Vai al contenuto

Foto

Dhea _Gh-testosterone-amminoacidi e sonno profondi


  • Per cortesia connettiti per rispondere
8 risposte a questa discussione

#1 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 02 marzo 2008 - 19:01:34

Negli ME/CFS l'architettura del sonno e' disturbata, sopprattuo nella fase REM e nella fase di sonno profondo.
Nel sonno profondo avvengono i processi riparativi corporei.

Durante il sonno profondo avviene la secrezione dell'ormone della crescita (sia nei bambini che nei prepuberi ma anche negli adulti).

IL GH serve a fissare l'azoto a fare i muscoli, ed anche a tanti altre cose, ecc.

In ME/CFS vi sono disturbi di secrezione del GH, della melatonina, del testostrone della prolattina, della serotonina, ecc.

Cio' per via delll'alterata architettura del sonno.

Allego un documento in formato Word (un'altra chicca) per coloro ch volessero approfondire il problema.

Gli ormoni sono collegati fra di loro, uno sbilancio di un dato ormone ha ripercussioni piu' o meno pronunciate su tutti gli altri ormoni.

Chi sospetta di avere il sonno alterato dovrebbe andare a farsi controllare in una clinica del sonno.
Nelle cliniche del sonno, al paziente vengono messi gli elettrodi dell'elettroencefalogramma sul capo, e poi le fasi del soonno vegnono monitorate per tutta la durata del sonno.

A Bologna, anni or sono vi era il centro dello studio sul sonno, diretto dal Professor Lugaresi (mi pare).
Ora non so.

Buona serata

Allega File(s)



#2 ecob

ecob

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 543 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 02 marzo 2008 - 19:40:00

Scusami, ma non necessariamente la riduzione di secrezione di gh dipende dalle alterazioni del ritmo del sonno ( tipica dei malati CFS), puo' essere genetica, posttraumatica, da alterazioni ipofisarie o ipotalamiche.ecc. Nel senso che non e' detto che sia la CFS alla base del disturbo ormonale,potrebbe essere il contrario.Inoltre e' possibile che sia il meccanismo di trasporto ad essere alterato cosi' pure il sistema di recettori per il GH.Intendo dire che magari qualcuno ha diagnosi di cfs o di fibromialgia e invece ha semplicemente un deficit ormonale che puo' spiegare molti sintomi,come la stanchezza e i dolori.

#3 vivolenta

vivolenta

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2.650 messaggi

Inviato 03 marzo 2008 - 00:24:41

già si ripropone sempre lo stesso dubbio .... ma la diagnosi è giusta?
Meglio cinghiale che pecora

#4 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 03 marzo 2008 - 16:17:58

Scusami, ma non necessariamente la riduzione di secrezione di gh dipende dalle alterazioni del ritmo del sonno ( tipica dei malati CFS), ......un deficit ormonale che puo' spiegare molti sintomi,come la stanchezza e i dolori.

Visualizza Messaggio


Si, hai perfettamente ragione. Per questo dovrebbero fare anche questi test per determinare l'eziologia, e per fare diagnosi differenziali. Poi ci possono essere casi di ME e cfs che hanno anche questi deficit.
A volte si tratta di tioriditi pure, di probelmi ormonali ipofisari o surrenalici. Rimane il fatto che nella stragrande maggioranza di paz ME/CFS ci sono anche problemi di disturbi di sonno e asse HPA alterato.

A volte le cose si fanno complicate e non e' facile stabilire se e' nato prima l'uovo o la gallina...
auguri

#5 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 03 marzo 2008 - 16:21:12

già si ripropone sempre lo stesso dubbio .... ma la diagnosi è giusta?

Visualizza Messaggio


pima si fanno i vari esami , poi si cominicia curare (se si puo') quello che e' stato rilevato, magari partendo dalle patologie piu' gravi.

In certe situazioni non e' sempre facile stabilire se e' nato prima l'uovo o la gallina. Sta al medico cominciare a rattoppare, intervenendo prima sugli aseptti patologici piu' gravi.

Cominci a curare quello che trovi che funziona male, prioritizzando la cura delle patologie riscontrate, a seconda dell loro importanza e severita'.

