Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Micoplasma patogeno.....


  • Per cortesia connettiti per rispondere
21 risposte a questa discussione

#1 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.379 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 13 febbraio 2006 - 01:56:45

Micoplasma patogeno

(tratto da Nexus New Times ed. italiana nr.37)
http://www.disinform.../micoplasma.htm


Un comune agente patogeno trasformato in arma

Esistono 200 specie di Mycoplasma, le quali per la maggior parte sono innocue e non provocano alcun danno; solo quattro o cinque di esse sono patogene. Il Mycoplasma fermentans (ceppo incognitus) probabilmente deriva dal nucleo del batterio Brucella. Questo agente patogeno non è un batterio e nemmeno un virus, bensì una forma mutata dei batterio Brucella combinato con un virus visna, dal quale viene estratto il micoplasma. Il Micoplasma patogeno in genere era pressoché innocuo, ma le ricerche sulla guerra biologica, eseguite dal 1942 ad oggi, hanno avuto come esito la creazione di sue forme maggiormente infettive e mortali. I ricercatori hanno estratto questo micoplasma dal batterio Brucella e hanno di fatto trasformato l'affezione in una forma cristallina; l'hanno "trasformata in arma” e testata su un’ignara popolazione in America del Nord. Il Dr. Maurice Hilleman, virologo capo della ditta farmaceutica Merck Sharp & Dohme, ha affermato che attualmente tutte le popolazioni del Nord America, e potenzialmente anche quelle del resto del pianeta, sono portatrici di questo agente patogeno.

Nonostante alcune carenze dei resoconti, a partire dalla Seconda Guerra Mondiale ed in particolare dagli anni '70 del secolo s corso, con l'arrivo di malattie precedentemente sconosciute come la sindrome da affaticamento cronico e l'AIDS, si è chiaramente verificato un aumento nell'incidenza di tutte le affezioni degenerative neuro/sistemiche. Secondo il Dr. Shyh-Ching Lo, ricercatore anziano presso l'Istituto di Patologia delle Forze Armate nonché uno fra i principali ricercatori del settore in America, questo agente patogeno causa molte malattie fra cui AIDS, cancro. sindrome da affaticamento cronico, colite di Crohn, diabete di Tipo 1, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, morbo di Wegener e malattie collagene-vascolari quali artrite reumatoide e Alzheimer. Il Dr. Charles Engel, in forza agli Istituti Nazionali della Sanità (NIH) USA di Bethesda, nel Maryland, durante un incontro dei NIH tenutosi il 7 febbraio del 2000, ha affermato: ”Ora è mia opinione che la probabile causa della sindrome da affaticamento cronico e della fibromialgìa sia il micoplasma...Sono in possesso di tutti i documenti ufficiali che dimostrano che il micoplasma è l'agente patogeno della sindrome da affaticamento cronico/fibromialgìa così come dell'AIDS, della sclerosi multipla e di molte altre malattie; di questi l'80% sono documenti governativi ufficiali canadesi o americani mentre il restante 20% costituito da articoli destinati a riviste recensite dai pari quali il Journal of the American Medical Association, il New England Journal of Medicine ed il Canadian Medical Association Journal. Gli articoli delle riviste ed i documenti governativi si completano a vicenda.

Come agisce il micoplasma


Il micoplasma agisce penetrando nelle singole cellule dell'organismo a seconda della predisposizione genetica di ciascuno.Se l'agente patogeno distrugge determinate cellule dei cervello si possono contrarre malattie neurologiche, mentre se invade e distrugge le cellule dell'intestino inferiore si può contrarre la colite di Crohn. Il micoplasma, una volta penetrato nella cellula, a volte può restarvi in stato di latenza per 10, 20 o 30 anni, può tuttavia essere innescato nel caso si verifichi un trauma quale un incidente o una vaccinazione che non "attacca" (non determina la reazione immunitaria, ndt); essendo solo la particella del DNA del batterio, non dispone di organuli per trasformare le proprie sostanze nutritive, quindi si sviluppa assumendo dalla sua cellula ospite sterili pre-formati; poi uccide letteralmente la cellula stessa, la quale si disgrega, e ciò che ne rimane viene immesso nella circolazione sanguigna.

LA CREAZIONE DEL MICOPLASMA
Un agente patogeno creato il laboratorio.

Molti medici non sono a conoscenza di questo micoplasma patogeno poiché esso fu sviluppato dai settori militari americani nell'ambito della sperimentazione relativa alla guerra biologica e quindi non venne reso pubblico. L’agente in questione fu brevettato dall'Esercito degli Stati Uniti e dal Dr. Shyh-Ching Lo ed io dispongo di una copia del brevetto attestato dall'Ufficio Brevetti degli Stati Uniti.Tutti i paesi in guerra sperimentavano armi biologiche e nel 1942 i governi di Stati Uniti, Canada e Gran Bretagna stipularono un accordo segreto allo scopo di creare due tipi di armi biologiche (una che uccidesse ed una che rendesse inabili) da utilizzarsi nel conflitto contro la Germania ed il Giappone, i quali stavano anch'essi elaborando armi biologiche; i governi di cui sopra, nel corso delle ricerche su una serie di agenti patogeni, si concentrarono principalmente sul batterio Brucella ed iniziarono a trasformarlo in un arma. Il programma di guerra biologica, che venne classificato Top Secret, fu caratterizzato sin dall'inizio dalla costante partecipazione ed approfondita revisione dei più eminenti scienziati, consulenti medici, esperti dei settore industriale e funzionari governativi.Anche il Servizio Sanitario Pubblico degli USA seguì da vicino, sin dai primissimi esordi del programma, i progressi e lo sviluppo della ricerca sulla Guerra biologica mentre i Centri di Controllo delle Malattie (CDC) ed i NIH degli Stati Uniti lavoravano a fianco dei militari per trasformare queste malattie in un’arma; malattie che esistono da migliaia di anni e che sono per l'appunto state trasformate in arma - il che significa che sono state rese più contagiose e più efficaci. E si stanno diffondendo.Lo Special Virus Cancer Program, creato dalla CIA e dai NIH per elaborare un agente patogeno mortale contro il quale l'umanità non disponesse di una qualche immunità naturale (AIDS), fu camuffato da guerra contro il cancro ma in effetti faceva parte di MKNAOMI. Molti membri del Senato e della Camera dei Rappresentanti non sono a conoscenza di quanto accaduto. La Commissione del Senato Americano per le Riforme Governative, ad esempio, aveva ricercato negli archivi di Washington ed altrove il documento dal titolo "The Special Virus Cancer Program; Progress Report No. 8", senza riuscire a scovarlo; in qualche modo costoro sono venuti a sapere che io ne ero in possesso, quindi mi hanno contattato chiedendomi di spedirglielo. Immaginatevi il Senato degli Stati Uniti che chiama un insegnante in pensione e gli fa richiesta di uno dei propri documenti segreti! Il Senato, tramite la Commissione per le Riforme Governative, sta cercando di porre fine a questo genere di ricerche del governo.

Brucella Cristallina

Il frontespizio di uno Studio del Senato USA, autentico, declassificato il 24 febbraio 1977, dimostra che George Merck, della ditta farmaceutica Merck Sharp & Dohme (che ora produce farmaci per curare malattie che un tempo essa stessa creò), nel 1946 riferì al Ministro della Guerra che i suoi ricercatori erano riusciti "per la prima volta" ad "isolare l'agente patogeno in forma cristallina"; avevano prodotto una tossina batterica cristallina estratta dal batterio Brucella. Tale tossina batterica poteva essere rimossa in forma cristallino ed immagazzinata, trasportata e dispiegata evitando che si deteriorasse; poteva essere trasmessa da altri vettori quali gli insetti, l'irrorazione aerea o la catena alimentare (in natura viene trasmessa all'interno del batterio), tuttavia il fattore che agisce nella Brucella è il micoplasma.La Brucella è un agente patogeno che non uccide le persone; le rende inabili. Tuttavia, secondo il Dr. Donald MacArthur del Pentagono, presentatosi nel 1969 di fronte ad una commissione congressuale, i ricercatori scoprirono che, disponendo di micoplasma secondo una certa virulenza - di fatto 10 alla decima potenza (10^10) - questo si sarebbe sviluppato in AIDS e la persona affetta sarebbe deceduta entro un ragionevole lasso di tempo poiché l'agente era in grado di eludere le naturali difese umane; nel caso di una virulenza di 10^8, la persona avrebbe manifestato la sindrome da affaticamento cronico o la fibromialgìa; con virulenza di 10^7, la persona affetta si sarebbe presentata sciupata; non sarebbe morta né diventata inabile, ma avrebbe perso interesse per la vita e sarebbe deperita. La maggior parte di noi non ha mai sentito parlare della brucellosi, poiché questa in gran parte scomparve quando si iniziò a pastorizzare il latte, che ne era il vettore. Una saliera di agente patogeno puro in forma cristallino potrebbe far ammalare l'intera popolazione del Canada; assolutamente micidiale, non tanto nei termini di uccidere l'organismo quanto in quelli di renderlo inabile.Poiché l'agente patogeno cristallino si discioglie nel sangue, le comuni analisi del sangue e dei tessuti non ne rilevano la presenza. Il micoplasma cristallizza solo a 8.1 pH ed il sangue ha un pH di 7.4; il medico quindi penserà che i vostri disturbi sono "tutti frutto della vostra immaginazione".

