Vai al contenuto

Auguri di Buone Feste
Foto

Sensibilità ai campi elettromagnetici


  • Per cortesia connettiti per rispondere
39 risposte a questa discussione

#31 gladiola

gladiola

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 153 messaggi

Inviato 07 giugno 2007 - 15:04:29

Caro Bodj !

Un grazie immenso per le tue informazioni, le tue considerazioni e gli agganci con l'estero ! Importantissimo!
Leggero' tutto con calma e ti faro' sapere!

Gladiola :tn_255[1]:

#32 bodj

bodj

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi
  • Gender:Not Telling
  • Location:Italia
  • Interests:www.facebook.com/cnr.mcs

    CNR-MCS
    Campagna Nazionale per il Riconoscimento della
    Sensibilità Chimica Multipla e sindromi sovrapponibili

Inviato 08 giugno 2007 - 07:52:48

Caro Bodj !

Un grazie immenso per le tue informazioni, le tue considerazioni e gli agganci con l'estero ! Importantissimo!
Leggero' tutto con calma e ti faro' sapere!

Gladiola  :)

Visualizza Messaggio



A proposito di basse esposizioni ecco la risposta personale da parte di uno scienziato di caratura mondiale sulla EHS (Ipersensibilitá Elettromagnetica) mentre in Italia dicono che sei psichiatrico, o che di pende dalla tua anima, o dal tuo karma:

Dear Mr. (bodj),

thank you for your request.
Well I am aware of cases similar to yours (sintomi invalidanti totali dopo pochi secondi con un normale telefono fisso). I attach you a file from sweden called "black on white" which
is a document on EHS.
Even normal landline telephones can produce magnetic fields from the loudspeaker close to the ear too much for sensitive people.
The same is possible in cars - which can expose you to substantial magnetic fields depending on the car.
It might be helpful to learn more about EMF sources, measurement and mitigation in order to improve health.

TROVATEVI UN BUON MEDICO DI BASE/SPECIALISTA E FATELO STUDIARE DA QUESTI REALI ESPERTI.
www.ama-mcs.it
Association Vs. Enviromental Diseases and Multiple Chemical Sensitivity

www.riconoscimentomcs.it

Immagine inserita
CNR-MCS Campagna Nazionale per il Riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

#33 bodj

bodj

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi
  • Gender:Not Telling
  • Location:Italia
  • Interests:www.facebook.com/cnr.mcs

    CNR-MCS
    Campagna Nazionale per il Riconoscimento della
    Sensibilità Chimica Multipla e sindromi sovrapponibili

Inviato 09 giugno 2007 - 07:59:18

A proposito di basse esposizioni ecco la risposta personale da parte di uno scienziato di caratura mondiale sulla EHS (Ipersensibilitá Elettromagnetica) mentre in Italia dicono che sei psichiatrico, o che di pende dalla tua anima, o dal tuo karma, o dal tuo trauma infantile, o dal conflitto col tuo gatto:
...

Visualizza Messaggio


Traduzione:

Caro Signor (bodj),
grazie per la sua richiesta. Sono a conoscenza di casi simili al vostro (sintomi invalidanti totali di un malato molto elettrosensibile dopo pochi secondi con un normale telefono fisso, N/A=nota dell´Autore).
Le allego un file (un libro di testimonianze di elettrosensibili pubblicato da FED, Associazione elettrosensibili svedese, N/A) dalla Svezia che si chiama “Nero su Bianco„ il quale é un documento sulla EHS (sindrome Ipersensibilitá elettromagnetica, N/A).
Anche i telefoni normali fissi (non DECT, N/A) possono produrre campi magnetici dall'altoparlante vicino all'orecchio troppo per la gente sensibile.
Lo stesso è possibile nelle automobili - le quali possono esporli a notevoli campi magnetici secondo il tipo di automobile.
Potrebbe essere utile imparare di più circa le fonti (elettromagnetiche, N/A), la misurazione e il contenimento degli EMF (campi elettromagnetici, N/A) per migliorare la salute.
www.ama-mcs.it
Association Vs. Enviromental Diseases and Multiple Chemical Sensitivity

www.riconoscimentomcs.it

Immagine inserita
CNR-MCS Campagna Nazionale per il Riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

#34 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 14 aprile 2008 - 19:03:03

Traduzione:

Caro Signor (bodj),
grazie per la sua richiesta. Sono a  Potrebbe essere utile imparare di più circa le fonti (elettromagnetiche, N/A), la misurazione e il contenimento degli EMF (campi elettromagnetici, N/A) per migliorare la salute.

