Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

E se la fibromialgia fosse una canalopatia per il potassio?


  • Per cortesia connettiti per rispondere
13 risposte a questa discussione

#1 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 14 agosto 2014 - 23:00:52

Premetto che tale ricerca non calza al 100% alla fibromialgia,ma potrebbe calzarvi comunque se la canalopatia dipendesse da "una mutazione del relativo gene che la codifica".Se è il caso si potrà approfondire.Romy

 

  Scoperta una causa del dolore cronico

Individuato un importante meccanismo nella genesi del dolore. La ricerca dell’University at Buffalo, potrebbe avere grandi ripercussioni a livello terapeutico

 

La ricerca, pubblicata dalla prestigiosa rivista "Journal of Neuroscience", indica la strada possibile per combattere la sofferenza

 

La scoperta, pubblicata dalla prestigiosa rivista Journal of Neuroscience, è rilevante perché indica la strada per combattere il dolore cronico. Andando infatti ad agire a livello farmacologico sui canali ionici, responsabili della propagazione dell’impulso nervoso e quindi del dolore, sembrerebbe possibile trattare efficacemente il disturbo senza dover ricorrere ai classici antinfiammatori.

COME NASCE IL DOLORE- Il dolore è un meccanismo fondamentale per la salvaguardia del nostro corpo. Esso è infatti il campanello d’allarme che ci avvisa della presenza di qualche patologia. Dunque il dolore rappresenta una forma di difesa per il nostro corpo. Quando esso invece si automantiene anche in assenza di danni allora diventa patologico. In questo caso si parla di dolore cronico, vera e propria patologia che oltre ad avere effetti negativi sulla qualità di vita del malato incide notevolmente nel bilancio sanitario.

ANTINFIAMMATORI- Attualmente il controllo del dolore può essere efficacemente attuato attraverso la somministrazione di antinfiammatori. Purtroppo però gli effetti collaterali ne limitano il tempo di utilizzo complicando di fatto il trattamento nel paziente. Per questa ragione sono in corso sempre più numerose ricerche volte a sviluppare nuovi farmaci con minori effetti collaterali.

CANALI IONICI- Le cellule responsabili della sensazione dolorosa sono i nocicettori. Attraverso un segnale elettrico, di intensità e durata differente a seconda dell’entità del dolore, essi portano l’informazione dolorosa al sistema nervoso centrale. La capacità di generare degli impulsi elettrici è data dalla presenza dei canali ionici, veri e propri pori presenti nella cellula in grado di far fluire le cariche elettriche necessarie alla genesi dell’impulso. In presenza di un’infiammazione cronica è possibile che si verifichi il fenomeno dell’iperalgesia, ovvero un’eccessiva sensazione dolorosa causata da stimoli di lieve entità. La ricerca effettuata dall’Università di Buffalo ha dimostrato che i nocicettori responsabili del fenomeno dell’iperalgesia mancano di un particolare canale ionico legato al passaggio del potassio. Esso viene rimosso durante l’infiammazione cronica e ciò determina una maggior sensibilità al dolore.

PROSPETTIVE FUTURE- Attualmente gli autori dello studio stanno sperimentando il modo con cui inibire la rimozione dei canali ionici dalla superficie dei nocicettori. Come dichiara Arin Bhattacharjee, uno dei responsabili della ricerca, «ci aspettiamo che il mantenimento dei canali del potassio sulla superficie cellulare durante il processo infiammatorio possa realmente coincidere con una diminuzione della sensazione dolorosa». Lo studio statunitense dimostra dunque quanto sia importante investire risorse non solo nella ricerca applicata ma anche in quella di base. Comprendendo infatti i meccanismi fisiologici è possibile pensare allo sviluppo di nuove molecole utili a fini terapeutici.

OSPEDALE SENZA DOLORE- Nonostante lo studio sia promettente, la lotta al dolore oltre a passare per la ricerca medica richiede la partecipazione di tutti gli addetti ai lavori. Come ricorda Umberto Veronesi, «la battaglia contro il dolore è anche questione di organizzazione, ovvero significa che per portare il malato a una qualità di vita accettabile, bisogna dispiegare una vera e propria “rete” di competenze. Il percorso comincia in ospedale, dove l’équipe di medici e infermieri deve acquisire l’abitudine a rilevare – come dato importantissimo, e per nulla “secondario” - un qualsiasi dolore provato dal paziente, in qualunque situazione egli si trovi: ricoverato per una malattia anche non grave, oppure in fase post-operatoria con le relative possibili sofferenze, o infine per una patologia grave e in fase avanzata. Il punto di arrivo dell’attenzione dedicata obbligatoriamente al “come si sente” il malato (con annotazioni puntuali da segnare in cartella clinica più volte al giorno) deve essere quell’ospedale “senza dolore” che mi è sembrato necessario lanciare come obiettivo, e nel quale credo che tutti i medici e tutti gli infermieri possano e debbano ritrovarsi, perché il sollievo dal dolore è parte integrante della missione di cura».

