Vai al contenuto

Foto

Gabapentin e migliore qualità del sonno nel riposo notturno


  • Per cortesia connettiti per rispondere
17 risposte a questa discussione

#1 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 11 giugno 2015 - 10:22:06

Avendo questo sonno poco ristoratore che mi fa sentire assonnato invece che riposato al mattino, ho notato che assumendo 200 mg di Gabapentin (il nome commerciale è Neurontin ma io prendo il generico) 1-2 ore prima di dormire (di solito verso le 21-22), al mattino mi sveglio più fresco, con una sensazione maggiore di essermi riposato, e reattività muscolare.

 

Ora, la cosa strana è che con le benzodiazepine, che sono altri calmanti che come il Gabapentin, agiscono sul GABA, il sonno non diventa più ristoratore, anzi tendo a russare di più. Ignoro a cosa può essere dovuta questa azione del gabapentin e se migliori la respirazione notturna o renda il sonno più profondo e riposante dal punto di vista neurologico delle varie fasi del sonno. Non ho sperimentato il pregabalin, che è un farmaco affine al gabapentin, ma potrebbe avere lo stesso effetto di migliorare il riposo notturno.

 

Se voi conoscete altre sostanze che vi migliorano la qualità del sonno, scrivete la vostra esperienza.

 

L'unica evidenza che trovo legata al sonno è che il Gabapentin trova impiego "off label" nella "Sindrome delle gambe senza riposo", infatti su wikipedia si legge a proposito di questa sindrome:

 

"I sintomi sono spesso descritti come un formicolio o un brivido avvertito alle gambe che creano una forte necessità di muoverle. Durante la notte l'individuo si muove continuamente nel letto nel tentativo di alleviare questa sgradita sensazione, andando incontro a deprivazione di sonno; un sonno notturno molto disturbato potrebbe comportare eccessiva sonnolenza diurna."

 

http://it.wikipedia....be_senza_riposo

 

http://it.wikipedia....wiki/Gabapentin

 

 

Su my-personaltrainer.it si legge invece:

 

"Farmaci antiepilettici


Per la sindrome delle gambe senza riposo, i farmaci antiepilettici devono essere utilizzati a bassi dosaggi.

  • Gabapentin (es. Gabapentin, Apentin, Gabexine, Neurontin): il farmaco (utilizzato anche per la cura delle convulsioni) va assunto per os, una volta al giorno, alla posologia di 600 mg. Assunto alle 5.00 del mattino, il farmaco esercita eccellentemente la propria azione terapeutica nel ridurre i sintomi motori. Ricordiamo, infatti, che la sindrome delle gambe senza riposo sembra seguire ritmi circadiani ben precisi."

Fonte: http://www.my-person...nza-riposo.html

 

Su wikipedia in inglese si legge ancora:

 

"It is well-established in the treatment of restless leg syndrome. (A prodrug form, gabapentin enacarbil, is also effective.)[35] Gabapentin is effective in insomnia.[36][37]"

 

Fonte: http://en.wikipedia....wiki/Gabapentin

 

Io non so se ho la sindrome delle gambe senza di riposo e come viene diagnosticata o esclusa, però di sicuro il Gabapentin migliora la mia qualità del sonno.


Messaggio modificato da sniper, 11 giugno 2015 - 10:23:12


#2 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 11 giugno 2015 - 10:38:44

Ho fatto una breve ricerca su pubmed per vedere cosa usciva sul Gabapentin per indurre un sonno migliore e sono state confermate le mie impressioni.

 

Secondo questo studio il Gabapentin ha avuto come risultato di migliorare quantità e qualità del sonno in pazienti affetti da Fibromialgia: http://www.ncbi.nlm....pubmed/26059271   non trovo però le quantità utilizzate e gli orari di somministrazione, anche se pare trattarsi di una nuova versione del Gabapentin a rilascio prolungato.

 

Cito dalle conclusioni dell'abstract:

 

"CONCLUSIONS:

Extended-release gabapentin relieved FM pain symptoms and improved quality-of-life for the FM subjects studied. Subjects reported improvements in both quantity and quality of sleep."

 

-

 

Questa ricerca riguarda la sindrome delle gambe senza riposo (Restless Legs Syndrome o RLS) e del miglioramento dei sintomi dato dal Gabapentin: http://www.ncbi.nlm....pubmed/25874578

 

"CONCLUSION:

GEn (600 mg and 1200 mg) was effective and well tolerated in adults with moderate-to-severe primary RLS regardless of baselinesleep disturbance level."

