Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

cfs e transfer factor


  • Per cortesia connettiti per rispondere
25 risposte a questa discussione

#1 ago

ago

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 47 messaggi

Inviato 28 marzo 2006 - 18:51:43

Vorrei segnalare che molti anni fa, nel 96, è stato pubblicato uno studio riguardante l'utilizzo di transfer factor antigene-specifico (lo si trova digitando "tranfer factor cfs" su medline), specificamente diretto contro alcuni virus (EBV, CMV, HHV6) in un sottogruppo di pazienti con CFS, e alcuni di questi hanno riscontrato una guarigione o un miglioramento.

Il Transfer factor non è in commercio per uso clinico, ma veniva usato molti anni fa a livello "sperimentale" in alcuni centri in Europa e negli Stati Uniti, e qualcuno lo utilizza a tuttoggi; in particolare, lo studio era italiano-americano, poi purtroppo non ha avuto seguito.

Segnalo questo perchè conosco personalmente due pazienti italiani che hanno sperimentato una quasi-completa guarigione con quel prodotto, nonostante essi rappresentino un piccolissimo sottogruppo di casi, esclusivamente virale.

Purtroppo non posso dare ulteriori informazioni per non ledere la privacy, ma chi desiderasse mandarmi un messaggio privato mi puo' contattare.

#2 admin

admin

    Administrator

  • Amministratori
  • 464 messaggi

Inviato 29 marzo 2006 - 17:30:17

Molto interessante, Ago,
peccato non si trovino trattati in Italiano sulla rete, ho trovato solo questo link: http://www.aosp.bo.i...un/homepage.htm da dove si puo' accedere alla pagina della "International Transfer Factor Society".

#3 Giannizaza

Giannizaza

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 1 messaggi

Inviato 17 marzo 2008 - 12:41:33

Se può interessare, ho trovato questo sito in Italiano con molte notizie interessanti in merito.
www.transfer-factor4life.com
Ciao.

#4 alessia1975

alessia1975

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 194 messaggi

Inviato 17 marzo 2008 - 17:46:34

io ho trovato questo sito http://www.shirleys-...ian/italian.htm ma se desidero una descrizione più dettagliata di Transfer Factor e cerco di collegarmi a questi link http://www.transferf...ctor/basics.cfm
http://www.transferfactorresearch.com/
nel primo caso non esiste e nel secondo mi si consiglia di scrivere ad una mail
ma scusate se faccio una domanda sciocca : si tratta di colostro di vacca?
a che titolo dovrebbe essermi utile? e sempre una domanda sciocca perchè gli anticorpi delle vacche diovrebbero aiutare il sistema immunitario di una persona?
inoltre se a qualcuno venisse cmq voglia di ordinarlo vi prego di notare cosa cè scritto IN FONDO al sito e cioè (riporto testuale) "Le affermazioni sui prodotti e sulle condizioni di salute non sono state valutate dalla U.S. Food & Drug Administration. I prodotti della 4Life Research non hanno lo scopo di diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia".
Ciao Alessia
Sconfitto è solo colui che non combatte.

#5 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 17 marzo 2008 - 22:53:03

io ho trovato questo sito http://www.shirleys-...ian/italian.htm ma se desidero  una descrizione più dettagliata di Transfer Factor e cerco di collegarmi a questi link http://www.transferf...ctor/basics.cfm
http://www.transferfactorresearch.com/
nel primo caso non esiste e nel secondo mi si consiglia di scrivere ad una mail
ma scusate se faccio una domanda sciocca : si tratta di colostro di vacca?
a che titolo dovrebbe essermi utile? e prevenire alcuna malattia".[/size][/color]
Ciao Alessia

 


Il colostro di vacca, quelo munto 6 ore dopo il parto aiuta eccome, anche negli essere umani. L'attivita immunologica del colostro e' mediata, e quello di vacca va benissimo anche per gli esser umnani immunocompromessi.
IL colostro di vacca munto 12 ore dopo il parto del viltello contiene gia' una quantita' inferiore di anticopri, di fattori stimolanti, di lattoferrina ecc. Poi, dopo 24 ore dal parto il colostro di vaccca e' praticamente diventato tutto latte di vacca normale.

Funziona certo meglio della sitomuodulina o dell'ampligen. Ed e' meno pericoloso. Ora che in Italia la gammagloobuline umane non ci sono piu'..

Per la cronoca il colostro e' stato somminisrato alla Regina Madre , quando er a quasi centenariaperche' colpita da grave forma di influenza.
IL colostro di vacca (quello vero, munto dopo 6 ore dal parto) e' stto consighliato anch dal Professor Hooper nelle persone ammalate di Sindrome dell Guerra del golfo.
Ma da dove credi che provengano i lattobacilli che acquisti in farmacia?
Dalla cacca umana. Poi vengono "coltivati" per una 50 di replicazioni, (generazioni) ed eventualente eposti ad antiobitico o ad antibioitici (per acquisire un certo grado di resitenza agli antibiotici).
Anche certii famosi formaggi francesi devono il loro particolare sapore alla cacca ed alle uova di certi microorganismi, simili agli acari.
Le vene blu-verdastri del gorgonzola sono delle muffe.
Siamo animali in simbiosi con il resto degli essere viventi su questo pianeta.
I funghi coltivati, tipo chamignon, sono coltivati su letame di cavallo.


Per essere sicuri di assumere un buon colostro , e non farina di latte vendita come colostro, bisognerbbe conoscere qualcuno che ha una stalla.... Il colostro in vendita su internet, sia in compresse che in polvere, e' di qualita' variabile.. e sempre dubbia...

#6 danis

danis

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.026 messaggi

Inviato 17 marzo 2008 - 22:59:29

Tutto ciò presumo che significhi che bisogna vivere quantomeno vicino ad una fattoria, possibilmente, I suppose, che pratichi l'allevamento biologico...sempre più complicato.

Joseph sono davvero informazioni importanti ma mi chiedo quanto possa essere fattibile avere a portata di mano questo prodotto, mica siamo la regina madre noi.
"La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Immagine inserita


"tu cerchi la risposta, ma non devi cercare fuori la risposta, la risposta è dentro di te, e però è sbagliata!" Quelo

#7 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 17 marzo 2008 - 23:21:32

Tutto ciò presumo che significhi che bisogna vivere quantomeno vicino ad una fattoria, possibilmente, I suppose, che pratichi l'allevamento biologico...sempre più complicato.

Joseph sono davvero informazioni importanti ma mi chiedo quanto possa essere fattibile avere a portata di mano questo prodotto, mica siamo la regina madre noi.

 


Chidere a qualche agricoltoe che ha micceh che stanno per partorir. In fin die conti uno -due litri di colostro (che poi potete surgelare) Mica potete bene un litro alla volta. mezzo bicchiere al giorno vi basta. Su internet c'e' anche un sito che vende il cloostro da bere< prooto in Nuova ZElanda. Poi c'e' anche il colostro in polvere (250grammi costano circa£11). Molte persone lo stanno usando. D'altronde la lattoferrina in commercio viene estratta dal colostro. La timomodulina ed il TP_1 erano estrati dai timi di vitello. Ora c'e' il Thym-Uvocal, che e' estratto dal timo di vitelli. Risspetto alla Timomodulian costa 15-20 volte di piu' Ma funziona.
Il "pulcino nero" (Hen..y) che ho portato il Italia lo prende da 4 anni.. .

Mica siamo la regina madre noi..
Double entente?
Stati usando il Maestatis suis per caso?

Per Danis il Royal "We" ti si addice. Quand'e' che ci comunicherai: "Con ldn siamo guarite"

ciao e a presto.

#8 danis

danis

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.026 messaggi

Inviato 18 marzo 2008 - 09:17:40

:14: ;) :(
Da quello che hai scritto avevo capito che ciò che c'è in commercio non è di alta qualità.
Io e Danis :D non possiamo ancora dire di essere guarite però ci stiamo lavorando ed intanto il sonno è migliorato, i dolori sono diminuiti e la stanchezza anche.

Per il momento mi sembra anche sufficiente, o no?

Joseph Joseph, monellaccio :angry:
"La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Immagine inserita


"tu cerchi la risposta, ma non devi cercare fuori la risposta, la risposta è dentro di te, e però è sbagliata!" Quelo

#9 raffa

raffa

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 475 messaggi
  • Location:bologna

Inviato 18 marzo 2008 - 11:41:04

http://www.colostrum4health.com/shop/commerce.


Ale questo è il sito dove trovi il colostro certificato di prima qualità,
costa un tot,ma forse ne vale la pena,joseph ha ragione è validissimo percgè contiene tuute le immunoglobuline ed altri elementi basilare x sostenere il sist immun.

prova se hai problemi con la spedizione fammi sapere.
L'unico inconveniente con il colostro fresco,cioè del contadino è che può contenere
microorganismi ieri il mio fedele segugio mio marito ha fatto un paio di telefonate ai contadini della zona..........ma come ci siamo ridotti!!!!
Te lo darebbero anche ma chi mi garantisce che non mi prendo la salmonella o altro?

Preferisco stare sul sicuro anche se meno efficace....

Non importa quanto lontano sei andato su una strada sbagliata: torna indietro
(Proverbio turco)

#10 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 18 marzo 2008 - 20:40:54

http://www.colostrum4health.com/shop/commerce.
Ale questo è il sito dove trovi il colostro certificato di prima qualità,
costa un tot,ma forse ne vale la pena, joseph ha ragione è validissimo percgè contiene tuute le immunoglobuline ed altri elementi basilare x sostenere il sist immun.

prova se hai problemi con la spedizione fammi sapere.
L'unico inconveniente con il colostro fresco,cioè del contadino è che può contenere
microorganismi ieri il mio fedele segugio mio marito ha fatto un paio di telefonate ai contadini della zona..........ma come ci siamo ridotti!!!!
Te lo darebbero anche ma chi mi garantisce che non mi prendo la salmonella o altro?

Preferisco stare sul sicuro anche se meno efficace....

 

ma prendi il colostro fresco deI contadini e poi fallo bolLire.
Prima di tutto anche se lo bevi crudo la salmonella non te la prendi. Ha tutti gi anticorpi antibatteri, antivirali, ecc.
Poi ha la transferrina ,i fattori di crescita, gli enzimi, ecc. Lo puoi sempre bollire. Ch e cosa credi che facciano quano lo riducono in polvere?
Prendilo, dai contadini, poi fallo bollire per un paio di minuti.
Poi lo puoi anche mescolare con il latte fresco e bevitene una o due due dosi al giorno. Una volta bollito lo puoi anche surgelare.
Il "colostro" che hai citato e' prodotto in Nuova Zelanda ed e' "racolto entro 48 ore" dalla nascita del vitelo.
Ammettendo anche che sia un miscuglio di colostro, otttenuto dalla mucca con mungiture a varie ore , per semio un miscuglio di mungiture fatte a 6 - 12-24 - e 48 ore dal parto. Quello di 24- e di 48 ore e praticamente TUTTO latte di vacca,, magari con un pochino di colostro dentro.
Poi il tutto viene ridotto in polvere Quindi il prodotto viene "sterlizzzato" o "bollito". Poi disidratato.
Guarda che i fattori di di trasferimento (quelli che in Italia adesso chiamano "transfer factors") la lattofferina, ecc ci sono anche nel colostro del contadino che sottoponi a bollitura..Oppure lpuoi comperare il "colotro" od i suoi derivati su siti web.

Mandero' vari siti su questi argomenti.

Ma meglio il colostro che compri dal contadino. Almeno sai se e' colostro, e di quale mungitura. E ti costa poco.

Di alterantiva ha la SINTOMODULINA che e' la versione sintetica di un pezzetto della molecola della timopentina.
La vecchia Leucotrofina Ellem (Timomodulina) conteneva estratti di molecole dal timo di vitello pesanti d 400 a 16000 dalton - se ricordo bene, pero' l'hanno rititrata dal commercio nel 1993-95 circa.
Il TP+1 Serono (Timosina 4) era estratto dal timo dei vitelli ed il Timunox della Jansen -Cilag ( pentapetide sintetico della frazione attiva della timosina 4) e' stato ritirato dal commercioo nel 1994.
E' riimasta la sintomodulina , che funzione peggio dei prodotti sopracitati. Funzionicchia in certi casi. Costa circa 75 euro per una fialal da 50 mg.
Poi bisogna sempre vedere se i prodotti immuno-modulanti, sia a base di timo di vitello, che di sintesi, sono indicati ad una data patologia.
Per esempio: sono controindicati nel caso di tumore al timo e di miastenia gravis accertata.
L'altra opzione e'il Thym- Uvocal, estratto da timo di vitelli australiani e venduto in Germania e Svizzera- E' una brutta copia dela Leucotrofina. Ma, al contrario della lecutotrofina non e' disponibile nelle formulazioini orali. E' disponibile solo in punture sotocutanee.
Costa un patrimonio.

Allego documento in word conteneti siti sui prodotti citati

auguroni

Allega File(s)


Messaggio modificato da joseph1951, 18 marzo 2008 - 20:51:26


#11 raffa

raffa

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 475 messaggi
  • Location:bologna

Inviato 18 marzo 2008 - 23:37:06

ma prendi il colostro fresco deI contadini e poi fallo bolLire.
Prima di tutto anche se lo bevi crudo la salmonella non te la prendi. Ha tutti gi anticorpi antibatteri, antivirali, ecc.
Poi ha la transferrina ,i fattori di crescita, gli enzimi, ecc. Lo puoi sempre bollire. Ch e cosa credi che facciano quano lo riducono in polvere?
Prendilo, dai contadini, poi fallo bollire per un paio di minuti.
Poi lo puoi anche mescolare con il latte fresco e bevitene una o due due dosi al giorno. Una volta bollito lo puoi anche surgelare.
.



So che hai ragione giuseppe,ma come sai è dura trovare il colostro fresco,cmq ci sto provando come ben sai......
Baci & Abbracci
Non importa quanto lontano sei andato su una strada sbagliata: torna indietro
(Proverbio turco)

#12 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 19 marzo 2008 - 11:17:29

ma prendi il colostro fresco deI contadini e poi fallo bolLire.
Prima di tutto anche se lo bevi crudo la salmonella non te la prendi. Ha tutti gi anticorpi antibatteri, antivirali, ecc.
Poi ha la transferrina ,i fattori di crescita, gli enzimi, ecc. Lo puoi sempre bollire. Ch e cosa credi che facciano quano lo riducono in polvere?
Prendilo, dai contadini, poi fallo bollire per un paio di minuti.
Poi lo puoi anche mescolare con il latte fresco e bevitene una o due due dosi al giorno. Una volta bollito lo puoi anche surgelare.
Il "colostro" che hai citato e' prodotto in Nuova Zelanda ed e'  "racolto entro 48 ore" dalla nascita del vitelo.
Ammettendo anche che sia un miscuglio di colostro, otttenuto dalla mucca con mungiture a varie ore  , per semio un miscuglio di mungiture  fatte  a 6 - 12-24 - e 48 ore dal parto. Quello di 24- e di 48 ore e praticamente TUTTO latte di vacca,, magari con un pochino di colostro dentro.
Poi il tutto viene ridotto in polvere Quindi il prodotto viene "sterlizzzato" o "bollito". Poi disidratato.
Guarda che i fattori di di trasferimento (quelli che in Italia adesso chiamano "transfer factors") la lattofferina, ecc ci sono anche nel colostro del contadino che sottoponi a bollitura..Oppure lpuoi comperare  il "colotro" od i suoi derivati su siti web.

Mandero' vari siti su questi argomenti.

