Vai al contenuto

Foto

Prescrizioni e confusione tra farmaci


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.391 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 01 maggio 2008 - 01:13:35

Da www.pensiero.it

http://www.pensiero.....asp?IDNews=605



Più parole, meno errori

La chiave per diminuire o evitare gli errori di interpretazione delle prescrizioni e la confusione tra farmaci con nomi commerciali simili? Comunicazione, comunicazione e ancora comunicazione. Lo sostiene un editoriale pubblicato dalla rivista Hospitals & Health Networks.

Indicazioni molto diverse, nomi commerciali troppo simili: è quanto avviene con numerosissimi farmaci. E una errata interpretazione di una prescrizione può portare a danni gravissimi per il paziente. Una realtà che gli operatori sanitari ospedalieri conoscono molto bene, e che solo negli Stati Uniti colpisce 1,5 milioni di persone ogni anno con un costo extra per il sistema sanitario di 3,5 miliardi di dollari. Spiega Jeannell Mansur, farmacista e specialista in sicurezza al Joint Commission Resources Inc. di Oak Brook: "Con più di 41.000 nomi di farmaci in commercio non stupisce che troppi siano simili tra loro. Il personale infermieristico e i farmacisti possono perciò facilmente incorrere in errate interpretazioni delle prescrizioni. L'utilizzo da parte dei medici di abbreviazioni e l'abitudine ancora molto diffusa di scrivere le ricette a mano lascia troppo all'interpretazione individuale".

La Mansur ha elaborato dei suggerimenti pratici contro gli errori di interpretazione delle prescrizioni:
- migliore comunicazione tra medico e paziente all'atto della prescrizione (il paziente potrà avere funzione di controllo)
- registrazione di tutte le prescrizioni effettuate a ogni singolo paziente
- maggiore coinvolgimento del farmacista nell'assistenza al paziente
- doppio controllo incrociato per le prescrizioni di farmaci pericolosi

"Il messaggio è questo: la comunicazione tra medici, pazienti e farmacisti è essenziale per ridurre l'incidenza degli errori di interpretazione delle prescrizioni", conclude la Mansur.


FonteMansur JM. Enhanced Medication Safety. Hospitals & Health Networks 29/04/2008.


david frati
VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.