 

-

Questa ricerca ha verificato che il Gabapentin è effettivo nel migliorare quantità e profondità del sonno in pazienti affetti da insonnia occasionale: http://www.ncbi.nlm....pubmed/25317090  

 

 

"CONCLUSIONParticipants with occasional disturbed sleep treated with gabapentin showed significantly longer sleep duration and greater depth (versus placebo) in response to a phase advance manipulation known to disrupt sleep maintenance."

 

La ricerca ha utilizzato 500 mg di Gabapentin 30 minuti prima che i soggetti andassero a dormire.

 

-

 

Questa ricerca fatta su soggetti affetti da "insonnia primaria" ha verificato che il Gabapentin riduce i microrisvegli notturni, aumenta il "sonno a onde lenti" cioè gli stadi 3° e 4° del sonno, gli stadi di sonno più profondo, e migliora quindi la qualità generale del sonno: http://www.ncbi.nlm....pubmed/20124884

 

Ecco le conclusioni dell'abstract:

 

"CONCLUSIONS:

Gabapentin enhances slow-wave sleep in patients with primary insomnia. It also improves sleep quality by elevating sleepefficiency and decreasing spontaneous arousal. The results suggest that gabapentin may be beneficial in the treatment of primary insomnia."

 

-

 

Quindi le mie impressioni soggettive vengono confermate dalle evidenze presenti nella letteratura medica recente.


Messaggio modificato da VITTORIA, 13 giugno 2015 - 21:59:30


#3 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 12 giugno 2015 - 07:26:56

La benzodiazepina Diazepam (Valium, Tranquirit) riduce il sonno profondo quindi può diminuire la qualità del sonno: http://www.ncbi.nlm....pubmed/25467813

 

Cito dall'abstract:

 

"Diazepam(2mg/kg, PO) did not significantly alter sleep duration, but importantly reduced EEG activity in low frequencies (approximately 2-12Hz) during wakefulness, NREM and REM sleep."

 

-

 

La stessa cosa vale per la benzodiazepina Alprazolam (Xanax, Frontal), nel confronto con il Pregabalin (Lyrica): http://www.ncbi.nlm....pubmed/16171242

 

"Alprazolam significantly reduced slow-wave sleep."

 

Solo il Pregabalin riduce i microrisvegli: "Although there were no differences between the active treatments, both pregabalin and alprazolam reduced rapid eye movement sleep as a proportion of the total sleep period compared with placebo. Pregabalin also significantly reduced the number of awakenings of more than 1 minute in duration."

 

"CONCLUSIONS:

Pregabalin appears to have an effect on sleep and sleep architecture that distinguishes it from benzodiazepines. Enhancement of slow-wave sleep is intriguing, since reductions in slow-wave sleep have frequently been reported in fibromyalgia and general anxiety disorder."

 

Quindi in definitiva le benzodiazepine possono alterare il sonno profondo e diminuire la qualità del sonno, mentre al contrario il Gabapentin e il Pregabalin possono migliorarla, incrementando il sonno a onde lente, e una riduzione del sonno a onde lente è stata collegata alla Fibromialgia e all'ansia generalizzata (GAD).


Messaggio modificato da sniper, 12 giugno 2015 - 07:41:24


#4 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 12 giugno 2015 - 08:18:45

Il Gabapentin enacarbil  http://en.wikipedia....entin_enacarbil  nel 2011 è stato approvato ufficialmente negli USA per la Sindrome delle gambe senza riposo (RLS), un disturbo neurologico del sonno, ma mi chiedo se e quando uscirà in Italia. E' una forma di Gabapentin a rilascio modificato prolungato, che è stata considerata più efficace del normale Gabapentin, in questo particolare disturbo del sonno e quindi probabilmente lo è anche negli altri disturbi del sonno in cui il normale Gabapentin è risultato efficace nell'indurre un sonno più riposante.