Daniele Banfi

 


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#2 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 15 agosto 2014 - 16:42:09

Allora soffermiamoci su questo passo:CANALI IONICI- Le cellule responsabili della sensazione dolorosa sono i nocicettori. Attraverso un segnale elettrico, di intensità e durata differente a seconda dell’entità del dolore, essi portano l’informazione dolorosa al sistema nervoso centrale. La capacità di generare degli impulsi elettrici è data dalla presenza dei canali ionici, veri e propri pori presenti nella cellula in grado di far fluire le cariche elettriche necessarie alla genesi dell’impulso. In presenza di un’infiammazione cronica è possibile che si verifichi il fenomeno dell’iperalgesia, ovvero un’eccessiva sensazione dolorosa causata da stimoli di lieve entità. La ricerca effettuata dall’Università di Buffalo ha dimostrato che i nocicettori responsabili del fenomeno dell’iperalgesia mancano di un particolare canale ionico legato al passaggio del potassio. Esso viene rimosso durante l’infiammazione cronica e ciò determina una maggior sensibilità al dolore.

 

Prendiamo in considerazione l'Iperalgesia=Risposta dolorosa esagerata a stimoli algici lievi; ed anche l'allodinia=Risposta dolorosa a stimoli che nella maggioranza dei soggetti non risultano dolorosi.

 

Teniamo ben presente che le cellule tutte ed il S.N.C.comunicano tra loro,in un verso o nell'altro,andata e ritorno si puo' ben dire,grazie a segnali elettrici o stimoli,che variano nella loro intensità,proprio ad opera e grazie a questi canali ionici,che non sono altro che proteine,che permettono l'entrata e l'uscita di ioni positivi di vari minerali come il sodio,il potassio,il calcio,il magnesio,il cloro che pero' ha carica negativa,ecc.ecc.La membrana cellulare non potrebbe essere attraversata da tali ioni,quindi non si creerebbe alcuna differenza di potenziale tra l'interno e l'esterno della cellula,venendoci a trovare nell'impossibilità di innescare un qualsiasi stimolo da trasmettere lungo le vie nervose,una specie di linguaggio muto,se non ci fossero questi buchini o proteine chiamati canali ionici,ma a spiegarli bene è molto più complicato ed a noi interessa il concetto.Ogni cosa che avviene nell'organismo lo si deve al buon funzionamento di questi Canali,qualunque disservizio o disfunzione a loro collegabile,generano patologie che prendono il nome di Canalopatie.Quì aggiungo che molti sintomi sono l'espressione di tali canalopatie,sintomi contro i quali si spara con ogni tipo di arma convenzionale e non,spessissimo con insuccesso pieno.

Perché è importante studiare questa classe di proteine?.Perche molte malattie del sistema nervoso e del metabolismo sono causate da un malfunzionamento di specifici canali trasportatori di potassio, la cui funzione biologica risulta alterata in seguito a una mutazione del relativo gene che la codifica.

In molti casi si tratta di mutazioni di un singolo aminoacido in una regione della struttura tridimensionale che ne compromette la funzione in maniera determinante. In questo contesto, il ruolo svolto dalla biologia computazionale (in stretta collaborazione con i medici e i biologi molecolari) è di fondamentale importanza perché consente di indagare e studiare, a livello molecolare, le cause che alterano la funzione dei canali ionici e di curare e migliorare la qualità della vita di molti pazienti.

Tali studi hanno permesso infatti di rilevare che alcuni tipi di canali al potassio possono essere attivati o inattivati tramite l’introduzione di residui idrofobici di piccola taglia (come valine e alanine) al posto dei normali aminoacidi della proteina nativa, dando la possibilità ai biologi di capire meglio il ruolo svolto da singoli aminoacidi nella funzione biologica della molecola proteica. Di conseguenza, tali studi possono avere una grossa influenza a livello medico nello sviluppo di nuove terapie e farmaci capaci di regolare e correggere la funzione alterata dei canali al potassio voltaggio-dipendenti.

 

Questo è il motivo per cui non consumo farmaci convenzionali o sostanze varie,se non in minimissima parte,se mi paragono a quanto leggo su questo forum,idem per gli accertamenti del caso,di cui la maggioranza di essi li ritengo obsoleti allo scopo,perchè la mia idea è che non si muove foglia nel giusto verso nel nostro organismo,se tali canali ionici non dovessero svolgere al meglio il loro lavoro.Seguirà ulteriore mia concettura in proposito,che prende spunto dal fatto che la stragranza maggioranza delle patologie comportano sempre e comunque un certo grado di stanchezza o fatica,ma perchè mi sono chiesto?.E se prendiamo in considerazione la cellula nervosa o neurone,allora è facile imbattersi in sintomi di tipo mnemonici,cognitivi,ecc.ecc.Fino a quì il discorso potrebbe essere spiegato da anomalie dei canali ionici.

