Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Sfogo Di Un Medico Sulla Rete


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 23 gennaio 2010 - 22:57:14

Passeggiando per i vari giornali on line trovo una lettera di un medico neurochirurgo,che fa il bilancio dei suoi 25 anni di professione in modo molto critico.A me ha fatto pensare molto,la posto nel forum,per conoscere anche il vostro pensiero.Io ci vedo tanta amarezza e delusione,alla cui base c'è una forte disillusione sia da parte del medico che da parte dell'un'utenza.Una utenza,che in buona percentuale, ha perduto molto della sua fiducia nella medicina e nei medici,che sulla carta,e tramite i vari mass-Media,ha dispensato successi a destra e manca,ma che nelle realtà dei fatti,sono molti inferiori alle aspettative della media dei pazienti.Internet,e lo dico da tempo,avrebbe portato la crisi di tale categoria,la spiegazione,semplice,si accusano dei sintomi,si gira tra i vari medici,e si ottengono 10 diagnosi diverse e dieci terapie altrettanto diverse,ed io ebbi a dire in tempi lontani,che è finita la riservatezza dei risultati medici,e quindi,il lavoro si è fatto difficile.Prendete me,ho fatto alcuni interventi medici nella mia vita,al naso,occhi e bocca,e quasi in tutti avrei potuto adire le vie legali per negligenza dell'operatore che hanno comportato complicazioni,che rientrano in una casistica dell'1-2%al max,come dire tutto a me.Poi a vedere bene le cose,a girare per i siti specializzati in tali interventi,si capisce che la casistica di problematiche è molto più vasta.Nonostante cio',ritengo che la categoria dei medici è ancora tra le migliori,specialmente tra i giovani medici,che sono quelli più preparati ed aggiornati.Insomma i problemi cognitivi e di abilità avanzano,anche tra i normali senza cfs,ecc.,e ci sono professioni come i medici ed i magistrati,per fare un esempio,che per delicatezza ed importanza,trattandosi di vite umane,non possono permettersi di non essere al top,a costoro si richiede lucidità mentale,memoria,sintesi e velocità di Sinapsi.Ho assistito per via web,ad alcuni processi,nel vedere l'impaccio e la scarsa memoria di quei giudici,avanti negli anni,non sapevo se ridere o piangere,povera utenza.............

Questa è la sua lettera:

Fare i medici fa male alla salute e al portafogli

Il bilancio di 25 anni da neurochirugro: tanta fatica per una professione che ormai è tutt'altro che prestigiosa. Il gradimento della categoria è ai minimi. E il rischio di cause da parte dei pazienti impedisce di lavorare.

di Mario Vitale


Da 25 anni sono neurochirurgo; mi sono laureato a 25 anni e con grande entusiasmo ho iniziato la faticosissima carriera del neurochirurgo; prima a Verona, poi come primario presso l’Ospedale regionale di Bolzano, ora come direttore della neurochirurgia di una struttura privata accreditata della Romagna. Ho sempre scelto la strada più faticosa che però mi collocasse nelle strutture di eccellenza del nostro Paese. In 25 anni sono cambiate molte cose, in peggio, tanto da svilire la nostra professione che oggi è senza dubbio la più «sputxxxta». Mai infatti il gradimento della classe medica aveva raggiunto, nella media nazionale, così bassi indici.