Messaggio modificato da sniper, 12 giugno 2015 - 08:27:46


#5 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 12 giugno 2015 - 23:34:19

Sniper,non chiedo tanto,ma l'ho scritto in passato,ed in varie forme,le benzodiazepine rovinano alla lunga la faccenda sonno,perchè in effetti sbilanciano la bilancia dalla parte dei recettori NMDA,per colpa della Down Regulation dei recettori GABA-A.IL neurontin,si suppone,non opera sui recettori,ma sui canali ionici,per cui arriva al relax per altra via,ovvero disarmando l'opera del glutammato,agendo sul calcio+ e Na+ nelle cellule,il risultato è simile a quello delle benzodiazepine.Insomma provoca ripolarizzazione invece di depolarizzazione e quindi più riposo e più ricarica durante il sonno.Potrei esserti più preciso con i copia ed incolla a trovarli,ma penso che il concetto sia chiaro anche a braccia.Ultima cosa,considerando che non si conosce con sicurezza del 100% il meccanismo di funzionamento di questi anti-epilettici,non escluderei ci possa essere anche un coinvolgimento sui recettori Gabaergici-B. della benzodiazepine,allora si che si spiegherebbe anche la faccenda delle gambe senza riposo,per cui si usa il Mirapexim (agonista dopaminico),con ricaduta positiva anche sul sonno,con meno problemi sulla lunga distanza,cosa che si prende in considerazione ma mai abbastanza,ed io ci sono passato.Grazie per i tuoi post che per me sono dei perfetti assist che mi offrono l'occasione di ripassarmi certi concetti e ricordarmi di certi integratori trattati in passato.Romy


Messaggio modificato da romy, 12 giugno 2015 - 23:42:51

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#6 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 12 giugno 2015 - 23:53:20

Il Gabapentin enacarbil  http://en.wikipedia....entin_enacarbil  nel 2011 è stato approvato ufficialmente negli USA per la Sindrome delle gambe senza riposo (RLS), un disturbo neurologico del sonno, ma mi chiedo se e quando uscirà in Italia. E' una forma di Gabapentin a rilascio modificato prolungato, che è stata considerata più efficace del normale Gabapentin, in questo particolare disturbo del sonno e quindi probabilmente lo è anche negli altri disturbi del sonno in cui il normale Gabapentin è risultato efficace nell'indurre un sonno più riposante.

Sniper,secondo la mia esperienza il farmaco non arriverà in Italia,altrimenti sarebbe già arrivato.In effetti si tratta di Horizant,che rispetto al classico Gabapentin, la nuova formulazione ha un'aumentata biodisponibilità intestinale e una maggior durata d'azione.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#7 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 13 giugno 2015 - 05:53:49


Sniper,secondo la mia esperienza il farmaco non arriverà in Italia,altrimenti sarebbe già arrivato.In effetti si tratta di Horizant,che rispetto al classico Gabapentin, la nuova formulazione ha un'aumentata biodisponibilità intestinale e una maggior durata d'azione.Romy

 

 

Già, è difficile che lo vedremo in Italia visto che è già passato qualche anno dalla sua approvazione negli USA (2011), però è anche vero che solo il Gabapentin enacarbil è stato approvato per il disturbo del sonno della RLS.

 

In ogni caso credo che il Gabapentin ha una durata d'azione sufficiente a coprire le 6-7-8 ore di sonno, infatti ha una emivita di 5-7 ore.

 

Oltre al Gabapentin, al Pregabalin, al Baclofene e al Phenibut, che sono "gaba-mimetici", un'altra molecola che è promettente per migliore la qualità del sonno è la teanina (da non confondere con la teina che non è altro che il nome dato alla caffeina presente nel tè). La teanina stimola la produzione di onde alpha cerebrali.  

 

 

https://en.wikipedia.org/wiki/Theanine  (metto il link in inglese perché molto più completo di quello in italiano)

 

 

http://www.my-person...ri/teanina.html

 

 

http://examine.com/s...ments/Theanine/

 

 

Ho trovato un articolo che parla proprio di Phenibut e Teanina, oltre al 5-HTP: http://www.my-person...-dormire.html#3

 

"ACIDO 4-AMINO-3FENIL BUTANOICO (Phenibut) contro l'insonnia:

è un derivato naturale del conosciuto GABA (acido gamma-ammino butirrico). Questa sostanza si lega agli stessi recettori del GABA, riproducendo pressappoco lo stesso effetto sedativo, quindi favorendo il sonno. L'acido 4-amino-3fenil butanoico stimola anche l'organismo ad una produzione maggiore di GABA stesso; sono inoltre note le sue proprietà nello stimolare i livelli sierici di GH. Questo integratore è commercializzato in USA (non legalizzato in Italia per le sue proprietà nootropiche) e da molti anni è studiato ed utilizzato in campo medico per la cura dei disturbi d'ansia e insonnia. (Posologia: 100-300 mg mezz'ora prima di andare a dormire, a stomaco vuoto).

