Vai al contenuto

Foto

Ciao a tutti. Un parere sulla fibromialgia.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1 inggigi

inggigi

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 03 gennaio 2016 - 13:54:38

Ciao a tutti.

 

Sono un ragazzo di 29 anni e mi  sono imbattuto nel vostro forum dedicato alla e vorrei raccontarvi la mia esperienza, i miei sintomi e sapere se qualcuno di voi si ritrova nel mio racconto.

Riporto il racconto che ho già publicato in un forum molto famoso dedicato alle fascicolazioni benigne:

Tutto ha inizio lo scorso fine aprile: venivo da un periodo di lavoro intensissimo di 6 mesi, sottoposto a fortissima pressione (sono un consulente informatico). 

Passa Pasqua, tutto abbastanza bene, finché a fine mese succedono altri gravissimi fatti familiari che non sto a riportare per la natura privata. Sono stato sottoposto a un fortissimo stress.

Una sera comincio ad avvertire degli scatti alle spalle e alle gambe subito prima di addormentarmi, come dei brividi. Il tutto dura un paio di giorni e anche sul lavoro mi sento un po’ stordito (cosa che comunque imputo maggiormente ai problemi che stavo vivendo in famiglia).
Pochi giorno dopo comincio ad avvetire una strana sensazione di vertigine mentre cammino recandomi al lavoro, come lieve giramento di testa. Mentre sono seduto alla scrivania ho come la sensazione di braccia senza forza (tant’è che mi sembrò addirittura cadermi di mano il telefono mentre lo afferravo).

Da allora ho cominciato ad avvertire fascicolazioni diffuse in tutto il corpo: bracci, avambracci, gambe in particolare sul ginocchio e sulla pianta del piede, alle mani (sensazione di dita che tremano, in particolare il mignolo) ed in generale anche pesantezza. Mi sono rivolto al mio medico all’inizio di maggio dopo una notte insonne (potete già capire a cosa ho cominciato a pensare, in quanto poco tempo prima avevo compiuto l’errore di cercare in rete riguardo a fascicolazioni e debolezza); mi sono stati prescritti esami del sangue completi, di cui non riporto gli esiti in quanto tutto regolare, e visita neurologica, a detta del modico, di “sicurezza” (ho precedenti in famiglia di problemi neuromuscolari).

La visita neurologica (fine maggio) ebbe in tutto la durata di 15 minuti e il neurologo mi disse che non avevo nulla, se non la solita “ansia”, che ormai ho capito essere il capro espiatorio di tutti quei disturbi “vaghi” e “aspecifici”, come i medici spesso dicono; non fui rassicurato da questa visita in quanto fu condotta a mio parere con troppa superficialità (riflessi provati senza nemmeno far levare i calzoni), brevi prove di forza e di coordinazione. Mi fu data una terapia di antidepressivi e ansiolitici (il classico xanax) e non mi furono prescitti altri esami in quanto a detta del neurologo avevo accumulato troppa negatività e gli esami avrebbero accentuato la mia ansia.
Sentendo i problemi (astenia e fascicolazioni) rimanere, a giugno mi recai da un secondo neurologo che non obiettivava atrofismo, ne deficit di forza, ne fascicolazioni (nemmeno alla lingua, nonostante io la veda distintamente tremare e alle volte ho la sensazione come di qualcosa che tira in fondo alla gola) segnalando la presenza di ROT vivaci, ma senza asimmetrie; a sua detta un esame perfettamente normale.
Mi consigliava Rivotril e magnesio in caso di necessità; mi ha fatto eseguire risonanza, nella norma. Si era quindi concluso per un disturbo di somatizzazione d’ansia; eravamo a metà luglio.

Da allora ho cercato di non pensare ai miei disagi: sono andato in montagna, ho fatto camminate, biciclettate; sono stato anche al mare. Ho fatto tutto, ma sempre con una sensazione di maggiore faticabilità e accompagnato da fascicolazioni, nettamente avvertite da me per tutta l’estate. Ho poi deciso di non parlarne più in casa in quanto sarebbero arrivati a prendermi per pazzo (e c’è mancato davvero poco).
Nell’ultimo periodo, le fascicolazioni che provavo sono sensibilmente diminuite, anche se permangono ancora meno intensamente; rispuntano generalmente quando sono molto stanco. Ho notato che mi tremano le mani quando suono e sono stanco.

In generale poi ho sempre, ora di sera, sensazione di blocco alle spalle e al collo, che si irradia fino agli avambracci; alcuni giorni in cui sono più stanco mi da anche una netta sensazione di bruciore, quasi dolore alle articolazioni (gomiti e ginocchia); possiamo dire quindi una sensazione che ora di sera diventa di rigidità muscolare. Questa sensazione ultimamente si presenta anche al mattino, con sensazione di stordimento generale.

 

Poi dopo un sforzo molto forte, mi ci vuole almeno una giornata di recupero perché sono davvero sfinito.