Colpa dei medici, colpa della politica, colpa della globalizzazione? Non saprei ma le cause possono essere riassunte spero chiaramente in alcuni punti.
a) La riforma della sanità del 1990 ha dato ampi poteri alla politica di nominare i direttori generali i quali, provenienti da esperienze manageriali le più disparate, e privi di qualsiasi preparazione in ambito medico, hanno ampia facoltà di scelta dei direttori di reparto e dei servizi ospedalieri; oltre ad applicare abbondantemente «la propria pancia» nelle scelte personali dei responsabili sanitari, spesso senza alcuna motivazione scientifica o di referenze.
:14: La sanità pubblica viene oggi amministrata con criteri puramente economici al fine di far quadrare a fine anno il bilancio a scapito della qualità della prestazione sanitaria; noi direttori di reparto, senza alcuna preparazione specifica dobbiamo ogni anno discutere il «budget» di gestione del nostro reparto dovendo anno per anno economizzare la spesa pena la mancata riconferma dell’incarico dopo 5 anni; un anno si deve ridurre la spesa radiologica cioè razionalizzare la richiesta degli esami radiologici; l’anno dopo si devono ridurre del 6% le richieste di farmaci utilizzando farmaci meno specifici e meno costosi con ovvi risultati; l’anno dopo ancora vanno selezionati i tipi di interventi chirurgici e aboliti gli interventi ritenuti onerosi in termini di «manpower» come amano dire i nostri direttori e di spesa di sala operatoria. Un intervento rivoluzionario potrebbe essere bocciato dalla direzione amministrativa perché troppo costoso.

A questo scopo vengono assunte dai nostri direttori delle società di consulenza che affiancano i primari nell’arduo compito e che costano all’anno non meno di 250mila euro. Tutto questo per consentire ai direttori generali di autopromuoversi a fine anno grazie agli obiettivi raggiunti; si tratta di galloni da mettere sulla divisa? No, si tratta di prebende pari all’8/10% del trattamento economico dell’anno precedente (30-40mila euro in più all’anno, oltre ai minimo 200mila euro già accordati).

c) La pletora di avvocati che scorrazzano in Italia ha aperto una nuova stagione, nera, nel campo dei risarcimenti per supposta malasanità. E non mi riferisco a casi eclatanti di pazienti morti per errori marchiani o a vicende sciagurate, ma alle richieste di rimborso per supposti danni materiali e morali che ormai il 25% dei pazienti avanza anche per interventi riusciti ma che hanno in qualche modo lasciato qualche strascico rimediabile. Le richieste di indennizzo sono aumentate del 400% negli ultimi due anni, anche a causa della crisi economica; un po’ come accade per il gioco d’azzardo, in tempi di crisi si cerca di centrare il colpo che ti risolve i problemi. Per esempio un operato per ernia del disco lombare può seguitare a lamentare dolori (veri o falsi) persistenti anche dopo l’intervento tecnicamente riuscito; troverà immediatamente un avvocatucolo di periferia e un prezzolato medico legale che con la promessa di chiedere la parcella solo a processo vinto scatenano una guerra di perizie al fine di concordare con l’assicurazione del medico curante un accordo extragiudiziale. Basta che il consenso informato che il paziente firma prima dell’intervento sia in qualche modo «incompleto» o «mendace». Le assicurazioni pagano senza motivo pur di evitare un processo e poi si rivalgono sui medici che non riescono più a trovare compagnie disposte ad assicurarli. Risultato: oggi ci vediamo costretti come accaduto negli Stati Uniti a ricusare il paziente; in altre parole, se il paziente mi puzza di essere portatore di guai, lo escludo dalla indicazione chirurgica e se questo può portarlo a morte o a disabilità permanente non è più affar mio; tutt’al più mi becco una condanna per imprecisa diagnosi. Oggi tutti gli operatori sanitari stanno riducendo le prestazioni sanitarie o meglio le rendono più blande, non rischiose, non attaccabili con il risultato di abbassare enormemente la qualità.
d) La sfiducia nei medici apre il grande capitolo del fai da te via internet; la gente si informa sui blog e sui forum, si confronta; discute delle terapie subite e le consiglia o le sconsiglia e vale molto di più un parere di uno sconosciuto su internet che quello del medico specialista in ambulatorio. Drammi umani si consumano su google dove più di un paziente ha interpretato la propria «sclerosi dei piatti vertebrali» (una normale artrosi da consumo) con la sclerosi multipla. E provate voi a convincerlo che ha preso un abbaglio. Sono finiti i tempi romantici della professione medica intesa come modus vivendi e operandi; la missione alta e qualificante. Dico ai giovani, lasciate perdere la professione medica, fate gli avvocati, date la caccia ai medici della malasanità; in fondo non rischierete nulla, al limite di prendervi solo il 70% dell’indennizzo che il povero diavolo di turno avrà ottenuto.
*Medico chirurgo, primario di Neurochirurgia