 

5-HTP (5-IDROSSI-TRIPTOFANO) per dormire

è una versione modificata dell'aminoacido essenziale triptofano e contribuisce alla sintesi endogena di serotonina e melatonina, due ormoni - neurotrasmettitori che inducono il rilassamento ed il sonno. Può favorire anche l'aumento dei livelli di ormone luteinizzante e di GnRH nei soggetti di sesso maschile, e ciò induce uno stimolo maggiore alla secrezione di testosterone. (Posologia: 50-300 mg mezz'ora prima di andare a dormire, a stomaco vuoto)

 

TEANINA contro l'insonnia

anche questa è una versione modificata di un aminoacido, la glutammina, e rappresenta il componente principale  dell'effetto calmante del tè verde. La Teanina migliora la qualità del sonno ed il rilassamento, aumentando i livelli di GABA e di serotonina e stimolando la funzione delle onde alfa celebrali. (Posologia: 200-500 mg mezz'ora prima di andare a dormire, a stomaco vuoto)

 

Gli "integratori per dormire" citati nel presente articolo e le indicazioni sui loro dosaggi sono generiche e non personalizzate. Le stesse hanno finalità meramente informativa, non sono formulate a fini dietetici e terapeutici e non sono da intendersi come sostitutive dell'imprescindibile e preventivo parere del proprio medico."


Messaggio modificato da sniper, 13 giugno 2015 - 06:01:14


#8 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 15 giugno 2015 - 08:20:00

Questo mi sembra un integratore promettente, lo proverò:

 

 

"EUROSUP L-TEANINA COMPLEX

 

Analisi media

Per dose (1 capsule) (*% RDA)

L-Teanina

200mg

Melissa officinalis

150mg

Vitamina B1

0,33mg (30%)

 

 

MODALITA' D'USO: deglutire una porzione = 1 capsula durante la giornata con acqua o altro liquido a scelta. Si consiglia l’assunzione del prodotto alla sera."

 

Il costo è di 15 euro per 90 capsule.


Messaggio modificato da sniper, 15 giugno 2015 - 08:35:37


#9 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 15 giugno 2015 - 19:12:06

Sniper,mi trovi d'accordo,ho appena preso un tè verde.Ma la vedo comunque in salita,perchè con il recettore del glutammato è come svuotare il mare con un bicchiere,ma come si dice meglio poco che niente.Poi c'è un altro problema che mi pongo,essendo la teanina un derivato dell’acido glutammico,con questi ha una somiglianza strutturale che fa sì che essa(Teanina) possegga un’elevata affinità nei confronti dei recettori del glutammato, anche se tale affinità risulta notevolmente inferiore a quella manifestata dal suo precursore(Glutammato).Ecco mi pongo la domanda cosa avviene nel medio/lungo periodo in relazione al principio della Regulation Recettoriale,di cui non si conosce nulla a tal riguardo?non è escluso che quello che potrebbe fare bene all' inizio?,almeno supposto tale,poi possa diventare come buttare benzina sul fuoco della iperstimolazione NMDA,Kainato ed AMPA,con ulteriore morte di Neuroni,e quindi peggioramento dei sintomi neurotossici e sviluppi personali di vario genere.Questo è il vero motivo per cui nel dubbio mi sono astenuto nell'ultimo decennio,io sono già caduto in una trappola a tal riguardo,con i recettori GABA-A,e ti assicuro che non è una cosa da nulla,un secondo errore,non potrei permettemelo.

Poi giusto per meglio chiarire il mio caso,che poi potrebbe essere anche quello di altri.

Il glutammato viene rilasciato in misura eccessiva in alcune condizioni patologiche come la demenza cerebrovascolare o in seguito a lesioni cerebrali. Un importante filone di ricerca riguarda il potenziale ruolo che potrebbe rivestire la teanina nella protezione dei neuroni dall’eccesso di glutammato.Idem come gli anti-epilettici,le benzodiazepine e tante altre decine di sostanze,capaci di ligare ai recettori del glutammato.Ma poi alla lunga distanza cosa accade?

