Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Affetta da MCS ed elettrosensibile vince la battaglia contro l’Asl 6 e ottiene il pagamento anticipato delle spese mediche che potrebbero salvarla.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.849 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 08 aprile 2013 - 15:23:36

Dal link: http://www.ilsecolox..._telefoni.shtml

Medio Campidano - Affetta da una grave e rara patologia vince la battaglia contro l’Asl 6 e ottiene il pagamento anticipato delle spese mediche che potrebbero salvarla. Il «viaggio della speranza» di Maria Grazia Murru, 49 anni di Serramanna, della provincia sarda del Medio Campidano, affetta da Mcs, (Sensibilità chimica multipla) con elettro-sensibilità, una grave patologia che la rende intollerante a ogni tipo di sostanza chimica e fortemente sensibile all’esposizione dei campi elettromagnetici, è iniziato oggi. La quarantanovenne, infatti, ha lasciato la Sardegna per essere ricoverata al Breackspear Medical Group, un centro specializzato non troppo distante da Londra, per una cura disintossicante. La battaglia con la malattia e con la sanità sarda inizia un anno fa quando a Maria Grazia Murru - che per sei anni si era rivolta a specialisti e centri medici - l’ immunologo e allergologo del policlinico Umberto I di Roma, Giuseppe Genovesi, diagnostica la Mcs.

«Una patologia che procede per stadi nella sua evoluzione - spiegava nel ricorso l’avvocato Roberto Cao che rappresenta Maria Grazia Murru - sino a quello finale, fatale d’ irreversibilità dei danni organici». La 49enne a causa della patologia deve evitare qualsiasi tipo di inalazione e contatto con sostanze chimiche come detersivi e profumi e a causa dell’ elettrosensibilità deve evitare l’esposizione a campi elettromagnetici, come la televisione, il telefonino e il frigorifero. «Una patologia invalidante che compromette la vita quotidiana - spiegava nel ricorso il legale - non riconosciuta dal nostro Sistema sanitario a livello nazionale, per la quale non esistono in Sardegna strutture in grado di accogliere gli ammalati». Proprio per questa ragione a marzo dello scorso anno l’ammalata ha fatto domanda all’Asl 6 di Sanluri al fine di essere autorizzata al ricovero nell’unico centro europeo per la cura della patologia, la clinica londinese. Ma l’Asl ha rigettato la domanda. Il legale ha quindi presentato il ricorso e a dicembre il tribunale di Cagliari ha dato ragione alla 49enne, ordinando alla Asl di Sanluri di anticipare le spese necessarie al ricovero e alle cure, comprese le spese di viaggio e quelle per un accompagnatore, circa 27mila euro che la paziente non era in grado di anticipare.


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#2 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.080 messaggi

Inviato 08 aprile 2013 - 15:28:55

Finalmente una buona notizia ! grazie Zac!

#3 invisibile

invisibile

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.272 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 12 aprile 2013 - 11:11:39

Sono molto contenta




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.