Ma queste cose non sono sempre facili........anzi. La medicina e' ancora un'arte.

Messaggio modificato da joseph1951, 03 marzo 2008 - 16:25:20


#6 joseph1951

joseph1951

    Grande amico del forum

  • In attesa di convalida
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 604 messaggi

Inviato 03 marzo 2008 - 16:22:13

Scusami, ma non necessariamente la riduzione di secrezione di gh dipende dalle alterazioni del ritmo del sonno ( tipica dei malati CFS), ......un deficit ormonale che puo' spiegare molti sintomi,come la stanchezza e i dolori.

Visualizza Messaggio


Si, hai perfettamente ragione. Per questo dovrebbero fare anche questi test per determinare l'eziologia, e per fare diagnosi differenziali. Poi ci possono essere casi di ME e cfs che hanno anche questi deficit.
A volte si tratta di tioriditi pure, di probelmi ormonali ipofisari o surrenalici. Rimane il fatto che nella stragrande maggioranza di paz ME/CFS ci sono anche problemi di disturbi di sonno e asse HPA alterato.

A volte le cose si fanno complicate e non e' facile stabilire se e' nato prima l'uovo o la gallina...
auguri

#7 ecob

ecob

    Grande amico del forum

  • Utenti
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 543 messaggi
  • Gender:Female

Inviato 03 marzo 2008 - 21:28:27

Si, hai  perfettamente ragione. Per questo dovrebbero fare anche questi test per determinare l'eziologia, e per fare diagnosi differenziali. Poi ci possono essere casi di ME e cfs che hanno anche questi deficit.
A volte si tratta di tioriditi pure, di probelmi ormonali ipofisari o surrenalici. Rimane il fatto che nella stragrande maggioranza di paz ME/CFS ci sono anche problemi di disturbi di sonno e asse HPA alterato.

A  volte le cose si fanno complicate e non e' facile stabilire se e' nato prima l'uovo o la gallina...
auguri

Visualizza Messaggio

lE' vero, le cose sono estremamente complicate, scarsa e' la capacita' di fare gli opportuni collegamente da parte di chi ci ha in cura,scarsa la logica, scarsa la volonta' di ragionare.Ovviamente un paziente non puo' essere vivisezionato per analizzare nei dettagli tutti i complessi meccanismi che garantiscono il corretto funzionamento del nostro organismo....pero'un po' piu' di attenzione sarebbe necessaria.Io sono convinta che comunque da parte di molti medici ci sia anche una gran dose di ignoranza" molti si laureano, si specializzano e poi trascorrono la loro attivita' professionale confinati in un ambito estremamente ristretto.Ho studiato medicina ai miei tempi,amando cio' che studiavo, ostinata a cercare di capire sempre di piu' una volta capiti i principi basilari.Rimanevo stupefatta davanti alla complessita' delle interazioni metaboliche cui spesso tu fai riferimento, davanti alla perfetta organizzazione del "sistema uomo" dove tutto deve seguire delle regole ben precise e predeterminate.Per un soffio non mi sono laureata e non ho potuto fare cio' che sognavo di fare nella mia vita.Ricordo pero' una cosa: allora, un giorno ,ho detto:"speriamo non mi succeda di aver bisogno di qualcuno di questi"."Questi" erano i miei compagni di allora, i medici di oggi, prodotto di una generazione in cui la preparazione era davvero scadente.(non tutti ovviamente).La cosidetta medicina integrata e' secondo me integrata per modo di dire:se e' vero che per fortuna chi la pratica considera l'uomo nel suo insieme e non come un impasto di organi e apparati,e' altrettanto vero che sostanzialmente ripudia quasi tutto della medicina convenzionale e non capisco quindi dove sia l'integrazione.Ammiro la tua grande conoscenza dei vari metabolismi, delle interazioni farmacologiche, ecc, ecc. Ma come diavolo fai? Credimi non e' da tutti.Ammiro anche il tuo desiderio di aiutare per quanto ti e' pssibile.Ma chi sei tu veramente?Ho letto che per un po' non ti leggeremo.Mi, ci mancherai e ,almeno per questo ,TORNA PRESTISSIMO.Scherzo ovviamente,auguri qualunque sia il problema che ti allontana.

