Vai al contenuto

Foto

Tramonta il mito del colesterolo cattivo


  • Per cortesia connettiti per rispondere
2 risposte a questa discussione

#1 lella77

lella77

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 969 messaggi
  • Location:Lecco

Inviato 09 febbraio 2008 - 14:10:25

Ma le industrie farmaceutiche hanno interesse a mantenere alto l'allarme
Tramonta il mito del colesterolo (cattivo)
La causa della maggiore incidenza di infarti e ictus potrebbe essere nelle proteine che trasportano il grasso

MILANO—Il mito del colesterolo sta (forse) per tramontare. A chiedersi ora se questo grasso del sangue sia davvero il gran colpevole di infarti e ictus non sono i soliti «grilli parlanti» dei siti web alternativi, ma molti rappresentanti del mondo scientifico. E da loro potrebbe arrivare, prima o poi, un’assoluzione per il celebre big killer della salute. L’ultima spallata al dogma che colesterolo alto è uguale a rischio cardiovascolare l’ha data lo studio Enhance che dimostra come due farmaci anticolesterolo insieme (l’ezetimibe che ne inibisce l’assorbimento intestinale e la simvastatina che ne riduce la produzione nel fegato) non siano meglio della simvastatina da sola. In altre parole: è vero che i due abbassano di più il colesterolo nel sangue, ma questo non si traduce in un reale beneficio per le arterie. Perché? E soprattutto perché le aziende hanno dato con ritardo i risultati di questo studio?

Secondo un commento pubblicato sull’Herald Tribune e firmato da Gary Taubes, corrispondente della rivista Science, l’equivoco è di fondo. E cioè: si è sempre confuso il colesterolo con le proteine che lo trasportano nel sangue, le lipoproteine. Il carico con il mezzo di trasporto. E il colesterolo è diventato buono o cattivo a seconda che sia veicolato da lipoproteine a alta densità (Hdl) o a bassa densità (Ldl). Potrebbe, dunque, non essere il colesterolo in sé il vero nemico (l’infarto colpisce anche persone con colesterolo normale), ma un’anomalia delle lipoproteine. E infatti due farmaci insieme, pur abbassando di più il colesterolo, non prevengono le placche. Rimane però il fatto che la simvastatina e le altre statine prevengono le malattie cardiovascolari. E’ probabile allora che questi medicinali funzionano non tanto perché abbassano il colesterolo, ma perché agiscono con altri meccanismi, per esempio riducendo l’infiammazione.

Nonostante questi dubbi, però, l’Fda, l’ente americano per il controllo delle medicine, continua a registrare farmaci per la prevenzione delle malattie cardiache solo in base al fatto che riducono le Ldl e le autorità sanitarie conducono campagne di prevenzione puntando sul colesterolo. Dimenticando, a volte, che i farmaci hanno effetti collaterali che vale la pena affrontare se i benefici sono reali. E molti si chiedono quale sia il ruolo dell’industria farmaceutica. Industria che, nel caso dello studio Enhance, ha rivelato con due anni di ritardo i risultati negativi, lasciando che milioni di pazienti continuassero la terapia. Il fatto è che il mercato degli anticolesterolo è semplicemente gigantesco. Un esempio: nel 2005 il fatturato dell’atorvastatina è stato di oltre 12 miliardi di dollari.

Le industrie hanno tutto l’interesse a promuovere l’ipotesi colesterolo, ad allargare la quota di consumatori di farmaci anticolesterolo (lo hanno fatto riducendo sempre di più i livelli normali nel sangue in modo da creare più «malati» come ha già denunciato il British Medical Journal) e a giocare sull’ipotesi colesterolo buono (da aumentare) e cattivo ( da ridurre) per proporre nuove molecole dal momento che stanno scadendo i brevetti di quelle vecchie. Peccato però che un farmaco con questo nuovo meccanismo d’azione, il torcetrapib, invece di prevenire infarti e ictus li provoca (lo studio è stato interrotto un anno fa). Un’altra prova che il colesterolo non sarà più di moda?

Corriere della sera
Adriana Bazzi
07 febbraio 2008

Lella

#2 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 09 febbraio 2008 - 17:41:21

Ma le industrie farmaceutiche hanno interesse a mantenere alto l'allarme
Tramonta il mito del colesterolo (cattivo)
La causa della maggiore incidenza di infarti e ictus potrebbe essere nelle proteine che trasportano il grasso

MILANO—Il mito del colesterolo sta (forse) per tramontare. A chiedersi ora se questo grasso del sangue sia davvero il gran colpevole di infarti e ictus non sono i soliti «grilli parlanti» dei siti web alternativi,
Corriere della sera
Adriana Bazzi
07 febbraio 2008

Visualizza Messaggio

Beh, nel mio caso ,in un arco di una settimana, dopo infezione, il colesterolo ed i trgliceridi passarono da 140 (col) e 100 (trigliceridi) a 350 e 500 Visto che e' il fegato a produre il colesterolo (l'alimentazione influisce al massimo del 20%)., mi chiesi perche' il mio corpo si era up-regulato (cioe' si era messo a iperprodurre grassi (colestorolo e trigliceridi) in maniera altissima. E mi chiesi: "forse la produzione di colesterolo e di trigliceridi . e' aumentata perche' non riesco piu' ad utlizzare i grassi.

