Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Un potenziale strumento diagnostico per la sottotipizzazione dell'encefalomielite mialgica/sindrome da fatica cronica


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Amministrazione

Amministrazione

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 563 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 18 settembre 2021 - 11:29:12

Ricevuto da Giada Da Ros, Presidente CFS/ME Associazione italiana O.v.D

 

IL COMPONENTE C1Q DEL COMPLEMENTO COME POTENZIALE STRUMENTO DIAGNOSTICO PER LA SOTTOTIPIZZAZIONE DELL'ENCEFALOMIELITE MIALGICA/SINDROME DA FATICA CRONICA – Castro-Marrero et al.

https://www.mdpi.com...0383/10/18/4171

 

Background: Le analisi del sangue di routine sono sistematicamente utilizzate nella clinica per diagnosticare malattie o confermare lo stato di salute degli individui. Per l'encefalomielite mialgica/sindrome da fatica cronica (ME/CFS), una malattia che si basa esclusivamente sui sintomi clinici per la sua diagnosi, le analisi del sangue servono solo per escludere le condizioni sottostanti che portano a fatica da sforzo. Tuttavia, gli studi che valutano set di dati ematici completi e di grandi dimensioni con approcci combinatori per evidenziare la patologia ME/CFS o rilevare/identificare sottogruppi di casi sono ancora scarsi.

Metodi: Questo studio ha usato l'analisi gerarchica imparziale dei cluster di una grande coorte di 250 casi femminili di ME/CFS attentamente fenotipizzati per esplorare questa possibilità.

Risultati: I risultati mostrano tre cluster basati sui sintomi, classificati come gravi, moderati e lievi, che presentano differenze significative (p <0,05) in cinque parametri ematici. Inaspettatamente lo studio ha anche rivelato alti livelli di fattore di complemento C1q circolante in 107/250 (43%) delle partecipanti, ponendo C1q come molecola chiave per identificare un sottotipo/sottogruppo ME/CFS con sintomi di dolore più evidenti.

 Conclusioni: I risultati ottenuti hanno importanti implicazioni per la ricerca dell'eziologia della ME/CFS e, molto probabilmente, per l'implementazione di futuri metodi di diagnosi e trattamenti della ME/CFS nella clinica.

 

 


Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.