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#2 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.651 messaggi

Inviato 24 gennaio 2010 - 11:41:40

hanno perso l'alone di intoccabile , hanno perso l'insindacabilità del loro giudizio ovvio che ne soffrano, se difatti sino a pochi anni fa era indiscutibile il parere di un medico e il lustro della professione dava privilegi indiscutibili, fra i quali quello di potere usufruire anche per parenti e conoscenti dei migliori strumenti diagnostici e cure privilegiate, oggi qualcuno si "permette" di dubitare dei loro pareri. vuole capire, vuole essere partecipe della propria salute e del proprio destino nella malattia.
Per me questo è positivo, tutto sta nella capacità d'analisi del paziente e nella capacità di far capire del medico al quale è sempre piu richiesto di spiegare quello che lo ha portato a fare determinate scelte, certo se non sa neppure lui spiegarle il problema non che suo.
Meglio cinghiale che pecora

#3 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.380 messaggi

Inviato 24 gennaio 2010 - 19:37:28

grazie romy;

certo fare il medico è sempre più difficile ma è giusto così.

le categorie con maggiori responsabilità/(e privilegi) come i medici,

gli avvocati/notai/giudici e sacerdoti quando c'era poca

informazione/competenza da parte dei cittadini potevano permettersi

molti errori e anche qualche abuso tanto le probabilità che il danneggiato

o il frodato si sarebbe accorto erano quasi nulle e potevano

subconsciamente o consciamente personalizzare l'intervento in base alla posizione

sociale, competenza, simpatia di chi avevano di fronte; ben venga la competenza e

il controllo dei cittadini del loro operato.

benchè la sincerità di questo medico sia lodevole ,la lettera dimostra chiaramente ,

(oltre alla sofferenza della classe medica di fronte a questa evoluzione sociale che

porterà ad un nuovo e più equo equilibrio) quanto sia difficile far capire a chi a

goduto di privilegi che i cittadini hanno tutto il dovere di difendere i loro

diritti, naturalmente nel rispetto delle leggi evitando risarcimenti ingiusti/superflui.

questa lettera comunque""ci illumina bene e ci mette in guardia ""sul come

ragionano i medici nei confronti dei pazienti, le frasi e le idee che circolano nel web

e anche in cfsitalia sul cinismo /opportunismo ormai della maggioranza dei medici

non sono troppo campate in aria e ci stimola /obbliga ad imparare a difenderci

#4 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 24 gennaio 2010 - 23:57:59

grazie romy;

certo fare il medico è sempre più difficile ma è giusto così.

le categorie con maggiori  responsabilità/(e privilegi) come i medici,

gli avvocati/notai/giudici  e sacerdoti  quando c'era poca

informazione/competenza da parte dei cittadini potevano permettersi

molti errori e anche qualche abuso tanto le probabilità che il danneggiato

o il frodato si sarebbe accorto erano quasi nulle e potevano

subconsciamente o consciamente personalizzare l'intervento in base alla posizione

sociale, competenza, simpatia  di chi avevano  di fronte; ben venga la competenza e

il controllo dei cittadini del loro operato.

benchè la sincerità di questo medico sia lodevole ,la lettera dimostra chiaramente ,

(oltre alla sofferenza della classe medica di fronte a questa evoluzione sociale che

porterà ad un nuovo e più equo equilibrio) quanto sia difficile far capire a chi a

goduto di privilegi che i cittadini hanno tutto il dovere di difendere i loro

diritti, naturalmente nel rispetto delle leggi evitando risarcimenti ingiusti/superflui.

