Vai al contenuto

Foto

Dimetilamilamina negli integratori...


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.293 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 27 aprile 2013 - 10:26:11

 

"ALLARME SUGLI INTEGRATORI ALIMENTARI: "POSSONO ESSERE DANNOSI PER IL CUORE"

Venerdì, 26 aprile 2013 - 17:24:00

Leggi l'articolo  QUI

 

"........Al centro della discussione una sostanza contenuta in alcuni di esse, la dimetilamilamina. I potenziali problemi alla salute riguarderebbero in particolare ipertensione, infarto e altre patologie cardiovascolari. La dimetilamilamina (dmaa) è nota anche come metilexaneamina o come olio di geranio".

 

"...........si tratta a tutti gli effetti di un prodotto chimico realizzato in laboratorio. A confermarlo la Commissione Unica per la Dietetica e la Nutrizione (CUDN), i cui test hanno evidenziato come la dimetilamilamina non sia associabile alla composizione naturale dell’olio di geranio. Allerta anche da parte del Ministero della Salute italiano, che ricorda come la vendita di integratori a base di dmaa nel nostro Paese non sia autorizzata...."

 

 


VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.