Vai al contenuto

Foto

Sulla chiarezza tra le medicine


  • Per cortesia connettiti per rispondere
6 risposte a questa discussione

#1 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 09 maggio 2007 - 16:27:31

In passato ho scritto molto sul perchè della chiusura tra la medicina ufficiale e quelle non convenzionali.Sulla difesa dei rispettivi orticelli.Non mi spiego perchè non si mettono insieme,sedute ad un tavolo,per arrivare ad una sintesi in comune.Si vede che la cosa non conviene ad entrambe.Vi posto un bel articolo,che fotografa la situazione in Italia.Romy

Salute e medicina: i temi caldi del web
Mentre i navigatori si rivolgono sempre più a Internet per ottenere informazioni su farmaci e malattie, è boom delle cure alternative: vince l’omeopatia

Pur necessaria e imprescindibile, in Italia la figura del medico “tradizionale” va sempre meno di moda. E’ la conclusione a cui si arriva leggendo i risultati dell’ultima ricerca sull’utilizzo di Internet per ottenere informazioni su salute e medicina, e i dati Eurispes sulla preferenza delle cure alternative rispetto a quelle farmacologiche. Due temi di grande attualità su cui vale la pena soffermarsi. Ma andiamo con ordine e…cominciamo dal web.
La salute viaggia sempre più in rete: tre navigatori su quattro cercano su internet informazioni sulla salute e il web è il “medico” preferito da chi naviga soprattutto per quanto riguarda le malattie meno gravi. E’ il risultato di uno studio realizzato dall’istituto Millward Brown su un campione di 800 internauti. Secondo la ricerca, nell’ultimo anno il 78% dei 20 milioni di navigatori del nostro Paese ha cercato informazioni su malattie e farmaci almeno una volta. Di chi si tratta? Rispetto all’utilizzatore generico del web, che è in prevalenza maschio, in questo campo sono leggermente di più le donne.
In media ogni intervistato ha dichiarato di utilizzare 2,7 fonti d’informazione sulla salute; e la preferenza va alla rete (66% degli intervistati), mentre il 54% chiede al medico e il 53% si rivolge al farmacista. Crolla invece l’influenza della tv, indicata come fonte d’informazione solo dal 25%.
Per quanto riguarda le malattie più cliccate, in testa ci sono i problemi relativi al peso e all’obesità, seguiti dal mal di schiena, dal mal di testa e dalle malattie stagionali. Al sesto posto si piazzano contraccezione e gravidanza.
Il navigatore cerca un’informazione di qualità: quella che cerchiamo di offrirvi anche noi. E mese dopo mese speriamo di riuscire sempre più nell’intento.
E ora passiamo al secondo “tema caldo” degli ultimi giorni: anche in Italia le medicine prendono strade sempre più “alternative”. Omeopatia, agopuntura, chiropratica e fitoterapia non sono più perfette sconosciute, anzi. Negli anni ’90 la medicina non convenzionale poteva essere considerata la più diffusa negli Usa; in Francia oltre il trenta per cento della popolazione ricorreva abitualmente all’omeopatia. Nel nostro Paese la diffusione è arrivata più tardi, ma con ritmi di crescita assai elevati, tanto che oggi, secondo i dati Eurispes 2006, sono almeno 11 milioni le persone che si curano con l’omeopatia. Un numero notevole, considerando che dieci anni fa in totale erano nove milioni coloro che facevano ricorso a tutte le forme di cura alternativa, di cui solo sei si curavano con l’omeopatia.
I disturbi per i quali si ricorre con maggiore frequenza all’omeopatia sono mal di gola e raffreddore, problemi gastrointestinali, ansia, dolori ossei e muscolari, malattie della pelle, problemi di circolazione e ipertensione, disturbi della vie respiratorie. Si calcola che circa il 13% degli italiani scelga preferibilmente di curarsi con questo tipo di medicina. Circa l’88% di chi l’ha utilizzata dichiara di averne avuto benefici; il 30% di poter curare in questo modo le sindromi dolorose; il 24% anche le patologie acute o croniche. Per il 28% è comunque utile per migliorare la qualità della vita.
Nonostante questa idea diffusa tra la popolazione, dal mondo scientifico qualche giorno fa è arrivato l’ennesimo “no” alla regolamentazione da parte dello Stato delle medicine non convenzionali (MNC), fatto che porterebbe al loro ingresso negli insegnamenti universitari e nel Servizio Sanitario Nazionale al pari di altre nazioni dell’Unione Europea. Attualmente, infatti, alla Camera è in discussione un progetto di legge che sta valutando la possibilità di introdurre insegnamenti universitari di queste medicine alternative, e di inserire i loro esperti nel Consiglio Superiore di Sanità. Inoltre, grazie ai finanziamenti italiani, lo scorso gennaio a Tianjin, in Cina, è stato inaugurato un laboratorio congiunto per lo studio e la modernizzazione della medicina tradizionale cinese, con lo scopo di verificare cosa è effettivamente applicabile ai metodi occidentali e cosa invece non ha una provata validità scientifica.
Ebbene, secondo gli scienziati dell’associazione Galileo 2001, del Gruppo 2003 e della Società italiana di medicina interna, si tratta di pratiche che non hanno alla base alcuna evidenza scientifica. Le frasi più ricorrenti sono queste: <<Hanno la pretesa di essere scienza, ma non lo sono; decidano allora da che parte stare. Se vogliono essere una scienza, devono sottostare a tutti i suoi criteri>>; <<anche la medicina alternativa, come quella ufficiale, fa business; ma quest’ultima ha una base un po’ più etica, e quando è usata bene può anche dare dei benefici>>. La risposta dei “non convenzionali”: <<gli stessi scienziati firmatari che lamentano la mancanza di studi scientifici si sono in più occasioni pronunciati contro lo stanziamento di fondi per una ricerca esaustiva nel campo delle MNC, fondi senza i quali è molto difficile produrre le tanto richieste evidenze scientifiche>>.
Insomma, la “battaglia” resta aperta. Quel che è certo è che serve chiarezza e che devono essere fissati degli standard di sicurezza: bisogna abbandonare gli atteggiamenti di chiusura, per essere più attenti alla realtà che ci circonda, ma allo stesso tempo evitare che tutto finisca nelle mani di ciarlatani e praticoni.