Visualizza Messaggio


In Svezia la sindrome da inquinamento eletromagnetico (ma si chima con un nopome un po' diverso) e' considerata malattia gravemente disabilitante.

resto del posto rimoso da joseph1951

Messaggio modificato da joseph1951, 15 aprile 2008 - 02:07:42


#35 bodj

bodj

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi
  • Gender:Not Telling
  • Location:Italia
  • Interests:www.facebook.com/cnr.mcs

    CNR-MCS
    Campagna Nazionale per il Riconoscimento della
    Sensibilità Chimica Multipla e sindromi sovrapponibili

Inviato 14 aprile 2008 - 20:09:20

In Svezia la sindrome da inquinamento eletromagnetico (ma si chima con un nopome un po' diverso) e' considerata malattia gravemente disabilitante. I fenomeni elelttromagnetici anomali possono essere casuati anche da presenza sotterranee di falde acquifere da _ materiail organici da  rocce, ed anche da impianti elettrici difetosi che causano fughe di elelttricita' dalla prese,.
Gli impianti elettrici delle abitazioni inglesi sono notoriamente fatti male..
Poi le  emissioen delle antenne dei cellulari, dei wi-fi.
In Inghilterra  lo scienziato congliere delle  del governo esperto di interferenze elettromagnetiuhe e  delle ripercussioni sulla salute  causatida campi elettromagnetici anomali si e' dimesso dall'incarico in segno di protesta.

In Italia, sull'inquiamento elettromagnetico avete leggi piu' severe di quelle addottate dal Governo inglese.
Ma questo non vuole necessariamente dire che, il ministro della sanita' italiana prenda la cosa sul serio...

Visualizza Messaggio


Caro Joseph devo correggere alcune affermazioni che hai fatto senza volere per questo essere pedante. Scusami:
- l´elettrosensibilitá (EHS) é sempre correlata MCS-ME-FM e dipende da intossicazione da metalli pesanti e tossine, denutrizione cellulare, e danni alla membrana celluilare. Questo semplificando molto. E´chiaro che fonti EMF acuisco e aggravano la malattia ambientale o pssono provocare anche incidenti mortali (alta omocisteina >8) come infarti, aneurismi, ictus, etc. Nei casi meno gravi si giunge a eventi come flebiti, arrossamenti della pelle, pulsazioni disabilitanti al capo, carotide, bruciori alle mani o altre parti del corpo, etc.. Strategie di contenimento immediato evitamento chimico-elettromagnetico, supplenmentazione cellulare e pratiche di detox molto leggero e misurato secondo procolli (v. AREAMEDICI ns. sito) e consulenze specialistiche personalizzate di medicina ambientali (noi conosciamo solo riferimenti esteri qualificati).
- In Svezia vengono pagati i presidi di protezione ai malati EHS secondo le normative sulla disabilitá e sul relativo riconoscimento. Vedi video della BBC PANORAMA sul ns sito e EHS STATE OF THE ART di Johansson.
- le norme di radioprotezione e da EMF é vero che in Italia sono piú basse che (ad esempio) in Germania, rispettivamente 6V/m contro 40. L´esperienza direttae strumentale dimostra purtroppo che la esposizione é MOLTO MINORE in Germania, generalmente. Chiaro che la situazione non é ottimale ma molti pazienti di EHS italiani hanno confermato (anche un medico) questa veritá.
In Italia esistono decine di migliaia di tabelle che nessuno fa rispettare. Si sappia che le ARPA spesso non hanno neanche gli strumenti per verificare le emissioni fino a 300GHz ma solo fino a 6 (fonte medica riservata). Qualcuno si ricorda come finí la storia della atrazina in Pianura Piadane e della acqua inquinata? Resa potabile per decreto.
Questa é l´Italia. Non quella che leggete sui giornali.
Scusate se ho omesso le fonti di quanto ho affermato. Alcune le trovate nel ns. sito. Per altre ci stiamo lavorando per renderle disponibili ma parlaimo di migliaia di citazioni. Ci vorranno anni se qualcuno non ci aiuta.
www.ama-mcs.it
Association Vs. Enviromental Diseases and Multiple Chemical Sensitivity

www.riconoscimentomcs.it

Immagine inserita
CNR-MCS Campagna Nazionale per il Riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