Ma altro grande filone,a cui,non mi sono ancora saputo dare una risposta personale,è il filone della qualità del sonno,sempre collegata a sintomi di moltissime patologie,da quelle cognitive e di memoria a quelle di Cardiocircolazione e Respiratorie,come le ricerche moderne ci dicono ogni giorno che passa.Ma quì non mi è chiaro se è nato prima prima l'uovo o la gallina?,per risolvere il rebus,prima bisognerebbe decidere chi rappresenta l'uovo? e chi la gallina?.Ma un pensierino spesso mi assale?,se anche in questo grande filone della qualità del sonno,non ci fosse un sentiero,ancora nascosto ai più,che conduce ai soliti Canali Ionici,argomento ancora molto poco studiato e di cui non ci sono farmaci conosciuti.Fosse così,non mi farebbe meraviglia che con milioni di farmaci,appartenenti ad ogni tipo di Medicina,oggi disponibili sul mercato,le patologie di qualunque taglia,ha poca importanza,più facilmente imboccano la strada della cronicità,invece di quella della guarigione.La frase più in voga in ambiente salutare è diventata:"Imparare a convivere con i propri sintomi" e se questo fosse uno sport internazionale,io ne sarei,di sicuro,senza paura di essere smentito da alcuno,il campione tra i campioni.

Un esempio,l'ultimo,tanto per far intendere a cosa alludo:è circa un mese che convivo con una forma di nevralgia alle mie arcate dentarie,scaturente da uno dei miei molari inferiori,senza aver ancora preso un analgesico o altro rimedio che spesso mi sono rigirato tra le mani.........nel contempo rimando da mesi e mesi il mio andare dal Dentista,ma quì,a dire il vero, il motivo sarebbe enciclopedico.Ad oggi me ne sono dimenticato quasi del dolore nevralgico,ma quando mi assale con la sua forza acutissima,lo risolvo all'istante,sciacquando la mia bocca con acqua a temperatura ambiente,ovvero ne calda ne fredda che tengo sul mobile in cucina e tiro avanti a campare.Ho perso il conto di quanti piccoli problemi ho risolto con l'attesa che si risolvessero da soli.............,oramai sono diventato un paziente diverso da prima,oggi prima di agire in un qualunque modo,conto prima fino ad un milione,come si suol dire.

Da questo punto di vista sono molto diverso dalla stragande maggioranza di questo nostro forum,voi osate,tentate e ritentate,con tenacia e coraggio,la strada di tante terapie e tanti accertamenti ed esami,io non lo faccio più.In effetti lo sono diventato diverso da prima,chi mi conosce da anni lo sa bene,io oggi sono un anziano del forum,ed anche un anziano della vita,le mie energie sono al lumicino,le mie vecchie analisi parlano chiare,non oso riverificarle ad oggi,se non incontro il tipo di medico o centro che ho nei miei pensieri,di errori,anche a starci attento,ne ho subito molti,ed ho la convinzione insieme al timore di subirne altri,cosa che non me lo posso più permettere......,ma questo già ho avuto modo di scriverlo.Ciao Romy


Messaggio modificato da romy, 15 agosto 2014 - 17:06:10

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#3 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 agosto 2014 - 15:54:41

Vi spiego come sono arrivato all'unica sostanza che potrebbe fare la differenza per tanti sintomi della fibro e non solo.Tra i miei molteplici sintomi,io soffro anche di MBS (Burning mouth syndrome),che in volgare sarebbe un'altra patologia misteriosa,con il nome di "Sindrome della bocca che brucia".Non mi soffermo sull'approfondimento di questa sindrome in generale,ne sulla sua eziologia o eziologie perchè ce ne sono tante,ma vado diritto al mio caso di cui ho ben chiaro la mia personale eziologia,infatti la mia MBS è relativa solo alla lingua,che potremo chiamare anche Glossodinia o Glossipirosi,i cui ricercatori mettono tale sintomo,tra le neuropatie periferiche in senso lato,appartenenti alla sindrome della Fibromialgia.Infatti nei moltissimi sintomi della fibromialgia,c'è presente anche questo sintomo o disturbo di MBS.Tale danno visto al microscopio è considerato un danno-lesione alle piccole fibre amieliniche di tipo C della lingua,spesso di tipo cronico,di cui posso affermare che lo stesso peggiora in caso di stress o di aumentata malocclusione,come nel mio caso,ma non è la regola,il motivo è nella logica legata ad ogni tipo di problema in cui centrano le piccole e grandi fibre nervose,secernenti sostanza P e trasportatori di stimoli di dolore bruciante ed iperalgico,dovuto al calore in loco e agli stimoli meccanici,come nel mio caso specifico alla lingua,ed in tanti altri casi sparsi un po' ovunque(Fibromialgia).Apro una parentesi su questa sindrome MBS,che in origine,sbagliando,la si collego' a problemi ansiosi o ormonali,specie nella donne in menopausa,mentre è una sindrome dovuta a problema organico.
infatti la BMS è un disturbo Dopaminergico Nigrostriale,che principalmente influisce sulla regolazione della Nocicezione del sistema trigeminale,causando quindi una perdita dell'inibizione sensoriale.Non valutare la Serotonina nemmeno in questa sindrome.
Il motivo per cui son passato per la MBS è legato,al concetto delle piccole fibre amieliniche e mieliniche di vario tipo C, A,le cui patologie e disfunzioni potrebbero agevolarsi di tale sostanza,di cui diro' in seguito,con il duplice scopo di portare sollievo al dolore e nel contempo bloccare le cause dello stesso,dovessero queste cause dipendere dai recettori canale per il Potassio.
 