#8 sun

sun

    Frequentatore

  • Utenti
  • StellettaStelletta
  • 70 messaggi

Inviato 06 gennaio 2013 - 18:43:52

Ciao, vedo che questa discussione è da un pò di tempo ferma, ma vorrei qualche suggerimento da voi se possibile sul problema del sonno.
Come letto sopra anch'io ho il problema molto forte del sonno non ristoratore ed inoltre i mio ciclo circardiano è alterato.
Ho un problema dell'asse HPA.
Ho fatto l'esame per il CORTISOLO e per il DHEAs: ho avuto il risultato del cortisolo che è alle 7.00 del mattino 8.66 (range 3-10)quindi rientra nei valori normali e alle ore 16.00 del pomeriggio 3.36 (range 0.6-2,5)quindi alto.
Aspetto ancora il risultato del dheas perchè so che la cosa più importante non è tanto il valore dell'ormone in sè, quanto del valore del rapporto cortisolo/dheas.
Intanto il mio medico mi ha prescritto pensando che sicuramente il dheas sarà basso di prenderlo come integratore per dormire meglio la notte e regolare il ciclo sonno /veglia. Mi ha consigliato il DHEA.age low(550 mg) da prendere la mattina e il Cortiage High da prendere la sera (sono entrambi delle Officine Naturali).
Il mio dubbio è: perchè devo prendere il cortisolo la sera se già il valore nel p.m. è alto?
Mi potete aiutare a capire? Qualcuno di voi prende questi ormoni? E a quali orari?
Grazie a chi vorrà rispondermi.

#9 Michela

Michela

    Grande amico del forum

  • Visitatori
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 431 messaggi
  • Gender:Female
  • Location:Granada (Spagna)

Inviato 06 gennaio 2013 - 21:08:11

Ciao, vedo che questa discussione è da un pò di tempo ferma, ma vorrei qualche suggerimento da voi se possibile sul problema del sonno.
Come letto sopra anch'io ho il problema molto forte del sonno non ristoratore ed inoltre i mio ciclo circardiano è alterato.
Ho un problema dell'asse HPA.
Ho fatto l'esame per il CORTISOLO e per il DHEAs: ho avuto il risultato del cortisolo che è alle 7.00 del mattino 8.66 (range 3-10)quindi rientra nei valori normali e alle ore 16.00 del pomeriggio 3.36 (range 0.6-2,5)quindi alto.
Aspetto ancora il risultato del dheas perchè so che la cosa più importante non è tanto il valore dell'ormone in sè, quanto del valore del rapporto cortisolo/dheas.
Intanto il mio medico mi ha prescritto pensando che sicuramente il dheas sarà basso di prenderlo come integratore per dormire meglio la notte e regolare il ciclo sonno /veglia. Mi ha consigliato il DHEA.age low(550 mg) da prendere la mattina e il Cortiage High da prendere la sera (sono entrambi delle Officine Naturali).
Il mio dubbio è: perchè devo prendere il cortisolo la sera se già il valore nel p.m. è alto?
Mi potete aiutare a capire? Qualcuno di voi prende questi ormoni? E a quali orari?
Grazie a chi vorrà rispondermi.


Ciao sun!
Scusa, c'è una cosa che non capisco. Sei sicuro che quello che assumi la sera sia cortisolo (cioè un suo precursore)? Hai analizzato i componenti del Cortiage High?
Ti parlo della mia esperienza personale. Io ho problemi di sonno da quando sono nata. Con la malattia si sono particolarmente acutizzati. La melatonina mi aiuta. Sicuramente è la mia ignoranza, ma non credo che il cortisolo intervenga direttamente nella regolazione del ritmo sonno/veglia.
Un saluto,
Michela




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Tutti i testi degli articoli e la veste grafica sono proprietà esclusiva di CFSItalia e ne è vietata la riproduzione, totale o parziale,

senza esplicita autorizzazione da parte degli amministratori.

Gli amministratori e moderatori non sono responsabili dei messaggi scritti dagli utenti sul forum. Il Forum ha carattere divulgativo e le informazioni contenute non devono sostituirsi alle visite, alle diagnosi e alle terapie mediche.