mi chiede come mai sono andato da lui, gli ho detto "conosce l'encefalomielite mialgica?" e lui risponde "...mah, ne ho sentito palare ma non ho mai approfondito", allora gli ho messo sulla scrivania qualche linea guida e un elenco di studi sulla ME con i link ai siti "bibbia" di medicina, non l'ho pagato, ovviamente.
Questo per dire che puoi anche essere il migliore, ma non puoi sapere tutto, puoi essere il migliore ma se vedi anomalie devi essere cosi "umile" da dire "vedo ma non capisco cosa sia, devo informarmi per forza di cose visto che non conosco".


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#10 Tina.B

Tina.B

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 123 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 29 ottobre 2015 - 22:29:57

Come dice Falco, il problema principale è la conoscenza, se un Neurologo non conosce una malattia magari vede qualcosa di anomalo ma non riesce a far diagnosi.
Un dr endocrinologo mi ha mandato dal miglior (?) neurologo della mia città, un tipo curioso, aperto, in contatto con ricercatori ecc ecc, non gli ho assolutamente detto di aver diagnosi di cfs & c., dopo quasi un ora di visita e aver guardato l'unica RM che ho fatto nella mia vita mi dice che non vede nulla di anomalo e mi chiede come mai sono andato da lui, gli ho detto "conosce l'encefalomielite mialgica?" e lui risponde "...mah, ne ho sentito palare ma non ho mai approfondito", allora gli ho messo sulla scrivania qualche linea guida e un elenco di studi sulla ME con i link ai siti "bibbia" di medicina, non l'ho pagato, ovviamente.
Questo per dire che puoi anche essere il migliore, ma non puoi sapere tutto, puoi essere il migliore ma se vedi anomalie devi essere cosi "umile" da dire "vedo ma non capisco cosa sia, devo informarmi per forza di cose visto che non conosco".

D'accordissimo con te Zac, se un medico non si aggiorna, non sa darti una diagnosi ne tantomeno esserti utile dopo che la diagnosi gliela dai tu, non ha fatto il suo mestiere e quindi non va pagato.

In ogni caso, spesso le anomalie sono ben visibili, anche dal radiologo, che poi i medici le spieghino o no è un altro discorso.



#11 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.080 messaggi

Inviato 30 ottobre 2015 - 15:30:54

Ciao sono d'accordissimo con voi , anch'io ho delle anomalie nella mia rmn celebrale, ma il neurologo a cui l'ho fatta vedere, mi ha detto che era tutto nella norma , insomma che non c'era nulla di cui dovessi preoccuparmi....questo , ovviamente, perchè non conosce la cfs/me......



#12 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 01 novembre 2015 - 23:25:59

La RM,ne ho già parlato,è un esame molto operatore dipendente,cosa si dovrebbe cercare in un soggetto che accusa sintomi da cfs/me,in effetti le stesse anomalie che si riscontrano nei pazienti di Sclerosi Multipla,le chiamano,in gerco,iperintensità in T2 Flair,e non sono altro che cicatrici,contornate da astrociti,che ne limitano il danno,come da buon medico/natura interiore ad ognuno di noi,si possono chiamare anche Gliosi Tissutali,ma quì si apre un capitolo infinito?,che non finisce mai.Nelle mie RM ci sono le Gliosi ed aumentano sempre più dopo anni insieme a sprazzi di atrofie,a problemi ai seni ed alla Sella Turgica,ma conoscerle o meno tali cose è la stessa cosa,chi disse "perdete ogni speranza voi che ci siate dentro?".Romy


Messaggio modificato da romy, 01 novembre 2015 - 23:29:03

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#13 Filippo d.

Filippo d.

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 40 messaggi

Inviato 02 novembre 2015 - 22:36:55

Grazie zac.

#14 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 04 novembre 2015 - 00:17:31

Dati sullo studio delle tecniche di imaging neuro-funzionali

Si ipotizza, che alcuni dei sintomi della CFS, come il disturbo cognitivo, potrebbero derivare da un’anomalia cerebrale.

Molti studi hanno evidenziato significanti anomalie sui pazienti con CFS sottoposti a risonanza magnetica, rispetto ad un gruppo di controllo.

Soprattutto, gli studi relativi alla risonanza magnetica dimostrano una iperintensità di sostanza bianca subcorticale  prevalentemente nei lobi frontali.

Mi fermo quì ma questo si conosce dalla notte dei tempi.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#15 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 05 novembre 2015 - 15:36:22

Dati sullo studio delle tecniche di imaging neuro-funzionali

Si ipotizza, che alcuni dei sintomi della CFS, come il disturbo cognitivo, potrebbero derivare da un’anomalia cerebrale.

Molti studi hanno evidenziato significanti anomalie sui pazienti con CFS sottoposti a risonanza magnetica, rispetto ad un gruppo di controllo.

Soprattutto, gli studi relativi alla risonanza magnetica dimostrano una iperintensità di sostanza bianca subcorticale  prevalentemente nei lobi frontali.