Adesso mi chiedo: chi è quel paziente di vera cfs/me che non presenta lesioni cerebrali?.Infatti le lesioni si ricercano con le R.M. e TAC,ma questi sono esami soggettivi in relazione all'operatore che le esegue,infatti si trova quello che si ricerca,io chiesi di ricercarle e mi furono trovate le lesioni,in gergo si chiamato iperintensità T2 Flair e si trovano sotto forme di cicatrici ben isolate dalle cellule Gliali del cervello che si addensate sul posto per fare da diga alla cicatrice stessa(GLIOSI TISSUTALI),che oggi sono più di una e nel tempo aumentano come un cane che si morde la coda,e sono facililmente riscontraboli nei referti dei casi di CFS/ME vere e diverse dalle depressioni,cio' non proprio all'inizio dello stare male,ma dopo un certo lasso di anni.Logico che tali cicatrici le trovi anche in ogni forma di patologia,neurodegenerative o meno....in fondo cosa è una CFS/ME se non una specie di anticamera,anche se non per tutti,di un futuro ben più problematico.La velocità di cio',secondo un mio modesto parere,dipende dal glutammato e dalla sua ricaduta fisiologica d'iperstimolazione,ma anche dai tanti errori terapeutici,sempre possibili e sempre in agguato,ecco perchè spesso uso la parolina"Iatrogena"quando parlo della CFS/ME.

Spero di essermi spiegato bene,ma questo non toglie che bisogna provare e riprovare,ma con intelligenza e lentezza,doti che ho ben scorto in te.Romy

 

P.S.

Tutti i farmaci e sostanza per funzionare nel nostro organismo,possono farlo perchè capaci di ligare a dei recettori,come chiavi con le loro serrature,cio'crea il risultato biologico o fisiologico che desideriamo.Ma nell'organismo ci sono migliaia di sostanze e recettori a noi non ancora noti,che si ligano tra loro,con risultati che non conosciamo ancora.Tali recettori liga oggi liga domani,non rimangono statici,anzi si trasformano come qualità e quantità,da quì la misteriosa funzione della Down-UP Regulation,che in breve significa,oggi usi il farmaco o la sostanza,nel breve è possibile che è ok,ma non potrai mai sapere cosa combini nel medio/lungo periodo,per la dinamicità dei recettori,che altro non è che la reazione della natura stessa,appunto il concetto "iatrogeno",mica c'è le spiegano queste cose?e come potrebbero?.


Messaggio modificato da romy, 15 giugno 2015 - 19:40:10

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#10 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 16 giugno 2015 - 18:28:36

E' da qualche decennio che ritengo che la maggior parte dei nostri sintomi è dovuta alla scarsa qualità del sonno,in breve ho scritto in passato che durante il sonno ci si ammala di tutto e di più e sempre durante il sonno si guarisce,a patto di aver una buona qualità del nostro sonno,quindi pensare di migliorarlo ad ogni costo, il resto serve a poco.

Oggi prendo informazioni ulteriori,dopo decine e decine di studi analoghi,che collegano il sonno scadente a tutto e di più,anche se non si spiegano il motivo di cio',che a dire il vero mi sembra un po' strano tale affermazione.Romy

 

La soglia del dolore si abbassa se si soffre d'insonnia

Esiste un legame tra le difficoltà del sonno e la soglia del dolore. Ne sono convinti i ricercatori norvegesi guidati da Børge Sivertsen del Norvegian institute of public health di Bergen che hanno recentemente pubblicato sulla rivista Pain i risultati di uno studio da loro condotto sull'argomento.

«I disturbi del sonno e il dolore sono due dei principali problemi di salute pubblica ma l'associazione tra queste condizioni non è stata studiata in modo approfondito» dice l'autore che ha coinvolto nella ricerca oltre 10mila uomini e donne di età media pari a 58 anni. Lo scopo principale dell'analisi, basata anche sui dati riferiti dai partecipanti, era valutare tramite appositi test la sensibilità al dolore, per poi identificare l'eventuale associazione con le caratteristiche del sonno tenendo conto anche di altri parametri come presenza di dolore cronico, depressione e ansia.

«Le persone coinvolte nello studio hanno fornito informazioni su durata del sonno, tempo impiegato per addormentarsi, qualità del sonno e frequenza e gravità dell'insonnia» dice Sivertsenche ha sottoposto i partecipanti a test per definire la soglia del dolore, uno dei quali consisteva nel tenere la mano in acqua fredda per 106 secondi. E i dati raccolti dimostrano che tutti i parametri legati al sonno, ad eccezione della durata del sonno stesso, sono associati a modifiche nella soglia del dolore.