Brucella cristallino e sclerosi multipla


Nel 1988 a Rochester, nello stato di New York, incontrai un ex militare, il PFC Donald Bentley, che mi consegnò un documento e mi disse: "Ho prestato servizio nell'Esercito USA e sono stato addestrato alla guerra batteriologica. Maneggiavamo una bomba piena di brucellosi, solo che non era brucellosi vera e propria; si trattava di una tossina della Brucella in forma cristallino. La spruzzavamo sui cinesi e sui nord coreani".Mi mostrò il suo attestato che riportava il suo addestramento in guerra chimica, biologica e radiologica; poi mi fece vedere 16 pagine di documenti consegnatigli dall'esercito al momento del congedo, i quali collegavano la brucellosi alla sclerosi multipla e che in una sezione recitavano: "I veterani affetti da sclerosi multipla, un tipo di paralisi progressiva che si sviluppa sino ad un grado di inabilità del 10% o più entro due anni dal termine del servizio attivo, possono essere ritenuti beneficiari di indennità per disabilità legata al loro servizio-, tale indennità può essere assegnata ai veterani aventi diritto le cui inabilità siano dovute a cause di servizio", In altri termini: "Se contraete la sclerosi multipla, ciò dovuto al fatto che avete maneggiato questa Brucella, quindi vi assegneremo una pensione. Vedete di non fare troppo chiasso a tale riguardo." In questi documenti il governo degli Stati Uniti rivelò le prove della causa della sclerosi multipla, tuttavia non le rese note al pubblico - né al vostro medico.In un rapporto del 1949, il Dr. Kyger ed il Dr. Haden suggerirono "la possibilità che la sclerosi multipla potesse rappresentare una manifestazione di brucellosi cronica da parte del sistema nervoso centrale"; essi, esaminando circa 113 pazienti affetti da tale malattia, scoprirono che quasi il 95% di essi risultava positivo alla Brucella. Disponiamo di un documento di una rivista medica nel quale si conclude che su 500 individui che avevano contratto la brucellosi, uno avrebbe sviluppato quella che loro chiamano neurobrucellosi in altri termini la brucellosi del cervello, nei ventricoli laterali del quale la Brucella si attesta - ovvero dove la sclerosi multipla attecchisce principalmente.

La contaminazione dei lavoratori dei laboratorio di Camp Detrick

Un rapporto del 1948, pubblicato sul New England Journal of Medicine e intitolato "Brucellosi acuta fra i lavoratori del laboratorio", ci dimostra quanto questo agente sia attivamente pericoloso. I lavoratori provenivano dal laboratorio di Camp Detrick, a Frederick nel Maryland, nel quale stavano elaborando armi biologiche sebbene essi fossero stati vaccinati, indossassero mascherine e tute protettive gommate e lavorassero attraverso dei manicotti, molti di loro si ammalarono di questa tremenda affezione così terribilmente e assolutamente infettiva.L'articolo fu scritto dal tenente Calderone Howell e dal capitano Edward Miller, entrambi del Corpo dei Marine, dal tenente Emily Kellv della Riserva della Marina degli stati Uniti, e dal capitano Henry Bookman; costoro erano tutti militari impegnati a trasformare l'agente patogeno Brucella in un'arma biologica di maggiore efficacia.

COLLAUDI SEGRETI DEL MICOPLASMA

Collaudo dei metodi di diffusione Prove documentali dimostrano che le armi biologiche che essi stavano sviluppando venivano collaudate sulle popolazioni di varie comunità senza che queste ne fossero state informate o avessero dato il loro consenso. Il governo sapeva che la Brucella cristallina avrebbe determinato delle affezioni negli esseri umani; quello che ora avevano bisogno di stabilire era come questa si diffondesse ed il modo migliore per farlo. Fra giugno e settembre dei 1952 collaudarono i metodi di diffusione della Brucella suis e della Brucella melitensis presso il poligono di Dugway, nello Utah; probabilmente ora siamo tutti infettati da questi due tipi di Brucella.Un altro documento governativo auspicava l’inaugurazione di test di vulnerabilità nell'atmosfera, di ricerche segrete e di programmi di sviluppo condotti dall'Esercito ed appoggiati dalla CIA.A quell'epoca, il governo degli Stati Uniti chiese a quello del Canada di cooperare nei collaudi della Brucella “armata", cooperazione che quest'ultimo fornì integralmente. Il governo americano voleva determinare se le zanzare, ed anche l'aria, fossero vettori della malattia. Un rapporto governativo dichiarava che il collaudo nell'atmosfera di agenti infettivi biologici viene considerato essenziale per una definitiva comprensione delle potenzialità della guerra biologica, in virtù dei molti fattori ignoti che influiscono sulla degradazione dei microrganismi nell'atmosfera".

Collaudi tramite le zanzare come vettori a Punta Gorda, Florida

Un rapporto del New England,Journal of Medicine rivela che una delle prime "epidemie" di sindrome da affaticamento cronico ebbe luogo nel 1957 a Punta Gorda, in Florida.Per una strana coincidenza, una settimana prima che la popolazione cadesse vittima della sindrome vi fu un'enorme invasione di zanzare.I NIH dichiararono che le zanzare provenivano da una foresta distante 30 miglia: la verità è che quelle zanzare furono infettate in Canada dal Dr. Guilford B. Reed presso la Queen's University. Esse furono allevate a Belleville, nell'Ontario, trasportate a Punta Gorda e lì liberate.Nell'arco di una settimana gli individui colpiti da sindrome da affaticamento cronico, i primi cinque casi in assoluto, si rivolsero all'ospedale locale di Punta Gorda: ne continuarono ad arrivare sino a raggiungere il numero di 450. Collaudi tramite le zanzare come vettori nell'Ontario Il governo canadese aveva allestito a Belleville, Ontario, il Dominion Parasite Laboratori, nel quale venivano allevati 100 milioni di zanzare al mese, che venivano spedite alla Oueen's University ed in altre località affinché venissero infettate con l'agente patogeno cristallino. Le zanzare venivano poi liberate in piena notte in determinate comunità, di modo che i ricercatori fossero in grado di stabilire quante persone si sarebbero ammalate di sindrome da affaticamento cronico o di fibromialgìa, prima affezione a manifestarsi.Una delle comunità sulle quali eseguirono dei collaudi fu, nel 1984, la valle di St Lawrence Seawav, da Kingston a Cornwall: liberarono centinaia di milioni di zanzare infette. Nelle quattro o cinque settimane seguenti oltre 700 persone svilupparono l'encefalomielite mialgica, o sindrome da affaticamento cronico.

COLLAUDI SEGRETI Di ALTRI AGENTI PATOGENI


Morbo della mucca pazza/Kuru/CJD nella Tribù dei Fore Prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, nel famigerato Campo 731 in Manciuria, i militari giapponesi contaminarono i prigionieri di guerra con determinati agenti patogeni; inoltre nel 1942 allestirono un accampamento di ricerca in Nuova Guinea, nel quale eseguirono degli esperimenti sulla tribù indigena Fore, inoculando ai suoi membri una versione "triturata" di cervello di pecore infette contenente il virus visna che provoca il "morbo della mucca pazza”, o morbo di Creutzfeldt-Jacob.Circa cinque o sei anni più tardi, dopo che i giapponesi erano stati cacciati, i poveri componenti della tribù Fore svilupparono quello che loro chiamavano kuru, che era la loro definizione di “deperimento”, ed iniziarono a soffrire di tremori, a perdere l'appetito e a morire. Le autopsie rivelarono che i loro cervelli si erano letteralmente trasformati in poltiglia; avevano contratto il morbo della mucca pazza dagli esperimenti giapponesi.Al termine della Seconda Guerra Mondiale venne catturato il Dr. Ishii Shiro - il medico che fu nominato generale dell'esercito giapponese affinché potesse assumere il comando dell'elaborazione, del collaudo e della realizzazione della guerra biologica del Giappone; gli venne proposta la scelta di un impiego all'interno delle Forze Armate statunitensi oppure la pena di morte in quanto criminale di guerra e, cosa non sorprendente, egli scelse di lavorare con i militari americani per dimostrare come i giapponesi avessero creato presso la tribù indigena Fore il morbo della mucca pazza. Nel 1957, quando la malattia stava iniziando a prosperare fra gli indigeni Fore, il Dr. Carleton Gajdusek dei NIH americani si recò in Nuova Guinea per stabilire in che modo i cervelli triturati delle pecore infette da visna avessero infettato la tribù; egli trascorse in loco un paio d'anni studiando il popolo Fore, redasse un esauriente rapporto e vinse il premio Nobel per aver "scoperto" il morbo kuru presso la tribù dei Fore.

continua...
VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)

#2 Andrea

Andrea

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 77 messaggi

Inviato 10 marzo 2006 - 01:46:28

posso dire 1 cosa?????



BASTARDI!!!!!!!!!!!!!!!! SOLO QUESTO........ALMENO ADESO QUALCUNO FACESSE QUALCOSA PER TROVARE LA SOLUZIONE.....PERCHE COME L'HANNO CREATO...
L'ANTIDOTO ESISTE.....

VITTORIA...SAI MICA SE QUALCUNO TRA I RICERCATORI STA FACENDO QUALCOSA?????'

#3 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.379 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 10 marzo 2006 - 17:18:29

Non sono purtroppo a conoscenza di passi avanti della ricerca in questo senso, ma sono certa che prima o poi la scienza riuscirà a trovare un rimedio adeguato per fronteggiare anche questo grave danno creato dall’uomo stesso, ed allora vorrà dire che saranno “maturati i tempi” per procedere oltre, passare ad un livello successivo…mi spiego: vedi Andrea, io penso che tante cose orribili che scopriamo che l’uomo ha fatto e sta facendo alla terra e agli altri uomini, e che presumibilmente purtroppo continuerà a fare nel tempo, siano “necessarie” per …….......................

…........il discorso si allarga e si allunga….allora preferisco aprire un post a parte per continuare il discorso, mi segui qui? http://www.cfsitalia...p?showtopic=517 nel post dal titolo: “medicina e filosofia...”.


Saluti Vittoria.

VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)

#4 Visitatore_XXXXXXXXXXXX_*

Visitatore_XXXXXXXXXXXX_*
  • Visitatori

Inviato 10 marzo 2006 - 22:00:48

A chi ha "lo stomaco forte", consiglio di leggere (prima che la tolgono)la pagina:

http://www.ilvirusinventato.it/

ed andare anche su:


http://www.mednat.or...s/aids_base.htm

da cui ho estrapoloto queste poche righe:

"Un precursore dell' ipotetico HIV fu mescolato ai Vaccini da propinare agli africani gia' negli anni 70-80
Questa informazione e' stata "trovata" (nel 1999) negli archivi top-secret declassati, da un perspicace investigatore, un certo Boyd E. Graves, JD, il quale ha scoperto che i militari (USA) di quegli anni, avevano inserito nei Vaccini, poi propinati alla popolazione africana, dei contaminati virali (proteine tossiche) per indebolire immunitariamente intere popolazione di quel continente + una zona di New York, Manhatan, ove vivono tantissimi neri....( vedi sito: www.boydgraves.com )"

ed infine, la pagina:

http://www.disinform...it/aids-hiv.htm


#5 Andrea

Andrea

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 77 messaggi

Inviato 11 marzo 2006 - 00:54:38

grz daniela.........me lo so letto tutto....

semplicemente agghiacciante!!!

alla fine sembra proprio che le malattie esistano perche servono a qualcuno per comprarsi la mchhina grossa e per avere la villa mare....

ma sta tranquilla, che se non la pagheranno cara e amara in questa vita, di la o nella prossima, pagheranno tutto......

questi si chiamano crimini contro l'umanita !

e poi sui libri insegnano che hitler era cattivo invece eisenhower era 1 santo !!!!

ma pensa te!!!

