Vai al contenuto

Foto

Riduzione Ormone Dello Stress Segnale Per La Cfs


  • Per cortesia connettiti per rispondere
5 risposte a questa discussione

#1 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 09 gennaio 2009 - 19:19:01

(ANSA) - ROMA, 8 GENNAIO -
Aver subito traumi da bambini provoca una diminuzione dei livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, che in eta' adulta aumenta la probabilita' di soffrire della sindrome da fatica cronica (Cfs). A parlarne e' uno studio, guidato da Christine Heim della Emory University di Atlanta, Stati Uniti, secondo il quale il dosaggio del cortisolo potrebbe essere utilizzato per prevedere il rischio di sviluppare la malattia. La ricerca e' stata pubblicata sulla rivista Archives of General Psychiatry. Gli psichiatri americani hanno preso in considerazione 113 pazienti affetti da Cfs e 124 soggetti sani. A entrambi i gruppi e' stato somministrato un test con domande su eventuali abusi o traumi avuti da bambini alla fine del quale veniva prelevato un campione di saliva per il dosaggio del cortisolo. Gli individui che soffrivano di Cfs ed avevano subito traumi infantili avevano bassi livelli dell'ormone. Secondo gli autori, certe esperienze, vissute quando il cervello e' in via di sviluppo, possono apportare differenze al modo in cui il corpo reagira' allo stress in eta' adulta. (ANSA).

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#2 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 09 gennaio 2009 - 21:49:33

Potrebbe essere,come potrebbe essere anche una casualità,che poi il Cortisone è basso nella CFS lo si conosce da dieci anni,e da oggi,onde evitare fraintendimenti è scritto anche nella mia firma.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#3 cri68

cri68

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 312 messaggi
  • Location:provincia di Piacenza
  • Interests:volontariato...

Inviato 09 gennaio 2009 - 23:52:50

(ANSA) - ROMA, 8 GENNAIO -
Aver subito traumi da bambini provoca una diminuzione dei livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, che in eta' adulta aumenta la probabilita' di soffrire della sindrome da fatica cronica (Cfs). A parlarne e' uno studio, guidato da Christine Heim della Emory University di Atlanta, Stati Uniti, secondo il quale il dosaggio del cortisolo potrebbe essere utilizzato per prevedere il rischio di sviluppare la malattia. La ricerca e' stata pubblicata sulla rivista Archives of General Psychiatry. Gli psichiatri americani hanno preso in considerazione 113 pazienti affetti da Cfs e 124 soggetti sani. A entrambi i gruppi e' stato somministrato un test con domande su eventuali abusi o traumi avuti da bambini alla fine del quale veniva prelevato un campione di saliva per il dosaggio del cortisolo. Gli individui che soffrivano di Cfs ed avevano subito traumi infantili avevano bassi livelli dell'ormone. Secondo gli autori, certe esperienze, vissute quando il cervello e' in via di sviluppo, possono apportare differenze al modo in cui il corpo reagira' allo stress in eta' adulta. (ANSA).

Visualizza Messaggio


Potrebbe essere valida anche x la fm?
quindi...era giusto usare cortisone, come si faceva anni fa?
Immagine inserita
UnaBarcaDiNomeVita.mp3
Immagine inserita
........................................................................................
Le mie compagne di "NON VITA ":Fibromialgia primaria diagnosi fatta nel 2004 sintomi:
astenia ingravescente,tremori agli arti superiori,parastesie agli arti inferiori,mialgie diffuse, facile affaticabilità, colon irritabile.
Durante gli accertamenti x la diagnosi definitiva abbiamo scoperto: extrasistolia ventricolare frequente con insufficienza mitralica, faringite cronica dovuta all'ernia iatale, modesta sclerosi della sincrodosi sacro iliaca sx e cervicodiscoartrosi C5-C6...A L4-L5 lieve protusione circonferenziale del disco senza effetti compressivi in sede intraspinale...tiroide autoimmune...
A L5-S1 protusione del disco in sede centrale paracentrale di sn
In cura con antidepressivo (usato come inibitore/ricaptatore della serotonina) citalopram da 20mg, miorilassanti,antiinfiammatori e antidolorifici al bisogno...invalidità riconosciuta"SOLO"20%
13/03/2011aggiornamento da circa un anno e mezzo sto meglio i sintomi tipo asteniae tremori non li ho più e devo dire che ho anche molta meno affaticabilità!!!
Ho fatto "cure" alternative tipo reiki...stimolazione neurale..mediatazione...parlato con il MIO interiore e da febbraio riesco ad andare in palestra dove ho trovato un fisoterapista attento che mi fa fare esercizi "compatibili" con le mie patologie...
...................................................................................

#4 danis

danis

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.026 messaggi

Inviato 10 gennaio 2009 - 13:19:03

Dal Compendio del documento di Consenso Canadese sulla ME/CFS:


Differenze tra ME/CFS e Disordini Psichiatrici
La ME/CFS non è sinonimo di disordine psichiatrico. Bisogna fare particolare attenzione alle caratteristiche, le dinamiche di progressione e le correlazioni tra i sintomi.

Depressione: le reazioni all’esercizio (vedere a pagina 11) sono utili per distinguere la ME/CFS dalla depressione. I pazienti ME/CFS hanno sintomi come dolori ai muscoli e alle articolazioni, mal di testa severi, mal di gola ricorrenti e infezioni delle alte vie respiratorie, sensibilità ai linfonodi, sintomi cardio- polmonari, COI, tachicardia e un insieme di indebolimenti cognitivi, che non sono visti comunemente nella depressione. Alcuni pazienti ME/CFS possono soffrire di depressione reattiva dovuta ai loro impedimenti fisiopatologici e alla ridotta qualità della vita, ma molti indici obbiettivi possono differenziare la ME/CFS dalla depressione primaria.