Ma meglio il  colostro che compri dal contadino. Almeno sai se e' colostro, e di quale mungitura. E ti costa poco.

Di alterantiva ha la SINTOMODULINA che e' la versione sintetica di un pezzetto della  molecola della timopentina.   
La vecchia Leucotrofina Ellem (Timomodulina)  conteneva estratti di molecole dal timo  di vitello pesanti d 400 a 16000 dalton - se ricordo bene, pero'  l'hanno rititrata dal commercio nel 1993-95 circa. 
Il TP+1 Serono (Timosina 4)  era estratto dal timo dei vitelli  ed  il Timunox della Jansen -Cilag ( pentapetide sintetico della frazione attiva della timosina 4) e' stato ritirato dal commercioo nel 1994.
E' riimasta la sintomodulina , che funzione peggio dei prodotti sopracitati. Funzionicchia in certi casi. Costa  circa 75 euro  per una fialal da 50 mg.
Poi bisogna sempre vedere se i prodotti immuno-modulanti, sia a base di timo di vitello, che di sintesi, sono indicati ad una data patologia. 
Per esempio: sono controindicati nel caso di tumore al timo e di miastenia gravis accertata.
L'altra opzione e'il Thym- Uvocal, estratto da timo di vitelli australiani e venduto in Germania e Svizzera- E' una brutta copia dela  Leucotrofina. Ma, al contrario della lecutotrofina non e' disponibile nelle formulazioini orali. E' disponibile solo in punture sotocutanee.
Costa un patrimonio.

Allego documento in word conteneti siti sui prodotti citati

auguroni

 

E quello delle pecore? Mi sarebbe più facile trovarlo

#13 Cocci

Cocci

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.285 messaggi

Inviato 19 marzo 2008 - 12:31:08

:unsure: io vivo in montagna ma non prenderei mai il colostro direttamente senza che sia pastorizzato nel giusto modo (cioè che non perda le proprietà).

dopo aver cercato a lungo sono arrivata alla mia personale idea che quello della nuova Zelanda anche se non è raccolto nelle prime sei ore sia più sicuro ,giocano altri fattori sulla qualità e la sicurezza .
dipende da come sono allevate le mucche e dal luogo in cui vivono e tante altre cose
Quì spiegano anche perchè il colostro deve essere assolutamente pastorizzato(nel giusto modo e come)

quello zelandese garantisce quanto è scritto dall'istituto di ricerca sul colostro,(della nuova Zelanda):

http://209.85.135.10.../Faqs/faqs.html

scala di qualità:

http://209.85.135.10...Scale_full.html

io l'ho ordinato quì :

http://www.labottega...59&cat=0&page=1

Messaggio modificato da neve, 19 marzo 2008 - 12:42:57

"una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo ,perchè non contempla il solo Paese al quale l'umanità approda di continuo.E quando vi getta l'ancora ,la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela"
Oscar Wilde

#14 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 19 marzo 2008 - 14:36:39

E quello delle pecore? Mi sarebbe più facile trovarlo

 


parlane con un buon veterinario. I fattori di trasferimento che ci sono nel colostro sono adatti ai vari mammiferi. Potrebbe funzionare. Cosi' coem il colostro bovino funziona ebenissmo sull'uomo, il colostro di pecora potrebbe aandare been lo stesso. Senti da un veterinario
auguri

#15 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 19 marzo 2008 - 15:09:06

:unsure: io vivo in montagna ma non prenderei mai il colostro direttamente senza che sia pastorizzato nel giusto modo (cioè che non perda le proprietà).

dopo aver cercato a lungo sono arrivata alla mia personale idea che quello della nuova Zelanda anche se non è raccolto nelle prime sei ore sia più sicuro ,giocano altri fattori sulla qualità e la sicurezza .
dipende da come sono allevate le mucche e dal luogo in cui vivono e tante altre cose
Quì spiegano anche perchè il colostro deve essere assolutamente pastorizzato(nel giusto modo e come)

quello zelandese garantisce quanto è scritto dall'istituto di ricerca sul colostro,(della nuova Zelanda):

http://209.85.135.10.../Faqs/faqs.html

scala di qualità:

http://209.85.135.10...Scale_full.html

io l'ho ordinato quì :

http://www.labottega...59&cat=0&page=1

 


-------------------------------------------------------------------------------------

Prima di tutto le certificazioni servono solo per scopi commerciali. Non sai quello che hanno dato da mangiare alle mucche. Poi anche la FDA ,per le certificazioni (esempio formagggi) non ha laboratori in proprio. Usa laboratori esterni. In passato la FDA ha certiciato del gorgonzola che e' stato in giro per 6 mesi come buono, cioe' avente un carica batterica nrmale.
Pastorizzazione:
Il metodo e' stato inventato da Pasteur consiste nel riscaldare il prodoto a diverse temprerature.
Vedi allegato
pastorizzare a bassa temperatura vuol dire scladare il prodotto a 65 gradi centigradi per alcuni secondi ecc.
Non vedo che cosa ci sia di diverso fra il pastorizzare ed il bollire (bollitura a 100 gradi = pastorizzaziona alta).
Per verficare la validita' del prodotto che acquisti bisognerebbe fare degli esami di laboratorio per analizzare il prodotto.
Poi fare delle sperimentazioni su due gruppi di pazienti (omogenei per eta' e patologia). Ad un gruppo dovresti sommistrare le pastiglie di colostro ad un altro pastiglie di zucchero o di talco. Poi dopo diversi mesi esaminare i dati.

ecc,

Vedi qui di seguito un articolo sulla pastorizzazione
-------------------------------------------------------------------

Pastorizzazione


Il termine pastorizzazione deriva da Pasteur, che nel 1860 scoprì che riscaldando il vino a 60 gradi e mantenendo questa temperatura per alcuni minuti, poteva essere conservato a lungo.
La pastorizzazione è un trattamento termico atto a distruggere tutte le forme patogene, e la maggior parte di quelle vegetative, dei microorganismi presenti nell'alimento e a disattivare gli enzimi.

La pastorizzazione non è in grado di devitalizzare i microrganismi termofili (quelli che si riproducono a temperature tra i 50 e i 60 gradi), nè le spore. Per questo motivi gli alimenti pastorizzati devono essere conservati in condizioni tali da limitare lo sviluppo di tali microrganismi: in genere la pastorizzazione è abbinata ad altri sistemi di conservazione come la refrigerazione, l'aggiunta di sostanze chimiche, il confezionamento sottovuoto.
La durata del trattamento e le temperature raggiunte dipendono dall'alimento e dal grado di contaminazione, si distingue infatti in:
- pastorizzazione bassa: 60-65 gradi per 30 secondi, utilizzata per vino e birra, latte per produzione di formaggio;
- pastorizzazione alta: 75-85 gradi per 2 o 3 minuti, metodo utilizzato un tempo per il latte e ora sostituito dall'HTST;
- pastorizzazione rapida o HTST (High Temperature Short Time): 75-85 gradi per 15-20 secondi, condotta su alimenti liquidi che scorrono in uno strato sottile tra due pareti metalliche scaldate. Chiamata anche "stassanizzazione".
Di norma la pastorizzazione è seguita da un rapido raffreddamento del prodotto, per limitare lo sviluppo dei microrganismi residui.
La pastorizzazione consente di mantenere pressoché inalterate le qualità del prodotto originale, di contro, esso non può essere conservato a lungo. È il caso del latte fresco, che ha un sapore molto migliore rispetto a quello sterilizzato (UHT), ma si conserva solo per pochi giorni.

#16 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 19 marzo 2008 - 17:50:02

parlane con un buon veterinario. I fattori di trasferimento che ci sono nel colostro sono adatti ai vari mammiferi. Potrebbe funzionare.  Cosi' coem il colostro bovino funziona ebenissmo sull'uomo, il colostro di pecora potrebbe aandare been lo stesso. Senti da  un veterinario
auguri

 

Il latte di pecora si usa e anzi la ricotta di pecora è più buona di quella di mucca, e gli antichi romani usavano dare a malati, convalescenti e donne incinte delicate il latte di giumenta o asina, o il colostro di pecora.

#17 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 20 marzo 2008 - 00:19:54

Il latte di pecora si usa e anzi la ricotta di pecora è più buona di quella di mucca, e gli antichi romani usavano dare a malati, convalescenti e donne incinte delicate il latte di giumenta o asina, o il colostro di pecora.

 


Si akela. Il sistema immunitario dei mammiferi viene mediato dal colostro. Quindi acquisiamo un sistema immunitario che viene attivato dal colostro. Prendiamo i fattori di trasferimento dal colostro (della mamma, o della mucca, o della pecora, ecc) e poi inneschiamo l'attivita' del nostro sitema immunitario con i fattori contenuti nel colstro.
Il colostro bovino va benissimo, ma non e' il solo che puo' essere utilizzato. C'e' anche il colostro di altri mammiferi.
Per esempio, prendiamo la capra. Il latte di capra e' indicato a coloro che hanno intolleranze al latte di mucca. Come nel mio caso.
Poi il latte di mucca e' mucogeno cioe' produce muco. Per i tipi ipermucogeni come sono io (gruppo sanguigno A) il latte di vacca non va bene (e neanche i formaggi a base di latte di mucca, compreso il parmigiano reggiano, o il grana padano).
Sono formaggi che adoro ma che devo limitare od eliminare. Al contrario, digerisco benissimo il latte di capra ed i caprini. Inoltre il latte di capra, contiene anche l'acido capriico che ucide la candida.
Quindi invece di usare l'acudo caprilico in compresse (prodotte anche dalla solgar) e' meglio mangiare dei formaggi caprini o bere del latte di capra.
Ion non sono stato allattato da mia made. NON ho avuto nel il colostro di mamma ne'' tantomeno quello di vacca....
Sono stato allattato col latte di vacca. Quindi non c'e' stato un buon sviluppo del sistema immuitario. Poi mi hanno fatto un sacco di vaccini..

Sembrerebbe doveroso precisare per i forumisti che non conoscono bene la differenza fra colostro e latte che il colostro NON e' latte.
E' completamente diverso.
Il vitello nasce senza sistema immunitario attivo. Quindi se non gli viene dato il colostro di mamma vacca, il vitello muore. Dopo 12 ore dal parto la secrezione della mucca contiene il 70% di latte ed il 30% di colostro. Dopo 24 ore dal parto il latte di mucca contiene solo una piccola parte di colostro. Per questo motivo dubito che molti prodotti su siti di internet che vendono "colostro di vacca munto entro 48 ore) contengano pocchissimo colostro (se non addirittura niente colostro). Ma solo proteine cotte e lifilizzate del latte di mucca.

In ogni caso prima di bere del colostro di mucca o di capra o di pecora o di asina o di cavalla, e' sempre meglio fare due chiacchee con il veterinario della zona in cui vivete e che monitorizza il bestiame di zona.
Non tuti gli allevatori di bestiame sono seri. Alcuni prendoo delle scorciatoie.

Quindi vi consiglio di indagare sulla disponibilita' e sull'eventuale qualita' del colostro di bestiame che avete nella zona in cui abitate. Poi si puo' anche fare un mix di vari tipi di colostro (vacca, capra, ecc).
Oppure, alternare il tipo di colostro che si assume. Se lo trovate fresco in zona non vedo perche' non lo possiate bollire per un minuto o due, poi versarlo nelle vaschette per il ghiaccio. Va raffredato e surgelato rapidamente per evitare che si formino batteri.
Vi fate i cubetti ghiacciati di colostro. Poi vi sciogliete 2-3 cubetti di colostro in un bicchiere di latte e vi bevete del latte piu' colostro.
Vi costa meno di uello importato in comprse, ne sapete la provenienza e la qualita', ecc.
Anche perche' la terapia con colostro va fatta su tempi lunghi.

Poi l'alternare un tipo di colostro (es: bovino) con uno caprino o pecorino aumenta lil ventaglio di immunoglobuline che assumente....

Il colostro dovrebbe mettere a posto il rapporto TH1 e TH2.

Lo consiglia anche il professor Hooper che l'ha dato anche ai veterani amercani della guerra del golfo.

Oppure, puo' anche darsi che dopo vari tentativi riusciate a trovare anche del colostro o in forma liquida, o in foma in polvere, oppure in comprese, venduto su internt.

In Inghilterra lo vendono. Ma se voi vi dovete basare su importatori che importano dalla Nova Zelanda del colostro in forma di compresse, - chissa' quanto tempo e' stato in giro.

Su internet si trova di tutto. Dai prodoti bufala, ai prodotti validi.

Si tratta di provare e di avere un po' di fortuna

Domani chiedeo al dottor Weir cosa ne pensa del colostro venduto su internet, see e' afidabile o eno e quale e' affidabile.

Le alternative al colostro sono queste:

1- un pool di immunoglobuline umane (che in Italia non ci sono piu)'.
2- La sintomodulinache funziona poco e non ve bene per tutti. (costo 70-75 euro per uan fiala da 50mg)
3 - il Thym-Uvocal venduto su internet, e che una brutta copia della leucotrofina (circa 150-200 euro per 10 fiale eda 2ml).

4- L'ampligen comperato al mercato nero. L'ampligen funziona in un qualche modo solo sul 5-15 per cento dei pazienti che lo hanno sperimentato in trial clinici controllati.

L'ampligen puo' avere notevoli effetti collaterali. E dopo 30 anni d sperimentazioni precliniche la FDA non ha ancora dato l'OK alla commercializzazione.

Poi la casa farmacutica che produce l'ampilgen lo deve dare gratuitamente ai centri autorizzati per le sperimentazioni cliniche ufficiali..
Quindi se lo comperate sottobanco.. fate attenzione. Inoltre non e' un prodotto molto maneggevole.. Al momento non mi sento di consigliare l'ampligen.

fate vobis.

Buona Pasqua a tutti

#18 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 20 marzo 2008 - 23:13:50

Si akela. Il sistema immunitario dei mammiferi viene mediato dal  colostro. Quindi acquisiamo un sistema immunitario che viene attivato dal colostro. Prendiamo i fattori di trasferimento dal colostro (della mamma, o della mucca, o della pecora, ecc) e poi inneschiamo l'attivita' del nostro sitema immunitario con i fattori contenuti nel colstro.
Il colostro bovino va benissimo, ma non e' il solo che puo' essere utilizzato. C'e' anche il colostro di altri mammiferi.
Per esempio, prendiamo la capra. Il latte di capra e' indicato a coloro che hanno intolleranze al latte  di mucca. Come nel mio caso.
Poi il latte di mucca e' mucogeno cioe' produce muco. Per i tipi ipermucogeni come sono io (gruppo sanguigno A) il latte di vacca non va bene (e neanche i formaggi a base di latte di mucca, compreso il parmigiano reggiano, o il grana padano).
Sono formaggi che adoro ma che devo limitare od eliminare. Al contrario, digerisco benissimo il latte di capra ed i caprini. Inoltre il latte di capra, contiene anche l'acido capriico che ucide la candida.
Quindi invece di usare l'acudo caprilico in compresse (prodotte anche dalla solgar) e' meglio mangiare dei formaggi caprini o bere del latte di capra.
Ion non sono stato allattato da mia made. NON ho avuto nel il colostro di mamma ne'' tantomeno quello di vacca....
Sono stato allattato col latte di vacca. Quindi non c'e' stato un buon sviluppo del sistema immuitario. Poi mi hanno fatto un sacco di vaccini..