#6 Visitatore_XXXXXXXXXXXX_*

Visitatore_XXXXXXXXXXXX_*
  • Visitatori

Inviato 11 marzo 2006 - 11:28:40

Allora si sa perchè siamo ammalati! Leggete qui di seguito:


I MICOPLASMI - Trattamenti

Opzioni di trattamento per le infezioni da micoplasmi.

Il negativo impatto di un’infezione da micoplasmi sul sistema immunitario degli esseri umani è indiscusso. A causa delle loro capacità di attivare e/o sopprimere il sistema immunitario, sono ora considerati fra i colpevoli di molte malattie autoimmuni. Gli studiosi stanno tutt’ora discutendo sul tipo di sequenza secondo il vecchio detto: “è nato prima l’uovo o la gallina?” I micoplasmi cominciano a crescere per primi e poi indeboliscono e mettono fuori regola il sistema immunitario?Oppure un sistema immunitario indebolito da stress, cattive abitudini alimentari o altre malattie permette ai micoplasmi di impadronirsi di esso così da dare inizio alla loro crescita opportunistica e a infezioni che hanno come effetto malattie e un indebolimento e un disequilibrio del sistema immunitario? La risposta è probabilmente entrambe i casi e questo è l’aspetto più critico del trattamento delle infezioni da micoplasmi. In pazienti con immunodeficienza può essere molto difficile trattare queste infezioni con un ampio numero di antibiotici adatti visto che essi stessi sono immunosoppressori. Nonostante le tetracicline e le eritromicine (tipi di antibiotici) siano efficaci per alcune infezioni da micoplasmi, i M. fermentans, M. hominis e M. pirum di solito sono resistenti all’eritromicina, mentre è stato riportato che i M. hominis e Ureaplasma urealyticum sono resistenti alle tetracicline. Comunque questi antibiotici hanno una capacità veramente limitata di eliminare direttamente questi microorganismi e la loro efficacia dipende eventualmente da un sistema immunitario ospite in buone condizioni.
Questi tipi di antibiotici inibitori delle proteine bloccheranno l’adesione proteica del micoplasma alle cellule ospite ma non lo elimineranno direttamente. Con un sistema immunitario già indebolito, molti pazienti perdono la capacità di opporre una forte risposta degli anticorpi contro questi subdoli patogeni.

Nonostante ciò molti medici e reumatologi stanno trattando i loro pazienti con artriti, sindrome da affaticamento cronico, fibromialgia e altre infezioni da micoplasma
con terapie antibiotiche di lungo termine. Uno dei protocolli più comuni comprende la rotazione di cicli multipli di sei settimane con Minociclyne o Doxycycline (200-300mg al giorno), Ciprofloxacin (1500 mg/giorno), Azithromycin (250-500 mg/giorno) e/o Clarithromycin (750-1000 mg/giorno). Spesso gli effetti collaterali di questi potenti antibiotici possono essere peggiori dei sintomi delle malattie che stanno trattando, visto che può essere necessaria una terapia antibiotica lunga minimo sei mesi- fino a due anni. Molti medici ora ritengono che gli antibiotici non dovrebbero essere usati solo ed esclusivamente per trattare le infezioni da micoplasmi, senza cercare di favorire la ricostruzione del sistema immunitario che è un imperativo per una guarigione completa e l’eliminazione completa dell’infezione. Altri stanno usando diversi antibiotici naturali che si trovano nelle piante che in qualche caso possono essere anche più efficaci dei farmaci senza, o con pochi, effeti collaterali o influssi negativi nell’organismo. Questi comprendono gli estratti di foglie di olivo, olio di neeem, il Myco+, una formula multierbe specificamente studiata per i micoplasmi e altre piante con documentate proprietà antimicrobiche.

Uno dei principali effetti collaterali degli antibiotici, sia di origine naturale dalle piante o chimico, è la perdita della flora batterica che è necessaria all’apparato gastrointestinale per un’appropriata digestione ed eliminazione. Nessun antibiotico può distinguere fra un batterio utile ed uno dannoso. Quindi, ogni volta che deve essere somministrato un antibiotico, specialmente per un lungo periodo, si consiglia di prendere anche una formulazione di probiotici per rimpiazzare i batteri utili per evitare effetti secondari come la candida e la crescita di funghi che possono provocare difficoltà digestive e di eliminazione e altri effetti collaterali.
Molti probiotici sono disponibili come prodotti da banco nelle farmacie o nelle erboristerie. Questi mettono assieme queste colture vive di batteri utili come il Lactobacillus acidophilous, il Lactobacillus bifidus e altri batteri con i FOS (frutto-oligosaccaridi) per favorire la crescita nell’apparato gastrointestinale. E’ importante assumere questo tipo di integratori quando si prendono antibiotici di qualsiasi tipo, meglio se presi 3-4 ore prima o dopo la dose di antibiotico. Anche lo yogurt intero contenente il L. acidophilus è una buona fonte di questi batteri utili.

Un altro comune effetto secondario quando si prendono gli antibiotici si chiama “reazione di Herxeimer”. Questa ricorre quando gli organismi muoiono ed è generalmente la prima indicazione che la terapia antibiotica funziona. I sintomi associati alla Herxeimer comprendono: brividi, febbre, sudorazione notturna, dolori articolari e muscolari, annebbiamento mentale e forte affaticamento. In funzione della gravità dell’infezione, questi sintomi possono durare 1-2 settimane,qualche volta più a lungo e possono variare di intensità. Bere almeno due litri di acqua filtrata al giorno per eliminare gli organismi dal corpo è utile per ridurre l’intensità e la durata della reazione di Herxeimer. Un altro rimedio naturale per ridurla e ritenuto utile anche per aiutare le ghiandole linfatiche a filtrare e rimuovere gli organismi morenti consiste nel bere una miscela di olio d’oliva e limone. Per preparare questo rimedio naturale, mettere un limone (lavato) intero con la buccia in un frullatore, aggiungere una tazza di succo di frutta o acqua e un cucchiaio da tavola di olio extravergine d’oliva. Frullare il tutto fino ad ottenere un preparato morbido, quindi filtrare e bere il liquido scartando la polpa.

Non appena i micoplasmi sono sotto controllo da parte di qualche forma efficace di antibiotico (naturale o farmaco), ripristinare i nutrienti drenati dalle cellule infette può aiutare a velocizzare la riduzione dei sintomi. Per un completo recupero da un’infezione da micoplasmi è necessaria e utile un’ integrazione multivitaminica con extra dosi di vitamine C, D, E, coenzima Q10, beta-carotene, quercetina, acido folico, bioflavonoidi e biotina.

E’ stato dimostrato che ripristinare con integrazioni gli amminoacidi andati perduti può essere utile nel recupero da queste infezioni. Questi comprendono gli aminoacidi L-cisteina, L-tirosina, L-glutamina, L-carnitina e acido malico. Ricordare comunque che i micoplasmi crescono con l’arginina! Evitare integrazioni con L-arginina o formulazioni multi aminoacidi che la contengono, come pure alimenti ricchi di arginina per evitare di nutrire i micoplasmi. Gli alimenti (da evitare) che la contengono in maggiore quantità sono noci e semi, inclusi gli olii derivati da semi e noci che dovrebbero essere eliminati o ridotti drasticamente dalla dieta.

Altri utili integratori per ripristinare i nutrienti andati perduti a causa dei micoplasmi sono generalmente indicati a seconda di quali specifiche cellule i micoplasmi si siano nutriti e a quali nutrienti siano stati esauriti. Specificamente per i pazienti con fibromialgia, alcune ricerche suggeriscono che molti degli ormoni e degli enzimi prodotti dal sistema neuroendocrino e dall’assse ipotalamo-ipofisi-surrenali vengono perduti o funzionano male, il che può essere la causa di molti dei sintomi che si riscontrano in questi pazienti. Per i pazienti con fibromialgia si sono dimostrate utili terapie ormonali sostitutive con ormoni tiroidei o altre integrazioni naturali di supporto ormonale quali Dhea, progesterone e pregnenolone e l’erba con capacità di supporto endocrino Maca (Lepidium meyenii).

Ultimo e più importante è il supporto nutrizionale del sistema immunitario. In commercio ci sono diversi prodotti naturali che possono stimolare e aiutare il sistema immunitario. Uno dei più efficaci è l’estratto di una pianta amazzonica, l’unghia di gatto (uncaria tomentosa) cat’s claw per gli anglosassoni. L’uncaria è anche una buona fonte di proantocianidine antiossiddanti, proprio come i semi della vite, ma senza il loro contenuto di arginina che li rende un ottimo nutriente naturale per le infezioni da micoplasmi. Altri prodotti naturali in grado di supportare il sistema immunitario comprendono l’ IP6, estratti di funghi, echinacea e integratori a base di colostro. Un’altra importante considerazione è l’eliminazione dei farmaci che possono deprimere il sistema immunitario. Il dott. Garth Nicolson, uno dei maggiori esperti sui micoplasmi dichiara: “ Abbiamo raccomandato che i pazienti smettano si prendere farmaci anti-depressivi e altri potenzialmente immuno soppressori. Alcuni di questi farmaci sono utilizzati per alleviare certe condizioni e sintomi, ma secondo la nostra opinione, possono interferire con la terapia e andrebbero quindi gradualmente ridotti o eliminati.” Questo naturalmente dovrebbe essere consigliato per molti pazienti con fibromialgia e sindrome da affaticamento cronico a cui di solito sono prescritti questi farmaci.