Adesso mi fermo,anche perchè mi ha chiamato mia moglie,come mi libero,vi postero' le informazioni su di una nuova sostanza che svolge un doppio incarico.........Romy
 
P.S.
 
Essendo io un sofferente anche della MBS,dal 2003 ininterrottamente ad oggi,ho marcato stretto, in questo decennio, la ricerca scientifica ad ogni livello riguardante tale "Sindrome della bocca urente",se ci sono portatori di tale sindrome,visto che ne abbiamo parlato in passato sul forum,posso postare le ultime ricerche a riguardo che inquadrano la sindrome nel campo della patologia organica,che quindi spazzano via ogni allusione all'ansia o depressione o che almeno lo dovrebbero fare..........dico questo perchè è molto difficile,specie con il passare degli anni in disturbo patologico,tracciare il confine netto da cio' che è psichico e cio' che è organico,perchè potrebbe sempre sorgere il dubbio Amletico del:"E'nato prima l'uovo o la gallina",concetto che vale in ogni ricerca e per ogni batteria di trasformazioni organiche rilevate a distanza di anni in persone sofferenti di sintomi,che in un primo momento erano stati etichettati come psicosomatici o somatoformi.
 
 
 
.

Messaggio modificato da romy, 20 agosto 2014 - 15:58:53

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#4 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 agosto 2014 - 22:29:18

Mi piacerebbe sapere quanti con dolore cronico da fibromialgia hanno provato la Flupirtina.In caso positivo....con quale esito?.Romy

 

Un nuovo farmaco analgesico e non solo!

 