Quando cammino ci sono giorni in cui sento le gambe molto pesanti; se mi fletto sulle ginocchia possono anche arrivare a tremarmi le ginocchia; alle volte avverto gli oggetti pesanti, come sensazione intolleranza agli sforzi. Mi sento poi molto contratto, mi infastidiscono i suoni forti e le voci penetranti (tipo quelle alte dei bambini, mi arriva a vibrare molto fastidiosamente il timpano, come un martello pneumatico nel cervello).

Alle volte mi capita anche di mangiarmi le parole; per non parlare poi della concentrazione sul lavoro, sempre più difficile da tenere.
Da contro non mi è capitato di cadere, inciampare o di vedere cadere oggetti dalle mani senza motivo; scrivo agilmente alla tastiera del PC, non ho difficoltà a compere lavori precisi (i classici: allacciare le camicie e le scarpe, avvolgere cavi...). La rigidità che avverto alle braccia mi da noia nella scrittura: avverto il tratto più incerto e sfuggente: non ho mai avuto una bella scrittura, ma da qualche mese a questa parte non posso che riconoscere che sia peggiorata.

Mi sono osservato camminare allo specchio e non mi sembra di avere una andatura strana.
Questo è un il quadro della mia situazione: chiaramente molta preoccupazione ha sostituito l’ansia iniziale: ero arrivato al punto di nascondermi un martelletto nel comodino e provarmi i riflessi da solo per vedere se c’erano o erano esaltati. Ho tentato di provarmi da solo il famigerato babinski (chiaramente senza esito, dato che non si possono fare auto prove).

 

Mi sono imbattuto poco tempo fa nel post "I 100 sintomi della fibromialgia": ho notato quindi moltissimi punti in cui mi riconosco:

- La confuzione

- Lo stordimento

- Il dolore articolare e muscolare in particolar modo spalle, gomiti, ginocchia, caviglie, collo

- La sensazione di debolezza che però non mi impedisce di guidare, lavorare, camminare, suonare il pianoforte.

- In particolare il suonare spesso mi provoca un forte dolore di schiena, come lo stare seduto tutto il giorno alla scrivania

- La sensazione di rigidità, in particolar modo dopo essere stato fermo molto nella stessa posizione

- Tutte queste sensazioni spesso presenti subito dopo alzato.

- Le fascicolazioni diffuse

 

Volevo sapere se altri di voi si riconoscono nel mio racconto.

 

Un dubbio poi che ho avendo letto della FM è il seguente: ho letto che il dolore è presente ma spesso può non essere

fortissimo, assumendo i tratti di un fastidio sempre costante. Volevo sapere quanto sono importanti poi i tender points.

Ho letto che alle volte una loro eventuale assenza o presenza "incostante", accompagnata però da altri sintomi minori 

può lasciar presagire un disturbo di tipo FM.

 

Una situazione di forte stress seguente ad un periodo di forte pressione lavorativa può scatenare, magari in un soggetto inconsapevolmente

predisposto, un disturbo così perdurante? A qualcuno di voi è accaduto qualcosa di simile?

Vi ringrazio anticipatamente. Scusate la lunghezza, e perdonatemi se in qualche punto non sono stato chiaro, nel caso posso essere più dettagliato se necessario.

 

Un saluto e attendo i vostri pareri.

 



#2 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 03 gennaio 2016 - 17:07:31

Inggigi,innanzitutto auguri di buon anno,sei di sicuro all'inizio delle sindromi trattate su questo forum,qualche errore in passato l'hai commesso anche tu come la maggioranza di noi.In effetti queste sindromi scattano quando l'organismo non riesce a far fronte ai periodi di forte stress organico e generalizzato,ma sono anche collegate alla personalità più o meno sensibile di ognuno di noi sempre in relazione allo stress organico,quello che spesso viene chiamato in gergo:psicosomatico,che di psico ce ne veramente poco.L'errore più grande che si porta a commettere all'inizio del tutto,è intervenire con antidepressivi,che essendo di vari tipi,bisogna anche essere fortunati nell'imbattersi in quelli che creano meno stress chimico nel cervello,ma su questo non mi dilungo.Ti dico solo che il senso di vertigine proviene dalla neuro-tossicità,se guardi nella mia firma ci troverai un grafico che parla dei potenziali di soglia,e ti renderai conto che lo stress al max si combatte con gli ansiolitici,per un x periodo onde evitare dipendenza,e che l'antidepressivo è come benzina sul fuoco ai fini della neuro-tossicità,specie per chi è in odore di tali sindromi,del tipo CFS/ME;FM:MCS:PTSD;MBS,ecc.ecc.

