Vai al contenuto

CORONA VIRUS COVID-19 e CFS/ME:
i suggerimenti della dottoressa Klimas. QUI
Foto

OSSIGENOOZONOTERAPIA


  • Per cortesia connettiti per rispondere
12 risposte a questa discussione

#1 giuliano

giuliano

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 55 messaggi

Inviato 16 ottobre 2007 - 21:21:19

CIAO RAGAZZI è DA TANTO CHE NON SCRIVO,QUALCUNO DI VOI HA MAI PROVATO LE TRASFUSIONI DI OSSIGENO E OZONO NEL SANGUE?
QUANTI NE SONO AL CORRENTE DI QUESTA TERAPIA,CONTATTATEMI HO NOTIZIE INTERESSANTI

#2 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 16 ottobre 2007 - 23:04:40

CIAO RAGAZZI è DA TANTO CHE NON SCRIVO,QUALCUNO DI VOI HA MAI PROVATO LE TRASFUSIONI  DI OSSIGENO E OZONO NEL SANGUE?
QUANTI NE SONO AL CORRENTE DI QUESTA TERAPIA,CONTATTATEMI HO NOTIZIE INTERESSANTI

 


Ciao Giuliano.
Io sto facendo l'autoemo.
Sono alla quinta seduta.
Però, prima di parlarne e fare un resoconto dettagiato
volevo aspettare di essere un pò più avanti col programma.
Per ora un qualcosina...inaina di positivo l'ho notato.
Però si fan pagare nè.... :rolleyes:


#3 Cocci

Cocci

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.285 messaggi

Inviato 17 ottobre 2007 - 13:11:22

CIAO RAGAZZI è DA TANTO CHE NON SCRIVO,QUALCUNO DI VOI HA MAI PROVATO LE TRASFUSIONI  DI OSSIGENO E OZONO NEL SANGUE?
QUANTI NE SONO AL CORRENTE DI QUESTA TERAPIA,CONTATTATEMI HO NOTIZIE INTERESSANTI

 



questa questione mi interessa molto.
il dott Ali MAjid ,medicina integrata ,conoscitore di cfs ecc(trovi nel forum il suo sito, )
ha dedicato tanto e studio e ricerca e pubblicato molto su perossido di idrogeno e ozonoterapia.
qui ci sono studi molto approfonditi anche se un po difficili da comprendre in quanto milto tecnici.
http://www.jintmed.c...1_majid_ali.htm
però nel suo sito puoi trovare tante notizie piu comprensibili,nel sitp spiega anche come fare i bagni di perosssido di idrogeno totali o pediluvi.
credo che vale la pena di approfondire non solo l'aspetto della terapia antiossidante ma tutto il suo sistema di studio e approccio alla malattia e alla cura.

se hai notizie o esperienze fammi sapere.

ciao NEVE
"una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo ,perchè non contempla il solo Paese al quale l'umanità approda di continuo.E quando vi getta l'ancora ,la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela"
Oscar Wilde

#4 giuliano

giuliano

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 55 messaggi

Inviato 17 ottobre 2007 - 18:24:24

questa questione mi interessa molto.
il dott Ali MAjid ,medicina integrata ,conoscitore di cfs ecc(trovi nel forum il suo sito,  )
ha dedicato tanto e studio e ricerca e pubblicato molto su perossido di idrogeno e ozonoterapia.
qui ci sono studi molto approfonditi anche se un po difficili da comprendre in quanto milto tecnici.
http://www.jintmed.c...1_majid_ali.htm
però nel suo sito puoi trovare tante notizie piu comprensibili,nel sitp spiega anche come fare i bagni di perosssido di idrogeno totali o pediluvi.
credo che vale la pena di approfondire non solo l'aspetto della terapia antiossidante ma tutto il suo sistema di studio e approccio alla malattia e alla cura.

se hai notizie o esperienze fammi sapere.

ciao NEVE

 

io sono alla quinta seduta e sinceramente non ho avuto grossi miglioramenti ma sono fiducioso martedi faccio la sesta poi ti farò sapere qualcosa di più

#5 giuliano

giuliano

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 55 messaggi

Inviato 17 ottobre 2007 - 18:27:07

Ciao Giuliano.
Io sto facendo l'autoemo.
Sono alla quinta seduta.
Però, prima di parlarne e fare un resoconto dettagiato
volevo aspettare di essere un pò più avanti col programma.
Per ora un qualcosina...inaina di positivo l'ho notato.
Però si fan pagare nè.... :(

 

anch io sono alla quinta seduta di ossigeno ozono,sono fiducioso xchè ci sono 2 cfsini che da quando la fanno stanno bene..appena ragiungerò i livelli massimi ti scriverò ancora..

#6 romy

romy

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3.870 messaggi
  • Gender:Male
  • Interests:Prima, tutti o quasi,adesso,informatica,salute,politica economica,sopravvivenza e FEDE.(Elimino,ancora,tra i miei interessi,quello per l'informatica e la politica economica.)