questa lettera comunque""ci illumina bene e ci mette in guardia ""sul come

ragionano i medici nei confronti dei pazienti, le frasi e le idee che circolano nel web

e anche in cfsitalia sul cinismo /opportunismo ormai della maggioranza dei medici

non sono troppo campate in aria e ci stimola /obbliga ad imparare a difenderci

 



In effetti si sta verificando quanto da me previsto in passato che oggi è molto difficile,grazie ad internet,nascondersi dietro ad un dito e difendersi,uscendo indenne da errori medici, come,invece,accadeva in passato.Non ci crederai,ma già da tempo,un po'anche per scherzare,uso dire,se avete bisogno dell'ospedale e di qualche intervento,portatevi dietro il vostro medico legale di fiducia,almeno così avrete più attenzione,forse la stessa che si porta a personaggi importanti.Per l'industria del malato,noi siamo numeri.Pero' io ti parlo anche degli ospedali del mio Sud,che mi devi credere fanno pena.Da noi quanto ti va bene,poteva andare molto meglio,e come minimo ti porti un infezione a casa,che non avevi prima,parlo della povera gente,che non ha Santi in paradiso.La situazione degli ospedali al nord è molto diversa,ma per chi li puo'raggiungere.Io sono stato operato di cataratta ultimamente,ero l'ultimo della lista,mentre il chirurgo mi operava,le inservienti scopavano la sala operatoria,cosa da pazzi,ed io zitto,raccomandandomi alla Madonna.Tempo fa venni operato al naso,e mentre mi portavano in reparto,venni fermato da un medico in corridoio,che fece notare al portantino che avevo una forte emorragia,che ero diventato tutto rosso,mi portarono in una stanza e mi cambiarono il camice e mi pulirono il viso,altrimenti la figura che facevano,se arrivavo in quel modo in reparto,dove mi attendevano i miei parenti.Io sono il più scettico e mal fidato che esiste in Italia,forse nel mondo,mi son fatto promettere da mia moglie,che mai in ospedale,preferisco morire in casa mia.Non ti dico fandonie,c'è stato un cardiologo,che in seguito ad un mio ECG da sforzo, mi voleva ricoverare nella sua struttura,per approfondire gli esami del caso,con scintografia ed infine coronografia,dissi grazie,lasciamo perdere,e lo dissi in modo chiaro ed approfondito,che il medico ebbe una crisi si pianto,davanti anche a mia moglie,perchè,senza peli sulla lingua,gli dissi che non mi fidavo dei loro esami invasivi.Lui mi raccomando'di portare in tasca la Nitroglicerina,perchè correvo il rischio,ed io gli dissi che il vero rischio lo avrei corso da loro.Non ci crederai,dopo alcuni anni,un fratello di un mio cognato,si ricovera per una coronografia,fanno l'intervento,tutto ok,nessuno Stent,e dopo 2 giorni,complicazioni alla ferita,non si è capito molto,e ci muore.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#5 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.380 messaggi

Inviato 25 gennaio 2010 - 16:28:01

(romy Inviato il Ieri, 23:57)

portatevi dietro il vostro medico legale di fiducia,almeno così avrete più attenzione,forse la stessa che si porta a personaggi importanti


OK , ma come si fa a scegliere un bravo medico legale? :)

#6 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.879 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 25 gennaio 2010 - 18:21:37

OK , ma come si fa a scegliere un bravo medico legale?  :)

 



Pagando ?!

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#7 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.380 messaggi

Inviato 25 gennaio 2010 - 23:35:52

comunque veramente sono interessato perchè potrebbe servirmi un medico
legale,
come al solito coi medici si va col passaparola ; ma perchè non fanno delle classifiche sarebbe più facile orientarsi :)

#8 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.879 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 26 gennaio 2010 - 00:27:15

Io sono stato fortunato a trovarne uno tosto all'INCA della CGIL della mia città, puoi chiedere a qualche sindacato cosa ti consigliano.

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#9 Falco

Falco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.380 messaggi

Inviato 26 gennaio 2010 - 17:43:37

grazie




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.