Oggi sei più fortunato di tanti di noi in passato,a tal riguardo,i medici che devono curarti si devono concentrare sulle problematiche di pulizia all'interno delle cellule,il processo naturale di Autofagia,studiarsi bene la ricerca su AMPK,allargandone l'orizzonte,questo è il link,ma c'è molto di più nei link sotto da tradurre,

http://www.cfsitalia...a-fibromialgia/

 

e ricordati che in effetti,come ho asserito da oltre un decennio,queste patologie,alla fin fine non sono altro che una vecchiaia accelerata a livello di mitocondri,con accorciamento di telomeri,ecc.ecc.che si possono tenere a bada con integratori di qualità,molti dei quali nell'ottima ricerca postata da gabry.Romy


Messaggio modificato da romy, 03 gennaio 2016 - 17:11:54

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#3 inggigi

inggigi

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 04 gennaio 2016 - 16:22:40

Ciao,

 

grazie della risposta. Ma è possibile che si tratti di un disturbo di tipo CFS/FM e simili, senza che il dolore sia il disturbo principale?

Nella mia esperienza il dolore non è sempre presente, ma lo sento decisamente come spossatezza subito dopo uno sforzo fisico,

e in particolar modo a fine giornata spesso mi dolgono (in maniera sopportabile, ma in ogni caso fastiddioso) le spalle e il collo.

 

Il tutto si ripercuote  direttamente alle braccia, alle gambe, alle mani.

 

Grazie



#4 inggigi

inggigi

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 27 gennaio 2016 - 09:02:18

CIao a tutti

 

mi ricollego al mio post originario. Volevo chiedere un vostro parere su quanto mi succede negli ultimi due giorni:
lunedì sera ho svolto una moderata attività fisica, sollevando dei pesi e mantenendo posizioni scomode per
qualche minuto..

ieri mattina tutto bene, ma nel tardo pomeriggio mi è sopraggiunto un forte mal di collo, mal di spalle..
tutte quelle sensazioni che ci aspetterebbe di provare dopo una intensa sessione di palestra o di corsa.

Insieme a ciò senso di costrizione e legaggio delle articolazioni.

Non è la prima volta che mi capita, per questo avevo deciso di fare un pò di ginnastica in casa imputando
alla sedentarietà e allo stato "di prostrazione" fisica degli ulltimi mesi queste sensazioni (tatnt'è che nelle ultime due settimane mi sono
impegnato a fare un pò di pesi, con moderazione, 2-3 volte in autonomia e stavo valutando se iscriveremi in palestra).
Queste sensazioni tipicamente rientrano nel giro di 2-3- giorni, quindi mi aspetto che entro domani si affievoliranno,
magari già nel pomeriggio di oggi. Passati questi picchi di solito si torna ai consueti fastidi che tutti noi ben conosciamo.

Ora, a qualcuno è mai capitata una cosa del genere? di provare fastidi fisici così intensi per attività tutto sommato
nella norma? La cosa mi lascia davvero sconcertato..

un caro saluto
inggigi



#5 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.045 messaggi

Inviato 27 gennaio 2016 - 17:22:32

Ciao inggigi, sì può succedere, probabilmente per il tuo corpo è stato uno sforzo troppo eccessivo, e quindi sei peggiorato per questo ..fatica post sforzo...non è sempre uguale, magari un'altra volta , fai le stesse cose e non stai male dopo, dipende un pò da come il tuo corpo, sta in quel momento....anche a me succede che magari faccio degli sforzi e il giorno dopo non sto peggio, un'altra volta, invece faccio le stesse identiche cose, e poi mi ci vogliono due giorni per recuperare o anche di più....di solito peggiorano molto i dolori e la stanchezza e anche la nebbia mentale nel mio caso....vedrai che stando a riposo , torni come prima ....



#6 inggigi

inggigi

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 28 gennaio 2016 - 08:44:07

ti ringrazio della risposta.. oggi va molto meglio.. vediamo come evolve la giornata.

 

Un saluto



#7 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.045 messaggi

Inviato 30 gennaio 2016 - 16:36:40

bene! sono contenta! tienici aggiornati



#8 inggigi

inggigi

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 5 messaggi

Inviato 09 maggio 2016 - 13:03:40

Ciao a tutti, torno dopo qualche mese per dire che il senso di fortissimo affaticamento provato di cui parlavo nell'ultimo post è tornato proprio questo week end, tanto che oggi ho dolori molto fastidiosi alla schiena/braccia/gambe.

 

è una sensazione davverso strana a metà trail dolore e il bruciore. A qualcuno di voi capitano simili fastidi?

 

fatemi sapere inggigi



#9 MassimoM83

MassimoM83

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 23 messaggi

Inviato 20 giugno 2016 - 00:56:54

Ciao ma hai mai fatto una visita reumatologica? La fibromialgia è una diagnosi di esclusione, spesso difficile da diagnosticare, ti conviene secondo me prenotare la visita reumatologica con un esperto in fibromialgia. Se avrà esito negativo, ti consiglio di rivolgerti ad uno psichiatra in quanto esistono diversi tipi di depressione e ansia che hanno sfoci fisici psicomatici e somatoformi cioè l'ansia ha sintomi fisici come mal di schiena lombare cervicale emicranie pesantezza alle gambe e stanchezza. Sintomi simili si hanno anche quando ci sono problemi ormonali dovuto ad un malfunzionamento della tiroide, quindi ti consiglio anche di controllare il tsh ft3 ft4 con esami del sangue.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.