Inviato 17 ottobre 2007 - 20:11:55

Aspetto con ansia i vostri risultati,specialmente sulla sfera cognitiva,memoria e lucidità mentale,oltre che stanchezza mentale,Ciao.Romy

grafico2.jpg

 

 

Iosto'conChiara

 

Quando le voci in te parlano di fine;

quando la mente dice che hai perduto;

quando credi che sia impossibile;

eppure prosegui,ti sollevi sulla tua Spada;

e fai ancora un altro passo;

Lì è dove termina l'Uomo;

Lì è dove comincia Dio.

 

Mentre si aspettano future ricerche è importante per prima cosa non
nuocere.

Non è vero che i giorni di pioggia sono i più brutti, sono gli unici in cui puoi camminare a testa alta anche se stai piangendo.

 

"Nessun Medico può dire che una malattia é Incurabile.
Affermarlo é come offendere Dio, la Natura e disprezzare il Creato.
Non esiste malattia, per quanto terribile possa essere,
per la quale Dio non abbia una cura corrispondente
".
                                                                                              Paracelso

 

“Questa realtà è solo un sogno di cui siamo convinti!”

YungRalphPooter.jpg


Mio collegamento

Per quanto riguarda l'ipotesi che la CFS possa essere una forma di Depressione Mentale,tutti gli studi hanno contraddetto tale approccio.Per citare un solo ma importante rilievo clinico:i livelli di Cortisolo sono molto bassi nella CFS,al contrario di quelli alterati verso l'alto della Sindrome Depressiva.


Allora, se capiamo che siamo responsabili di ciò che viviamo, già questo cambia del tutto la visione delle cose.

 

Livello anormalmente alto o basso di cAMP causa difetti di apprendimento e di capacità di memoria,in generale.

Sul cAMP ci sarebbero molte cose da dire al fine di una buona memoria e cognitività,forse lo faro' un giorno sul mio topic,tempo permettendo,ora voglio solo ripetere una verità a cui sono arrivato da qualche anno,aumentare il cAmp nei giovani comporta un miglior apprendimento e memoria,accade l'inverso nelle persone adulte o anziane.Quindi il cervello dei giovani si comporta all'opposto dei cervelli dei vecchi ed anziani questo avviene anche negli animali da laboratorio,questo spiega anche tutta la diatriba sulla Cannabis terapeutica..........negativa nei giovani un toccasana negli anziani,perchè comporta una diminuzione,appunto,del cAmp e quindi potenzia la comunicazione tra neuroni e quindi la memoria,apprendimento e cognitività,mal ridotti nella CFS/ME,fibromialgia,MCS,MBS,ed altre......

 

https://www.youtube....h?v=ICjFAa2ZbIY

 

 

 

 

1zft02g.gif

 


#7 deborah72

deborah72

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 498 messaggi
  • Interests:VIAGGI, SAAALUTE E BELLEZZA.<br />CUCINA.<br />CANI ED ANIMALI

Inviato 19 ottobre 2007 - 10:04:35

IO L'HO FATTA due anni e mezzo fà.
consisteva nel far passare il sangue in una boccia di vetro ove veniva aggiunto ossigeno ed ozono.
Il sangue, ossigenato, veniva rimesso in circolo.
NB
Tutto senza staccare il tubicino dalla vena (tipo dialisi)
Il sangue ossigenato, attraverso questo procedimento, aiuta ad eliminare le "scorie".
L'ho fatto mentre ero un chemioterapia.
Per mè è stata la manna dal cielo insieme alla placenta
Se ci impegnasimo di più a fare il bene, piuttosto che a stare bene, forse riusciremmo anche a stare meglio

#8 giuliano

giuliano

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 55 messaggi

Inviato 23 ottobre 2007 - 08:34:03

IO L'HO FATTA due anni e mezzo fà.
consisteva nel far passare il sangue in una boccia di vetro ove veniva aggiunto ossigeno ed ozono.
Il sangue, ossigenato, veniva rimesso in circolo.
NB
Tutto senza staccare il tubicino dalla vena (tipo dialisi)
Il sangue ossigenato, attraverso questo procedimento, aiuta ad eliminare le "scorie".
L'ho fatto mentre ero un chemioterapia.
Per mè è stata la manna dal cielo insieme alla placenta

 

ciao deborah ti ho inviato una mail dove ti chiedevo più informazioni sull oss ozono terapia forse non l hai letta perchè non ho trovato risposte..perchè hai smesso di farla ma ti ha giovato per lungo tempo o è stata solo una cosa temporanea?..giuliao

#9 ago

ago

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 47 messaggi

Inviato 23 ottobre 2007 - 10:09:00

ciao giuliano,
io l'ho provata alcuni anni fa, come autoemo, ma dopo 5-6 sedute l'ho smessa pechè non c'erano risultati. Un mio amico pero', che aveva l'EBV in fase attiva, ha notato un forte miglioramento, da subito.. potrebbe anche essere che più che sulla CFS in generale, l'ozono sia utile contro certe replicazioni virali, che molti di noi hanno.... so che lo usano anche per l'epatite virale....