«Maggiori sono la frequenza e la gravità dei problemi di sonno, meno si tollera il dolore e inoltre la difficoltà ad addormentarsi e l'efficacia del sonno sono legate a una maggiore sensibilità al dolore in modo dose-dipendente» precisa l'autore. Lo si è visto nel test utilizzato, durante il quale circa un terzo dei partecipanti è riuscito a tenere la mano nell'acqua fredda per tutta la durata della prova: il 42 per cento di chi soffriva di insonnia ha tolto la mano dall'acqua prima della fine rispetto al 31 per cento di chi non aveva problemi di sonno.

«In caso di dolore cronico la probabilità di essere più sensibili al dolore quasi raddoppia» aggiunge Sivertsen ricordando che lo studio non dimostra che i problemi del sonno sono la causa dell'abbassamento della soglia del dolore, ma mette in luce solo l'esistenza di un'associazione. «L'esistenza del legame è chiara, ma le ragioni non lo sono altrettanto» conclude l'autore ricordando che fattori psicologici, ma anche differenze nei livelli del neurotrasmettitore dopamina potrebbero essere alla base di questo legame.

 

http://www.dica33.it...e-dinsonnia.asp


Messaggio modificato da romy, 16 giugno 2015 - 18:30:09

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#11 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 17 giugno 2015 - 18:50:14

Sniper,mi trovi d'accordo,ho appena preso un tè verde.Ma la vedo comunque in salita,perchè con il recettore del glutammato è come svuotare il mare con un bicchiere,ma come si dice meglio poco che niente.Poi c'è un altro problema che mi pongo,essendo la teanina un derivato dell’acido glutammico,con questi ha una somiglianza strutturale che fa sì che essa(Teanina) possegga un’elevata affinità nei confronti dei recettori del glutammato, anche se tale affinità risulta notevolmente inferiore a quella manifestata dal suo precursore(Glutammato).Ecco mi pongo la domanda cosa avviene nel medio/lungo periodo in relazione al principio della Regulation Recettoriale,di cui non si conosce nulla a tal riguardo?non è escluso che quello che potrebbe fare bene all' inizio?,

 

 

 

Il tè verde, che contiene l-teanina, è bevuto ogni giorno e regolarmente, da milioni di persone in tutto il mondo, in particolare in Giappone, Cina, ma anche in Marocco, mentre nella tradizione inglese è preferito il tè nero.

 

Anche se è stato stimato che il giapponese medio che beve tè assume 20 mg di teanina al giorno e che è presente in media nell'1-3% del peso delle foglie secche di tè verde. In una tazza di tè da 200 ml ce ne sarebbe 5 mg, e non ci sarebbe differenza tra tè verde o tè nero, però le quantità non sono ancora state verificate con certezza.


Messaggio modificato da sniper, 17 giugno 2015 - 18:51:32


#12 TroppoStancoPer

TroppoStancoPer

    Amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 111 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 17 luglio 2015 - 18:56:01

Grazie per aver condiviso queste ricerche :)
Io penso che sia difficile discriminare tra problemi dovuti a un sonno "disturbato" (frammentato) e problemi dovuti a un sistema sonno-veglia malfunzionante che stimola il sistema nervoso a dormire (ipersonnia), anche perchè il risultato è lo stesso, ovvero un'eccessiva sonnolenza diurna, ma la cure sono diverse a seconda della causa. L'unico modo serio per fare il discrimine è una polisonnografia completa, cosa che purtroppo fanno pochissimi centri in Italia. Quantomeno permette di escludere le patologie del sonno più conosciute (e curabili).
In caso non si possa curare la causa (perchè sconosciuta o perchè non esiste ancora una cura) ed effettivamente il problema sia dovuto a un sonno disturbato, esiste anche un altro farmaco che potrebbe aiutare: l'acido γ-idrossibutirrico, meglio noto come ossibato di sodio. Mi pare se ne sia già parlato nel forum, proprio riguardo alla fibromialgia. Però è un farmaco che può avere pesanti effetti collaterali e non so neanche se si possa prescrivere off-label per patologie differenti dalla narcolessia.
Ah non so se sia già uscito in Italia, ma andrebbe tenuto d'occhio anche Suvorexant, un nuovo farmaco contro l'insonnia che agisce in modo diverso dalle benzodiazepine, va ad influire sul sistema dell'oressina.

