Vai al contenuto

Foto

Iperico. Ho incominciato a prenderlo.


  • Per cortesia connettiti per rispondere
11 risposte a questa discussione

#1 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 01 agosto 2007 - 14:18:26

Ho incominciato a prendere l'iperico. Me l'ha consigliato un medico che lo usa con ottimi risultati nelle depressioni, invece del Prozac, e mi ha detto che l'ha usato in qualche caso di cfs (non diagnosticati da lui) con un buon risultato anche sull'apatia.
L'iperico non ha in pratica effetti secondari (se non l'interazione con farmaci non usuali). Io prendo un prodotto che richiede ricetta medica, per via delle interazioni, e che perciò ha una titolazione sicura.
Ho incomiciato con due compresse al giorno, ma poi passerò a tre che è la dose ottimale.
L'unico svantaggio è che agisce molto gradualmente, l'entità della risposta è del 60% dopo quattro settimane, circa il 70% dopo sei settimane e l'80% dopo otto settimane.
Ci sono lavori scientifici seri sull'efficacia dell'iperico, si trovano anche su PubMed. Lui si stupisce che sia così poco usato in Italia, e mi ha detto che in Germania è usatissimo.

Messaggio modificato da akela, 01 agosto 2007 - 14:19:39


#2 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 01 agosto 2007 - 15:50:16

Ho incominciato a prendere l'iperico. Me l'ha consigliato un medico che lo usa con ottimi risultati nelle depressioni, invece del Prozac, e mi ha detto che l'ha usato in qualche caso di cfs (non diagnosticati da lui) con un buon risultato anche sull'apatia.
L'iperico non ha in pratica effetti secondari (se non l'interazione con farmaci non usuali). Io prendo un prodotto che richiede ricetta medica, per via delle interazioni, e che perciò ha una titolazione sicura.
Ho incomiciato con due compresse al giorno, ma poi passerò a tre che è la dose ottimale.
L'unico svantaggio è che agisce molto gradualmente, l'entità della risposta è del 60% dopo quattro settimane, circa il 70% dopo sei settimane e l'80% dopo otto settimane.
Ci sono lavori scientifici seri sull'efficacia dell'iperico, si trovano anche su PubMed. Lui si stupisce che sia così poco usato in Italia, e mi ha detto che in Germania è usatissimo.

Visualizza Messaggio


Non so chi l'ha detto ma l'ha detto....
"la fiducia che tu riponi in chi di da la cura è spesso
molto più importante e determinante che la cura stessa"


#3 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 01 agosto 2007 - 16:53:08

Non so chi l'ha detto ma l'ha detto....
"la fiducia che tu riponi in chi di da la cura è spesso
molto più importante e determinante che la cura stessa"

Visualizza Messaggio

No, mi sono andata a vedere prima tutta la lett. medica che ho trovato su internet, poi ho chiesto a un amico farmacologo e a un'altro biochimico. Mi sono convinta prima di tutto dell'innocuità. Per l'efficacia nel mio caso devo vedere, visto che non agisce subito e che nessun farmaco è mai efficace nel 100% dei casi, però il meccanismo è abbastanza chiaro. Per cui essendo innocuo lo posso provare con tutta tranquillità.

#4 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 01 agosto 2007 - 17:16:41

No....

Visualizza Messaggio


Ecco...appunto :blink:

;)

#5 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 01 agosto 2007 - 17:36:39

Anni fa ho provato anch'io l'Iperico, il Prozac naturale, come lo pubblicizzavano all'ora, e visto che dovevo PER FORZA essere depresso, ma gli antidep mi facevano peggiorare i sintomi quindi.. proviamo l'Iperico (bella pianta), dalle mie parti è conosciuto come "erba di San Giovanni".
Tu dici che non ci sono controindicazioni e che l'efficacia si vede dopo settimane, forse cambierà da prodotto a prodotto, io iniziai con dosi pediatriche, dopo una settimana ho detto al doc di tenermi d'occhio, era come se buttassi giù parecchi caffè in una sola volta, mi disse che era quasi impossibile e di insistere, visto il dosaggio da poppanti.
Concludendo, dopo un mese ho dovuto smettere ed impiegare mesi per far tornare il cervellino come prima, ricominciare a dormire, avere meno ansia e tachicardie ecc.
A te farà certamente bene, te lo auguro.
Tienici aggiornati.

Ciao

Zac


Immagine inserita

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#6 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 01 agosto 2007 - 21:19:13

Anni fa ho provato anch'io l'Iperico, il Prozac naturale, come lo pubblicizzavano all'ora, e visto che dovevo PER FORZA essere depresso, ma gli antidep mi facevano peggiorare i sintomi quindi.. proviamo l'Iperico (bella pianta), dalle mie parti è conosciuto come "erba di San Giovanni".
Tu dici che non ci sono controindicazioni e che l'efficacia si vede dopo settimane, forse cambierà da prodotto a prodotto, io iniziai con dosi pediatriche, dopo una settimana ho detto al doc di tenermi d'occhio, era come se buttassi giù parecchi caffè in una sola volta, mi disse che era quasi impossibile e di insistere, visto il dosaggio da poppanti.
Concludendo, dopo un mese ho dovuto smettere ed impiegare mesi per far tornare il cervellino come prima, ricominciare a dormire, avere meno ansia e tachicardie ecc.
A te farà certamente bene, te lo auguro.
Tienici aggiornati.