Ci sono dei blocchi metabolici?

Il colesterolo serve anche per produrre ormoni ed i trigliceridi, in condizioni normali, vengono trasportati nei mitocondri, dove vengono utlizzati per produrre energia anaerobica. Corrreva l'anno di (dis()grazie 1978. Ero a Parma, nella clinica diretta dal Professor Ugo Butturini.
Mi misero a dieta, provarono diversi farmaci che abbassano il colesterolo ed i trigliceridi. Il fenofibrato (lipantil si dimostro' essere il farmaco iperlipemico piu' efficace.
Poi, trasferitmomi in Inghilterra (dove al tempo la teoria delle ipelipemie miste era considerata una favola raccontata dai medci dell'Europa continentale), usai la niacina, a dosi di 3gr/die per abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi, ed anche a migliorare la cricolazione all'interno delll'orecchio.
La niacina e' uan forma di vitamina B3, vasodilatatatrice (da il flush cutaneo) e' ipolipemizzante.
Nel 1985 il Professor Barbara, gastroenterologo di Bologna mi prescisse la simvastatina. La simvastatina mi scioglie i muscoli (miolisi).

Quasi vent'anni dopo, e prrecisamente nel 2003 scoprii che avevo i mitocondri molto danneggiati.

Nel mio caso la sommnistrazione di un mix di varie cartine riporta il colesterolo ed i trgliceridi entro i valori normali.......ed aumenta anche l'energia psico-fisica

#3 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 13 novembre 2010 - 15:23:40

Effettivamente,penso,che sul colesterolo,e tutto quello vi ruota intorno,qualcuno non dice la verità,lo scopo potrebbe essere sempre lo stesso,il danaro.
Mi sono imbattuto a varie riprese su siti del Dott.RATH,che asserisce cose da far accapponare la pelle,anche ad uno come me,scafato da anni,in fatto di contro-informazioni mediche.
Fatevi un giro sui suoi siti,http://translate.google.it/translate?js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.drrathresearch.org%2Fcholesterol.html

Inoltre mi ha colpito il fatto che il suo sito,è considerato malevole da Avviso WOT,ed anche il nostro forum,a tal riguardo ne esce con valutazione insufficiente con un punto interrogativo.Logico,che tali valutazioni non rispondono al vero e sono arbitrarie,ma molti potrebbero impressionarsi e non visitare tali siti segnalati negativamente,da maschere che si aprono,e che scongiurano di continuare.Cio' capita a chi ha scaricato sul suo PC il software WOT,che oramai,è diventato poco affidabile per quanto riguarda la segnalazione di Malware.

Ritornando al dott.Rath,questi fa accuse precise,supportate da studi,e svariate sono le sue lettere aperte al governo degli U.S.A.

Questo medico,tratta tante cosucce,a me già note da anni,specialmente in relazione all'uso,benefico,delle vitamine,tra cui spicca la Vit.C,a me non dice nulla,essendo io già un vecchio lettore e sostenitore della teoria del Dott.Pauling,padre dell'Ortomolecolare.

Dimenticavo,le voci di questi medici,contrastate negli anni passati,stanno ricevendo grandi soddisfazioni,anche da studi moderni,portati avanti dalla medicina Ufficiale,cio' avviene in molteplici canali di patologie,lascio a voi,lo sfizio di meravigliarvi.

http://www4it.dr-rat..._01_jan_31.html

Se cercate di aprire il link di sopra,vi uscira',forse,l'avviso WOT:"Questo sito ha una reputazione scadente",che dirvi?internet è anche questo,ma io non mi pongo il problema,ignoro ed apro,ma io sono io,ed in caso di codici maligni,che non ne ho trovati,al momento,saprei come difendermi.Per cui,valutate,voi se aprire o meno?.Oppure procuratevi un'area virtuale,per chi è capace,con SW tipo Sandboxie o altri,ed andate ultra sicuri.Premetto che l'avviso,lo riceve,solo chi ha scaricato l'estensione per browser,di nome WOT,agli altri non arriva nulla.

Messaggio modificato da romy, 13 novembre 2010 - 15:36:25

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.