Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Risultato dall'analisi approfondita del proteoma plasmatico nella ME/CFS


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 Amministrazione

Amministrazione

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 535 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 12 febbraio 2021 - 16:58:20

Riceviamo da Giada Da Ros, Presidente CFS/ME Onlus Associazione Italiana, e pubblichiamo:

 

"Una decina di giorni fa è uscito lo studio “L'analisi approfondita del proteoma plasmatico nella ME/CFS mette in evidenza l'interruzione della segnalazione di efrina-Eph e del sistema immunitario”, firmato da Arnaud Germain, Susan Levine e Maureen Hanson.

 

Qui il link allo studio:  https://www.mdpi.com/2227-7382/9/1/6

 

Qui sotto la traduzione dell’abstract:
 

L'encefalomielite mialgica/sindrome da fatica cronica (ME/CFS) è una malattia invalidante con prevalenza mondiale e terapie limitate volte esclusivamente al trattamento dei sintomi. Per ottenere approfondimenti sulle interruzioni molecolari nella ME/CFS, abbiamo utilizzato una tecnologia basata su aptameri che ha quantificato 4790 proteine umane uniche, permettendoci di ottenere il più grande set di dati proteomici finora disponibile per questa malattia, rilevando proteine altamente abbondanti così come proteine rare su una gamma dinamica di nove log. Riportiamo uno studio pilota di 20 pazienti ME/CFS e 20 controlli, tutte femmine. Differenze significative nei livelli di 19 proteine tra i gruppi chiamano in causa percorsi relativi alla matrice extracellulare, il sistema immunitario e la comunicazione cellula-cellula. I risultati delle analisi dei pathway e dei cluster evidenziano in modo robusto il pathway dell'efrina, che è coinvolto nella segnalazione cellula-cellula e nella regolazione di un'ampia varietà di processi biologici, tra cui la guida degli assoni, l'angiogenesi, la migrazione delle cellule epiteliali e la risposta immunitaria. Le analisi della curva Receiver Operating Characteristic (ROC) distinguono i proteomi plasmatici dei pazienti ME/CFS dai controlli con un alto grado di accuratezza (Area sotto la curva (AUC) > 0.85), e ancora più alto quando si usano i rapporti proteici (AUC fino a 0.95), che includono alcune coppie di proteine con rilevanza biologica stabilita. I nostri risultati illustrano quanto sia promettente la proteomica plasmatica per la diagnosi e la decifrazione delle basi molecolari della ME/CFS.
 

Arnaud ne fa una presentazione in un video di circa 5 minuti qui: https://youtu.be/lnzRV8IyuaI

 

Qui trovate la trascrizione in inglese di quello che viene detto: https://neuroimmune.cornell.edu/wp-content/uploads/2021/01/Germain_Video_Abstract-Transcript.pdf

Qui la traduzione in italiano di un tratto saliente:

 

Quando abbiamo eseguito un'analisi dei pathway, abbiamo trovato prove di un percorso di segnalazione del pathway efrina-Eph, che coinvolge proteine che possono riconoscersi l'un l'altra  e permettono il trasferimento di messaggi da una cellula all'altra.

La comunicazione da cellula a cellula è cruciale per l'omeostasi del corpo ed esiste negli organismi viventi fin dall'inizio dei tempi per percepire i segnali ambientali, ed è ancora più cruciale e complessa per gli organismi multicellulari come l'uomo, dove deve essere coordinata l'attività dei 40 trilioni di cellule che ci compongono.

Il pathway di segnalazione efrina-Eph non fa eccezione ed è presente in tutto l’albero della vita. Durante la nostra vita, è centrale per il nostro sviluppo, la nostra fisiologia e la regolazione delle malattie. Per esempio, le prime fasi dello sviluppo richiedono la formazione controllata degli organi, la crescita regolata del cervello e del sistema nervoso, la costituzione del sistema immunitario, l'espansione controllata del sistema vascolare e la formazione ossea controllata.

Più tardi, questo stesso pathway è cruciale per la segnalazione da cellula a cellula, la risposta immunitaria coordinata, la plasticità del cervello, la migrazione cellulare, la secrezione di insulina regolata per controllare il contenuto di zucchero nel sangue e per mantenere correttamente i pool di cellule staminali in tutto il nostro corpo.

I mancati funzionamenti in questo pathway sono stati collegati alla crescita dei tumori e ai disturbi neurologici.

Il nostro studio suggerisce che il pathway efrina-Eph è sbilanciato. Se questo è vero, noi possiamo facilmente comprendere come, nei pazienti ME/CFS uno squilibrio del pathway di segnalazione efrina-Eph condurrebbe a una vasta gamma di sintomi che interessano tutti gli aspetti della fisiologia del corpo, compresi i muscoli, il cervello, il sistema immunitario, l'apparato digerente e altro ancora.

I nostri risultati portano anche speranza per lo sviluppo della diagnostica, potenzialmente utilizzando valori di rapporto dalle proteine funzionanti in funzioni biologiche riconosciute. Per esempio, nel nostro gruppo, il rapporto fra efrina A5 e la  proteina regolatrice del conduttore transmembrana della fibrosi cistica (CFTR) può discriminare i controlli dai pazienti, con un'alta certezza, mostrata in rosso, vicina al 100% di accuratezza. Entrambe le proteine hanno ruoli comprovati nel rilevamento dello zucchero da parte del cervello".

 

 

 


Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.