#10 deborah72

deborah72

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 498 messaggi
  • Interests:VIAGGI, SAAALUTE E BELLEZZA.<br />CUCINA.<br />CANI ED ANIMALI

Inviato 23 ottobre 2007 - 10:28:06

Scusa se non ho risposto, ma in questi gg sono molto presa.
L'oss/ozono l'ho fatta in un periodo particolare.La mia storia è luuuuuunghissima (vedi i miei post).
E'una terapia che và ripetuta una, due volte l'anno a cicli di 5.
Ora faccio la placenta 1 volta l'anno e quella m'aiuta veramente molto.
Purtroppo, come avrai notato, tutti ci dobbiamo sottoporre a terapie di continuo.
Io mi considero "fortunata" perchè con la placenta, riesco a lavorare 8 ore e a badare alla casa.
Se smetto la terapia, torno lentamente a declinare.
La mia opinione DEL TUTTO PERSONALE, è che dalla CFS non si esca completamente, e che una volta trovata la giusta terapia, non si deve abbandonare.
Se ci impegnasimo di più a fare il bene, piuttosto che a stare bene, forse riusciremmo anche a stare meglio

#11 Johnny

Johnny

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 628 messaggi

Inviato 23 ottobre 2007 - 11:50:16

Scusa se non ho risposto, ma in questi gg sono molto presa.
L'oss/ozono l'ho fatta in un periodo particolare.La mia storia è luuuuuunghissima (vedi i miei post).
E'una terapia che và ripetuta una, due volte l'anno a cicli di 5.
Ora faccio la placenta 1 volta l'anno e quella m'aiuta veramente molto.
Purtroppo, come avrai notato, tutti ci dobbiamo sottoporre a terapie di continuo.
Io mi considero "fortunata" perchè con la placenta, riesco a lavorare 8 ore e a badare alla casa.
Se smetto la terapia, torno lentamente a declinare.
La mia opinione DEL TUTTO PERSONALE, è che dalla CFS non si esca completamente, e che una volta trovata la giusta terapia, non si deve abbandonare.

 


Un ciclo di 5 è incompleto.
Il ciclo standard (quello efficace) è di 15 sedute (una a settimana)
e le ultime due mensili, massimo una volta all'anno.
Di solito alla quinta seduta arrivano a prelevarti 200 cc arrivando
quasi al massimo della conc di ozono da disciogliervi poi mantenendola
per le successive autoemo.
Io ho cominciato a notare un buon miglioramento proprio alla quinta.
Miglioramento per quello che riguarda l'energia ed il sist immunitario
(in condizioni normali, con questi sbalzi di temperatura, avrei già dovuto
beccarmi un influenza ed almeno un paio di raffreddori, ed invece nulla... :280: )
L'ozono è battericida verso alcune specie, batteriostatico verso altre.
E' fungicida, quindi candida ed aspergillus sono ammansiti notevolmente.
E' virus statico, quindi impedisce che i vari virus operino indisturbati nel
succhiare energia dal nucleo cellulare.
La differenza si nota.


#12 deborah72

deborah72

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 498 messaggi
  • Interests:VIAGGI, SAAALUTE E BELLEZZA.<br />CUCINA.<br />CANI ED ANIMALI

Inviato 23 ottobre 2007 - 12:31:33

Sì sapevo che l'ozono è battericida e fungicida.
L'ossigeno, invece, rivitalizza le cellule.
Io,infatti, mi son sottoposta ad ossigeno/ozono terapia.
Il ciclo era da 5 sedute. Vista la mia patologia, ho fatto due cicli
Se ci impegnasimo di più a fare il bene, piuttosto che a stare bene, forse riusciremmo anche a stare meglio

#13 Cocci

Cocci

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1.285 messaggi

Inviato 23 ottobre 2007 - 12:56:49

spiegazione :
se qualcuno volesse tradurre credo che sarebbe utile.
(ho lasciato i riferimenti per chivolesse approfondire)


http://educate-yours...li17jul03.shtml

Ossigeno, Ozono, & Perossido Di Idrogeno

Da Majid Ali, M.D.<majidalimd@aol.com >
http://educate-yours...li17jul03.shtml
17 luglio 2003

(compendio dal giornale dell'articolo integrante della medicina: Regressione ossidativa a Ecolog cellulare primordialey (ORPEC))

L'esperienza clinica dell'autore lo ha condotto concludere che le terapie antiossidanti oxygenative quali ossigeno nasale e le infusioni endovenose di ozono-ossigeno intossicano la miscela e perossido di idrogeno è fra le terapie più favorevoli per invertire il ORPEC dichiara.