Il dolore è un fenomeno cosciente, percettivo, corticale, estremamente specifico ed ha una funzione protettiva molto importante: avverte l’organismo della presenza potenziale o reale di un danno. Da un punto di vista anatomo-fisiologico il dolore (o la percezione nocicettiva) origina dai territori più periferici del sistema nervoso. Alcuni tessuti, infatti, hanno recettori sensori specializzati, i nocicettori, che sono attivati da specifici inputs dolorosi. Tre sono le classi di nocicettori: 1) termici, attivati da temperature estreme e presentano piccolo diametro; il segnale è condotto da fibre mielinizzate di tipo A-delta; 2) meccanici, attivati da una pressione intensa applicata alla pelle; anch’essi hanno fibre di tipo A-delta; 3) polimodali, attivati da intensi stimoli di natura meccanica, chimica o termica. Questi nocicettori hanno fibre poco mielinizzate, di piccolo diametro e note come fibre di tipo C.
La trasmissione sinaptica del dolore è mediata da neurotrasmettitori chimici rilasciati dai terminali dei nervi sensori centrali. Il principale neurotrasmettitore eccitatorio rilasciato dalle fibre A delta e da quelle C, così come dalle fibre afferenti non nocicettive, è il glutammato. I recettori post-sinaptici per il glutammato sono di vario tipo e cioè recettori-canale NMDA e recettori legati a secondi messaggeri (metabotropico).
Il legame del glutammato con i suoi recettori evoca potenziali post-sinaptici eccitatori nei neuroni. In seguito a ripetute applicazioni di stimoli nocicettivi, i neuroni che precedentemente erano irresponsivi a tali stimoli, possono subire una modificazione che li conduce ad essere responsivi. Tale variazione funzionale (sensitizzazione) in seguito a danno da compressione o da infiammazione, è dovuta al rilascio di vari agenti chimici da parte delle cellule e delle fibre nervose lesionate. Queste sostanze includono bradichinine, istamina, prostaglandine, leucotrieni, acetilcolina, serotonina e sostanza P.  In condizioni di un danno severo e persistente, le fibre di tipo C sono sollecitate ripetutamente e la risposta dei neuroni aumenta progressivamente. I recettori-canale NMDA del glutammato sono i principali mediatori della trasmissione eccitatoria nel SNC.:questi canali sono permeabili  al Na+ ed al K+, sono diffusi in tutti il sistema nervoso centrale, ma la loro funzione non è ancora del tutto chiarita. Il GABA (acido gamma aminobutirrico) è invece il più importante neurotrasmettitore inibitorio del cervello.
Recentemente è stata messa in commercio una nuova specialità medicinale che agisce proprio a livello dei recettori canale. Si tratta di flupirtina maleato presente nella specialità medicinale Efiret utilizzata in caso di dolore post-traumatico, dolore in odontostomatologia, dolore post-operatorio, mal di testa e dismenorrea. La flupirtina è il capostipite di una nuova classe di farmaci che aprono in modo selettivo  i canali neuronali del potassio.  E' un analgesico non oppioide ad azione centrale che non ha potenzialità additiva nè causa alcuno sviluppo di tolleranza. Flupirtina si lega ai recettori canale per il potassio (NMDA) favorendo la fuoriuscita di K+ dalla cellula che si traduce in una ridotta attivazione della membrana delle cellule nervose, i neuroni diventano meno eccitabili. Questa depolarizzazione della membrana cellulare nervosa causata dall'inibizione indiretta  dei recettori NMDA del glutammato, determina una mancata azione eccitatoria di questo neurotrasmettitore  impedendo l'ingresso di calcio nella cellula. Quindi in caso di stimolazione neuronale, la trasmissione di impulsi dolorosi ascendenti sarà inibita. Il mancato aumento di calcio intracellulare  giustifica anche gli effetti mio-rilassanti  del farmaco. Per l'effetto miorilassante è stata attribuita una possibile azione GABA-agonistica dimostrata sperimentalmente  da studi che hanno verificato un blocco dell'azione miorilassante della flupirtina in caso di somministrazione di un GABA-antagonista (la bicucullina). La potenza della flupirtina come miorilassante è comparabile con quella del baclofen (Lioresal), e delle benzodiazepine come il diazepam.  Sembra inoltre che il blocco dei recettori NMDA da parte della flupirtina contrasti la cronicizzazione del dolore, questi processi, infatti sono causati dalla plasticità delle funzioni neuronali che determina una maggior risposta verso i successivi impulsi neuronali in arrivo. I recettori NMDA sono particolarmente importanti nello sviluppo di questi cambiamenti che vengono soppressi a causa del blocco indiretto generato dalla flupirtina. Tutti ciò contrasta la cronicizzazione del dolore, e determina una cancellazione della memoria del dolore  e una diminuzione della sensibilità dello stesso.
Durante gli studi clinici è stata evidenziata una possibile azione anticonvulsivante della flupirtina al dosaggio di 400mg/dì associato alla usuale terapia antiepilettica con un miglioramento in termini di frequenza e durata delle crisi.

Riduzione del punteggio del dolore all'inizio ed alla fine dello studio e riduzione percentuale del dolore dopo 2-4 settimane di trattamento con flupirtina.

Tipo di dolore  Intensità del dolore
 all'inizio
Intensità del dolore al termine Riduzione % del dolore
durante lo studio
Zona sacrale 7.1 3.9 43.3% Collo 5.8 3.1 44.7% Braccia e spalle 5.6 3.1 39.7% Dolore totale 12.4 6.8 45%

*studio condotto su 869 pazienti di età compresa tra 15 e 96 anni che
hanno assunto per 21±11 giorni  la dose giornaliera di fluprtina di 270±120mg
J.D. Ringe, D. Miethe, D. Pittrow, K, Wegscheider "Analgesic efficacy of flupirtine in primary
care of patients with osteoporosis related pain"