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#2 Gregor

Gregor

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 7 messaggi

Inviato 12 ottobre 2013 - 14:36:54

Io vado spesso su youtube per vedere i video di dottori americani che parlano di cure alternative e fanno vedere le testimonianze dei loro pazienti.

 

Da tempo mi sono accorto che c'è una scuola di neurologi chiropratici in America.

 

Questi dottori seguono dei corsi di specializzazione in neurologia. Molti seguono anche gli insegnamenti del Dr. Datis Kharrazian.

 

Quest'ultimo è molto seguito oltreoceano nel campo della medicina funzionale e ha scritto due libri di discreto successo (uno sulla tiroide e l'altro sul cervello), e tiene molti seminari in cui si formano molti dottori.

 

http://www.thyroidbook.com/

http://brainhealthbo...-brain-working/

 

Kharrazian non ha una canale su yiutube dove trovate le testimonianze dei suoi pazienti, ma molti dottori formatisi con lui mettono regolarmente le testimonianze dei pazienti che ottengono risultati. Loro puntano molto sul riequilibrio del sistema immunitario, sulla brain based therapy e altro.

 

http://www.youtube.c...ube.-Cb3qusTQMw

 

http://www.youtube.c...ac..11.youtube.

 

http://drclark.typep...erm-relief.html

 

http://www.youtube.c...llivandc/videos

 

 

http://www.youtube.c...ube.xEXQjTN2IUs

 

http://www.youtube.c...ube.Z8HqvKWAuj4

 

 

 

Io sto per iniziare una cura con uno di questi dottori, per problemi di ansia e altro.

Sono dosponibile se qualcuno ha difficoltà a capire l'inglese parlato.



#3 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 12 ottobre 2013 - 21:16:52

Ben arrivato Gregor,,mi potresti dire cosa consigliano,praticamente come diete o integratori ecc., per aiutare le cellule cerebrali oltre oceano?Purtroppo non leggo bene l'Inglese,specie quello parlato nei filmati è arabo per me,ho capito di questo Dr. Datis Kharrazian.che si interessa di tiroide e cervello,io sarei interessato ad entrambi,ma il cervello di più.Non mi interessa la teoria,ma la pratica terapeutica supportata da testimonianze dei pazienti trattati.Poi mi interesserebbe conoscere il tipo di cura che ti accingi a fare,tramite un medico straniero,come fai?,vivi in Italia?,insomma per me sei una vera novità,e potresti portare aria nuova nel forum proveniente dagli USA,mi attizza quel : Questo nuovo libro offre una visione rivoluzionaria del declino cerebrale e strategie efficaci per recuperare la salute del vostro cervello!