Mi fermo quì ma questo si conosce dalla notte dei tempi.Romy

 

Ad una domanda ad un medico Neurologo,cosa fosse una gliosi tissutale,sopra citata iperintensità di sostanza bianca.di solito in T2 Flair,ha risposto,molto benevolmente:.............

 

 

….....aree di "gliosi", vale a dire aree in cui il tessuto nervoso è stato rimpiazzato da un tessuto fibroso, che potremmo definire "cicatriziale", ma senza significato patologico?????????, come se si trattasse di un invecchiamento più o meno precoce del nostro cervello...........Mia nota:Hai detto niente...........

 

 

Fosse vero quello che ha risposto tale Neurologo benevolmente,considerando i miei disturbi e sintomi che lui non sa che io ho,a cui si sono aggiunti,ultimamente,strane forme di dolori al capo come strane sensazioni?dovrei ritornare al mio vecchio concetto che la CFS/ME non è altro che una forma di invecchiamento precoce del cervello ed a cascata di tutto l'organismo,dovuto alla sommatoria d'insulti vari sommati tra di loro?altri Neurologi,specie in passato,un'area di gliosi era considerato un danno vascolare o infiammatorio del cervello.........quando vai a stringere alla fine,siamo e si resta nel vago di sempre?.Romy


Messaggio modificato da romy, 05 novembre 2015 - 15:40:33

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#16 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 30 dicembre 2015 - 17:09:13

Ciao a tutti, mi chiamo Federico e mi hanno diagnosticato la cfs nel 2012...sono anche uno studente di medicina, ho quasi finito, e naturalmente ho sempre posto attenzione alle possibili cause di cfs...queste notizie sulla rm encefalo sono concordanti con quanto scoperto fin'ora sulla malattia, come si può leggere nelle linee guida del 2014...

Se si escludono le cause cardiorespiratorie, infettive, autoimmuni, oncologiche, cio' che resta come possibile causa della cfs sono le alterazioni endocrine del surrene. io vi chiedo: avete fatto tutti esami specifici, come il cortisolo urinario e l'aldosterone plasmatico??? 

grazie della collaborazione



#17 cristiana

cristiana

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 200 messaggi

Inviato 30 dicembre 2015 - 18:34:30

Solo cortisolo con prelievo di sangue ed era tutto OK...ma vorrei fare anche queste.Cosa ne pensi del cortisolo salivare?

#18 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.374 messaggi

Inviato 30 dicembre 2015 - 21:17:50

Ciao Federico, grazie per i consigli..., il mio cortisolo salivare era ok
L'altro non l'ho fatto...
Domanda:come fai ad escludere la causa infettiva?
Conosci la storia della cfs quando in Inghilterra fu chiamata ME
Dopo aver registrato diverse epidemie attorno a Londra...
E poi negli Stati Uniti dopo varie epidemie locali fu scelto di chiamarla CFS
Non senza strizzare l'occhio agli interessi del governo
Delle assicurazioni sanitarie?
Ciao

#19 cielo

cielo

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 295 messaggi

Inviato 31 dicembre 2015 - 11:13:31


 

io vi chiedo: avete fatto tutti esami specifici, come il cortisolo urinario e l'aldosterone plasmatico??? 

grazie della collaborazione

 

Si fatte incluso ormoni tirodei in urina. L'aldosterone era normale, il cortisolo non ricordo (dunque normale penso), il T3 era basso. Per quanto riguarda i salivari, il cortisolo era leggermente basso la mattina. Feci quindi delle "cure" con un naturopata che pero' mi facevano sentire leggermente peggio. 

Dunque per quanto mi riguarda, i dati relativi a surrenali erano irrilevanti, quelle relative alla tiroide completamente false. 

Non e' da escludere pero' che in alcune persone ME/CFS vi siano delle alterazioni della funzionalita' della tiroide. 

 

Per quanto riguarda le cause infettive non si possono escludere nella ME. Ramsay per es. non le ha mai escluse. 

 

Quelle autoimmuni nemmeno, stando agli studi di Fluge e Mella della fase 1 e 2. Il loro studio, ora in fase 3, se confermera' i risultati delle due fasi precedenti sara' il verdetto finale che la ME/CFS e' una malattia immunologica con ricadute neurologiche ovvero quello che Ramsay aveva ipotizzato fin dagli albori.

 


#20 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 03 gennaio 2016 - 17:03:00

Solo cortisolo con prelievo di sangue ed era tutto OK...ma vorrei fare anche queste.Cosa ne pensi del cortisolo salivare?

il cortisolo salivare è una ripetizione di quello ematico, se vuoi puoi farlo ma non aspettarti grandi novità... 