#36 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 08 settembre 2008 - 09:06:19

Qualcuno conosce il dottor Paolo Carrer ricercatore di Medicina del Lavoro all'ospedale Sacco di Milano? è specializzato in MCS.
grazie

#37 bodj

bodj

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 22 messaggi
  • Gender:Not Telling
  • Location:Italia
  • Interests:www.facebook.com/cnr.mcs

    CNR-MCS
    Campagna Nazionale per il Riconoscimento della
    Sensibilità Chimica Multipla e sindromi sovrapponibili

Inviato 08 settembre 2008 - 12:52:09

Qualcuno conosce il dottor Paolo Carrer ricercatore di Medicina del Lavoro all'ospedale Sacco di Milano? è specializzato in MCS.
grazie

Visualizza Messaggio


Rispondo con una comunicazione formale richiesta appositamente:

Non siamo informati di medici operanti in Italia che diagnosticano MCS secondo l' UNICO protocollo diagnostico validato e riconosciuto internazionalmente (Consenso Internazionale 1999).Lo stesso dicasi per la ME per il Consenso Canadese ME tradotto da alcuni del Forum CFSITALIA noti o per altre malattie ambientali sovrapponibili come EHS e GWS.

Quello che otterrete da Istituzioni pubbliche (e molti medici privati che "hanno cambiato idea" dall' estate 2005) è una diagnosi, se va "bene", di IEI. Leggete nel ns. sito alla sezione MCS

A livello terapeutico la situazione è identica e peggiore. Il "nuovo" che avanza in Italia dalla Università La Sapienza si chiama PNEI (una versione gentile e vendibile di psicosomatica?) che non ha riscontro in NESSUNO dei vari consulenti internazionali che conosciamo tra i quali anche Professori di Psicologia americani o della pratica clinica ambientale.
Pare che alcuni pazienti che hanno ottenuto l' appoggio di un noto "specialista" italiano (a noi non risulta nessuno suo studio pubblicato in materia) siano stati poi "folgorati" dalla PNEI poi supportandola essi stessi tra gli altri malati.

Due associazioni italiane (SOS UTENTI e AMICA) indicano tra i loro riferimenti medici PNEI. Tale teoria PNEI risulterebbe appoggiata indirettamnete da settori dell'ISS visto che un noto esperto pubblico è stato consulente del GRUPPO DI STUDIO presso l' ISS.
SOS UTENTI ha nominato uno dei massimi propugnatori PNEI come suo Presidente di recente.
Il giudizio finale non ci spetta ma ci teniamo a differenziarci nel rispetto della libertà di ciascuna associazione ad assumere la posizione che ritiene corretta, così come la ns. libertà di esprimere critiche e porre domande contiamo non venga sanzionata con qualche azione per zittirci definitivamente.

Non a caso da talune realtà ci dissociammo anni fa passando pure per quelli che "dividono" grazie a una opera diffamatoria capillare operata da ignoti come riportato nel ns. comunicato in HOME PAGE.
Noi crediamo che la strada maestra per la gestione delle malattie ambientali sia quella contenuta nella attuale bozza degli OBIETTIVI CNR-MCS nella sezione CAMPAGNA del ns. sito e documentata nella AREA MEDICI.

Nella sotto sezione PROTOCOLLI TERAPEUTICI della ns. AREA MEDICI CNR-MCS trovate tutti i documenti utili che, da subito, potrebbero migliorare la Vs. condizione di malati ambientali se attuati sinergicamente insieme e sotto controllo medico per la parte farmacologica. Ciascuno deve valutare ovviamente a livello personale. Non è un consiglio medico. Riportiamo l' esperienza diretta di persone a noi vicine e di malati esteri.