Ciao

Zac
Immagine inserita

Visualizza Messaggio

Tu potresti avere un'intolleranza individuale verso la sostanza, ma questo può accadere con qualunque cosa, anche alimenti. Io per esempio con l'aspirina sto malissimo.
Per l'iperico ho notato solo una leggera diminuzione dell'appetito.

#7 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 01 agosto 2007 - 22:00:03

Tu potresti avere un'intolleranza individuale verso la sostanza, ma questo può accadere con qualunque cosa, anche alimenti. Io per esempio con l'aspirina sto malissimo.
Per l'iperico ho notato solo una leggera diminuzione dell'appetito.

Visualizza Messaggio

Ho chiesto all'amico farmacologo: si tratta di sindrome serotoninergica, abbastanza rara, che si può avere con tutti gli antidepressivi. Avresti dovuto smettere subito.
Inoltre se assumevi antidepressivi era consigliabile frapporre un certo intervallo di tempo prima di prendere l'iperico.

#8 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 02 agosto 2007 - 19:09:40

Antidepressivi,iperico,si -no,l'ho scritto svariate volte dipende da come siamo messi con il nostro bagaglio genetico ecc.ecc..Solo la sperimentazione accorta su se stessi puo'dirci la verità,il mio caso è simile a quello di Zac,a Noi è vietato usare certi farmaci.Romy

Messaggio modificato da romy, 02 agosto 2007 - 19:11:02

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#9 Zac

Zac

    Grande amico del forum

  • Amministratori
  • 2.827 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 02 agosto 2007 - 20:40:52

Ho chiesto all'amico farmacologo: si tratta di sindrome serotoninergica, abbastanza rara, che si può avere con tutti gli antidepressivi. Avresti dovuto smettere subito.
Inoltre se assumevi antidepressivi era consigliabile frapporre un certo intervallo di tempo prima di prendere l'iperico.


Interessante come sindrome, spero esista qualche test per sapere se ne sono affetto.
Con la frase "visto che dovevo PER FORZA essere depresso" intendo dire che i neurologi e medici che mi avevano visitato e dato sia ansiolitici sia antidep, NON CONOSCEVANO LA DIFFERENZA TRA ANSIA E DEPRESSIONE !
Infatti appena il primario della pscichiatria di allora, un vecchio volpone che faceva perizie nei tribunali di mezza Europa, mi ha chiesto chi fosse quel depresso che mi aveva dato andipedpressivi, ha chiamato quindi i due medici che avevano fatto questo e gli ha chiesto, icavolatissimo, di stracciare le loro lauree perchè non sapevano la differenza tra ansia e depressione.
Secondo lui al massimo avevo bisogno solo di ansiolitici, visto che ero anche troppo "eccitato", mentre gli antidepressivi aumentano ansia ecc. riportandola a livelli normali (teoricamente).
Vorrei davvero sapere come stanno i miei recettori della Serotonina, consigli ?

Grazie

Zac

Zac
Amministrazione

--------------------
"In medicina tutto quello che è sconosciuto è malattia mentale" (...)
"Una delle malattie più diffuse è la diagnosi." (Karl Kraus)
NO_CFS.gif

Le foto di Zac qui: PhotoZac


#10 akela

akela

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 453 messaggi

Inviato 02 agosto 2007 - 21:11:29

Interessante come sindrome, spero esista qualche test per sapere se ne sono affetto.
Con la frase "visto che dovevo PER FORZA essere depresso" intendo dire che i neurologi e medici che mi avevano visitato e dato sia ansiolitici sia antidep, NON CONOSCEVANO LA DIFFERENZA TRA ANSIA E DEPRESSIONE !
Infatti appena il primario della pscichiatria di allora, un vecchio volpone che faceva perizie nei tribunali di mezza Europa, mi ha chiesto chi fosse quel depresso che mi aveva dato andipedpressivi, ha chiamato quindi i due medici che avevano fatto questo e gli ha chiesto, icavolatissimo, di stracciare le loro lauree perchè non sapevano la differenza tra ansia e depressione.
Secondo lui al massimo avevo bisogno solo di ansiolitici, visto che ero anche troppo "eccitato", mentre gli antidepressivi aumentano ansia ecc. riportandola a livelli normali (teoricamente).
Vorrei davvero sapere come stanno i miei recettori della Serotonina, consigli ?