Il dosaggio consigliato  negli adulti prevede la somministrazione di capsule di 100mg o supposte da 150mg da 3 a 4 volte al dì, fino ad un massimo di 6 dosi al dì.
Nel corso degli studi clinici  condotti su animali  non si sono riscontrati pericolosi effetti tossici della Flupirtina, i più comuni effetti collaterali sono dose dipendente e comprendono sonnolenza, agitazione, secchezza della bocca e vari disturbi gastrointestinali come nausea, vomito, costipazione, bruciore di stomaco. Non sono stati evidenziati effetti di depressione respiratoria e cardiovascolare. Uno studio clinico condotto su 12 volontari sani non ha mostrato differenze significative  tra la somministrazione di 3 dosi consecutive di 100mg di flupirtina e il trattamento con placebo nei test automobilistici per la valutazione della performance. Al contrario, 3 dosi consecutive di 50mg di pentazocina hanno generato nei soggetti sintomi si fatica. Per quanto riguarda tolleranza e dipendenza sembrano essere molto basse in base agli studi fin ora condotti, è stato confrontato il potenziale d'abuso di singole dosi orali di flupirtina a partire da 200 a 600mg con lorazepam (2 e 4 mg) e placebo. Si è visto che solo alte dosi di flupirtina producono sedazione ed euforia tipica dei farmaci ansiolitici, ai dosaggi comunemente usati in ambito terapeutico non sono stati evidenziati questi effetti collaterali. Inoltre, alle dosi comunemente utilizzate e per trattamenti di breve durata (3 mesi) non sono stati evidenziati induzione di enzimi epatici tali da determinare possibili interazioni con altri farmaci assunti contemporaneamente. Deve essere posta attenzione nei pazienti che assumono farmaci contenenti paracetamolo per un possibile aumento delle transaminasi epatiche. Una leggera induzione degli enzimi epatici è stata dimostrata invece in trattamenti prolungati (6 mesi) ed in pazienti epilettici. Flupirtina non è raccomandato in pazienti con storia clinica di disturbi epato-biliari. E' stato riportato negli studi clinici che la flupirtina può ritardare l'effetto diuretico della furosemide (Lasix) ed è utile cautela ed un monitoraggio frequente nei pazienti in trattamento con anticoagulanti orali (Coumadin).
Si attendono ulteriori studi per valutare l'efficacia e la sicurezza a lungo termine di questo farmaco.
 

Data di pubblicazione: 29/10/2008

 

http://www.farmaciad...new.asp?id=2832


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#5 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 04 settembre 2014 - 14:02:54

Capisco che l'argomento "Canali Ionici" non è tra i più facili...............,ma allora non si puo' avere la botte piena e la moglie ubriaca........Ho poco tempo in questa fase,perchè oberato da altre cose che si prendono tutta la mia restante energia,ma essendomi arrivata una email sulla fibro e cfs,a prima vista in modo sommario,ma bisogna approfondire,mi sembra che la faccenda dei canali ionici non è una teoria campata in aria,anzi potrebbe essere il modo per sbloccarle queste due patologie.Quando parliamo di problema con gli ioni di potassio e come se parlassimo di mancanza di riposo di uno stimolo,come dire di assenza o diminuita decontrazione in fase muscolare e assenza o diminuita ripolarizzazione in fase di stimolazione cardiaca,l'assenza o la diminuzione di tali fasi,oltre alla fatica,comporterebbero dolore e tanto altro,ebbene se queste sono deficitarie veramente?,come mi è sembrato di capire,anche,dal servizio-Blog che mi è arrivato per email,allora ci potrebbe essere una visione unanime,e da approfondire.Approfondite voi nel frattempo,se non vi và di farlo,lo faro' io quando avro' il tempo per farlo,perchè ritengo possa essere una domanda valida da porre al mondo della Scienza della Ricerca o ai nostri medici.E' da sempre che non sposo l'eziologia virale o altro microrganismo per le patologie in discussione su questo forum,sarei pronto anche a scommetterci per quanto ne sono convinto,ma resta una mia idea personale,invece sposo da sempre una causa meccanica per tali patologie,quella della disfunzione dei Canali del potassio,potrebbe calzare a pennello,specie se a braccetto con problematica da stress cronico,ai posteri l'ardua sentenza,i post per fortuna portano le date al seguito.Romy

 

link da approfondire,anche per non dimenticarmene in futuro.

http://c-eraunavolta...ronicayoga.html

 

P.S.

 

Dimenticavo,la faccenda memoria è da mettere in rilevo con la qualità del sonno,lo scrivo da anni ormai,dormire con i muscoli contratti più altri disturbi...............apnee........roncopatia.................cattivo ritorno venoso al cuore................ non sono il massimo per un risveglio riposato la mattina,nemmeno per fare arrivare la giusta quantità di ossigeno al cervello,specie nella fase Rem del sonno,quello che chiamano Ipossia cerebrale insomma è QUASI tutto collegato anche ai canali ionici del potassio,quel QUASI,serve alle varie gradualità delle patologie in oggetto su questo forum.


Messaggio modificato da romy, 04 settembre 2014 - 14:22:00

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#6 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 04 settembre 2014 - 15:31:07

Quando è piccolo il mondo mi verrebbe da pensare,Grazie a quanto postato da ZAC,

http://www.cfsitalia...nts/#entry54311

mi salta subito agli occhi una parte della traduzione del Seminario Web del prof. dr. K. de Meirleir,non capisco una parola d'inglese,

dove si dice "che nei pazienti con CFS/ME sono stati riscontrati alterazioni ai canali ionici",questo,mi ha fatto capire che non ho pensato ad una assurdità,anzi..............