Vi consiglio di leggere questa pagina di wikipedia che praticamente è la traduzione di un articolo di Christian Guilleminault, un famoso neurologo specialista in medicina del sonno.

Messaggio modificato da TroppoStancoPer, 17 luglio 2015 - 19:02:15

Per aspera ad astra!


#13 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 18 luglio 2015 - 09:25:29

In caso non si possa curare la causa (perchè sconosciuta o perchè non esiste ancora una cura) ed effettivamente il problema sia dovuto a un sonno disturbato, esiste anche un altro farmaco che potrebbe aiutare: l'acido γ-idrossibutirrico, meglio noto come ossibato di sodio. Mi pare se ne sia già parlato nel forum, proprio riguardo alla fibromialgia. Però è un farmaco che può avere pesanti effetti collaterali e non so neanche se si possa prescrivere off-label per patologie differenti dalla narcolessia.
 

 

Il sodio oxibato è lo Xyrem e ha un costo di 726 euro per una confezione da 180 ml, 500 mg di principio attivo per 1 ml, che alle dosi consigliate dura tra i 20 e i 40 giorni (se le indicazioni si riferiscono agli ml della soluzione e non ai mg del principio attivo perché in quest'ultimo caso i giorni si ridurrebbero della metà). Impensabile che venga prescritto al di fuori della narcolessia e se non erro la prescrizione può essere fatta solo da centri ospedalieri. Da notare come il sodio oxibato era già venduto in Italia come Alcover per il trattamento delle dipendenze da alcool, al prezzo di circa 35 euro per 140 ml, che sebbene meno concentrato (17,5% per l'Alcover contro il 50% dello Xyrem), nelle medesime quantità l'Alcover verrebbe a costare non più di 130 euro, ma per motivi di brevetto lo Xyrem costa allo stato italiano ben 726 euro a confezione. Da non crederci quanto ci guadagnano le case farmaceutiche...

 

Il GHB è anche considerato uno stupefacente a rischio di abuso, infatti lo Xyrem è classificato come farmaco RMS, quindi richiede Ricetta Ministeriale Speciale che avrà speciali limitazioni come nel caso di altri farmaci con potenziale d'abuso. Interessante però per la capacità di provocare un sonno più ristoratore nei narcolettici, e quindi una maggior veglia diurna. Secondo il link che segue il rischio di dipendenza in ogni caso sembra minimo: https://en.wikipedia.../Sodium_oxybate


Messaggio modificato da sniper, 18 luglio 2015 - 09:50:42


#14 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 19 luglio 2015 - 06:49:30

Da non crederci:

 

"In the US, the cost of Xyrem is $4,032.30 per 180 mL bottle (500 mg/mL)(typically a 10 day supply), compared to $576.00 (£360) in the UK under the NHS.[citation needed] The dose range is 4.5–9 grams per night (with a therapeutic dose range of 6-9 grams per night), which equates to $6,048.60 (4.5g) to $12,097.20 (9g) per month as of February 2014; Jazz Pharmaceuticals increases its prices for Xyrem on a semi-annual basis."

 

E meno male che il prezzo in Italia di 726 euro a flacone è basso se confrontato a quello in USA:

 

"In European Union (EU) countries, the government either provides national health insurance (as in the UK and Italy) or strictly regulates quasi-private social insurance funds (as in GermanyFrance, and theNetherlands). These government agencies are the sole purchaser (or regulator) of medical goods and services and have the power to set prices.[26] The cost of pharmaceuticals, including sodium oxybate, tends to be lower in these countries.[26] "

 

https://en.wikipedia.../Sodium_oxybate

 

Incredibile come permettono a una casa farmaceutica di gonfiare i prezzi in questa maniera.

-

 

"The Orphan Drug Act of 1983 was intended to encourage drug makers to invest in treatments for underserved diseases, for which research-and-development costs can often be high and the markets for the medicines too small to make the expenditure worthwhile. But Xyrem, which is a modification of a long-available compound, was inexpensive to develop, as new drugs go. Indeed, Jazz paid only $146 million for Orphan Medical, just a fraction of what it now earns each year from Xyrem alone. (The company contends that it has spent considerably on its development.)"

