Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

la montagna..


  • Per cortesia connettiti per rispondere
38 risposte a questa discussione

#31 orsola

orsola

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 40 messaggi

Inviato 09 maggio 2007 - 22:30:42

Sono entusiasticamente d'accordo anch'io: la montagna è una vera medicina. Io passo le vacanze in Val d'Aosta da quando sono nata (52 anni fa!) e anno dopo anno mi convinco sempre di più che, ahimè, la mia vera vita sono quei due mesi in montagna, e che gli altri dieci sono solo un faticoso intervallo in attesa delle prossime vacanze. Adesso non posso più camminare come prima, ma è sufficiente fare qualche giretto tutti i giorni, più o meno lungo a seconda di come mi sento,sforzandomi solo un pochino, ma non tanto da rovinarmi il piacere della passeggiata, per innescare un giro virtuoso che mi porta nel giro di qualche giorno a sentirmi meglio, a muovermi con meno fatica e a sentirmi più leggera. Basta poco per essere stanca, ma è quella stanchezza sana, rilassata, che fa dormire bene e che rimpiango per tutto il resto dell'anno!

#32 memole74

memole74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 449 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Francesco,la musica italiana ,i film, la lettura, internet, la cucina,il mio micio Hiro e il mio nipotino Fabio.

Inviato 10 maggio 2007 - 15:19:45

Anche per mè è cosi Orsola.. :rolleyes: La valle d'aosta è bellissima io sono stata a Lathuille piu su il Passo del San Bernardino e poi da li puoi sconfinare in Francia..che posti meravigliosi!!

Anch'io sto contando i giorni che mancano alla partenza prevista il 5 agosto per la Val Venosta. :)


Pure io incomincio con due giorni di passeggiate defaticanti, anche perchè c'e il viaggio che ti stanca già di suo :) ..e poi quando sento che le gambe incominciano ad ingranare allora riesco a fare qualche metro in piu e a godermi fantastici scenari fermandomi sui campi e comunque lungo i sentieri facili , ;) c'e sempre una panchina.

Un abbraccio e grazie per la testimonianza.
Vado a preparare la valigia.. :( partoooo! :D Magari.. :)


#33 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 25 novembre 2007 - 00:13:20

Sulla montagna sentiamo la gioia di vivere, la commozione di sentirci più buoni e il sollievo di dimenticare le miserie terrene, e tutto questo è perchè siamo più vicini al cielo.