BIBLIOGRAFIA
1. Nicolson, et.al., Diagnosis and Integrative Treatment of Intracellular Bacterial Infections in Chronic Fatigue and Fibromyalgia Syndromes, Gulf War Illness, Rheumatoid Arthritis and Other Chronic Illnesses. Clinical Practice of Alternative Medicine 2000; 1(2) 42-102

fonte:

http://www.naturmedi...plasmi-cure.htm

ma consiglio di leggere da pagina:

http://www.naturmedi.../micoplasmi.htm

#7 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.379 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 13 marzo 2006 - 01:37:19

COLLAUDO DEL MICOPLASMA NEL VOSTRO ORGANISMO

Test di reazione a catena di polimerasi

Le informazioni su questo agente patogeno non sono generalmente disponibili poiché, innanzitutto, il micoplasma è un agente davvero minuscolo. Un centinaio di anni or sono alcuni teorici della medicina postularono che deve esistere una forma di agente patogeno più piccola dei virus e dei batteri; questo organismo patogeno, il micoplasma, è così minuscolo che le normali analisi del sangue e dei tessuti non ne rivelano la presenza in quanto fonte della malattia.
Il vostro medico potrebbe diagnosticarvi il morbo di Alzheimer e dirvi: “Perbacco, non sappiamo da dove provenga l’Alzheimer; tutto ciò che sappiamo è che il suo cervello sta iniziando a deteriorarsi, le cellule si disgregano, il rivestimento di mielina intorno ai nervi degenera e così via.” Oppure, se siete affetti da sindrome da affaticamento cronico il medico, con comuni analisi del sangue e dei tessuti, non riuscirà a scoprire alcuna causa della vostra malattia.
Il micoplasma non poteva essere individuato sino a 30 anni fa, allorquando fu elaborato il test di reazione a catena di polimerasi (PCR), nel quale viene analizzato un campione di sangue e le particelle danneggiate vengono rimosse e sottoposte ad una reazione a catena di polimerasi, prassi che provoca la disgregazione del DNA presente nelle particelle, le quali vengono poi collocate in una soluzione nutritiva che fa ritornare il DNA alla sua forma originale. Se viene prodotta sostanza a sufficienza la forma può essere riconosciuta e quindi si può determinare se a monte di quel particolare micoplasma vi è la Brucella o un altro tipo di agente.

Analisi del sangue

Se voi o qualcuno della vostra famiglia è affetto da encefalomielite mialgica, da fibromialgìa, da sclerosi multipla o da morbo di Alzheimer, potete inviare un campione di sangue per le analisi al Dr. Les Simpson, in Nuova Zelanda.
Se siete affetti da una di queste malattie, i vostri globuli rossi non avranno la normale forma a ciambella né saranno in grado di essere compressi e pigiati attraverso i capillari; essi saranno dilatati come se’ fossero krafen ripieni che non possono essere compressi. I globuli rossi si ingrandiscono e allargano perché l’unico modo in cui il micoplasma può esistere è quello di assumere dalla cellula ospite steroli pre-formati; una delle migliori fonti di steroli pre-formati è il colesterolo, che è quello che conferisce ai globuli rossi la flessibilità.
Se il micoplasma preleva il colesterolo,il globulo rosso si dilata e non passa, e la persona comincia ad avvertire tutti i dolori ed il danno che ciò provoca al cervello, al cuore, allo stomaco, ai piedi e all’organismo nel suo complesso, a causa della mancanza di sangue ed ossigeno.Questo inoltre è il motivo per cui le persone affette da fibromialgìa e sindrome da affaticamento cronico soffrono così tanto; quando manca il sangue al cervello appaiono le lesioni punteggiate perché quelle parti del cervello muoiono. Il micoplasma penetra in alcune parti del muscolo cardiaco,soprattutto nel ventricolo sinistro, e quelle cellule muoiono. Nei ventricoli laterali del cervello alcune persone hanno delle cellule che presentano una predisposizione genetica ad accogliere il micoplasma e ciò fa sì che i ventricoli laterali si deteriorino e muoiano, fenomeno che determina la sclerosi multipla, la quale a sua volta progredirà sino a quando queste persone non saranno del tutto inabili; esse, di frequente, muoiono prematuramente. Il micoplasma penetrerà nell’intestino inferiore, parti del quale moriranno, causando così la colite. Tutte queste affezioni sono provocate dalle proprietà degeneranti del micoplasma.
Agli inizi del 2000 mi telefonò un signore di Sudbury, il quale mi disse di essere affetto da fibromialgìa. Aveva presentato domanda per la pensione e questa gli venne rifiutata perché il suo medico affermò che era tutto frutto della sua immaginazione e che non vi erano riscontri esterni. Gli consegnai il modulo e la fiala appropriati e lui inviò al Dr. Simpson il suo sangue per le analisi; egli seguì questa prassi con l’approvazione del medico di famiglia e i risultati del Dr. Simpson indicarono che solo il 4% dei suoi globuli rossi stava funzionando regolarmente e trasportando l’appropriata quantità di ossigeno al suo povero organismo, mentre l’83 % dei globuli erano dilatati, ingrossati ed induriti e non sarebbero passati attraverso i capillari senza una tremenda pressione e pena. Questo è il riscontro fisico del danno provocato.

Test ECG


Potete anche chiedere al vostro medico di somministrarvi un ECG Holter di 24 ore. Naturalmente sapete che un elettrocardiogramma è una misurazione del vostro battito cardiaco e rileva quello che avviene nel ventricolo destro, in quello sinistro e così via. I test indicano che il 100% dei pazienti affetti da sindrome da affaticamento cronico e fibromialgìa hanno un battito irregolare; in vari periodi nell’arco delle 24 ore il cuore, invece di funzionare regolarmente facendo “bump-Bump, bump-Bump”, di tanto in tanto segue un ritmo frenetico, facendo “buhbuhbuhbuhbuhbuhbuhbuh”. L’onda-T (le onde sono denominate P, Q, R, S e T) di norma rappresenta un picco e poi l’onda si livella e ricomincia con un’ onda-P; nei pazienti affetti da sindrome da affaticamento cronico e da fibromialgìa l’onda-T si appiattisce, o di fatto si inverte, il che significa che il sangue presente nel ventricolo sinistro non viene pompato nell’aorta e nell’organismo.
Il mio assistito di Sudbury fu sottoposto a questo test e, udite udite, gli esiti stabilivano che: ““La forma delle T e delle S-T indica che il ventricolo sinistro è sotto sforzo, anche se il voltaggio ed il resto sono normali.” Il medico non aveva alcun indizio del motivo per cui l’onda-T non funzionasse in modo appropriato. Io analizzai il rapporto di questo paziente che era stato rifiutato da quelli della Canada Pensions e lo rispedii da loro; essi risposero via posta sostenendo: “Sembra che possiamo aver commesso un errore; le concederemo un’udienza così potrà spiegarci la faccenda più dettagliatamente.”
Quindi non è tutto frutto della vostra immaginazione; esiste un danno reale per il cuore. I muscoli del ventricolo sinistro presentano lesioni, e questa è la ragione per cui a molte persone viene diagnosticata un’affezione cardiaca quando inizialmente hanno contratto una fibromialgìa; tuttavia si tratta soltanto di uno dei molti problemi perché il micoplasma è in grado di provocare tutti i tipi di danno.

Test volumetrico del sangue

Potete anche richiedere al vostro medico un test volumetrico del sangue. Ogni essere umano necessita di una certa percentuale di sangue commisurata al peso corporeo e si è osservato che le persone affette da fibromialgìa, sindrome da affaticamento cronico, sclerosi multipla ed altre affezioni non dispongono del normale volume di sangue di cui hanno bisogno i loro organismi per funzionare in modo appropriato; i medici in genere non sono consapevoli di questo aspetto.
Il test in questione determina la quantità di sangue presente in un organismo tramite il prelievo di 5 cc, l’immissione in tale campione di un tracciante e la sua reimmissione nella circolazione; un’ora più tardi vengono prelevati altri 5 cc nei quali si ricerca il tracciante; più il sangue sarà concentrato ed il suo volume basso, più tracciante si troverà.
L’analisi di uno dei miei assistiti riscontrava: “Questo paziente è stato assegnato a uno studio di massa dei globuli rossi. Il loro volume è di 16,9 ml per chilogrammo di peso corporeo. La percentuale normale va da 25 a 35 ml per kg. Questo individuo ha una quantità di sangue inferiore deI 36% a quella di cui l’organismo ha bisogno per funzionare.” Il medico non sapeva nemmeno dell’esistenza di questo test.
Se perdeste il 36% del vostro sangue in un incidente, pensate che il vostro medico vi direbbe che state bene e che dovreste soltanto darvi alle danze e far finta di nulla? Vi porterebbero in fretta e furia al più vicino pronto soccorso per farvi delle trasfusioni. Le sfortunate persone affette da queste orribili malattie campano con una quantità di sangue inferiore dal 7% al 50% rispetto a quella di cui il loro organismo necessita per funzionare regolarmente.

VII- ELIMINARE IL DANNO


L’organismo elimina il danno da sé. Le lesioni al cervello di individui affetti da fibromialgìa e sindrome da affaticamento cronico guariranno; esiste una rigenerazione cellulare costante. Il micoplasma però si è trasferito in un’altra cellula.
Nelle prime fasi della malattia, la dossiciclina ne può invertire il processo; essa è uno degli antibiotici di tetraciclina, ma non è battericida, bensì batteriostatica ferma la crescita del micoplasma e, se si riesce a fermare la crescita del micoplasma per un periodo abbastanza lungo, allora il sistema immunitario prende il sopravvento.
Il Professor Garth Nicholson, accademico, esperto di micoplasma presso l’Istituto di Medicina Molecolare, espone la cura con dossiciclina in un documento.Th Il Dr. Nicholson è impegnato in un programma di ricerca sul micoplasma da 8 milioni di dollari, finanziato dagli ambienti militari americani e diretto dal Dr. Charles Engel dei NIH; tale programma prende in esame 450 veterani della Guerra del Golfo, in quanto alcuni riscontri suggeriscono che la Sindrome della Guerra del Golfo è un’altra malattia (o gruppo di malattie) indotta dal micoplasma.