In questi anni ci siamo documentati e abbiamo investito tante risorse economiche personali per arrivare a pubblicare quanto è riportato nel ns. sito (CONTIAMO SUL VS SUPPORTO ECONOMICO ANCHE SE SIMBOLICO), Dopo essere anche noi caduti in certi luoghi comuni e disinformazione creata ad arte in Italia non solo da Istituzioni pubbliche o taluni medici. Abbiamo operato una selezione precisa e puntuale di quanto è pubblico e disponibile gratuitamente grazie anche alle consulenze internazionali prestigiose di cui ci avvalliamo. Notiamo purtroppo che diversi pazienti ambientali italiani, spesso non conoscendo l' inglese, seguono di volta in volta l' "esperto" ("e vuole aiutare i malati") che loro viene proposto da un bene collaudato sistema di mistificazione e disinformazione. Risultato, soldi spesi e attese deluse, intanto però passano anni preziosi E UTILI AL "SISTEMA", le persone peggiorano nella loro condizione clinica in modo sempre più irreversibile, una parte ci lascia per sempre. Non so cosa hanno detto a voi delle malattie ambientali sovrapponibili (MCS, EHS, ME, GWS, Autismo, etc), noi sappiamo per certo (sperimentazione personale) che è una delle malattie cronico degenerative più gravi e disabilitanti. Non siamo noi a dirlo. Vedi anche la posizione del gruppo di studio presso l'Istituto Koch per conto del governo tedesco nel 2003.

Rammentiamo che il 50% della cura è rappresentato dalle cure di mantenimento e cambiamento stile di vita, alimentare, etc secondo i protocolli validati clinicamente in molti decenni da molti centri specializzati nel mondo. Le persone purtroppo inseguono il mito della medicina foraggiata da BIG PHARMA, una malattia, una terapia o "pillola" che cura.
In qualsiasi malattia cronico degenerativa, da sempre, è un insieme di terapie e strategie quotidiane (alcune solo per la fase acuta nei primi anni, come stretto evitamento nel ns. caso) che portano il risultato del ritorno parziale o totale alla fase iniziale. Da nessuna malattia cronico degenerativa si guarisce mai completamete in senso compiuto una volta che il DNA sia stato danneggiato (NAT2, MTHFR, CYP2D6, PON1, PON2, in MCS). Tuttavia, un ritorno alla vita sociale, lavorativa, magari con un alcuni limiti e disabilità contentute, con protezioniapposite, è possibile e questo lo dimostrano i malati che direttamente abbiamo conosciuto all' estero.
QUANTO PRIMA SI INTERVIENE TANTO PIU' SI TONERA' INDIETRO. PURTROPPO IN ITALIA LA PREVENZIONE PRIMARIA E' SEPOLTA DA DECENNI ESSENDO STATA SOSTITUITA DA: LA MORTE PER "MALORE" O PER "STRESS" A FATTO COMPIUTO.
Le ultime novità dalla SCUOLA PSICHIATRICA WESSLEY (consulenti per assicurazioni e governi compiacenti) di Londra parlano della "mente" che sarebbe in grado di modificare il DNA. Se capita in senso peggiorativo realmente potremmo allora pensare "positivo" e trasformare il ns. corpo a piacimento (magari volare...) come in un qualsiasi film MATRIX di serie B.

Per contenere le "spese" sanitarie, invalidità, pensioni, gli Stati meno "attenti" ai diritti del cittadino scelgono la via psichiatrica insieme a quella psicosomatica ed eventualmente (noi crediamo) della PNEI. E' quanto si appresta a fare l' Italia entro tempi molto stretti con la definizione IIAAC SCM e che comunque per quanto riguarda la gestione psichiatrica delle malattie ambientali ciascuno di Voi si è reso conto, almeno nella maggior parte dei casi, a livello personale accedendo in un ospedale italiano. Spesso non ve lo dicono direttamente in faccia per non incorrere in questioni legali e di risarcimento danni.

Poniamo una semplice domanda sul discorso spesa pubblica. Primo, il cittadino ha pagato le tasse per ottenere cure e assistenza qualificate ed efficaci prima di ammalarsi ed èe suo diritto costituzionale essere assitito sennò tanto vale tornare all' epoca dei Comuni mediovali, Secondo, un malato che torna al lavoro contribuirà ancora al benessere sociale e ricchezza della comunità tutta e non di m meno, la sua professionalità e conoscenza non verrà perduta..
Ci sono forse altre motivazioni di fronte a certe "sviste" e l' arresto del Dr. Martini dell' AIFA e metà consiglio direttivo di qualche mese fa è solo la punta dell' iceberg di una gestione della cosa pubblica molto influenzata da lobby note. Potremmo portare l' esempio delle dosi del tale pesticida per frutteti che sono imposti a dose doppia rispetto alla Germania. Parliamo di una multinazionale che produce sia pesticidi che farmaci.