 

............poi la storia dei sintomi simili all'Alzheimer dei pazienti CFS/ME,chi mi ha letto sa che ne parlo da moltissimi anni,e quì vi aggiungo,più si è stressati o più ti stressano, più questi sintomi di memoria e concentrazione cfs/me somigliano ai sintomi dell'Alzheimer,cosa sperimentata da me stesso in prima persona,ci metto la firma.Romy


Messaggio modificato da romy, 04 settembre 2014 - 15:45:24

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#7 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 04 settembre 2014 - 18:25:43

Se cosi fosse....quali potrebbero essere le cause ...e quali le cure? Domande da un milione di dollari...ma da quello che hai letto e capito o intuito....ci sarebbe una qlc cura secondo te?

#8 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 04 settembre 2014 - 23:31:18

Se cosi fosse....quali potrebbero essere le cause ...e quali le cure? Domande da un milione di dollari...ma da quello che hai letto e capito o intuito....ci sarebbe una qlc cura secondo te?

Certamente ci sono pochi se non circa zero studi a tal livello,ma per quel poco che si conosce,chi ci soffre molto con i dolori,una prova con Flupirtina perchè non farla?se ne fanno tante di prove,una in più una in meno,a molti non guasterebbe,che poi la sorpresa sarebbe migliorare dai dolori,e forse dormire meglio la notte,allora si potrebbe anche brindare,non credi?.Ciao Romy

 

 

P.S.

 

Della Flupirtina ne ho parlato sopra,è precedente al seminario postato da Zac,dove non si nominano farmaci,uno sarebbe sevito anche al mio caso,per migliorare il cattivo sonno da ciclo circadiano sottosopra,ma si fa solo teoria,molta della quale non la condivido,ma è la minima parte,forse anche per errori di traduzione.Insomma mi sono fatto 37 pagine,ho dato il cervello all'ammasso per farlo,ed alla fine solo una ripetizione delle mie tante teorie sposate anche dai medici guida CFS/ME,ma nulla di più.

Per la domanda che mi hai fatto ho capito che non mi leggi come si dovrebbe,non posso obbligarti a farlo,ma così ti perdi molto,posso capire altri che hanno sempre detto di non riuscire a seguirmi,ed anche ai tempi di Salutamed era lo stesso,ma tu sei un acculturato,un addetto ai lavori,anche più di me.


Messaggio modificato da romy, 04 settembre 2014 - 23:42:16

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#9 Visitatore_Filippo.D._*

Visitatore_Filippo.D._*
  • Visitatori

Inviato 05 settembre 2014 - 07:12:41

Visto che riesci a scrivere molto; quando puoi spiegami meglio cosa non ho capito e indicami cosa rileggere. Tieni conto che ho scarsa memoria e quel fenomeno di intelligenza che ero 20 anni fa ormai non esiste più. Ti leggo con attenzione ma non avendo preparazione di tipo medico non ho molti elementi per capire e confrontare le varie ipotesi che emergono.

#10 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 06 settembre 2014 - 15:21:50

Visto che riesci a scrivere molto; quando puoi spiegami meglio cosa non ho capito e indicami cosa rileggere. Tieni conto che ho scarsa memoria e quel fenomeno di intelligenza che ero 20 anni fa ormai non esiste più. Ti leggo con attenzione ma non avendo preparazione di tipo medico non ho molti elementi per capire e confrontare le varie ipotesi che emergono.

Ti comprendo,questa patologia è una maledizione,come scrissi 10 anni fà ci prende al centro,alla memoria di lavoro,ecc.ecc.e ci toglie piano piano anche la possibilità di auto-starmeglio,dico questo perchè,anche se scrivo molto,relativamente per me,come hai detto tu,allora,se anche io avessi la memoria,l'intelligenza,la sintesi di 20 anni fà,non immagini neppure quanto avrei potuto scrivere e meglio di adesso,questa è la seconda delle mie rabbie più importanti.La prima mi deriva dalla famiglia,non l'avrei mai potuto supporre nel corso della mia vita,ma è così,la patologia alla fine comporta anche questo pericolo,ma questo è altro capitolo.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#11 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 06 settembre 2014 - 16:15:39

Se cosi fosse....quali potrebbero essere le cause ...e quali le cure? Domande da un milione di dollari...ma da quello che hai letto e capito o intuito....ci sarebbe una qlc cura secondo te?