E. Comici

Immagine inserita

#34 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.380 messaggi

Inviato 28 novembre 2007 - 00:59:25

A me m’ è sempre piaciutu de più la muntagna del mare , sarà perché il paesaju del miu Adriaticu è lineare , scuntatu, , mentre la muntagna varia , nei paesajii , nei culori, nel ventu,nei prufumi, nei rumuri/vocii; lurizzonte nun è mai ugual, è un’ esplusion d’emuzion. Intendeamuce anche lu mare è molto emozionante, il giallo de la sabbia ,la schiuma e il rumor prevedible de l’onde , il mare che imita il cielo ; è bellissimo immergersi nell’acqua tiepida, è come tornare nella mamma, si perde un po’ del propriu identità, si è inglubati, in zziiimbiusi.con la mere..
In montagna però si vede più vita gli uccelli sono più intonati
È stupendu caminar cun le pieda, rampicar cun la manu e le gamba, pur poi sedesse o voltasse a cuntemplar il trajittu fatto e il paesajiu.
Forse sarà anche purché so’ del capricornu; alle caprette piasce : rampicasse e l’aria fina de la muntagna; il mio segno è anche por metà pesce , ma sarà la cuda de ‘na trota.de fiume.
Il silenzio de la muntagna è fantastico, ti mette in comunicazione con Dio ; quando sei lassù
sei praticamente certo che ci sia qualcuno che ti osserva.che ti spinge al bene e ti ama; [[[ il dubbio viene dopo ,quando cerchi di aderire ad una religione ( tutte );parlando di quella cattolica per es. non posso non fare un parallelo con i pii musulmani che ancora oggi assistono agli omicidi : di “adultere”, di apostati , di bestemmiatori ecc. ,+o- indifferenti, rassegnati e convinti che quello sia il volere di Dio;vengono disumanizzati anche i familiari dall’influenza delle religioni: Per me l’uomo è lo stesso , con: lineamenti ,vestiti e paesaggi diversi , ma la bibbia è la stessa a cominciare dalle lapidazioni ebraiche del vecchio t.;il clero del ‘500 , i santi, europei “ che parlavano con dio “cosa hanno detto o fatto a proposito? Non credete , anche se qualcuno lo considera un merito della nostra religione, che la libertà del pensiero e dei costumi sia dovuta alla libertà del cristianesimo, se dovessimo dare retta ai “cristiani veri”saremmo molto più vicini all’Islam che alle democrazie occidentali ( senza nulla togliere agli insegnamenti di giustizia e di bontà del cristianesimo]]]
Avevo circa 20 anni, andetti con un’amico( che voleva allenarsi nella corsa) al monte Catria nelle Marche apprè Urbino, agli inizi di un settembre di trent’anni fa .
All’andata, ci siamo fermati in un bar ,sulla strada ormai stretta in mezzo a tre case costruite anche con la roccia del posto , a conduzione familiare e dove ,come spesso accade in quei posti c’era anche un tabacchi. e alimentari
Parlando con qualcuno nel bar, ci siamo spaventati ,perché visto che faceva ancora caldo ,ci consigliavano di essere molto prudenti ad accamparci e muoverci in montagna , a causa delle vipere e dei viperini ,ormai di qualche mese ,che preferivano stare sui rami degli alberi col rischio di cadere sul collo di qualcuno.
Si raccomandavano di buttare le buste del latte lontano dalla nostra tenda ,perché l’odore del latte attira le vipere , ma anche altri alimenti lo fanno ; poi dovevamo ogni tanto battere il terreno con rocce perché questi animali sentono facilmente le vibrazioni e si allontanano..
Di notte era freddo , dovevamo dormire vestiti dentro i sacchi a pelo. Da lassù lo sguardo dominava
un bel pezzo di Marche e la sera era dolce osservare le luci nelle strade e nei paesini, pensare alla vita che vi si svolgeva:; l’umidità si concentrava nei punti più bassi delle valli ed era surreale vedere questi batuffoli di ovatta che avvolgevano le strade le luci e le case che spesso vi si trovavano;
era un po’ come essere in cima ad un grande albero di Natale e osservare un grande presepe.
Una mattina ,non si era ancora levato il sole, fummo svegliati da rumori e ombre intorno alla nostra tenda, ci spaventammo pensando a lupi od orsi ; dopo un bel po’ di tempo trovammo il coraggio di uscire e ci trovammo di fronte a un branco di cavalli allo stato brado i quali per nulla intimoriti della nostra presenza cercavano di mordere la nostra tenda verde ; fu una bella esperienza
essere circondati da una ventina di cavalli esuberanti che non ne volevano sapere di allontanarsi e non potemmo opporci quando si bevvero tutta l’acqua che avevamo versato in una bacinella per lavarci; comunque la prendemmo come un dono.
Un’altra volta facemmo un’ escursione , lui correva e io camminavo, quando una nuvola dall’apparenza innocua ci investi in pieno , pioggia , grandine sembrava che la montagna si sciogliesse,tornammo alla tenda fradici ma contenti; se dovesse capitarmi adesso starei male per 10
gg.
Da quando me so’ beccato sta cfs queste emozioni/sensazioni sono cambiate; si sono ovattate,.
Non posso più permettermi di saltare in verticale di fronte ad una parete pendentissima col vento
forte , che quasi seguiva, dal basso verso l’alto, la pendenza della parete e ad ogni salto mi manteneva sospeso in aria quasi come stessi volando. O meglio lo posso fare ma non ha più lo stesso sapore perché è più faticoso a livello fisico e soprattutto devo proteggermi con la sciarpa e il cappello ( possibilmente col paraorecchie, a parte d’estate se sto bene e se ci sono almeno 30 gradi; mentre prima il vento fresco sul collo e sulla testa lo sopportavo benissimo, anzi mi piaceva).
Un’altra cosa che non riesco più a godere è la contemplazione in loco di quei paesaggi freschi ( in autunno o in primavera )caratterizzati dall’azzurro intenso del cielo e dal verde dell’erba dei prati , per intenderci come quello dei prati irlandesi;
anche in questo caso è il collegamento al freddo e alla vulnerabilità che ho nei suoi confronti a cambiarmi/bloccarmi le emozioni