Da ossigeno, il perossido di idrogeno e dell'ozono funge da ossidanti in una regolazione del laboratorio, terapie che impiegano quegli agenti è generalmente therapies.191-193 ossidativo ritenuto fino a poco tempo fa, l'autore ha aderito a quel parere uncritically. Tuttavia, è chiaro dagli studi presentati in questo articolo che questo è un errore lordo. In realtà, tali terapie nel contesto del ORPEC dichiarano sono terapie oxygenative ed antiossidanti potenti. Il motivo per quell'idea sbagliata diffusa è l'omissione di capire chiaramente le conseguenze biologiche complesse di aggiunta l'ossigeno, l'ozono e del perossido di idrogeno agli ecosistemi enzimatici e cellulari severamente alterati in pazienti con la ferita ossidativa accelerata.

Un burst del thunderstorm, un burst degli ossidanti
Un'analogia di un burst del thunderstorm può essere usata per spiegare l'azione possibile del meccanismo di ozono. L'aria tranquilla in una città su un pomeriggio caldo e umido di estate è spessa con smog stagnante. Il traffico sulle vie della città è ringhiato. I fogli dell'albero sono asciutti e molli. Molte persone sono afflitte da inquinamento atmosferico. Improvvisamente, il telaio scuro delle nubi grande e porta un thunderstorm pesante. I venti forti eliminano l'aria inquinante. I fogli dell'albero sono bombardati dalle pioggie pesanti. I fogli sani e robusti degli alberi sostengono bene la tempesta, mentre i più vecchi e fogli indeboliti sono danneggiati severamente. Molti fogli d'appassimento sui brances dell'albero sono saltati assenti. Dopo che il thunderstorm si abbassi, l'aria è pulita e patatine fritte. Gli alberi sono sembrato lavati, i loro fogli freschi e lucidi. I bursts del perossido per via endovenosa iniettato di idrogeno e dell'ozono interessano gli elementi di anima lo stesso senso. Le membrane degli eritrociti sani sostengono bene lo sforzo ossidativo del perossido di idrogeno e dell'ozono, recuperante la loro morfologia normale dopo le deformità iniziali della membrana. Le cellule senescenti, al contrario, ristringono e subiscono il lysis.

Sotto, alcuni teorici, considerazioni cliniche e sperimentali sono presentati quella luce della tettoia sul paradosso apparente degli agenti che stanno ossidandosi nei loro ruoli essenziali, ma forniscono la base per le terapie antiossidanti oxygenative.

Ossigeno Nasale Intermittente
Il ruolo oxygenative di ossigeno nasale è manifesto. L'ossigeno è inoltre un oxidizer potente, come discusso più presto nella sezione dedicata a spontaneity di ossidazione in natura. L'ipotesi di ORPEC fornisce una base scientifica libera per capacità dell'ossigeno anche di servire il ruolo antiossidante avversario. Come discusso più presto, l'anossia aumenta lo sforzo ossidativo direttamente facilitando la generazione della specie reattiva tossica così come indirettamente vicino causare l'acidosi.

Nell'esperienza clinica di questo autore, l'uso della gestione nasale intermittente di L/min dell'ossigeno (2.5 - 3.5 dato per i periodi di un'ore due o tre volte un il giorno) avvantaggia la maggior parte dei pazienti nel ORPEC dichiara. È inoltre opinione dell'autore che la terapia dell'ossigeno è molto poco usata nella cura dei pazienti nel ORPEC dichiara, come quelle con il fibromyalgia, affaticamento cronico dichiara, disordini autoimmuni severi e tumori maligni di diffusione. L'ossigeno è prontamente ed a buon mercato disponibile a tutti i pazienti. Inoltre disponibili sono le unità locative portatili economiche che possono essere usate nella corsa pure.

Una volta usata intermittentemente e nelle dosi moderate come descritte qui, questa terapia è stata trovata per essere completamente esente dagli effetti contrari. L'autore inoltre ha limitato l'esperienza con la terapia dell'ossigeno in pazienti con l'enfisema polmonare severo e la fibrosi interstiziale polmonare. Evidentemente, l'uso di ossigeno in tali pazienti deve essere controllato molto attentamente in modo che la terapia dell'ossigeno non causi ulteriore deterioramento nella funzione dei sensori centrali per ossigeno e l'anidride carbonica.

Terapia Endovenosa Dell'Ozono
L'ozono è ossigeno triatomic con un alto potenziale electrovoltaic. Il gas dell'ozono ha infuso per via endovenosa all'istituto consiste di una miscela gassosa con ossigeno che contiene una concentrazione molto bassa di ozono. È preparato passando l'ossigeno puro attraverso un campo ad alta tensione. La concentrazione di ozono generata dipende dalla portata di ossigeno così come sugli stati di tensione e gioco degli elettrodi. La miscela gassosa usata nella nostra pratica clinica è titolata per contenere 0.3 - 2.5% (30 - 50 ug dell'O2 di O3/ml). Quindi, "l'ozono" per via endovenosa amministrato in realtà rappresenta 97 - 99.7% di ossigeno puro.

