Vai al contenuto

Foto

Sclerosi: Trial Farmaci, Un Fiasco !


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 09 giugno 2010 - 11:43:23

Sclerosi multipla

FALLITA UN'ALTRA SPERIMENTAZIONE IN INGHILTERRA

Il British Medical Journal scrive che “il più costoso trial clinico della storia, quello di una terapia farmacologica contro la sclerosi multipla a base di interferon beta e glatiramer acetato, è stato un fiasco”. Lo sostengono una serie di editoriali secondo cui il sistema sanitario britannico, che ha finanziato la sperimentazione, si è fatto condizionare da pressioni esterne nella decisione di continuare a fornire la terapia.
Secondo quanto riporta la rivista scientifica, il trial fu deciso dalle autorità sanitarie britanniche nel 2002, secondo uno schema che prevedeva uno stretto controllo sui pazienti che seguivano la terapia, e un rimborso da parte delle case farmaceutiche in caso questa si fosse rivelata non efficace.
"Il primo rapporto sullo schema rilasciato nel 2009 ha mostrato che i risultati erano molto peggiori del previsto - si legge nell'articolo firmato da James Raftery dell'Università di Southampton - ma la commissione sul trial giudicò prematuro ridurre i prezzi".
Raftery fa notare nell'articolo che la commissione che doveva decidere conteneva quattro rappresentanti delle aziende che producevano i farmaci, e altri esperti sottoposti a pressioni esterne: "La trasparenza sarebbe stata essenziale - conclude l' articolo - per evitare quello che si è rivelato un vero e proprio fiasco".

Dal linkwww.ordinemedicipa.it/?act=news&id_news=14745

Articolo completo, in lingua inglese, di James Raftery, professor of health technology assessment:
www.bmj.com/cgi/content/full/340/jun03_1/c1672

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#2 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 10 giugno 2010 - 00:46:34

Sclerosi multipla

FALLITA UN'ALTRA SPERIMENTAZIONE IN INGHILTERRA

Il British Medical Journal scrive che “il più costoso trial clinico della storia, quello di una terapia farmacologica contro la sclerosi multipla a base di interferon beta e glatiramer acetato, è stato un fiasco”. Lo sostengono una serie di editoriali secondo cui il sistema sanitario britannico, che ha finanziato la sperimentazione, si è fatto condizionare da pressioni esterne nella decisione di continuare a fornire la terapia.
Secondo quanto riporta la rivista scientifica, il trial fu deciso dalle autorità sanitarie britanniche nel 2002, secondo uno schema che prevedeva uno stretto controllo sui pazienti che seguivano la terapia, e un rimborso da parte delle case farmaceutiche in caso questa si fosse rivelata non efficace.
"Il primo rapporto sullo schema rilasciato nel 2009 ha mostrato che i risultati erano molto peggiori del previsto - si legge nell'articolo firmato da James Raftery dell'Università di Southampton - ma la commissione sul trial giudicò prematuro ridurre i prezzi".
Raftery fa notare nell'articolo che la commissione che doveva decidere conteneva quattro rappresentanti delle aziende che producevano i farmaci, e altri esperti sottoposti a pressioni esterne: "La trasparenza sarebbe stata essenziale - conclude l' articolo - per evitare quello che si è rivelato un vero e proprio fiasco".

Dal linkwww.ordinemedicipa.it/?act=news&id_news=14745

Articolo completo, in lingua inglese, di James Raftery, professor of health technology assessment:
www.bmj.com/cgi/content/full/340/jun03_1/c1672

Visualizza Messaggio


Sul fallimento delle ricerche,al fine delle terapie mediche, per me è diventata la regola e non mi meraviglio più.Ognuno ha le sue idee in proposito.

Per la CCSVI,a livello di S.M.,ho il sospetto che possa entrare anche in moltissimi sintomi da cui siamo afflitti,specialmente per gli onnipresenti sintomi di memoria e cognitività,quì tale ricerca di Zamboni,si sposa con quella sul Rame di Salvati,ed in me è suonato un campanellino nella mente.Sono anni che collego la mia perdita di memoria ad un fatto meccanico,che accade specialmente da sdraiato,mentre si dorme,logico che in tal caso,se ci fosse anche una stasi venosa,allora tutto sarebbe spiegato,del perchè si peggiora a letto,mentre si dorme.Ciao Zac,è un po'che non ci si sente.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#3 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 15 giugno 2010 - 21:09:34

Ciao Romy, mi era sfuggito questa tua risposta, capita :(
Come capita che nella CFS/ME ci siano ancora tante, troppe, errate diagnosi, e non finirò mai di ripeterlo NON FERMATEVI ALLA PRIMA DIAGNOSI !

Ciao grande :)

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.