Note
1.“Pathogenic Mycoplasma”, US
Patent No. 5,242,820, rilasciato il
7 settembre 1993. Il Dr. Lo è elencato come l”’lnventore” e l’Amencan Registry of Pathology,
Washington, DC, come il “Committente”.
2. “Special Virus Cancer Program: Progress Report No. 8”, redatto dal National Cancer Institute, Viral Oncology, Etiology Area,
luglio 1971, presentato al NIH Annual Report nel maggio del
1971 ed aggiornato nel luglio dello stesso anno.
3. Senato degli Stati Uniti, NovantacinquesimO Congresso,
Udienze dinanzi alla Sottocommissione per la Salute e la Ricerca Scientifica della Commissione Risorse Umane, Test Biologici
su Soggetti Umani del Dipartimento della Difesa, 1977; pubblicato il 24 febbraio 1977 col titolo USArmyActivities in the US
Biologica I Warfare Programs, Volumes One and Two.
4. Dr. Donald MacArthur, Pentagono, Stanziamenti del Dipartimento della Difesa per il 1970, Udienze dinanzi alla Sottocommissione della Commissione Stanziamenti, Camera dei Rappresentanti, NovantacinquesimO Congresso, Prima Sessione, lunedì
9 giugno 1969, pp. 105-144, in particolare pp. 114, 129.
5. Kyger, E. R. e Russell L. Haden, “Brucellosis and Multiple
Sclerosis”, The American ]ournal of Medica I Sciences 1949:689-
693.
6. Colmonero et al., “Complications Associated with Brucella
melitensis lnfection: A Study of 530 Cases”, Medicine
i 996;75(4).
7. Howell, Miller, Kelly e Bookman, “Acute Brucellosis Among
Laboratony Wonkers”, New England journal of Medicine
i 948;236:741.
8. “Special Virus Cancer Program: Progress Report No. 8”, ibid.,
tavola 4, p. 135.
9. Senato degli Stati Uniti, Udienze dinanzi alla Sottocommissione per la Salute e la Ricerca Scientifica della Commissione
Risorse Umane, 8 marzo e 23 maggio 1977, ibid.

TRATTO DA NEXUS N°37 MARZO/APRILE 2002
VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)

#8 Andrea

Andrea

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 77 messaggi

Inviato 13 marzo 2006 - 14:17:47

ragazze...........siete favolose!!!!

vi mando 1 bacio speciale.....

#9 Marialuisa

Marialuisa

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 892 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 13 marzo 2006 - 19:07:22



Ma ad Aviano, Verona, Pavia, Modena, Parma, Roma, Chieti conoscono la "prassi" da seguire attraverso esami ematologici SPECIFICI e COMPLETI , per individuare, diagnosticare e/o curare CFS e FMS ...? ? :)

Il dubbio è quasi "amletico" : ad ogni modo io sono personalmente del parere che per malattie così "difficili" e variegate sia comunque azzardato, anche da parte dei ricercatori, fare affermazioni assolute.

Del resto, TUTTO e il CONTRARIO di TUTTO, anche nelle cose piu' semplici e quotidiane quindi, tornando alle nostre patologie, io credo che sia fondamentale "cercare" un centro o un medico che si prenda carico del malato e che lo possa accompagnare nel percorso terapeutico con umiltà ed umanità, perchè ciascuno è un caso a sè e anche il medesimo medicamento puo' essere utile all'uno e non all'altro: questo è il mio pensiero...... :)

:) e :) da Luisa

Se vuoi visitare il mio sito web: clicca qui:

#10 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.379 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 14 marzo 2006 - 16:38:26


Luisa scrive:
"Ma ad Aviano, Verona, Pavia, Modena, Parma, Roma, Chieti conoscono la "prassi" da seguire attraverso esami ematologici SPECIFICI e COMPLETI , per individuare, diagnosticare e/o curare CFS e FMS ...? ?"


Secondo me Luisa, sarebbe utile se le Associazioni potessero attivarsi e chiedere informazioni, spiegazioni, delucidazioni anche in questo senso; sicuramente otterrebbero risultati maggiori rispetto a quelli che potremmo raggiungere noi singoli pazienti.


Luisa scrive:
"Il dubbio è quasi "amletico" : ad ogni modo io sono personalmente del parere che per malattie così "difficili" e variegate sia comunque azzardato, anche da parte dei ricercatori, fare affermazioni assolute".


Si hai ragione, ma per fortuna i ricercatori non sono tutti uguali, alcuni parlano portando documenti ufficiali alla mano, testimonianze, esperienze personali, come mi sembra sia stato fatto in questo caso relativamente al delicato tema del Micoplasma patogeno, per questo mi è sembrato interessante oltre che ovviamente a dir poco inquietante.

Luisa scrive:
"Del resto, TUTTO e il CONTRARIO di TUTTO, anche nelle cose piu' semplici e quotidiane quindi, tornando alle nostre patologie, io credo che sia fondamentale "cercare" un centro o un medico che si prenda carico del malato e che lo possa accompagnare nel percorso terapeutico con umiltà ed umanità, perchè ciascuno è un caso a sè e anche il medesimo medicamento puo' essere utile all'uno e non all'altro: questo è il mio pensiero...... "




Io invece Luisa, dopo anni ed anni di delusioni non sono più così sicura di volere che qualche medico o Centro “si prenda carico di me” anche se lo facessero con tutta l’umiltà e umanità possibili (se mai poi ne trovassi uno che conosca un po’ a fondo la sindrome e che non si limiti a prescrivermi integratori).
Non mi fido, non mi accontento, non voglio false promesse, c’è troppa incompetenza in giro; vorrei invece maggiori investimenti economici e maggior impegno e interesse, rispetto a quelli che vi sono oggi, nel dedicarsi, considerare, studiare e capire l’origine o le origini della Cfs e Fm, e dunque trovare possibili trattamenti EFFICACI, che POI ovviamente ognuno personalizzerebbe a seconda del proprio caso.
Quindi capirai che personalmente qualsiasi indagine, ipotesi o ricerca mi interessa molto, anche se mi porta lontano o su terreni ostici; e poi chiedendo, indagando, cercando conferme o spiegazioni ci si sente meno passivi e rassegnati di fronte a questa malattia “rompicapo” e…. hai visto mai che pian piano non si arrivi a qualcosa di utile per tutti?

E’ ovvio che in parallelo è consigliabile intraprendere un percorso individuale di coscienza e conoscenza su se stessi in relazione a questa sindrome per scoprirne il senso, il valore, il “messaggio” nella propria biografia, perché credo, e so di non essere l’unica, che “nulla capiti per caso” tanto meno di ammalarsi di una malattia cronica che finisce per condizionare ogni attività, anche quella lavorativa, i propri rapporti personali, insomma ogni attimo della nostra vita.

In conclusione: ce n’è da fare e ….secondo me nulla è da lasciare intentato.

Un abbraccio Vittoria

VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)

#11 Andrea

Andrea

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 77 messaggi

Inviato 14 marzo 2006 - 17:33:32

[size=7]


In conclusione: ce n’è da fare e ….secondo me nulla è da lasciare intentato.

Un abbraccio Vittoria
[/color]

Visualizza Messaggio


sono d'accordo...e poi , riportando la mia esperienza personale , ricordo bene che dopo l'operazione, mi fecero dei trattamenti con antibiotici molto forti....e guarda caso, ci fu 1 giorno che tutta la stanchezza mi passo'....ero tornato normale...
e poi di nuovo..solita solfa...
questa cosa vorra dire?? ...
per me significa che c'è qualcosa da debellare ..ma in tempi lunghi...
e sono stra sicuro, che questa odissea stanchezza finira'....e non lo dico con la speranza.... lo dico con la certezza, perche prima o poi, quando batti la strada continuamente...il risultato arriva....

beh..tanto per cominciare ...c'è da fare qualche analisi per verificare possibili anomalie volumetriche dei globuli....e poi , qui ci vuole anche fortuna, trovare 1 medico che ti segua per quel tipo di terapie segnalate sopra
in piu, anche l'analisi della polimerasi...
beh...partiamo da qui....secondo me presto, tutto cio, sara solo 1 ricordo....

#12 admin

admin

    Administrator

  • Amministratori
  • 464 messaggi

Inviato 15 marzo 2006 - 16:25:03

Posso buttar benzina sul fuoco ?
Quest'intervista è stata fatta nel 1999, ma se vi va il "genere" è una chicca. :)


-----------------------------------------------
Traduzione dalla documentazione originale in lingua inglese nel sito: http://www.cfsaudio.4biz.net, - CFS Radio Program - intervista del Dr. R. G. Mazlen, M.D. Host con il Dr. Leonard Horowitz, del 26 aprile 1998, trascritta da Carolyn Viviani – carolynv@inx.net.
In questa intervista al programma radiofonico americano CFS, che si occupa in modo specifico della sindrome da affaticamento cronico (appunto CFS dalle iniziali delle parole inglesi), il dr. Horowitz, citando il suo ultimo libro "Emerging Viruses, AIDS & Ebola, Nature, Accident or Intentional?", traccia un quadro inquietante sulle strategie oscure che legano con un filo invisibile (ma non troppo) WHO, NIA, NCI, USAID, USPHS, CDC, DOD, NATO, USAMRIID, CIA. "Gli scienziati che hanno lavorato alla messa a punto degli armamenti batteriologici e dei virus, per conto del governo degli Stati Uniti e della CIA, dispongono di biotecnologie genetiche e molecolari estremamente sofisticate e specifiche che li hanno messi in grado di costruire quello che potremo definire letteralmente lo stimolo per la predisposizione a certe malattie in certe razze umane".