Sulla EHS (ricordiamolo, sempre compresente con MCS, FM ed ME più malattie correlate degenerative che subentrano nella progressione) segnaliamo l' ultimo studio prodotto dal Prof Olle Johansson del Karolinska Institute che gentilmente egli ci ha segnalato di recente in una comunicazione privata:

Johansson O,
”The functional impairment electrohypersensitivity
and health effects of modern-life electromagnetic fields: A
neuroscientist’s views”,
In: Proceedings of the First Hellenic Congress
on the Effects of Non-Ionizing Radiation, with International Participation
(eds. LH Margaritis, SA Zinelis), Thessalonica, Greece, 2008, pp 13-18

LINK STUDIO JOHANSSON

Consigliamo come sempre di leggere almeno le decine di documenti base dal ns. sito e di non interpellare direttamente gli autori internazionali poichè quasi sicuramente le risposte che cercate sono nei documenti disponibili. In ogni caso le risposte pratiche le trovate presso i medici ambientali clinici (sopratutto del Nord America) con esperienza almento decennale e che operino secondo i protocolli diagnosti di cui sopra. Qualsiasi altro criterio diagnostico sopracitato non ha validità in sede medico-legale internazionale per quanto attiene al riconoscimento dei propri diritti, quindi risorse per contenere l' avanzamento e uscire dalla fase cronico degenrativa e invalidante. Il fatto che in Italia si riesca a far passare quello che è stato già affossato, quanto meno confinato, negli altri Paesi non significa che otterrete quanto stanno promettendo a malati ambientali "reclutati" negli attuali centri diagnosi italiani con la promessa di cure ma che in realtà farete parte di uno studio IEI statale.

L' ELENCO MEDICI CHE DIAGNOSTICAVANO MCS (pubblicato in questo Forum) FU DA NOI REALIZZATO A FINE 2004 (manca la fonte, tra le altre cose)
NON E' PIU' VALIDO DA MOLTO TEMPO PER CUI NE CHIEDIAMO LA RIMOZIONE UFFICIALMENTE AGLI AMMINISTRATORI DEL SITO.

Non forniamo nomi di medici italiani che comunque si interassano onestamente alle malattie ambientali (che comunque non dispongono di centri ed esperienza per gli stadi degenerativi se guardaimo oltre confine) per proteggerli dalle ritorsioni professionali e mediatiche dei soliti soggetti a Voi ben noti, Per favore non scriveteci più richiedendo questa informazione. Le energie non ci permettono di dare risposte scontate e ripetute varie volte. Il consiglio principe è sempre quello, siate attori della Vs guarigione insieme al necessario supporto dei Vs. famigliari, imparate l' inglese, create dei gruppi auto mutuo aiuto LOCALI slegati da qualsiasi associazione nazionale, sostenete anche economicamnte le persone che operano nei gruppi di ricerca e scambio dati internazionali.

I medici, pubblici e privati, che si occupavano di MCS e altre nel passato, sono stati ""ricollocati" (es. da Allergologia a Cardiologia) oppure hanno "cambiato idea" (da eziologia immunologica e ambientale a IEI, idiopatica, di origine sconosciuta).
Ci vengono segnalati continuamente casi di intimidazione, isolamento, "consigli", a medici, avvocati, famigliari o conoscenti che supportano con senso civico e del dovere i malati ambientali.
L' informazione mediatica al 99%, quando se ne occupa, segue le solite parole d' ordine di certi settori pubblici e non: "non c' è cura", "bisogna studiare", "bisogna fare uno studio epidemiologico" (la MCS è diagnosticata nel mondo dal 1945, la EHS è riconosciuta in Svezia da anni, etc.), "non si conosce l' origine" (845 studi...).
Il Canada nel 2003 valutò in 15 miliardi di dollari il costo dei malati ambientali. Nei Rapporti CHRC pubblicati nella sezione didattica del ns. sito trovate l' ultima posizione che in Ontario è stata messa in pratica ufficialmente da gennaio scorso con misure restrittive a tutela dei malati ambientali e PREVENZIONE di TUTTE LE MALATTIE CRONICO DEGENRATIVE, una per tutte, divieto di uso pesticidi e cosmetici in tutti i luoghi e trasporti pubblici. Basterebbe copiare ma in Italia si inventerebbero una commissione anche per questo prendendo ulteriore tempo.