I professionisti che non hanno amministrato mai per via endovenosa la preoccupazione spesso espressa della miscela del gas dell'ozono circa la possibilità di embolia gassosa hanno causato dall'infusione del gas. Tale preoccupazione è completamente ingiustificata. L'ossigeno puro e l'ozono diffusi immediatamente nell'anima e non non persist come gas. L'autore ha esaminato a quello nelle occasioni numerose iniettando 2 ml della miscela dell'ozono in una grande vena, allora immediatamente disegnanti l'anima indietro. Tranne nelle occasioni rare, l'anima disegnate indietro dalla vena è dentellare (ozono trasforma nel sangue venoso scuro anima dentellare) ed esente da tutte le bolle del gas. Uno può presumere sicuro che il processo di dissoluzione della miscela del gas sarebbe completo per il momento in cui raggiunga le grandi vene nel torace.

Un'altra preoccupazione espressa da quelle non pratiche con gli usi clinici della miscela dell'ozono è la tossicità di ozono come discusso dagli ecologhi. Deve essere riconosciuto che quegli individui sono perturbati dai prodotti di reazione di ozono con altri ecopollutants quali gli ossidi di azoto. L'ozono è una molecola altamente reattiva. Effettivamente, l'ozono deve le sue numerose proprietà antivirali, antibatteriche ed antifungose a questa funzione di questa funzione specifica.

Prova microscopica per il ruolo antiossidante della terapia endovenosa dell'ozono
Nella concentrazione usata la nostra pratica dentro clinica, cause dell'ozono provvisorie e danni rovesciabili della membrana dell'eritrocito come provati ragruppando e dalla deformità rossa della membrana delle cellule. La prova per la natura ossidativa di tale eritrocito le deformità della membrana che precedentemente è stata dimostrata dalla reversibilità di tali cambia con gli antiossidanti quali acido ascorbico, il tocoferolo e taurine.56,57

Come possono gli effetti antiossidanti osservati di invivo generale di ozono, un ossidante potente di invitro, essere spiegati? L'ozono ha effetti affermati di migliorare l'aspersione del tessuto ed oxygenation.67 cellulare appena mentre la dualità di ossigeno permette che sia un Dott. molecolare Jekyll ed il sig. Hyde, specie reattiva dell'ossidante inoltre svolge i ruoli doppi. Infliggono non soltanto il danneggiamento ossidativo degli enzimi, indurre le mutazioni e le membrane delle cellule di danni, inoltre servono molte funzioni utili quale modulazione del dynamics redox cellulare, attivazione della trascrizione del gene, transduction del segnale ed apoptosis.93-95 sembra che l'ozono evoca una risposta upregulatory dai sistemi antiossidanti membrana-collegati degli enzimi delle cellule appena come tutti gli ossidanti fanno da tutti i sistemi antiossidanti biologici. Benchè, i dati quantitativi diretti per quegli effetti non siano ancora prossimi. Uno può anche, con buon motivo, speculare che l'ozono trae le risposte fuori simili da altri sistemi antiossidanti organello-relativi delle cellule e della tabella. Ci è tuttavia un altro meccanismo importante da cui l'ozono protegge i pazienti con le malattie croniche dallo sforzo ossidativo accelerato. I virus, i batteri, i funghi, PLFs ed il parassita infliggono la ferita cellulare causando lo sforzo ossidativo. L'ozono inoltre è un agent.58-63 antivirale, antibatterico ed antifungoso affermato. L'ozono con i relativi effetti antimicrobici potenti riduce lo sforzo ossidativo generale sulle persone con le sindromi virali, batteriche, fungose e di PLF croniche di crescita eccessiva. Quindi, l'ipotesi di ORPEC trasporta l'alimentazione esplicativa forte per gli effetti antiossidanti biologici empiricamente osservati di ozono.

La terapia endovenosa del perossido di idrogeno per il ORPEC Dichiara
Gli effetti antiossidanti biologici del perossido di idrogeno, un oxidizer potente gradiscono l'ozono, sono mediati da tutti i meccanismi citati per ozono nella sezione preceding. I benefici clinici delle infusioni del perossido di idrogeno osservate all'istituto in pazienti con il fibromyalgia e la sindrome cronica di affaticamento sono l'argomento di report.72 separato

Riferimento dall'articolo completo nel giornale di medicina integrante 1998;2:4-55
Riferimenti