-------------------------------------------------


Intervista

Dr. Mazlen: Abbiamo come ospite di ritorno il dr. Leonard Horowitz, laureato ad Harward, investigatore indipendente e autorità sull’educazione alla salute pubblica internazionalmente riconosciuto e autore del libro "Emerging Viruses: Aids and Ebola. Nature, Accident or International."sul quale abbiamo discusso qualche tempo fa. Abbiamo parlato di alcune questioni e comunque oggi andiamo ad incominciare con il seguito di questo interessante programma.
Nella prima pagina del New York Times di oggi troviamo pubblicato il seguente articolo: "In una splendida giornata di primavera, lo scorso mese, una quarantina di funzionari provenienti da più di una dozzina di agenzie federali, si sono incontrati segretamente nei pressi della casa bianca per prevedere cosa accadrebbe se dei terroristi attaccassero gli Stati Uniti con delle nuove e devastanti armi batteriologiche." Di seguito si può leggere ancora: "lo scorso mese, in una esercitazione segreta denominata TABLETOP, una versione civile di un wargame militare, sono stati usati dei virus prodotti dall’ingegneria genetica, una specie di miscela fra i virus del vaiolo e Merberg virus. Del Marberg virus ne parla anche il dr. Horowitz, nel suo interessantissimo libro: cito ancora l’articolo: "Il dr. William A. Hazeltine, uno dei principali esperti di ingegneria genetica e consulente della casa bianca, affermò in una intervista come tale scenario fosse una realtà", aggiungendo "un virus come questo potrebbe essere prodotto da qualsiasi virologo molecolare di una certa esperienza che disponga di una buona struttura di laboratorio".
Ora, perché ci siamo introdotti in questa tematica? Semplicemente perché i pazienti affetti dalla sindrome da affaticamento cronico (CFS) sono in effetti una speciale categoria di persone immunodepresse; alcuni di loro molto pericolosamente immunodepressi, altri meno. Il punto è che queste persone rappresentano un gruppo non in grado di resistere ad un consistente attacco nel caso di una guerra batteriologica e perciò sono le persone per le quali dobbiamo interessarci particolarmente nel caso che possa accadere una cosa del genere in quanto molte di loro potrebbero essere destinate a soccombere. Ora, il nostro ospite ha fatto tutta una serie di ricerche nel campo della guerra batteriologica, con l’utilizzo di virus, batteri ed altri organismi sintetizzati con l’ingegneria genetica. Bene, diamo il benvenuto al Dr. Leonard Horowitz al nostro show. Leonard, benvenuto, e parlaci quindi di questo articolo e del suo significato.

Dr. Horowitz: Certamente, dr. Mazlen, è un piacere essere ancora con lei oggi.

Dr. Mazlen: Che cosa ha scoperto nel merito? In quale direzione ha condotto il lavoro fatto?

Dr. Horowitz: Bene, il tutto fa parte di una campagna propagandistica in larga scala. Le autorità ci stanno lanciando questo tipo di messaggi in modo consistente da circa un anno a questa parte. E da circa un anno io sostengo che le autorità stanno con probabilità fornendo, e non solo, ma anche probabilmente dispiegando delle armi batteriologiche che sono state sviluppate su commesse della CIA da laboratori come la Litton Bionedics. In effetti lei ha menzionato Hazeltine nella sua introduzione. I laboratori di ricerca Hazeltine, sono quelli dove è comparso per la prima volta il virus tipo Ebola , chiamato anche Reston Virus, e disponeva in effetti di virus prodotti con l’ingegneria genetica: essi non erano quindi soltanto dei fornitori di scimmie dei ricercatori delle forze armate. Ebbene, quello che viene pubblicato oggi nell’articolo del New York Times è in verità parte di una più ampia campagna propagandistica diretta ad informare l’opinione pubblica americana che proprio le aree urbane non solo sono a rischio per attacchi da armi batteriologiche ma che in effetti questi attacchi li stanno già ricevendo dai fondamentalisti islamici o dai mussulmani di estrema destra, dai cristiani patriottici o dai gruppi miliziani americani: in realtà è proprio la CIA che, non solo rifornisce tali gruppi e ne è direttamente coinvolta con i suoi agenti infiltrati, ma ha in agenda un vero e proprio programma di riduzione della popolazione degli Stati Uniti di circa il 55 % nei prossimi 25 anni e non solo utilizzando a tale scopo il cancro. Non è una coincidenza, a mio avviso, che L’American Cancer Society (ACS) e il National Cancer Institute (NCI) abbiano dichiarato che un ascoltatore su due ha la possibilità di contrarre il cancro: per questo affermo che tutto ciò fa parte di un programma molto ampio che è chiaramente articolato e documentato nel mio libro.

Dr. Mazlen: Certamente dovremo considerare seriamente e pensare all’impatto di quello che ci sta dicendo e ovviamente ci sarà bisogno di approfondire molto l’argomento: lei ha menzionato nel precedente incontro che sarebbero utili delle ricerche particolari in questa direzione. Naturalmente la cosa diventa un problema particolarmente grave per le persone affette da CFS per il fatto che essi sono già immunodepressi. Essi hanno già un certo carico virale che ora rischiano di aggravare con nuovi batteri ed altro ancora. Vorrei fare una breve digressione: ho trovato che in un gruppo di miei pazienti affetti da CFS la presenza di virus nascosti (Stealth virus) che derivano da una non molto significativa epidemia di un particolare virus sconosciuto, diffusa più che altro nella costa orientale. Altri pazienti risultano positivi al mycoplasma, incluso il mycoplasma fermentans ed io sospetto che ci siano ancora altri tipi di virus che sono stati liberati nel nostro ambiente: lei è andato molto nel dettaglio in questo argomento nel suo libro. Lei ha detto di aver trovato persone che hanno riconosciuto che nel periodo 1970-’71 c’è stato uno speciale Virus cancer program al NIH: cito dal suo libro "il periodo critico durante il quale venni a conoscenza che il dr. Gallo e la sua compagnia avevano creato numerosi retrovirus tipo AIDS". Bene, ovviamente ci sono tutta una serie di altri virus oltre a quello che noi conosciamo con il nome di AIDS. Cosa ne pensa in proposito?

Dr. Horowitz: Assolutamente. Ed è per questo che lei vede così tante persone affette da disfunzioni immunitarie derivanti da CFS. Come da lei sostenuto ci sono altri organismi coinvolti e tutti molto probabilmente sono stati trasmessi attraverso forniture di sangue contaminato come, del resto, di vaccini contaminati. In effetti come sostenevo la volta scorsa, oggi il vaccino orale della polio, che come detto dovremo dare ai nostri figli per legge – anche se nel nostro paese (USA) questo non è vero in quanto ci sono possibilità di esenzione per motivi religiosi e spirituali – è ancora contaminato da virus di scimmia, virus cancerogeni come l’SV40 ed altri ancora, per i quali l’FDA deve chiudere un occhio. Almeno un centinaio di virus contaminanti di scimmia, virus che producono il cancro e immuno soppressione sono presenti per ogni dose di vaccino antipolio orale e la ragione per cui non viene detta la verità ai nostri medici e scienziati è perché i funzionari dell’FDA hanno le mani legate dalle leggi sui brevetti e da accordi di non divulgazione che sono stati imposti dalle industrie farmaceutiche capeggiate da Rockefeller. In questo modo nemmeno gli scienziati possono conoscere la verità. E come essi non hanno appreso la verità, così non l’avranno potuta insegnare: questo significa che né i primari, né gli specialisti, né il personale paramedico hanno mai saputo la verità. Così, quando essi si rivolgono alla gente dicendo "andiamo, venite a vaccinarvi", come nel caso della sindrome da Guerra del Golfo, lei sa che essi le dicono che è per il suo bene, così come stanno dicendo ora a 2.4 milioni di personale militare di vaccinarsi con il vaccino dell’antrace: essi non sanno nemmeno quali sono i rischi che corrono, semplicemente perché non conoscono la composizione di quei vaccini che contengono virus cancerogeni ed immunosoppressori.

Dr. Mazlen: Certamente tutto ciò rappresenta quello che si può definire un pericolo chiaro e preciso. Abbiamo una telefonata in linea, una ascoltatrice, il suo nome è Jeeney, chiama dalle Staten Island e ha una domanda. Jeeney sei in linea, benvenuta in trasmissione. Qual è la tua domanda?

Jeeney: La mia domanda per il dr. Horowitz è, "come è possibile portare questo tipo di informazioni a tutti, in modo tale che vi sia la massima consapevolezza? I medici e gli scienziati potrebbero in tal modo sapere come affrontare tali problemi, specialmente nelle persone affette da CFS e da disfunzioni immunitarie in genere".

Dr. Mazlen: Okay, il dr. Horowitz ci risponderà fra breve. Nel frattempo vorrei fare presente come sia sempre più evidente che i pazienti affetti da CFS siano sottoposti all’azione di altre tipologie di agenti biologici. Io penso che questo aspetto sia estremamente importante; in particolare uno di questi nuovi agenti pare essere particolarmente contagioso ed infettante. Il dr. Erich Ryll lo descrisse in una recente trasmissione. Vorrei soltanto aggiungerlo alla lista di tali agenti "misteriosi"
che possono o meno essere il risultato della ricerca sulle armi batteriologiche. Ora abbiamo nuovamente il dr. Horowitz in linea: Leonard, la domanda di Jeeney era sostanzialmente come poter amplificare l’informazione circa questi studi che lei ha condotto.

Dr. Horowitz: Certamente. Ci sono attualmente due tipi di azioni politiche da raccomandare. Una è sicuramente quella di costruirsi una propria consapevolezza dell’informazione corrente, che non è soltanto quella che si trova nel mio libro "Emerging Viruses: AIDS and Ebola" ma anche i audiocassette o videocassette che sono state prodotte per sintetizzare e nel contempo semplificare l’informazione in modo tale che questa possa arrivare a tutti i vostri cari. È attraverso l’azione di divulgazione personale che si sviluppa fondamentalmente verso i vostri amici e le vostre famiglie per aumentare la loro consapevolezza ed aiutarli a prendere delle decisioni importanti, come quella di evitare possibilmente i vaccini e le trasfusioni di sangue contaminati, così che, una volta diffuso l’allarme, si possa agire con iniziative da portare al congresso USA per una indagine sull’esposizione della cittadinanza alle sostanze batteriche tossiche prodotte dal complesso delle industrie farmaceutiche affiliate al nostro sistema militare. In sostanza, stiamo spingendo per una indagine congressuale come pure, come menzionato dal dr. Mazlen, per una indagine scientifica indipendente dei fatti documentati.

Jeeney: Benissimo, meraviglioso. Penso che questa sia la cosa giusta.

Dr. Mazlen: Grazie Jeeney per la telefonata e per essere stata all’ascolto del nostro programma. Leonard, vorrei che prendessimo in esame ora quanto esposto a pagina 280 del suo libro, dove viene precisato che circa 184 medici ricercatori hanno "ricevuto delle tossine da Fort Dietrich". Non era implicito che questi fossero degli appaltatori di armi batteriologiche, comunque lei fa notare che molte delle persone presenti nella lista erano coinvolte in uno speciale programma di ricerca su virus cancerogeni o vaccini, in ogni caso sono usciti tutti questi materiali. Per quanto ne sa, le risulta che ce ne conservino ancora o che ne siano stati prodotti di nuovi?

