Vai al contenuto

 

 

Giornata mondiale malati di CFS/ME, leggi il post QUI

 

Docufilm sulla ME/CFS "UNREST", per la prima volta in Italia! Le informazioni sull'evento sono QUI

Foto

fermenti e barriera acida dello stomaco


  • Per cortesia connettiti per rispondere
4 risposte a questa discussione

#1 elveghe

elveghe

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 16 messaggi

Inviato 30 gennaio 2008 - 17:28:42

Ciao buona gente,
come fanno i fermenti lattici a superare la barriera dell’ambiente acido ove vi sia produzione eccessiva di succhi gastrici e giungere all’intestino ancora vivi?

Per quel che ne so i fermenti sono gastroresistenti in condizioni di acidità gastrica normale, ma in condizioni di iperacidità gastrica, non è facile che riescano a resistere e raggiungere l’intestino ancora vivi per fare la loro funzione.
Per questo motivo e in tali condizioni sarebbero pressoché inutili.

Avete mai sentito parlare di questo prodotto?


Acidophilus Plus della GLND
Preparato con fermenti lattici vivi
Ogni capsula fornisce all’intestino almeno 5 miliardi di 5 tipi diversi di batteri benefici, isolati da prodotti derivati dal latte, per mantenere un salutare equilibrio di microrganismi nel tratto gastrointestinale: lactobacillus acidophilus, lactobacillus bulgaricus, lactobacillus casei, bifidobacterium bifidum e streptococcus thermophilus. Essi favoriscono una regolare funzione digestiva e una efficace risposta immunitaria. Inoltre, i lactobacilli aiutano il corpo a produrre vitamine. Modalità d’suo: 1 capsula al giorno, in corrispondenza di uno dei due pasti principali. Conservare in luogo fresco e asciutto e preferibilmente in frigorifero dopo l’apertura. Ulteriori informazioni
http://www.gnldshopp...com/ITALIA.html


#2 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 30 gennaio 2008 - 21:16:46

Ciao buona gente,
come fanno i fermenti lattici a superare la barriera dell’ambiente acido ove vi sia produzione eccessiva di succhi gastrici e giungere all’intestino ancora vivi?

Per quel che ne so i fermenti sono gastroresistenti in condizioni di acidità gastrica  normale, ma in condizioni di iperacidità gastrica, non è facile che riescano a resistere e raggiungere l’intestino ancora vivi per fare la loro funzione.
Per questo motivo e in tali condizioni sarebbero pressoché inutili.


Visualizza Messaggio


Li prendi a stomaco pieno ed hai
già risolto il problema.
Come tra l'altro è consigliato nell'etichetta
del prodotto.
Durante i pasti infatti il ph dello stomaco
diventa molto meno acido.
Oppure li accompagni con un alcalinizzante
come ad es il melcalin base.


#3 Marco

Marco

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.039 messaggi
  • Location:Parma
  • Interests:Fede in Dio, natura, montagna, bicicletta (una volta piu' che altro)

Inviato 30 gennaio 2008 - 21:23:14

Ciao Elveghe. :D

Se ritieni che i normali probiotici non dovrebbero rersistere a un intestino troppo acido e ad arrivare all'intestino ancora vivi, allora è necessario rendere più basico il proprio ph intestinale e questo lo si può ottenere con una dieta adeguata e con un buon anti-acido.
Io stesso ho questo genere di problema, ma proprio con l'aiuto di una dieta adeguata e con l'assunzione di un prodotto semplice ma efficace come il bicarbonato di sodio (non tutti lo tollerano, ma esistono anche altri tipi di anti-acidi) ho sistemato questo problema.

Per quanto riguarda il tipo di probiotici che hai menzionato, posso dirti che sono proprio quelli che prendo io. Non si trovano in farmacia, ma me li procura un mio amico e devo dire che mi trovo molto bene.