1. Ali M. Spontaneity di ossidazione nella natura e nell'invecchiamento. Monografia, Teaneck, Nuovo-Jersey, 1983.
2. Ali M.. L'agonia e la morte della cellula. Programma del corso di istruzione dell'Accademia americana della Medicine ambientale, Denver, Colorado, 1985.
3. Base dell'Ali M. Molecular della ferita della membrana delle cellule. In: Programma del corso di istruzione dell'Accademia americana di medicina ambientale. Denver, Colorado, 1990.
4. Ali M. Spontaneity di ossidazione e della malattia cronica. In: Programma del corso di istruzione dell'Accademia americana della Medicine ambientale, Denver, Colorado, 1992.
5. Ali M. Oxidative coagulopaty. In: Programma dell'università capitale di medicina integrante, Washington, DC, 1997.
6. Ali M. Spontaneity di ossidazione in natura è la causa della radice di tutta la malattia. In: RDA: Ratti, droghe e presupposto. pp 199-304. Durata, Denville, Nuovo-Jersey, 1995.
7. Disfunzione della membrana delle cellule dell'Ali M. Leaky. Monografia 1987. Teaneck, Nuovo-Jersey.
8. Ferita e magnesio della membrana del plasma dell'Ali M. Oxidative. Medico Ambientale. Estate 1992. Accademia americana di medicina ambientale, Denver, Colorado.
9. L'acido ascorbico del M. dell'Ali inverte la morfologia anormale dell'eritrocito nella sindrome cronica di affaticamento. J Clin Pathol. 1990;94:515.
10. L'acido ascorbico del M. dell'Ali impedisce le aggregazioni della piastrina da norepinephrine, dal collageno, dall'ADP e dal ristocetin. J Clin Pathol. 1991;95:281.
11. Ali M.. L'equazione di base di vita. pp 225-236. In: La farfalla e la nutrizione della durata. L'istituto della pressa preventiva della medicina, Denville, Nuovo-Jersey. 1992.
12. Ali M. Spontaneity di ossidazione e della base molecolare della malattia ambientale. In: Programma del corso 1991 di istruzione dell'Accademia americana della Medicine ambientale, Denver, Colorado, 1990.
13. Ali M.. L'esercitazione di Limbic e di Ghoraa. L'istituto della pressa preventiva della medicina, Denville, Nuovo-Jersey. 1993.
14. Ali M.. Che cosa I Leoni Conoscono Circa Lo Sforzo? Durata, Denville, Nuovo-Jersey. 1996.
15. Ali M.. La scimmia corticale e healing. L'istituto di medicina preventiva, Bloomfield, Nuovo-Jersey. 1989.
16. Ali M. Healing, miracoli ed il morso della durata grigia del cane, Denville, Nuovo-Jersey. 1997.
17. Ali M. Hypothesis: L'affaticamento cronico è un dichiarare della ferita molecolare ossidativa accelerata. Avanzamento di J nella medicina. 1993;6:83-96.
18. Ali M.. L'affaticamento color giallo canarino e cronico. 1994. Durata, Denville, Nuovo-Jersey.
19. Ali M., Ali O. AA Oxidopathy: i meccanismi pathogenetic di nucleo della malattia di cuore ischemica. Medicina Integrante 1997;1:1-112 Di J.
20. DES Marais DJ, Strauss H, Summons RE ed altri. Prova dell'isotopo del carbonio per l'ossidazione graduale dell'ambiente proterozoic. Natura 1992;359:605-609.
21. Canfield DE, aumento proterozoic di Teske A. Late nel tenore in ossigeno atmosferico arguito dagli studi dell'zolfo-isotopo e filogenetici. Natura 1996;382;127-132.
22. Mugnaio MP. Le origini di vita su terra. 1974. Prentice-Corridoio, Scogliere Di Englewood, Nuovo-Jersey.
23. Margulis L. Biodicersity: Biologica molecolare; dominii, simbiosi ed origini del kingdon. Biosistemi 1992;27:39-51.
24 La TA Di Carpendale, Griffis J. È ci un ruolo per ozono medico nel trattamento del HIV e delle infezioni collegate. Monografia. Fondamento 1991 Di Ricerca Medica Della Baia.
25. La TA Di Carpendale, Freeberg JK. L'ozono inattiva il HIV alle concentrazioni non-citotossiche. Ricerca Antivirale 1991; 16:281-292.
26. Matassi R, D'Angelo F, Franching A, ed altri. Terapia dell'ozono nel simplex di erpete e nelle malattie di Zoster di erpete. In: Laraus J. ed. Applicazioni mediche di ozono. Associazione Internazionale Dell'Ozono. 1985 pp 134-139. Norwalk, CT.
27. Botstein D, Chervitz Sa, Ciliegia JM. Lievito come organismo di modello. Scienza 1997;277:1259-1260.