#35 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 07 dicembre 2007 - 01:58:10

:lol:
Meglio cinghiale che pecora

#36 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 13 dicembre 2007 - 14:29:52

:D

La montagna è bella per questo: paesaggi mozzafiato, stretto contatto con la natura e...... imprevedibilità.
Anche a me è capitato di trovarmi in montagna e passare immediatamente dal tempo bello all'acqua battente. Certo, allora tutto si risolveva con una bella infradiciata e nulla più, oggi se mi ricapitasse come minimo mi prenderei un super-malanno. :unsure:

Per quanto concerne la religione, io da par mio posso dire di essere cristiano e felicemente appartenente alla Chiesa Cattolica, quella Chiesa fondata da Gesù attraverso i primi Apostoli e, attraverso di essa, di avere conosciuto anche tante belle persone. E la fede cristiana, e lo dico senza timore di sbagliare, è ricolma di tanti mirabili esempi di meravigliosa Santità, esempi che edificano e da cui ogni persona può attingere per cercare di essere una persona migliore.


:399:

#37 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.380 messaggi

Inviato 15 dicembre 2007 - 00:51:48

Per quanto concerne la religione, io da par mio posso dire di essere cristiano e felicemente appartenente alla Chiesa Cattolica, quella Chiesa fondata da Gesù



anch'io mi posso dire cristiano nel senso che sono stato +o-cattolico fino a quindici anni ,poi ho ripreso dopo i trenta fino a circa cinque anni fa ( ora ne ho 50)
ho fatto un po' come W. Bush ero un rinato/riconvertito ,con tutto quello che ne consegue : assiduo frequentatore anche della messa quotidiana , dei corsi di teologia , dei gruppi di preghiera ecc. . ricordo come era bello ritrovarsi in quei luoghi, gruppi , ci si voleva bene ; se conoscevo qualcuno che credeva era garanzia di bontà, se incontravo qualcuno che vedevo di solito in chiesa era come se Dio ti mandasse a dire "ti sono vicino", poi leggevo la vita dei santi , i libri dei primi cristiani ; tutto era molto bello però avevo sempre dei dubbi .
il dubbio più importante naturalmente era la divinità di Gesù , che mi costringeva
a vagliare soprattutto i miracoli nei Vangeli un po' come fa il "CICAP". praticamente è questa la causa primaria .
poi è subentrata la pesantezza/stanchezza delle "regole ", la sofferenza ( a mio dire ) dovuta a comportamenti "non cristiani" da parte di "stimati cristiani",
ho cominciato a guardare sempre più criticamente l'universo cristiano e ho visto
tante cose che non mi piacevano, ho criticato persino il sentimento che tutti avevano nei confronti del papa.
cioè quello che sentivo era un senso di ingiustizia ,perchè se era vero che un uomo di ottant'anni (il papa) soffriva per il suo stato di salute era anche vero che
quell'uomo aveva anche il massimo di conforto : infatti se ripenso a come per me
era bello assistere alla messa , doveva essere anche più bello per un sacerdote/papa dire la messa; poi era : stimato , ricercato , benedetto , compatito..........; a molti anziani gravemente malati va molto bene se hanno
il sorriso di un figlio, perchè spesso anche i familiari (figli compresi) non riescono a nascondere il peso di certe assistenze, e prima che giunga l'incapacità tendono a togliergli le attività (una ragione di vita)con la scusa di proteggerli ( perchè non hanno il tempo di stargli dietro ) altro che dire messa , essere cercati, stimati ecc.

comunque sono sempre un credente o meglio uno sperante che ci sia un Dio ;
perchè lo desidero ;insieme alla giustizia ,alla verità e all'amore; ma anche perchè è più razionale che Dio esista piuttosto che non esista . devo comunque ringraziare Gesù e tutta la Bibbia per l'amore al bene a alla verità che mi ha insegnato , di cui non posso più fare a meno e proprio per questo sono giunto alla convinzione che quello della Bibbia non sia il vero DIO, anche per il male che nel nome di quel dio si è fatto ( dalle lapidazioni ebraiche del V.T.ai roghi cristiani del 1500 fino alle condanne islamiche odierne )e si continua a fare .