Sembrerebbe doveroso precisare per i forumisti che non conoscono bene la differenza fra colostro e latte che il  colostro NON e' latte.
E' completamente diverso.
Il vitello nasce senza sistema immunitario attivo. Quindi se non gli viene dato il colostro di mamma vacca, il vitello muore. Dopo 12 ore dal parto la secrezione della mucca contiene il 70% di latte ed il 30% di colostro. Dopo 24 ore dal parto  il latte di mucca contiene solo una piccola parte di colostro. Per questo motivo dubito che molti prodotti su  siti di internet che vendono "colostro di vacca munto entro 48 ore) contengano pocchissimo colostro (se non addirittura niente colostro). Ma solo proteine cotte  e lifilizzate del latte di mucca.

In ogni caso prima di bere del colostro di mucca o di capra o di pecora o di asina o di cavalla, e' sempre meglio fare due chiacchee con il veterinario della zona in cui vivete e che monitorizza il bestiame di zona.
Non tuti gli allevatori di bestiame sono seri. Alcuni prendoo delle scorciatoie.

Quindi vi consiglio di indagare sulla disponibilita' e sull'eventuale qualita' del colostro di bestiame che avete nella zona in cui abitate. Poi si puo' anche fare  un mix di vari tipi di colostro (vacca, capra, ecc). 
Oppure, alternare il tipo di colostro che si assume. Se lo trovate fresco in zona non vedo perche' non lo possiate bollire per un minuto o due, poi versarlo nelle vaschette per il ghiaccio.  Va raffredato e surgelato rapidamente per evitare che si formino batteri.
Vi fate i cubetti ghiacciati di colostro. Poi vi sciogliete 2-3 cubetti  di colostro in un bicchiere di latte e vi bevete del latte piu' colostro.
Vi costa meno di uello importato in comprse, ne sapete la provenienza e la qualita', ecc.
Anche perche' la terapia con colostro va fatta su tempi lunghi.

Poi  l'alternare un tipo di colostro (es: bovino) con uno caprino o pecorino aumenta lil ventaglio di immunoglobuline che assumente....

Il colostro dovrebbe mettere a posto il rapporto TH1  e TH2.

Lo consiglia anche il professor Hooper che l'ha dato anche ai veterani amercani della guerra del golfo.

Oppure, puo' anche darsi che dopo vari tentativi riusciate a trovare anche del colostro o in forma liquida, o in foma in polvere, oppure in comprese, venduto su internt.

In Inghilterra lo vendono. Ma se voi vi dovete basare su importatori che  importano dalla Nova Zelanda del colostro  in forma di compresse, - chissa' quanto tempo e' stato in giro.

Su internet si trova di tutto. Dai prodoti  bufala, ai prodotti validi.

Si tratta di provare e di avere un po' di fortuna

Domani chiedeo al dottor Weir cosa ne pensa del colostro venduto su internet, see e' afidabile o eno e quale e' affidabile.

Le alternative al colostro sono queste:

1- un pool di immunoglobuline umane (che in Italia non ci sono piu)'.
2- La  sintomodulinache funziona poco e non ve bene per tutti. (costo 70-75 euro per uan fiala da 50mg)
3 - il Thym-Uvocal venduto su internet, e che una brutta copia della leucotrofina (circa 150-200 euro per 10 fiale eda 2ml).

4- L'ampligen comperato al mercato nero. L'ampligen funziona  in un qualche modo solo sul 5-15 per cento dei pazienti che lo hanno sperimentato in trial clinici controllati. 

L'ampligen puo' avere notevoli effetti collaterali. E dopo 30 anni d sperimentazioni precliniche la FDA non ha ancora dato l'OK alla commercializzazione.

Poi la casa farmacutica che produce l'ampilgen lo deve dare gratuitamente ai centri autorizzati per le sperimentazioni cliniche ufficiali..
Quindi se lo comperate sottobanco.. fate attenzione. Inoltre non e' un prodotto molto maneggevole.. Al momento non mi sento di consigliare l'ampligen.

fate vobis.

Buona Pasqua a tutti

 

Pecore allevate in campagna da noi da un "mezzadro", la difficoltà è arrivare quando devono ancora nascere gli agnelli, le nascite non sono tutto l'anno. Quando dici che si deve assumere per tempi lungi cosa intendi? E in che quantità giornaliera?
Quanto può durare un litro? non è troppo poco?

#19 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 21 marzo 2008 - 00:45:08

Pecore allevate in campagna da noi da un "mezzadro", la difficoltà è arrivare quando devono ancora nascere gli agnelli, le nascite non sono tutto l'anno. Quando dici che si deve assumere per tempi lungi cosa intendi? E in che quantità giornaliera?
Quanto può durare un litro? non è troppo poco?

 

Carisimo,
sono appena rientrato da Londra. Sono stato dal Dr Weir in Harley Street. Il dottor Weir e' uno dei medici consigliatimi privatamente dall'innominato. I nomi dei medici consigliatamini privatamente dall'innominato sono stati postati in allegati in un'altra discussione che ho aperto su questo forum.
Poi nell'andare da Harley Street a Winole Street dove c'e' il laboratorio analisi, mi sono imbattuto in uno dei negozi della revital dalla quale compro via internetet sia la adenosilcobalamaina che la metilcobalamina. Sono entrato nel negozio, tra l'altro gestito da americani.
Nel sito dell areivtal non ci ho navigato bene, mi sono limitato a cercare, con la facilitazione "ricerca" (search) i due prodotti che ordino al telefono.
Nel negozio hanno una vastissima gamma di prodotti della solgar, della Natures', Plus, dell BioCare ecc, prodotti che non trovate inItalia ne' alle dosi, ne' tantomeno ai prezzi praticati in inghilterra.
Per esempio ho trovato l'ascorbato di potassio, quello di magnesio in confezioni da 250 grammi a 12 sterline. Ho trovato l'acetilcarntina da 500mg (180 compresse) a 30 sterline (49 euro). Mentre in Italia l'equivalente, il Nicetile verrebbe a costare oltre 200 euro per 180 cpr da 500mg. Ho trovato anche il colostro della nautures' Plus, advanced therapeutics, prodotto dalla RX foundation: 60 capsule a 23 sterline. Ogni capsula contiene: 12000mg di preoteine : Colostyn -50 (marchio brevettato standardizzato di colostro bovino/siero concentrati 1220mg/compresse
Immunoglobuline G (IgG) 540mg, per copr. Poliopeptidi ad alto contenuto di prolina: minimo 60mg. Questo per una singola compressa. Costo 60 compresse £23. Poi c'erano anche altri tipi colostro.
Per tornare alla tua domanda: con un litro di colostro dovresti prenderne due/tre/quattro cucchiai al giorno (o piu' a seconda della gravita' della patologia. Dipende sempre dalla gravita' del patologia che varia da individuo ad individuo./ Cqm le mie ipotesi, tutte le mie ipotesi, sono state confermate anche dal Dr Weir.
Quesat e' la qaunrta conferma.
Ovviamente avendo le assicurazioni private non ho pagato nulla, nemmeno il treno (sono disabile) solo i taxi (che mettero' in deduzione tasse, perche' il mio business di traduttore e' ancora fomalmente attivo, anche se effettivamente e' temporaneament e sospeso) Quindi non faccio nulla, a parte il mettere a perdita le spese normali- compresi i vestiti.
L'ipotesi di prendere il colostro bollirlo, o scladarlo sui 60-65 gradi e poi metterlo nelle vaschette per il ghiaccio (poii lo devi raffreddare rapidamente per evitare che si formino batteri) poi congelarlo. Infine o ogni giorno prendere due o tre cubetti di colosto ghiacciato sciogliendoli nel latte non e' cosi stupida come potrebbe sembrare a prima vista.
Ho avuto conferma della mia ipotesi.
Un po' di colostro non vi fa certo male. Senz'altro e' molto meno pericoloso degli antivirali, degli antiretrovirali, idi certi antibiotici (coem il bacrrim) che dannegino il DNA ed l'RNA.
Certamente non consiglieri l'uso smodato di Ampligen, in quanto i riultati positivi sono deludenti( 5-15% dei pazienti) e gli effeti collaterali (85-95% dei pazienti) anche molto grave.
Pero' il colostro potrebe non essere sufficiente, soprattutto nelle patologie conclamate, con alterazioni irreversibili d'orano o di organi.
Nel mio caso da neonato non ho avto bne' il colostro di vacca, ne' quello di mamman, ne quello di pecors. Quindi il mio sistema imuniatrio non si e' sviluppatp bene e poi sono stato scassato dalle vaccinazioni.


Poi puoi alternare il colostro di capra, con quello di mucca, con quello di pecora.
Migliori anche la probalilita' di trovare del colostro per tutto l'anno.
Dipende da quello che trovi. Inoltre in questo modo ampli la gamma di immunmoglubuline e fattori di crescita IGF, ecc, conteuti nei vari tipi di colostro.]
Con tutte le patologie iatrogene che la medicina ha creato negli ultimi 50 anni, il colostro diventra' un bene di consumo quotidiano per tutta la famiglia. E' costa meno dei farmaci di sintesi. Cosi' come lo sono diventati lo yogurt, ed anche i lattobacilli. Io lo yogurt lo facevo in casa, gia alla fine degli anni 70.


A prospostio il discorso dei metabolita della vitamina D, Il discorso e' valido. Il Dottor Weir mi ha detto il mio modello teorico e' valido.
Mi ha riposto:
"lei ha una ME classica. Non sono sicuro, come le ha detto anche anche l'innomminato che solo gli antibiotici possano essere di aiuto.
Mi basta fare il metablita D25 Oh che suppongo c sia basso. SE il metabolita d25 Oh e' basso anche il Th1 e' basso e quindi anche la Il-12 e' bassa. Da li' partono tutti i guai immunologici, endocrini mitocondriali, ecc".

Gli ho riposto: sono dieci anni che chiedo i metaboliti dalla D.

Il colostro e valido. Mi e' stato confermato.

Cmq insisto che vi facciate fare una ricerca immunologica, neuro, endocrinoligica minuziosa . Bisogna sempre trovare il punto chiave.

Le vaccinazioni causano molti danni e molte malattie, che insorgono o nella prima infanzia (autismo, ecc) o nell'adolescenza, o nell'eta' adulta.

Se proprio dovete vaccinare i vostri bambini , fate precedere le vaccinazioni da sommistrazioni di colostro, almeno per un mese, prima e dopo la vaccinazione. Con le vaccinazioni NON SI ACQUISISCE IMMUNITA' contro virus e batteri.

Si acquisicono malattie autoimmuni.

Il dr Di Bella e i suoi estratti dalle capre non era un esaltato. Il dottor Fiore non e' un cretino.
Madre natura non obbedisce ne' ai diktat politici, ne' tantomeno ai diktat delle multinazionali del vaccino.

Chiedo scusa per i farfugliamenti ma sono in piedi dalle sei di questa mattina e non ho ancora mangiato.
Editero' questo post domani. Con questa risposta mi sono limitato ad una breve segnalazione, meramente preliminare.

Buona notte
===============
Poi
Durante la pausa pasquale spero di poter prepare un argomento piu' articolato e coerente.

Insistete perche' vi facciano i test che vi devono fare.

Li facevano anche al San'Orsola di Bologna. Le Spect di Bologna sono disattivate. Non le usano piu'.

Ho postato i documenti delle pubblicazioni dei ricercatori italiani che mettono il rilievo il nesso fra soppressione di IL-12 e reinfezione da Bordetella ecc.

Ho citato i lavori che adesso il Ministero della Sanita' Italiano sta inutilmente cercando di criptare.

Esigete che venga rispettato il vostro diritto alla tutela dell salute. Lo stato Italiano e' in violazione dei diritti fondamentali umani, e' in violazione della costituzione italiana, ecc.

Rifiutatevi di pagare parcelle esose, per terapie dubbie. Evitate di tirelllerare, o di bazzecchiare.

Gli esami clinici e strumentali ci sono: LRnaese L25 lo fanno anche a Milano.
Mai sentito parlare del San Raffaele?
Se propio dovete andare negli a fare i test negli Stati Uniti, presentate il conto alla ASL locale.

Evitate di diventare cavie paganti per le sperimentazioni genetiche, con staminali, con anticorpi monoclonali, per curare il diabete di tipo 2, ecc.

E' troppo presto per queste cose. Non se ne capisce un tubo. Crepereste di tumori.

#20 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 21 marzo 2008 - 16:43:20

Per tornare alla tua domanda: con un litro di colostro dovresti prenderne due/tre/quattro cucchiai al giorno (o piu' a seconda della gravita' della patologia. Dipende sempre dalla gravita' del patologia che varia da individuo ad individuo./ Cqm le mie ipotesi, tutte le mie ipotesi, sono state confermate anche  dal Dr Weir.

Non ho capito per quanto tempo bisogna prenderlo, per un certo periodo, sempre, a cicli?

#21 MARIU'

MARIU'

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 198 messaggi
  • Location:Palermo

Inviato 21 marzo 2008 - 20:22:11




Io non vorrrei scoraggiare nessuno sull'uso del colostro fresco, seppure io

preferirei sicuramente quello sterilizzato, ma solo mettervi a

conoscenza di questo :


http://www.epicentro.../brucellosi.asp



E questi:


http://www.ospedalec...BRUCELLOSI.html

http://brucellosi.izs.it/brucellosi/

http://www.antropozo.../brucellosi.php

http://www.msd-itali...3/1571256b.html



Tra l'altro devo ringraziare pubblicamente proprio Joseph, il quale mi ha fatto

notare che la Brucellosi, che all'inizio della mia malattia mi era stata diagnosticata,

ha proprio come caratteristica della Brucella, che la provoca, il mimetizzarsi nelle

nostre cellule, rendendosi quindi quasi sempre invisibile ai test del sangue.


Così ho iniziato una ricerca trovando qualcosa che penso possa esservi utile,

anche alla luce delle ricerche di Joseph, che ha trovato diversi siti in inglese

(purtroppo per me illegibili), nei quali si ipotizza, a quanto pare, uno stretto

legame fra Brucellosi e CFS/ME-FM :


http://www.cfsitalia...aded&show=&st=


Secondo me da non sottovalutare proprio in considerazione del fatto che esiste

una "Brucellosi Cronica", anche se non ho capito bene se puo' protrarsi per così

tanti anni senza danni d'organo gravi.

Anzi se qualcuno lo volesse/potesse fare, si potrebbero visitare e tradurne almeno

le tesi essenziali.


Da parte mia ho già prenotato una visita al reparto di malattie infettive del nostro

centro regionale di riferimento (tra l'altro la regione più colpita d'Europa), per

sentire cosa pensano del mio caso.



BUONA PASQUA A TUTTI



Ciao, MARIU'.




Messaggio modificato da MARIU', 21 marzo 2008 - 20:26:43

Immagine inserita
BUONE FESTE A TUTTI !

#22 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 23 marzo 2008 - 02:19:22


Io non vorrrei scoraggiare nessuno sull'uso del colostro fresco, seppure io

preferirei sicuramente quello sterilizzato, ma solo mettervi a

conoscenza di questo :
http://www.epicentro.../brucellosi.asp
E questi:
http://www.ospedalec...BRUCELLOSI.html

http://brucellosi.izs.it/brucellosi/

http://www.antropozo.../brucellosi.php

http://www.msd-itali...3/1571256b.html
Tra l'altro devo ringraziare pubblicamente proprio Joseph, il quale mi ha fatto

notare che la Brucellosi, che all'inizio della mia malattia mi era stata diagnosticata,

ha proprio come caratteristica della Brucella, che la provoca, il mimetizzarsi nelle

nostre cellule, rendendosi quindi quasi sempre invisibile ai test del sangue.
Così ho iniziato una ricerca trovando qualcosa che penso possa esservi utile,

anche alla luce delle ricerche di Joseph, che ha trovato diversi siti in inglese

(purtroppo per me illegibili), nei quali si ipotizza, a quanto pare, uno stretto

legame fra Brucellosi e CFS/ME-FM :
http://www.cfsitalia...aded&show=&st=
Secondo me da non sottovalutare proprio in considerazione del fatto che esiste

una "Brucellosi Cronica", anche se non ho capito bene se puo' protrarsi per così

tanti anni senza danni d'organo gravi.

