Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

"Per la CFS è inutile la galantamina"


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.379 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 31 gennaio 2006 - 13:42:24

Sindrome dell'affaticamento cronico: inutile la galantamina

La galantamina non è superiore al placebo nel trattamento della sindrome dell'affaticamento cronico (CFS). Non vi è un trattamento farmacologico accreditato per i sintomi chiave di questa patologia: la galantamina idrobromide, un inbitore dell'acetilcolesterone, ha proprietà farmacologiche potenzialmente utili per questi pazienti, ma nel presente studio non è stato evidenziato alcun beneficio clinicamente significativo da parte del farmaco sui pazienti con CFS. In particolare, la sua mancanza di effetto sulla performance cognitiva risulta sorprendente data l'entità del deficit cognitivo di base dei pazienti esaminati. Dati i noti benefici delle anticolinesterasi nel morbo di Alzheimer, ciò suggerisce che i deficit cognitivi osservati nella CFS non siano dovuti a disfunzioni colinergiche.
Attualmente, dunque, non esistono terapie in grado di apportare miglioramenti ai sintomi principali della CFS: un affaticamento fisico e mentale tanto profondo ed oppressivo da travalicare anche l'adeguatezza del termine "affaticamento". (JAMA. 2004;292:1195-1204, 1234-1235)


Anno II - n°13 - 14.09.2004 Pagine Nazionali - AGGIORNAMENTI -
http://www.clicmedic...faticamento.htm
VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)

#2 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 31 gennaio 2006 - 15:40:56

La galantamina non è superiore al placebo nel trattamento della sindrome dell'affaticamento cronico (CFS). Non vi è un trattamento farmacologico accreditato per i sintomi chiave di questa patologia: la galantamina idrobromide, un inbitore dell'acetilcolesterone, ha proprietà farmacologiche potenzialmente utili per questi pazienti, ma nel presente studio non è stato evidenziato alcun beneficio clinicamente significativo da parte del farmaco sui pazienti con CFS. In particolare, la sua mancanza di effetto sulla performance cognitiva risulta sorprendente data l'entità del deficit cognitivo di base dei pazienti esaminati. Dati i noti benefici delle anticolinesterasi nel morbo di Alzheimer, ciò suggerisce che i deficit cognitivi osservati nella CFS non siano dovuti a disfunzioni colinergiche.
Attualmente, dunque, non esistono terapie in grado di apportare miglioramenti ai sintomi principali della CFS: un affaticamento fisico e mentale tanto profondo ed oppressivo da travalicare anche l'adeguatezza del termine "affaticamento". (JAMA. 2004;292:1195-1204, 1234-1235)


Anno II - n°13 - 14.09.2004 Pagine Nazionali - AGGIORNAMENTI -
http://www.clicmedic...faticamento.htm

Visualizza Messaggio


I farmaci anticolinesterasi fanno flop anche con i malati di Alzheimer,questi presentano un danno degenerativo reale e concreto nel cervello,in relazione alla fibre amiloide.Il deficit cognitivo dei cosidetti malati cfs, non è mediato da mancanza di acetil-colina ma è un deficit funzionale,mediato da neuro-tossine,specialmente da stress a livello ippocampale.Se ne deduce,per logica,che nel caso dell'Alzheimer servirebbe un farmaco capace d'inibire o diminuire le formazioni a grovigli d'amiloide,ma quale?????mentre nel caso dei cfssini,non serve aggiungere farmaci,ma pulire le tossine,o al max stare fermi e relax ed attendere l'auto-pulizia.
Piu'leggo,piu'scrivo attorno a tale fantomatica patologia cfs e piu'mi viene d'inguadrarla come patologia iatrogena, se cosi'fosse altro che convegni medici sulla cfs. Poi mi devono spiegare perchè tale patologia è al momento assente nelle persone con oltre 65 anni?La mia previsione è che in futuro tale patologia sarà presente anche con i 65 anni,70 anni..............Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#3 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 08 febbraio 2006 - 00:57:47

Cara Vittoria ho trovato questa notizia sulla Galantamina.

Aumentata mortalità nei pazienti con lievi alterazioni cognitive trattati con Galantamina

Due studi clinici che stavano valutando il Reminyl ( Galantamina ) nei pazienti con lieve alterazione cognitiva hanno evidenziato un aumento di mortalità nel gruppo di trattamento.

La Galantamina è un inibitore dell’acetilcolinesterasi, approvato nel trattamento della malattia di Alzheimer lieve-moderata.

Gli studi clinici, GAL-INT-11 e GAL-INT-18, erano stati disegnati per valutare l’effetto della Galantamina sulla progressione dell’alterazione cognitiva lieve a demenza.

La percentuale di mortalità è risultata bassa in entrambi i gruppi, Reminyl e placebo, rispetto alla percentuale attesa nella popolazione generale e tra i pazienti con Alzheimer.

Gli studi clinici hanno mostrato una più alta percentuale relativa di mortalità tra i pazienti con lieve alterazione cognitiva trattati con Galantamina rispetto ai pazienti trattati con placebo.

Sono state registrate un totale di 20 morti, di cui 15 nel gruppo Galantamina e 5 nel gruppo placebo.

Fonte: Jonhnson & Johnson, 2005

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.