Vai al contenuto

Foto

Gb, Aiutò La Figlia A Morire Madre Assolta Dal Giu


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 cri68

cri68

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 312 messaggi
  • Location:provincia di Piacenza
  • Interests:volontariato...

Inviato 27 gennaio 2010 - 15:52:27

http://www.ilgiornal...ge=0-comments=1

http://city.corriere...653579674.shtml


Aiutò la figlia malata a suicidarsi. Assolta donna inglese

Bridget Kathleen Gilderdale, 55 anni, era accusata di tentato omicidio. La figlia, 31 anni soffriva di sindrome da fatica cronica. Per il giudice, Bridget “è una madre devota”

Si è concluso con l’assoluzione il processo a una mamma che aveva aiutato la figlia malata a morire. Bridget Kathleen Gilderdale, 55enne di Stonegate, aveva ammesso esplicitamente di aver assistito la figlia 31enne, Lynn Gilderdale (foto The Guardian), nel desiderio di mettere fine ai suoi giorni. Malata da 17 anni di una forma devastante di encefalomielite mialgica (CFS/ME, sindrome da fatica cronica), la giovane era costretta a letto, paralizzata e incapace anche di autoalimentarsi. Lynn era stata ritrovata morta nel suo letto il 4 dicembre scorso.

Il giudice: “É madre devota”

Dopo la pronuncia del verdetto della giuria, il presidente del tribunale ha dichiarato: “Solitamente non commento i verdetti delle giurie, ma in questo caso la decisione, se posso dirlo, dimostra buon senso, pudore e umanità, un aspetto fondamentale in casi di questo genere”. “Non vi è alcun dubbio - ha continuato il giudice rivolto all’imputata - che lei fosse una madre devota e amorevole e che abbia agito nell’unico interesse di sua figlia”. Il presidente del tribunale ha anche chiesto spiegazioni al procuratore, Sally Howes, per quale ragione “abbia ritenuto di interesse pubblico un processo” e non abbia lasciato cadere il caso in fase istruttoria, dopo l’ammissione della propria “colpa” da parte della donna.

L’altra imputazione

Per l’altro capo di imputazione che pendeva sulla donna, quello di aver assistito nel suicidio la figlia con un’overdose di morfina, la signora Gilderdale è stata condannata a 12 mesi con la condizionale, la pena più lieve che la corte potesse infliggerle.

26 gennaio 2010
Immagine inserita
UnaBarcaDiNomeVita.mp3
Immagine inserita
........................................................................................
Le mie compagne di "NON VITA ":Fibromialgia primaria diagnosi fatta nel 2004 sintomi:
astenia ingravescente,tremori agli arti superiori,parastesie agli arti inferiori,mialgie diffuse, facile affaticabilità, colon irritabile.
Durante gli accertamenti x la diagnosi definitiva abbiamo scoperto: extrasistolia ventricolare frequente con insufficienza mitralica, faringite cronica dovuta all'ernia iatale, modesta sclerosi della sincrodosi sacro iliaca sx e cervicodiscoartrosi C5-C6...A L4-L5 lieve protusione circonferenziale del disco senza effetti compressivi in sede intraspinale...tiroide autoimmune...
A L5-S1 protusione del disco in sede centrale paracentrale di sn
In cura con antidepressivo (usato come inibitore/ricaptatore della serotonina) citalopram da 20mg, miorilassanti,antiinfiammatori e antidolorifici al bisogno...invalidità riconosciuta"SOLO"20%
13/03/2011aggiornamento da circa un anno e mezzo sto meglio i sintomi tipo asteniae tremori non li ho più e devo dire che ho anche molta meno affaticabilità!!!
Ho fatto "cure" alternative tipo reiki...stimolazione neurale..mediatazione...parlato con il MIO interiore e da febbraio riesco ad andare in palestra dove ho trovato un fisoterapista attento che mi fa fare esercizi "compatibili" con le mie patologie...
...................................................................................




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.