Grazie per l' attenzione e in bocca al lupo a tutti
CNR-MCS
www.ama-mcs.it
Association Vs. Enviromental Diseases and Multiple Chemical Sensitivity

www.riconoscimentomcs.it

Immagine inserita
CNR-MCS Campagna Nazionale per il Riconoscimento della Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

#38 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 08 settembre 2008 - 21:55:10

Scusa l’ignoranxa… ma cosa c’azzecca la pnei con la MCS???
Io non so voi ma a me mi sembra proprio una grande ..lascio a voi la scelta della parola ..
La scuola wessley, accidenti ma che è???
E volutamente w minuscolo…
Mente in grado di modificare…magari … in questo modo oltre a tutto il resto si colpevolizza pure chi sta male… io non sono cattolica ma un insegnamento buono almeno da li si sarebbe dovuto prenderlo nella cristianissima italietta.. non era fra gli insegnamenti il fatto che i piu deboli dovevano essere aiutati? Non era la prima volta che si diceva che gli ultimi andavano innalzati e ascoltati? Ora si torna a prima, cioè il forte è forte e sopravvive ? duemila anni indietro…
Mannaggia … un passo avanti costa tanta fatica e poi basta un pincopalla e si rimette in gioco tutto


Bodj non so che dire..le cose che hai detto sono talmente ovvie che parrebbero scontate, ma non è cosi, pare.

Per cui ..anche la MCS sarebbe psicologica?? È questo che si vorrebbe far passare?? Allora.. Me/cfs fm autismo e MCS ..e che altro? Non so a me pare cosi evidente che sono patologie di origine tossica ..ci sono migliaia di ricerche che lo affermano prove su pove su prove… come affermare ancora una panzanata simile? Con che faccia?
Meglio cinghiale che pecora

#39 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 08 settembre 2008 - 22:01:24

mmm... fose scorte di psicofarmaci da smaltire???
Meglio cinghiale che pecora

#40 silvias

silvias

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 313 messaggi

Inviato 16 settembre 2008 - 10:07:51

ciao bodj. grazie delle tue segnalazioni. sto cercando di leggere i documenti che si trovano sul tuo sito...ci sarebbero mille cose da cui stare attenti...ma il problema è che magari in Italia non ci sono nemmeno i negozi dove andare a comprare certi materiali atossici.
ad es. in un documento si fa riferimento al materasso, che secondo il dottore che scrisse il doc. dovrebbe essere di cotone atossico perchè in genere nei materassi ci sono pesticidi per evitare le muffe. ma io non saprei nemmeno dove andare a prendere un materasso del genere...

10. CONTROLLING EXPOSURES IN YOUR BEDROOM
Since most people spend 7 to 8 hours daily in bed, it is critical that your bed be non-toxic. Waterbeds made of plastic can off-gas phthalates and other chemicals, worse when they are heated, as is often the case. Even regular mattresses with synthetic covers or slipcovers can be a source of toxic off gassing. On-going exposure to chemical off gassing can cause increased illness in chemically injured persons. Commercial mattresses typically contain pesticides for mold. Mold can be more safely controlled with a barrier cloth cover and a mattress without pesticides.

The ideal non-toxic bed has a frame made of metal or untreated, solid wood and a cotton mattress or futon, preferably made from cotton grown without pesticides (sometimes called “organically grown cotton”). The mattress also should not have been treated with pesticides or other chemical additives, which are typically used for preserving commercial mattresses. Note that a doctor's prescription is often required to obtain a mattress that has not been treated with fire-retardant chemicals. Mattresses and foam pillows also can off-gas chemicals. These pillows should be replaced either with all-cotton pillows (from “organically grown cotton”), which may get lumpy, or wool which is wonderfully comfortable all year long (Janice’s Corp.) or if you are sure you are not allergic to dander or feathers--with a down or feather pillow, birds raised without pesticides if possible. Use barrier cloth covers on pillows and mattresses (organic cotton safest) to keep out dust and mold. When buying new linens (or clothing), try to avoid “permanent press” fabrics (these are often treated with formaldehyde or other toxins) and look for “organically grown natural fabric.” Never use a “fabric softener” when washing your bed linens or clothing as these products are respiratory irritants. A water softener system is okay, but may not be best for drinking and cooking. For more information, consider reading Success In The Clean Bedroom, by Natalie Golas, published by Pinnacle (Rochester NY). Organic cotton clothing and linens can be ordered from Janice’s Corp. (800-526-4237), and Heart of Vermont (800-639-4123).




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.