Disordini somatiformi.
C’è qualche sintomo che coincide tra i disordini somatiformi e ME/CFS. Tuttavia, i pazienti con disordini somatiformi spesso hanno una lunga storia di disagi iniziati prima dei trent’anni. Per diagnosticare qualsiasi disordine somatiforme i sintomi non debbono poter essere “pienamente spiegati da una qualsiasi condizione medica generale dimostrabile, dagli effetti diretti di una sostanza o da un altro disordine mentale”. E’ stato dimostrato che molte scoperte biofisiologiche oggettive sono alla base dei sintomi della ME/CFS. I pazienti che soddisfano i criteri della ME/CFS devono essere esclusi dalla diagnosi di Disordine Somatoforme.
I paesi membri dell’Organizzazione Mondiale della sanità (WHO) sono obbligati ad aderire ai regolamenti dell’International Classification of Diseases (ICD) dell’WHO/OMS ed a usare la loro classificazione ICD. In una lettera datata 23 gennaio 2004, Andre l’Hours, della sede centrale dell’Who ha chiarito che “non è permesso classificare la stessa condizione in più di una rubrica dato che ciò significherebbe che le categorie individuali e le subcategorie non sono ancora mutuamente esclusive”. Perciò la ME (e CFS) classificata come una malattia neurologica nell’ICD del Who, non può essere anche classificata come un disordine somatiforme, che è classificato come un disordine mentale o di comportamento

Messaggio modificato da danis, 10 gennaio 2009 - 13:20:15

"La mente è come un paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Immagine inserita


"tu cerchi la risposta, ma non devi cercare fuori la risposta, la risposta è dentro di te, e però è sbagliata!" Quelo

#5 Cocci

Cocci

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.285 messaggi

Inviato 10 gennaio 2009 - 19:18:05

Potrebbe essere valida anche x la fm?
quindi...era  giusto  usare cortisone, come si faceva anni fa?

Visualizza Messaggio


facendo la somma di Kremer e Pall su NO ho capito questo(se poi qualcuno sa dirmi se ho capito bene..):

a causa di eccesso persistente di NO e non sufficente glutatione (antiossidante). No viene ossidato e si trasforma in perossinitrito (ossidante)aprendo il circolo vizioso per cui (Kremer )si produce più cortisone per tamponare l'infiammazione ,questo eccesso di cortisone a sua volta sopprime l'immunità cellulare (TH1) e aumenta quella umorale (Th2).
(e se avesse ragione? :D )

nella maggior parte delle malattie degenerative tra cui CFS e Fibromialgia c'è un dominanza di Th2 (vedi anche ricerche varie sul cfs)
Th1 e Th2 devono essere in equilibrio.
vedi quì sommariamente Pall e riferimenti a Kremer e letteratura varia su No vedi anche le malttie associate e cause.
http://translate.goo...Nitrostress.htm
quì principi di base di Kremer (premeto che secondo Kremer e molti scienziati l'Aids non è causata dal virus HIV ma da immunodeficenza)
http://pharmharm.com/Basickremer.html
sito:
http://www.aliveandwellsf.org/kremer/
di Kremer trovi anche testi tradotti in italiano in internet e libri , di Pall ci sono anche traduzoni nel forum.

il cortisone forse serve se i surreni non ne producono più e sotto monitoraggio di tutti gli altri ormoni .

(per i bambini maltrattati magari basta tanto amore ,pappa buona e forse se necessario uno psicologo amorevole :o )
"una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo ,perchè non contempla il solo Paese al quale l'umanità approda di continuo.E quando vi getta l'ancora ,la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela"
Oscar Wilde

#6 nessunnome

nessunnome

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.223 messaggi

Inviato 22 marzo 2009 - 14:44:03

non ho capito perchè uno se ha la ME/cfs non può avere disordini somatiformi e viceversa??
proprio in virtù che quei disordini possono portare a malattia e viceversa che uno stato di malessee accentua i disturbi somatiformi, ossia che psiche/corpo sono un tutt'uno, la dualità che si compenetra e, secondo me esiste un doppio boomerang tra i due, non condivido queste "etichettature" e limiti dello scientifico.
oppure gli scienziati ci vogliono dire che lo stadio successivo aidisordini somatiformi è malattia e viceversa, quello immediatamente precedente è "sogno"?...bah!respingo certe "settorialità" nei confronti della persona umana e sono convinta che tutto ill "somatico ed il funzionale" sia già malattia,, meno grossolana, più nell'ambito fine quantistico, ma già organico...
le cose che la scienza non riconosce le esclude...e limita vuole definire le patologie per comodità e per centrare ,a parer loro, meglio il bersaglio..invece, a parere mio, centrano un bersaglio effimero, staccato dalla realtà dell'esistenza..
l'uomo sapiens sapiens di questo ha bisogno, di scienza, disciplina e materie di studio staccate dall'essenza dell'essere per non trovare a fare i conti veramente con l'"essere" nella sua interezza!
se le diagnosi saranno queste le CURE saranno direttamente proporzionali: effimere...questo dovremo aspettarci dalla scienza medica e dal mondo farmaceutico, temo!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.