Non è che non hai capito ed io ti dovrei indicare?ma se guardi nella mia firma c'è un collegamento a parte dei miei posts,poi per quanto mi chiedevi,in relazione a cause... e cura.......,per Canalopatia,è tutto nella discussione attuale,basta leggerla con calma,leggere anche tra le righe,per chi ci riesce.Comunque ti ho risposto:la Flupirtina che è un analgesico anomalo.Romy


Messaggio modificato da romy, 06 settembre 2014 - 16:18:25

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#12 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 06 settembre 2014 - 22:10:17

La flupirtina agisce in modo selettivo a livello neuronale sui canali di potassio, facilitandone la apertura. Inoltre ha anche proprietà di antagonista del recettore N-metil-d-aspartate NMDA,quindi opera da bloccante del calcio ionico,come dire che funge da neuroprotettore in caso di iperstimozione cerebrale,la famosa neurotossicità,di cui ci piazzano il glutammato in ogni cibo,e poi ci lamentiamo anche di certe patologie che avanzano.Chi si ricorda della sindrome del ristorante cinese?.In effetti ho verificato che la Flupirtina è stata usata e forse c'è chi l'usa anche per la fibromialgia tra le altre cose,poi c'è stato un avvertimento per il fegato? ed il farmaco ha avuto delle raccomandazioni più stringenti,specie per i malati di fegato,ex alcolisti,ecc,ecc,..........ma su questo ci sarebbe da scrivere un poema,al pari della Nimesulide........,ma lasciamo perdere,a proposito chi si ricorda della melatonina oggi finita ad 1 mg negli integratori con prezzi altissimi?.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#13 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 29 marzo 2015 - 00:22:58

Devo riprendere questa discussione sulle canalopatie,perchè ci sono 2 ricerche che ne parlano a proposito dei sintomi cognitivi,ne parlero' un altro giorno ora è tardi e non ce la farei,ho scritto solo per portare la discussione in zona che è facile che la ritrovi.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#14 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 30 marzo 2015 - 15:19:11

I disturbi cognitivi,memoria,abilità intellettiva,ecc.ecc.li troviamo sempre collegati alle più svariate patologie croniche. In due ricerche,di cui una sulla sindrome di Down ed un'altra sull'autismo,è stato verificato,per il momento sugli animali,che tali disfunzioni cognitive rientrano alla grande quando la cavia viene trattata con un semplice diuretico,ovvero la Bumetanide,ed a leggerci tra le righe lo stesso risultato lo si potrebbe avere usando Ossitocina (IMHO).

In effetti tali disfunzioni di tipo cognitivo sono da collegare a canalopatie,in questo caso si parla degli ioni cloro (da diminuire )e quindi si punta al sistema Gabaergico,che come tutti sanno,è quel sistema che deve equilibrare il sistema Glutammatergico,al fine di una buona ed equilibrata salute nell'organismo.

In poche parole,i ricercatori,sono dell'avviso,che le problematiche di memoria e cognitività,in tali 2 patologie sopra menzionate, sono dovute al sistema del Gaba,che non svolge il lavoro che dovrebbe svolgere,ovvero di inibire la trasmissione nelle sinapsi e quindi la comunicazione tra i neuroni in precise zone dell'encefalo,ma svolge un lavoro opposto,cioè invece di inibire,aumenta la comunicazione tra i neuroni preposti in determinate zone collegate alla memoria ed all'apprendimento,ecc.ecc.Quindi,procedendo a diminuire lo ione cloruro con la Bumetanide,si riesce a far rientrare di quasi il 100% i problemi di memoria e di apprendimento,ma stiamo parlando solo di animali.La strada è aperta adesso alla sperimentazione sulle persone e ci si augura tutti che i risultati ottenuti con gli animali, possano essere brillantemente confermati.Unico problema di questa terapia con diuretico è che si vengono ad eliminare anche altri elettroliti,tra cui il Potassio,con il pericolo di cadere dalla padella alla brace di una eventuale torsione di punta a livello cardiaco,per eventuale allungamento dell'intervallo Q-T, e fasi insufficienti di ripolarizzazione delle cellule tutte,ovvero canalopatie del potassio,di cui a questa discussione,per cui occorre rimediare con l'utilizzo di integratori salini.

La ricerca ha dimostrato che per ridurre lo ione cloruro è sufficiente un comune diuretico,compito che prima era eseguito da farmaci pesanti, in grando di indurre crisi epilettiche nei pazienti.Come si puo'vedere e capire,il mondo è piccolo e gira sempre alla stessa maniera,ma per arrivare a Roma ovvero all'equilibrio ovvero all'omeostasi intra ed extra-cellulare,come dico da svariati anni,esistono più strade,cioè si puo' percorrere la strada del Gaba e dei suoi recettori,come in queste ricerche,o quella del Glutammato e dei suoi recettori,che come si dice"il risultato non cambia"tenendo sempre ben presente che ok per le teorie varie......ma poi "è sempre il troppo che stroppia",specialmente con il concetto di memoria,apprendimento,neurone glutamminergico,LTP ed LTD.................mi scuso per la superficialità dei concetti trattati,ma siamo di fronte ad un argomento di vastissima portata e la mia memoria ed energia mi fa acqua già da svariati anni.Romy


Messaggio modificato da romy, 30 marzo 2015 - 15:30:09

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.