#21 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 03 gennaio 2016 - 17:20:32

Ciao Federico, grazie per i consigli..., il mio cortisolo salivare era ok
L'altro non l'ho fatto...
Domanda:come fai ad escludere la causa infettiva?
Conosci la storia della cfs quando in Inghilterra fu chiamata ME
Dopo aver registrato diverse epidemie attorno a Londra...
E poi negli Stati Uniti dopo varie epidemie locali fu scelto di chiamarla CFS
Non senza strizzare l'occhio agli interessi del governo
Delle assicurazioni sanitarie?
Ciao

Ciao Falco...allora, la storia delle epidemie a londra non la conosco...quando dico "se si escludono" intendo dire che quelle sono cause certe di stanchezza cronica; quindi l'ipotesi infettiva non è affatto scartata, ma inclusa e data come sicura (es. epatiti, malattia di lyme, infezioni virali, che devono essere accertate)...per vedere tutte le cause di cfs/em puoi guardare le pag. 29 - 34 delle linee guida...

ciao



#22 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 03 gennaio 2016 - 17:23:54

 

 

Si fatte incluso ormoni tirodei in urina. L'aldosterone era normale, il cortisolo non ricordo (dunque normale penso), il T3 era basso. Per quanto riguarda i salivari, il cortisolo era leggermente basso la mattina. Feci quindi delle "cure" con un naturopata che pero' mi facevano sentire leggermente peggio. 

Dunque per quanto mi riguarda, i dati relativi a surrenali erano irrilevanti, quelle relative alla tiroide completamente false. 

Non e' da escludere pero' che in alcune persone ME/CFS vi siano delle alterazioni della funzionalita' della tiroide. 

 

Per quanto riguarda le cause infettive non si possono escludere nella ME. Ramsay per es. non le ha mai escluse. 

 

Quelle autoimmuni nemmeno, stando agli studi di Fluge e Mella della fase 1 e 2. Il loro studio, ora in fase 3, se confermera' i risultati delle due fasi precedenti sara' il verdetto finale che la ME/CFS e' una malattia immunologica con ricadute neurologiche ovvero quello che Ramsay aveva ipotizzato fin dagli albori.

 

 

Ciao...con il t3 basso si può parlare di ipotiroidismo, che è una possibile causa certa di stanchezza cronica...il mio consiglio è di consultare un endocrinologo...

per quanto riguarda le cause immunologiche e infettive ancora c'è da vedere cosa viene fuori, aspettiamo...



#23 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 03 gennaio 2016 - 17:30:01

Ciao a tutti...

allora, visto che cortisolo e aldosterone sono stati fatti, almeno da alcuni di voi, senza grandi risultati (anche i miei erano normali, anche se aldosterone ai limiti inferiori), un'altro esame che potrebbe dare alcune informazioni supplementari è il dosaggio dell'attività sierica di ACE (angiotensin converting enzyme)

Per ora è l'unico esame che ho fatto e che risulta alterato (basso rispetto al valore normale)...costa 20 euro circa, molto meno del cortisolo urinario...

Se qualcuno mi potrà dare qualche informazione sarei grato...



#24 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 25 febbraio 2016 - 18:23:38

Ciao a tutti,

rinnovo la domanda che feci a gennaio: il dosaggio di ACE l'ha fatto nessuno??

Grazie



#25 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.080 messaggi

Inviato 26 febbraio 2016 - 20:43:36

Ciao , mi dispiace , ma io non ho mai questo esame, non so se qualcun'altro del forum possa averlo fatto.....



#26 Linny

Linny

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi

Inviato 09 marzo 2016 - 01:07:10

Ciao! Io l'ho fatto, ed è basso! 16, con intervallo di riferimento 37-137.

#27 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 10 marzo 2016 - 14:00:50

Linny te hai la cfs o la fibromialgia?



#28 Linny

Linny

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi

Inviato 10 marzo 2016 - 18:50:38

Allora, ho una diagnosi di fibromialgia reumatica fatta negli anni 90, e da me non presa in considerazione perché a quei tempi suonava un po' come "ipocondria". Per quanto riguarda la CFS, mi hanno sempre detto che fosse una diagnosi per esclusione, ed io avevo gia una tiroidite autoimmune e una DLCO ridotta del 40 per cento. Non ho mai approfondito, anche perché era troppo stancante. Al momento ho problemi di tipo cardiaco, o meglio funzionale.

#29 dviliani

dviliani

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 10 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 11 marzo 2016 - 16:47:41

La DLCO ridotta perchè? hai una BPCO con cuore polmonare?



#30 Linny

Linny

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi

Inviato 11 marzo 2016 - 23:55:26

Non si capisce perché. La scintigragia polmonare è a posto, il cardiologo sospettava ipertensione polmonare da sforzo, ma ho appena fatto cateterismo destro anche sotto sforzo e pare che non ci sia niente di particolare... si pensava ci fosse una vasculite autoimmune, ma per il momento la reumatologa lo esclude... il cardiologo lo vedrò settimana prossima. E comunque il cateterismo si fa da sdraiati! Io mentre pedalavo pensavo che avrei potuto continuare anche per 1 ora, mentre nella prova da sforzo normale, sulla ciclette, sono quadi collassata dopo 5 minuti!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.