 

"To get drug developers to focus on these relatively small pools of patients, the federal government offers inducements like a 50 percent research-and-development tax credit as well as a longer period of market exclusivity (seven years after Food and Drug Administration approval, rather than the typical five). These long monopolies often give orphan drug makers a free hand to raise prices.

That’s precisely what Jazz has done, often multiple times each year, at an average annual rate of nearly 40 percent. Today, Xyrem costs more than $65,000 per year for the typical user.

 

The drug will account for approximately $550 million in revenue this year, making up a majority of Jazz’s total sales. Last year, Jazz turned 49 cents of every revenue dollar into net profit, an extraordinary margin even for a pharmaceutical company."

 

"To be fair, while Jazz’s success in mastering the government’s web of policies and regulations is notable, the company is hardly alone. For example, Questcor has raised the price of a vial of its flagship drug, Acthar, used in the treatment of multiple sclerosis and other ailments, from around $50 in 2001 to $28,000 today. And using tax havens to shield profits is a hallmark of the pharma industry."

 

http://opinionator.b...orphan-jackpot/


Messaggio modificato da sniper, 19 luglio 2015 - 06:50:34


#15 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 luglio 2015 - 00:25:55

C'è una mia discussione in proposito.Romy


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#16 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 20 luglio 2015 - 20:50:47

C'è una mia discussione in proposito.Romy

http://www.cfsitalia...-sodio-oxibato/


grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#17 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 21 luglio 2015 - 06:36:41

In ogni caso pare che il gabapentin perde efficacia dopo qualche giorno... non so se c'è "cross tolerance" tra gabapentin e pregabalin ma credo di sì... la cross tolerance è quando la tolleranza a una sostanza porta tolleranza anche a una sostanza simile...

 

Come ho già scritto da qualche parte, i gaba-mimetici di cui sono a conoscenza sono 4:

 

Gabapentin  https://it.wikipedia...wiki/Gabapentin

 

Pregabalin  https://it.wikipedia...wiki/Pregabalin

 

Phenibut  https://en.wikipedia.org/wiki/Phenibut

 

Baclofene  https://it.wikipedia.../wiki/Baclofene

 

E poi ci sarebbe il Picamilon, che più che gaba-mimetico, è il Gaba combinato con la niacina (vit. B3) per essere meglio veicolato e più biodisponibile, ma è più conosciuto per essere un vasodilatatore nootropico. https://en.wikipedia.../wiki/Picamilon


Messaggio modificato da sniper, 21 luglio 2015 - 06:40:13


#18 sniper

sniper

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 306 messaggi
  • Gender:Male

Inviato 21 luglio 2015 - 06:53:25

Il sodium oxybate è stato sperimentato con successo oltre che nella narcolessia, anche nella fibromialgia, a riprova dell'importanza di un sonno ristoratore:

 

http://www.ncbi.nlm....pubmed/24286114  Nov 2013

 

http://www.ncbi.nlm....pubmed/22294641  Jun 2012

 

http://www.ncbi.nlm....pubmed/21397402  May 2011

 

http://www.ncbi.nlm....pubmed/20682669  Oct 2010

 

Quest'ultimo studio ha sperimentato il sodium oxybate in soggetti misti che avevano o CFS o fibromialgia:

 

http://www.ncbi.nlm....pubmed/20629967  Jan 2010

 

"Treatment of the narcoleptiform sleep disorder in chronic fatigue syndrome and fibromyalgia with sodium oxybate.

 

This study investigates the response of the underlying sleep disorder associated with Chronic Fatigue Syndrome (CFS) and fibromyalgia (FM) to treatment. We retrospectively reviewed 118 cases clinically consistent with CFS or FM, treated in a neurology practice. Abnormal findings on sleep studies and associated human leukocyte antigen markers, and a clinical pattern suggestive of narcolepsy, are present in a high proportion of patients. When considered appropriate based on the clinical picture and test results, treatment with sodium oxybate was offered to these patients. Sixty percent of patients treated with oxybate experienced significant relief of pain, while 75% experienced significant relief of fatigue. We postulate that the response to oxybate in CFS and FM suggests a disturbance of sleep similar to narcolepsy. These findings support this novel approach to intervention and further research. The inability to distinguish CFS and FM by testing and response to treatment suggests that they may represent variations of the same disorder or may be closely related disorders."






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.