Grazie

Zac

Visualizza Messaggio

Ho sbagliato a scrivere, dovevo dire reazione serotoninergica. L'errore più grande del tuo medico è stato quello di farti continuare, in presenza di quella reazione, dovevi smettere immediatamente.
Io non ho mai preso e non prendo psicofarmaci, di nessun genere. L'unica cosa che prendo, per la cfs, è il cortisone, che mi fa stare meglio, ma lo prendo saltuariamente e irregolarmente, come mi hanno detto.
Adesso aspetto di vedere gli effetti dell'iperico, ma non sono neppure 15 giorni.

#11 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 02 agosto 2007 - 21:45:01

Interessante come sindrome, spero esista qualche test per sapere se ne sono affetto.
Con la frase "visto che dovevo PER FORZA essere depresso" intendo dire che i neurologi e medici che mi avevano visitato e dato sia ansiolitici sia antidep, NON CONOSCEVANO LA DIFFERENZA TRA ANSIA E DEPRESSIONE !
Infatti appena il primario della pscichiatria di allora, un vecchio volpone che faceva perizie nei tribunali di mezza Europa, mi ha chiesto chi fosse quel depresso che mi aveva dato andipedpressivi, ha chiamato quindi i due medici che avevano fatto questo e gli ha chiesto, icavolatissimo, di stracciare le loro lauree perchè non sapevano la differenza tra ansia e depressione.
Secondo lui al massimo avevo bisogno solo di ansiolitici, visto che ero anche troppo "eccitato", mentre gli antidepressivi aumentano ansia ecc. riportandola a livelli normali (teoricamente).
Vorrei davvero sapere come stanno i miei recettori della Serotonina, consigli ?

Grazie

Zac

Visualizza Messaggio


Zac,son contento il tuo medico è stato veramente in gamba,finalmente un neurologo col le OO.La sindrome serotinergica,non esiste test che la evidenzia.Ti metto un po'di notizie in merito.Ciao.Romy

Sindrome serotoninergica

L’interazione tra PR(Stà per Paroxetina) e altri farmaci agonisti della trasmissione serotoninergica può in alcuni casi tradursi in un quadro tossico definito come "sindrome serotoninergica"; con tale nome si indica una condizione patologica infrequente, tipicamente di natura iatrogena, caratterizzata da alcuni sintomi neurologici, cognitivi, comportamentali e a carico del sistema nervoso autonomo. In corso di sindrome serotoninergica è quindi possibile riscontrare sintomi e segni frequenti come brividi, diarrea, mioclonie, iperriflessia, atassia, diaforesi, febbre, confusione mentale; sono più rari sintomi e segni gravi quali ipertermia (temperatura superiore a 40,5 °C), crisi convulsive, coagulazione intravascolare disseminata, aritmie, insufficienza renale, arresto respiratorio e rabdomiolisi. Il meccanismo patogenetico della sindrome serotoninergica riconosce una eccessiva stimolazione dei recettori 5-HT da parte della serotonina, presente in eccesso nei terminali sinaptici: tale eventualità si può presentare quando diversi fattori, con differenti modalità (inibizione del reuptake della serotonina: SSRI, TCA; ridotta degradazione presinaptica: IMAO; attività agonista su recettori 5-HT: triptofano), concorrono a potenziare la trasmissione serotoninergica. La sindrome serotoninergica può manifestarsi dunque dopo assunzione di due o più sostanze ad azione serotoninergica (IMAO + SSRI, IMAO + TCA, litio, buspirone, L-triptofano, ma anche da cocaina o MDMA ("ecstasy"). La sintomatologia tende ad andare incontro a remissione entro 24 ore previa sospensione dell’assunzione delle sostanze responsabili; in caso tuttavia di sintomi persistenti o particolarmente gravi, è possibile utilizzare farmaci antiserotoninergici (ciproeptadina: 4 mg per os in 4 ore, fino a 20 mg in 24 ore) o b-bloccanti (propanololo: 1-3 mg in 5 minuti, fino a 0,1 mg/kg); la sintomatologia convulsiva può essere controllata con benzodiazepine (diazepam, clonazepam). Le manifestazioni più eclatanti di sindrome serotoninergica sono poco comuni e tipicamente secondarie ad assunzione contemporanea di IMAO e SSRI; relativamente alla paroxetina, in letteratura è descritto un unico caso, promosso dall’associazione PR-moclobemide, ad esito infausto

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#12 gabry

gabry

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 554 messaggi

Inviato 11 gennaio 2016 - 13:58:29

è vero non esistono test... io me ne sono accorta provando... anche con gli alimenti che fanno bene alla depressione .. qualsiasi sostanza che fa inibire la serotonina mi manda in esagerazione di ansia fino ad andare in crisi serotoninergica.. e piombare in depressione pesante.......

comunque  la scoperta  genetica, nullo o  metabolizzatore lento ai farmaci per depressione,  il polimorfo  cyp2c19 .... zac






4 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 3 ospiti, 0 utenti anonimi


    Bing (1)

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.