Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

dolore cronico


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 14 dicembre 2005 - 13:22:20

Infiammazione e dolore cronico
Le proteine NR2B provocano una risposta dolorosa anche dopo la rimozione dello stimolo
Una ferita infiammata pu˛ aumentare i livelli di una proteina responsabile del dolore persistente, spingendo il cervello a "mimare" il dolore anche dopo che la sua fonte Ŕ sparita. Lo sostiene uno studio di ricercatori dell'UniversitÓ di Toronto che potrebbe avere forti implicazioni per tutti coloro che soffrono di dolori cronici.
La ricerca, pubblicata sulla rivista "Journal of Neuroscience", mostra come l'infiammazione nei topi incrementi i livelli di NR2B, proteine che facilitano la comunicazione fra le cellule nervose, provocando una risposta dolorosa nel cervello anche dopo che lo stimolo viene rimosso. "Eravamo interessati a scoprire i meccanismi molecolari che rendono persistente il dolore, - spiega il fisiologo Min Zhuo, principale autore dello studio - e riteniamo che la risposta infiammatoria del corpo contribuisca a imprimere il dolore iniziale nella memoria".
Normalmente, quando un topo o un essere umano sperimenta un evento doloroso, i recettori nel sito coinvolto mandano un impulso elettrico fino al cervello. Il segnale stimola altri recettori che si attivano inizialmente ma che non alterano la fisiologia delle cellule. Quando l'evento doloroso innesca anche l'infiammazione, per˛, i nervi inviano ulteriori informazioni ai recettori NR2B, normalmente in letargo, che producono effetti fisiologici nella cellula.
Fonte: Le Scienze (13/12/2005)

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietÓ esclusiva di CFSItalia.it e ne Ŕ vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrÓ essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.