Ciao Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#4 Gregor

Gregor

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 7 messaggi

Inviato 13 ottobre 2013 - 11:57:58

Ciao Romy.

 

Il mio problema non è nè la fatica cronica nè la fibromialgia. Comunque, puoi trovare spiegazioni sul trattamento che propongono per questi disturbi leggendo qui:

 

http://drclark.typep...k/fibromyalgia/

 

http://keystonechiro...ogy.com/2013/02

 

http://keystonechiro...-of-fibromyalgi

 

http://keystonechiro...algia-treatment

 

Io ho avuto delle "visite" via Skype con il Dr. David Clark. Mi ha prescritto una serie di analisi, alcune delle quali non eseguite nei laboratori della zona in cui vivo (per cui ho dovuto viaggiare per farle). Sulla base di queste mi ha consigliato di prendere degli integratori per un mese (devo farli arrivare dall'Inghilterra), e seguire una certa dieta (sempre per un mese). La prima visita è costata 250 dollari, la seconda 125. Prima della visita mi ha fatto compilare un lungo questionario, e fare una descrizione della mia storia clinica, inviata insieme al questionario. Io ho un problema di difetto di funzionamento dei gangli della base e del globus pallidus interno, secondo lui. Mi ha anche detto che potrebbe esserci una componente autoimmune, per la quale mi ha consigliato di fare il trattamento descritto per un mese.

 

Praticamente, lui dice che ci sono degli esami esterni che si possono fare in una visita neurologica, attraverso cui il dottore verifica se ci sono delle parti del cervello che non funzionano bene.

 

Oltre al trattamento con integratori e la dieta, i neurologi chiropratici propongono la brain-based therapy. Questa è una terapia consistente in esercizi fisici (tipo lavisualizzazione, o il metronomo interattivo, o altro) mirata a potenziare, o stimolare o intervenire sulla area del cervello che non funziona bene. L'esercizio viene eseguito per lo più sotto somministrazione di ossigeno tramite cannule inserite nel naso, e favorisce la neuroplasticità, e quindi la rieducazione.

Loro sostengono che c'è un ritardo della pratica medica rispetto a quello che si sa in ricerca sulle disfunzioni di specifiche aree del cervello.

 

Il Dr. Clark, a quanto ho capito, è stato uno dei primi a formarsi nei seminari di Kharrazian; e in seguito ha iniziato lui, a tenere dei seminari per dottori.

 

Su youtube trovi moltissime testimonianze di pazienti che si sono curati con dottori che usano questo approccio.

Basta scrivere chiropractic neurologist fibromyalgia, o functional neurologist fibromyalgia, o brain-based therapy fibromyalgia. Lo stesso per la chronic fatigue syndrome.

 

Mi rendo conto che per chi non capisce l'inglese parlato è difficile seguire quello che fanno.

 

Ho trovato questi video sottotitolati da un chiropratico italiano su youtube:

 

 

Ho anche trovato un video in cui fanno vedere come usano un trattamento efficace sull'emicrania, a cui hanno dedicato un servizio sull'emittente ABC. Pompano aria nell'orecchio con uno strumento. Hanno fatto uno studio clinico su questo.

 



#5 Gregor

Gregor

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 7 messaggi

Inviato 13 ottobre 2013 - 13:20:32

http://www.functiona...stersClass.html



#6 Gregor

Gregor

    Nuovo entrato

  • Utenti
  • Stelletta
  • 7 messaggi

Inviato 17 ottobre 2013 - 18:42:38

Qui trovate la discussione di un caso clinico in una conferenza:

 

 

 

Qui potete trovare spunti interessanti:

 

http://thyroidbook.com/blog/

 

http://thyroidbook.c...ut-repair-diet/

 

http://thyroidbook.c...itter-symptoms/



#7 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 17 ottobre 2013 - 19:42:54

Gregor,ti ringrazio molto per le informazioni,specie i due filmati con sottotitoli ita,oggi e da un paio di giorni sto'influenzato al massimo livello,quando mi riprendero' mi daro' alla lettura dei filmati.Grazie Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.