:D

#4 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 30 gennaio 2008 - 22:20:01

Rimetto una mio vecchio post,o una parte di esso,perchè il problema è anche l'alcalinità,succhi gastrici e sali biliari per i probiotici.Romy


-----OMISSIS...........
Per quanto riguarda le colture liofilizzate di acidophilus, bifidus e altri batteri, che vengono consumate in capsule (preferibili alle tavolette), ci sono una serie di requisiti che la coltura dovrebbe soddisfare per poter essere veramente efficace:

1. Innanzitutto la coltura dovrebbe avere una buona durata nel tempo (molti dei probiotici in commercio sono già morti dopo poco tempo sugli scaffali del negozio).
2. Una volta assunto, il batterio dovrebbe essere in grado di resistere relativamente indenne sia al passaggio attraverso i succhi gastrici, sia nella zona alcalina dell'intestino. Oltre a ciò, il batterio dovrebbe sopravvivere bene anche al passaggio attraverso i sali biliari.
3. Ammettendo che il batterio ingerito sia effettivamente in grado di giungere nell’intestino, occorre che esso sia poi capace di attaccarsi alle pareti intestinali, e poi di competere con successo con i batteri patogeni già presenti.
4. Ma tutto questo non basterebbe se il batterio in questione non fosse in grado di svolgere tutta una serie di attività nutrizionali (produzione degli enzimi necessari alla digestione dei latticini, produzione delle vitamine B ecc.) e antimicrobiche.

È molto difficile trovare ceppi di batteri che soddisfino tutti questi requisiti. Uno studio recente, pubblicato sul prestigioso Journal of American Nutraceutical Association ha messo a confronto 6 diversi ceppi batterici, 4 acidofili e 2 bifidobatteri, per verificare appunto la capacità di ciascuno di essi di soddisfare i suddetti requisiti(1). L’unico ceppo batterico che ha soddisfatto tutti i requisiti è stato l’Acidophilus DDS-1, uno dei ceppi probiotici più efficaci e resistenti. In effetti, il DDS-1 ha dimostrato, sia in questo studio che in altri, di essere ancora vitale all'80% dopo un anno dalla produzione e senza essere refrigerato. Soprattutto, ha dimostrato di attraversare indenne i tratti acidi, alcalini e biliari dell’intestino. Una volta arrivato nell’intestino, il DDS-1 non solo ha dimostrato di riuscire ad attaccarsi alle pareti intestinali, ma in questo studio ha anche dimostrato di riuscire a soppiantare radicalmente l’escherichia coli presente nell’intestino (con evidente azione antidiarroica). Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, lo studio ha messo in evidenza la sua capacità di produrre adeguate quantità di Beta-galattossidasi, enzima necessari a scomporre il lattosio. Infine, il DDS-1 ha confermato in questo studio una potente attività antimicrobica, dovuta anche al fatto che esso produce due potenti antibiotici naturali, l’acidolina e l’acidophilina. Altri studi avevano già dimostrato le proprietà antitumorali di questo straordinario ceppo batterico(2). La ragione fondamentale di queste straordinarie proprietà del DDS-1 sta nel fatto che il DDS- 1 è il ceppo batterico proprio dell'intestino umano, da cui è stato estratto e successivamente messo in colture adeguate.

Così, ad esempio, mentre gli altri ceppi di acidofilo proliferano ad una temperatura di 44°, il DDS-1 preferisce una temperatura di 37°, la temperatura del corpo umano.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#5 elveghe

elveghe

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 16 messaggi

Inviato 31 gennaio 2008 - 12:16:01

Ciao ragazzi! Accidenti quanta grazia di Dio! Che banca dati notevole nelle vostre informazioni!

In sostanza, il prodotto a cui ho fatto riferimento e di cui Marco ha detto di fare uso, Acidophilus Plus della GNLD, vi risulta che utilizzi batteri probiotici del ceppo DDS-1?

Avevo una descrizione dettagliatissima di questo prodotto ma non me la ritrovo più.. e so che questa marca ha alle spalle diversi premi nobel, il loro vicepresidente John Miller rappresenta la scienza a livello mondiale insieme ad altri 9 scienziati. I loro prodotti pur essendo, pare, di una qualità di molto superiore a quella di qualunque altra marca, non si trovano in giro normalmente perchè la Gnld non ha voluto fare compromessi e via dicendo...
Voi la conoscete? vi risulta quanto risulta a me?

Grazie buona gente! Prima di ordinare questo prodotto aspetto il vostro beneplacito, soprattutto per la questione che ho evidenziato sopra in neretto :(




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.