28. L'analisi di BLASTP è stata fatta fra tutte le traduzioni del lievito ORF e tutte le sequenze uniche della proteina nell'essere umano, il mouse, il ratto, la mucca e le sequenze delle pecore in GenBank a partire dal 22 luglio 1997. Abbiamo usato il seg ed il xnu dei filtri del mastrix e di basso-complessità della sostituzione BLOSUM62. "la funzione sconosciuta" significa che il ORF non ha avuto entrata nei campi di descrizione o di Gene_Product all'interno della relativa pagina di luogo di SGD a partire dal 30 luglio 1997. Per tutto il ORFs, 3783 (60.8%) hanno funzione sconosciuta tramite questa definizione. BLASTP, versione 2.0a, W. Gish, dati non pubblicati; SF Altschul, W Gish, W Mugnaio, Ew Myers, DJ Lipman. Di Biol 1990;215:403 Di J Mol.
29. Beale Ls. Osservazioni sulla natura dei corpuscoli rossi di anima. Soc Londra 1864:12:37 Del Trasporto Microsc.
30. Magath TB. Spirocheta nell'anima. J Clin Pathol. 1953;23:691-693.
31. LH Di Mattman. Forme Carenti Della Parete Delle Cellule: Agenti patogeni Di Stealth. Crc, Boca Raton, 1992.
32. Ali m., Ali O, Bradford R. ed altri Immunostaining degli organismi del candida in sbavature periferiche. (estratto). 1995. Accademia americana dell'allergia di Otolaryngic, riunione di primavera, deserto della palma, CA.
33. Mp dell'Ali m. e di Ramanarayanan: Una micro-ELISA analisi automatizzata per gli anticorpi di allergen-specifico IgE. J Clin Pathol 1984;81:591.
34. Ali m., mp di Ramanarayanan, Nalebuff DJ, ed altri: Concentrazioni nel siero degli anticorpi di allergen-specifico IgG nell'allergia inhalant: Effetto di immunoterapia specifica. J Clin Pathol. 1983;80:290.
35. dichiarare dell'Ali M. Altered di ecologia delle viscere. Monografia. Durata, Denville, Nuovo-Jersey 1983.
36. Lorian V, colture di Waluschka A. Blood che mostrano le forme aberrant dei batteri. J Clin Pathol 1972;57:406-409.
37. Lorian V, forme di Atkinson B. Abnormal dei batteri prodotti dagli antibiotici. J Clin Pathol 1975;64:678-688.
38. Kr di Komber, effetti di vantaggio RJ, di Sutherland R. Comparative del amoxycillin ed ampicillina su morfologia di Eschercia coli in vivo e correlazione con attività. Agenti Chemother 1977;12:736-744 Di Antimicrob.
39. Nakao M., Nishi T, Tsuchiya K. Risposta morphologic in vitro ed in vivo dei pneumoniae della klebsiella a cefotiam ed al cefazolin. Antimicrob Agens Chemother 1981;19:901-910.
40. Davis kJ, Vogel P, Fritz DL, ed altri. Filamentation batterico dei pestis di Yersenia dagli antibiotici del B-lattame in mouse sperimentalmente infettati. Il laboratorio di Pathol dell'arco med 1997;121:865-8. - indotto
41. Dwyer JJ, Burnett Le. L'acido ha basato la condizione del virginica della crassostrea dell'ostrica in risposta ad esposizione dell'aria ed alle infezioni dal marinus del Perkinsus. Bollettino 1996;190:139-147 Di Biol.
42. Knoll AH, in origine e lo sviluppo iniziale del Metazoa (eds Lipps, signor di JH, D.W.53-84. (Plenum, New York, 1992).
43. L'Olanda HD. La chimica dell'atmosfera e degli oceani (Wiley, New York, 1978).
44. Knoll AH. Stanza di respirazione per gli animali in anticipo. Natura 1996;382:111-112.
45. LH Di Mattman. Forme Carenti Della Parete Delle Cellule: Agenti patogeni Di Stealth. Il Crc Preme, Boca Raton, Florida, 1993.
46. Henning W. Phylogenetic Systematics. Università di pressa dell'Illinois, Urbana, Il.) 1966.
47. Margulis L. Symbiosis nello sviluppo delle cellule. secondo edn 1992. Freeman di WH, New York
48. M. Life lordo sulle creature di Edge:Amazing che prosperano nell'ambiente estremo. Assemblea plenaria 1998. L'Inghilterra.
49. Base di dati del genome del saccharomyces (SGD) al genome di http://genome-www.st...aromyces/;Yeast dai MIPS (istituto di Martinsried per le sequenze della proteina) al lievito www.proteome. com/YPDhome.html di http://speedy.mips.b...m.mpg.de/mips/; A. Goffeau ed altri, scienza 1996;274:546. La base di dati del genome del saccharomyces è suppported da una concessione delle risorse di ricerca di NIH (HG 01315).
50. Kataoka T. Cell 1985;40:19-22.
51. Mugnaio RV. Gene batterico che swpping in natura. Americano Scientifico 1998;January; 67-71.
52. La ferita dell'Ali M. Oxidant colpisce i fori in membrane delle cellule. In: L'affaticamento color giallo canarino e cronico. pp 197-205. Durata, 1995. Denville, Nuovo-Jersey.
53. Teoria dell'Ali M. Oxidative della membrana delle cellule e di danni del plasma. In: RDA: Ratti, droghe e presupposto. Pagina 281-302. 1995 Durata, Denville, Nuovo-Jersey.