#38 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 22 dicembre 2007 - 15:15:33

Caro epione, capisco le tue considerazioni........
da parte mia posso dire che essere cristiano cattolico è fondamentalmente questo: amare Gesù, amare questo Dio che Si è fatto Uomo per addossarSi su di Sè tutte le colpe del mondo per redimere l'umanità intera; è un impeto d'Amore per Lui, è amarLo, o cercare di amarLo al di sopra di tutto e di tutti..... è amare anche la Sua Chiesa, quella che Lui ha fondato, amarLa perchè è Sua anche se questa non è perfetta; ma come potrebbe esserla se è costituita da uomini e gli uomini non sono perfetti? Nonostante questo è comunque la Sua Chiesa e, come disse Lui Stesso: "Le porte degli Inferi non prevarranno su essa". A me solo questo basta; io non guardo se i cristiani si comportano bene o meno, se fanno questo oppure quello..... no; gli uomini sono uomini e perfetti non lo saranno mai (me compreso naturalmente) pur con tutte le buone intenzioni che ci possono mettere; ma la dottrina cristiana, cioè la Parola di Gesù, è perfetta perchè è Parola di Dio.
Naturalmente per amare Gesù per quello che Esso realmente E', è necessario avere la fede, fede non soltanto nella Sua Esistenza, ma anche nella Sua Divinità.

Per quanto concerne il sucessore di Pietro cioè il Papa, se ci guardiamo un attimo alle spalle e facciamo riferimento a Papa Woytila..... è vero quello che dici: era stimato, ricercato, benedetto, compatito...... ma era anche un uomo di 80 anni MALATiSSIMO che nonostante tutte le sue malattie e infermità svolgeva il suo ministero di sucessore di Pietro da mattina a sera, celebrando Messe, ricevendo persone, pregando, viaggiando, il tutto in condizioni fisiche DISASTROSE per cui, penso io, qualsiasi altro uomo al suo posto mai avrebbe retto a una simile mole di lavoro e di RESPONSABILITA' in quelle condizioni. E solo il Buon Dio sà che cosa non ha sofferto il Papa nei suoi ultimi anni di vita.
Da parte mia posso solo dire di essere stato grandemente edificato dall'esempio che ci ha dato Papa Woityla, oltre che per la sua fede e il suo amore per Cristo e per la Chiesa, anche perchè mi ha fatto capire che un uomo anche se vecchio, infermo, malato...... può ancora fare tanto, TANTO di bene per gli altri e per il mondo intero. Sì, il Papa con il suo esempio ha dato una grandissima dignità a tutti gli anziani e ai malati del mondo e alla sofferenza stessa.

Ultima cosa: non confondiamo le religioni: l'Islam e il Cristianesimo non sono la stessa cosa e le condanne islamiche odierne nulla hanno a che fare con la fede cristiana: ricordiamoci che cosa disse Gesù alle persone che volevano lapidare la donna adultera.... "chi è senza peccato scagli la prima pietra", e come quelle persone all'udire quelle Parole lasciarono cadere le pietre che avevano e se ne andarono.
Questo lo dico con tanto rispetto per i veri e bravi musulmani (che sono la maggior parte) e che, spesso e volentieri, danno un grande esempio di vera e profona fede nella loro religione.

Scusatemi se mi sono dilungato un pò e se sono uscito dal tema iniziale, ma l'argomento meritava un approfondimento.


:(


#39 memole74

memole74

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 449 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Francesco,la musica italiana ,i film, la lettura, internet, la cucina,il mio micio Hiro e il mio nipotino Fabio.

Inviato 23 dicembre 2007 - 19:43:15

Hai fatto bene Marco.. ;)

Quanto vorrei passare le vacanze Natalizie in alta montagna..pensando a un bel po di tempo fa..parlo di piu di una decina di anni orsono ..Ho un bel ricordo ero a Livigno , fuori -25 e io ero li sulle piste con gli sci da fondo...... ;) , quanto mi sono divertita..e anche se ho preso tanto tanto freddo non mi sono ammalata..cosa che se farei ora mi ucciderebbe.. ;)
:)

Messaggio modificato da memole74, 23 dicembre 2007 - 19:56:36





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.