Dr. Horowitz: Si dr. Mazlen, queste tossine sono attualmente conservate. Esse sono state conservate e ne sono state anche create altre. In effetti tutto ciò viene illustrato nel libro "Emerging Viruses: AIDS and Ebola" e meglio ancora, penso, in una registrazione audio di un programma intitolato "Nazi-American Biomedical Biowarfare Connection", della durata di circa 3 ore. Si può capire come le radici di questo tipo di ricerche risalgano letteralmente a Hitler. E in più come la famiglia Rokefeller avesse una piena collaborazione con I.G. Farbin. Quello era virtualmente il terzo Reich. Essi erano coinvolti inizialmente in una operazione in cui un certo Eric Traub - un famoso ricercatore medico biologo al servizio di Hitler, sviluppatore di armi batteriologiche – avrebbe dovuto creare dei virus specifici per popolazioni. Ora, sappiamo che la ricerca genetica a quel tempo era agli albori. Negli anni ’50 cominciava già ad andare un po’ meglio: la clonazione è iniziata proprio in quegli anni. Negli anni ’60 la ricerca ha cominciato ad essere molto più sofisticata. Ora siamo al punto di cui lei parlava poc’anzi. In effetti sappiamo per esempio che, come appare chiaro dai documenti a disposizione, Henry Kissinger, che ancora oggi molte persone credono un uomo meraviglioso, in effetti è stato il responsabile dei servizi segreti americani per la caccia ai nazisti durante la seconda guerra mondiale – in una sorta di gioco dei bussolotti chiamato "Progetto Paperclip" – come infiltrato nei gruppi nazisti fuoriusciti dalla Germania, ma non tanto con lo scopo di produrre prove per i crimini di guerra e per il tribunale di Norimberga, quanto piuttosto al servizio dell’Intelligence e delle industrie americane. E fra le persone che uscirono dalla Germania in quel periodo c’era proprio Eric Traub: Traub lavorò quindi per la marina americana, ma questa era solo una delle principali associazioni o accademie militari per cui egli lavorò. Infatti egli lavorò per l’università della California, e per aziende affiliate alla marina militare. In tali lavori vennero creati un numero considerevole di questi virus mutanti ibridi i quali avrebbero prodotto cancro come pure immuno depressione: questo prefigura quindi il lavoro del 1962 che venne chiamato più tardi "Special Virus Cancer Program" o, come oggi viene letteralmente chiamato, Programma "Hugenics" o programma Hitler per l’igiene razziale, se volete. Questo programma ha le sue origini e trova un forte sostegno fra i suoi seguaci agli inizi degli anni ’20; fra questi le famiglie Rockefeller, Prescott, Busch (il padre di George Bush), William Draper III, la Famiglia Reale. Queste sono le persone che letteralmente desideravano spazzare via certe razze e che hanno contribuito all’ascesa di Hitler: oggi non abbiamo più il programma Hugenic, bensì il "Progetto del Genoma Umano", dove laboratori come l’Hazeltine che abbiamo citato precedentemente, o il laboratorio del dr. Gallo e le associazioni collegate come la Litton Bionedics che collaborano con l’NCI, e cammin facendo, tutti i programmi per gli armamenti batteriologici, hanno continuato in tutti questi anni, sotto la parvenza della ricerca sul cancro a perseguire questi scopi. Un paio d’anni orsono, nell’ambito del Progetto del Genoma Umano, dai laboratori di Colt Spring Harbor, non lontano da New York, è stato annunciato il completamento dei genomi umani, ovvero è stato portato a termine ciò che gli Hugenisti nazisti si erano prefissati, il legame di certi geni con certe razze e con certe predisposizioni verso alcune malattie. La predisposizione genetica verso alcune malattie avviene in ben determinate razze: ecco perché oggi, nel campo della ricerca medica, abbiamo degli articoli che si presentano come "Scoperto cancro al polmone nelle donne ebree", oppure "Scoperto il gene dell’anemia falciforme negli uomini di colore", oppure "Scoperto lo sviluppo del sarcoma negli uomini discendenti dagli ebrei europei", oppure "Scoperta infezione da Ebola nelle persone di colore". È molto interessante notare come si parli così frequentemente di "gene degli ebrei" o di "gene dei negri": questo è quanto era in agenda fin dal 1920 negli Stati Uniti, continuato e sviluppato durante il regime nazista ed ora riportato nel Progetto del Genoma Umano. Come disse fondamentalmente a suo tempo il dr. Gallo, il principale virologo al mondo in materia di AIDS, in una mia intervista, sin dal 1975 le persone che hanno lavorato alla messa a punto degli armamenti batteriologici e dei virus, per conto del governo degli Stati Uniti, come pure per la CIA, hanno avuto la possibilità di lavorare con biotecnologie genetiche e molecolari estremamente sofisticate e specifiche che li hanno messi in grado di costruire quello che potremo definire letteralmente lo stimolo per la predisposizione a certe malattie in certe razze umane.

Dr. Mazlen: Torneremo su questo argomento fra qualche istante. Tutto ciò è affascinante ma al contempo anche molto raggelante. Stiamo andando purtroppo fuori tempo massimo. Vorrei dare al dr. Horowitz la possibilità di dirci dove potremo procurarci del materiale in qualche modo collegato al suo libro o ad altri studi che ha prodotto. Leonard, come possono raggiungerla i nostri ascoltatori?

Dr. Horowitz: Chiamando un numero gratuito, 1-888-508-4787, è possibile avere i libri o il video chiamato "I Virus Emergenti nelle Vaccinazioni" che vuol far emergere la verità intorno ai vaccini, in quanto essi non sono così sicuri come le autorità vorrebbero farci credere.

Dr. Mazlen: Ancora una breve domanda prima di chiudere: lei ha parlato anche delle forniture di armi batteriologiche che il nostro paese, insieme ad altri, avrebbe fatto all’Iraq. Cosa ne sappiamo di queste forniture?

Dr. Horowitz: Ci sono diversi documenti al riguardo. Si tratta di reagenti, alcuni dei microrganismi principali per la ricerca e lo sviluppo degli armamenti batteriologici. In effetti sappiamo che negli arsenali militari di Saddam Hussein ci sono molte armi chimiche e batteriologiche di nostra produzione: una lista dettagliata è stata redatta dal capitano Joyce Riley e da alcuni collaboratori. Fra questi ci sono spore di antrace ed una moltitudine di batteri, placche bubboniche che erano presenti in quelle forniture.

Dr. Mazlen: Il che è abbastanza per costituire un monito ai nostri ascoltatori affetti da CFS che abbiamo in qualche modo preparato ad affrontare questi nuovi agenti e virus emergenti come è messo in luce nel suo libro.


#13 ago

ago

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 47 messaggi

Inviato 16 marzo 2006 - 14:46:44

Vorrei raccontare la mia esperienza riguardo al micoplasma.

In Belgio, Kenny De Meirleir ha trovato varie specie di micoplasmi nel 68% dei pazienti affetti da CFS (basta digitare cfs mycoplasma su Medline PubliMed per trovare il lavoro).
Io sono stato in cura da lui con parecchi mesi di antibiotici, e in effetti, dopo un'iniziale effetto peggiorativo (herxeimer), questi mi rendevano asintomatico.
Ho anche incontrato vari altri pazienti notevolmente migliorati, in qualche raro caso guariti, dopo la cura antibiotica. Lì utilizzano il metodo PCR per individuare il DNA del germe nel campione di sangue. Segue una cura di circa un anno a fila.

Nel mio caso purtroppo la terapia non ha avuto buon esito, perchè mentre alcuni sintomi sono scomparsi, lì dove il mycopalsma, che è sistemico, è stato sradicato, la maggior parte sono rimasti e si è creata resistenza al'antibiotico prima che il trattamento finisse.
Inoltre a distanza di due anni ho cominciato a soffrire di una grave candidosi gasto-intestinale, che peggiora gravissimamente la CFS, e che sospetto trovi un'implicazione in quel trattamento.

Aggiungo che a Brussels comsiderano il mycoplasma un opportunista di una disfunzione imunitaria intracellulare (disregolazione della via dell'interferone), che blocca il processo di suicidio delle cellule infette (apoptosi) e quindi favorisce il perpetuarsi dell'infezione. Per questo sarebbe più opportuno agire su questa disfunzione, cosa oggi non ancora possibile, che assumere antibiotici per periodi così lunghi con i rischi connessi (epatopatie, allergie, candidosi, selezione di resistenze, etc.).

Questo l'ho provato sulla mia pelle: dopo aver assunto il farmaco immunomodulatore AMPLIGEN, ho riscontrato per circa un anno un peggioramento esponenziale della malattia, ma insieme a questo una risposta agli antibiotici MOLTO PIù EFFICACE E RAPIDA, direi circa10 volte: questo significa che il sistema immunitario ha un ruolo chiave nel controllo di questo microorganismo, così come probabilmente degli altri agenti ezologici coinvolti in vari sottogruppi di pazienti con la CFS.

#14 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.379 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 31 marzo 2006 - 00:01:37

Ciao Ago, ti ringrazio per aver raccontato la tua esperienza purtroppo non facile, mi sembra, anche per quanto riguarda le cure. In effetti nella nostra situazione, in cui il sistema immunitario ha una funzionamento, diciamo, “anomalo” non è raro che trattamenti sia di tipo tradizionale che “alternativo” (dalla Nosodoterapia, all’agopuntura….) procurino effetti collaterali non da poco. Ma finchè non saranno ben chiari i motivi per i quali si verifica in un dato momento una disfunzione del sistema immunitario e non si lavorerà dunque sull’origine del problema, anch’io credo non sarà facile trovare soluzioni risolutive e definitive.….

Tornando alla ricerca dei mycoplasmi, da quanto ho capito l’esame più usato è il PCR, e tu a quanto ho capito lo hai eseguito in Belgio ma non so quanto tempo fa, dunque ti volevo chiedere, che tu sappia, se ora è possibile farlo anche in Italia. Inoltre se anche a te risulta che a Chieti ricerchino solo il Mycoplasma Pneumonia su sangue e tamponi, oppure attualmente, o su richiesta, cerchino anche altri tipi e soprattutto il Mycoplasma FERMENTANS visto che pare possa essere una probabile causa della Cfs/Fms e altre patologie importanti.

Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata Vittoria.

P.S. Chiederò anche al nostro Dr. Cavallino se conosce particolari test per la ricerca dei mycoplasmi, specialmente del Mycoplasma Fermentans.

VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)

#15 ago

ago

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 47 messaggi

Inviato 19 giugno 2006 - 20:09:44

Scusa per il ritardo!!
Non mi risulta che in Italia venga eseguito il test PCR per la ricerca dei vari ceppi di micoplasma nel sangue. Mi sembra a Chieti facciano colture per i micoplasmi nella regione urogenitale, tramite tamponi, ma probabilmente non lo considerano un agente sistemico perchè non seguono la linea della terapia antibiotica a lungo termine che viene usata in america e in altri luoghi.
Ti dovresti rivolgere ai Red Laboratories a Brussels (www.redlabs.be) o ad altri laboratori in altri paesi.

Ho notato che in alcuni casi di CFS sono coinvolti altri agenti infettivi: si trovano nella letteratura e nelle conferenze: alcuni herpes virus (come ebv, cmv, hhv6A), alcuni enterovirus (come coxackie :) e dei funghi, come aspergillus niger.

Io pero' non penso che la CFS sia una malattia infettiva: secondo me è una malattia immunitaria (in cui vari altri sistemi come quello nervoso ed endocrino sono fortemente coinvolti) in cui gli agenti infettivi sono opportunisti e contribuiscono a mantenerla accesa, come in un giro vizioso. E' quello che penso sulla base di 12 anni di esperienze su me stesso e su tanti amici. Altrimenti perchè un'allergia a un metallo pesante sarebbe in grado di peggiorarla esponenzialmente? Perchè alcuni alimenti, come il latte per alcune persone, peggiorerebbero tutti i sintomi?

Eppure molti di noi hanno collegato i sintomi agli agenti infettivi, perchè le cure antiinfettive (antibiotici, antivirali, nosodi omeopatici) proprio su quei sintomi sono andate ad agire.

#16 icci

icci

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 26 messaggi

Inviato 21 giugno 2006 - 09:07:46

Cari amici questo tema dei micoplasmi è stato affrontato tempo fa' su salutemed dove avevo riportato + o- tutti gli articoli sopra descritti, comprese le teorie del Nicolson.

Vi posso già dire che il test pcr in italia per il fermentans non lo fanno, ho contattato l'unità di biologia molecolare di Padova (la + grande in italia) e dopo un colloquio con il primario mi ha riferito: il fermentans lo abbiamo isolato due-tre volte per ricerca ma non possiamo eseguire il test come routine in quanto i pochi casi riscontrati sono stati definiti dall'amministrazione incompatibile con le spese sostenute.....

Per quanto riguarda la varie tesi su virus di laboratorio etc. io sono convintissimo che la cfs sia un patogeno di sperimentazione, peccato che i ricercatori siano finanziati da chi questi patogeni li hanno inventati.... probabilmente arriveremo ad una cura che non guarisce ma lenisce in modo tale da foraggiare constantemente i produttori dei medicinali che detengono il brevetto delle ricerche fatte sulla nostra pelle.

Infine da notare che le ricerche sui micoplasmi sono state messe in luce da qualcuno che guarda caso poi sponsorizza la vendita di prodotti naturali contro essi (es. il mico+, etc.) quindi chi lo sa.... io ho avquistato il mico+ alla modica cifra di 200 euro e poi si è rivelato intollerato dallo stomaco (e non solo su di me)...

Sinceramente non so cosa aspettarmi dalle ricerche.... penso che non ne verrà fuori nulla (vedi aids, cancro, tumori) di cure definitive.

Anche se poi denunciamo questo comportamento cosa volete che cambi??? è come denunciare la fiat perchè i pezzi di cui sono fatte le auto sono programmati per rompersi dopo un tot per foraggiare il parco ricambi..... mi sembra che dopo decenni che si sa questo le auto continuino a rompersi facilmente....

#17 cara.mella

cara.mella

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 150 messaggi
  • Location:Verona
  • Interests:Lettura! Un tempo trekking, bicicletta, nuotare ed equitazione. Adoro chiacchierare e studiare (quando riesco).

Inviato 23 giugno 2006 - 14:06:15

Carissimi Amici,
leggere i post mi sconvolge, anzi mi lascia a bocca aperta... Faccio alcune domande senza aver letto tutti gli articoli di riferimento. Mi ci vorrà un po' di tempo. Ma qualcuna a caldo non posso proprio rimandarla!!!

La prima domanda è: MA I VARI ESPERTI COSA DICONO DI QUESTI MICOPLASMI???
(chiaro che mi interessano anche gli sferzanti commenti di Giancarlo - mi permetto la confidenza visto che altrove lui dichiara di preferire il semplice nome - e quelli di tutti i medici che conosciamo!!!)

La seconda domanda è: SE ABBIAMO I MICOPLASMI che si nutrono del colesterolo LE NOSTRE ANALISI COME RISULATANO??? (cioè io ho sempre il colesterolo sia "buono" che "cattivo" molto molto basso può essere compatibile con questa ipotesi di contaminazione?)

Per il momento mi accontento così. Poi nei prossimi giorni (con la calma delle mie cellule cerebrali [lesionate?!?!?!] leggerò tutto il materiale) forse avrò domande più pertinenti da proporvi.

Un abbraccio a tutti
Cara

"Approfittare di tutte le cose più piccole e farle per AMORE"
S. Teresa del Bambin Gesù

#18 Incavolato

Incavolato

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 190 messaggi

Inviato 12 luglio 2009 - 14:11:40

Carissimi Amici,
leggere i post mi sconvolge, anzi mi lascia a bocca aperta... Faccio alcune domande senza aver letto tutti gli articoli di riferimento. Mi ci vorrà un po' di tempo. Ma qualcuna a caldo non posso proprio rimandarla!!!

La prima domanda è: MA I VARI ESPERTI COSA DICONO DI QUESTI MICOPLASMI???
(chiaro che mi interessano anche gli sferzanti commenti di Giancarlo - mi permetto la confidenza visto che altrove lui dichiara di preferire il semplice nome - e quelli di tutti i medici che conosciamo!!!)

La seconda domanda è: SE ABBIAMO I MICOPLASMI che si nutrono del colesterolo LE NOSTRE ANALISI COME RISULATANO??? (cioè io ho sempre il colesterolo sia "buono" che "cattivo" molto molto basso può essere compatibile con questa ipotesi di contaminazione?)

Per il momento mi accontento così. Poi nei prossimi giorni (con la calma delle mie cellule cerebrali [lesionate?!?!?!] leggerò tutto il materiale) forse avrò domande più pertinenti da proporvi.

Un abbraccio a tutti
Cara

Visualizza Messaggio


so che questo post è molto vecchio ma è molto interesante,per esempio io mangio molta roba grassa e per forza di cose sono abbastanza sedentario ma il colesterolo incredibilmente non solo non è alto ma risulta sempre sotto la norma.

#19 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 13 luglio 2009 - 08:38:22

Estratti da emergenzautismo, ringrazio maria777
Il colesterolo presente nell’organismo da dove proviene?
Ci sono due sorgenti di colesterolo: quello proveniente dalla dieta e quello prodotto dall’organismo (colesterolo endogeno).

Perchè c’è bisogno del colesterolo?
Il colesterolo è un componente necessario a tutti i tessuti e a tutte le cellule perchè fa parte della membrana cellulare, che è il sacco che racchiude la cellula e dal quale passano i nutrienti. Il colesterolo è presente in alte quantità nei nervi periferici, nella colonna vertebrale e nel cervello. Parte della mielina è composta di colesterolo, la mielina è necessaria alla comunicazione tra neuroni. Nel cervello c’è più colesterolo che in qualsiasi altro organo.

O non lo assumi o non lo assimili o non lo produci …
E ancora:
L’LDL è associato al cattivo coleserolo. Percvhè bassi livelli di colesterolo LDL sono considerati pericolosi?
L’LDL protegge dalle infezioni. I batteri staffilococchi morti producono tossine in grado di distruggere le cellule, inclusi i globuli rossi. L’LDL protegge i globuli rossi dagli effetti tossici delle endotossine mentre l’HDL , il colesterolo buono, non ha effetto protettivo.
In uno stufdio condotto all’università di Pittsburgh si è visto che in persone con colesterolo LDL al di sotto dei 160mg/dL, i globuli bianchi erano molto inferiori alla norma. I problemi immunitari sono molto comuni in soggetti SLOS, e le infezioni in questi soggetti diminuiscono rapidamente con la supplementazione di colesterolo.

..tra l'altro siccome basso colesterolo indurrebbe eccessivo nervosismo ecco spiegato pure il tuo nik!!..
Meglio cinghiale che pecora

#20 Incavolato

Incavolato

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 190 messaggi

Inviato 13 luglio 2009 - 10:05:51

io non sono nervoso sono inca44ato nero :unsure:

#21 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 13 luglio 2009 - 10:26:34

cmq io indagherei.. per prima cosa basso quanto?
se fosse cosa patologica dettata da modificazione genetica forse la supplementazione potrebbe giovarti, cosi da incavolato diventeresti anche forse ognitantonervoso...
Meglio cinghiale che pecora

#22 nessunnome

nessunnome

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.223 messaggi

Inviato 13 luglio 2009 - 14:54:12

io nn ci capisco niente...erto che pure io ho colesterolo bassino..e certo che a prendere l'olio di girasole mi viene 1 nausea acuta e problemi neuro..si acuiscono i sintomi ME/cfs..non ci capisco nulla!e nn so se centri col colesterolo..se sia buono o cattivo..forse nn centra nulla!ma siamo sicuri che a Nioi facciano bene i pufa, epa, ecc. che tra l'altro avevo postato 1 ricerca fatta al Negridi milano in cui si dice che gli oli polinsaturi contrastano capacità del cervello di disintossicarsi
..a sto punto..non è che facciano bene i saturi (il colesterolo è dato dai saturi o mi sbaglio!)..comunque dovremo o potremo avere carenze del metabolismo lipidico, dovremo fare un FAT PROFILE?..o vaneggio??
ma se quei bast********camici bianchi che fanno ricerca avessero l'entusiasmo e la volontà nostra!!!dovrebbero ammalarsi tutti...
e sono pure inca**ata con o senza colesterolo.. :unsure:




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.