Vai al contenuto

Foto

METODO SOLéRE:Rééquilibration fonctionnelle


  • Per cortesia connettiti per rispondere
10 risposte a questa discussione

#1 tina

tina

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 16 messaggi

Inviato 01 maggio 2009 - 15:58:47

Dal sito di Ref-Italia www.ref-italia.org

(andate anche a leggervi il curriculum vitae del professor Roland Solére! E' in francese ma giusto per avere un'idea...
www.ref-italia.org/download/curriculum_vitae_di_roland_solere)

Fibromialgia e Metodo Solère
Sei modelli terapeutici non farmacologici contenuti nel Referenziale della Rééquilibration fonctionnelle - Metodo Solère® sono destinati alla cura della fibromialgia, patologia in progressiva espansione per la quale il Metodo Solère® è in grado di fornire un contributo rilevante, pienamente comprensibile ed accettabile sul piano medico-scientifico.

Nella recente evoluzione della Rééquilibration fonctionnelle - Metodo Solère® che ha portato il concetto dell’osteopatia a poter essere applicato con definiti confini di utilizzo e con modelli terapeutici riproducibili, un’attenzione particolare è stata rivolta alla fibromialgia ed ai pazienti fibromialgici, costantemente alla ricerca di una cura o di centri cura, possibilmente mediante una terapia non invasiva e che in primis consenta all’individuo di essere compreso nelle proprie manifestazioni cliniche senza che queste possano essere superficialmente addebitate alla sfera psicologica.

Negli ultimi anni l’osteopatia riveste un ruolo considerevole nella richieste di cura non farmacologiche, ma generalmente il polimorfo quadro clinico della fibromialgia non sempre risponde adeguatamente al trattamento manuale formulato. La sindrome dolorosa fibromialgica infatti non può essere giustificata da una o più disfunzioni meccaniche secondo il concetto dell’osteopatia evidenziato in origine da A.T.Still.: i bizzarri sintomi della fibromialgia, sfuggenti a tutte le indagini cliniche, devono essere analizzati con una differente chiave di lettura il cui utilizzo si colloca in uno spazio di confine che rappresenta una delle zona d’ombra della medicina, spazio che rimane esterno alla patologia della struttura ed anche all’area psicosomatica.

Analisi e ragionamento clinico proposti per decodificare meticolosamente il quadro sintomatico della fibromialgia sono quelli appartenenti alla metodologia elaborata da Roland Solère nell’ideare la Rééquilibration fonctionnelle - Metodo Solère®, che identifica sei differenti tipi di fibromialgia possibili, proponendo per ogni paziente cura e terapia ben definite, con un trattamento non farmacologico e soprattutto non esteso nel tempo.



Com’è noto, uno dei primi criteri per produrre dati scientifici è la riproducibilità di quanto proposto ed è proprio questo che emerge dall’attuale studio in corso sulla fibromialgia proposto dall’Association pour la Recherche en Thérapies sur les Fibromyalgies (A.R.T.F.) e coordinato dal CENTRE DE RECHERCHE EN THÉRAPIES ALTERNATIVES (C.R.T.A ., Arbonne – Francia) la pubblicazione arriverà solo dopo aver concluso l’iter per presentare uno studio ineccepibile nel valore.

Centri cura fibromialgia e fibromialgia al centro…..
Coloro che ricercano una cura per la fibromialgia spesso hanno già svolto innumerevoli esami in centri clinici all’avanguardia ma, in questo caso, senza le risposte auspicate... Affrontando la cura presso un operatore abilitato al Metodo Solère per la cura della fibromialgia non dovrete pertanto aspettarvi un terapeuta attorniato da microscopi e strumentazione tecnologica perché a tutt’oggi la fibromialgia è una sindrome dolorosa controversa e non monitorabile con la diagnostica strumentale. Non a caso solo nel 1992 l'Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) ha riconosciuto la fibromialgia facendo comparire la patologia nell'elenco ICD-10 sotto la rubrica M.790 con la denominazione « reumatismo non specificato » , solo dopo che l’ dall'American College of Rheumatology aveva in precedenza stabilito i criteri diagnostici per compensare le difficoltà date dal fatto che, per la fibromialgia, nessun marcatore biologico può essere individuato.



Gli associati Re.F-Italia abilitati al trattamento della fibromialgia secondo i modelli terapeutici della Rééquilibration fonctionnelle - Metodo Solère® sono pertanto professionisti sanitari in grado di mettere la fibromialgia, o meglio il paziente fibromialgico, al centro della valutazione clinica per individuare l’appropriato trattamento dopo una meticolosa valutazione funzionale che considera le modalità di manifestazione clinica. Appurato che non si tratta di una patologia infiammatoria sistemica ne di limitazioni articolari meccaniche, è prioritario analizzare la sintomatologia con una differente chiave di lettura, utilizzata anche dalla medicina tradizionale cinese in agopuntura, ma estremamente differente poi nel ragionamento clinico sviluppato, nella costruzione terapeutica e nella stessa stimolazione per attuare la cura. Per questi motivi tutto quanto proposto dalla Rééquilibration fonctionnelle - Metodo Solère®, pur ispirandosi al concetto dell’osteopatia ed ai principi della M.T.C., è un metodo di cura a se stante con identità ben definita e sottoposto a denominazione di marchi e brevetti sia per qualche riguarda la formazione che per la tecnica utilizzata nella cura.

#2 Dolce

Dolce

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 13 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Pisa
  • Interests:Bellezza e Linea, Shopping, Capelli, Musica, Film, Passeggiate, Mare

Inviato 12 aprile 2011 - 15:12:37

Quanti di voi l'hanno provato e con che risultati?