Anzi se qualcuno lo volesse/potesse fare, si potrebbero visitare e tradurne almeno

le tesi essenziali.
Da parte mia ho già prenotato una visita al reparto di malattie infettive del nostro

centro regionale di riferimento (tra l'altro la regione più colpita d'Europa), per

sentire cosa pensano del mio caso.
BUONA PASQUA A TUTTI
Ciao, MARIU'.

 


Si Mariu' hai ragione sulla brucellosi , puo' diventare un batterio a forma -L , cioe' puo' perdere la parete cellulare, come la perde la Bordetella, la Borrelia, la babesia, la lista e' lunga, ci sono almeno 300 batteri. che si spgliano e perdonao la parete celluare. poi una data specie di baterio denudasipuo' trasmetter e questa cratterstica anche ad un'altra specie batterica, tramite mesaggi chimici. Lo stesso quando acquisiscono resistnza ad un dato antibiotico: immettono nel sangue dell'opsite un messaggio che chimico che vien recepito da altir tipi di batteri: si parla di resistenza incrociata.


I beta lattami (le penicilline) hanno accelerato questa carattesirticca difensiva dei batteri: cieo' diperder laparete celluare . I beta-lattami (penicilline e cefalosporine di 1 2 gebnrazone, ed alcune cefalosporine di terza generazione, agiscono distruggendo la parete cellulare dei batteri. Il Rocephin/Rocefin/Rokephin/ Rocephine sembra fare eccezione, ma ha anche un meccasniso di aumento dei trasportattori cerebrali del glutammato. Questi trasportatori portano fuori dl cevellol'eccesso di glutammato.
Un altro metodo per eliminare il glutammato e' usare la l-glutammina, che tra l'altro assorbe l'ammoniaca prodotta dalle disbiosi intestinale, e che poi passa nel cervello.
La l-glutammina + ammoniaca = accido glutammico. Il glutammato viene riconvertito in acido glutammico dalla glutammina.

Colostro
Ho conssigliato di cercare del colostro fresco da un'allevatore di zona ma che sia fidato (solo dopo avere parlato con il veterinario che monitorizza il bestiame dell'allevatore). Non tutti gli allevatori sono seri. Alcuni prendono delle scorciatoie ed inettano nelle vacche anche i vaccini umani per produrre anticorpi conro i batteri che infettano gli esseri umani. Poi ho spiegato che il colostro fresco andrebbe o sobbollito a 70-85 gradi per alcuni secondi o bollito a 100 gradi per alcuni secondi. Poi versato in vaschette, per esempio quelle usate per fare i cubetti di ghiaccio, e raffreddato rapidamente (magari mettendolo nel freezer bollente, anche se questonon e sempre consigliato d ai costruttori di freezer). Cio' per evitare che, con un raffreddamento lento si sviluppino batteri. Usat e vaschette per il ghiaccio di metallo.

Poi una volta congelato prelevate dalla vaschetta del colostro ghiacciato due o tre cubetti alla volta e li sciogliete nel latte (meglio latte di capra) e lo bevete, magari facendovi un frullato al quale ggiungete degli aminoacidi delle frutta e della vitamina c (jn foma di ascobato puro o ascorbato di magnesio e potassio, ecc, ecc).
L'alternativa e' acquistare del colostro bovino concentato pastorizzato sia fresco (in forma liquida che in polvere o compresse. Ci sono degli ottimi prodoti su Internet. A suo ttempoho postato alcuni siti anche della Nuova Zelanda che vendono il colostro bovino a prezzi decenti. Ma ho anche fatto notare che ci sono siti poco seri.
Poi quando ci sono di mezzo degli importatori italiani, i prezzi decuplicano sempre e le quantita' di prodoto effettivo diminuiscoo vertiginosamente.
Questo per il fatto che, in Italia, c'e' il racket dei supplementi nutrizionali, dei farmaci naturali, dei "nutraceutical" coem li chiamano gli ameiricani, ovvero i nutraceutici. In Italia questi prodotti sono un fenomeno di elite.
Negli Usa ed in Inghilterra sono feomeni di massa. Perche' in Italia devo compeeare la l-carntina con la ricetta a 2 euro al grammo . Quando in amerca la compro della stessa qualita' ma aprzzi molto piu' decenti e senza ricetta medica?
IN America la acetilcarnitina, in confezione da 180 compresse da 500mg e' vednuta a 20 dollari (o 30 sterline nel Regno Unito). Perche' in Italia mi vendono gli omega 3 prodotti in Inghilterra a 4 euro al grammo ed io, in Inghilteraa li pago 8 euro per 250 grammi. Gli omega 3 venduti in Italia e "Titolati" sono gli stessi omega 3 prodotti e venduti nel Regno Unito.
Sono prodotti dalla dalla Holland and Barrett. Guardate la sigla cee (il bollino che c'e dietro, nella parte posteriore delal confezione . Cambia solo la confezione, (250mg) la quantita' 40 compresse ed il prezzo: 39 euro per 40 compresse da 250mg.

Poi, in passato la Carnitina racemica (DL-Carnitina) prodotta dala Larkhall laboratories inglese veniva venduta in Italia nelle farmacia come prodotto dimagrante!!
La DL-carnitina e' pericolosa. Contien il 50 per cento di d-carnitina ed il 50 per cento di L-carnitina. La D-carnitina impedsce che i trigliceridi entrino nel mitocondrio. Viene usata per produrre malattie smuscolari sperimentali sugli animali. Solo la L-carnitina trasporta i trgiliceridi nei mitocondri. Quando la carnitina viene prodotta il 50 per cento e' in forma di D-Carntina e il 50 per cento in forma di L-Carnitina. Quindi vanno separate, alla miscela "racemica" bisogna togliere la D-Carnitina. Ecco perche'il prodotto della larkhall costava meno della sola -l-carnitina e faceva dimagrire!.
IO ho deunciato al ministero del'agricoltura inglese la larkhall nel 1985, dopo avere visto i suoi prodotti in vendita in una farmacia a Ferrara sita di fronte all'Ospedale Sant'Anna.
Il Ministero della sanita' Italiano, invece, ha fatto finta di essere orbo!

Quindi verificate SEMPRE la provenienza dei prodotti nutrizionali venduti sia in farmacia che in erboristeria, che su Internet. Anche la solgar fa la linea "italiana" , solo per l'italia e a prezzi italiani. Se vedee i prodotti che la solgar fa in America ed prezzi.... Rimanete a bocca aperta. Non ci credete.
Come consumatori potreste fare un'azione legle collettiva contro il racket dei prodotti nutrizionali che c'e' in italia.

pi le natocinaine "Titolate" Gli estrati di mirtilli (dalla buccia di murtillo, bollta e disidratata + 20 comprsse di estrato di buccia dimirtillidi150 mg contennti il10% di pricnipaiop attivo "Titolato" (15mg) venduto al 30 euro per 20 compresse. Con 30 euro vi comerate 3 chili di mirtilli surgelati. 3 Kiili ctegno uno sbrago di antocianine e vitamiona c, rotoantocianine. Vi bastano per venti giorni. SE volete migliorare la retina e la micircolazioen dei capilalri dell'occio, ecc mangiate mirtilli neri suergelati. Sono anche ipoglicemizzanri e fortissimi antioosidanti.

Happy Easter/BUona Pasqua.
BuonaPasqua.

#23 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 24 marzo 2008 - 10:54:43

per il colostro ho trovato questo ..purtroppo in tedesco però magari c'è qualcuno che puo leggere..

http://www.sanimalis...anprodukte.html
Meglio cinghiale che pecora

#24 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 24 marzo 2008 - 13:05:55


Io non vorrrei scoraggiare nessuno sull'uso del colostro fresco, seppure io

preferirei sicuramente quello sterilizzato, ma solo mettervi a

conoscenza di questo :
http://www.epicentro.../brucellosi.asp
E questi:
http://www.ospedalec...BRUCELLOSI.html

http://brucellosi.izs.it/brucellosi/

http://www.antropozo.../brucellosi.php

http://www.msd-itali...3/1571256b.html
Tra l'altro devo ringraziare pubblicamente proprio Joseph, il quale mi ha fatto

notare che la Brucellosi, che all'inizio della mia malattia mi era stata diagnosticata,

ha proprio come caratteristica della Brucella, che la provoca, il mimetizzarsi nelle

nostre cellule, rendendosi quindi quasi sempre invisibile ai test del sangue.
Così ho iniziato una ricerca trovando qualcosa che penso possa esservi utile,
sentire cosa pensano del mio caso.
BUONA PASQUA A TUTTI
Ciao, MARIU'.

 


La brucellosi e' uno dei tanti batteri che puo' trasformarsi in foma-l. E' endemica nel bacino mediterraneo.
E' uno di batteri che e' spesso preesnte nelle Co-infezioni della ME/CFS,
Altri sono la malattia di lime, la babesia, la bordetella, wurchereria, ecc
La brucellosi si puo' prendee anche dai cani.#Esiste la variante brucellosi canis

Allego un papirone in Word con ricerca incrociata sulla brucellosi + brucellosi in human + neueurobrucellosi + Glossario iternazionle di biologia + articoli + siti italiani web a ricerca incrociata.
Vi consglio dipaientarer e dare una scorsa a tutte l oltre 100 pagine in Word che allego

La brucellosi non c'e solo in sicilia. Io controllerei anche sui siti web digitando www.google.it
e poi cercando:
brucellosi + sardegna

E' uno dei batteri modificati per la guerra biologica

--------------------------------------------------------------------------------------

un piccolo esempio di alcune pagine dell'allegato in word


Products
Industrial
Clinical
Technical
Events
About Us
Links
Careers
Contact Us
Order



Brucellosi
La brucellosi è una zoonosi causata da batteri appartenenti al genere Brucella. È presente in tutto il mondo, ma particolarmente nei Paesi del Mediterraneo, ...
www.epicentro.iss.it/problemi/brucellosi/brucellosi.asp - 10k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi, Febbre ondulante, Febbre maltese, Febbre mediterranea
La Brucellosi è una zoonosi grave. È una malattia batterica sistemica causata dai batteri parassiti endocellulari del genere Brucella specie: B.abortus ...
www.antropozoonosi.it/Malattie/Brucellosi%20def/brucellosi.php - 38k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi
La brucellosi -zoonosi ancora molto diffusa nella nostra regione- è provocata dall’azione patogena di piccoli batteri Gram negativi appartenenti al genere ...
www.ospedalecivicopa.org/infettive/CEN%20RIF%20BRUCELLOSI.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

Malattie batteriche
I microrganismi responsabili della brucellosi umana sono la Brucella abortus (bovini), ... La brucellosi si contrae per contatto diretto con secrezioni ed ...
www.msd-italia.it/altre/manuale/sez13/1571256b.html - 22k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi
La brucellosi è una malattia infettiva presente in tutto il mondo, in modo particolare nei paesi del Mediterraneo, in India, Medio-oriente, ...
www.izsvenezie.it/dnn/Areetematiche/Zoonosi/Brucellosi/tabid/336/Default.aspx - 178k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
BRUCELLOSI
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
BRUCELLOSI. Il riscontro di positività all'isolamento batteriologico ... La brucellosi dell’uomo deriva sempre da un. serbatoio animale ...
www.regione.piemonte.it/agri/osserv_faun/documentazione/dwd/documenti/s0304_l.pdf - Pagine simili

Girodivite: Brucellosi: è la volta buona?
L’Assessore alla Sanità della Regione Sicilia ha deciso di adottare una strategia nuova per sconfiggere definitivamente la brucellosi. ...
www.girodivite.it/Brucellosi-e-la-volta-buona.html - 30k - Copia cache - Pagine simili

brucellosi - ENCICLOPEDIA
patologia infettiva causata da microrganismi del genere Brucella. è tipica dei paesi dei bacino mediterraneo (la brucellosi è detta anche febbre maltese), ...
www.sanihelp.it/enciclopedia/scheda/1118.html - 22k - Copia cache - Pagine simili

Sistema Brucellosi
Il Centro di Referenza Nazionale per le brucellosi è stato attivato presso la sede centrale dell'IZSAM con Decreto Ministeriale del 4 ottobre 1999. ...
brucellosi.izs.it/ - 7k - Copia cache - Pagine simili

MINISTERO DELLA SALUTE - ORDINANZA 14 febbraio 2007 Misure ...
sanitaria degli allevamenti dalla tubercolosi e dalla brucellosi e ... concernente il piano nazionale della brucellosi ovina e caprina, e ...
gazzette.comune.jesi.an.it/2007/54/4.htm - 20k - Copia cache - Pagine simili

Ricerche correlate a: brucellosi
brucellosi nell'uomo
brucellosi bovina
brucellosi campania
mononucleosi

toxoplasmosi
salmonellosi
tubercolosi
tetano




1
2

3

4

5

6

7

8

9

10

Successiva








Accesso
Google

Ricerca avanzata
Preferenze

Cerca: nel Web pagine in Italiano pagine provenienti da: Italia



Web Risultati 11 - 20 su circa 35.200 per brucellosi. (0,04 secondi)
Sistema Brucellosi
La brucellosi è una malattia batterica che colpisce bovini, bufali, pecore, capre suini, cani e animali selvatici. È una zoonosi, pertanto è trasmissibile ...
brucellosi.izs.it/brucellosi/common/mostra_articolo.do?id=57 - 9k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi ovicaprina | Osservatorio Epidemiologico Veterinario ...
Brucella melitensis è agente responsabile primario della brucellosi degli ovini e dei caprini, infezione ancora largamente diffusa in diverse parti del ...
www.oevr.org/node/68 - 11k - Copia cache - Pagine simili

Profilassi tubercolosi bovina, brucellosi bovina ed ovicaprina
Profilassi tubercolosi bovina, brucellosi bovina ed ovicaprina.
www.ausl-cesena.emr.it/.../Profilassitubercolosibovinabrucellosibovinae/tabid/661/Default.aspx - 38k - Copia cache - Pagine simili

brucellosi - Medicina di Laboratorio - Esperto Dica33
salve, mi è stata da poco diagnosticata una brucellosi, ma il medico mi ha fatto ripetere gli esami di sangue per vedere se la malattia è andata avanti o è ...
www.dica33.it/esperto/visualizza.asp?id=16837 - 38k - Copia cache - Pagine simili

AgricolturaOnWeb - Zoosystem - Brucellosi: fissate le indennità di ...
Il Minsal ha fissato le quote 2007 previste per le enzoozie bovine e bufaline.
agricolturaonweb.imagelinenetwork.com/zoosystem/brucellosi-fissate-le-indennita-di-abbattimento-04533.cfm - 25k - Copia cache - Pagine simili

Ministero della Salute - Alimenti - Sanità Animale - Principali ...
In particolare la lotta alle brucellosi e alla tubercolosi è estremamente rilevante in quanto si tratta di zoonosi, cioè di malattie infettive trasmissibili ...
www.ministerosalute.it/.../sanita/sanApprofondimento.jsp?lang=italiano&label=mal&id=229&dad=s - 15k - Copia cache - Pagine simili

