Vai al contenuto

Foto

come arrivare alla diagnosi?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1 Caterina 0591

Caterina 0591

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 1 messaggi

Inviato 27 febbraio 2017 - 17:59:28

Salve a tutti.

Vi riassumo la mia vicenda.

Sono una donna di 53 anni e da oltre 2 sono tormentata da un dolore ( a volte sensazione urente) che interessa in modo variabile la zona scapola dx- collo -spalla dx. Non ho subito operazioni chirurgiche né traumi.

Principalmente  lavoro alla cassa di un supermercato e quindi la situazione è stata attribuita inizialmente ad un possibile problema posturale/lavorativo.

Sembra che i  sintomi non siano specifici della "cervicale" né delle patologie della spalla anche se ho una piccola protusione, la  rettilineizzazione del rachide cervicale e l'articolazione della spalla non è  proprio"perfetta".

Nei momenti peggiori la minima forza che serve per scrivere, usare il mouse o la forchetta mi causava un dolore terribile.

Ho consultato Ortopedici, Fisiatri, Reumatologi, Neurochirurghi.

Ho effettuato ecografie. risonanze, elletromiografie, esami clinici.

Ho fatto fisioterapia, piscina, agopuntura, cicli di cortisone...

Non ho mai avuto una diagnosi né  ho riscontrato miglioramento (se non parziale e breve) dai trattamenti. Purtroppo  i vari specialisti non comunicano tra loro né si confrontano prescrivendo ognuno una terapia diversa. Finora, proprio a causa di questa diversità di opinioni, ho evitato di assumere i  farmaci più "impegnativi" prescrittimi sempre nella speranza di arrivare ad una diagnosi e cominciare un percoso chiaro .

Ora però, arrivata veramente allo stremo, sto seguendo le indicazioni di un neurologo  e da circa  40 giorni sto assumendo il pregabalin : la sintomatologia è un po' migliorata, in quanto è diminuita la zona interessata e l'intensità  del dolore.  L'ipotesi è che si tratti di fibromialgia.

Vi chiedo se, per vostra esperienza , nella fibromialgia il dolore può essere unilaterale, localizzato in un solo punto e se è provocato dal movimento o è presente anche stando fermi.

Lo specialista più indicato per seguire la fibromialcia è il reumatologo o il neurologo?

Vi ringrazio per quasiasi consiglio o suggerimento vogliate darmi .

 

 

 

 



#2 SteveR

SteveR

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 48 messaggi
  • Gender:Male
  • Location:Savona e p.

Inviato 04 marzo 2017 - 14:58:03

ti capisco molto



#3 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.065 messaggi

Inviato 04 marzo 2017 - 17:26:15

Ciao Caterina, ti consiglierei di rivolgerti ad un bravo reumatologo. Di solito il dolore è localizzato anche in più punti, e può presentarsi anche stando fermi...Io, però, ho più cfs che fibromialgia, spero comunque ti esserti stata un pò di aiuto!! Magari rivolgiti a qualche reumatologo che conosca bene la fibromialgia...



#4 Angy87

Angy87

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 19 messaggi

Inviato 13 marzo 2017 - 23:45:52

Ciao Caterina, per esperienza personale posso confermarti che nella fibromialgia il dolore può essere unilaterale, tutto a destra o tutto a sinistra, può essere localizzato in uno o più punti e purtroppo è presente anche da fermi. Il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un bravo reumatologo.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.