E per chi l'ha provato un centro vale l'altro o è preferibile uno specifico?

Grazie!!

#3 Alfonsina

Alfonsina

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 1 messaggi

Inviato 20 agosto 2014 - 22:23:41

Anche io vorrei sapere se qualcuno l ha provato..non ci sono testimonianze al riguardo...ne positive ne negative..
Un caro saluto

#4 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.050 messaggi

Inviato 21 agosto 2014 - 14:23:51

Anche a me interesserebbe sapere se qualcuno lo ha già sperimentato...! ho visto che se parla anche sul sito dell'associazione anfisc !



#5 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 21 agosto 2014 - 15:16:08

Infatti è stato presentato anche durante una conferenza dell'ANFISC, alcuni hanno provato questa terapia e ne hanno tratto giovamento. Anche la dott.ssa Carlo Stella lavorava, o lavora, in un ambulatorio di un osteopata, se non sbaglio,dove usano anche questo metodo contro il dolore.


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#6 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.050 messaggi

Inviato 22 agosto 2014 - 14:46:10

Grazie mille Zac!



#7 Gaia_1978

Gaia_1978

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 32 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 24 agosto 2014 - 14:25:06

sono molto dubbiosa, ammetto onestamente che sono anche totalmente ignorante in materia, ma ho come un sesto senso che - pur potendo essere un valido metodo per altre patologie - non sia di grande aiuto per noi. Ripeto: è solo un sesto senso.

E' solo che tanti propongono il loro metodo e nessuno guarisce e siccome la FM è legata molto allo stato psicologico, al benessere psichico, spesso anche il solo sperare di stare bene e provare una cura nuova ci dà un momentaneo benessere.... non so se mi sono spiegata  -_-



#8 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 24 agosto 2014 - 21:55:02

Serve a far passare il dolore, non "le altre cose", come la causa.. Ma se il dolore è invalidante può essere un aiuto nell'affrontare problemi pratici, cosa che possono fare anche altri antidolorifici chimici.


Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#9 ivy

ivy

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 1 messaggi

Inviato 29 ottobre 2014 - 22:48:36

Io l ho provato lo scorso anno. Risultati zero.solo tante promesse e illusioni

#10 grazia73

grazia73

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.050 messaggi

Inviato 30 ottobre 2014 - 20:26:38

Mi dispiace! tu sei affetta da fm o cfs? hai fatto molte sedute?



#11 Littlehope78

Littlehope78

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 3 messaggi

Inviato 18 settembre 2016 - 11:30:29

Buongiorno,

Io l ho provato lo scorso anno. Risultati zero.solo tante promesse e illusioni

da un pò di tempo seguo la fisioterapia Methode Solère. Il metodo offre diverse cure alternative fra cui quelle per i dolori da lombalgia catameniale e problemi di insonnia, ragione per cui mi ero rivolta ad uno di loro. Le terapie hanno funzionato in tempi molto brevi. Ho in seguito consigliato questi terapisti (che sono presenti in varie parti d'Italia) anche ad amici, sempre con ottime riuscite.
 

Con il tempo ho avuto modo di conoscere anche il Prof. Solère in uno dei suoi "open day" ed approfondire diversi argomenti. 
Mi ha stupita la grande preparazione di questo Professore che è letteralmente un tutt'uno con il corpo umano, come un meccanico geniale e preparatissimo, che fosse un tutt'uno con la sua auto. Ha studiato e ricercato il corpo umano per 30 anni, arrivando a capire cose fantastiche, o forse lo sono per me che ammiro la "magia perfetta" del corpo umano, spiegando concetti complessi con parole davvero semplici: caratteristica non comune per chi sta male e viaggia fra paroloni che spesso tendono a confondere più che a chiarire e forse chissà, di proposito.

In seguito ho avuto modo di verificare come, anche nei casi di fibromialgia, ci fossero alte percentuali di successo, ma soprattutto quello che mi ha colpito di più, è stato come anche un terapista da lui formato avesse la stessa capacità di spiegare cose complesse, in modo semplice.

 

Questo post mi ha infatti stupita, e semplicemente Le chiedo: premesso che ho visto con i miei occhi persone malate di fibromialgia ed è in alcuni casi davvero straziante e posso parzialmente (dato che non sono in quei panni) comprenderne la situazione, premesso che è vero, ci sono tante false promesse, ma premesso che non mi sento di affermare che una di questo sia questo metodo perchè ci sono persone che brancolavano nel buio da oltre 10 anni ed ora stanno bene ed i risultati li hanno percepiti spesso già dalle prime due sedute, ha provato a chiamare magari il referente per l'Italia del metodo Solère? sono sicura che risponderà a tutte le domande che vorrà porgli. Glielo propongo, perchè so per certa che un terapista formato dal Professor Solère ha il dovere, una volta che il paziente ha una certificazione del suo stato fibromialgico, di appurare che sia una fibromialgia trattabile con tale metodo. Diversamente, se anche solo un dubbio si pone, lo rimandano ad ulteriori indagini mediche, perchè la loro parola d'ordine è che il paziente deve stare bene.
Ed il terapista ha i suoi strumenti di valutazione per comprendere se è un caso trattabile o meno.

 

Non credo di riporre fiducia invano, perciò La invito a chiamare questo terapista, Le ho reperito il nome e cognome, ma troverà sicuramente informazioni in internet: dr. Danilo Casali.

 

Le auguro con tutto il cuore di risolvere i Suoi, i vostri, problemi invalidanti.

Cordialmente

Ali


Messaggio modificato da Littlehope78, 18 settembre 2016 - 11:32:07





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.