Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

Test diagnostico per la sclerosi multipla


  • Per cortesia connettiti per rispondere
Nessuna risposta a questa discussione

#1 VITTORIA

VITTORIA

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.335 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Roma

Inviato 13 dicembre 2005 - 17:56:42


Ricercatori italiani creano test diagnostico per sclerosi multipla


Un test diagnostico made in Italy che, grazie a un piccolo campione di sangue, e in grado di determinare se il paziente e' affetto da sclerosi multipla e se sono gia' presenti danni al sistema nervoso. A metterlo a punto e stata una equipe di ricercatori italiani coordinati da Anna Maria Papini, del Polo Scientifico dell'Universita' di Firenze, che ha pubblicato i risultati dello studio sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas).
Il test, che si basa su una particolare alterazione degli anticorpi diretti contro la mielina, secondo i ricercatori potrebbe essere utilizzato anche per prevedere l'andamento della malattia. Le molecole e i metodi utilizzati sono stati brevettati e la licenza esclusiva per il loro utilizzo e' stata ceduta alla ditta CSF S.r.l. di Firenze che, in breve tempo, dovrebbe realizzare e commercializzare il kit diagnostico per la sclerosi multipla. Gli esperimenti sono stati condotti in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche-Istituto di Chimica dei Composti Organometallici (Sesto Fiorentino), l'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Fondazione Santa Lucia (Roma), le Universita' di Verona, 'Federico II' di Napoli e di Salerno.

I ricercatori hanno scoperto che gli anticorpi contro la mielina (delle Immunoglobuline M) sono facilmente riconoscibili a causa di una modifica poco diffusa chiamata 'N-glucosilazione', che aggiunge una molecola di zucchero all'anticorpo. Cosi', hanno sintetizzato una 'sonda' per riconoscere questi anticorpi, cioe' l'antigene CSF114(Glc), e le analisi 'ELISA' hanno dimostrato che permetteva di stimare con accuratezza la presenza e la concentrazione degli anticorpi contro la mielina. Inoltre, 'messo alla prova' con campioni di sangue provenienti da soggetti sani o da pazienti con altre malattie autoimmunitarie, ha correttamente fornito risultati negativi. Il test e' stato quindi sperimentato su un campione di pazienti con sclerosi che non seguiva alcuna terapia. E' emerso che i cambiamenti nei risultati del test 'fotografavano' fedelmente il progressivo peggioramento dei pazienti e la comparsa di lesioni cerebrali.

Fonte: AdnKronos (14/07/2005) http://www.molecular...view.asp?n=2839
VITTORIA
Amministrazione CFSitalia

-------------------------------------------------------
"Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite e alle diagnosi mediche. Ricordate che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono essere pericolose"
==============================


"Il senso della vita
è dare senso alla vita”

(R.Steiner)




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.