Vai al contenuto

Foto

Notizie Dal Senato


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 invisibile

invisibile

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.272 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 25 marzo 2011 - 14:36:07

Notizie dal Senato
Audizione in Commissione Uranio impoverito
La Commissione d'inchiesta sull'Uranio impoverito ha ascoltato nella seduta di mercoledý 23 il dott. Massimo Montinari, dirigente della Polizia di Stato ed esperto di patologie post-vaccinali. Su richiesta di alcuni senatori il seguito dell'audizione Ŕ stato rinviato ad altra seduta.

Militari: morti sospette, il medico: "La causa Ŕ nei vaccini"

- Massimo Montinari, dirigente dell'ufficio sanitario del VII reparto della Polizia mobile di Firenze, ritiene che alla base delle neoplasie sviluppate da molti militari non ci sarebbe l'esposizione all'uranio impoverito ma i vaccini, o meglio, ''le loro modalitÓ di somministrazione, il mancato controllo dell'assetto immunitario di chi li riceve e alcune sostanze cancerogene usate come eccipienti''. La tesi Ŕ stata esposta nel corso di un'audizione presso la commissione d'inchiesta sull'Uranio impoverito del Senato.

''Molti militari ammalatisi - ha spiegato - non sono mai andati in missione e si sono ammalati anche dopo il periodo di ferma breve. La correlazione che ho trovato non Ŕ dunque con l'esposizione ambientale all'uranio impoverito. Se fosse questa la causa, servirebbe un'esposizione duratura o all'uranio impoverito o alle polveri contaminate dalle radiazioni di uranio che i militari non hanno avuto''. Il nesso e' invece con ''la vaccinoprofilassi cui vengono sottoposti periodicamente i militari, spesso inutilmente, senza controlli, senza verificare le loro condizioni cliniche e se gia' immunizzati, e con alcune sostanze usate per la somministrazione del vaccino, che hanno un effetto cancerogeno''.

Montinari si Ŕ riferito in particolare a un vaccino anti-tifico, il Vivotif (messo fuori commercio qualche anno fa), le cui capsule contengono sostanze canceregone. ''Si tratta di dell'etilenglicole, il dibutilftlato e il dietilftalato, idrocarburi e ftalati usati anche in vernici, inchiostri, fibre di vetro, sistemi di refrigerazione, che sono molto tossici per l'organismo - ha continuato - e tra gli altri effetti hanno tumori e sterilita'. Non e' dunque il vaccino a essere cancerogeno, ma la capsula con cui questo e' preparato''.

Un altro fattore di rischio Ŕ rappresentato dai metalli contenuti nei vaccini, come ''mercurio e alluminio - ha concluso - usati come eccipienti, che alterano la frequenza delle cellule e danneggiano il sistema immunitario.


:http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2011/03/23/478684-militari_morti_sospette_medico_causa_vaccini.shtml




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.