BRUCELLOSI, FISSATA L’INDENNITA’DI ABBATTIMENTO | @nmvi Oggi
11 mar 2008 ... Il Ministero della salute ha determinato le indennita' di abbattimento dei bovini e bufalini infetti da tubercolosi, brucellosi e leucosi ...
www.anmvioggi.it/8030/10-03-08/brucellosi-fissata-l%E2%80%99indennita%E2%80%99di-abbattimento - 25k - Copia cache - Pagine simili

Licata: uccise 50 pecore affette da brucellosi | VR Sicilia ...
Un veterinario dell'Asl 1 di Agrigento ha abbattuto 50 pecore, affette da brucellosi, in un ovile di Licata, ma per eseguire l'operazione è stato scortato ...
www.vrsicilia.it/agrigento/licata-uccise-50-pecore-affette-da-brucellosi.html - 18k - Copia cache - Pagine simili

Visti da Lontano - Post con tag "Brucellosi"
In Campania è emergenza continua: ora è allarme brucellosi. Pubblicato da Massimo Brignolo alle 20:14 in Diario. La Campania è ancora in piena emergenza ...
vistidalontano.blogosfere.it/tag/Brucellosi - 48k - Copia cache - Pagine simili

BRUCELLOSI, NUOVA PROTESTA DEGLI ALLEVATORI BUFALINI
29 nov 2007 ... BRUCELLOSI, NUOVA PROTESTA DEGLI ALLEVATORI BUFALINI 40.000 bufale potrebbero essere presto abbattute solo perchè a rischio brucellosi. ...
www.videocomunicazioni.com/2007/11/29/brucellosi-nuova-protesta-degli-allevatori-bufalini/ - 78k - Copia cache - Pagine simili

Ricerche correlate a: brucellosi
brucellosi nell'uomo
brucellosi bovina
brucellosi campania
mononucleosi

toxoplasmosi
salmonellosi
tubercolosi
tetano





Precedente

1
2
3

4

5

6

7

8

9

10

11

Successiva



Web Risultati 1 - 10 su circa 2.110 per brucellosi nell'uomo. (0,26 secondi)
Zoönomia
Nell'uomo. La brucellosi è un’infezione che non presenta sintomi tipici. Nella maggior parte dei casi la durata dell’incubazione può variare da una a 15 ...
web.tiscali.it/zoonomia/bibliografia/articolo02.htm - 18k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
BRUCELLOSI
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
SINTOMI CLINICI NELL’UOMO. La brucellosi dell’uomo deriva sempre da un. serbatoio animale. •Febbre intermittente, nausea, cefalea, ...
www.regione.piemonte.it/agri/osserv_faun/documentazione/dwd/documenti/s0304_l.pdf - Pagine simili

- Brucella
La brucellosi è una zoonosi sostenuta da bacilli gram negativi , immobili, ... in essa presenti non sono sufficienti a determinare malattia nell'uomo. ...
62.123.162.33/csra//index.php?option=com_content&task=view&id=92&Itemid=225 - 75k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi
La brucellosi -zoonosi ancora molto diffusa nella nostra regione- è ... CASI REALI NELL’UOMO (per un indice presunto di sottonotifica 1:5) 2.000-2500 ...
www.ospedalecivicopa.org/infettive/CEN%20RIF%20BRUCELLOSI.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

Sistema Brucellosi
La brucellosi è una malattia batterica che colpisce bovini, bufali, pecore, ... L'infezione nell'uomo è generalmente caratterizzata da un periodo di ...
brucellosi.izs.it/brucellosi/common/mostra_articolo.do?id=57 - 9k - Copia cache - Pagine simili

Problemi di sanità pubblica in bovini ed ovi-caprini in presenza ...
Un Autore Francese - Nicolle - studioso della brucellosi nell'uomo, ha dichiarato che non aveva mai avuto la sensazione che si potesse guarire ...
www.inea.it/arssa/papparel.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi, Febbre ondulante, Febbre maltese, Febbre mediterranea
Malattia nell' uomo. Febbre emorragica con sindrome renale ( FESR, HFRS). E' una malattia ad esordio acuto con febbre e dolori lombari, emoraggie ed ...
www.antropozoonosi.it/Malattie/HANTAVIRUS%20DEF/hantavirus.htm - 36k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
REGIONE____________________ Az ULSS________ SEGNALAZIONI DI CASI ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
DIPARTIMENTO PER LA PREVENZIONE. SETTORE IGIENE PUBBLICA. SEGNALAZIONI DI CASI DI TUBERCOLOSI E. BRUCELLOSI NELL’UOMO. CASO DI:. TUBERCOLOSI. BRUCELLOSI ...
www.crev.it/ricerca_tbc/all.IX%20casi%20zoonosi%20uomo.pdf - Pagine simili

EFSA ::. Parere del gruppo di esperti scientifici sui pericoli ...
I dati presentati nella relazione indicano che la situazione concernente la brucellosi nell’uomo in Europa è migliorata nel corso del periodo di riferimento ...
www.efsa.europa.eu/EFSA/efsa_locale-1178620753820_1178620775588.htm - 24k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
SINDROME DELLA LEPRE BRUNA EUROPEA (EBHS) FIBROMATOSI NODULARE ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
BRUCELLOSI. Causa: Brucella spp. (batterio). Segnalata di rado in Italia. ... Nell’uomo provoca febbre, sudorazione, dolori articolari,. ulcere cutanee. ...
www.bs.izs.it/Referenza/CREMAVILA/MALATTIELEPRE_Brochure%20_IZSLER.pdf - Pagine simili



1
2

3

4

5

6

7

8

9

10

Successiva


PDF]
Presentazione di PowerPoint
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
(Ceftriaxone, Claritromicina, Amoxicillina-Clavulanico, Netilmicina) ... nell’uomo (ospiti. intermedi). Le uova. vengono eliminate con le ...
www.antropozoonosi.it/pdfterzocorso/Pecco2.pdf - Pagine simili

[PPT]
EPIDEMIOLOGIA GENERALE DELLE MALATTIE INFETTIVE
Formato file: Microsoft Powerpoint - Versione HTML
Consistono nella eliminazione della sorgente di infezione e sono possibili quando è rappresentata da animali (brucellosi, peste, rabbia). Nell’uomo sono ...
137.204.249.140/RegistraEsami/didattica_files/mal_infettive_medicina_26mar07.ppt - Pagine simili

SALMONELLA ABORTUS OVIS: UNA PROBLEMATICA SEMPRE ATTUALE.
Vanno prese in considerazione: Brucellosi (soprattutto B. melitensis), Listeriosi, Febbre Q, Clamidiosi (principalmente C. .... CRO, Ceftriaxone, 100, 0, 0 ...
www.spvet.it/arretrati%5Cnumero_23%5Csalmabov.html - 35k - Copia cache - Pagine simili

Zoönomia
Nell'uomo. La brucellosi è un’infezione che non presenta sintomi tipici. Nella maggior parte dei casi la durata dell’incubazione può variare da una a 15 ...
web.tiscali.it/zoonomia/bibliografia/articolo02.htm - 18k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi - Wikipedia
La brucellosi è una zoonosi: tutte le infezioni nell'uomo sono conseguenti all'esposizione ad animali infetti o all'ingestione di latte e latticini ...
it.wikipedia.org/wiki/Brucellosi - 44k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
BRUCELLOSI
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Dr. Francesco MARUCCI. 10. BRUCELLOSI -. CONTAGIO NELL’UOMO. Sanitaria. AAzienda ... SINTOMI CLINICI NELL’UOMO. La brucellosi dell’uomo deriva sempre da un ...
www.regione.piemonte.it/agri/osserv_faun/documentazione/dwd/documenti/s0304_l.pdf - Pagine simili

[PDF]
1 ZOONOSI OCCUPAZIONALI: LE MISURE DI PROFILASSI Dott.ssa Paola TOMAO
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
BRUCELLOSI. Detta anche febbre ondulante, febbre maltese e febbre del ..... Puň manifestarsi nell’uomo in forme diverse: silenti, croniche e diffuse (spesso ...
ausl.mo.it/informo/ftp/materiale-corso/zoonosi/26%20pom/4-tomao_le%20misure%20di%20profilassi.pdf - Pagine simili

[PDF]
CHEMIOTERAPIA ANTIMICROBICA
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
scoperta casualmente da Fleming nel 1928, utilizzata poi nell’uomo, .... emivita plasmatica lunga, ( >7h per il ceftriaxone) ...
www.unicam.it/farmacia/ripa/antibiotici.pdf - Pagine simili

[PDF]
Linee guida Linee guida sulla prevenzione, diagnosi e terapia dell ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
di tutti i casi di brucellosi. La maggior parte degli iso- ..... velli sierici efficaci nell’uomo di ceftriaxone e netilmi- ...
www.anmco.it/pubblicazioni/altrelineeguida/Endocardite-LG-ITA_2004-.pdf - Pagine simili

Microbiologia TorVergata
I farmaci di prima scelta sono il ceftriaxone e il cefoperazone. ... ma più complessa, perché la malattia si può manifestare nell'uomo anche per contatto ...
www.microbiologiatorvergata.it/approfondimenti/infezioni_gastrointestinali.htm - 136k - Copia cache - Pagine simili



1
2

3

Successiva


Capitolo 6
Nella brucellosi viene preferita la doxiciclina (200 mg/die), associata alla streptomicina o alla rifampicina, per unadurata di 4–6 settimane. ...
www.carloanibaldi.com/terapia/antibiotici/capitolo6.htm - 72k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi - Wikipedia
La brucellosi è una malattia infettiva provocata dalle brucelle, una famiglia di .... L'OMS-WHO consiglia il trattamento orale con doxiciclina (200mg/die) ...
it.wikipedia.org/wiki/Brucellosi - 44k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
BRUCELLOSI
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
BRUCELLOSI. La brucellosi è una. antropozoonosi dovuta a .... Doxiciclina + rifampicina. s. Doxiciclina + streptomicina/. gentamicina ...
www.med.unifi.it/SEGRETERIA/LAUREA/medicina/Corso/specialita_m_c_i/malattie_infettive/paradisi/brucellosi.pdf - Pagine simili

Conoscete la brucellosi? - Yahoo! Answers
Risposte alla domanda Conoscete la brucellosi? nella categoria Malattie infettive ... L'OMS-WHO consiglia il trattamento orale con doxiciclina (200mg/die) ...
it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070203103319AAQlhxv&show=7 - 57k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi
La brucellosi colpisce diversi tipi di animali, fra cui mucche, pecore, ... solitamente doxiciclina e rifampin: questi vengono usati in combinazione per un ...
www.epicentro.iss.it/problemi/brucellosi/brucellosi.asp - 10k - Copia cache - Pagine simili

Brucellosi, Febbre ondulante, Febbre maltese, Febbre mediterranea
La Brucellosi è una zoonosi grave. È una malattia batterica sistemica causata dai ... In alternativa si può usare doxiciclina (200 mg/die) per 6 settimane ...
www.antropozoonosi.it/Malattie/Brucellosi%20def/brucellosi.php - 38k - Copia cache - Pagine simili

MediStuff.net
L’incidenza globale della brucellosi non è facilmente decodificabile ma è comunque .... Lo schema raccomandato prevede l’associazione di doxiciclina + un ...
medistuff.net/2007/05/29/brucellosi.aspx - 32k - Copia cache - Pagine simili

[DOC]
Brucellosi
Formato file: Microsoft Word - Versione HTML
Nel corso della brucellosi costantemente si instaurano lesioni .... si pratica una terapia di associazione con rifampicina + doxiciclina per 6 settimane.
www.ailmi.it/Appunti%20studenti/Brucellosi-appunti.doc - Pagine simili

Brucellosi
La brucellosi -zoonosi ancora molto diffusa nella nostra regione- è .... DOXICICLINA per os. ADULTI : 100 mg ogni 12 ore BAMBINI : 2,5 mg/kg ogni 12 ore ...
www.ospedalecivicopa.org/infettive/CEN%20RIF%20BRUCELLOSI.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

Malattie batteriche
I microrganismi responsabili della brucellosi umana sono la Brucella ... La doxiciclina 100 mg PO bid (o la tetraciclina 500 mg PO qid) per 3-6 sett. più la ...
www.msd-italia.it/altre/manuale/sez13/1571256b.html - 22k - Copia cache - Pagine simili



1


Suggerimento: Risparmiate tempo facendo Invio invece di cliccare “Cerca con Google”
Brucellosi
La brucellosi -zoonosi ancora molto diffusa nella nostra regione- è provocata .... Tetracicline a lunga emivita (doxiclina e minociclina), rifampicina, ...
www.ospedalecivicopa.org/infettive/CEN%20RIF%20BRUCELLOSI.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

Capitolo 10
F) Trattamento della brucellosi: rifampicina in associazione ad una tetraciclina semisintetica (doxiciclina o minociclina). G)Trattamento delle osteomieliti ...
www.carloanibaldi.com/terapia/antibiotici/capitolo10.htm - 100k - Copia cache - Pagine simili

Capitolo 6
La minociclina ha una posizione più particolare, a causa dell'attività nei ..... nel trattamento della brucellosi e di 0.5 g/die nel trattamento dell'acne. ...
www.carloanibaldi.com/terapia/antibiotici/capitolo6.htm - 72k - Copia cache - Pagine simili
Altri risultati in www.carloanibaldi.com »

brucellosi - Medicina di Laboratorio - Esperto Dica33
salve, mi è stata da poco diagnosticata una brucellosi, ma il medico mi ha ... CON TETRACICLINE AD ALTO DOSAGGIO O AMPICILLINA ASSOCIATA A MINOCICLINA O ...
www.dica33.it/esperto/visualizza.asp?id=16837 - 38k - Copia cache - Pagine simili

[DOC]
Brucellosi
Formato file: Microsoft Word - Versione HTML
Nel corso della brucellosi costantemente si instaurano lesioni .... consigliabile adoperare quelle a lunga emivita (minociclina e doxiciclina), che rispetto ...
www.ailmi.it/Appunti%20studenti/Brucellosi-appunti.doc - Pagine simili

Farmaci antibatterici
La minociclina, per via della sua liposolubilità, è l'unica tetraciclina che si ritrova ... nella shighellosi, nella brucellosi, nel granuloma inguinale e, ...
www.msd-italia.it/altre/manuale/sez13/1531200.html - 23k - Copia cache - Pagine simili

MINOCIN 50 - 100
... pertosse, febbre ricorrente, brucellosi, gangrena gassosa, ... La posologia usuale del Minocin, minociclina, per gli adulti è di 200 mg inizialmente e ...
www.torrinomedica.it/farmaci/schedetecniche/MINOCIN_50_-_100.asp - 25k - Copia cache - Pagine simili

MINOCIN*50MG 16 CPS - FARMAPLANET.IT - La tua Farmacia online
Composizione : minociclina cloridrato diidrato 54 mg, equivalente a minociclina 50 mg ... pertosse, febbre ricorrente, brucellosi, gangrena gassosa, ...
www.farmacia-centrale.it/farmacodetail.asp?minsan=022240129 - 50k - Copia cache - Pagine simili

MINOCIN*100MG 8 CPS - FARMAPLANET.IT - La tua Farmacia online
Composizione : minociclina cloridrato 108 mg, equivalente a minociclina 100 mg ECCIPIENTI: ... pertosse, febbre ricorrente, brucellosi, gangrena gassosa, ...
www.farmaplanet.it/farmacodetail.asp?minsan=022240016 - 50k - Copia cache - Pagine simili

[PPT]
Gas, sostanze liposolubili
Formato file: Microsoft Powerpoint - Versione HTML
Casi di Brucellosi notificati in Italia (vs Sicilia) nel decennio 1996/2005 .... MINOCICLINA (100 mg X 2);; RIFAMPICINA (600-900 mg/die ev); ...
www.simit.org/iniziative/5cns/st3.2-11.45-DiGregorio.pps - Pagine simili



1
2

3

4

5

Successiva








Brucellosi
La neurobrucellosi è una complicanza per lo più associata alle forme croniche .... a terapia con doxiclina o minociclina in età inferiore agli 8 anni, ...
www.ospedalecivicopa.org/infettive/CEN%20RIF%20BRUCELLOSI.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
Page 1 AZIENDA OSPEDALI ASSOCIAZIONE CONVIVIA “Vitt.EmanueleII ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
neurobrucellosi. La diagnosi differtenziale va posta con numerose patologie. ..... giornaliere e la doxiciclina o la minociclina alla dose di 5 mg/Kg in 2 ...
www.convivia.it/Documenti/2001/ATTI-REL.pdf - Pagine simili



La neurobrucellosi è una complicanza per lo più associata alle forme .... Entro che valori di ipertransaminasemia può essere utilizzata la Rifampicina? ...
www.ospedalecivicopa.org/infettive/CEN%20RIF%20BRUCELLOSI.html - 57k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
BRUCELLOSI
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Esami strumentali. s. Esami liquor (neurobrucellosi) ... Doxiciclina + rifampicina. s. Doxiciclina + streptomicina/. gentamicina ...
www.med.unifi.it/SEGRETERIA/LAUREA/medicina/Corso/specialita_m_c_i/malattie_infettive/paradisi/brucellosi.pdf - Pagine simili

MediStuff.net
SNC: la neurobrucellosi è una manifestazione assai grave ma per fortuna infrequente; ... seguita da doxiciclina + rifampicina per 4-8 settimane. ...
medistuff.net/2007/05/29/brucellosi.aspx - 32k - Copia cache - Pagine simili

Stampa
Altre forme di neurobrucellosi sono encefaliti, mieliti, radiculo-nevriti, ... Il Bactrim può essere usato in associazione con rifampicina, ...
www.kisanji.org/print.aspx?modulo=wikipedia&arg=Brucellosi - 38k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
Page 1 AZIENDA OSPEDALI ASSOCIAZIONE CONVIVIA “Vitt.EmanueleII ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
neurobrucellosi. La diagnosi differtenziale va posta con numerose patologie. ... l’uso dell’associazione doxiciclina 200 mg/die e rifampicina 900 mg/die ...
www.convivia.it/Documenti/2001/ATTI-REL.pdf - Pagine simili

Al fine di visualizzare i risultati più rilevanti, sono state omesse alcune
Brucellosi
altre lingue - other languages

Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici - Leggi le avvertenze

La brucellosi è una malattia infettiva provocata dalle brucelle, una famiglia di batteri.
Colpisce principalmente gli animali, causando mastite bovina e aborto, sempre nei bovini. Può colpire accidentalmente l'uomo (antropozoonosi), causando diverse forme morbose, conosciute sotto vari nomi, come febbre maltese, febbre mediterranea, febbre ondulante, febbre napoletana, febbre di Cipro, febbre di Gibilterra, setticemia di Bruce, morbo di Bang.
Prende il nome da David Bruce, medico australiano che per primo isolò il batterio.
Indice
• 1 Storia
• 2 Eziologia
• 3 Epidemiologia
• 4 Patogenesi
• 5 Clinica
• 6 Complicazioni
• 7 Diagnosi
o 7.1 Anamnesi
o 7.2 Esami bioumorali
o 7.3 Esami microbiologici
o 7.4 Esami sierologici
• 8 Terapia
• 9 Prevenzione
• 10 Brucellosi veterinaria
• 11 Bibliografia
• 12 Collegamenti esterni

[modifica] Storia
La storia della brucellosi è strettamente legata all'occupazione dell'isola di Malta da parte delle truppe britanniche.
• Nel 1861, a Malta, per primo Marston differenziò la "febbre maltese" dalle altre sindromi febbrili.
• Nel 1886, David Bruce, medico australiano incaricato dalla Royal Society di Londra di studiare la "febbre maltese", isolò per primo, nel tessuto splenico di un paziente maltese deceduto, l'agente eziologico della malattia: un battere che chiamò Micrococcus melitensis.
• Nel 1895, in Danimarca, Bernhard Lauritz Frederik Bang identificò il bacillo responsabile di aborto contagioso nel bestiame bovino; il germe fu chiamato "bacillo di Bang", che poi verrà rinominato Brucella abortus.
• Nel 1897, in Inghilterra, Almroth Edward Wright dimostrò la presenza di anticorpi agglutinanti le brucelle nel siero dei malati di febbre di Malta; nel 1905, il medico maltese Themistocles Zammit scoprì gli stessi anticorpi nelle capre infettate da brucelle.
• Fu istituita dalle autorità britanniche una "Commissione per la Febbre Mediterranea" che, tra il 1904 e il 1907, concluse che, a Malta, le capre indigene erano il serbatoio dell'infezione e il loro latte non pastorizzato era il veicolo di trasmissione della malattia dall'animale all'uomo
• Nel 1918, negli USA, Evans dimostrò la somiglianza tra il "bacillo di Bang" e Micrococcus melitensis.
• Nel 1920 Meyer e Shaw proposero di raggruppare i due germi sotto lo stesso genere Brucella, chiamato così in onore del primo scopritore David Bruce. Le due specie furono chiamate B. abortus e B. melitensis.
• Nel 1914, negli USA, Traum isolò Brucella suis da aborti suini.
• Negli anni successivi furono scoperte altre brucelle animali: Brucella ovis dalle pecore, Brucella neotomae da roditori del deserto dello Utah, Brucella canis da cani e per ultima, nel 1994, Brucella maris da cetacei.
[modifica] Eziologia
Gli agenti eziologici sono piccoli cocco-bacilli Gram negativi del genere Brucella del quale esistono 7 specie, con diverse biovarianti ciascuna:
• Brucella melitensis
• B.abortus
• B.suis
• B.ovis
• B.neotomae
• B.canis
• B.maris (per la quale è stata proposta la divisione in B.pinnipediae e B.cetaceae).
Le specie certamente patogene per l'uomo sono B.abortus nelle biovarianti 1-6 e 9, B.melitensis nelle biovarianti 1,2 e 3, B.suis biovarianti 1-5, e B.canis. La specie più comunemente causa di malattia nell'uomo è B.melitensis.
[modifica] Epidemiologia
La brucellosi è una zoonosi: tutte le infezioni nell'uomo sono conseguenti all'esposizione ad animali infetti o all'ingestione di latte e latticini contaminati. La malattia è cosmopolita ma ha una maggiore prevalenza nel bacino del Mediterraneo, nella penisola araba, nel subcontinente indiano e in America Centrale. La trasmissione all'uomo avviene per diretto contatto con animali infetti, con loro secrezioni attraverso soluzioni di continuità di pelle o attraverso le mucose, o tramite l'ingestione di prodotti latticini infetti e non pastorizzati. La brucellosi è una malattia professionale degli allevatori, dei veterinari, dei lavoratori dei mattatoi e del personale di laboratorio. Le carni sono raramente fonte d'infezione perché di solito vengono cotte e comunque la carica batterica è bassa. La trasmissione interumana è rarissima. Gli individui immunodepressi non sembrano essere particolarmente a rischio di sviluppare la malattia. Nei Paesi dove era presente, l'eradicazione della brucellosi bovina ha abbattuto significativamente l'incidenza di malattia nell'uomo.
[modifica] Patogenesi
La gravità della malattia dipende dalle condizioni immunitarie e nutrizionali del paziente, dalla carica infettante e dalla via di acquisizione dell'infezione: per esempio i farmaci antiacidi riducono l'acidità gastrica e facilitano il passaggio delle brucelle attraverso il sistema digerente. Le brucelle sono patogeni intracellulari facoltativi: sono in grado di sopravvivere all'interno delle cellule fagocitiche dell'ospite, evitando di essere uccise. Le brucelle con il circolo sanguigno raggiungono i linfonodi e, da lì, si disseminano a tutti gli organi del sistema monocito-macrofagico: ad altri linfonodi, al midollo osseo, al fegato e alla milza. L'eliminazione dell'infezione dipende dall'attivazione dei macrofagi con lo sviluppo di una reazione immunitaria cellulo-mediata di tipo Th-1.
[modifica] Clinica
I segni e i sintomi della malattia sono poco specifici: febbre, sudorazione, malessere, anoressia, cefalea, artro-mialgie. La malattia si manifesta improvvisamente dopo 2-4 settimane dall'infezione. Il segno principale della malattia è la febbre, che, all'inizio è irregolare, remittente o intermittente (con sbalzi giornalieri, fino a 38-39°C), e dopo qualche tempo, nei casi non trattati, diventa tipicamente "ondulante", salendo e scendendo durante la settimana. Un altro segno specifico della malattia, ma poco affidabile per la diagnosi, è la tipica sudorazione, con odore di paglia bagnata o di stalla e una sensazione di cattivo sapore in bocca. Il malessere del paziente è spesso sproporzionatamente maggiore dei segni clinici obiettivi. A volte si possono avere modeste linfo-adenomegalie, epatomegalia e splenomegalia.
I tentativi fatti da vari autori di distinguere forme acute, sub acute e croniche della brucellosi sono puramente arbitrari. La brucellosi è una malattia sistemica e può interessare qualunque organo e tessuto. Quando il coinvolgimento di un organo prevale sugli altri si parla di malattia focale.
Dopo adeguata terapia possono aversi ricadute cliniche, che di solito si verificano 3-6 mesi dopo la sospensione del trattamento. Le forme che si cronicizzano sono mantenute dalla persistenza di focolai di infezione in linfonodi, nel midollo osseo, nella milza o nel fegato.
[modifica] Complicazioni
La malattia sistemica può essere complicata da particolari manifestazioni d'organo.
• Forme gastro-enteriche
Possono aversi linfoadeniti mesenteriche, ileiti e coliti acute, con infiammazione delle placche di Peyer.
• Forme epato-biliari
Il coinvolgimento epatico in corso di brucellosi è comune. L'infezione da B.abortus può dare la formazione di granulomi molto simili a quelli della sarcoidosi, mentre l'infezione da B.melitensis è caratterizzata da un quadro isto-patologico simile all'epatite. L'epatopatia brucellare, anche nei casi gravi, si risolve con la terapia antibiotica e non degenera in cirrosi. È possibile la formazione di ascessi epatici cronici che, per la cura, spesso richiedono l'intervento chirurgico. Sono stati segnalati rari casi di pancreatiti e di colecistiti acute.
• Forme osteo-articolari
L'interessamento osteo-articolare in corso di brucellosi è molto comune (secondo varie stime dal 10 all'80%). Sono colpite più spesso le grandi articolazioni. Si manifesta con spondiliti (infiammazioni dei corpi vertebrali) o sacroiliti (infiammazione dell'articolazione tra osso sacro e ilio). Le spondiliti possono essere molto gravi e complicate da discite, osteomielite, con crolli vertebrali e la formazione di ascessi para-spinali. La spondilite brucellare è clinicamente molto simile a quella tubercolare (detta morbo di Pott), tanto che viene anche chiamata "pseudo-Pott".
• Forme neurologiche
Il paziente affetto da brucellosi sperimenta spesso la depressione dell'umore ed è particolarmente insofferente.
L'interessamento del sistema nervoso è raro. La forma più frequente è la meningite, acuta o cronica, e clinicamente ricorda la sclerosi multipla. Altre forme di neurobrucellosi sono encefaliti, mieliti, radiculo-nevriti, ascessi cerebrali o epidurali, sindromi meningo-vascolari e demielinizzanti. Di solito le forme neurologiche si risolvono dopo trattamento, ma sono segnalati casi di sequele permanenti.
• Forme cardio-vascolari
L'endocardite è abbastanza rara (meno del 2% dei casi), ma è la principale causa di morte da brucellosi. Prima dell'introduzione della cardio-chirurgia, l'endocardite brucellare era sempre fatale. Sono segnalati anche casi di pericarditi e di aneurismi micotici (a forma di "fungo").
• Forme respiratorie
Sono comuni nei mattatoi. Le forme respiratorie variano da forme lievi, simil-influenzali, a bronchiti, polmoniti, ascessi polmonari, lesioni miliariformi, linfoadenopatie ilari, versamenti ed empiemi pleurici. Possono essere facilmente confuse con le forme tubercolari.
• Forme genito-urinarie
Le forme renali sono rare è possono manifestarsi con pielonefriti, nefriti interstiziali, glomerulonefriti. Gli ascessi renali sono simili a quelli tubercolari. L'epididimo-orchite si verifica nel 20% degli uomini affetti da brucellosi e di solito è monolaterale.
• Forme in gravidanza
La principale manifestazione della brucellosi nell'animale è l'aborto. Nell'uomo, si pensa che le brucelle non causino più aborti di quanto non si verifichi nel corso di una qualsiasi altra infezione con batteriemia. L'argomento è ancora molto dibattuto.
• Forme ematologiche
Consistono in anemia, leucopenia, trombocitopenia e disordini della coagulazione. Di solito sono modeste e si risolvono con la terapia. Sono verosimilmente causate dalla stimolazione delle cellule del sistema monocito-macrofagico. Nel 75% dei casi di brucellosi si trovano lesioni granulomatose nel midollo osseo.
• Forme cutanee
La dermatite da contatto è comune nei veterinari esposti ad animali infetti. Nel 5% dei casi di brucellosi si hanno manifestazioni cutanee varie (esantemi, eritema nodoso).
• Forme oculari
L'uveite è una complicanza tardiva ed è verosimilmente di natura autoimmunitaria.
[modifica] Diagnosi
[modifica] Anamnesi
Poiché le manifestazioni cliniche della brucellosi sono poco specifiche, è necessaria una accurata raccolta dei dati anamnestici perché sorga il sospetto diagnostico: vanno considerati il rischio occupazionale, i viaggi in zone endemiche, l'ingestione di cibi a rischio.
[modifica] Esami bioumorali
Sono poco significativi: i leucociti sono normali o poco ridotti e la VES è variabile.
[modifica] Esami microbiologici
La diagnosi di certezza ottiene con l'isolamento delle brucelle dall'emocoltura, dalla coltura di midollo osseo o di altri tessuti. l'isolamento in coltura del battere non riesce sempre (tra il 15% e il 90% dei casi, a seconda delle tecniche). Il personale di laboratorio è a rischio di infezione nel maneggiare campioni infetti e devono essere osservate le giuste precauzioni.
[modifica] Esami sierologici
In assenza di conferma batteriologica, è possibile una diagnosi presuntiva dimostrando la presenza significativa o la risalita dei titoli anticorpali nel siero del paziente. La metodica tradizionalmente in uso è la sierodiagnosi di Wright, ma è poco sensibile. Recentemente è stato introdotto il dosaggio degli anticorpi (Ab) incompleti anti-Brucella, molto utili nei casi di forme "croniche" e per il monitoraggio della risposta alla terapia o delle ricadute.
[modifica] Terapia
La malattia non trattata ha un andamento solitamente benigno. La terapia antimicrobica accorcia la durata della malattia, allevia i sintomi e riduce l'incidenza delle forme complicate e delle ricadute. Poiché le brucelle sono microorganismi intracellulari è necessario impiegare antibiotici che penetrino le membrane cellulari e si concentrino bene nelle cellule dell'ospite.
Le tetracicline sono tra i farmaci più attivi, ma vanno sempre impiegati in combinazione con altri farmaci, a causa della frequenza delle ricadute dopo la mono-terapia. L'OMS-WHO consiglia il trattamento orale con doxiciclina (200mg/die) associata a rifampicina (600 o 900mg/die) per 6 settimane, tuttavia l'associazione della doxiciclina per os con la streptomicina intramuscolare (1g/die) per 3 settimane è più efficace. Una volta veniva impiegato, in associazione, anche il cotrimossazolo (Bactrim), che però ha inaccettabili tassi di ricaduta post-trattamento. Il Bactrim può essere usato in associazione con rifampicina, un fluorochinolonico o un aminoglicoside, nelle forme pediatriche (sotto gli 8 anni di età) e in gravidanza, quando è controindicato l'impiego della doxiciclina. Nelle forme più complicate molti autori consigliano l'associazione con tre farmaci tra quelli elencati.
[modifica] Prevenzione
La prevenzione dell'infezione umana dipende dal controllo e dall'eliminazione dell'infezione animale, che si attua principalmente con la vaccinazione dei capi di bestiame. Al momento non esistono vaccini sicuri ed efficaci per l'uomo.
[modifica] Brucellosi veterinaria
La malattia colpisce numerosi animali: ruminanti, equini, suini, cani. Brucella abortus provoca l'aborto epizootico del bovino e del bufalo d'acqua (Brucellosi bovina o morbo di Bang); Brucella melitensis infetta principalmente pecore e capre, più raramente il bovino ed il bufalo d'acqua; l'infezione può essere trasmessa all'uomo attraverso il latte non bollito o il contatto con feti e lochiazioni infetti.
Brucella suis colpisce il suino nel quale detemina aborto, artrite ed orchite del verro; Brucella canis infetta il cane causando aborto.
La profilassi si esegue tramite un vaccino costituito da un ceppo di agente patogeno vivo (Buck 19) che è pressoché avirulento; un nuovo vaccino, denominato Rb 51, è oggi disponibile: tale presidio immunizzante presenta il vantaggio di non interferire con le prove sierologiche ufficiali(tuttavia l'approvazione per l'uso dei vaccini è ancora in discussione: sebbene in passato la profilassi vaccinale risultasse essere un valido mezzo di controllo, secondo le leggi vigenti ne è vietato l'uso essendo in atto un piano di eradicazione sul territorio italiano). Importante per la profilassi anche l'igiene della stalla e del bestiame ed il rigoroso controllo degli animali di nuova introduzione.
[modifica] Bibliografia
• G.Mandell, J.Bennett, R.Dolin, ed. Principles and practice of infectious diseases. 6th ed. Elsevier Churchill Livingstone, 2005.
[modifica] Collegamenti esterni
• Biografia di Bruce
• Biografia di Bang
• Il genere Brucella
• Brucellosi
• Brucellosi
• eMedicine
• Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di medicina
Estratto da "http://it.wikipedia....iki/Brucellosi"
Categorie: Malattie infettive | Veterinaria | Armi biologiche | Malattie infettive batteriche | Patologie bovine | Zoonosi
Other Languages
Български Bosanski Deutsch English Español Eesti فارسی Suomi Français עברית Hrvatski 日本語 Nederlands Norsk (bokmål) Polski Português Română Русский Српски / Srpski Svenska Türkçe


memorizzato sabato 1 marzo 2008 ore 11.51.04

Articolo tratto da Wikipedia:Brucellosi l'enciclopedia libera che chiunque pu modificare. Tutto il testo liberamente utlizzabile sotto la licenza GNU Free Documentation License
Sulla pagina originale di wikipedia puoi trovare anche ulteriori informazioni e illustrazioni

Article from: Wikipedia:Brucellosi the free encyclopedia that anyone can edit.. All text is available under the terms of the GNU Free Documentation License (see Copyrights for details).
On the original wikipedia page you can find updated content and pictures.

Nota sull'utilizzo che il sito kisanji fa del materiale di wikipedia.

Pagine nella categoria "Armi biologiche"
Questa categoria contiene le 16 pagine indicate di seguito, su un totale di 16.
*
• Arma biologica
A
• Antrace
B
• Brucellosi
C
• Clostridium botulinum
• Colera
E
• Ebola
F
• Febbre Q
M
• Marburg (virus)
N
• Neuroborreliosi
P
• Peste
R
• Rickettsia mooseri
S
• Shigella
• Shigella dysenteriae
T
• Tularemia
U
• Unità 731
V
• Vaiolo (virus)

Categorie: Armi | Biologia






Section L


L: Liter.

L form (L-phase, L-phase variant): L-forms are bacterial spheroplasts or protoplasts originating from normal bacteria following partial (spheroplasts) or complete (protoplasts) removal of the cell wall. The formation of L-forms can be either spontaneous (occurring during certain phase of growth) or artificial (suppression of the rigid cell wall by stimuli such as enzymes, heat-shock, or special L-form induction medium, etc.) Bacterial genera from which L-forms have been derived include: Agrobacterium, Bacillus, Bacterodes, Bartonella, Bordetella, Brucella, Clostridium, Corynebacterium, Erysipelothrix, Escherichia, Flavobacterium, Haemophilus, Listeria, Neisseria, Proteus, Pseudomonas, Salmonella, Sarcina, Serratia, Shigella, Staphylococcus, Streptobacillus, Streptococcus, and Vibrio.

LA: Latex agglutination.

Lactic acid bacteria: A group of gram-positive, non-sporing bacteria which carry out a lactic acid fermentation of sugars. It includes species of Lactobacillus, Leuconostoc, Pediococcus and Streptococcus.

Lactic acid fermentation: A type of fermentation carried out by lactic acid bacteria in which sugar (e.g. lactose, glucose, pentose) are converted either entirely (or almost entirely) to lactic acid (homolactic fermentation) or to a mixture of lactic acid and other products (heterolactic fermentation).

Lag phase: Period of slow microbial growth that occurs following inoculation of the culture media.

Lagochilascris minor: An unusual nematode parasite of humans (ingestion of infective eggs from the environment or ingestion of infective larvae in the tissues of an intermediate host). In most cases, the worms are located in the soft tissues of the neck and throat, tonsils, mastoids, and paranasal sinuses (chronic or recurrent abscesses). Fatal encephalopathy (one case) has also been reported. All cases were in the tropical regions of the Western hemisphere.

Laked blood: Hemolyzed blood; hemolysis may be effected in various ways, but alternate freezing and thawing is a simple method.

Laked kanamycin-vancomycin agar (LKV): This medium contains laked blood and the antibiotics kanamycin and vancomycin. LKV selects for obligate anaerobes and microaerotolerant organisms that are gram-negative bacilli.

Laminar flow: Nonturbulent flow of air in layers (flowing in a vertical direction in the case of a biosafety hood).

Lanose: Woolly.

Larva migrans, cutaneous/visceral/ocular: Disease characterized by thin, red, convoluted papular or vesicular lines of eruption that extend at one end while fading at the other (dog or cat hookworm). Visceral: migration of larvae through the deep tissues, including the eye (dog or cat ascarids, Toxocara spp.).

Laryngitis: Inflammation of the larynx (voice box).

Laryngotracheobronchitis: Inflammation of the larynx and larger airways.

Latent: Not manifest; potential.

Latent virus: A virus present in a cell, yet not causing any detectable effect.

Latex Agglutination (LA), also known as latex particle agglutination, for detection of antibodies is identical to Hemagglutination (HA) principle, but the substitution of smaller, antigen-coated latex particles for erythocrytes results in improved sensitivity and reagent longevity. Alternatively, antibodies can be absorbed to the latex particles (under appropriate ionic and pH conditions) by binding to the Fc region of antibodies, leaving the Fab region free to interact with antigens present in the applied specimens. This phenomenon has made LA a popular technique for detecting antigens as well.

lb: Pound.

Leaching: Removal of valuable metals from ores by microbial action.

LD: Loading dose.

LDH: Lactate dehydrogenase.

LE: Lupus erthyematosus.

Lecithin: One of a group of phosphoglycerides found in various plant and animal substances, including egg yolk, nerve tissue, semen, and cell membranes.

Lecithinase: An enzyme that catalyzes the breakdown of lecithin; also called phospholipase. Lecithinase production is a useful criterion for identification of various gram-positive and gram-negative bacteria that produce it.

Lectin: Naturally produced proteins or glycoproteins that can bind with carbohydrates or sugars to form stable complexes.

Leishman-Donovan (L-D) body: Small, round intracellular form (called amastigote or leishmanial stage) of Leishamania species and Trypanosoma cruzi.

Leptomonad: Old term for the promastigote stage, which is long and slender and found in the insect vector for Leishmania spp.; it is also recovered in artificial culture media (Novy, MacNeal, and Nicolle medium).

LET: Leukocyte esterase test.

Lethargy: Drowsiness or decreased responsiveness.

Leukemia: General term used to describe a group of malignancies of either lymphoid or hematopoietic origin; progressive proliferation of abnormal leukocytes can be found in the blood, the hematopoietic tissues, and other organs.

Leukocidin: A substance able to destroy phagocytes.

Leukocyte: A white blood cell, usually a phagocyte.

Leukocytosis: Elevated white blood cell count.

Leukopenia: Low white blood cell count.

L form: Cell wall-deficient form of a bacterium.

LGV: Lymphogranuloma venereum; the name for certain strains of Chlamydia trachomatis that cause a systemically expresses sexually transmitted disease.

Lichen: A fungus and an alga (or a cyanobacterium) living in symbiotic association.

Limulus amebocyte lysate: Product of white blood cells of the horseshoe crab used in an assay for endotoxin.

LIP: Lymphoid interstitial pneumonitis.

Lipase: Any enzyme that catalyzes the breakdown of triglycerides and phospholipids. Lipases occur in milk, the pancreas, adipose tissue, the stomach, and various other tissues.

Lipid: Water-insoluble organic molecules important in structure of the cytoplasmic membrane and (in some organisms) the cell wall. See also phospholipid.

Lipopolysaccharide: Carbohydrate-lipid complex; integral substance in gram-negative cell walls. Also known as "endotoxin."

Liposome: Small closed vesicle consisting of a single lipid bilayer.

Lithotroph: In reference to energy source (electron donor) - An organism which uses an inorganic substrate (such as ammonia, hydrogen) as an electron donor in energy metabolism. There are two types of lithotroph: chemolithotroph and photolithotroph. Compare with autotroph, heterotroph, organotroph, and phototroph.

LM: Light microscopy.

LMC: Lymphocyte microcytotoxicity.

Loeffler syndrome: Transient pulmonary infiltration; day-to-day clearing in 3 to 14 days; associated with marked peripheral eosinophilia (Ascaris lumbricoides).

Logarithmic phase: Period of maximal growth rate of a microorganism in a culture medium.

Lophotrichous: Having a tuft of polar flagella.

Low passage cell line: Cell culture used for virus isolation that is sensitive to the virus only after the cells have been subcultured (passaged) between 20 and 50 times; further passages result in cell with lower affinity for the virus.

Lower respiratory tract: Trachea, bronchi, and lungs.

LP: Lumbar puncture.

LPA: Latex particle agglutination.

LPS: Lipopolysaccharide; see endotoxin.

Lumbar puncture: A procedure that is used to obtain cerebrospinal fluid for diagnostic purposes.

Lumen: Cavity of hollow, tubular organ, such as the intestine or blood vessels.

Luminescence: Production of light.

Lyme disease: A tick-borne disease which affects humans and other animals. Lyme disease was named after a place called Lyme in Connecticut, USA, where this disease was first recognized and has rapidly become the most prevalent tick-borne disease in the United States. Lyme disease is caused by a spirochete named Borellia burgdorferi which is carried in and transmitted to humans by the deer tick called Ixodes dammini although it can also be spread by other ticks such as the common dog (wood) ticks. The initial symptoms of Lyme disease include an acute headache, backache, chills, and fatigue and often a large rash at the biting site. Lyme disease can be easily treated with antibiotics such as tetracycline or penicillin. However delayed or improper treatment may lead to the infection of the central nervous system by the spirochete and result in visual disturbances, facial paralysis or seizures.

Lymph: Plasma and white blood cells that bathe the tissue cells.

Lymphadenitis: Inflammation of the lymphatic nodes (filariasis).

Lymphangitis: Inflammation of the lymphatic vessels (filariasis).

Lymphocyte: A white blood cell involved in antibody formation or cellular immune responses.

Lymphocytosis: Absolute or relative increase of lymphocytes in the blood.

Lymphokine: Substance secreted from T lymphocytes which stimulates the activity of other cells.

Lymph varices: Dilated lymph vessels secondary to lymphatic blockage (filariasis).

Lyomphoma: Cancer of the lymph cells or their precursors.

Lymphoproliferative disorders: Any one group of cancers involving cells from which white blood cells or platelets are derived; includes lymphomas, leukemias, and multiple myeloma, among others.

Lysin: An antibody that induces lysis.

Lysis: Disintegration or dissolution of bacteria or cells.

Lysogen: A prokaryote containing a prophage. See also temperate virus.

Lysogeny: Process by which a viral genome is integrated into that of its host bacterium.

Lysosome: A cell organelle containing digestive enzymes.


Pagine nella categoria "Armi biologiche"
Questa categoria contiene le 16 pagine indicate di seguito, su un totale di 16.
*
• Arma biologica
A
• Antrace
B
• Brucellosi
C
• Clostridium botulinum
• Colera
E
• Ebola
F
• Febbre Q
M
• Marburg (virus)
N
• Neuroborreliosi
P
• Peste
R
• Rickettsia mooseri
S
• Shigella
• Shigella dysenteriae
T
• Tularemia
U
• Unità 731
V
• Vaiolo (virus)

Categorie: Armi | Biologia
Risultati 1 - 10 su circa 2.500 per armi biologiche + wikipedia. (0,22 secondi)
Categoria:Armi biologiche - Wikipedia
Pagine nella categoria "Armi biologiche". Questa categoria contiene 16 pagine. ... Politica sulla privacy; Informazioni su Wikipedia; Avvertenze.
wikipedia.allmusic.tv/wiki/Categoria:Armi_biologiche - 19k - Copia cache - Pagine simili

PI: Facile comprare online armi biologiche USA
Facile comprare online armi biologiche USA .... Scatta la denuncia, Wikipedia interviene ... Wikipedia, Bonaventura Di Bello e le autobiografie ...
punto-informatico.it/p.asp?i=45521 - 42k - Copia cache - Pagine simili

PI: Facile comprare online armi biologiche USA
Facile comprare online armi biologiche USA. News. giovedì 09 ottobre 2003 .... Wikipedia, Bonaventura Di Bello e le autobiografie ...
punto-informatico.it/p.aspx?id=370287&r=PI - 42k - Copia cache - Pagine simili
Altri risultati in punto-informatico.it »

I più popolari | Fai notizia
L'originale su pace-sviluppo.megablog.it. armi biologiche, guerra, mercato armi, onu, pace, unacr ... Nessuna voce in wikipedia per Armi biologiche. ...
www.fainotizia.it/popular?terms=armi+biologiche - 20k - Copia cache - Pagine simili

comeDonChisciotte - Politica e Informazione - IL FUTURO DELL'UOMO ...
Nel Livello 4 di ricerca sulle Armi Biologiche, un singolo batterio o virus è letale ... brenzinski non è il fondatore della trilaterale..secondo wikipedia, ...
www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=2673&mode=&order=... - 49k - Copia cache - Pagine simili

Stampa
Categoria:Armi biologiche. altre lingue - other languages ... Sulla pagina originale di wikipedia puoi trovare anche ulteriori informazioni e illustrazioni ...
www.kisanji.org/print.aspx?modulo=wikipedia&arg=Categoria:Armi_biologiche - 9k - Copia cache - Pagine simili

Wikipedia e Vaticano: cancellare è peccato? - Giovani.it (G ...
Vaticano e Cia accusate di aver modificato i contenuti di Wikipedia per nascondere ... si sperimentano armi batteriologiche, e il terrore che colpisce le ...
www.giovani.it/computer/news/wikipedia_vaticano_cia.php - 28k - Copia cache - Pagine simili

Classici Stranieri - Biblioteca Multimediale - E-Book, MP3 ...
Questo sito potrebbe arrecare danni al tuo computer.
Wikipedia (1) Catalogati per mese: Gennaio 2004 Febbraio 2004 Marzo 2004 .... data dell'ultima conferenza di riesame sulle armi biologiche - non è stato ...
www.classicistranieri.com/dblog/storico.asp?s=Offtopic&m=&pagina=19&ordinamento=desc - Pagine simili

Iran come l'Iraq? Le armi fantasma - Pagina 3 - MMORPGITALIA FORUM
http://it.wikipedia.org/wiki/Nigergate ... Io continuo a non vedere prove di queste armi batteriologiche, ci sono dati del 1998 nei tuoi link, ...
www.mmorpgitalia.it/forum/showthread.php?t=165489&page=3 - 190k - Copia cache - Pagine simili

-"L'arma biologica"
Da Wikipedia WIKIPEDIA L'EnCicLoPeDiA LIbERa .... Utilizzano contro le popolazioni inermi delle armi biologiche, spingono gli uomini a non vivere ma a ...
www.bloggers.it/.../index.cfm?blogaction=article_detail&idBlogStorie=46ABD250-E7AA-50B2-ADA5D5DB1734B409 - 128k - Copia cache - Pagine simili



1
2

3

4

5

6

7

8

9

10

Successiva




Regione Autonoma della Sardegna
Stemma Regione Sardegna. Indennizzi per l'abbattimento di capi infetti da brucellosi bovina, bufalina e ovicaprina. Ultimo aggiornamento: 29-01-2008 ...
www.regione.sardegna.it/j/v/84?s=1&v=9&c=64&idscheda=287838 - 7k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
Consorzio di Difesa delle Produzioni Intensive della Provincia di ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
della Brucellosi o a seguito di Focolaio di Afta Epizootica o Pleuropolmonite Infettiva Contagiosa. Costo di smaltimento. obbligatorio dei Capi morti, ...
www.regione.sardegna.it/documenti/1_19_20070403132722.pdf - Pagine simili
Altri risultati in www.regione.sardegna.it »

[PDF]
————— VISTO lo Statuto Speciale della Regione Sardegna e le sue ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
brucellosi bovina e bufalina, da brucellosi ovina e caprina delle provincie. di Cagliari, Oristano, Nuoro e Sassari e della Regione Sardegna; ...
www.regionesardegna.it/documenti/1_22_20070301103314.pdf - Pagine simili

Comunicato stampa 6 dicembre 2007
CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA XIII LEGISLATURA. *************** ... come la eradicazione della brucellosi (la Sardegna, dopo anni di disagi anche ...
consiglio.regione.sardegna.it/sito/XIIILegislatura/Comunicati%20stamp/C20071206A.asp - 11k - Copia cache - Pagine simili

territori UI da TBC, BRC, LBE
Territori Ufficialmente Indenni da Brucellosi Ovi-caprina ... Torino, Verbania, Vercelli; Regione Sardegna: province di Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari ...
www.bs.izs.it/cerev/risana/Dec03467.htm - 36k - Copia cache - Pagine simili

UFFICIO DOCUMENTAZIONE LEGISLATIVA-UNIVERSITA' DI PALERMO
Dichiarazione di territorio ufficialmente indenne da brucellosi bovina e ... delle province di Cagliari, Oristano, Nuoro, Sassari e della regione Sardegna. ...
www.unipa.it/cdl/guriall/lug98/21_07.htm - 29k - Copia cache - Pagine simili

Gazzetta Ufficiale n. 168 del 21/07/98
Sassari e della regione Sardegna. . . . . . . . . . . . . . . Pag. 11 ... Dichiarazione di territorio ufficialmente indenne da brucellosi ...
www.gazzette.comune.jesi.an.it/168/gazzetta168.htm - 18k - Copia cache - Pagine simili

La Sardegna degli ovili
Gianni Piredda, Istituto Zootecnico e Caseario della Sardegna, ritiene che la ... e parassitarie quali la Brucellosi, la Caev, le strongilosi e gli aborti. ...
www.sardinews.it/78_01/09bis.html - 12k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
a) Province ufficialmente indenni ai sensi della normativa ...
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Brucellosi ovi-caprina. Decisione e province riconosciute Uff. Indenni. 2003/467/CE ... Oristano in Sardegna;. Veneto. Venezia Giulia; Savona in ...
www.ministerosalute.it/alimenti/resources/documenti/sanita_animale/tabella.pdf - Pagine simili

CURRICULUM VITAE
Convenzionato presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna nell’ambito del Progetto di eradicazione del Piano Brucellosi e Leucosi, ...
www.marcofidalis.it/ - 42k - Copia cache - Pagine simili


[PDF]
BRUCELLOSI OVI-CAPRINA
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Casi di brucellosi nell'uomo e numero di focolai negli allevamenti ... SARDEGNA. PUGLIA. TRENTO. BOLZANO. PIEMONTE. MOLISE. MARCHE. LOMBARDIA. LIGURIA ...
www.crev.it/bcro/report_BRCO.pdf - Pagine simili

[PDF]
Ricerca finalizzata Anno 1998 (ex Dlgs 502/92)
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Regione Sardegna Tubercolosi, brucellosi bovina e brucellosi ovi-caprina ... brucellosi nell’uomo negli ultimi 10 anni e confrontarli con quelli ...
www.crev.it/ricerca_tbc/RELAZIONE%20FASEIII_IV.pdf - Pagine simili
Altri risultati in www.crev.it »

- Brucella
La brucellosi è una zoonosi sostenuta da bacilli gram negativi , immobili, .... dalla Sardegna che presenta bassa incidenza della malattia nell’uomo ...
62.123.162.33/csra//index.php?option=com_content&task=view&id=92&Itemid=225 - 75k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
POGLAYEN BALDELLI BATTELLI - Zoonosi mediatiche e zoonosi neglette
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
della malattia nell’uomo. uomo. ò. Gravit. Gravità della malattia nell .... in relazione all’allevamento ovino (87% in ovini in Sardegna) ...
www2.vet.unibo.it/.../POGLAYEN%20BALDELLI%20BATTELLI%20-%20Zoonosi%20mediatiche%20e%20zoonosi%20neglette.pdf - Pagine simili

BRUCELLOSI, MISURE STRAORDINARIE INTEGRATIVE | @nmvi Oggi
... della salute pubblica, considerati i casi di infezione nell'uomo riscontrati nelle citate regioni . ... SARDEGNA, CENTRO DI FARMACOVIGILANZA VETERINARIA ...
www.anmvioggi.it/index.php?q=6148/08-03-07/brucellosi-misure-straordinarie-integrative - 24k - Copia cache - Pagine simili

BRUCELLOSI, ORDINANZA PER 4 REGIONI DEL SUD | @nmvi Oggi
BRUCELLOSI, ORDINANZA PER 4 REGIONI DEL SUD. 12-12-2006 12:22. Resterà in vigore fino al 31 dicembre ... SARDEGNA, CENTRO DI FARMACOVIGILANZA VETERINARIA ...
www.anmvioggi.it/index.php?q=node/5879 - 25k - Copia cache - Pagine simili

[PDF]
prevenzione delle zoonosi_2006
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
infezioni nell’uomo determinate da M. bovis, il numero più .... La brucellosi è un’altra zoonosi importante che ha impegnato ...
www.regione.piemonte.it/sanita/sanpub/vigilanza/dwd/relaz06/27.pdf - Pagine simili

[PDF]
ITALIA
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Sardegna, Val d’Aosta, Lombardia, Liguria Toscana, Umbria, Marche, Lazio, ..... BRUCELLOSI NELL’UOMO. CASO DI:. TUBERCOLOSI. BRUCELLOSI. COGNOME E NOME ...
ec.europa.eu/food/fs/ah_pcad/eradication/art15_italia_it.pdf - Pagine simili

[PDF]
Microsoft PowerPoint - poglayen (2).ppt
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Gravità della malattia nell’uomo. Gravità della malattia nell’animale .... in relazione all’allevamento ovino (87% in ovini in Sardegna) ...
ausl.mo.it/informo/ftp/materiale-corso/zoonosi/25%20mat/6-poglayen%20(2).pdf - Pagine simili

[PDF]
Ricerca corrente – anno 2000 Identificativo Titolo ricerca
Formato file: PDF/Adobe Acrobat - Versione HTML
Brucellosi in ambiente silvestre: monitoraggio e studio del rischio ... Studio sull

Allega File(s)



#25 Cocci

Cocci

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.285 messaggi

Inviato 25 marzo 2008 - 14:24:02

http://www.colostrum4health.com/shop/commerce.
Ale questo è il sito dove trovi il colostro certificato di prima qualità,
costa un tot,ma forse ne vale la pena,joseph ha ragione è validissimo percgè contiene tuute le immunoglobuline ed altri elementi basilare x sostenere il sist immun.

prova se hai problemi con la spedizione fammi sapere.
L'unico inconveniente con il colostro fresco,cioè del contadino è che può contenere
microorganismi ieri il mio fedele segugio mio marito ha fatto un paio di telefonate ai contadini della zona..........ma come ci siamo ridotti!!!!
Te lo darebbero anche ma chi mi garantisce che non mi prendo la salmonella o altro?

Preferisco stare sul sicuro anche se meno efficace....

 


:( ciao raffa
ho guardato il sito ma ho visto che questo non è zelandese,mi sembra islandese
costa carissimo ed è addizionato ad altro.
io l'ho preso direttamente in n zelanda e con euro 40.86 ne ho prese due confezioni trasporto compreso.
al di la del prezzo è anche garantito sui parametri dell'istituto di ricerca sul colostro che ho postato sotto. (compresi alimentazione ,ormoni,antibiotici ,Non contengono mais, glutene, zucchero, amido, grano, lieviti, coloranti artificiali, arome o preservanti.ecc ecc)

approfitto per dirvi che nel fare la ricerca avevo letto che assumendo il colostro non occore aggiungere altri integratori compresi fermenti lattici e probiotici.
dato che ripara le mucose ed equilibra la flora batterica facendone uso a poco a poco si assimilano tutti i nutrienti che non venivano assimilati a causa dei problemi alle mucose e alla disbiosi e o leaky gut.(sempre che i danni siano irreparabili,in questo caso i supplementi andrebbero presi in endovena).
evntuali altri integratori andrebbero assunti a parte uno alla volta per verificare la risposta più o meno positiva.

la vit D ad alte dosi è tossica e controindicata in caso di arterosclerosi e insufficenza renale e in particolare Sclerosi multipla.
dato che viene sintetizzata dai raggi ultravioletti è sufficente stare al sole e se supplementata deve essre fatto sotto controllo medico.(anche esperienza personale)
questo anche da questo sito sulla SM e vit D:
http://209.85.135.10...l...ang_no&sa=G

ciao NEVE
"una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo ,perchè non contempla il solo Paese al quale l'umanità approda di continuo.E quando vi getta l'ancora ,la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela"
Oscar Wilde

#26 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 25 marzo 2008 - 18:45:01

:( ciao raffa
ho guardato il sito ma ho visto che questo non è zelandese,mi sembra islandese
costa carissimo ed è addizionato ad  altro.
io l'ho preso direttamente in n zelanda e con euro 40.86 ne ho prese due confezioni trasporto compreso.
al di la del prezzo è anche garantito sui  parametri dell'istituto di ricerca sul colostro che ho postato sotto. (compresi  alimentazione ,ormoni,antibiotici ,Non contengono mais, glutene, zucchero, amido, grano, lieviti, coloranti artificiali, arome o preservanti.ecc ecc)
-------------------------------------------------------------------------------------------
R.
good. Bene
-----------------------------------------------------------------------------------------
La vit D ad alte dosi è tossica e controindicata in caso di arterosclerosi e insufficenza renale e in particolare Sclerosi multipla.
dato che viene sintetizzata dai raggi ultravioletti è sufficente stare al sole e se supplementata deve essre fatto sotto controllo medico.(anche esperienza personale)
questo anche da questo sito sulla SM e vit D:
http://209.85.135.10...l...ang_no&sa=G

ciao  NEVE

 

La vitamina D non dovrebbe mai essere presa senza prima avere fatto le analisi dei metaboliti e del loro rapporto e cioè la 1,25 D e la 25 0H-d.
E' il rapporto o, se preferito il "tasso" di questi due metaboliti che indica un viraggio in favore o del:
25 -OH D alto = aumento (upregulation) della produzioen di Th1 (aumento delle difese immunitarie antibattiche, virali ecc) , amento (up-regulation della IL-12, oppure del :
1,2 D alto aumento della produzione di Th2 (diminuzione delle difese immunitarie, immunosprressione), aumento (upregulation) della IL-10 , che e'immunosoppressiva ed antiinfiammatoria.
La vit D e' anche un ormone e modula l'espressione di circa 200 geni.

Neve, giustamente punta ild ito sugli ultraviletti (molto abbondanti in alta montagna) e sulla produzione di di 25 OH- (oh-d = idrossivitamina D).
Quindi i supplemti a base di vit D (gia troppo abobndanti nelladieta industriale) vanno presi con dovuta cautela, solo dopo misurazioi di laborratorio ed in caso di ecccessiva necesita'.
L'eccesso, come la carenza di vit. D sregola l'asse Th1- e Th2 ,il rapporto IL-10-IL-12.
Sembra strano ma, ieri parlando al telefono con un giovane sardo che mi chiedeva come fare per acquistare la metilcobalamina e la adenosilcobalamina (dibencozide), all amia riposta che non ha molto senso prendere dei supplementi come la metil-cob o la adenosil-cob, quando non si sa che cosa si ha, mi ha risposto che ha chiesto al medico di fare i metaboliti della D e che il medico gli ha risposto che in Sardegna questi esami non si fanno piu' " perche c'era scarsa domanda".

Cribbio. Come siamo ridotti male. Con tutte le brucellosi, talassiemie, babesiosi (simili alla malaria) che ci sono in Sardegna, non si fanno più esami basilari per controllare il sistema immunitario (Metabolti della D) rapporto TH1 e Th2.

Gli ho consigliato di contattare le Universita' Sarde. I ricercatori Sardi hanno pubblicato ricerche scientifiche di respiro internazionale in questo settore e che la risposta che gli era stata data era, a mi o modesto avviso, completamente fuori luogo.

Nell'assunzione di supplementi e farmaci si dovrebbe sempre avere minimo di cautela e per primo si dovrebbero fare delle indagini cliniche e srtrumentali dettagliate vertenti a definire la patologia di base. L'approccio causuale e selvaggiamente randomizzato non e' esente da conseguenze anche severe.

Buona serata dalla perfida e ventosa Albione




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.