54. Ali m., disfunzione della membrana delle cellule dell'Ali O. Leaky. In: Aa oxidopathy: Il meccanismo pathogenetic di nucleo della malattia di cuore ischemica. pp 72-74. Medicina 1997;1:6-112 Di J Integ.
55. Ali M. Experience con la terapia nutriente endovenosa per i pazienti allergici con affaticamento cronico. L'Allergia Di Acad Otolaryngic Sottrae L'Estate 1992;p23.
56. Protocolli dell'Ali M. Intravenous Nutrient nella medicina molecolare. Istituto di medicina preventiva. 1989. Bloomfield, Nuovo-Jersey.
57. Disfunzione della membrana delle cellule dell'Ali M. Leaky. Monografia 1987. Teaneck, Nuovo-Jersey.
58. Yusuf, antagonisti dello S. Calcium e nel ipertensione-Tempo di malattia dell'arteria coronaria per la rivalutazione? Circolazione 1995;92:1079-1082.
59. CD Di Furberg, Bm Di Psaty, Meyer JV. Nifedipine: Aumento dose-related nella mortalità in pazienti con la malattia di cuore coronaria. Circulation;92:1326-1331.
60. Boden NOI, Schelewaert R, Walters PER ESEMPIO. Disegno di una prova clinica placebo-controllata di diltiazem e dell'aspirina lungo-agenti contro l'aspirina da solo in pazienti che ricevono thrombolysis con un primo infarto miocardico acuto. Cardiol 1995;75:1120-1123 di J.
61. Thadani U, Zellner S, Glasser S ed altri. Double-blind, dose-risposta, studio placebo-controllato del multicenter del nisoldipine: un nuovo stampo di seconda generazione della scanalatura del calcio nell'angina pectoris. Circolazione 1991;84:2398-2408.
62. Pescatore A, Bogouslaviskt J. Ulteriore sviluppo verso la terapia efficace per il colpo ischemico acuto JAMA;279:1298-1303.
63. Legno, chilolitro, risultato di Fletcher S. Long-term dopo il solfato endovenoso del magnesio in infaction del miocardio acuto ritenuto sospetto: La seconda prova endovenosa di intervento del magnesio de Leicester (LIMIT-2). Lancet 1995;343:816-9.
64. Legno chilolitro, Fletcher S, Roffe C, solfato del magnesio di Haider Y. Intravenous nell'infarto miocardico acuto ritenuto sospetto: Risultati della seconda prova endovenosa di intervento del magnesio de Leicester (LIMIT-2). Lancet 1992;339:1553-8.
65. Ali M. Experience con la terapia nutriente endovenosa per i pazienti allergici con affaticamento cronico. L'Allergia Di Acad Otolaryngic Sottrae L'Estate 1992;p23.
66. MS Di Seelig, Elin RJ. Riesame delle infusioni del magnesio nell'infarto miocardico. Cardiol 1995;76:172-173 di J.
67. Halstead BW. La base scientifica della terapia di chelazione. Scatola 1278, Colton, CA Di Golden Quill Publishers, Inc.
68. Baldridge IN SENSO ORARIO, Gerald RW. La respirazione supplementare di fagocitosi. J Physiol 1933;103:235.
69. Berendes H, RA Dei Ponticelli, Buon RA. Una granulomatosi mortale dell'infanzia. Lo studio clinico su una nuova sindrome. Minn Med 1957;40:309.
70. MS Di Cohen, Metcalf JA, Radice RK. Regolazione del metabolismo dell'ossigeno nei granulocytes umani: Rapporto fra il grippaggio dello stimolo e la risposta ossidativa usando i lectins della pianta come sonda. Anima 1980;55:1003.
71. Curnutte Jt, Bm Di Babior. Meccanismi di difesa biologici. L'effetto dei batteri e del siero su produzione di superoxide dai granulocytes. J Clin Investe 1974;53:1662.
72. Bm Di Babior, Kipnes RS, Curnutte Jt. Meccanismi di difesa biologici. La produzione dai leucociti del superoxide, un agente batterico potenziale. J Clin Investe 1973;52:741.
73. Fattori di sforzo Dell'Ali M. Cell Membrane. Mono<<<<<<<< snip >>>>>>>>
"una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo ,perchè non contempla il solo Paese al quale l'umanità approda di continuo.E quando vi getta l'ancora ,la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela"
Oscar Wilde




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia.it e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

 

Le informazioni fornite in questo Forum non intendono sostituirsi né implicitamente né esplicitamente al parere professionale di un medico né a diagnosi, trattamento o prevenzione di qualsivoglia malattia e/o disturbo. CFSItalia.it non ha alcun controllo sul contenuto di siti terzi ai quali sia collegato tramite link e non potrà essere ritenuto responsabile per qualsivoglia danno causato da quei contenuti. Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum.